Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘adulti’

Ipertensione negli adulti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 giugno 2020

La International Society of Hypertension ha recentemente pubblicato su Hypertension e sul Journal of Hypertension le sue nuove linee guida di pratica clinica, in cui presenta raccomandazioni per la gestione dell’ipertensione negli adulti di età pari o superiore a 18 anni. «Abbiamo cercato di delineare i migliori approcci alla gestione dell’ipertensione e di fornire raccomandazioni ottimali ed essenziali per gli operatori sanitari» spiega Thomas Unger, della Maastricht University nei Paesi Bassi, autore principale del documento.I ricercatori affermano che per la diagnosi di ipertensione, la pressione sanguigna di una persona deve essere di almeno 140/90 mmHg, e che la misurazione deve avvenire in ospedale o in ambulatorio, ed essere ripetuta più volte. Secondo il documento, gli individui con pressione ai limiti più alti della norma (130-139/85-89 mmHg) potrebbero beneficiare di interventi sullo stile di vita e in alcuni casi assumere medicinali, mentre i soggetti con ipertensione confermata devono ricevere un adeguato trattamento farmacologico. I pazienti con ipertensione, in particolare quelli con una storia familiare di malattie cardiovascolari, devono essere sottoposti a valutazione di ulteriori fattori di rischio, tra cui età, sesso, frequenza cardiaca, aumento del peso corporeo, diabete e abitudine al fumo. I ricercatori sottolineano che modificare lo stile di vita è la prima linea di trattamento anti-ipertensivo, ed è utile anche per migliorare l’effetto dei medicinali. Per quanto concerne il trattamento farmacologico, questo dovrebbe mirare a una riduzione della pressione arteriosa di almeno 20/10 mmHg, idealmente con un target di 140/90 mmHg nel giro di tre mesi. «Riteniamo che queste linee guida semplificate saranno utili a livello globale e che potrebbero essere di grande utilità in particolare nei paesi che non hanno le proprie linee guida nazionali per la gestione dell’ipertensione» concludono gli autori.Anna Dominiczak, della University of Glasgow, e Giuseppe Mancia, dell’Università Milano-Bicocca e del Policlinico di Monza, in un editoriale di accompagnamento esprimono apprezzamento per le nuove linee guida. «In questi tempi difficili, con la pandemia di Covid-19 che ha reso la cura dei nostri pazienti così complessa, raccomandiamo di leggere queste raccomandazioni e di beneficiare del nuovo sguardo con cui affrontano molti problemi che tutti noi affrontiamo ogni giorno nella nostra pratica clinica». (fonte: doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola – Cpia, figli di un dio minore in tempo di Covid-19

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 maggio 2020

I CPIA (Centri Provinciali per l’istruzione per gli adulti) costituiscono una tipologia di Istituzione Scolastica autonoma dotata di un proprio organico e di uno specifico assetto didattico e organizzativo. I Centri hanno la medesima autonomia attribuita alle istituzioni scolastiche. In tempo di Coronavirus, sono emerse diverse criticità per queste istituzioni scolastiche: problematiche di natura logistica a causa delle sedi distribuite in territori molto vasti, con conseguente difficoltà di consegna dei presidi tecnologici a supporto degli alunni nelle loro sedi territoriali lontane dalla sede amministrativa o anche quella distaccata, per poter usufruire della didattica a distanza; difficoltà a reperire tutto il materiale tecnologico richiesto e a sostenere le spese di spostamento, per la tipologia di utenza che dispone di poca disponibilità economica.Udir afferma che “per dare a tutti la possibilità di usufruire dei presidi tecnologici, basterebbe estendere la possibilità dei fondi PON/FESR anche ai CPIA, per un ulteriore approvvigionamento dei dispositivi per tutti gli alunni sia all’interno dei territori che nelle case detentive, e possibilità di includere nei fondi anche pacchetti di servizi di consegna a domicilio e formazione digitale dei corsisti”.Le carenze di attrezzature e di internet, unite a problematiche riguardanti la conoscenza della lingua italiana di molti studenti, non permettono una validazione del percorso; infatti, la realizzazione della DaD on line in modalità sincrona è possibile a condizione che gli studenti possano seguire ciascuno da casa propria e ciò non sempre è possibile per mancanza di risorse tecnologiche.La didattica a Distanza invece viene erogata soprattutto on line in modalità asincrona facendo riferimento a diversi sistemi tecnologici per cercare di raggiungere il maggior numero possibile di studenti, caratterizzati da forte eterogeneità.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

COVID-19: si affaccia una nuova emergenza: quella dei bambini rimasti senza un adulto di riferimento

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 aprile 2020

Con l’aumento dei ricoverati per COVID-19 si affaccia una nuova emergenza: quella dei bambini. Bambini rimasti senza un adulto di riferimento perché i genitori sono stati ricoverati. Ma anche bambini in ospedale a causa della malattia.Terre des Hommes, insieme alla Fondazione Geronimo Stilton, dopo aver collaborato per sostenere la Fondazione per l’Ospedale dei bambini Buzzi nella donazione di un primo ventilatore polmonare all’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi di Milano, hanno deciso di avviare una raccolta fondi per sostenere due progetti prioritari. Il primo, il progetto Zumbimbi, è una struttura d’accoglienza per bambini dai 6 ai 14 anni lontani dai genitori e che devono trascorrere la quarantena in isolamento. Zumbimbi è realizzato in collaborazione con La Cordata, COMIN, Diaconia Valdese, Emergency e Comune di Milano. I fondi raccolti da Terre des Hommes e Fondazione Geronimo Stilton serviranno anche all’acquisto di attrezzature mediche indispensabili per l’Ospedale Buzzi che in queste tragiche ore deve far fronte non solo alle esigenze dei bambini ricoverati, ma anche di un crescente numero di adulti ricoverati nelle nuove sale di terapia intensiva.”Nei primi giorni di questa emergenza ci siamo spesso dimenticati dei bambini. Ma anche loro sono in una situazione estremamente difficile e dolorosa. Vivono un isolamento irreale dal contesto esterno, fanno fatica a decifrare i segni di quello che sta accadendo attorno a loro, sospesi in un limbo e in alcuni casi si ritrovano loro stessi vittima di un nemico invisibile, un virus di cui anche noi adulti sappiamo poco. Ma la situazione dei bambini privati dell’affetto dei loro genitori, costretti a vivere con la paura di perderli a causa della malattia, è terrificante,” dichiara Paolo Ferrara, Direttore Generale di Terre des Hommes. “Con la creazione di questo fondo vogliamo garantire cure immediate, ma anche la risposta a quei bisogni di accoglienza, ascolto e protezione dei bambini che nei primi giorni di questa emergenza nessuno aveva considerato. Lo faremo con partner d’eccezione, sicuri di poter offrire i più alti standard di assistenza, sicurezza e protezione dell’infanzia. Ma dobbiamo fare in fretta.”Zumbimbi è una struttura residenziale riconvertita in luogo di accoglienza che ospiterà una decina di bambini tra i 6 e i 14 anni, i cui genitori sono in ospedale perché positivi al Coronavirus e che non hanno altri adulti di riferimento che possano prendersi cura di loro. In ottemperanza al protocollo sanitario, sarà un posto sicuro dove verrà garantita la quarantena in isolamento. Questo con l’obiettivo di assicurare a tutti loro una permanenza il più possibile serena nonostante la delicatezza di questa fase della loro vita e le ulteriori difficoltà imposte dalle regole dell’isolamento che prevedono che i bambini alloggino in camere singole e mantengano le distanze di sicurezza tra i loro e con l’equipe che si occuperà di loro, composta da operatori, educatori e psicologi.Fondazione Geronimo Stilton e Terre des Hommes si sono attivati per attrezzare al più presto la struttura e reperire donazioni che permettano di comprare tutto il necessario (a cominciare da tablet, lenzuola, salviette, camici, mascherine, guanti…) nonché per pagare il personale altamente qualificato che assisterà i bambini sia dal punto di vista psicologico che educativo.A sostegno della campagna di Emergenza COVID-19 di Fondazione per l’Ospedale dei bambini Buzzi verranno invece acquistate attrezzature per il controllo delle vie aeree difficili che i medici dell’Ospedale Buzzi hanno indicato come urgenze primarie, in primo luogo broncoscopi, laringoscopi e fibroscopi.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La salute degli adulti concepiti con fecondazione assistita

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 dicembre 2019

Pubblicato su Fertility and Sterility il più grande studio condotto finora a livello globale, per indagare sulla salute di adulti concepiti tramite fecondazione assistita messa a confronto con quella adulti concepiti naturalmente.Dai risultati non sono emerse evidenze di aumento del rischio vascolare o cardiometabolico, né di problemi di crescita o respiratori nel gruppo concepito con PMA rispetto a quello concepito naturalmente, appartenente alla stessa popolazione di origine.Lo studio ha coinvolto uomini e donne adulti di età compresa tra 22 e 35 anni, 193 concepiti con PMA e 86 concepiti naturalmente. Le indagini mediche hanno riguardato: struttura vascolare e funzione vascolare, i marker metabolici, le misurazioni antropometriche e la funzione respiratoria.“Sebbene il campione preso in esame sia esiguo, questi risultati fanno ben sperare – dichiara la Dottoressa Daniela Galliano, Direttrice del Centro IVI di Roma – L’impatto della fecondazione assistita sulla salute delle persone è un tema di grande importanza al quale noi esperti prestiamo molta attenzione. Parallelamente alla continua ricerca scientifica per migliorare le tecniche di pma, è fondamentale quindi che nascano queste indagini.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ecg preventivo in adulti anziani asintomatici, l’opportunità della procedura è in dubbio

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 gennaio 2018

Stethoscope on the ECG. medical symbolic close-up photoSecondo quanto afferma la US Preventive Services Task Force (USPSTF) in una nuova bozza di raccomandazione, non è possibile schierarsi a favore o contro per quanto riguarda lo screening con elettrocardiogramma (ECG) per fibrillazione atriale in adulti asintomatici di almeno 65 anni. I ricercatori non hanno trovato prove sufficienti a determinare la superiorità della procedura rispetto alla cura abituale, e date le incertezze, non è possibile valutarne il beneficio netto in questa popolazione. Una bozza di raccomandazione separata inoltre precisa che non vi sono prove sufficienti a supportare la decisione del 2012 dell’USPSTF di non raccomandare lo screening ECG per le malattie cardiovascolari in adulti asintomatici a basso rischio. Il gruppo di lavoro insomma ritiene che le prove attuali siano inadeguate per determinare se le informazioni fornite dall’ECG a riposo o da sforzo, in aggiunta a quelle ottenute utilizzando i tradizionali fattori di rischio cardiovascolare, possano essere utilizzate per guidare le decisioni di trattamento o ridurre gli eventi cardiovascolari. Le uniche prove che la task force valuta adeguate sono in realtà quelle che sottolineano i danni “lievi o moderati” che possono derivare dallo screening con ECG a riposo o sotto sforzo, come procedure invasive non necessarie e sovra-trattamento.L’USPSTF conclude quindi con moderata certezza che i potenziali danni di questa procedura nella prevenzione di eventi cardiovascolari negli adulti asintomatici a basso rischio sono uguali o superiori ai potenziali benefici. Per gli adulti a rischio intermedio o alto, la task force afferma che le prove sono comunque insufficienti per valutare l’equilibrio di benefici e rischi dello screening di routine. Per quanto riguarda invece persone impegnate in determinati ruoli, come i piloti o gli operatori di macchine pesanti, dove l’inabilità o la morte improvvisa possono causare un pericolo per la sicurezza di altri individui, considerazioni diverse dal beneficio per la salute del paziente possono influenzare la decisione di utilizzare uno screening con ECG per prevenire eventi cardiovascolari, secondo il documento. Alcune Società scientifiche hanno espresso opinioni differenti sull’argomento, e il documento in bozza si conclude con l’enumerazione di studi tuttora in corso che potranno aiutare a colmare le lacune nelle prove. (fonte: Doctor33) (foto: Ecg preventivo)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Educazione degli adulti oggi: dall’Agenda 2030 alle ricerche Ocse-Piaac

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 aprile 2017

Roma Lunedì 10 Aprile 2017, ore 11:00 Dipartimento di Scienze della Formazione, Polo Principe d’Amedeo, Aula 2 Via Principe d’Amedeo, 186. In occasione della venuta di Marcella Milana dell’Università degli Studi di Verona in qualità di Visiting Professor, lunedì 10 aprile 2017 – dalle ore 11 alle ore 14 – si terrà il seminario di studi dal titolo Educazione degli adulti oggi: dall’Agenda 2030 alle ricerche Ocse-Piaac presso l’Aula 2 del Polo Didattico del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma Tre, via Principe d’Amedeo 186. http://www.ceforc.eu

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tredicesima edizione del cartellone per adulti

Posted by fidest press agency su martedì, 6 dicembre 2016

wertherMonserrato L’Altro Volto del Teatro Giovedì (8 dicembre) al MoMoTI (in via 31 marzo 1943) prende il via la tredicesima edizione del cartellone per adulti ideato da Is Mascareddas: un variegato programma di spettacoli, cinema, letture e mostre lungo tre serate con inizio alle 20.30 fino a sabato (10 dicembre).Il compito di aprire la mini rassegna – giovedì 8 dicembre – è affidato al burattinaio di Parma Patrizio Dall’Argine, in scena, affiancato da Veronica Ambrosini, con le teste di legno dello spettacolo “Werther”. Il progetto, coprodotto da Teatro Medico Ipnotico e Teatro Caverna di Damiano Grasselli, che firma le sonorizzazioni della pièce, consiste nell’adattamento per burattini del Werther di Johann Wolfgang Goethe. Tradendo la struttura del romanzo epistolare, la vicenda è collocata nei nostri giorni, con un lavoro sulla predestinazione ed uno studio sulla natura dei sentimenti, sentimenti assoluti che non permettono vie di fuga.In serata taglio del nastro per la mostra di fotografia “Luce maria-giulia-pirasoltre la baracca”, trentadue scatti di Maria Giulia Piras sul lavoro creativo di Is Mascareddas nel loro laboratorio. Chiari e scuri si muovono con i burattinai. La fotografia è il ponte che conduce oltre la baracca, dove la passione guida le mani fino a che l’immagine e l’immaginario si fondono in un’unica luce.L’indomani (venerdì 9 dicembre) spazio ad un’action painting di e con Ting Yun Kuo: una performance di tredici minuti realizzata dall’artista di Taipei , formatasi in teatro cinese a Taiwan, a Bruxelles alla scuola Parts, e oggi con base a Berlino. A seguire una selezione di corti animati.
Nella serata conclusiva – sabato (10 dicembre) – in scena due narratrici: la prima è Maggie S.Lorelli che, con accompagnamento musicale di Livio Solinas, propone il racconto “Gente da triage”. Alias di Margherita Sussarellu Maggie S.Lorelli è docente di pianoforte al liceo classico, musicale e coreutico Azuni di Sassari. Alla passione per la musica affianca quella per la scrittura: ha al suo attivo numerosi racconti (l’ultimo dei quali si è classificato secondo al concorso letterario“Sinergie creative”); la seconda è Elisabetta Pau con “La varecchina”: nella lettura proposta dall’autrice, che da circa trent’anni collabora con Is Mascareddas con contributi in varie produzioni della compagnia, vengono raccontati frammenti di vita per ripercorrere insieme al pubblico scorci di tempo passato e presente e i mutamenti dati dal passare degli anni. L’ingresso alle serate costa 6 euro. (foto: Werther, Maria Giulia Piras)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Approvato farmaco per melanoma Braf V600 positivo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2012

La Commissione europea ha approvato vemurafenib in monoterapia per il trattamento di adulti con melanoma metastatico o non resecabile positivo per la mutazione Braf V600. L’autorizzazione segue il parere positivo del Comitato per i medicinali per uso umano dell’Ema rilasciato a dicembre sulla base dei dati raccolti dallo studio di fase avanzata Brim3. I risultati hanno dimostrato che il rischio di decesso veniva ridotto del 63% nei pazienti trattati con il farmaco rispetto a quelli che avevano ricevuto come trattamento di prima linea la terapia standard. Inoltre, è stato osservato un miglioramento della sopravvivenza generale media di 13,2 mesi, contro i 9,2 ottenuti con la chemioterapia. Il farmaco è stato sviluppato contestualmente al test genetico, il saggio di mutazione Braf V600 Cobas, usato per identificare i pazienti eleggibili per l’uso del farmaco.(fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Educazione degli adulti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 gennaio 2010

Frascati 14 Gennaio ore 10,30  Sala degli Specchi, Comune di Frascati,  P.zza G. Marconi, 3   verrà presentato nel corso di una conferenza stampa nella Sala degli Specchi, il progetto EdA (Educazione permanente degli Adulti) elaborato dal Comune di Frascati. L’obiettivo e’ svolgere, attraverso enti decentrati e radicati sul territorio, attivita’ di formazione professionale privilegiando gli aspetti dell’apprendimento e facilitando l’accesso al mondo del lavoro con un sistema che risponda efficacemente alle esigenze professionali degli adulti, con una particolare attenzione alla dimensione locale, territoriale e alle fasce più svantaggiate. Il Comitato Locale è costituito da 17 comuni, dalla Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini, dalla Provincia di Roma DIP. X SERV. VI, oltre naturalmente a raggruppare rappresentanti di istituzioni, associazioni, cooperative e sindacati, centri territoriali permanenti, centri di formazione professionale, centri di orientamento al lavoro, università popolari. Pur non avendo direttamente ed esplicitamente finalità di sviluppo occupazionale, il sistema EdA, così come è stato concepito, si propone di realizzare l’ideale di un’educazione che duri tutto l’arco della vita, capace di integrare sia le strategie di educazione professionalizzanti, sia le strategie di educazione, “formali” e “non formali”, orientate allo sviluppo e alla crescita dell’individuo.  Questa politica della formazione, che nasce dalla consapevolezza della necessità di costruire una “società della conoscenza”, strutturata attorno alle grandi sfide poste dalla globalizzazione, dall’accelerazione dei contributi delle scienze, dell’informazione, muove da una prospettiva educativa che vuole essere in consonanza con la mutevolezza delle nuove tecnologie e dei nuovi saperi. Alla conferenza stampa parteciperanno: Stefano Di Tommaso, Sindaco di Frascati, Armanda Tavani, Assessore alle Politiche Culturali ed Educative del Comune di Frascati; Marco Di Stefano, Assessore alla Scuola, Diritto allo studio e Formazione professionale della Regione Lazio; Paola Rita Stella, Assessore provinciale alle Politiche della Scuola.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anniversario dichiarazione diritti del fanciullo

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 novembre 2009

Ancora in prima linea la Fondazione “Giuseppe Ferraro” che in occasione del 50esimo anniversario dell’approvazione Onu della  Dichiarazione universale dei diritti del fanciullo e del coincidente 20esimo anniversario dell’adozione della Convenzione Internazionale sui diritti dell’infanzia da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, indice la quinta edizione del Premio Giuseppe Caliendo con il Concorso Nazionale Quali diritti per i fanciulli? L’obiettivo, da sempre, è quello di promuovere nei giovani, attraverso gli adulti di riferimento e gli apprendimenti personali, una riflessione sul cammino percorso e quello ancora da percorrere, qui e in tutto il mondo, per la realizzazione dei diritti sanciti dai citati documenti. Quello che si chiede ai partecipanti non è un lavoro di copia e incolla dai siti internet o di ricerca sulla situazione dell’infanzia nel mondo con disamina dei fatti di cronaca, bensì una produzione personale o di gruppo, consona alle età e capacità critiche dei partecipanti,  in cui l’adulto abbia solo funzione di facilitatore. Sono destinatari del concorso studenti e giovani dai 7 ai 22 anni, singoli e/o appartenenti a gruppi spontanei, istituzioni scolastiche, di accoglienza, parrocchiali, di volontariato, sportive, di genere, ludiche, senza alcuna limitazione e loro responsabili o adulti di riferimento (insegnante, educatore, assistente ecc). Il tema su cui riflettere è “Cosa si è fatto, o si può fare, per promuovere i diritti dei minori e il rispetto delle norme contenute nei due testi in esame e principalmente cosa si può fare in prima persona  per  realizzarli”. Ogni giovane concorrente può presentare una sola opera per sezione (sia che partecipi con opera personale sia in un gruppo). Le sezioni sono due: letteraria e immagine. La prima prevede la realizzazione di un testo dattiloscritto in una delle seguenti forme espressive: articolo giornalistico, favola, racconto, composizione di massimo 3500 battute (2 pagine), poesia di massimo 30 versi, atto unico di massimo15 minuti (20 pagine), slogan; la secondala realizzazione di un video di max 10 minuti, di immagini fotografiche o bozzetto grafico con o senza didascalie composto da 3-5 tavole, di un fumetto o strip, un logo. I termini per la consegna sono stati fissati per la fine di febbraio. Ogni altro informazione potrà essere chiesta alla Fondazione Ferraro il cui sito web è http://www.fondazionegiuseppeferraro.org

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »