Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘acquistare’

Black Friday: Informati per acquistare durante il prossimo 29 novembre. Indicazioni di Aduc

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 novembre 2019

Il prossimo venerdì 29 novembre è il “Black Friday”, il giorno che i grandi operatori del commercio hanno deciso di dedicare ai primi acquisti scontati prima delle feste di fine anno, quando, in attesa dei saldi che partono dopo la Befana, i prezzi sono invece tutt’altro che bassi. Questo in linea generale, perché è bene ricordare che prezzi scontati – black friday o saldi che siano – si possono trovare sempre e ovunque, basta cercare e non essere impulsivi.
Il modo migliore per approfittare del Black Friday è pianificare gli acquisti ed evitare gli impulsi dell’ultimo minuto. Di seguito alcuni suggerimenti che ogni acquirente dovrebbe prendere in considerazione prima di acquistare prodotti online durante questo venerdì 29 novembre.
1. Confrontare i prezzi. Anche se l’ondata di annunci, di offerte e pubblicità possono farci credere che è possibile trovare i migliori sconti su qualsiasi prodotto, è importante confrontare sempre i prezzi. Quindi mai fermarsi alla prima offerta e decidere quando si avrà contezza di aver individuato la migliore, compatibilmente con il sopraggiungere di stanchezza e “rigetto” della ricerca.
2. Pianificare i propri acquisti. Il concetto di offerta è quello di poter acquistare ciò che è necessario senza spendere troppo.
3. Controllare le condizioni di acquisto. Molti negozi offrono possibilità di cambio della merce con proprie tempistiche e modalità, ma è bene ricordare che per legge la si può solo restituire, quando si acquista fuori degli esercizi commerciali fisici, entro 14 giorni dall’acquisto e/o da quando questa merce ci è arrivata a casa (diritto di recesso o ripensamento: restituzione con spese di spedizione a carico dell’acquirente *). Inoltre, se il prodotto o il servizio acquistato hanno un difetto di conformità (non è come avrebbe dovuto essere – difformità rispetto a descrizione, pubblicità, etichetta) o di produzione (difetto materiale), il commerciante è tenuto a sostituzione o rimborso (spese di spedizione a carico del commerciante); questo entro due anni dall’acquisto. Infine, è bene verificare se il prezzo indicato include IVA e costi di spedizione, in quanto ciò potrebbe aumentare in modo significativo il costo finale e ridimensionare gli sconti.
4. Controllare l’affidabilità del negozio. L’acquisto nei siti più conosciuti di solito offre sufficienti garanzie per sapere con certezza che il nostro acquisto è sicuro.
5. Navigare in modalità incognito. Quasi sempre, le aziende installano cookie sul computer del navigatore e quindi sanno che lo stesso ha già visto un prodotto, per cui inviano notifiche per avvisare di acquistarlo perché sta per scadere o perché sta per aumentare il prezzo.
6. Modalità di pagamento. Evitate le carte di credito tradizionale e preferite quelle ricaricabili. Verificate, anche in termini di costi, se si possa pagare con un bonifico
Problemi e spiegazioni più dettagliate? Aduc offre un canale del suo web alla bisogna, con informazioni, schede pratiche e modulistica: https://sosonline.aduc.it/ Per la consulenza, invece: https://sosonline.aduc.it/info/consulenza.php

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Acquistare l’usato in Toscana

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 maggio 2012

Pistoia_0016

Pistoia_0016 (Photo credit: Doc Umibozu)

Scegliere tra una nuova costruzione e un immobile usato è una delle prime scelte da prendere quando si è in procinto di acquistare una casa. L’Osservatorio Casa.it ha preso in considerazione vantaggi e svantaggi per il mercato toscano. Le nuove costruzioni al metro quadro costano in media 200 euro in più rispetto all’usato. Firenze, con i suoi 4.550 euro medi al metro quadro è la provincia più cara in cui acquistare un immobile mentre Pistoia è la più conveniente con i suoi 2.300 euro mq.L’analisi svolta dal portale immobiliare ha messo in evidenza come sia Firenze la città toscana dove acquistare una soluzione immobiliare risulta più dispendioso. In particolare, una casa nuova richiede un esborso medio di 4.750 euro al metro quadro, a fronte dei 4.400 richiesti per una usata. Il mercato immobiliare di Pistoia risulta invece il più conveniente della regione: 2.450 euro al metro quadro è il costo delle nuove costruzioni, 2.200 quello delle usate.Il capoluogo toscano è seguito da Siena che fa registrare quotazioni medie di 3.800 euro per il nuovo, contro i 3.700 euro al metro quadro necessari per l’usato. Grosseto, Livorno e Pisa si posizionano invece in terza posizione: la spesa media di 3.100 euro al metro quadro per un appartamento di nuova costruzione supera di circa 100 euro quella necessaria per uno vecchio. Con un prezzo medio di 2.750 euro mq per le nuove costruzioni, seguono poi nella classifica Prato e Arezzo dove quelle usate si aggirano sui 2.550 euro. Infine, 2.450 euro al metro quadro è la spesa media necessaria per le nuove case a Massa-Carrara e Lucca, dove per quelle usate si spendono circa 2.350 euro.“Il nostro database, dove sono presenti oltre 93.000 annunci immobiliari della regione Toscana, ha permesso anche un’indagine approfondita dell’andamento della domanda del nuovo rispetto all’usato. In particolare essa risulta in rialzo per la provincia di Massa-Carrara.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sale: Consigli per gli acquisti

Posted by fidest press agency su sabato, 18 settembre 2010

Sono  circa 15 milioni di italiani ipertesi e la colpa viene attribuita, anche,  all’alimentazione ed in particolare alla eccessiva quantità di sale che ingeriamo. Ricordiamo, pero’, che la maggior parte dei tessuti e dei fluidi degli esseri viventi contiene una certa quantità di sale (cloruro di sodio). Ad esempio gli ioni sodio sono essenziali per la trasmissione dei segnali sensoriali e motori lungo il sistema nervoso. L’importante è non esagerare con il consumo, perche’ il sale lo troviamo aggiunto in molti altri alimenti e questo può creare problemi a chi soffre di pressione alta.
Come scegliere il sale che acquistiamo? Salare con il sale marino, con il sale raffinato o con salgemma? Il sale marino e’ quello che proviene dall’evaporazione di acqua di mare che, se sottoposto a “lavaggio”, diventa sale raffinato. Salgemma è il sale delle miniere, prodotto nel corso dei secoli. Quale la differenza dal punto di vista nutrizionale? Il salgemma e’ cloruro di sodio, praticamente allo stato puro mentre il sale marino integrale contiene una serie di elementi quali lo iodio, utile per il funzionamento della tiroide. Il sale raffinato deriva da processi di pulitura che eliminano buona parte dei minerali aggiuntivi, compreso lo iodio, il quale puo’ essere addizionato successivamente per ottenere il sale iodato. Alcuni trovano piu’ “saporito” il sale marino integrale, altri comprano quel che trovano sullo scaffale del negozio. Infine, e’ da tener presente che i sali arricchiti o impoveriti (iposodici) costano di piu’ di quelli tradizionali. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mutui sul web

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 luglio 2010

Acquistare casa comporta una spesa economica non indifferente e, diciamolo, ottenere un mutuo aiuta. Per avere un quadro chiaro delle offerte di mutuo sono tante le persone che si sono affidate alla ricerca sul web e secondo l’analisi condotta da Mutui.it, il nuovo comparatore online che permette di confrontare le proposte di alcune fra le banche più importanti, oltre il 5% di chi ha fatto una richiesta di finanziamento per la casa ha scelto un mutuo protetto.  L’indagine, che ha preso in considerazione le richieste arrivate a Mutui.it negli ultimi 6 mesi, ha evidenziato come il 71% di chi ha scelto un mutuo protetto, che prevede un tasso variabile con CAP o una rata costante, ha come finalità l’acquisto della prima casa. Mediamente chi fa questa scelta è intenzionato a comprare un immobile di valore superiore ai 220.000 euro, richiedendo un finanziamento pari al 67% dell’importo.  Alberto Genovese di Mutui.it, spiega: “ I mutui protetti consentono di ottenere un vantaggio unico, hanno i benefici del tasso variabile e la sicurezza di sapere che non si pagherà mai un valore di rata superiore a un tetto massimo stabilito”.  Questa tipologia di finanziamento ha trovato la maggior parte dei suoi richiedenti in Lombardia, Lazio e Campania, rispettivamente con il 15,18%, il 15,02% e il 10.23% delle richieste di mutui protetti effettuate su Mutui.it.  ll comparatore di prodotti di mutuo ha iniziato la sua attività lo scorso Ottobre ed è in continua crescita. Da gennaio ad oggi si sono rivolte al sito per fare un preventivo più di 600.000 persone.  Mutui.it è stato creato dai fondatori di Assicurazione.it, il price comparison assicurativo leader in Italia del comparto RC Auto, che forte del successo e dell’esperienza acquisiti dalla sua nascita, ha voluto offrire un nuovo strumento, in grado di rivoluzionare la tradizionale ricerca di prodotti di finanziamento, anche a chi ha necessità di ottenere un mutuo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Ryanair

Posted by fidest press agency su domenica, 10 gennaio 2010

Adiconsum: “Se è vero che Ryanair ha a cuore i passeggeri, rimborsi i biglietti a coloro che, a seguito dell’annuncio della sospensione dei voli, sono stati costretti a rivolgersi ad altre compagnie” Ryanair, dopo un atteggiamento arrogante – dichiara Pietro Giordano Segretario Nazionale Adiconsum – è tornata a toni più miti, applicando la legge italiana sui documenti di imbarco sui propri voli. Adiconsum, però, visto che il massimo responsabile della Compagnia aerea, O’Leary, ha dichiarato che ha a cuore il bene dei consumatori, chiede che vengano rimborsati i biglietti a quei passeggeri che, a seguito dell’annuncio “temerario” di Ryanair in merito alla sospensione dei propri voli, sono stati costretti ad acquistare altri  biglietti da altre compagnie aeree per poter partire.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Air China lancia la prima Carta Viaggi Business

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

Pechino. La carta viaggi offre servizi e promozioni esclusivi per chi viaggia per affari  Air China ha lanciato la ‘Carta Viaggi Business di Air China’, divenendo così la prima compagnia aerea dell’aviazione civile cinese ad introdurre tale servizio.  Per poter soddisfare i bisogni dei passeggeri, Air China ha integrato i servizi offerti tramite l’e-commerce e i programmi per i frequent flyer per lanciare la ‘Carta Viaggi Business di Air China’. Sono disponibili quattro tipi di carte – la Carta Distinguished Travel, la Carta Clear Travel, la Carta Smooth Travel e la Carta Easy Travel Card. Queste carte possono essere utilizzate per accumulare credito, prenotare biglietti, collezionare miglia dei frequent flyer e utilizzare servizi gratuiti. Le carte sono offerte con un credito da 20.000 a 300.000 RMB.  I primi 199 clienti ad acquistare la Carta Clear Travel in edizione limitata riceveranno un biglietto omaggio di andata a ritorno di prima classe per una delle destinazioni nazionali di Air China. I primi 1000 clienti che acquisteranno la Carta Clear Travel in edizione limitata riceveranno una carta argento PhoenixMiles.  I primi 299 clienti che acquisteranno una delle 10.000 Carte Smooth Travel in edizione limitata, riceveranno un biglietto omaggio di andata e ritorno per una delle destinazioni nazionali di Air China, oltre ad un credito in omaggio di 3.000 RMB.  I primi 399 clienti ad acquistare una delle 200.000 Carte Easy Travel in edizione limitata, riceveranno un biglietto omaggio di sola andata in classe economica per una delle destinazioni nazionali di Air China, oltre a un credito in omaggio di 1.000 RMB.  La promozione è valida dal 6 agosto 2009 al 31 dicembre 2009. I passeggeri possono chiamare il numero +86-4008-986-999 e quindi premere 6 per ordinare la Carta Viaggi Business. Una volta effettuato l’ordine, la carta può essere utilizzata a partire dal 16 settembre 2009. Una volta esaurito il credito della carta, è possibile ricaricarla. In caso di smarrimento, la carta nuova può essere rilasciata da uno degli uffici vendite designate di Air China. Per maggiori informazioni, visitare http://www.airchina.com.cn oppure chiamare la hotline per le prenotazioni al numero +86-4008-986-999 e premere 6 per avere informazioni.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emergenza abitativa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2009

“La proroga della sospensione dell’esecuzioni degli sfratti per finita locazione fino al 31 dicembre, decisa dal Consiglio dei Ministri è un atto dovuto ma, purtroppo, del tutto insufficiente per risolvere il dramma dell’emergenza abitativa nel Paese e nelle grandi città come Roma, anche perché tale misura riguarda ormai solamente una piccola parte di quei soggetti che vivono sulla propria  pelle  il problema casa. Dai dati forniti dal Ministero degli Interni riguardanti il 2008, si evince che su 51.390 sentenze di sfratto oltre 40.600 sono per morosità”. E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII membro del comitato politico romano del Prc.“Tutto ciò – spiega  Barbera – continuerà a creare ulteriori  problemi agli uffici sociali dei municipi che si trovano, gia da oggi, sui propri territori, ad affrontare da soli, senza strumenti e fondi adeguati, questo terribile problema sociale che è il frutto delle inopinate scelte effettuate dai governi che si sono succeduti negli ultimi decenni”. “E’ vergognoso  – continua  Barbera – che tutto ciò accada nel più totale silenzio delle istituzioni pubbliche che continuano a ignorare il fenomeno dell’emergenza abitativa che tende invece ad ingigantirsi con la crisi economica. Che fine hanno fatto le promesse elettorali di Berlusconi  o dello stesso Sindaco Alemanno di dare finalmente un tetto, in breve tempo, a tutti coloro che non erano in grado di  acquistare o affittare un’abitazione sul libero mercato? A Roma, dopo una anno, la Giunta Alemanno non è stata neanche in grado di aggiornare le graduatorie per l’assegnazione delle case popolari che avrebbe dovuto fare, come previsto, ogni sei mesi. Mentre il Governo Berlusconi finora si è distinto su tale problema solamente per aver sottratto  i fondi che l’allora ministro Ferrero, del precedente governo, aveva destinato ai Comuni per finanziare l’acquisizione e la costruzione di nuove case popolari e per aver autorizzato le Regioni a varare  una sorta di condono gratuito e preventivo che favorisce la speculazione edilizia di chi una casa già la possiede”

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »