Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 220

Posts Tagged ‘acqua’

Bere ogni giorno la giusta quantità di acqua è essenziale per tutti

Posted by fidest press agency su sabato, 18 aprile 2020

Ma lo è in particolare per i bambini: si tratta di un gesto semplice ma fondamentale acquisire fin da piccoli per mantenere in salute l’organismo e le capacità cognitive. A maggior ragione in questo periodo in cui la normale routine, sia degli adulti che dei bambini, è venuta meno non bisogna abbandonare le buone abitudini a partire da quella di bere ogni giorno la giusta quantità di acqua in modo da mantenere l’organismo correttamente idratato.Grazie alla maggiore presenza e supervisione dei genitori, questi giorni possono essere utili per insegnare e rafforzare nei bambini la buona abitudine di bere acqua.Come recentemente confermato da uno studio pubblicato su The Journal of Nutrition[1] bere la giusta quantità di acqua può influenzare alcuni aspetti delle prestazioni cognitive dei bambini. Un team di ricercatori dell’Università dell’Illinois ha effettuato degli esperimenti su due gruppi di bambini tra i 9 e gli 11 anni di età: al primo era stata limitata l’assunzione di acqua, invece al secondo era stato fatto assumere il giusto quantitativo. I risultati hanno mostrato che i bambini con maggiore idratazione hanno ottenuto risultati migliori sulle attività e i test effettuati ed hanno riscontrato una maggiore flessibilità cognitiva.“L’acqua supporta molte funzioni essenziali nella vita quotidiana di tutti, ma nei bambini, in particolar modo, esistono specificità fisiologiche che necessitano di un giusto equilibrio idrico, come ad esempio la progressiva maturazione della funzione renale che si protrae fino a circa 2 anni di età.– spiega la dottoressa Elisabetta Bernardi, Biologa specialista in Scienza dell’Alimentazione e membro dell’Osservatorio Sanpellegrino – In più i bambini avendo un più alto rapporto di superficie epiteliale rispetto alla massa corporea hanno una maggiore sudorazione e quindi una maggiore perdita d’acqua attraverso la pelle che va quindi reitegrata”.
Ecco quindi perché è fondamentale acquisire e mantenere abitudini sane fin dall’infanzia in modo che si possano poi protrarre fino nell’età adulta: i bambini che bevono poca acqua diventano adulti che bevono poca acqua con potenziali conseguenze per la salute a 360 gradi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’acqua del rubinetto ai tempi del Coronavirus

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 marzo 2020

L’Istituto Superiore di Sanità ha più volte affermato negli ultimi giorni che “le acque di rubinetto sono sicure rispetto ai rischi di trasmissione della COVID-19 e non sussistono motivi di carattere sanitario che debbano indurre i consumatori a ricorrere ad acque imbottigliate o bevande diverse” (Fonte: ISS).Possiamo quindi bere tranquillamente l’acqua del rubinetto poiché l’acqua potabile d’acquedotto in Italia è di buona qualità e soggetta a continui controlli che ne garantiscono la qualità e la salubrità.Ma l’inconveniente più comune che non ci fa amare l’acqua potabile è il leggero sapore di cloro, elemento essenziale che viene utilizzato per abbattere tutti i microrganismi.Il sapore di cloro è facilmente eliminabile facendo decantare l’acqua in una caraffa di vetro per qualche ora, poiché il cloro è una sostanza altamente volatile ed evapora.Detto questo, per rendere maggiormente gradevole l’acqua del rubinetto, possiamo preparare in casa la nostra acqua aromatizzata. Un modo piacevole per garantire l’idratazione ottimale all’organismo e arricchire l’acqua di vitamine e nutrienti.
Ma quale frutta e verdura utilizzare? Cetriolo, limone, lime, zenzero e menta, arancia, pompelmo, ananas, kiwi, frutti di bosco e in generale tutta la frutta fresca di stagione, tranne le banane. Ottime anche le verdure come carote, sedano, finocchi, cetrioli, basilico, menta e spezie come la cannella o la curcuma.La giusta proporzione tra acqua e frutta è di circa 200g di frutta o verdura per litro di acqua.Questo per avere il giusto bilanciamento nel gusto dei vari ingredienti che la compongono, ma si può fare tranquillamente a occhio.Tutti gli ingredienti devono essere freschi e vanno prima lavati accuratamente, anche utilizzando il bicarbonato, per togliere ogni impurità. Frutta e verdura, vanno tagliate a fettine sottili, le spezie lasciate integre e le foglie delle erbe fresche e intere.Una volta fatta l’acqua aromatizzata, va tenuta in frigorifero per almeno un paio d’ore, preferibilmente in un barattolo di vetro, meglio se con tappo ermetico. In mancanza d’altro, va bene anche una semplice caraffa di vetro dal collo largo.
Va consumata entro la giornata stessa, al massimo un giorno in frigorifero.La frutta utilizzata per l’infusione ovviamente non va buttata ma va mangiata!

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Coronavirus, provvedimenti gas, luce e acqua dell’Autorità Arera

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 marzo 2020

Diversi gli interventi dell’ Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) per contrastare le criticità legate all’epidemia COVID-19, in parte su propria iniziativa ed in parte in attuazione di norme di legge. Si tratta delle Delibere 59/2020, 60/2020, 75/2020 e 76/2020 emanate tra il 12 e il 17 Marzo. L’Arera, anche per garantire la continuità dei bonus sociali nazionali (elettrico, gas e idrico), amplia i tempi per poter richiederne il rinnovo. Per i consumatori cui il bonus è in scadenza nel periodo 1 marzo-30 aprile 2020, è infatti data la facoltà di rinnovare la domanda per l’erogazione oltre la scadenza originaria prevista, ma comunque entro i 60 giorni successivi al termine di questo periodo.Si ricorda che il bonus è riconosciuto per 12 mesi e al termine di tale periodo, per continuare a fruirne, il cittadino deve rinnovare la richiesta di ammissione presentando apposita domanda presso il Comune di residenza o presso un altro ente designato dal Comune (CAF, Comunità montane). (Rita Sabelli, responsabile Aduc aggiornamento normativo)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat: spesa fornitura acqua +9,4% dal 2015

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 marzo 2020

Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, per la fornitura di acqua nell’abitazione ogni famiglia ha speso in media 14,65 euro al mese, il 9,4% in più rispetto al 2015.”Il rialzo della spesa mensile familiare per la fornitura d’acqua, dal 2015 al 2018, è più di 4 volte quello dell’inflazione, ossia dell’indice generale. Infatti, mentre l’indice dei prezzi al consumo è salito dal 2015 al 2018 del 2,3%, per l’acqua il rialzo è del 9,4%, ossia il 309% in più” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Anche se dal 2017 al 2018 la spesa è rimasta praticamente stabile, il rialzo dal 2015 è spropositato. Il problema degli italiani è sempre lo stesso, ossia che le tariffe che dovevano diminuire di prezzo sono sempre aumentate più dell’inflazione e questo contribuisce a mandare in tilt i bilanci delle famiglie visto che si tratta di spese obbligate” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al Sud è già emergenza acqua

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

L’agricoltura italiana, una delle poche certezze produttive al tempo del coronavirus, deve fare i conti con le disponibilità idriche per una stagione irrigua, che si preannuncia anticipata in molte zone a causa di temperature superiori alla media del periodo.E’ così nel Sud del Paese, dove è ormai emergenza: negli invasi meridionali, dove ci sono attualmente circa 2.100 milioni di metri cubi d’acqua, ne mancano all’appello circa 400 rispetto all’anno scorso, ma addirittura un migliaio, se confrontiamo il dato con il 2010.Se in Basilicata, il deficit sul 2019 è di 153 milioni di metri cubi d’acqua trattenuta (oggi sono 260 milioni ca., ma erano circa 711 nel 2010!), in Puglia (disponibili oggi, ca. 147 milioni di metri cubi), le riserve sono più che dimezzate rispetto ad un anno fa; percentualmente la crisi più evidente è, però, in Calabria: l’attuale disponibilità di circa 6 milioni di metri cubi è meno del 40% di un anno fa, ma addirittura il 25% delle riserve idriche regionali nel 2010! In deficit idrico permangono complessivamente anche gli invasi della Sicilia (- 83 milioni di metri cubi d’acqua), così come in leggera sofferenza sono i bacini di Marche ed Umbria.I dati, resi noti dall’Osservatorio ANBI sullo Stato delle Risorse Idriche, testimoniano anche come al Nord la situazione, pur non ancora allarmante, necessiti di costante monitoraggio, soprattutto in prospettiva. “Risponde a questa esigenza, l’opportuna scelta, operata dall’Autorità Distrettuale del fiume Po, che ha reso permanente l’Osservatorio sulla carenza idrica – commenta Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI) – La prossima riunione è già in calendario per mercoledì 8 Aprile.”
Allo stato attuale, la situazione dei corsi d’acqua in Piemonte è di sufficiente copertura dei fabbisogni idrici propri del periodo invernale, essenzialmente legati agli usi idroelettrici ed industriali.Per quanto riguarda le previsioni future, se non interverranno significative precipitazioni e dovessero innalzarsi le temperature, si avrà un rapido scioglimento delle nevi, che si tradurrà in un aumento dei deflussi idrici verso valle con la rapida perdita delle riserve idriche immagazzinate, che termineranno in mare inutilizzate prima ancora dell’attivarsi delle derivazioni irrigue.“E’ un’ulteriore dimostrazione della necessità di un Piano Nazionale Invasi per trattenere le acque sul territorio ed utilizzarle al bisogno con evidenti benefici anche di carattere ambientale – evidenza Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – Senza considerare le criticità idrogeologiche, che possono derivare da forti ed improvvisi afflussi idrici dalle aree di montagna.”Per quanto riguarda le acque sotterranee, la rete di monitoraggio del comprensorio Est Sesia evidenzia livelli di falda inferiori di circa 20 centimetri rispetto a quelli della media del periodo negli ultimi 10 anni.A fronte della precaria situazione nivometrica va pertanto sottolineata l’importanza del lago Maggiore, che ha una possibilità di invaso pari a 315 milioni di metri cubi, che salgono a 420 milioni nel periodo invernale. La disponibilità di questo bacino è fondamentale per l’agricoltura e l’ambiente della pianura piemontese (vercellese e novarese), ma anche lombarda (lomellina, milanese e pavese).
In Lombardia, la principale preoccupazione per la stagione irrigua interessa il livello di riempimento dei bacini montani e la quantità di neve ancora presente sulle Alpi; per quanto riguarda i grandi laghi, sotto la media del periodo sono i bacini di Como e di Iseo, mentre il Garda è abbondantemente sopra. Con le attuali disponibilità idriche sarà però difficile soddisfare pienamente le esigenze degli agricoltori; preoccupano specialmente le aree servite dai fiumi Adda e Oglio, ma anche da Brembo, Serio e Cherio. L’attenzione è comunque elevata in tutta la regione, poiché l’assenza di pioggia nei mesi di gennaio e febbraio ha reso le campagne secche ed abbassato il livello freatico.Situazione tranquilla, al momento, in Emilia-Romagna: il livello delle falde freatiche non desta preoccupazione ed il confronto con l’autunno 2018 non evidenzia variazioni significative di livello nel bacino del fiume Po, mentre sono evidenti situazioni localmente differenziate nel fiume Reno ed in quelli romagnoli; infine, vanno segnalate le scarse portate dei fiumi appenninici (Taro, Trebbia, Parma, Panaro, Lamone e Savio). In Veneto, infine, non si riscontrano particolari criticità ed anche gli sbarramenti antisale non sono ancora in funzione.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro. Nick Hunt: Camminando fra i boschi e l’acqua

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 marzo 2020

Dalla punta dell’Olanda al Corno D’oro sulle tracce di Patrick Leigh Fermor. Nel dicembre del 1933 il diciottenne Patrick Leigh Fermor partì alla ventura con un paiodi scarponi chiodati per attraversare l’Europa «come un vagabondo, un pellegrino o un chierico vagante», a piedi da Hoek van Holland a Istanbul. Quando, anni dopo, il diciottenne Nick Hunt scopre i libri di Patrick Leigh Fermor, non può fare a meno di identificarsi con quel coraggioso giovanotto partito alla ricerca del suo posto nel mondo. Già allora Hunt sente, con assoluta certezza, che un giorno seguirà i passi di Fermor, ripercorrendo lo stesso itinerario attraverso Olanda, Germania, Austria, Slovacchia, Ungheria, Romania, Bulgaria e Turchia, per scoprire quanto di selvaggio sia rimasto in quelle terre. Del resto, quale modo migliore di conoscere l’Europa dell’esporsi completamente a essa,cosciente di ogni goccia di pioggia, di ogni sasso sotto i piedi? Come comprendere meglio i processi di perdita e cambiamento, se non viaggiando all’ombra delle parole di Patrick Leigh Fermor? E soprattutto, quale miglior sistema per vivere una buona, vecchia avventura? In un’epoca di informazione globale, Hunt
evita deliberatamente di fare ricerche sui luoghi che intende attraversare, portando con sé solo i libri di Fermor, con le loro informazioni superate da ottant’anni. Con quell’unica testimonianza a fare da sfondo, attraverso i boschi e l’acqua, il vento e la pioggia, i campi, le foreste, le città, i sobborghi, le montagne e le autostrade, Hunt verificherà di persona quanto resta dell’ospitalità, della cortesia verso gli stranieri, della libertà, della vita selvaggia, dell’avventura, del mistero, dell’ignoto, delle correnti più profonde del mito e della storia che scorrono ancora sotto la superficie dell’Europa.Collana: Il Cammello Battriano Pagine: 336 Traduzione dall’inglese di Laura Prandino Prezzo: €18,00 Neri Pozza Editore.
Nick Hunt è un viaggiatore appassionato e ha attraversato, e scritto, di molti paesi europei. I suoi articoli escono regolarmente sul Guardian e sull’Economist. È tra i fondatori del Dark Mountain Project. Il suo primo libro Walking the Woods and the Water è stato finalista al Premio Stanford Dolman Travel Book of the Year. Attualmente vive a Bristol.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Acqua: Federconsumatori denuncia le carenze nella qualità dei servizi idrici

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 febbraio 2020

Stiamo assistendo ad una situazione estremamente critica nel settore idrico. Ad esempio, a Mantova, sono piovute sugli utenti circa 24.000 fatture che, a nostro avviso, sono del tutto improprie. In Sicilia l’acqua potabile non viene fornita in modo continuativo. Sono molte le aree del Paese in cui si riscontrano criticità e problemi in relazione alla qualità ed alla disponibilità delle risorse idriche. In tutta Italia, inoltre, falliscono aziende e dilaga, è proprio il caso di dirlo, l’illegalità.Quanto sta avvenendo rappresenta una grave inottemperanza delle norme fissate a seguito della consultazione popolare (che, lo ricordiamo, è stata promossa e sostenuta con convinzione dalla Federconsumatori), che non si limitava a stabilire l’illegittimità, nella tariffazione, della remunerazione del capitale investito dalle aziende, ma definiva precisi obblighi di miglioramento della qualità del servizio, che invece si attesta ancora oggi su livelli imbarazzanti. Federconsumatori denuncia le gravi vicende che coinvolgono Mantova e Agrigento (solo per citare le zone di maggiore criticità), dove sta realizzando un monitoraggio sulla qualità del servizio idrico integrato reso all’utenza, rapportandola all’applicazione delle tariffe che i cittadini sono chiamati a pagare, spesso inique rispetto al servizio reso. Al fianco dei cittadini, inoltre, stiamo affrontando un dibattito costruttivo sulla corretta gestione delle aziende in vista della scadenza delle concessioni, in modo tale da definire gli strumenti che impediscano di scaricare i costi di gestione del servizio idrico integrato direttamente sugli utenti, costringendoli a sostenere spropositati importi “per partite pregresse” (terminologia utilizzata dalle aziende per definire i cosiddetti conguagli). Da tale riflessione emerge con chiarezza l’importanza di verificare la solidità delle aziende fornitrici, nonché di attuare interventi di tutela della materia prima acqua a partire dalle sorgenti e di mettere in atto una manutenzione capillare delle reti per contrastare il fenomeno della dispersione. Per rendere realmente efficiente la distribuzione su tutto il territorio nazionale è in particolare indispensabile realizzare una mappatura dei gestori idrici nel nostro Paese e auspicare una vera e drastica riforma del settore, armonizzando le tariffe e ricomponendo l’eccessiva frammentazione degli attori che operano sul mercato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro. Nick Hunt: Camminando fra i boschi e l’acqua

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 febbraio 2020

Nel 1934 Patrick Leigh Fermor ha diciannove anni, e già da alcuni mesi si è lasciato alle spalle l’Inghilterra con il fermo proposito di raggiungere a piedi Costantinopoli, vivendo «come un pellegrino o un palmiere, un chierico vagante», dormendo nei fossi e nei pagliai e familiarizzando solo con i suoi simili. A diciotto anni, Nick Hunt legge i libri di Patrick Leigh Fermor e sogna di seguirne le orme. Nel 2011 inizia il suo grande viaggio: a piedi fino a Istanbul. Attraverso l’Europa, seguendo due grandi fiumi e attraversando tre catene montuose, Nick Hunt usa i libri di Fermor come unica guida e percorre 2.500 miglia attraverso Olanda, Germania, Austria, Slovacchia, Ungheria, Romania, Bulgaria e Turchia. Il suo obiettivo? Avere un’avventura all’antica. Rallentare e indugiare in un mondo in cui tutto passa così velocemente. Scoprire ciò che è rimasto dell’ospitalità, della gentilezza verso gli estranei, della libertà, della natura selvaggia, dell’avventura, del mistero, dell’ignoto, delle correnti più profonde del mito e della storia che scorrono ancora sotto la superficie dell’Europa. (Neri Pozza Editore)
Pagine: 336 Traduzione dall’inglese di Laura Prandino Prezzo: €18,00 Nick Hunt è un viaggiatore appassionato e ha attraversato, e scritto, di molti paesi europei. I suoi articoli escono regolarmente sul Guardian e sull’Economist. È tra i fondatori del Dark Mountain Project. Con Neri Pozza ha pubblicato Dove soffiano i venti selvaggi (2017). Attualmente vive a Bristol.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I doni della natura: acqua, paesaggio e cibo

Posted by fidest press agency su martedì, 24 settembre 2019

Volterra Sabato 26 e domenica 27 ottobre, e ancora venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 novembre si rinnova l’attesissimo appuntamento con VOLTERRAGUSTO (www.volterragusto.com), manifestazione ormai tappa obbligata per tutti gli appassionati delle eccellenze enogastronomiche di Toscana.
“I DONI DELLA NATURA: ACQUA, PAESAGGIO, CIBO” è il tema scelto quest’anno dagli organizzatori, sviluppato attraverso momenti che uniranno le ricchezze gastronomiche locali – il tartufo su tutte – con il patrimonio storico ed architettonico unico che Volterra è in grado di offrire: tra le iniziative nel corso della manifestazione si segnalano ad esempio visite in luoghi generalmente non accessibili della città, itinerari fuori porta fra colline e scorci da cartolina, e ancora tour guidati per le vie della città “sulla via delle acque” alla scoperta di una Volterra quanto mai misteriosa ed inedita.
Cuore dell’evento la XXII edizione della MOSTRA MERCATO DEL TARTUFO BIANCO E DEI PRODOTTI TIPICI DELL’ALTA VALDICECINA che dalle 10 alle 20 celebrerà Sua Maestà il tartufo, affiancato dai tanti produttori che proporranno un viaggio gourmet – dai formaggi ai salumi, passando per il vino, dolci, cioccolata e tanto altro ancora – fra i sapori del territorio e non solo.
Come sempre ricco di spunti il calendario della manifestazione, con appuntamenti ormai divenuti autentici must come il PALIO DEI CACI VOLTERRANI lungo Via Franceschini, sfida inserita nell’albo regionale delle “rievocazioni storiche” in collaborazione con il Comitato delle Contrade Città di Volterra; l’esibizione del GRUPPO STORICO, SBANDIERATORI E MUSICI CITTÀ DI VOLTERRA; le VISITE IN TARTUFAIA per scoprire dove nasce il tartufo e come trovarlo in compagnia dei tartufai locali e dei loro inseparabili segugi; la IV edizione dell’ESCURSIONE CICLISTICA “DI VIGNA IN VIGNA” tra vigneti e colline del volterrano. Senza dimenticare la consegna del PREMIO JARRO, riconoscimento destinato ogni anno a chi in ambito professionale si sia distinto nella divulgazione della cultura della buona tavola.Per tutta la durata della manifestazione sarà inoltre possibile scoprire e degustare i vini del territorio volterrano proposti in assaggio dalla Fisar, oltre ad usufruire della tante scontistiche previste sugli ingressi dei musei cittadini.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Giorgio Faletti: la ragazza che guardava l’acqua

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 giugno 2019

Nel quinto anniversario della scomparsa, continua la pubblicazione dei racconti di Faletti, dopo il successo de La ricetta della mamma. In appendice anche il racconto inedito Joystick.Uscita prevista: 13 giugno. In un lago vive un essere misterioso, che conduce la sua esistenza nella completa solitudine di una caverna subacquea. Spia gli esseri umani, ma se ne tiene lontano. Invidia i colori sgargianti del mondo esterno, ma si rifugia nelle profondità buie del lago. Percepisce le sensazioni degli esseri umani che irradiano i loro sentimenti, ma capisce che mostrarsi a loro metterebbe in pericolo la sua vita. Ma quando un giorno arriva al lago una ragazza dai capelli rossi, tutto cambia. Il misterioso abitante del lago capisce subito che la ragazza è diversa dagli altri esseri umani e ne rimane incantato, fino al punto di rischiare la propria vita per osservarla da vicino. O addirittura per salvarla. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il ritorno di Nadeem Aslam con: “Il libro dell’acqua e di altri specchi”

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 aprile 2019

Fra gli scrittori più apprezzati del panorama letterario internazionale, Nadeem Aslam fa il suo ritorno in libreria con Il libro dell’acqua e di altri specchi, romanzo tradotto da Norman Gobetti che sarà sugli scaffali dall’8 maggio. Prima presentazione al Salone del Libro Torino lingotto l’11 maggio, dove Aslam dialogherà con Giuseppe Catozzella.
Il libro dell’acqua e di altri specchi si apre in una città fittizia chiamata Zamana, in Pakistan. Nargis e Massud sono una coppia di architetti, uniti da un’affinità elettiva con cui hanno sapientemente modulato ogni fase della loro relazione. Eppure Nargis ha nascosto per tutta la vita al marito un elemento fondante e pericoloso della sua identità: è nata cristiana, con il nome di Margaret, ma crescendo si è finta musulmana per sfuggire agli abusi e alle oppressioni.
Quando Massud muore in uno scontro a fuoco, la vita di Nargis inizia a sgretolarsi.
Intanto qualcuno si serve degli altoparlanti dei minareti per rivelare i segreti e le dissolutezze degli abitanti, diffondendo il terrore in un Paese in cui l’accusa di blasfemia può costare la vita. I misteriosi annunci presto diventano persecuzioni e Nargis sarà costretta a fuggire. In questo mondo al limite della distopia, diverse trame amorose si liberano come fiumi in piena e con la loro poesia fanno da contraltare all’orrore.
Questo romanzo è un ritratto rivelatore dello spirito umano, una storia di corruzione e resistenza, di amore e terrore, e delle maschere che a volte è necessario indossare per salvarsi.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Promuovere l’accesso all’acqua per tutti”

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

Strasburgo. I deputati europei hanno approvato nuove norme per migliorare la fiducia dei consumatori nell’acqua di rubinetto, molto più economica e pulita per l’ambiente rispetto a quella in bottiglia.Il Parlamento propone di rendere più severi i limiti massimi per alcuni inquinanti come il piombo (da dimezzare) e i batteri nocivi, e introdurre nuovi limiti per le sostanze più inquinanti. Sostiene inoltre il principio dell’accesso universale all’acqua potabile.La votazione sulla relazione legislativa, approvata per alzata di mano, chiude la prima lettura del Parlamento, che aveva già concordato la sua posizione negoziale in ottobre. Tuttavia, i ministri dell’UE non hanno raggiunto una posizione comune in tempo per avviare i negoziati prima della fine della legislatura. I negoziati inizieranno quindi nella nuova legislatura, dopo le elezioni europee di maggio.Gli Stati membri dovrebbero adottare misure per garantire l’accesso universale all’acqua pulita nell’UE e migliorare l’accesso all’acqua nelle città e nei luoghi pubblici, istituendo fontane gratuite, ove tecnicamente fattibile e proporzionato. Dovrebbero inoltre incoraggiare la fornitura di acqua di rubinetto gratuitamente o a basso costo nei ristoranti, nelle mense e nei servizi di ristorazione.Secondo la Commissione europea, un minore consumo di acqua in bottiglia potrebbe aiutare le famiglie dell’UE a risparmiare oltre 600 milioni di euro all’anno. Se la fiducia nell’acqua del rubinetto migliora, i cittadini possono anche contribuire a ridurre i rifiuti di plastica dell’acqua in bottiglia, compresi i rifiuti marini. Le bottiglie di plastica sono uno degli articoli di plastica monouso più comuni sulle spiagge europee.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

22marzo 2019: Giornata Mondiale dell’Acqua

Posted by fidest press agency su domenica, 17 marzo 2019

La Penisola fa i conti con le conseguenze anomale del cambiamento climatico in atto: le precipitazioni dimezzate nei mesi invernali, pochissima la neve che ricopre le montagne e l’allarme siccità nel Settentrione dovuto a un febbraio particolarmente asciutto. Basti pensare che il Po e tre grandi laghi del Nord Italia (Maggiore, Como e Iseo) hanno livelli idrometrici al di sotto della media stagionale, simili a quelli che si registrano nei mesi estivi. Due facce della stessa medaglia: da un lato l’emergenza siccità che torna a farsi sentire; dall’altro le alluvioni e le frane che lo scorso autunno hanno interessato numerose regioni italiane.“Da anni, i geologi ribadiscono l’importanza di una logica della prevenzione per anticipare e impedire eventuali fasi emergenziali. La gestione delle risorse idriche, anche di quelle sotterranee, deve, in tempi di abbondanza, preparare le riserve per i repentini e frequenti periodi siccitosi”. Lo dichiara Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi che spiega: “Se in alcune aree può essere ancora possibile pensare al ricorso a bacini superficiali, in molte altre è il sottosuolo che deve fungere da serbatoio, sia sostenendo i diversi fabbisogni con i sistemi acquiferi più idonei in funzione della qualità, sia potendo essere utilizzato come la più naturale delle riserve d’acqua”.Tra le soluzioni più efficaci per la gestione delle risorse idriche, per il segretario del CNG c’è quella di “disporre di metodi per trattenere le acque il più possibile all’interno del territorio, rallentandone il deflusso, mantenendo il deflusso vitale dei fiumi e dei torrenti e favorendo la ricarica delle falde con un positivo effetto di rallentamento dell’abbassamento dei livelli delle falde nei periodi siccitosi”. Un’altra risposta concreta è quella di ridurre il numero di norme, mal coordinate tra loro: “Un riordino del settore che include la definizione di normative, procedure e competenze semplici e chiare comporterebbe un costo effettivo prossimo allo zero” conclude il geologo.
Per il Consiglio Nazionale dei Geologi, è importante agire sulla base di una pianificazione idrogeologica secondo una visione di adattamento ai cambiamenti climatici per scongiurare come ha detto il capo dello Stato “una crisi climatica globale”. L’acqua è un bene prezioso per la salvaguardia del pianeta e delle biodiversità che vi abitano. Il 22 marzo ricorre, come ogni anno, la Giornata Mondiale dell’Acqua e il tema scelto per il 2019 si intitola “Non lasciare nessuno indietro”. La finalità è quella di raggiungere l’obiettivo n.6 dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile che recita “Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’acqua di Talete: Opere di José Molina

Posted by fidest press agency su martedì, 22 gennaio 2019

Roma fino al 17 febbraio 2019 viale Fiorello La Guardia 6 Museo Carlo Bilotti mostra L’acqua di Talete. Opere di José Molina. L’acqua come archetipo, forza primigenia da cui si genera la vita e a cui tutto farà ritorno. L’acqua che regge il mondo e l’acqua che nutre, in analogia con l’universo femminile.L’esposizione è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, ideata e curata da Roberto Gramiccia, patrocinata dall’Ufficio Culturale dell’Ambasciata di Spagna in Italia e dall’Instituto Cervantes di Roma, e organizzata con il contributo della galleria Deodato Arte. Servizi museali di Zètema Progetto Cultura.
La mostra, come rivela il curatore Roberto Gramiccia, prende spunto dall’importanza che i giochi d’acqua hanno avuto nella storia del Museo Bilotti, suggerendo una riflessione sulle origini classiche del pensiero occidentale. L’edificio che ospita l’attuale sede espositiva, infatti, prima ancora di essere adibito ad Aranciera, verso la fine del Settecento fu ampliato e decorato per volontà di Marcantonio IV Borghese, unitamente alla sistemazione del contiguo “Giardino del Lago”, per ospitare eventi e feste mondane. Tale intervento fu considerato stupefacente a tal punto che l’edificio stesso prese il nome di “Casino dei giuochi d’acqua”, come ci tramandano le cronache dell’epoca, proprio per la presenza di fontane e ninfei in stile barocco di particolare pregio per l’intrattenimento e il piacere degli ospiti e dei familiari.
Da qui l’idea di allestire una personale di José Molina tutta dedicata al tema naturale dell’acqua, indagato dall’artista quale elemento primordiale che dà origine alla vita e fondamento archetipico sul quale poggia tutto il sistema del reale. Il concetto è uno sviluppo del pensiero filosofico di Talete di Mileto che, come riporta Aristotele nella sua Metafisica, costituisce la base della filosofia occidentale. Molina si confronta con questo pensiero realizzando sculture e opere pittoriche su tela e su carta in cui predomina l’acqua stessa, che è anche evocata nelle fattezze metamorfiche e visionarie dei personaggi rappresentati, creando così, come evidenzia il curatore, un mondo fantastico che inesauribilmente rinasce da se stesso.Per la mostra al Museo Bilotti sono state quindi selezionate le creazioni più rappresentative legate al tema dell’acqua secondo una visione cosmogonica, unitamente a una serie di lavori che rimandano all’interesse dell’artista nei confronti del legame tra l’uomo e la natura. Emblematico del percorso espositivo il lavoro Naufraghi nel proprio mare (2005), appartenente alla collezione “Predatores”. L’immagine, densa di richiami autobiografici, in cui predomina uno specchio d’acqua vasto e agitato, rappresenta metaforicamente un percorso interiore comune alla maggior parte delle persone e affrontato da Molina stesso: quello dell’uomo che sogna di volare o di nuotare in un mare aperto, ma che tuttavia spesso si autolimita creandosi una prigione interiore che non gli permette di spiccare il volo, di prendere il largo.
La tematica rimanda poi all’indagine dell’artista sulla natura umana, che caratterizza tutta la sua produzione e si ravvisa chiaramente nelle opere esposte provenienti dalle collezioni Los Olvidados, Portraits, Beloved Earth; tra queste spiccano le figure femminili, generatrici di vita e depositarie della forza ancestrale della natura, come in Dolce acqua (2015), La prima mattina (2015) e Fiore di mare (2016), oppure i soggetti onirici e metafisici di Predatores, da cui I Pesci che nuotano (2015), metafora dell’affrontare la vita “controcorrente”, oltre all’autoritratto Sangue! (2002) da Morir para vivir. Completano il percorso espositivo tre sculture appartenenti alla serie I feel (2017) e iconicamente intitolate Io dubito, Io ricordo e Io immagino, che invitano il visitatore ad addentrarsi sempre più nelle profondità dei labirinti della psiche umana con i suoi interrogativi ancestrali.Appositamente per la mostra romana sono poi state realizzate due opere inedite, Marte nascente e Venere nascente (2018), in cui forte è il richiamo all’acqua come elemento in cui si crea la vita e risorsa preziosa nonché indispensabile per ogni essere vivente. Le due figure rappresentate a matita grassa propongono rispettivamente un uomo e una donna immersi nel mare, a testimoniare che dove c’è acqua c’è vita; tuttavia, al posto delle gambe la figura maschile ha denti di tricheco, mentre quella femminile il becco di un tucano a evocare la difficoltà dell’uomo a vivere in armonia con la natura e la necessità di ristabilire un equilibrio.Per diverse opere in mostra José Molina ha realizzato anche le cornici, che concorrono ad accrescere i piani di lettura dei lavori esposti; le realizzazioni, polimateriche, sono create in legno o con materiali di recupero appositamente rielaborati dall’artista.In occasione dell’esposizione è disponibile il catalogo antologico dell’opera di José Molina dal titolo “Humanitas” (2014) con contributi di Mariella Casile, Francesco Mattana, Deodato Salafia e Federico Scassa. Orario da martedì a venerdì ore 10.00 – 16.00; sabato e domenica ore 10.00 – 19.00 (Ingresso consentito fino a mezz’ora prima dell’orario di chiusura) Biglietti Ingresso gratuito.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Come ritornare in forma grazie all’acqua

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 gennaio 2019

Anno nuovo, vita nuova. Dopo le feste natalizie i buoni propositi per l’anno appena iniziato accompagnano il nostro rientro alla vita di tutti i giorni, e tra i pranzi e le cene in famiglia del periodo delle feste, uno dei primi obiettivi spesso è quello di recuperare al più presto il peso forma. “Durante le festività natalizie si rischia infatti un’assunzione di circa 1.000 calorie in più al giorno, arrivando al tanto temuto confronto con la bilancia con un aumento di peso tra i due e i tre chili – spiega la dottoressa Elisabetta Bernardi, Biologa specialista in Scienza dell’Alimentazione e membro dell’Osservatorio Sanpellegrino – Questo incremento di peso però non è dovuto solo alla maggiore quantità di calorie che si assumono, ma anche all’abitudine di mangiare più volte durante tutto l’arco della giornata, trascurando inoltre alimenti fondamentali come frutta e verdura”.
Al rilassato clima familiare tipico delle festività si contrappone quindi ogni anno l’ansia di rimettersi in forma nel più breve tempo possibile, complice anche l’incombenza del rientro in ufficio: per la salute del nostro organismo però è importante evitare diete drastiche e digiuni che possono avere conseguenze che si ripercuotono sulla nostra salute: “Per recuperare la linea – prosegue la dottoressa Bernardi – ma in generale per mantenere in salute il nostro corpo, un valido aiuto è rappresentato sicuramente dalla ripresa dell’attività fisica, spesso abbandonate durante il periodo delle feste, e da una corretta idratazione che, insieme ad una sana alimentazione, aiuta a favorire la perdita di peso: l’acqua infatti contribuisce a far aumentare temporaneamente il nostro tasso metabolico e in questo modo il nostro organismo utilizza più calorie. Bere acqua anche prima dei pasti permette inoltre di raggiungere prima il senso di sazietà”.
L’acqua rappresenta un valido alleato della nostra salute anche perché premette l’eliminazione del carico tossinico e garantisce il trasporto all’interno del nostro organismo dei nutrienti. È importante quindi scegliere le acque più ricche di sali come magnesio e calcio: i sali minerali sono indispensabili come costituenti dell’organismo e fondamentali per il mantenimento del nostro equilibrio idrico salino. Attraverso la sua funzione depurativa e all’elevato contenuto salinico dunque, l’acqua rappresenta un importante strumento di cura e di prevenzione. “Una cattiva idratazione può essere spesso anche causa di irregolarità intestinale – prosegue la dottoressa Bernardi – L’acqua infatti facilita la digestione e il lavoro delle fibre che riescono ad avere effetti sulla regolarità intestinale se aiutate dalla giusta quantità di acqua bevuta, circa 8 bicchieri durante l’arco della giornata”. Idratarsi correttamente, dunque, non solo può rappresentare, unito ad una sana alimentazione, il primo passo per tornare in forma dopo il periodo delle festività natalizie, ma anche e soprattutto un importante alleato per mantenere in salute il nostro corpo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lombardia: Ingenti perdite d’acqua dalle tubature di alcuni palazzi popolari di Melegnano

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 agosto 2018

Melegnano I cittadini di Melegnano residenti nelle case popolari di via Toscana attendono da tempo il preannunciato intervento di ALER. Il Consigliere regionale M5S Nicola Di Marco ha oggi inviato ad ALER, e per conoscenza a Regione, una lettera di sollecito.
Nel merito il Consigliere di Marco dichiara: “Non si tratta di semplici infiltrazioni, nell’anno e mezzo da che è iniziata la perdita nelle tubature i residenti hanno calcolato siano stati sprecati 4.800 litri d’acqua. ALER aveva promesso un intervento risolutivo per il 9 Luglio che ad oggi ancora non è stato effettuato. Tali tempi biblici per risolvere una criticità facilmente gestibile sono inaccettabili. Ho quindi scritto oggi una lettera di sollecito ad ALER con in copia Regione, a tutela delle esigenze dei residenti ERP di Via Toscana a Melegnano, e chiedendo anche che l’Azienda studi misure risarcitorie dei disagi subiti dai residenti”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Qualità dell’acqua: Controlli continui

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 agosto 2018

In riferimento a quanto pubblicato recentemente dalla stampa in merito ai controlli sulla presenza di sostanze chimiche nell’acqua, è necessario anzitutto distinguere tra l’acqua distribuita in rete e l’acqua prelevata dai pozzi prima dei trattamenti. Sia i pozzi sia l’acqua in rete vengono costantemente monitorati attraverso campionamenti effettuati dall’Asl e analisi svolte dall’ARPAT, oltre a quelli fatti dal Gestore (Acque S.p.A.) in auto-controllo. La frequenza dei campionamenti per il rilevamento dei parametri chimici è tale da garantire il monitoraggio efficace della qualità dell’acqua distribuita.
Resta la costante di una procedura per la valutazione del livello di inquinamento dei pozzi e per il monitoraggio più frequente della rete. E’ richiesto, inoltre, di installare a scopo precauzionale un sistema di trattamento aggiuntivo volto a evitare qualsiasi passaggio della sostanza nell’acqua distribuita dalla rete. L’indagine dovrà stabilire le cause di una eventuale contaminazione, che potrebbero risalire anche a parecchio tempo fa dal momento che il CVM è il prodotto di degradazione di altre sostanze chimiche clorurate. Oltre a questo stretto controllo, più in generale, è fondamentale l’impegno a evitare la contaminazione all’origine dell’acqua (che vede diverse segnalazioni nel nostro Paese), mediante un’oculata pianificazione e programmazione del territorio, in particolare di insediamenti produttivi che utilizzano sostanze pericolose. La qualità dell’acqua è un problema primario per la salute e questa deve essere tutelata in modo assolutamente prioritario, come adesso avviene. (Redazione Fidest)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“L’acqua e la terra: Sostenibilità ambientale e sicurezza sociale”

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 giugno 2018

Roma Venerdì 8 giugno 2018 Orto Botanico di Roma, Aranciera Largo Cristina di Svezia, 24 Ore 10:00 – 16:00 Dialogo nell’agroalimentare: dal caos al patto sociale.
workshop con sessioni plenarie e tavoli tematici a cura dell’Osservatorio sul dialogo nell’agroalimentare, con la finalità di avviare una riflessione multidisciplinare sullo stato della comunicazione tra le componenti dei sistemi agroalimentari (detentori ufficiali di conoscenza, società civile e poteri politici ed economici) e avanzare proposte concrete per (ri)costruire un clima di fiducia reciproca, migliorare i flussi di comunicazione e facilitare percorsi di assunzione ed attuazione di decisioni condivise. L’incontro sarà strutturato nella forma di consultazione partecipata a cui sono stati invitati i vari portatori d’interesse del settore agroalimentare. Promosso dalla Rete di Cerealia Festival in collaborazione con Passi insieme, ConfProfessioni, FIDAF, Università La Sapienza, UNASA, Università di Tor Vergata, ARSIAL, Università del Molise. Light lunch a cura del Simposio del Gusto. Si ringrazia l’Università La Sapienza di Roma – Dipartimento di Biologia Ambientale, l’Orto Botanico di Roma e Marco Valente per il lavoro di facilitazione.
Ore 21:00 ArcheoItinera: c’era una volta la Dolce Vita Itinerario serale da Largo Fellini a Piazza Barberini toccando i luoghi e le vie legati alle atmosfere e info del Cinema, dalla targa di Fellini alla Fontana di Trevi. Visita a pagamento su prenotazione. A cura dell’Archeoclub d’Italia sede di Roma
ALBANO LAZIALE (RM)Fustock Birreria |via Graziosa, 71 Ore 20:00 Laboratorio Il pane liquido, il mastro birraio racconta degustazione e abbinamenti con presidi slow food. Musica Live. contributo € 20 e prenotazione consigliata. a cura di Slow Food Albano e Ariccia
VELLETRI L’Orto del Pellegrino Ore 18:00 La via della birra. Visita guidata e degustazione (adulti) e laboratorio didattico (bambini). La storia della Birra va di pari passo con quella dei cereali. Ma perché la birra viene definita “pane liquido”? Cosa c’entrano i topi e le tartarughe? E Asterix? E Suor Ildegarda? Una visita guidata animata entusiasmante, che simula un viaggio nel tempo lungo la VIA DELLA BIRRA alla scoperta di una storia millenaria che comincia (forse) in Mesopotamia ed arriva (con certezza) fino in Italia. Visita guidata e degustazione: visita guidata con degustazione di Birra Artigianale. LABORATORIO PER BAMBINI. Prenotazione obbligatoria http://www.lortodelpellegrino.it

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

UNICEF: Giornata Mondiale dell’Acqua

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 marzo 2018

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua (domani, 22 marzo) l’UNICEF ricorda che i bambini sono i più colpiti dalla mancanza di accesso all’acqua sicura, perché esposti a maggiori rischi per la loro salute e istruzione.
Secondo l’UNICEF, ogni giorno oltre 700 bambini muoiono per malattie legate ad acqua non pulita e scarse condizioni igienico-sanitarie; ancora oggi nel mondo circa 2,1 miliardi di persone non hanno accesso ad acqua pulita e almeno 263 milioni di persone impiegano più di 30 minuti per raccogliere acqua.
“Quando un bambino ha accesso ad acqua sicura è meno esposto a rischi e pericoli vitali per la sua crescita. L’accesso all’acqua ancora oggi rimane un “lusso” per miliardi di persone in tutto il mondo”, ha dichiarato Giacomo Guerrera, Presidente dell’UNICEF Italia. “In diversi paesi, bambini anche molto piccoli percorrono ogni giorno chilometri di strada per raccogliere acqua pulita per se stessi e le loro famiglie, trasportando taniche generalmente del peso di 20 chili. Durante il tragitto i bambini possono essere attaccati, correndo diversi rischi. Il tempo impiegato, inoltre, è tempo sottratto alla possibilità di studiare e giocare. Dobbiamo garantire a tutti loro un accesso adeguato ad acqua sicura e ai servizi igienico-sanitari e la possibilità di vivere e crescere in salute.” L’accesso all’acqua sicura è un problema che riguarda diversi aspetti della vita di ogni persona e in particolare dei bambini. Avere accesso adeguato all’acqua sicura a casa significa che un bambino ha più possibilità di studiare, giocare, lavarsi le mani e gli abiti, crescere sano riducendo il pericolo di malattie; a scuola, l’acqua e i servizi igienici garantiscono un ambiente sicuro e pulito e consentono alle ragazze di frequentare le lezioni sempre. L’UNICEF garantisce acqua sicura e servizi igienico-sanitari in tutto il mondo, in condizioni di stabilità e di emergenza, anche nelle aree più difficili da raggiungere. Lo scorso anno l’UNICEF ha raggiunto con acqua pulita circa 30 milioni di persone colpite da emergenze umanitarie.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata Mondiale dell’Acqua

Posted by fidest press agency su domenica, 18 marzo 2018

Parma Lunedì 19 marzo inizio ore 10, nella Sala Congressi del Plesso Aule delle Scienze al Campus Scienze e Tecnologie dell’Università di Parma, si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua (GMA): il Centro Acque d’Ateneo presenterà infatti i risultati del progetto Monitoraggio dei carichi di nutrienti e sostanze pericolose veicolati dal fiume Po verso il Mare Adriatico, svolto sotto la responsabilità del prof. Pierluigi Viaroli, docente del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale e membro dell’esecutivo del Centro Acque, in un convegno aperto alla cittadinanza e ai docenti, studenti e personale dell’Ateneo.
Nel 2018 la celebrazione della GMA che si svolgerà al Campus raddoppia quindi quella che si terrà due giorni dopo, dal titolo From Water Scarcity to Water Efficiency, organizzata sempre dall’Università di Parma al Labirinto della Masone di Franco Maria Ricci.
I lavori del convegno inizieranno alle ore 9 e prevedono una nutrita successione di relazioni tenute da ricercatori delle Università di Parma e Ferrara e da funzionari tecnici dell’Autorità di bacino distrettuale del fiume Po, delle Regioni Emilia-Romagna e Lombardia e di ARPAE servizio Idro-meteo-clima.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »