Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘adunanza’

Mostra Adunanza di Adelita Husni-Bey

Posted by fidest press agency su sabato, 2 giugno 2018

Modena. Venerdì 8 giugno alla Galleria Civica di Modena, nella suggestiva Palazzina dei Giardini mostra Adunanza di Adelita Husni-Bey. Si tratta della prima grande personale in un’istituzione italiana della giovane artista, nata a Milano nel 1985 che oggi vive a New York e che negli ultimi anni si è distinta nel panorama internazionale, partecipando a manifestazioni di rilievo quali la Biennale d’Arte di Venezia nel 2017 (tra i rappresentanti del Padiglione Italia), e la mostra Being: New Photography 2018 al MoMA di New York.La mostra riunisce l’eterogenea produzione che Adelita Husni-Bey ha sviluppato negli ultimi dieci anni tra video, installazioni, opere pittoriche, serie fotografiche, disegni e lavori su carta. Fin da giovanissima, Adelita s’interessa a temi politici e sociali complessi indagandoli attraverso studi di sociologia, teorie educative anarco-collettiviste e pratiche d’insegnamento sperimentali. Le sue opere si fondano e nascono da processi collettivi, nella forma di workshop e giochi di ruolo che hanno visto la partecipazione di varie tipologie di comunità, tra cui figurano studenti, atleti, giuristi e attivisti politici, con i quali sono condivisi contrattualmente i proventi dell’opera finale.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Casini e il partito della nazione

Posted by fidest press agency su domenica, 23 maggio 2010

Editoriale. E’ un nuovo soggetto politico o è un nuovo aggregamento di movimenti quanto ci sta proponendo il presidente dell’Udc? Ci riferiamo a quanto proclamato in questi giorni da Pierferdinando Casini durante il seminario di Todi della Fondazione Liberal. Vedremo nei prossimi mesi se questo auspicato patto per l’Italia si può realizzare senza ritrovarci con il solito “fumus” mediatico. Dice Casini: ”Sono contrario ai partiti personalistici, e sono contrario al mio nome del simbolo”. Un simbolo che dovranno decidere gli italiani per un partito nuovo chiamato a farsi ”non adunanza di sigle” ma ”partito della nazione, della Repubblica, del popolo italiano”, fra coloro che ”hanno senso di responsabilità e vogliono ricostruire un’unità nazionale” lacerata dal ”giustizialismo” tollerato dal Pd nei confronti del suo alleato Di Pietro e dalle spinte anti-politiche di una Lega che ”non dà risposte politiche ai problemi che denuncia” ma che gode della rendita di posizione assicuratagli da Silvio Berlusconi quando al Carroccio ha dato ”la golden share del governo”. Belle parole, persino condivisibili, ma sono praticabili con un progetto serio e realizzabili soprattutto? Sta di fatto che oggi si avverte la necessità di aprire una pagina politica nuova e ancor più di fare una seria riflessione sul dopo berlusconismo. Non si tratta tanto di chiosare le parole del presidente del consiglio quanto dice che il “paese va a rotoli” ma di capire qual è il reale punto di rottura tra le intenzioni e la realtà. Tra la logica del cambiamento e l’effettivo cambiamento che tutti noi attendiamo e che da decenni attendiamo. Siamo stati distratti negli anni della ricostruzione postbellica, lo siamo stati ancora in quelli di “mani pulite” e ancora dall’ubriacatura berlusconiana e ora dovremmo, finalmente, uscire dai fumi dell’alcol e prenderci un forte corroborante e non certo la classica dose di bromuro per lasciarci nuovamente nel limbo delle indecisioni e delle vacuità. Da tutto questo quello che ci appare evidente è che si tratta dell’ennesima operazione di vertice: sono i leader che vengono dalla scuola del potere, dall’establishment che in forma palese e occulta hanno pensato per noi lucrando sulle nostre debolezze, sui nostri dubbi esistenziali e che vogliono, in ultima analisi, scongiurare il pericolo di una deriva popolare di cui non conoscono i possibili sviluppi nella logica di chi continua a scegliere la strada vecchia in luogo della nuova perché sa quel che ha ma non sa cosa lo attende. Noi, invece, siamo convinti che una nuova opportunità è offerta e che questa possibilità proviene solo da una parte, quella di un movimento che nasca dal popolo, che sappia fare piazza pulita delle ingegnerie politiche dei partiti e dei loro leader che hanno a lungo parlato e illuso, che hanno proclamato e rivendicato diritti ma ci hanno dato solo risultati deludenti rinfocolando gli egoismi di chi ha e vive nel superfluo a spese di chi non ha ed elemosina il necessario. E’ tempo per una nuova ridistribuzione delle risorse. Di un maggiore rispetto per la legalità. Per un riconoscimento del lavoro e del diritto ad avere una nazione coesa non in termini di entità geografica ma per intimo convincimento del suo popolo. Pensiamoci bene. E’ forse l’ultimo appello che ci è offerto, ma per rispondere “presente” non ci aspettiamo che lo faccia un piccolo manipolo, ma la grande corale di un popolo. Usciamo dal guscio dei nostri piccoli interessi personali e facciamoci riconoscere come popolo e come nazione sovrana. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Adunanza Eucaristica Nazionale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 giugno 2009

Roma 27 ed il 28 Giugno Circo Massimo.  Si svolgerà nella notte tra il 27 ed il 28 giugno 2009 la terza edizione dell’Adunanza Eucaristica Nazionale, l’incontro di preghiera ed adorazione eucaristica animata dai giovani nella splendida cornice notturna del Circo Massimo di Roma con molte novità introdotte dagli organizzatori in questo terzo appuntamento che vedrà la partecipazione di circa 100 associazioni tra parrocchie, gruppi di preghiera, ma anche associazioni di volontariato sia cristiane che ‘laiche’. Al classico appuntamento che prevede la Celebrazione della Santa Messa alle ore 20, presieduta dal Vescovo Ernesto Mandara alla quale seguirà l’inizio della preghiera (che si protrae fino alle 6 della mattina, con le prime luci dell’alba di Roma) in questa edizione è stato aggiunto un ampio e variegato momento di animazione con musica ed apertura di stand di varie associazioni, il giorno di sabato 27 giugno.  L’iniziativa dell’incontro delle associazioni di volontariato prende il nome di ‘Mani per pregare, mani per operare’ e sarà un momento di confronto ed incontro tra circa 100 associazioni ed ‘onlus’ che operano nel territorio romano, ma anche nazionale ed internazionale. “Questo scambio di esperienze e meeting – spiega Fabio Anglani, coordinatore nazionale dell’Adunanza Eucaristica – è stato inserito per creare una rete di persone di buona volontà, e le associazioni presenti non saranno solo quelle di ‘ispirazione cristiana’; un momento di grazia particolare poiché tutti gli stand saranno distribuiti intorno alla zona dell’esposizione eucaristica, e quindi sarà possibile per tutti gli operatori di pace, avere di fronte ai propri occhi la presenza del Signore, centro e vertice della nostra Adunanza”. Durante la notte saranno allestite alcune tende dedicate al sacramento della confessione. I giovani dell’Associazione Nazionale Papaboys hanno invece pensato a coordinare un momento di ‘apertura’ di tutta l’iniziativa, dalle ore 18, quando sarà la compagnia teatrale della Band ‘Le Fragole’ a presentare un allestimento musicale dal titolo ‘Il Segreto delle Sette fonti’, per poi lasciare il palco al “Good News Festival in Tour”, iniziativa già promossa dalla Pastorale Giovanile del Vicariato di Roma, alla quale parteciperanno alcuni giovani cantanti di “christian music”, emergenti nel panorama musicale romano. Il concerto sarà condotto dal giovane artista Andrè (un passato sul palco del teatro Ariston per il Festival di Sanremo ed un presente nell’impegno sociale con altri giovani coetanei) con la collaborazione di Patrizia Antonacci e vedrà la partecipazione di Padre Raf ed altri artisti di ispirazione cristiana tra cui gli Ndg. Nella mattina di domenica 28 sarà il turno della festa dei giovanissimi che dalle ore 9 alle ore 12 saranno intrattenuti al Circo Massimo con giochi, clown ed animazione, con gli stand aperti, fino alle ore 12 quando è previsto l’appuntamento con l’Angelus di Papa Benedetto XVI.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »