Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘accessibilità’

Abruzzo: Lo sviluppo turistico attraverso l’accessibilità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 dicembre 2018

Entro il 15 dicembre 2018, da tutta l’Italia, associazioni di categoria ed operatori possono raccontare le loro esigenze rispondendo a cinque domande e permettere così l’avvio di un percorso verso città attraenti per tutti. È operativo il progetto “IN…FORMA. VIAGGIO SOCIALE” dell’associazione Dimensione Volontario, mirato a sviluppare il turismo accessibile in tutta la Regione Abruzzo, partendo dai comuni di Roseto degli Abruzzi e Pineto, in provincia di Teramo. Lo scopo è quello di: agevolare chi ha difficoltà nel trascorrere un soggiorno nei comuni interessati, a causa di criticità strutturali e culturali; offrire una rete coordinata di operatori sociali e turistici, garantendo un soggiorno di qualità per tutti; illustrare la valenza economica del turismo accessibile agli operatori turistici.
Nello specifico, le attività previste sono: Ricerca e analisi dei bisogni e dell’attuale ricettività sul territorio; Costruzione di una rete territoriale operativa, che possa garantire risposte tempestive ai turisti; Creazione di un portale web interattivo, capace di fornire soluzioni appropriate alle esigenze dei turisti attraverso la mappatura di luoghi e servizi effettuata dal team di progetto e fornita all’utente finale sulla base di criteri oggettivi, come: misure, materiali ecc.; Formazione all’accoglienza per il personale delle strutture turistiche aderenti alla rete territoriale; Istruzione ad hoc per ragazzi con disabilità da impiegare come guide turistiche.Il progetto ha una durata limitata di 11 mesi, ma la sfida è di garantire il servizio anche successivamente.Per far sì che ciò avvenga è necessaria la collaborazione delle associazioni di categoria e degli operatori del turismo in Italia, ai quali gli organizzatori chiedono di compilare un questionario entro il 15 dicembre 2018, per raccontare le loro esigenze rispetto al turismo accessibile e permettere così l’avvio di tutto questo percorso verso città attraenti.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Porti – Presentato al Parlamento Europeo, su iniziativa dell’on. Benifei, il progetto IFreightMED

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2015

la speziaMigliorare l’accessibilità dei porti e la competitività dei servizi di trasporto merci su rotaia attraverso un approccio multimodale e intermodale: con questi obiettivi si è sviluppato il progetto IFreightMED-DC, programma di sviluppo economico e cooperazione dell’area Mediterranea che si concluderà a fine giugno, i cui risultati sono stati presentati oggi al Parlamento Europeo grazie all’iniziativa dell’eurodeputato Brando Benifei.
Trenta mesi di lavoro con uno stanziamento pari a 2,6 milioni di euro, in gran parte cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sono i numeri di IFreightMED-DC, a cui ha aderito l’Autorità Portuale della Spezia insieme ad altri quattro partner: la capofila Catalonia (Spagna), Languedoc-Roussillon (Francia), Zahodna Slovenija (Slovenia) e Jadranska Hrvatska (Croazia).
Grazie al progetto, per lo scalo spezzino si sono aperte nuove e importanti prospettive: “Per il nostro territorio si è trattato di una grande opportunità – ha dichiarato a latere della presentazione l’europarlamentare spezzino Benifei – : la nostra Authority ha condotto un’analisi dettagliata delle esigenze degli operatori e della potenziale nuova domanda di traffico, rafforzando gli scambi sui due corridoi europei (TEN-T) cui è collegata (1 e 5) e avviando due nuovi servizi intermodali internazionali.”
Intermodalità e competitività vanno, quindi, nella stessa direzione: “La partecipazione dell’Autorità Portuale della Spezia nel progetto IFreightMED-DC – ha sottolineato il Presidente dell’Authority Lorenzo Forcieri – conferma la nostra piena volontà di sostenere e incentivare il trasporto ferroviario per il trasferimento delle merci e per collegare il porto della Spezia ai mercati inland più importanti in Europa. Il supporto dato attraverso il progetto comunitario all’avvio di due nuovi servizi, La Spezia – Frenkendorf e La Spezia – Monaco, rappresenta per noi un risultato molto importante ed un ulteriore elemento di competitività per il nostro scalo che incrementa così l’offerta internazionale alla merce. È proprio grazie a progetti come IFreightMED-DC che si può dare un ulteriore impulso all’intermodalità, che nel nostro scalo raggiunge già il 35%, e recuperare traffici”.
Se c’è ancora da fare per potenziare i traffici nel Mediterraneo, un primo passo nella giusta direzione è stato compiuto: “Siamo ancora in attesa del completamento di piani di investimento più consistenti, come la revisione della policy dei TEN-T o le opportunità che potrebbero venire dal Fondo Strategico per gli Investimenti Europei, il cosiddetto “Piano Juncker”, ma questo progetto rappresenta già la svolta di cui c’è bisogno: collaborazione strategica nel bacino del Mediterraneo, per rilanciare la crescita e la competitività dell’area”, ha concluso Benifei.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmacie: sulle sedi non cambia nulla

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 marzo 2012

Le ricadute sulla pianta organica dell’art.11 fanno discutere. Di seguito il parere di alcuni esperti di legislazione farmaceutica interpellati da Farmacista33. «Di fatto non cambia niente» è il parere di Bruno Nicoloso, docente di legislazione, organizzazione ed economia farmaceutiche all’università di Firenze «perché rimangono intatti i criteri geografico, demografico e urbanistico. Semmai, diventano più flessibili i criteri di revisione, perché le aperture in deroga previste per stazioni, centri commerciali e altro determineranno in alcune situazioni la permanenza del solo criterio della distanza». «Non sparisce proprio nulla» conferma da Napoli Antonia De Lisio, docente di legislazione del farmaco all’università Federico II «nella 475/68 si parla di pianta organica, sede e zona. Ora si cita soltanto la zona, ma è evidente che per identificarla il comune deve perimetrarla. Piuttosto, si può dire che se prima, con l’identificazione delle sedi, si doveva obbligatoriamente coprire l’intero territorio comunale, ora invece con l’individuazione delle zone possono rimanere delle zone franche, la cui presenza potrebbe diventare un problema nel momento in cui si partisse con servizi come la consegna a domicilio dei medicinali. Non dimentichiamo infine che nei commi 2 e 3 dell’articolo 11 torna il concetto di “sedi”, quindi c’è da chiedersi quale sia la reale volontà del legislatore».
«In effetti la lettura del paragrafo lascia diverse perplessità» è infine il giudizio di Stefano Ribolzi, avvocato ed esperto di legislazione della farmacia «non sembra cambiare molto rispetto a oggi ma c’è da chiedersi innanzitutto se il termine “zona” mantenga nei due testi il medesimo significato. E poi, la sua identificazione deve essere effettuata dal comune sentito il parere di Asl e Ordine: ma è un parere vincolante o soltanto consultivo? Ci sarà da riflettere parecchio sul nuovo testo, di certo da quanto si afferma alla lettera c emerge tra i parametri per la distribuzione dei presidi anche un nuovo criterio: assicurare una maggiore accessibilità al servizio farmaceutico».(fonte farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agcom censore dei siti internet

Posted by fidest press agency su domenica, 6 febbraio 2011

Adiconsum, insieme ad Agorà digitale, Assoprovider, Altroconsumo, Studio legale Sarzana e Assonet, attraverso una lettera aperta ai Parlamentari italiani dice no all’Agcom censore di Siti internet, chiedendo che blocchino l’iniziativa censoria finché il Parlamento non deciderà in maniera esplicita sull’equilibrio tra diritto d’autore, accesso alla conoscenza e pericolo di nuove censure. Siamo contrari – dichiara il Segretario Nazionale Pietro Giordano – all’impostazione data della Delibera 668/2010 del 12/2010 dell’Autorità, che introdurrebbe un meccanismo censore in mano alla stessa Agcom, in grado di impedire completamente l’accessibilità ai siti italiani ed esteri. In tale maniera verrebbero rimossi anche contenuti sospettati di violare il diritto d’autore in modo automatico entro cinque giorni dall’accertamento, prescindendo da qualsiasi requisito di colpevolezza accertato dell’Autorità giudiziaria. Un’azione censoria di tale portata – prosegue Giordano – senza garanzia della certezza del reato e senza una corretta difesa, ai limiti del rispetto costituzionale, non può avvenire senza un intervento Parlamentare.  Adiconsum chiede quindi ai Deputati di intervenire velocemente per riportare la discussione in Parlamento e ad Agcom di sospendere ogni regolamentazione sul diritto d’autore finché il Parlamento non riuscirà ad essere sede di un grande dibattito pubblico. Adiconsum invita tutti i cittadini ad aderire alla lettera aperta utilizzando il sito http://sitononraggiungibile.e-policy.it/lettera-ai-parlamentari/ dove è possibile anche scaricare il testo della lettera.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Norme accessibilità: nuovi requisiti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 giugno 2010

Il ministero per la pubblica amministrazione e l’innovazione, a seguito dell’emanazione delle nuove raccomandazioni internazionali da parte del W3C (World Web Wide Consortium) e dell’invito esteso ai 27 paesi membri da parte della Commissione europea di adottare tali raccomandazioni, ha aggiornato il  documento che raccoglie i “Requisiti tecnici e i diversi livelli per l’accessibilità agli strumenti informatici”. L’obiettivo è quello di garantire a tutti gli utenti la massima accessibilità alle informazioni e piena fruibilità dei servizi on line nella Pubblica Amministrazione. I requisiti tecnici si applicano a: siti Web; applicazioni realizzate con tecnologie Web; documenti resi disponibili sui siti Web; materiale formativo e didattico di natura digitale utilizzato nelle scuole di ogni ordine e grado. Inoltre, nel caso di materiali didattici e formativi basati su tecnologie Web, oltre alla conformità ai requisiti tecnici descritti è richiesta la conformità anche a quanto stabilito dal Decreto Ministeriale del 30 aprile 2008 sulle “Regole tecniche disciplinanti l’accessibilità agli strumenti didattici e formativi a favore degli alunni disabili”. Nell’utilizzo delle tecnologie di base è obbligatorio rispettare i seguenti vincoli: è obbligatorio dichiarare esplicitamente, quando previsto, la grammatica formale adottata, è vietato l’utilizzo degli elementi, degli attributi e delle funzioni definiti deprecati nella specifica della grammatica formale adottata, il codice impiegato deve essere valido rispetto alla grammatica formale adottata.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diritti d’autore e accessibilità

Posted by fidest press agency su sabato, 8 maggio 2010

Secondo quanto affermano i deputati europei, la biblioteca on-line dell’UE, che è anche museo e archivio, ha bisogno di maggiori contenuti provenienti dagli Stati membri e di maggiori finanziamenti da parte del bilancio dell’UE. La risoluzione, adottata dal Parlamento mercoledì, sottolinea che l’accesso al materiale del portale, disponibile senza ricorso al download, dovrebbe essere gratuito, sempre nel rispetto dei diritti d’autore.  Europeana, in linea dal novembre 2008, contiene al momento circa 7 milioni di opere digitalizzate, tra cui libri, mappe, filmati e fotografie. Quasi la metà dei contributi (il 47%) provengono dalla Francia; altri importanti contributi sono della Germania (16%), dell´Olanda (8%), e del Regno Unito (8%). Nel 2011, Europeana.eu sarà a disposizione in più lingue, includendo anche funzionalità semantiche web. L’ufficio di Europeana ha sede nella Biblioteca Reale olandese a L’Aia.  I deputati hanno chiarito che Europeana dovrà rispettare pienamente i diritti di proprietà intellettuale. Secondo la risoluzione, “l’accesso ai documenti dal portale Europeana e la visualizzazione dei documenti senza necessità di scaricarli, deve essere gratuito sia per privati, che per le istituzioni pubbliche”, e le eventuali spese per i download e per la stampa di materiali protetti da diritti d’autore “dovrebbero essere socialmente accettabili”. I deputati rilevano inoltre che “il portale deve tener conto delle esigenze dei disabili”.Secondo il Parlamento, Europeana dovrebbe essere in grado di offrire la protezione dei diritti d’autore anche ai libri fuori produzione e alle opere anonime (i cui autori non possono essere identificati), ad esempio attraverso licenze collettive. I deputati “approvano l’intenzione della Commissione di istituire un semplice ed efficiente sistema per la gestione dei diritti di protezione (di autorizzazione)” lavorando in stretta collaborazione con tutte le parti interessate. Essi chiedono inoltre alla Commissione di presentare una proposta legislativa in materia di digitalizzazione, conservazione e diffusione delle opere anonime, nonché di svilupparne un proprio database.I deputati sostengono l’obiettivo di disporre di 10 milioni di opere digitalizzate all´interno di Europeana già dal prossimo giugno e auspicano di accumularne almeno 15 milioni entro il 2015. Inoltre sollecitano i governi e le istituzioni culturali ad accelerare il processo di digitalizzazione e di fornire più file, in particolare materiale audiovisivo, e “a riservare particolare attenzione alle opere che si deteriorano facilmente”. La risoluzione invita inoltre la Commissione e gli Stati membri a fare di Europeana “uno dei principali punti di riferimento per l´istruzione e ricerca”. Pur incoraggiando i partenariati fra enti pubblici e privati, i deputati ritengono che nelle prossime prospettive finanziarie dell’UE per il periodo post 2013, una parte sostanziale dei costi di digitalizzazione dovrebbe essere assicurata da una linea di bilancio dedicata.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accessibilità ai mezzi pubblici

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 gennaio 2010

Parma 2 febbraio, dalle 10 alle 12, presso il Centro Congressi S. Elisabetta dell’Ateneo di Parma (Campus Universitario), si terrà l’incontro “Soluzioni per l’accessibilità ai mezzi pubblici secondo il principio della progettazione universale”, riguardante sistemi innovativi per eliminare i gradini tra il piano stradale e il veicolo, che costituiscono una barriera per l’accesso agli autobus di linea.  All’incontro, organizzato nell’ambito dell’insegnamento di Meccanica delle macchine industriali, tenuto dal Prof. Marco Silvestri presso la Facoltà di Ingegneria dell’Ateneo, parteciperanno la Prof.ssa Emilia Caronna, Delegata del Rettore per le iniziative per studenti disabili e fasce deboli, Giovanni Bernini, Assessore del Comune di Parma e Responsabile dell’Agenzia per le Politiche a favore dei disabili e Ferdinando Sandroni, Responsabile dell’Agenzia del Comune di Parma per l’Associazionismo e la Cooperazione internazionale, oltre a rappresentanti di associazioni che si occupano dei problemi delle persone disabili.  Tale iniziativa completa le attività svolte presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Ateneo nel corso di una borsa di studio sull’argomento, finanziata con un contributo di € 5.000 da parte della ditta G.E.A. SAS di A. Milani, grazie all’opera di sensibilizzazione svolta dalla Consulta per i Disabili e dell’Amministrazione Comunale di Parma. La borsa era stata assegnata all’Ing. Daniel Mian, che ha svolto le sue ricerche da maggio a settembre 2009. Oltre ai risultati ottenuti dall’Ing. Mian, durante l’incontro verranno anche presentati i lavori svolti su questa problematica da gruppi di studenti dell’ultimo anno del Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmaci innovativi

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 dicembre 2009

Roma (Piazza San Silvestro) 18 dicembre 2009, ore 08.30 – 14.00 Camera dei deputati Palazzo Marini – Sala delle Conferenze Via del Pozzetto, 158  L’Associazione culturale “Giuseppe Dossetti: i Valori – Sviluppo e Tutela dei Diritti” (www.dossetti.it) tiene un convegno sui Farmaci Innovativi. tra Consumismo e Appropriatezza nei 21 Sistemi Diversi di Accesso: Miracolo o Miraggio  L’appropriatezza dei Farmaci Innovativi non può significare solo qualità nell’indicazione terapeutica, ma deve misurarsi anche con un’accessibilità capillare e veloce su tutto il territorio nazionale per non correre il rischio di permettere a chi ha più soldi di curarsi meglio. In Italia, con l’approvazione del federalismo sanitario ci si potrebbe trovare davanti a ventuno sistemi di sanità diversi, nel senso che ogni regione può permettere, o meno, ai propri residenti di accedere ai farmaci nuovi per le migliori terapie di cura. Un farmaco può considerarsi innovativo quando offre al paziente dei benefici maggiori rispetto alle cure precedenti e sono migliaia i malati che, invece, non possono accedervi perché troppo cari.  Tra i temi che saranno approfonditi al convegno, a cui parteciperanno Istituzioni ed esponenti del mondo della ricerca e del settore farmaceutico, vi sono i diritti del paziente, tetti di spesa, prontuari regionali e aziendali, farmaci anti-cancro, prevenzione e innovazione. La II Giornata della conferenza chiuderà il ciclo degli interventi sui Farmaci Innovativi previsti per l’anno 2009.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’accessibilità al patrimonio museale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

Ancona. Un corso per sensibilizzare ad una tematica importante: l’accessibilità al patrimonio museale. Partecipazione da tutta Italia. La grande attenzione dimostrata in tutti questi anni attorno alle tematiche dell’accessibilità museale, spinge il Museo Omero ad organizzare la sesta edizione del Corso Nazionale “L’accessibilità al patrimonio museale e l’educazione artistica ed estetica delle persone con minorazione visiva”.  Un corso dedicato a docenti, operatori museali, educatori nei giorni di giovedì 16 e venerdì 17 aprile, per un totale di 15 ore, un momento formativo di alto livello per conoscere le tecnologie, gli strumenti, i metodi e le esperienze nazionali e internazionali nell’ambito dell’educazione dell’arte alle persone con minorazione visiva. Tante le personalità di spicco tra cui lo scultore Loreno Sguanci e l’importante contributo di un ente museale straniero con Hoelle Corvest della Cité des Sciences et de l’Industrie di Parigi. Nell’ambito dei servizi educativi per non vedenti, oltre ai contributi di Aldo Grassini e degli operatori del Museo Omero, saranno presenti Loretta Secchi del Museo Anteros di Bologna, Lucia Baracco del Progetto Lettura Agevolata del Comune di Venezia, Gualtiero Munerol del Centro Internazionale del Libro Parlato e molti altri. La data di scadenza per l’iscrizione è stata fissata per il 10 aprile. La quota d’iscrizione è 80 euro. L’iscrizione al corso è gratuita per i disabili e per i 5 docenti di ogni ordine e grado per ciascuna Provincia della Regione Marche, grazie al contributo dell’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche. Inoltre i soci Coop Adriatica hanno diritto ad uno sconto del 20% grazie alla recente convezione sottoscritta con il Museo Omero. – http://www.museoomero.it.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »