Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘affaristi’

Pecunia non olet (Il denaro non puzza)

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 agosto 2016

South-China-Sea-reference-map-US-CIAIl capitalista, liberista, evasore fiscale (con condanna passata in giudicato) espulso dal Senato, impedito dallo svolgere attività politica e parlamentar , Silvio Berlusconi, si è rivolto al comunismo cinese per risolvere il pesante passivo (sia sportivo che economico) del suo Milan. L’acquisto del Milan da parte di una cordata di imprenditori cinesi, in realtà è capeggiato dal governo comunista, dichiaratamente comunista. Ma si tratta di un comunismo sui generis, in quanto risulta ferreo e autoritario con le masse lavoratrici, costrette a mantenere un livello salariale da fame, per mettere una esigua minoranza di affaristi senza scrupoli nella condizione di competere con tutte le nazioni del pianeta, offrendo prodotti manufatti a prezzi che per le nazioni occidentali non sarebbero di possibile applicazione. Quindi comunismo al governo per dominare le masse lavoratrici, ma capitalismo liberista riservato ad una esigua minoranza diventata ricchissima.
Tra le due fasce della popolazione cinese, c’è un divario abissale, ma non solamente sotto il profilo economico, ma principalmente politico. Il GAP che ne deriva e che crea una barriera tra le classi non è solamente economico, bensì, principalmente politico, con il comunismo al potere politico e il capitalismo liberista al potere economico.
In questa contraddizione Berlusconi si è ritrovato in piena sintonia, perché l’autoritarismo comunista garantisce il controllo delle masse lavoratrici, mentre il liberismo capitalista permette a imprenditori privi di scrupoli di entrare da dominatori nel mercato generale mondiale.
Nulla da eccepire se gli imprenditori sono gli stessi che hanno iniziato a produrre su licenza di aziende occidentali, per mettersi in proprio quando sono riusciti ad impadronisti delle tecnologia occidentali; praticamente una truffa di Stato che ha consentito al governo cinese di impadronirsi del 30% del debito pubblico degli USA, così che nessuno può o potrà permettersi di contrastare la sleale concorrenza dei capitalisti cinesi, protetti dal governo comunista, che minaccia di mettere sul mercato i titoli del debito pubblico USA, nelle remota ipotesi di azioni di rivalsa contro il furto di tecnologie occidentali.
Come si troverà il governo cinese a riconoscere gli stipendi ai giocatori del Milan, sulla base di milioni di dollari, quando lo stipendio medio operaio non supera i 200 dollari al mese? (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il “caso” di Mara Carfagna

Posted by fidest press agency su domenica, 21 novembre 2010

Le minacce di dimissioni  di Mara Carfagna diventano un fatto politico di prioritaria importanza, seconde solo all’attesa sentenza della Consulta sul legittimo impedimento che spoglierà il cavaliere di ogni protezione, costringendolo a presentarsi ai magistrati per beccarsi la giusta condanna per i suoi reati. La defaillance di Mara sarebbe uno schiaffo al governo, accusato di farsi dominare dagli affaristi, ma anche una ginocchiata nei denti (o anche altrove) al cavaliere che al governo l’ha promossa sollevandola dagli oneri calendaristici.  Seguiranno altre dimissioni o minacce di dimissioni, perché si scopre che, in questo momento, il cavaliere è disposto a concedere tutto pur di non perdere consensi; escludo che possa dimettersi Bondi, ma solo perché le sue dimissioni sarebbero le sole tempestivamente accettate, tanto il suo voto è sicuro ugualmente.  In predicato Frattini  e, potenzialmente, anche Gelmini (costretta  da Tremonti a legiferare, accaparrandosi il disprezzo della classe insegnante e degli alunni di ogni ordine e grado, con l’adesione dei ricercatori, dei precari e anche dei bidelli). Ci sarebbe anche la Prestigiacomo in odore di fuga in avanti, per le note vicende siciliane. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »