Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘aderenza’

Nasce la Carta Europea per l’Aderenza alla Terapia

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

riminiRimini. Sono circa 200mila le morti premature in Europa causate da difficoltà nell’aderenza alla terapia da parte dei pazienti. Il costo della non aderenza è stimato, in Unione Europea, come compreso tra 80 miliardi e 120 miliardi l’anno. Per migliorare la qualità della vita dei cittadini, in particolare senior, e per aiutare i servizi sanitari nazionali a ottimizzare l’utilizzo delle risorse economiche, SIHA – Senior International Health Association, l’organizzazione europea di pazienti deputata alla protezione della salute e alla promozione dell’invecchiamento attivo, ha organizzato il I Congresso Europeo sull’Aderenza alla Terapia.
L’aderenza alla terapia come diritto per i pazienti cronici, l’importanza dell’awareness per le famiglie e i caregivers, per la medicina generale, le società scientifiche e gli specialisti, le infermiere, i farmacisti, le aziende farmaceutiche, le Istituzioni: sono questi i punti chiave della Carta Europea per l’Aderenza alla Terapia, elaborata nel corso del Congresso, conclusosi oggi a Rimini.
Il Congresso, promosso da SIHA – Senior International Health Association, e svoltosi con il Patrocinio del Parlamento Europeo e del Comitato delle Regioni dell’Unione Europea, ha avuto come Presidente Giovanni La Via, Presidente della Commissione ENVI del Parlamento Europeo, e come Presidente Onorario Gianni Pittella, Presidente del gruppo S&D del Parlamento Europeo.
Le società scientifiche europee sono state coinvolte nei due giorni di lavoro per analizzare i principali ostacoli all’aderenza alla terapia nelle principali aree terapeutiche (Dislipidemia, Ipertensione, Psichiatria, Urologia e Respiratorio).
Le società scientifiche coinvolte sono state: EAS – European Atherosclerosis Society, EAU – European Association of Urology, EHRA – European Heart Rhythm Association, EPA – European Psychiatric Association, ERS – European Respiratory Society, ESC – European Society of Cardiology, ESH – European Society of Hypertension, SIP – Società Italiana di Pneumologia, SIU – Società Italiana di Urologia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il farmacista a supporto dell’aderenza alla terapia

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 ottobre 2015

farmacia verbanoRoma, 12 ottobre 2015 – h. 11,30 Sala Caduti di Nassirya di Palazzo Madama. Lo studio Re-I-MUR, patrocinato dalla Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani e condotto con la Medway School of Pharmacy dell’Università del Kent, rappresenta il primo studio randomizzato e clusterizzato mai condotto nel setting della farmacia italiana, e si propone di valutare l’impatto dell’intervento del farmacista a supporto dell’aderenza alla terapia sulla salute dei pazienti affetti da asma e sui costi sanitari correlati. Per la dimensione del campione e per l’estensione geografica – sono state interessate 15 regioni per un totale di 1.327 pazienti e 216 farmacisti – Re-I-MUR rappresenta il più vasto studio europeo dedicato alla pharmaceutical care nell’ambito della farmacia di comunità.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aderenza allo screening per il tumore del colon-retto

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2012

Nonostante le evidenze del fatto che la colonscopia riduce la mortalità per tumori del colon-retto, l’adesione ai programmi di screening rimane insufficiente. A conclusione di uno studio randomizzato condotto negli Stati Uniti, gli autori ritengono opportuno un maggior ascolto delle preferenze dei pazienti. I ricercatori, coordinati da John M. Inadomi della university of Washington a Seattle, hanno selezionato persone a medio rischio di sviluppare cancro colon-rettale, appartenenti a diverse etnie e residenti in diversi contesti urbani; alcuni hanno ricevuto la raccomandazione di effettuare una ricerca di sangue occulto nelle feci, altri di sottoporsi a colonscopia, mentre a un terzo gruppo si è proposto di scegliere tra le due opzioni. Si è poi verificato, a distanza di un anno, in che misura i partecipanti avevano effettivamente seguito le raccomandazioni dei medici e, in una seconda analisi, si sono valutati i fattori sociodemografici associati al completamento dello screening. Dei 997 soggetti inclusi nello studio, il 58% ha completato lo screening assegnato o scelto. Ma entrando nel dettaglio si scopre che, tra coloro a cui era stata raccomandata la colonscopia, solo il 38% si sono sottoposti all’esame, mentre la percentuale di controlli effettuati sale al 67% tra coloro a cui era stato consigliato la ricerca del sangue occulto fecale e al 69% nel caso in cui era stata offerta una scelta. I latini e gli asiatici – specialmente i cinesi – hanno seguito più scrupolosamente le indicazioni rispetto agli afroamericani, che hanno accettato più spesso l’esame fecale ma non la colonscopia.Arch Intern Med, 2012; 172(7):575-82 (fonte doctornews33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dolore e percezione

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 luglio 2010

Sono solo poco più del 42% i pazienti che affermano di condividere con il proprio medico specialista informazioni circa i principali aspetti  della terapia del dolore  quali, ad esempio,  benefici ed effetti  collaterali della terapia, scelta del farmaco, via di somministrazione  e indicazioni circa la posologia; mentre i medici dichiarano di farlo nel 93,98% dei casi.  Interessante è il dato riferito ai tempi della visita, sia che si tratti della prima visita o che sia una visita di controllo il divario è netto: il 36,4% dei pazienti afferma che la prima visita dura 10 minuti mentre il 56,7% dei medici ritiene che duri oltre 20 minuti. Entrambi però riconoscono che la condivisione delle informazioni aumenta l’aderenza alla terapia; questi i principali risultati di una recente indagine condotta da http://www.doloredoc.it portale indipendente dedicato al dolore sostenuto da un grant incondizionato di Grunenthal.
“Non abbiamo la prova che i pazienti che hanno risposto all’indagine afferiscano agli stessi medici che hanno partecipato all’indagine” – considera il Dott. William Raffaeli, Direttore dell’Unità operativa di terapia Antalgica e cure Palliative dell’Ospedale Infermi di Rimini e Presidente di FederDolore – che conclude “non si tratta di una relazione compromessa quella tra medico del dolore e paziente ma rimarca il bisogno di un miglioramento della comunicazione tra i due soggetti”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gregor Schneider: Toter Raum. Rom 2010

Posted by fidest press agency su domenica, 2 maggio 2010

Roma fino al 30/6/2010 Via Di San Francesco Di Sales 86 Fondazione Volume! a cura di Danilo Eccher e Claudia Gioia  Tortuosi passaggi che confondono e disorientano nell’incertezza della meta, un ambiguo viaggio nelle strettoie della vita per riflettere sulla sua temporalità, accidentalità ed inevitabile contiguità con la morte. Gregor Schneider (Rheydet 1969), artista tedesco tra i piu’ rappresentativi del panorama contemporaneo, vincitore del leone d’oro nella 49ma Biennale di Venezia, noto per la sua abile ossessione nel costruire e ricostruire ambienti, crea appositamente per gli spazi della Fondazione Volume! un percorso installativo che alla barocca esorcizzazione della morte affianca l’aderenza alla materialità della vita.  Elementi scultorei introducono il visitatore lungo un labirintico sentiero che interessa il tempo piu’ che lo spazio, un cammino faticoso e disagiato, un labirinto mentale volto alla ricerca interiore e alla consapevolezza della vita e della morte. (gregor)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gran Premio Usa

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 luglio 2009

Domenica 5 luglio sull’impegnativo circuito di Laguna Seca, si disputa una gara avvincente. Il tracciato di Laguna Seca, noto anche per la temibile curva “Cavatappi”, si preannuncia particolarmente arduo per i pneumatici Bridgestone. A differenza della maggior parte dei tracciati utilizzati nel Campionato di MotoGP, il circuito di Laguna Seca presenta sette curve a sinistra e quattro a destra: in particolare, di queste le curve tre e quattro sono cruciali per ottenere un buon tempo sul giro. Le prime curve a destra sono lunghe e veloci e per ottenere l’aderenza ottimale sarà fondamentale la temperatura del pneumatico nella spalla destra. Il tracciato di Laguna Seca presenta un rettilineo molto corto, che misura appena 0.9km, e su questo tratto i pneumatici raramente rimangono in posizione diritta. Questo settore richiede un carico costante sulla spalla del pneumatico e pertanto sarà fondamentale una buona durata e consistenza dei pneumatici nel corso dei 32 giri dell’intera distanza di gara. La ridotta lunghezza del rettilineo comporta per i pneumatici un minor tempo per il raffreddamento: tradizionalmente, infatti, i pneumatici si raffreddano lungo i rettilinei quando il flusso dell’aria è al massimo e la spalla del pneumatico non è sottoposta a carico, quindi le temperature medie del pneumatico nel corso di un giro sono più elevate rispetto alla temperatura dell’aria. Lo scorso anno sul circuito di Laguna Seca si disputò il duello più memorabile della stagione, risultato poi decisivo per la lotta al titolo mondiale, tra Valentino Rossi (Fiat Yamaha) e Casey Stoner (Ducati Team),

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »