Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘adesioni’

Scuola: Parte l’adesione ai ricorsi Anief in merito all’aggiornamento GaE 2019/2021

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 aprile 2019

Alla luce degli ultimi interventi normativi successivi alla decisione dell’Adunanza Plenaria, in attesa delle decisioni del Consiglio d’Europa sui reclami collettivi, i legali dell’ANIEF chiederanno nel merito ai giudici del Tar una lettura euro-orientata relativa alla richiesta di riapertura delle GaE al personale abilitato, quale unico strumento vigente atto a risarcire l’abuso di contratti a termine, come più volte affermato dalla Corte di Cassazione e dalla Corte Costituzionale, in assenza di altri strumenti che consentano a chi insegna per più di 36 mesi di inserirsi in un percorso che, in tempi ragionevoli, conduca alla stabilizzazione. Rimane l’azione giudiziaria da intraprendere presso il Tribunale del lavoro contro i licenziamenti disposti per chi è entrato di ruolo con riserva ma ha superato l’anno di prova. L’azione promossa dal sindacato è dedicata:
– a chi con Anief ha già attivato tra il 2014 e il 2018 un ricorso per l’inserimento nelle GaE ma non è ancora stato immesso in ruolo o non è stato neanche inserito in GaE con riserva (chi è di ruolo, infatti, ancorché con riserva, non può rientrare in GaE e dovrà impugnare al Giudice del lavoro il decreto di licenziamento per essere confermato nel ruolo dopo aver superato l’anno di prova);
– a chi non ha mai ricorso con Anief per l’inserimento in GaE pur avendo presentato ricorso con altri legali (indipendentemente dall’inserimento con riserva) o non ha mai ricorso per l’inserimento in GaE;
– a chi è inserito a pieno titolo nella quarta fascia delle GaE e chiede di passare in terza fascia;
– a chi è inserito nella prima fascia delle graduatorie d’istituto ma vuole cambiare la provincia o le scuole d’inclusione;
– a chi intende ottenere il riconoscimento del servizio militare prestato non in costanza di nomina.
Possono ricorrere tutti coloro che sono in possesso dell’abilitazione, ovvero del diploma magistrale, ISEF, ITP, AFAM, chi si è abilitato presso le facoltà di scienze della formazione primaria (SFP), con il TFA o PAS o ancora all’estero, chi è risultato idoneo agli ultimi concorsi, il personale educativo (per l’inserimento nelle GaE della scuola Primaria). A chi è già ricorrente Anief e intende proseguire la sua azione per rimanere o entrare con riserva in GaE sono state inviate specifiche indicazioni e deve seguire comunque la specifica adesione. Per tutti i nuovi ricorrenti, inclusi quelli che non hanno mai aderito ai ricorsi Anief, è necessario inviare la domanda cartacea predisposta da Anief e aderire al ricorso entro il prossimo 16 maggio, temine dell’aggiornamento. Dopo la pubblicazione del D.M. 374/2019 di aggiornamento delle Graduatorie ad esaurimento per il triennio 2019/2022 e l’avvio da ieri della presentazione delle domande, Anief non perde tempo e rilancia immediatamente il suo storico contenzioso per la riapertura delle GaE a tutti gli abilitati e alle categorie equiparabili. Il sindacato, pur prendendo atto della decisione dell’Adunanza Plenaria che per due volte ha ribadito il proprio ‘no’ alla riapertura delle graduatorie ad esaurimento, nonostante le numerose sentenze favorevoli nel recentissimo passato dello stesso Consiglio di Stato, rimane convinto che tenerle chiuse sia un grave errore, soprattutto perché danneggia ulteriormente i precari che aspirano alla stabilizzazione. Il diritto dell’Unione Europea, infatti, obbliga gli stati membri a dotarsi di tutti gli strumenti atti a evitare l’abuso nella reiterazione dei contratti a termine oltre i 36 mesi. Ebbene, le GaE oggi sarebbero l’unico strumento che potrebbe rispondere a quell’esigenza, in quanto unico canale con sbocco garantito verso il ruolo. Uno sbocco che, se le GaE fossero una buona volta riaperte, consentirebbe anche al personale non ancora abilitato di potervi entrare in futuro, vista la decisione di tornare ai concorsi abilitanti per chi supera tutte le prove (reintrodotti con l’ultima legge di bilancio) e quella, annunciata pochi giorni fa ma ancora abbastanza nebulosa, di attivare nuovi percorsi abilitanti speciali.
Anief, pertanto, chiederà ancora una volta al TAR di valutare la questione, con l’obiettivo di ottenere o la disapplicazione della normativa interna o di rimetterla alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea per l’inserimento di tutti i ricorrenti nelle GaE quale unica misura riparatoria rispetto all’abuso reiterato dei contratti a termine. “Non c’è più tempo – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief –. La pazienza dei precari è finita ed è giunto il momento di riaprire le graduatorie ad esaurimento, per dare respiro alle legittime aspettative di immissione in ruolo di tutto il personale costretto al precariato da troppo tempo e senza concrete prospettive di assunzione a tempo indeterminato”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dai trasporti all’Inps, le adesioni allo sciopero Usb

Posted by fidest press agency su domenica, 12 novembre 2017

Partecipazione altissima allo sciopero nel settore del trasporto pubblico. A Roma, nonostante Atac dichiarasse un’adesione allo sciopero del 28,9%, questa mattina si sono fermate le linee metro A, B e C, le Roma-Lido, Roma-Viterbo e Roma-Centocelle. Rientrati in deposito il 95% dei mezzi su gomma. Adesioni del 90% tra gli operai. A Venezia blocco totale del servizio: traghetti e vaporetti fermi in laguna e città paralizzata. Riunione urgente del prefetto con ACTV e USB, al termine della quale la Prefettura è ricorsa al precetto per riavviare il servizio nel pomeriggio. Dato lo scarso preavviso, con un precetto che imponeva la ripresa del servizio entro 20 minuti, Usb ha manifestato il pieno dissenso, rifiutandosi di sottoscrivere il precetto e decidendo di continuare nello sciopero, che ha visto una partecipazione superiore al 60%. A Torino le percentuali di adesione hanno raggiunto il 76% a Gerbido. A Genova fermo il 40% del trasporto urbano e extraurbano. A Trieste adesioni al 50%, così come a Gorizia, dove per l’extraurbano si è registrata un’adesione del 70%. A Bologna il trasporto locale su gomma ha raccolto il 75% di adesioni, mentre in regione è stato soppresso l’80% dei treni regionali. A Ferrara fermo il 60% del trasporto urbano e il 50% dell’extraurbano. Percentuale altissima a Modena, 95%, mentre a Forlì si scende al 55% e Rimini si ferma al 30%.
In Toscana nel pomeriggio fermi l’80% dei mezzi a Livorno e il 75% a Pisa.
A Napoli chiuse Circumvesuviana e Cumana, mentre alla Funicolare centrale ha funzionato solo la diretta. Rientrati nei depositi oltre il 50% dei bus. A Palermo adesioni al 33%.
Completamente fermo il collegamento ferroviario Trenord, che gestisce il Malpensa Express. Nelle ferrovie calabresi gli impianti di Cosenza e Castrovillari fanno segnare un 35% di adesioni, mentre quelli di Gioia Tauro e Petilia Policastro il 30%.
Nel settore aereo cancellati tutti i voli dagli aeroporti di Pisa e Firenze, tranne quelli previsti dalla legge. I due scali sono da tempo in lotta contro la privatizzazione strisciante.
All’INPS adesioni allo sciopero al 19%, mentre la media dell’astensione dal lavoro, sia pubblico che privato, in Sardegna, è del 20%.
A Napoli si è tenuto un presidio all’ospedale San Giovanni Bosco durante il quale non è stato fatto pagare il ticket ai cittadini per sostenere le visite mediche.
A Trieste presidio al Municipio a sostegno della lotta delle lavoratrici e dei lavoratori dei servizi educativi e scolastici comunali.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sciopero generale: adesioni

Posted by fidest press agency su sabato, 22 ottobre 2016

Oltre un milione e trecentomila lavoratori e lavoratrici hanno aderito allo sciopero generale proclamato oggi dall’USB assieme ad altre sigle del sindacalismo di base.Alta partecipazione nelle fabbriche e negli uffici pubblici, scuole chiuse, sia per l’adesione degli insegnanti che del personale Ata ed ex Lsu; ben 5.300 (il 21,5% del personale) hanno scioperato all’INPS.Altissime, come sempre accade quando è l’USB a convocare la lotta, le adesioni nel settore trasporti. Molti aeroporti hanno subito cancellazioni e forti ritardi‌; in molte città il blocco degli autobus e delle metropolitane è stato rilevantissimo: una media del 60% che si preannuncia ancora più elevata nelle fasce serali.Tante le piazze che oggi in Italia si sono riempite delle lotte delle lavoratrici e dei lavoratori pubblici e privati, dei precari, dei disoccupati, dei senza casa, dei migranti, dei pensionati, per le manifestazioni dello sciopero: dai lavoratori della scuola, insegnanti ed ex LSU delle pulizie in presidio a Roma sotto il MIUR, a quelli della Piaggio di Pontedera, in corteo a Pisa; dai lavoratori del trasporto aereo, in presidio all’aeroporto di Fiumicino, a quelli della logistica campana, all’interporto di Nola, e tutte le altre numerose vertenze che sono confluite nelle iniziative territoriali. (video e foto delle piazze su http://www.usb.it ).
Grande soddisfazione da parte dell’USB, che ha convocato lo sciopero sulla propria piattaforma e che ritiene stia finalmente cambiando la percezione del mondo del lavoro sulla possibilità di cacciare il Governo Renzi con le sue politiche di aggressione ai diritti, difendendo così anche la Costituzione italiana nata dalla Resistenza.
Il ritorno dello sciopero politico, da tempo scomparso nel nostro Paese, dimostra che c’è un largo fronte del mondo del lavoro disponibile a scendere in campo anche su parole d’ordine che vanno oltre le rivendicazioni sociali e sindacali.Secondo gli organizzatori, la riuscita dello sciopero generale di oggi e l’annuncio dell’arrivo di circa un centinaio di pullman da tutta Italia fa prevedere una grande adesione anche alla manifestazione nazionale “No Renzi Day”, che domani sfilerà per le vie della capitale.
Il corteo di domani avrà il seguente percorso: San Giovanni, via Emanuele Filiberto, via Manzoni, Via Labicana, Colosseo, Circo Massimo, via dei Cerchi, Piazza Bocca Della Verità, via Petroselli, Piazza Venezia, Via Botteghe Oscure, piazza di Torre Argentina, Corso Vittorio Emanuele. Piazza Campo de’ Fiori. (foto: blocco sciopero)

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Adesioni alla marcia per la vita

Posted by fidest press agency su domenica, 8 Mag 2016

DSCN2189Roma domenica 8 maggio. Il corteo partirà alle ore 9,00 da Piazza della Bocca della Verità, proseguendo lungo le vie della Capitale per giungere in Piazza San Pietro, per la preghiera del Regina Coeli. Ben 114 diverse associazioni straniere, di 29 Paesi, hanno aderito alla Marcia per la Vita che si svolgerà a Roma l’8 maggio. Il numero maggiore di adesioni viene dagli Stati Uniti, con 29 associazioni rappresentate; seguono, con 13 adesioni la Francia, 8 la Spagna, 6 il Belgio e l’Irlanda, 5 il Canada e la Polonia, e così via. Parteciperanno alla Marcia per la Vita, leader internazionali come John-Henry Westen (LifeSiteNews, Canada), Colleen Bayer (Family Life International Nuova Zelanda) John Smeaton e Maria Madise (Society for the Protection of Unborn Children, Gran Bretagna), padre Shenan Boquet (Human Life International, USA), Angelica de Pontcharra (Collectif pour la Marche pour la Vie, Francia), Mario Navarro da Costa (Tradizione, Famiglia e Proprietà, Stati Uniti), Anca Maria Cernea (Associazione dei medici cattolici, Romania), Slawomir Olejniczak (Father Peter Skarga Institute, Polonia) la Duchessa di Oldenburg (Fedeazione Pro Europa Christiana, Belgio) George Martin (Droit de Naitre, Francia). Molti di questi leader parteciperanno a un convegno internazionale promosso dal Roman Life Forum, all’Hotel Columbus, il 6 e 7 maggio e al quale interverranno anche S. E. Mons. Athanasius Schneider (Vescovo ausiliare di Astana, Kazakhstan). S. E. mons. Hlib Lonchyna (Esarcato cattolico ucraino di Gran Bretagna) e S. Em.za il cardinale Raymond Leo Burke, che concluderà i lavori.
Tra gli importanti incoraggiamenti che ha ricevuto la Marcia per la Vita vanno ricordati quelli del card. Gerhard Ludwig Müller, Prefetto della Congregazione per la Fede, del card. George Pell, prefetto della Segreteria per l’economia del Vaticano, del card. Robert Sarah, Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e dell’arcivescovo Paul Richard Gallagher, Segretario per i Rapporti della Santa Sede con gli Stati (“Ministro degli Esteri” vaticano) che, in una lettera agli organizzatori, ha scritto: “La Marcia per la Vita rappresenta un appuntamento qualificato che, nella sua attenta preparazione e lieto svolgimento, contribuisce ogni anno a risvegliare e a tenere desta nel cuore delle persone la certezza che la vita umana è sacra e inviolabile. Sempre”. Da parte sua il card. Müller ha scritto: “Di cuore mi congratulo con tutti coloro che si adoperano per difendere, promuovere e tutelare in ogni modo la vita umana, dato che questa si pone al vertice di quei beni che sono irrinunciabili e che costituiscono valori talmente essenziali da non consentire deroga, eccezione o compromesso al loro riguardo.(…) Infatti, se ogni forma di vita è frutto della creazione di Dio, solo la vita umana ha ricevuto in sé i tratti indelebili della creazione ad immagine e somiglianza di Dio. Questa è una verità che solo l’uomo contemporaneo non riesce a riconoscere, perdendo così nello stesso tempo la consapevolezza della sua permanente dignità e della grandezza del suo destino”.
Nel corso del 2016 si sono già svolto 8 Marce per la Vita nel mondo, e altre 5 sono previste a Ottawa (12 maggio), Varsavia (31 maggio), Dublino (2 luglio), Berlino (17 settembre), Zurigo (17 settembre).

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torino: Visita a Palazzo Dal Pozzo della Cisterna

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 ottobre 2015

????????????????????????????????????

Torino ore 10 di sabato 17 ottobre visita a Palazzo Dal Pozzo della Cisterna sede storica della Provincia di Torino, ora Città metropolitana. Nel 2015 le visite a Palazzo Cisterna si svolgono il terzo sabato di ogni mese, escluso agosto. Gli appuntamenti successivi a quello del 17 ottobre sono quindi fissati per il 21 novembre e il 19 dicembre. Palazzo Dal Pozzo della Cisterna è aperto ai visitatori su prenotazione telefonica al numero 011-8612644. Si può prenotare telefonando dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 16 e il venerdì dalle 9 alle 13, oppure inviando una e-mail all’indirizzo urp@cittametropolitana.torino.it Le visite si effettuano con un minimo di dieci adesioni. Il complesso è anche visitabile, sempre su prenotazione, dal lunedì al venerdì, il mattino dalle scuole (dalle 9,30 alle 13), il pomeriggio da associazioni e gruppi di cittadini (dalle 14 alle 17).
Sabato 17 ottobre sarà anche l’ultimo giorno utile per visitare la mostra “Voci e immagini per l’Armenia”, allestita a Palazzo Cisterna dall’associazione solidale di volontariato AS.SO nell’ambito del progetto “Armenia oggi, tra passato e futuro” e in occasione del centenario del genocidio degli armeni. L’inaugurazione è in programma giovedì 8 ottobre alle 17.
La visita di sabato 17 ottobre sarà accompagnata come sempre da due gruppi storici iscritti all’Albo della Città Metropolitana di Torino: “Nobiltà Sabauda” di Rivolie “La lavandera e ij lavandè ‘d Bertula” di Torino.Il gruppo “Nobiltà Sabauda” è stato costituito nel 1997 in occasione della manifestazione rivolese “C’era una volta un Re“, una rievocazione storica dell’abdicazione del Re Vittorio Amedeo II nel 1730. Il gruppo è suddiviso in due sezioni: “Nobiltà Sabauda 1730“ e “Nobiltà Sabauda 1861“, costituito quest’ultimo in vista delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Ne fanno parte una quarantina di persone, che indossano splendidi abiti, molto curati nei particolari, realizzati nel massimo rispetto del rigore storico che da sempre caratterizza il lavoro del gruppo. Con le sue differenti proposte di spettacolo (teatro, danze e sfilate) in occasione di eventi culturali, rievocazioni storiche, fiere e sagre popolari, “Nobiltà sabauda” ricrea il modo di vivere e le atmosfere dei secoli XVIII e XIX. Suggestivi palazzi d’epoca e La lavanderaincantevoli piazze cittadine diventano teatro di scene di vita quotidiana popolare, borghese e aristocratica. Per saperne di più: http://www.nobiltasabauda.net.
L’associazione “La lavandera e ij lavandè ‘d Bertula” rievoca l’attività dei lavandai che operavano nella borgata Bertolla di Torino fino agli anni ’60, quando il loro lavoro venne sostituito dalle lavatrici meccaniche. Il gruppo storico culturale è stato costituito nel 1992 dai figli dei lavandai, per valorizzare le tradizioni del rione. Nel 2000 è entrato a far parte del’associazione anche il gruppo dei “Teracin del Po”, ampliando l’attività di promozione delle tradizioni, delle usanze e dei personaggi storici di Bertolla attraverso la partecipazione a manifestazioni, feste, carnevali, raduni e sagre paesane. Il gruppo storico realizza e divulga pubblicazioni e materiale storico e culturale, partecipa al Centro di Interpretazione della Circoscrizione 6 ed è inserito nel contesto dell’Ecomuseo urbano della Città di Torino. Ha inoltre allestito nei locali della parrocchia “San Grato” di strada Bertolla il Museo dei Lavandai, che singoli cittadini, gruppi e scolaresche possono visitare su prenotazione. (foto: nobiltà sabauda, la lavandera)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rincari cinema: passano di mano

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 marzo 2011

Apprendiamo che con il decreto di oggi il Governo elimina la tassa di un euro sul biglietto del cinema finanziando il fondo unico dello spettacolo con le accise sulla benzina. Il comitato organizzatore della protesta nazionale del Boom day, prevista per il 16 aprile prossimo nelle sale cinematografiche d’Italia, esulta per il risultato che ha ottenuto. Nei giorni scorsi sono state migliaia le adesione alla giornata di protesta, che si è diffusa nei siti e su facebook in modo uniforme e in tutta Italia.  Il comitato organizzatore, ottenuto il risultato di eliminare questa odiosa tassa, pur non condividendo la sostituzione con altra tassa (l’accise sulla benzina), revoca la protesta nazionale del Boom day.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontri al salone del mobile

Posted by fidest press agency su domenica, 27 febbraio 2011

Milano 2 marzo 2011 Salone del Mobile ultimi giorni, per le Pmi del settore arredo, per inviare le adesioni agli incontri B2B che la Cciaa di Udine organizzerà con operatori selezionati di Stati Uniti (Chicago, Houston e Miami) e Sudafrica. L’iniziativa è realizzata con il cofinanziamento della Regione (legge regionale 1/2005) e in collaborazione con le Camere di Commercio di Gorizia, Pordenone e Trieste. Gli incontri, calendarizzati secondo un’agenda predefinita nelle giornate dal 12 al 14 aprile 2011, si svolgeranno proprio al Salone milanese: in particolare, per le aziende espositrici i meeting di lavoro si svolgeranno negli stand, mentre per le altre aziende aderenti è prevista un’area dedicata all’interno del quartiere fieristico.  Un’idonea qualificazione merceologica rispetto alle richieste degli operatori stranieri, potenzialità strutturale e commerciale rapportata alla ricettività del mercato, sono priorità segnalate dai mercati di riferimento e come tali costituiscono criteri imprescindibili per garantire incontri mirati. È pertanto necessaria un’attenta compilazione, esclusivamente in lingua inglese, del profilo aziendale. Le adesioni saranno quindi oggetto di pre-valutazione da parte degli operatori stranieri che si andranno a sensibilizzare. http://www.ud.camcom.it.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trasporti: adesione allo sciopero

Posted by fidest press agency su sabato, 11 dicembre 2010

Sono rilevanti i primi dati sull’adesione allo sciopero nazionale del Trasporto pubblico locale indetto da USB Lavoro Privato, Cobas del lavoro privato e SLAI Cobas, anche alla luce del fatto che le 4 ore di astensione dal lavoro sono articolate con orari diversi a seconda delle regioni e delle relative fasce di garanzia. Fra i territori in cui lo sciopero cade nella fascia mattutina, a Milano sono rimaste ferme tutte le linee della metropolitana e dei bus, con pesanti ripercussioni sulla circolazione, mentre in Sicilia sono bloccati tutti i collegamenti regionali.  A Napoli si registra una adesione totale da parte dei lavoratori della Sepsa, al 90% nelle altre aziende della mobilità, mentre è stata simbolicamente occupata dai lavoratori la sede della CPT, per protestare contro le fuorvianti informazioni fornite dall’azienda in merito al differimento dello sciopero odierno. Buoni i dati di Roma, fra il 35% ed il 40% del trasporto di superficie. Secondo l’Unione Sindacale di Base, i dati sono destinati a salire nei territori in cui lo sciopero si svolgerà nella fascia pomeridiana, come ad esempio Friuli o Veneto, e confermano la decisa volontà dei lavoratori di non subire ulteriori arretramenti delle già gravi condizioni economiche e normative, come invece si ostinano a pretendere le Aziende sul tavolo di trattativa nazionale.  USB annuncia inoltre che le vertenze del trasporto pubblico locale rimarranno in piedi fino a che non verranno delineate le progettualità necessarie per dare reali prospettive al trasporto pubblico, spina dorsale dell’economia del paese.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le Pmi in Sudafrica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 settembre 2010

Udine 9 settembre due approfondimenti  sul mercato sudafricano: li organizza, per le aziende interessate, la Camera di Commercio di Udine, in riferimento ai settori dell’agroalimentare, della meccanica e della ricerca&sviluppo. Entrambi si terranno, nella sede centrale di via Morpurgo, giovedì 9 settembre (adesioni entro giovedì 2): il primo, dalle 10 alle 12, sarà incentrato sulla meccanica e sulle opportunità per le Pmi. Il secondo, dalle 15 alle 17, verterà invece sul ruolo dell’industria agroalimentare nell’economia sudafricana. I due appuntamenti, organizzati in collaborazione con lo sportello Enterprise Europe Network, rientrano nel progetto “Gateway to South Africa”, presentato a cofinanziamento della legge 1/2005 dalla Cciaa di Udine come capofila, unitamente alle altre Camere regionali, con l’obiettivo di contribuire al processo d’internazionalizzazione delle imprese friulane verso questo mercato.  A tenere gli incontri sarà Gianpaolo Bruno, direttore dell’Ufficio Ice di Johannesburgh, che illustrerà le analisi sui settori d’interesse, mentre i referenti di Sace e Simest forniranno le informazioni in tema di assicurazione e strumenti finanziari legati al mercato di riferimento.  Al termine degli incontri, a chi ne facesse richiesta, saranno distribuiti materiali d’approfondimento su supporto cartaceo. Per le aziende sarà possibile chiedere anche, su appuntamento a conclusione dei seminari, un incontro di consulenza pre-competitiva con i relatori. Per aderire è necessario compilare la scheda di adesione presente sul sito http://www.ud.camcom.it e inviarla entro giovedì 2 settembre via fax allo 0432.503919

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Adesioni a luglio di “mettiamoci la faccia”

Posted by fidest press agency su martedì, 17 agosto 2010

Il mese di luglio 2010 ha rappresentato un’importante tappa per lo sviluppo di “Mettiamoci la faccia”, il sistema di rilevazione della soddisfazione dei servizi pubblici attraverso l’ausilio delle emoticon (le cosiddette ‘faccine’), promosso dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta. Grazie alla massiccia adesione di piccoli Comuni, sostenuti da alcuni enti intermedi (la Provincia di Asti, la Provincia di Brescia, il Consorzio Asmez, la Comunità montana dell’Ufita), il numero delle amministrazioni partecipanti cresce notevolmente, passando da 230 a 815 (erano 108 all’inizio del 2010). Nello stesso periodo, hanno presentato il piano di sperimentazione anche la Provincia di Latina, i Comuni di Amatrice, Castelmassa, Firenzuola, Greccio e la Ris.Co. srl Abruzzo. Cresce, al contempo, anche il numero delle rilevazioni attive e dei servizi interessati: presso l’Università degli Studi della Calabria gli studenti possono usare le emoticon per valutare i servizi di segreteria; nelle Province di Cuneo e Lecco i terminali sono stati installati – tra l’altro – presso i centri per l’impiego; nei Comuni di Parma, Arsago Seprio (VA), Castelmassa (RO), Pimentel (CA), Sabaudia (LT) e Urbana (PD) sono interessati vari servizi (prevalentemente anagrafe e tributi); infine, la L.A.R.C. S.p.A. utilizza le emoticon per la valutazione dei servizi amministrativi in sanità. Sale, in tal modo, a 368 il numero degli uffici al pubblico dotati di emoticon (erano 162 all’inizio del 2010), mentre gli sportelli interessati superano ormai i 1.400 (raddoppiandosi rispetto ai 696 del 31 dicembre 2009). Per quanto concerne la diffusione territoriale, il maggior numero di sedi e sportelli è concentrato nel Nord Est (96 sedi e 383 sportelli). A essere maggiormente monitorati sono i servizi legati al rilascio di certificati e documenti e quelli in materia di lavoro e previdenza sociale. Inoltre, sull’intero territorio nazionale, sono sottoposti a valutazione tramite emoticon anche 42 servizi web e 14 telefonici. Molto soddisfacenti anche i risultati legati alla partecipazione dei cittadini: nonostante l’approssimarsi delle vacanze estive, nelle quattro settimane di luglio sono stati espressi circa 320mila giudizi, con una sostanziale tenuta rispetto al mese precedente (a giugno le valutazioni erano oltre 400mila, ma le settimane considerate erano cinque); complessivamente, dall’avvio dell’iniziativa le valutazioni raccolte sono oltre 3,5 milioni. Per i servizi di sportello, la partecipazione più alta si registra al Sud e nelle Isole (dove vota quasi un utente su 4) mentre risulta minore la propensione nel Nord Ovest (21%), al Centro (18%) e nel Nord Est (17%). In termini di gradimento i risultati continuano a essere positivi: le faccine verdi sono infatti largamente prevalenti in tutti i canali (91% per gli sportelli, 77% per il telefono, 78% per il web).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pace in Terrasanta

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 gennaio 2010

Domenica 31 Gennaio 2010 II Giornata di Intercessione per la Pace in Terra Santa, in concomitanza con la festa salesiana di San Giovanni Bosco. La seconda edizione della Giornata Internazionale – secondo la previsione dei giovani dell’Associazione Nazionale Papaboys, dell’Apostolato ‘Giovani per la vita’ con sede a Gerusalemme, e dei gruppi italiani ed internazionali di Adunanza Eucaristica – e cappelle di Adorazione Perpetua – sarà celebrata in 1.000 città di tutto il pianeta.  Tra le adesioni pervenute, oltre che Gerusalemme e Roma – ovviamente- si registrano già le città di New York, Mosca, Tokio, Gaza, Londra, Madrid, Berlino, San Paolo, ed in Italia tutte le più grandi città: Milano, Napoli, Firenze, Torino, Reggio Calabria, Palermo. L’elenco di tutte le celebrazioni sarà disponibile entro il giorno 25 gennaio 2010. Dopo le parole conclusive dell’intervento in Sinagoga del Santo Padre Benedetto XVI l’entusiasmo è maggiormente cresciuto anche in termini di adesioni che stanno in queste ore ‘piovendo’ anche da paesi lontani e talvolta irraggiungibili. “Invoco dal Signore il dono prezioso della pace in tutto il mondo – ha detto il Santo Padre in Sinagoga -, soprattutto in Terra Santa. Nel mio pellegrinaggio del maggio scorso, a Gerusalemme, presso il Muro del Tempio, ho chiesto a Colui che può tutto: “manda la tua pace in Terra Santa, nel Medio Oriente, in tutta la famiglia umana; muovi i cuori di quanti invocano il tuo nome, perché percorrano umilmente il cammino della giustizia e della compassione” (Preghiera al Muro Occidentale di Gerusalemme, 12 maggio 2009).”Dalle ore 17 di questo pomeriggio sarà disponibile on line sul Canale You Tube dei Papaboys, ma anche attraverso vari canali internet ‘gemellati’ il video ufficiale della II Giornata Internazionale di preghiera per la Terra Santa, (realizzato da Alessandro Franchi) e prodotto dalle varie associazioni promotrici.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Berlusconi premio Nobel per la pace?

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2009

Simplicio scrive a Rosario. Quanto costa il Nobel per la Pace?  E’ il primo interrogativo che si pone l’amico Rosario Amico Roxas alla lettura dell’iniziativa assunta da un comitato che prospetta la candidatura di Silvio Berlusconi per il Nobel della pace 2010. Un’impresa che ha già raccolto migliaia di adesioni e ci assicurano non solo dall’Italia. L’altra domanda che mi pongo con te è da chi è venuto in mente questa proposta e se non sia una delle solite boutade agostane in un mese nel quale l’attenzione mediatica si riduce di molto? D’altra parte come potrebbero gli italiani messi di fronte ad un rigurgito di amor patrio negare a uno di loro una simile opportunità? Tralasciamo a questo proposito che per i bossiani della Lega non esiste l’Italia ma la Padania. C’è persino chi ci fa discretamente sapere che la candidatura di Berlusconi conferirebbe un maggior prestigio internazionale al Premio Nobel e non vice versa. D’altra parte è innegabile che esiste un “miracolo Berlusconi” se si pensa a tutte le sue vicende a partire dai primi passi compiuti nel mondo imprenditoriale da “palazzinaro”, a quello del “reuccio delle televisioni”, alla sua grande amicizia con Craxi e ai suoi successi elettorali. Tutto questo nonostante sia stato subissato da denunce, avvisi di garanzia, processi e quanto altro e, alla fine, quando il nodo scorsoio si è fatto stretto si è inventato il lodo Alfano. E ti pare poco? E’ riuscito persino a farlo approvare in tre giorni da quello stesso parlamento che in altre circostanze è stato accusato d’impiegare mesi per legiferare. E poi vi è la fraterna amicizia, con Putin da una parte e da Bush dall’altra, che ha dato una svolta più casareccia a quella che un tempo era l’esclusivo ruolo degli ambasciatori fatti di pranzi di gala e brindisi di circostanza. Ora l’anziano cavaliere sa bene come riscattare la sua età con paterne frequentazioni giovanili e facendo sbavare gli avversari che un mese si e uno no lo danno per “finito” e invece come l’Idra gli tagliano una testa e ne spuntano, subito dopo, altre due. Caro Rosario non dico che fai male a criticarlo. Tutt’altro. Dico solo che sa scegliersi certe amicizie e sa manovrarle a suo piacimento per curare i suoi affari, e la maggioranza degli italiani sembra apprezzarlo per questo. Alla fine, infatti, vi sarà sempre qualche italiano che potrà dirci: e chiamalo fesso! E sogna d’imitarlo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Non c’è futuro senza solidarietà

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2009

Di Tettamanzi Dionigi La crisi economica e l’aiuto della Chiesa. In un tempo di crisi economica, la voce libera e controcorrente del card. Tettamanzi rilancia la sfida della solidarietà. Una proposta concreta che ha fatto discutere e ha raccolto adesioni e consensi in Italia e all’estero. Oltre tre milioni di euro in tre mesi: è questo il totale delle offerte raccolte a oggi dal Fondo Famiglia-Lavoro della Diocesi di Milano. Contributi provenienti da istituzioni, aziende, ma anche da comunità cristiane e da moltissime persone comuni toccate dal richiamo dell’Arcivescovo di Milano: “In questo Natale, già segnato dalle prime ondate di una grave crisi economica, un interrogativo mi tormenta: io, come Arcivescovo di Milano, cosa posso fare? Noi, come Chiesa ambrosiana, cosa possiamo fare?”.  In questo testo, il card. Tettamanzi ripercorre per la prima volta l’intuizione del Fondo, il suo annuncio la notte di Natale, la visione che lo anima. Nell’evocare una “nuova primavera della solidarietà”, Tettamanzi traccia un modello che sta già ispirando molte iniziative analoghe in diverse diocesi e realtà locali. E numerose sono anche le voci di approvazione che si levano nella comunità civile e politica.  Nella seconda parte del volume, l’Autore analizza gli “spazi” alla portata di tutti per vivere la dimensione della solidarietà: la famiglia (solidarietà “nella” famiglia e “tra” le famiglie); il lavoro (alcuni problemi del lavoro affrontati secondo la “cifra” della solidarietà); il mondo economico-finanziario oggi; i nuovi cittadini (immigrazione); la testimonianza delle comunità ecclesiali; gli stili di vita.  In allegato, lo Statuto del Fondo.
Dionigi Tettamanzi, nato a Renate (MI) nel 1934, è stato Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana, Arcivescovo di Genova, Vice Presidente della Conferenza Episcopale Italiana per il quinquiennio 1995-2000 e, dal 2002 Cardinale Arcivescovo di Milano. E’ noto per la sua sensibilità sui temi morali e sociali. Ancora una volta, in questo testo il Cardinale si dimostra un maestro e un pastore nella sua capacità di coniugare visione di fede e prassi di solidarietà. Per le Edizioni San Paolo, ha pubblicato Farsi prossimo in San Carlo (2003). Edizioni San Paolo 144 pagine – formato 14,5×22 ISBN 9788821565816 Euro 14,00

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »