Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘accisa’

Tabacco e monopolio

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

L’Italia è fuorilegge sul mercato delle sigarette. La Corte europea di Giustizia lo ha fatto sapere oggi sentenziando contro la politica dei prezzi minimi fissati per legge che impediscono la concorrenza. E alla contestazione avanzata dal nostro Paese che i prezzi fissi sono un sorta di lotta al consumo, la Corte dice: ad ognuno il suo, lo Stato lavori sull’accisa che al prezzo finale ci pensa il mercato. Se la situazione continua com’è oggi, non escludiamo che si arrivi ai livelli di vendita dello Stato di New York, dove un pacchetto di sigarette costa mediamente 11 Usd (quasi 9 euro) dopo gli ultimi provvedimenti, ma con la differenza che a New York si puo’ trovare una scelta di prezzi notevole e comprare anche online, ma in Italia, dagli attuali 4 euro e rotti per pacchetto non ci saranno alternative qualunque sia il prezzo di vendita perche’ imposto. Da qui al mercato clandestino, per un consumatore medio, il passo e’ breve. Mercato clandestino che negli ultimi anni e’ sempre in crescita e che ha solo un modo per essere contrastato: la liberalizzazione. Crediamo che dare un’occhiata a quanto succede oggi con il mercato delle droghe illegali possa essere istruttivo, visto che coi prezzi al dettaglio delle sigarette che lieviteranno e la crescita di domanda clandestina da parte dei consumatori, la delinquenza si organizzera’ piu’ di quanto fa gia’ oggi per essere in grado di fare offerte sul suo mercato clandestino parallelo. Oppure dovremo aspettare di vedere questure, prefetture e carceri esplodere per star dietro ai consumatori illegali e piccoli spacciatori di tabacco cosi’ come oggi avviene per le droghe illegali? (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ricostruire con la sovrattassa sulla benzina del Vajont

Posted by fidest press agency su martedì, 7 aprile 2009

«Utilizziamo la sovrattassa sulle accise della benzina istituita dopo la catastrofe del Vajont per la ricostruzione delle zone terremotate dell’Aquilano». E’ la proposta del presidente della Provincia di Belluno, Sergio Reolon. «Quella sovrattassa», fa notare il presidente, «è servita per rimettere in piedi la nostra terra dopo la tragedia del 1963. Poiché non è mai stata tolta è giusto che quella forma di solidarietà oggi vada a beneficio delle popolazioni colpite dal terribile terremoto in Abruzzo. Fra l’altro nel capoluogo abruzzese fu celebrato il processo del Vajont». Intanto questa mattina la Provincia e il Comune di Belluno si sono accordati per aprire un conto corrente nel quale raccogliere i fondi da inviare alle zone terremotate. «Con il sindaco di Belluno», aggiorna Reolon, «siamo d’accordo di chiedere a tutti i Comuni, agli enti e ai privati di versare le loro offerte in questo conto». In questo senso Reolon ha scritto alla collega dell’Aquila, Stefania Pezzopane, esprimendo il cordoglio della provincia di Belluno per le vittime dell’immane tragedia che ha colpito il capoluogo e gran parte dei comuni della provincia abruzzese. «Le immagini televisive che via via ci hanno dato il quadro realistico, anche se purtroppo ancora provvisorio, delle vittime, dei dispersi e dei danni provocati dalla scossa tellurica,  ci consegnano una realtà in ginocchio, ma già desiderosa di ripartire e di ricostruire», ha concluso Reolon.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »