Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘affidabile’

Turbine a gas per Israele

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 maggio 2012

Ashkelon, Israele e Houston, USA (NYSE: GE) ha annunciato la spedizione di dodici turbine a gas di derivazione aeronautica, modello LM-6000PC Sprint™, alla centrale elettrica Dorad Energy di Ashkelon, in Israele, per soddisfare parte del contratto da 200 milioni di dollari con Wood Group GTS. L’impianto svolgerà un ruolo determinante nell’innalzare i livelli di affidabilità del sistema elettrico nazionale israeliano, rappresentando uno dei primi e il più grande impianto energetico indipendente presente sul territorio da quando, alcuni anni fa, il mercato elettrico è stato deregolamentato.GE prevede l’avvio delle operazioni commerciali per la seconda metà del 2013. I generatori delle turbine a gas sono prodotti presso l’impianto di Veresegyház, vicino a Budapest, in Ungheria, attivo dal 2000 e base della produzione di componenti di turbine GE nella regione dell’Europa centrale.
Il sistema elettrico di Israele è caratterizzato da minimi margini di riserva o di capacità aggiuntiva per fare fronte ai periodi di picco; questo significa che in presenza di un forte aumento della richiesta vi è il rischio di interruzioni nella fornitura. Le turbine a gas aeroderivate LM6000-PC Sprint di GE sono delle unità a elevata potenza altamente efficienti la cui configurazione permetterà di attivarne e disattivarne intere sezioni in maniera molto rapida senza introdurre perdite in termini di efficienza energetica. Questo garantirà i massimi livelli di flessibilità ed efficienza dell’impianto in qualsiasi modalità operativa. La centrale utilizza un design a ciclo combinato: il calore generato dalle turbine a gas viene riutilizzato per produrre vapore e alimentare due generatori basati su turbina a vapore, a vantaggio di un ulteriore incremento dei livelli complessivi di output con percentuali di efficienza più elevate.
GE ha firmato l’accordo con Wood Group GTS, l’impresa EPC (engineering, procurement and construction) che si occupa della costruzione della centrale per conto di Dorad Energy. Divisione di John Wood Group PLC, Wood Group GTS fornirà inoltre i generatori con turbine a vapore e le relative attrezzature di supporto.Gli utenti finali di vari settori e la Israel Electric Corporation (IEC) acquisteranno l’energia prodotta dall’impianto, mentre la rete IEC si occuperà della trasmissione e distribuzione della stessa. Data la sua importanza, l’impianto potrà utilizzare due combustibili diversi, principalmente gas naturale ma anche distillati petroliferi se necessario.Molti clienti hanno scelto GE per supportare l’infrastruttura energetica di Israele. Negli ultimi sei mesi GE ha ricevuto, ad esempio, commesse per la fornitura di altre quattro unità LM6000 da destinare a diversi progetti di centrali elettriche situate a Ramle, Ashdod e Ramat Negev: con queste installazioni la base complessiva di potenza installata di turbine LM6000 in Israele arriverà alle 17 unità.In un mondo in continuo cambiamento e con esigenze energetiche diverse, il portafoglio di innovative soluzioni per l’energia distribuita di GE, che vanno da 100 chilowatt a 100 megawatt, offre alle aziende e alle comunità di tutto il mondo la capacità di generare energia affidabile ed efficiente utilizzando un’ampia varietà di combustibili ovunque, sia on-the-grid sia off-the grid. Le soluzioni per l’energia distribuita di GE offrono a clienti di tutti i tipi – dalle industrie alle comunità in via di sviluppo, fino ai funzionari governativi che gestiscono catastrofi e altre situazioni di emergenza – la capacità di generare energia affidabile e sostenibile quando e dove serve. L’offerta per l’energia distribuita di GE comprende turbine a gas di derivazione aeronautica, motori a gas Jenbacher e Waukesha e soluzioni per il recupero del calore di scarto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vietnam, partner affidabile e hub ideale per l’area Asean e l’Asia

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 marzo 2012

Il Vietnam ha operatori economici seri e corretti nei rapporti commerciali, è Paese stabile e in grande crescita, hub ottimale per l’accesso all’Asean e, più in generale, al mercato asiatico, esportando praticamente duty free, per esempio, verso Cina, Corea del Sud e Giappone. Con 2500 aziende – e 250 mila occupati – nel settore del legno, il Vietnam è primo esportatore di mobili del sud-est asiatico, pronto per partnership con imprese straniere che gli permettano di migliorare il know-how produttivo, la logistica e i processi d’innovazione. Lo hanno confermato gli interventi di relatori e aziende oggi intervenuti a presentare il Paese asiatico, in Camera di Commercio a Udine, tappa di un ciclo nazionale di seminari che ha visto la presenza del Consigliere Commerciale dell’Ambasciata del Vietnam in Italia, Bui Vuong Anh, accolto dal vicepresidente Cciaa Marco Bruseschi. Un’occasione per gli imprenditori friulani presenti anche per un confronto con gli 11 colleghi vietnamiti che stanno frequentando il master “Production Engineering and Management of Woodworking Industry” a Pordenone. L’appuntamento in Cciaa ha permesso anche di approfondire il progetto per lo sviluppo dei distretti di Pmi del settore in Vietnam, gestito dall’Unido, finanziato dal Ministero degli Esteri e realizzato in Vietnam sempre da Unido con il locale Ministero per la programmazione e gli investimenti. Oltre al legno-arredo, altri due cluster promettenti sono quelli del tessile e del calzaturiero, ha precisato Dino Fortunato di Unido. «Dopo la crisi finanziaria – ha aggiunto il consigliere Bui Vuong Anh – abbiamo recuperato soprattutto grazie alla nostra produzione di mobili in legno e prodotti d’artigianato: il valore delle esportazioni dei settori ha raggiunto una crescita annuale del 20%. I nostri prodotti in legno sono esportati in oltre 120 paesi, per il 44% negli Usa e per il 29% in Ue, nostri mercati riferimento». «Consideriamo il Vietnam il partner istituzionalmente più stabile di un’area strategica, con grandi potenzialità per le nostre aziende», ha precisato Giorgio Simonetto, Direttore Generale di Veneto Innovazione, mentre dopo gli interventi di Enrico Sartor, Direttore del Consorzio Universitario di Pordenone, e di Elisabetta Vignando, Advisor Woodworking Cluster di Unido, significativa è stata la testimonianza di Dario D’Antoni per l’azienda Gervasoni Spa, che ha una trentennale collaborazione con il Vietnam. «Lì – ha confermato – si respirano euforia, entusiasmo, forte dinamismo, così importanti per la piccola impresa, che qui non si respirano più da anni. Considero i vietnamiti molto vicini all’Europa: ciò significa avere relazioni più semplici, ma anche più umane di altri Paesi asiatici». Per il manager di Gervasoni, azienda che, come ha rimarcato, continua a mantenere saldamente la produzione in Friuli collaborando con il Vietnam per alcuni specifici tipi di lavorazioni, non bisogna avere paura di trasferire il know how, perché è ciò che consente la crescita nei rapporti e nell’affidabilità, oltre che nella qualità generale del lavoro. Il Vietnam va poi considerato, come sottolineato anche da Massimo Di Nola, giornalista di Radiocor Il Sole 24 Ore, una piattaforma ideale per arrivare al resto dell’Asia e dell’Asean in particolare. Area, quest’ultima, verso cui l’export dal Fvg, dopo un 2008 e un 2009 difficili, sta crescendo notevolmente: ben dell’11% nel 2010 e di un ulteriore 20% nel 2011.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

A Lugano la boutique del cristallo

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 aprile 2010

La Vetreria Re, gli artisti del vetro “made in Italy”, sbarca nel Canton Ticino con una vetrina di novità. Proprio il vetro, grazie alla sua versatilità, è sempre più apprezzato anche da architetti e costruttori svizzeri: le richieste del mercato sono svariate, si va dal semplice box doccia, realizzato su misura, alle pareti in vetro e alle porte d’arredo, personalizzabili. «Il vetro è un materiale sempre più utilizzato in molte installazioni differenti, che vanno dal semplice box doccia a creazioni più complesse come le facciate – prosegue Andena -. È necessario affidarsi ad aziende esperte, in grado di saper risolvere i problemi legati a questo tipo di materiale all’apparenza così fragile. Non è stato facile per noi selezionare un partner nel settore del vetro affidabile e professionale, in grado di coniugare abilità artigianale e innovazione. Con la Vetreria Re c’è stata, da subito, intesa e collaborazione». In 240 metri quadrati sono raccolte le ultime novità, il tutto personalizzabile: «Progettiamo spazi su misura per tutta la casa, in particolare per la cucina e il bagno. L’esposizione ruota in tempi stretti: vogliamo che il cliente trovi da noi sempre le ultime novità». L’indirizzo è via Pian Scairolo 21, 6915 Pambio Noranco (Lugano ) Vetreria Re. Nata nel 1989, l’azienda è leader nell’arte vetraria ed è entrata a pieno titolo tra le aziende operanti nel “settore del lusso”, in grado di seguire tutte le fasi di lavorazione. Ha collaborato con aziende e professionisti di primo piano operanti nel settore del mobile, della meccanica e della progettazione che le hanno consentito di proporsi al mercato con soluzioni “chiavi in mano”, occupandosi direttamente di tutti gli aspetti che riguardano sia il prodotto per interni sia per esterni. Tra i clienti: Emporio Armani, Martini, Hugo Boss, Mariella Rosati, Tod’s, Hermès e Dolce&Gabbana.(dsc)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuove stampanti monocromatiche

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 febbraio 2010

InfoPrint Solutions Company, joint venture tra IBM e Ricoh, ha annunciato l’inserimento di sei nuovi modelli nel proprio portafoglio di stampanti monocromatiche a foglio singolo, offrendo così soluzioni ad alte prestazioni per ambienti transazionali e Print On Demand (POD).  I modelli InfoPrint Pro 907, InfoPrint Pro 1107 e InfoPrint Pro 1357 sono ideati per l’impiego in data center, centri servizi e aziende per operazioni di stampa e finitura di documenti transazionali. Tutti i modelli supportano la tecnologia InfoPrint IPDS (Intelligent Printer Datastream), il datastream privilegiato per la stampa transazionale. Con un massimo di 135 impressioni al minuto (ipm) e un ciclo di lavoro di 1,9 milioni di impressioni mensili, garantiscono una stampa di alta qualità, rapida e affidabile, proteggendo, al contempo, i dati variabili di tipo mission-critical. I nuovi modelli multifunzione, contraddistinti dalla dicitura EX, sono ideali per i lavori di stampa on-demand. InfoPrint Pro 907EX, InfoPrint Pro 1107EX e InfoPrint Pro 1357EX sono dispositivi veloci, potenti, versatili e compatti per la gestione di molteplici applicazioni di stampa e flussi di lavoro, in genere in situazioni che richiedono tempi di esecuzione rapidi. Il disco fisso standard di cui sono dotati questi tre modelli può essere utilizzato per salvare e gestire i lavori, velocizzare la realizzazione di opuscoli, utilizzare dati variabili e modificare l’ordine delle pagine. Le unità orientate alla stampa on-demand offrono la possibilità di utilizzare svariati supporti, tra cui schede, etichette e carta patinata.  I modelli EX supportano inoltre un server di stampa EFI Fiery esterno, consentendo così la creazione di lavori complessi e la gestione delle code di stampa.  Tutti e sei i modelli sono modulari e configurabili per rispondere al meglio alle esigenze degli ambienti transazionali e POD.  Grazie alle elevate velocità di stampa, la stampa di alta qualità con risoluzione 1200 dpi e le eccellenti funzionalità di finitura, non sarà più necessario affidare i lavori in outsourcing. Le notevoli capacità di input e output, l’unità anticurvatura per i supporti, le componenti di servizio TCRU (Trained Customer Replaceable Units) e il sensore a ultrasuoni di rilevamento multifeed aumentano l’uptime e consentono elevate tirature di stampa. Tutti i modelli sono in grado di offrire supporto per molteplici datastream, stampa di dati variabili, stampa su diverse modalità plex e supporti differenti, nonché svariate opzioni di finitura per velocizzare il completamento dei lavori.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »