Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘adozione’

100 istituti secondari di secondo grado adottano gratuitamente SCUOLAB

Posted by fidest press agency su martedì, 26 febbraio 2019

A 100 istituti di secondo grado verranno gratuitamente fornite le licenze dei primi due volumi di Scuolab Fisica, il software realizzato da Protom, che porta in ogni classe la possibilità di realizzare esperienze laboratoriali, utilizzando la Realtà Virtuale per rendere l’apprendimento più efficace e immediato grazie alla forza dell’esperienza diretta.
Concepito per le Scuole Secondarie di secondo grado, Scuolab rappresenta per i docenti un supporto che permette di ampliare e migliorare l’offerta didattica, potenziandola attraverso elementi tecnologici e innovativi che affiancano il tradizionale libro di testo.
Un prodotto unico nel suo genere, come racconta Giuseppe Santoro responsabile della divisione Enhancing Solutions di Protom: “La Realtà Virtuale ci permette di riprodurre in maniera fedele un vero e proprio laboratorio sperimentale, eliminando i costi di manutenzione, i pericoli e le difficoltà logistiche che derivano dalla gestione di un ambiente reale e aprendo agli studenti l’opportunità di diventare, in totale sicurezza, i protagonisti attivi dell’esperienza di apprendimento”.
Attualmente sono disponibili i volumi di: Scuolab Fisica che, attraverso 31 esperienze laboratoriali, copre l’intero programma ministeriale per le Scuole Superiori di secondo grado; Scuolab Chimica, costituito da 19 esperienze, con reazioni riprodotte e risultati sperimentali fedeli a quelli che verrebbero rilevati in un vero laboratorio; Scuolab Micro, ultimo volume pubblicato, per l’insegnamento dell’Informatica, che permette di programmare microcontrollori Arduino e sperimentare modelli di domotica.
Scuolab sfrutta le potenzialità delle LIM, le lavagne interattive multimediali, garantendo un’interazione facile e immediata, perché basata su una gestualità intuitiva e naturale, che stimola la capacità cognitiva attraverso l’elemento esperienziale del learning-by-doing.
Giuseppe Ciociola, responsabile del Knowledge Lab di Protom, spiega: “in Scuolab è confluita l’esperienza maturata dalla nostra azienda in oltre 25 anni di attività nell’ambito della formazione. Siamo partiti da solide basi teoriche in pedagogia per approdare a un approccio formativo completamente nuovo, che va maggiormente incontro agli schemi di apprendimento e alle abitudini di utilizzo della tecnologia dei new millennium learners, e che assegna al docente le funzioni del “facilitatore del processo di apprendimento”, agendo sulle leve della collaborazione, della condivisione, dell’apprendimento attivo. In fase di progettazione – prosegue Ciociola – i tecnici sono stati affiancati da docenti esperti: ciò ha reso possibile allineare i contenuti delle esperienze alle indicazioni ministeriali.
(www.protom.com)

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Adozione maggiorenni: Le inadempienze dello Stato italiano

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 marzo 2017

corte di giustizia europeaNei prossimi giorni daremo il via a nuove richieste di intervento della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo a Strasburgo sulla questione delle adozione maggiorenni e con l’intento di ottenere la condanna dello Stato Italiano per violazione dell’art 8 della Convenzione in quanto la nostra legislazione in tema di adozione maggiorenni non prevede il riconoscimento per gli adottati maggiorenni che sono stati seguiti dalla medesima famiglia nella loro minore età del medesimo status di un adottato da minore.
Supportano l’iniziativa i testi fondamentali delle Convenzioni Internazionali in materia di diritti fondamentali e relativi al diritto alla vita familiare.
La giurisprudenza delle Supreme Corti Internazionali rimane frutto di analisi del caso concreto e di gestione delle fattispecie nel momento in cui vengono presentate alla Corte. I principi e le evoluzioni di diritto espresse dalla CEDU di Strasburgo sono insomma frutto di diritto che potremmo definire pretorio e non di applicazioni di norme espresse di diritto positivo. Sono, forse in modo molto opportuno, l’espressione di un sentimento di diritto alla base di un inconscio collettivo che esprime l’esigenza di equità sociale al di sopra ed al di là della codificazione statale e di diritto positivo.
Esprimono quindi l’istinto naturale e comune all’uomo di veder affermate esigenze di libertà, di uguaglianza e di protezione dalle sopraffazioni dei sistemi forti per peso finanziario o politico. Per quanto riguarda la questione delle adozioni di quei maggiorenni anche stranieri anche bielorussi che vengono adottati appena raggiunti i diciotto anni da coppie o da singoli italiani in Italia e secondo la legge italiana e dopo che per l’intera infanzia siano stati curati, educati e seguiti da quelle medesime persone che non sono state in grado di adottarli da minori perché i sistemi nazionali o internazionali, gli assistenti sociali, o gli accordi internazionali, o le istituzioni locali o le invidie personali non glielo hanno permesso.
Per tutto il tempo della minore età del loro figlio in pectore si sono accontentati di una parvenza di nucleo familiare, di vivere la loro famiglia di nascosto, in sordina, con la preoccupazione che tutto questo svanisca per il capriccio di una autorità o di una persona con maggiori diritti riconosciuti Alla maggiore età del ragazzo tutto questo però deve ritenersi superato dallo scioglimento dei vincoli di legge del minore senza famiglia propria all’autorità locale. In questo caso la famiglia che si è costituita di fatto e per vincolo di affetto non ha il diritto di essere riconosciuta in forma piena?
Perché l’adozione maggiorenne in questi casi in Italia deve risultare comunque come una forma di contratto privato non valido all’esterno dei contraenti se non per qualche scarna opzione di conferma legale ma mai sociale?
Perché un ragazzo o una ragazza adottato da maggiorenne ma che non ha alcun altro riferimento affettivo al mondo se non la famiglia che lo ha accolto e lo ha seguito, deve considerarsi comunque estraneo alla società ed alla stessa famiglia che lo accoglie? Perché il ragazzo o la ragazza adottati da maggiorenni ma che non superano i cinque anni dall’adozione, perché per un disgraziato incidente i suoi genitori adottivi (ma solo con la procedura da maggiorenne) sono morti prima, perde la sua legittimazione a rimanere in Italia? Perché un ragazzo o una ragazza adottati da maggiorenni non instaurano rapporti familiari o legali con il resto della famiglia degli adottanti?
Perché non hanno nonni, zii, fratelli ma solo un padre e una madre per contratto privato che la giurisprudenza e la normativa a stento riconoscono (e spesso disconoscono) di diritto familiare?
Conclusasi la fase dell’infanzia dove la tutela dello Stato viene considerata a garanzia dell’ordine pubblico e dell’interesse superiore del minore (ma ovviamente non sempre ci riesce), giunti quindi alla maggiore età, l’individuo ha il diritto di decidere e di scegliere e quindi di vedere riconosciuta ad ogni effetto giuridico, sociale, e legale la sua famiglia, quella famiglia che si è scelto nel corso della sua infanzia (Isabella Cusanno, legale aduc) consulente Aduc) (in abstract)

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Parlamento dà il via libera all’adozione dell’euro da parte della Lituania

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 luglio 2014

banca europeaNella risoluzione approvata mercoledì, il Parlamento si è dichiarato favorevole all’adesione della Lituania alla zona euro dal 1° gennaio 2015. Questa votazione è in linea con la raccomandazione della Commissione europea e col sostegno politico dei Capi di Stato o di governo espresso durante il Consiglio europeo di giugno.La raccomandazione del Parlamento è stata approvata con 545 voti in favore, 116 voti contrari e 34 astensioni. Con il voto odierno si “approva l’adozione dell’euro da parte della Lituania il 1° gennaio 2015″.”Questa è una buona notizia per la Lituania, gli Stati baltici e la stabilità dell’Europa. Dal 2006 è stato svolto un lavoro intenso, che ha portato a un’inflazione bassa, a un tasso di cambio stabile, a un deficit di bilancio basso e a un rapporto debito/PIL accettabile. Benvenuta nella zona euro, Lituania!”, ha dichiarato il relatore Werner Langen (PPE, DE).I deputati hanno accolto con favore il fatto che la Lituania abbia soddisfatto tutti i criteri di ammissibilità dell’euro: l’inflazione media annuale recente dello 0,6% (ben al di sotto del valore di riferimento dell’ 1,7%); un disavanzo pubblico del 2.1% del PIL nel 2013 (valore di riferimento del 3%) e un rapporto debito lordo del 39,4% del PIL (ben al di sotto del valore di riferimento del 60%). La Lituania sta per diventare il diciannovesimo membro della zona euro, dopo la Lettonia (2014), l’Estonia (2011), la Slovacchia (2009), Cipro e Malta (2008), la Slovenia (2007), la Grecia (2001), e il Belgio, la Germania, la Francia, l’Irlanda, la Spagna, l’Italia, il Lussemburgo, i Paesi Bassi, l’Austria, il Portogallo e la Finlandia (1999).
Il Parlamento europeo svolge un ruolo consultivo nel controllo dell’idoneità dei potenziali paesi della zona euro. Il via libera definitivo è atteso dal Consiglio affari generali del 23 luglio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Austria: proposta di riforma sull’asilo

Posted by fidest press agency su domenica, 3 aprile 2011

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) esprime preoccupazione per la nuova proposta di modifiche alla legge austriaca in materia d’asilo che restringe ulteriormente i diritti dei richiedenti asilo e potrebbe, se implementata,  risultare dannosa in particolare per gli interessi dei minori. Le modifiche in discussione costituiscono il quarto gruppo di revisioni da quando, nel 2006, la legge è entrata in vigore. La proposta sarà discussa in Parlamento la prossima settimana e la sua adozione è prevista per questo mese. Di particolare preoccupazione – per l’UNHCR – le disposizioni che richiederebbero ai nuovi richiedenti asilo di restare nei centri d’accoglienza fino a sette giorni, con possibile detenzione per chiunque violi questa regola. Per l’UNHCR ciò costituirebbe una ingiustificata violazione della libertà di movimento. E potrebbe anche impedire ai nuovi richiedenti asilo di ottenere consulenza o assistenza legale scelti liberamente. La nuova legge potrebbe avere un impatto negativo anche su  minore, in attesa dell’esito su una domanda d’asilo e i cui parenti già risiedano legalmente in Austria. Le famiglie potrebbero restare separate anche per una settimana.  Un ulteriore aspetto problematico della riforma riguarda la detenzione dei minori. I minori di età inferiore ai 14 anni non sono oggetto della legge, ma quelli tra i 14 e i 18 anni potrebbero invece essere soggetti a detenzione. L’UNHCR esorta i membri del Parlamento austriaco ad assegnare priorità al superiore interesse del minore, in conformità con la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e con La Carta dell’Unione Europea dei diritti fondamentali.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Salute delle donne

Posted by fidest press agency su martedì, 8 marzo 2011

Oltre la metà (53,8%) delle donne che vivono con l’Hiv, in Italia, scoprono l’infezione al momento della diagnosi di Aids. Ancora più grave è il dato per i giovani, e quindi anche per le giovani donne, che supera l’80 per cento. Sono le cifre preoccupanti fornite poche settimane fa dal Notiziario dell’Istituto Superiore di Sanità, dove si sottolinea “l’urgenza di incoraggiare l’adozione di comportamenti sessuali sicuri tra le donne”.  Ogni anno in Italia contraggono l’Hiv oltre 4.000 persone. Dodici ogni giorno, una ogni due ore. Almeno un terzo di queste sono donne. Che nel 70 per cento dei casi si infettano a causa di rapporti sessuali non protetti dal preservativo. La quasi totalità delle infezioni avvengono oggi per via sessuale e alle donne, più vulnerabili per motivi sia fisiologici che sociali e culturali, vanno forniti gli strumenti necessari a tutelare in autonomia la propria salute.I media e la politica eludono il problema, e quando si parla di sessualità preferiscono oggi più che mai attardarsi sui dettagli morbosi. Le sex worker sono cacciate dalle nuove leggi in uno stato di semiclandestinità che le rende irraggiungibili per la prevenzione, mentre apprendiamo che anche nelle sfere sociali più alte la promiscuità sessuale non comprende l’uso del preservativo. Tutto ciò, invece di rendere evidente la necessità di forti azioni anche istituzionali per la prevenzione delle infezioni sessualmente trasmissibili, tra cui l’Hiv, scatena piuttosto interminabili discussioni sulla moralità della popolazione.  E se in farmacia i condom si trovano, il femidom, il preservativo femminile, approvato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità già nel 1992, resta un oggetto misterioso, nonostante in ambito internazionale ci siano da tempo programmi specifici per la sua diffusione, come raccomandato dall’OMS e dall’Unaids, l’agenzia Onu che si occupa di Hiv/Aids.Da anni la LILA promuove e distribuisce gratuitamente condom e femidom, e anche questo 8 marzo sarà nelle piazze italiane per ribadirne la validità e aumentarne conoscenza e diffusione, a difesa del diritto alla salute sessuale delle donne e di tutti i cittadini. Il calendario delle iniziative è disponibile nel sito http://www.lila.it dove ci sono anche documenti, video e link a siti di interesse sul Femidom.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bigenitorialità

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 febbraio 2011

Ricordate i tempi di Heal the World di Michael Jackson? Ricordate la società che mostrava sincero affetto verso i bambini nel voler dare loro, a tutti indistintamente, più pace, gioia e famiglia? Ecco, la Cassazione (n.3572) ha appena spazzato via 20 anni di progresso morale e culturale, aprendo l’adozione ai single. L’orfanismo di un genitore che capitava ahimè in seguito a lutti, eventi tragici, da oggi sarà previsto per legge e “finalmente” accessibile a tutti i bambini. Ciò che conta è il volere dell’Adulto (in questo caso una madre di Genova).  Il Diritto pubblico da tempo è diventato Diritto soggettivo. Allora sarà possibile sostenere ogni pretesa egoistica sulla base della semplice espressione del desiderio anche se inficia la salute degli altri e della società. La Legge diventa propaggine dell’Emozione (magari recitata o patologica). La sentenza poi cita la Convenzione sull’Infanzia del ‘67: ma le Carte sul tema sono molte: 1924, 1959, 1967 e 1989. Più recente ed autorevole quella ONU 1989 (ratifica Italia, 1991) che stabilisce l’inalienabile diritto del minore ad avere due genitori. Ma i giudici hanno preferito ignorarla.  Da oggi per i bambini sarà un Terno al Lotto: ad alcuni toccheranno due genitori, ad altri uno. Quante nuove Isabelle Caro ..con meno probabilità di affetto, educazione, e se come per lei il “genitore unico” sarà malato o pericoloso, difficilmente potremo saperlo ed aiutare quei bambini. Diceva JACKSON “diamo ai figli un mondo migliore” ..e Noi abbiamo pensato di farlo togliendo loro la possibilità di avere due genitori, e piuttosto che riconoscere i nostri fallimenti nelle relazioni, siamo disposti a negarle ai nostri figli, piuttosto che ammettere le nostre incapacità di amare, come uomini e donne, siamo disposti a negare l’amore ai nostri figli. (Fabio Barzaghi)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Aiutami a restare a casa

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 novembre 2010

(Centro Maderna) Si chiama proprio “Aiutami a restare a casa… Adozione a distanza” il nuovo progetto della Comunità di Sant’Egidio dedicato agli anziani di Novara e in particolare a quelli che vivono da soli e devono affrontare senza alcun supporto grandi difficoltà economiche, di salute o di altra natura. L’iniziativa, finanziata dalla Fondazione della Comunità del Novarese onlus, si basa sulla consapevolezza del fatto che quello che gli anziani desiderano maggiormente è rimanere il più possibile nella loro casa, tra i propri ricordi, possibilmente fino alla fine,  evitando quindi di essere collocati in un istituto. “L’assistenza che vogliamo fornire”, commenta la presidente della Comunità di S. Egidio di Novara, Daniela Sironi, “prevede un intervento congiunto di personale pr ofessionale, da noi pagato, e di volontari. L’assistenza che daremo, ovviamente, sarà totalmente gratuita per gli anziani che andremo a seguire. Vogliamo che vengano rispettate le volontà degli anziani e questo ci sembra il solo modo per farlo.” Il progetto, che prenderà avvio il prossimo gennaio nel quartiere di S. Agabio di Novara abitato da numerosi anziani senza famiglia e in difficoltà, cercherà anche di prevenire i problemi legati alla solitudine, intervenendo prima che la situazione dell’anziano diventi un “caso”,  prima che la persona interessata si abbandoni alla depressione e al fatalismo, come spesso accade in questi casi.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Occupazione e presenza femminile

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 novembre 2010

«Le ricerche internazionali pubblicate negli ultimi giorni sull’occupazione e la presenza femminile nei luoghi di decisione sono allarmanti. Le preoccupazioni espresse oggi dalla  presidente dei giovani di Confindustria, Federica Guidi, di puntare soprattutto su politiche conciliative tra esigenze di vita familiare e lavorativa sono ampiamente condivisibili. Non credo, tuttavia, che misure di questo tipo siano alternative all’adozione di quote rosa nei cda delle aziende quotate, che potrebbero dare una scossa al sistema senza “drogarlo”, data la loro caratteristica di misura temporanea». Così Alessia Mosca, deputato del Pd, promotrice di un ddl sulle quote rosa nelle aziende quotate, promotrice di Donne al Volante, segretario della Commissione Lavoro e vice presidente dell’Associazione Trecentosessanta, che fa riferimento a Enrico Letta.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Nei panni degli altri”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 ottobre 2010

Roma 5 ottobre, alle ore  17 presso la sala del carroccio in Campidoglio presentazione del libro “Nei panni degli altri” di Gianna Martorella. E’ prevista la partecipazione, tra gli altri, di Marta Flavi, Alessandro di Pietro, Claudio Lippi, Maria Giovanna Elmi, Silvana Pampanini e Federico Moccia. “Salutiamo l’esordio dell’artista  anche come scrittrice. Gianna Martorella con la sua autobiografia ha voluto tra l’altro fare un omaggio alla Capitale, dove vive ormai da molti anni, donando a tutti i cittadini un’immagine di Roma da cui traspaiono l’orgoglio e l’affetto di chi ormai è diventato romano d’adozione”, conclude  Santori.
Gianna Martorella nasce a Piombino, in provincia di Livorno, il 17 maggio 1960. Fin da piccola mostra chiaramente le sue doti di attrice e imitatrice. “Nei panni degli altri” è il suo primo libro.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lotta alla criminalità organizzata

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 agosto 2010

“La lotta alla criminalità organizzata deve essere uno dei punti fondamentali di un Governo che intende costruire la propria base sociale sulla legalità, ecco perché non ci sono barriere ideologiche o posizioni da difendere quando in ballo c’è la sicurezza del Paese. Ed è per questo motivo che il COISP, pur mantenendo delle posizioni assai critiche sull’azione dell’Esecutivo Berlusconi per quanto riguarda il rapporto con il Comparto Sicurezza, non può che compiacersi dell’azione bipartisan del Senato”. Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia – esprime soddisfazione per l’approvazione in Senato con 289 voti favorevoli del disegno di legge delega al governo l’adozione di un codice che contiene nuove misure di contrasto alla mafia. “E’ un messaggio importante quello che passa alla comunità intera – dice Franco Maccari – perché il voto favorevole è stato espresso da tutti i gruppi. Apprezziamo inoltre le parole del Presidente del Senato, Renato Schifani, il quale ha detto in aula che “la legalità non è esclusiva di qualcuno, ma un patrimonio di tutti quelli che sono in politica”. Siamo perfettamente d’accordo con lui e lo ripetiamo: siamo intellettualmente tanto onesti da riconoscere i meriti di un’azione che deve essere di contrasto duro alla criminalità organizzata, però vogliamo ricordare che la lotta si porta avanti con un esercito ben attrezzato fatto di uomini e mezzi”. “Ecco perché – conclude il Segretario Generale del Sindacato Indipendente di Polizia – chiediamo ancora una volta che il Governo si renda conto che da una parte purtroppo esiste un antistato molto più veloce dello Stato per i potenti mezzi che ha a disposizione e dall’altra l’intero Comparto Sicurezza è arrivato al limite della sopravvivenza dal punto di vista del trattamento contrattuale che viene riservato alle Forze dell’Ordine, ma anche dalla scarsa attenzione verso la carenza di dotazioni umane e di mezzi soprattutto in zone che, dal punto di vista della criminalità sul territorio, risultano essere davvero di confine”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ingegneri per la formazione continua

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 agosto 2010

Venezia Gli Ingegneri veneziani lanciano lo sprint per la formazione continua. L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Venezia ha infatti varato, primo in Italia, un nuovo progetto rivolto agli iscritti all’Albo, anticipando le indicazioni in merito presenti in tutte le proposte di riforma della professione.  Il Consiglio dell’Ordine ha approvato un innovativo Regolamento che darà vita al progetto di formazione permanente obbligatoria e certificazione degli iscritti. Il progetto – che verrà illustrato al 55° Congresso Nazionale degli Ordini degli Ingegneri che si terrà a Torino – è già in fase di studio per l’adozione anche a livello nazionale.  Il percorso pilota dell’Ordine Veneziano – che conta 2.245 iscritti – prenderà il via in forma sperimentale da gennaio 2011 per un triennio, dopodiché dovrebbe entrare a regime per tutti gli Ordini degli Ingegneri delle province italiane.
Il percorso di formazione permanente obbligatoria garantirà agli iscritti all’Albo l’acquisizione di crediti formativi professionali progressivi (per un minimo sperimentale di 2 crediti annuali). Le attività proposte – ove possibile a livello gratuito – verranno stabilite dal Consiglio dell’Ordine e attuate dalla Fondazione degli Ingegneri veneziani (la struttura formativa dedicata) e comprenderanno corsi di aggiornamento e master (anche con percorsi telematici), seminari, convegni, giornate di studio e tavole rotonde.Il periodo di valutazione della formazione permanente di ogni iscritto avrà durata triennale e sarà certificato da una apposita commissione. (ivan, mauro)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Giornata nazionale del sollievo

Posted by fidest press agency su domenica, 30 Mag 2010

Anche gli infermieri italiani aderiscono alla Giornata Nazionale del Sollievo, promossa il 30 maggio dalla Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti per sostenere la battaglia contro la sofferenza fisica e morale dei malati, anche di coloro che non possono più giovarsi di cure destinate alla guarigione. Tale adesione conferma l’impegno quotidiano degli infermieri nell’assistenza e la loro volontà di promuovere e diffondere un approccio alla gestione del dolore che rispetti la qualità di vita, le volontà e la dignità della persona.  L’infermiere è il professionista sanitario in grado di cogliere segni e sintomi che consigliano l’adozione di una terapia palliativa, quando il paziente non risponde più alle terapie specifiche, o di applicare terapie idonee al controllo del dolore in presenza di condizioni patologiche che comportino un carico di sofferenza che compromette la dignità e la qualità di vita del paziente.  Di recente, il ruolo degli infermieri nel sollievo dal dolore è stato riconosciuto dalla legge 38/2010, sulle cure palliative e la terapia del dolore, che prevede, tra l’altro, di riportare all’interno della cartella clinica, in parte compilata dagli infermieri, la rilevazione del dolore, le sue caratteristiche, i farmaci utilizzati, i relativi dosaggi ed il risultato antalgico conseguito. Una legge valutata positivamente dagli infermieri perché, osserva Silvestro, “anche se insufficiente a superare gli ostacoli culturali, organizzativi e professionali per quanto attiene la palliazione e la prevenzione e cura del dolore, è un forte e concreto stimolo per tutti i professionisti sanitari, le organizzazioni del volontariato e le istituzioni preposte alla tutela della salute e della qualità di vita degli assistiti. Bisogni che il cittadino ha diritto di vedere soddisfatti anche nelle strutture territoriali e a domicilio”. A tal proposito la Federazione Nazionale Ipasvi sostiene con convinzione il recente orientamento legislativo volto a favorire e a regolamentare la collaborazione tra infermiere e farmacista, allo scopo di facilitare anche a domicilio la corretta assunzione, tenuta e gestione dei farmaci, in particolare di quelli prescritti per prevenire e lenire il dolore

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carta della qualità della medicina interna

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 Mag 2010

L’iniziativa, pensata per «sostenere e la promuovere qualità e sicurezza nei reparti di medicina interna», è voluta da Fadoi (Federazione delle associazioni dei dirigenti ospedalieri internisti) e Cittadinanzattiva, ed è stata presentata venerdì in occasione dell’apertura del congresso Fadoi a Bologna. Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva, ha illustrato significato e contenuti della Carta che punta a garantire sicurezza e qualità nei reparti di medicina interna, quelli cioè impegnati in attività di prevenzione, diagnosi e terapia di natura non chirurgica. Fadoi, insieme a Cittadinanzattiva, ne ha curato la realizzazione e ora ne propone l’adozione nelle unità di medicina interna degli ospedali italiani. «Attraverso la redazione della Carta – commenta Franco Berti di Fadoi, che ha coordinato il progetto con Cittadinanzattiva – la Federazione ha voluto portare idee nuove e semplici per la riorganizzazione e lo sviluppo della medicina interna all’interno degli ospedali italiani, cercando di ottimizzare il rapporto medico paziente e recependo i principi enunciati dalla Carta europea dei diritti del malato». Il tutto anche grazie al contributo dei cittadini. «Abbiamo unito le risorse – commenta Antonino Mazzone, presidente nazionale Fadoi – e ci siamo avvalsi del know how di tutela sviluppato da Cittadinanzattiva per l’avvio di un’iniziativa comune, i cui principi potranno così essere garantiti anche sul piano concreto dell’implementazione». (fonte doctor news)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Enterprise 2.0 alla resa dei conti

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Milano 27 Aprile 2010 dalle ore 9.15 alle ore 13.00 presso l’Aula Carlo de Carli del Politecnico di Campus Bovisa, Via Durando 10 presentazione dei risultati della Ricerca che si pone i seguenti obiettivi: – Verificare la situazione “reale” delle imprese in termini di diffusione dei nuovi trend organizzativi, e di adozione di tecnologie Enterprise 2.0; – Comprendere, attraverso l’analisi delle iniziative più rilevanti, quali siano i processi aziendali maggiormente coinvolti, i benefici ottenibili, l’impatto sulle relazioni e la gestione delle persone dell’Enterprise 2.0;  – Analizzare la trasformazione dei Sistemi Informativi aziendali in termini di strategie SOA ed adozione di nuovi modelli di offerta Cloud e SaaS;  – Identificare quali siano le dinamiche e le leve di governance 2.0 per abilitare nuovi modelli di impresa attraverso l’uso di tecnologie Enterprise 2.0.
La presentazione dei risultati sarà seguita da una Tavola Rotonda cui prenderanno parte i principali player dell’offerta.  La Ricerca è stata realizzata con il supporto di: Altea, Ariadne, Cisco, Colt, Engineering, Exalead, Gamma Group, IBM, Infor, Linneo, Microsoft, Oracle, Softec, Softjam, Solgenia e Value Team. Programma 9.30 Introduce e presiede Umberto Bertelè, Presidente School of Management Politecnico di Milano 9.40 I risultati della Ricerca Mariano Corso, Responsabile Scientifico Osservatorio Enterprise 2.0 Stefano Mainetti, Responsabile Scientifico Osservatorio Enterprise 2.0 10.30 Tavola Rotonda: la visione dell’offerta Maurizio Bottaini, Chairman and Chief Executive Officer Softec Massimo Canducci, Technological Innovation Director Engineering Ingegneria Informatica S.p.A. Alessandro Chinnici, Web 2.0 & Social Software Consultant IBM Silvio Filippi, Senior Product Manager Office System Microsoft Italia Giorgio Pignataro, Director Enterprise Operations Cisco Marco Zamperini, CTO Value Team 11.30 Esperienze a confronto Rosanna Cella, Director Leadership Development Global Nokia
Pierluigi Curcuruto, Chief Operating Officer Banca IntesaSanpaolo Filippo Passerini*, President Global Business Services and CIO Procter & Gamble 12.30 Discussione 13.00 Chiusura del Convegno

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ricerca dell’Osservatorio ICT&PMI

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2010

Milano 14 Aprile, Politecnico di Milano, Campus Leonardo, Via Ampère 2, Convegno pubblico di presentazione dei risultati di un’importante ricerca dell’Osservatorio ICT&PMI promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e che vede Cisco tra i main partner di questa iniziativa. Tale ricerca ha l’obiettivo di fare il punto della situazione sul livello di utilizzo attuale e futuro delle soluzioni ICT erogate in modalità “as a service” nel mercato delle Piccole e Medie Imprese, evidenziare le criticità che possono rappresentare un freno all’adozione, nonché analizzare i benefici che ne possono derivare dall’utilizzo.  In qualità di main partner, Cisco parteciperà alla tavola rotonda prevista a conclusione della presentazioni dei risultati di tale ricerca, e a cui presenzierà Fabrizio Pappalardo, Marketing  Manager PMI MED di Cisco.
Cisco (NASDAQ:CSCO) è leader mondiale nella fornitura di soluzioni di rete che trasformano il modo con cui le persone comunicano e collaborano. del Notizie e informazioni relative alla società ed ai prodotti sono disponibili all’indirizzo http://www.cisco.com./ Le apparecchiature di Cisco Systems sono fornite in Europa da Cisco Systems International BV, una consociata interamente controllata da Cisco Systems, Inc.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libri di testo

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 aprile 2010

L’Associazione Genitori A.Ge. Toscana comunica: “Per il secondo anno consecutivo il Ministero dell’Istruzione, nella circolare sui libri di testo per il prossimo anno scolastico, scavalca i genitori e li relega a semplici acquirenti dei libri su cui studieranno i loro figli. Quello delle famiglie è un impegno di spesa non indifferente, che giustifica appieno la previsione normativa secondo cui sono i consigli di classe -con la partecipazione dei genitori e degli studenti- e non i soli docenti a proporre i libri di testo da adottare per l’anno successivo. Il Testo unico sulla scuola, e prima ancora i decreti delegati del 1974, sono ben chiari nell’affermare che i rappresentanti dei genitori sono membri a pieno titolo del consiglio di classe e lo stesso i rappresentanti degli studenti nella scuola superiore, ma la circolare sui libri di testo n. 23 del 4 marzo scorso si preoccupa unicamente di definire il “quadro di riferimento per le scuole, per i docenti e per l’editoria scolastica”. Il Ministero insomma non si preoccupa della normativa vigente e riconferma che si tratta da un lato di “armonizzare le proposte degli insegnanti e le scelte delle scuole” e dall’altro “la fruizione da parte degli studenti e la collaborazione dei genitori”. Questo nonostante un rigurgito di consapevolezza che porta a dire che “Le adozioni non esauriscono i propri effetti all’interno della scuola poiché hanno anche una ricaduta non indifferente sulle famiglie. Nella scuola secondaria, infatti, chi effettua la scelta del libro di testo, cioè il docente, non coincide con l’acquirente che ne sopporta il relativo costo”. Per questo “i docenti sono tenuti comunque a porre attenzione, per quanto possibile, anche al contenimento del peso e al costo dei libri”. “Molte scuole non informano neppure i rappresentanti dei genitori che è loro diritto prendere visione dei libri di testo proposti dalle case editrici e nei consigli di classe ci si limita a chiedere l’adesione dei genitori senza neppure invitarli a esprimere la loro opinione –rileva Rita Manzani Di Goro, presidente dell’A.Ge. Toscana- Come Associazione sollecitiamo i rappresentanti di classe a prendere parte attivamente alla scelta dei libri di testo per il prossimo anno scolastico e chiediamo alle scuole di rendere pubbliche le modalità di consultazione dei testi, una buona prassi attuata solo in alcune realtà locali”. “Invitiamo inoltre i genitori di scuola secondaria a vigilare sul rispetto dei tetti di spesa e sul contenimento del peso dei libri –conclude Di Goro- L’adozione generalizzata di testi su CD, prevista per legge a partire dal settembre 2011, ci sembra infatti troppo avveniristica per costituire una soluzione immediata al problema del peso: studiare sullo schermo del computer stanca la vista e oltre tutto una parte delle famiglie non può neppure permettersi di acquistarne uno”. Le adozioni dei testi scolastici dovranno essere deliberate dal collegio dei docenti, su proposta dei consigli di classe, nella seconda decade del mese di aprile 2010 per le classi di scuola media e nella seconda decade di maggio per tutte le classi di scuola elementare e di scuola superiore. È possibile adottare unicamente testi a stampa per i quali l’editore si sia impegnato mantenere invariato il contenuto per un quinquennio, testi on line e testi misti. Nel caso in cui i collegi abbiano effettuato per il corrente anno scolastico nuove adozioni, non è consentito procedere per il 2010/2011 alla scelta di nuovi testi scolastici; se invece per quest’anno sono stati confermati i testi adottati nell’anno scolastico precedente è possibile procedere a una nuova adozione.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Belgio: adozione degli anziani

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 marzo 2010

(Centro Maderna) Per cercare di risolvere il problema della scarsità di posti nelle case di riposo, il governo vallone del Belgio ha lanciato alle famiglie la proposta di adottare una persona anziana a fronte di un contributo di 1.000 Euro al mese. In pratica la proposta consisterebbe in un vero e proprio contratto stipulato tra la famiglia ospitante e l’anziano: la prima si impegnerebbe ad accogliere la persona anziana dedicandole cura e attenzione, assicurandosi che sia sempre in buona salute e rispettando le sue convinzioni religiose e politiche; da parte sua invece l’anziano si impegnerebbe a versare tutti i mesi i suddetti 1.000 Euro. Un assistente sociale passerà poi regolarmente in visita per assicurarsi che la convivenza stia procedendo regolarmente. Se l’esperienza, che è già in fase di attuazione in alcune zone del Belgio, risulterà positiva, verrà estesa ad altre aree del paese e richiederà anche interventi da parte del governo per essere regolarizzata per evitare che le famiglie accettino di ospitare qualcuno solo per riceverne un profitto, come ha precisato lo stesso ministro vallone degli affari sociali Éliane Tillieux.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prestazioni laboratorio: annullato tariffario

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso proposto dall’Avvocatura Generale dello Stato, confermando l’annullamento del Decreto del Ministero della Salute (D.M. 12.09.2006), concernente la “Ricognizione e primo aggiornamento delle tariffe massime per la remunerazione delle prestazioni sanitarie” “Il Provvedimento di annullamento del Decreto Ministeriale – ha detto Vincenzo D’Anna, presidente di FederLab Italia – a causa della mancanza di un’adeguata istruttoria sulla corretta rilevazione dei costi di produzione delle prestazioni di laboratorio, rende inapplicabile la norma riguardante lo sconto sulle prestazioni stesse. E’ una sentenza, che abbiamo accolto con grande soddisfazione e che apre la strada all’adozione di un nuovo tariffario – l’ultimo risale al Ministro Bindi – che sarà stilato secondo il criterio dei costi standard, conseguentemente al programma di riorganizzazione della rete dei laboratori, attraverso cui saranno definiti i requisiti e la soglia di efficienza minima delle strutture stesse”.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Little Words

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2010

Torino fino al 24/2/2010 Corso San Maurizio 25, Luce Gallery Hernan Bas, Michael Cline, Jules De Balincourt, Scott Reeder Il mondo di Jules de Balincourt (Parigi 1972, vive a Brooklyn) è costituito da immagini potenti e un po’ funky, in colori spesso fluorescenti, che ritraggono scenari di vita contemporanea e talvolta utopie urbane o sociali. Sfuggendo a ogni facile definizione, il suo lavoro può essere al contempo figurativo e astratto, concreto e misterioso. Molto influenzato dalla cultura americana (del suo paese d’adozione, gli Stati Uniti), Balincourt spesso ne mostra gli aspetti contraddittori ritraendo diversi scenari tipici o immaginari. Sovente dipinge ambienti che considera come chiusi in un’immagine. In fondo un hotel, un party od anche una spiaggia possono costituire un piccolo mondo in cui vediamo tanti soggetti, ognuno intento in un?attività. Sono i piccoli mondi di De Balincourt in cui scorre una vena critica verso l’ambiente che ci circonda.  Il mondo di Michael Cline (1973 Cape Canaveral, vive a New York) è invece assolutamente imperfetto e crudele. Nei suoi dipinti immagina e ri-crea scene di povertà, indigenza, sesso e violenza: delle simboliche fiabe contemporanee, che sa rendere con uno stile pittorico magistrale, riminescente di grandi maestri quali Grosz e Otto Dix. Scott Reeder (1970 Mailwakee, Wisconsin) oltre a insegnare nella scuola d’arte piu’ prestigiosa d’America (l?Art Institute di Chicago) ci insegna che l’ironia e’ alla base della sopravvivenza e forse della nostra conoscenza. Ritrova in colori accesi l’eleganza di una scena minimale; e spesso il titolo dell’opera ci fa comprendere il significato piu’ profondo del suo lavoro.  Hernan Bas (1978 Miami) dipinge un mondo arcadico, spesso fiabesco, epico e romantico. I personaggi dei suoi dipinti sono carichi di potenzialità. (little words)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bonifica toscana

Posted by fidest press agency su domenica, 20 dicembre 2009

Percorre la strada dell’autoriforma: i Presidenti dei Consorzi hanno, infatti, approvato all’unanimità un documento nel quale sono indicati i percorsi e gli obiettivi: la riduzione del 40% dei consiglieri che passeranno da 30 a 17; elezioni consortili in un’unica data; esercizio del diritto di voto ovunque ci si trovi, risparmiando notevolmente sull’organizzazione; adozione di statuti unici, bilanci tipo, piani di classifica e piani della comunicazione unificati. Questi provvedimenti dovrebbero permettere, ad esempio, di risparmiare, in Versilia, 50.000 euro da aggiungere ai 50.000 euro, derivati dalla riduzione dei compensi agli organi. Da molto tempo, in Toscana e non solo, si sente spesso parlare di ridisegno regionale della Bonifica; l’Unione Regionale Bonifiche Toscana (URBAT) chiede, alla Regione, di valutare questo atto di autoriforma, che snellisce ed innova le procedure amministrative, producendo risparmi effettivi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »