Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 126

Posts Tagged ‘affrontare’

Roma impreparata ad affrontare il Giubileo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 settembre 2015

atac trasporti roma«Il blocco della linea A della metropolitana che si è verificato a Roma è l’ennesima conferma di quanto la città sia totalmente impreparata ad affrontare un evento di portata internazionale come il Giubileo. Se non si è in grado di assicurare l’erogazione di servizi minimi ai cittadini è impensabile pensare di reggere l’urto dei milioni di turisti e pellegrini che arriveranno nei prossimi mesi».
Lo dichiara l’ing. Sandro Simoncini, docente a contratto di Urbanistica e Legislazione Ambientale presso l’università Sapienza di Roma e presidente di Sogeea SpA. «A preoccupare maggiormente sono le criticità che riguardano le infrastrutture, in primis quelle trasportistiche – prosegue Simoncini –. Quando si ha a che fare con opere realizzate decine e decine di anni fa, o si procede a uno smantellamento e a una ricostruzione oppure si punta su una manutenzione costante e di qualità: a Roma si è scelto di non scegliere, non percorrendo nessuna delle due strade. La scusa della mancanza dei fondi non regge più: si stanno spendendo miliardi di euro per realizzare la linea C della metro e si lasciano marcire le due già esistenti. Con il Giubileo alle porte, la città rischia di collassare, altro che candidatura alle Olimpiadi. Va allestita una vera e propria “unità i crisi” che proceda immediatamente a una mappatura degli interventi di manutenzione più urgenti da realizzare sulle infrasttutture esistenti, abbandonando per il momento qualsiasi velleità di opere di ampio respiro. Le stesse persone dovrebbero poi monitorare durata e qualità degli interventi, in modo da evitare lungaggini e sprechi. Sarebbe il caso che tecnici ed esperti dei vari settori si mettessero a disposizione anche a titolo gratuito per salvare Roma da quella che rischia di essere una figuraccia senza precedenti». (Giorgio Giuliani)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governo non canti vittoria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2010

“Il Governo non canti vittoria e non si autocelebri per l’intesa raggiunta dall’Ecofin sul fondo di stabilizzazione dell’euro. La ripresa della Borsa è una circostanza fisiologica, così come lo è il calo di oggi. Se, da un parte, si è riusciti a fermare la speculazione ai danni della Grecia, dall’altra è innegabile che i problemi rimangono tutti sul tappeto” lo dichiara in una nota l’on. Antonio Borghesi, vicepresidente del gruppo di Italia dei Valori alla Camera.“Senza una politica economica del governo seria per la tenuta dei conti pubblici ed una politica industriale di ampio respiro, ci ritroveremo presto a gestire una situazione a dir poco drammatica, anche per le tensioni sociali che potrebbero derivarne. Invece di crogiolarsi sugli allori, il governo pensi a come affrontare seriamente una spesa pubblica che continua a correre ed una disoccupazione che sale, come certificano oggi i dati Ocse” conclude il vicepresidente del gruppo IDV alla Camera.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Polverini e il voto nel Lazio

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 aprile 2010

“Emma Bonino a Roma ha vinto in 18 circoscrizioni su 20. Sorprende che proprio nella città amministrata da Alemanno, nonostante gli enormi sforzi profusi dal Pdl per questa campagna elettorale, il centrodestra abbia ottenuto 100 mila voti in meno rispetto al centrosinistra. Probabilmente i cittadini romani cominciano ad avvertire un senso di generale sfiducia intorno all’operato del sindaco. Peccato che questo clima non sia stato avvertito anche nelle province laziali, e proprio da questo punto dobbiamo ripartire cercando di capire il perché di tale disfatta”.Così il vicesegretario per il Lazio dell’Italia dei Valori, Oscar Tortosa, valuta il successo di Renata Polverini alla presidenza della Regione. “Analizzando questi risultati prepariamoci alle prossime sfide che l’Idv si appresta ad affrontare – conclude l’esponente del partito guidato da Antonio Di Pietro – siamo chiamati a rispondere ai problemi sociali che attanagliano i cittadini, come la precarietà del lavoro, la disoccupazione, il caro affitti e le pensioni. Oltre a questo affermo che faremo nostri i referendum contro il nucleare e la privatizzazione dell’acqua. La sfida per le prossime elezioni comunali inizia oggi – conclude Tortosa – e noi siamo pronti a proporre un concreto progetto alternativo all’attuale amministrazione romana”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cittadini poco informati sul carcinoma gastrico

Posted by fidest press agency su martedì, 2 marzo 2010

Da un sondaggio realizzato dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) che coinvolto 600 cittadini è emerso che la conoscenza sul tumore allo stomaco, rischi e terapie, è bassa e di scarsa qualità. Il 93% non ha mai sentito parlare del tumore dello stomaco, il 57% non sa se esistano esami in grado di individuarlo precocemente, l’84% non ha mai letto nessun articolo sull’argomento, ma ben il 78% vorrebbe saperne di più su come prevenire e affrontare questa malattia. Nel quadro delineato dalle risposte il 9% consuma tutti i giorni insaccati o carne rossa alla brace, il 56% 3 o 4 volte alla settimana e solo il 10% assume frutta e verdura correttamente. Nonostante queste cattive abitudini, il 70% non pensa di essere a rischio e solo il 42% individua nell’alimentazione scorretta e nella mancanza di attività fisica potenziali fattori nocivi. Anzi, la metà è convinta che l’inquinamento sia un fattore di rischio più importante della dieta. Inoltre, 79% degli intervistati ritiene che il cancro gastrico non sia guaribile. L’AIOM ha rivolto l’indagine anche al suo interno: dal sondaggio fra gli specialisti oncologi italiani emerge la necessità di terapie specifiche che possano portare a sensibili miglioramenti nelle cure e insieme garantire buona qualità di vita ai pazienti. Inoltre va implementata la diffusione delle conoscenze su fattori di rischio e prevenzione (alimentazione, consumo di alcool, fumo di sigaretta, positività per l’Helicobacter Pylori).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nel mare dell’insondabile

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 settembre 2009

(edizioni fidest: racconti brevi di Riccardo Alfonso) Esistono delle certezze matematiche dalle quali non si può prescindere. E’ il caso degli iperspazi. Essi costituiscono una delle teorie più elevate ed astratte della matematica tanto che al loro apparire furono considerati come semplice fantascienza. Tuttavia, per evitare equivoci, va anche ricordato che la scienza non è in grado di affrontare la totalità del pensiero ma solo delle astrazioni di essa.  Ma in ogni caso tutte le volte che modifica le sue frontiere deve, nello stesso tempo, revisionare i suoi principi e, così facendo, tutto il pensiero dell’uomo nel suo insieme è sottoposto a profonde rettifiche. Ma solo in tale misura le conoscenze si scambiano utili informazioni e si evolvono pur nel rispetto delle singole autonomie. In questa fattispecie il mondo scientifico deve essere considerato come un sistema in perenne evoluzione da cui emergono – per Charles Singer – “degli esemplari di valore e precisamente quegli esemplari che furono così risolutamente respinti dai filosofi materialisti della prece-dente generazione. Per nostra fortuna quel tipo di filosofo che si permetteva di ignorare le grandi conclusioni a cui è arrivata la scienza, sta ora per scomparire.”  Ma ora anche la scienza deve farsi più dialettica per rendere i metodi della filosofia più influenti nel determinare la natura del mutamento. In questa misura occorre riconsiderare il concetto di una radicale separazione tra i singoli mondi mentali degli individui e l’intelletto e la materia.  Ma vi è anche un altro messaggio che non va sottaciuto. Spesso noi riserviamo poco spazio agli uomini d’ingegno che ci sono contemporanei e così facendo disperdiamo un gran patrimonio d’idee e di studi che solo fortunosamente i posteri riescono a raccogliere e a fondare, su di essi, più ardite teorie e attente riflessioni. Sull’argomento penso ci possa bastare un esempio tra i più noti. Mi riferisco a Giambattista Vico. La sua esistenza fu stentata ed avara di soddisfazioni. Il suo impegno culturale sembrava destinato ad un ingiusto anonimato anche dopo la sua morte.  Dobbiamo al Filangieri e al Goethe che, leggendo la sua “Scienza nuova”, intravidero in essa “presentimenti sublimi del buono e del giusto che un giorno regneranno su questa terra.”  Da allora fu un crescendo continuo d’estimatori di “rango”: da Foscolo al Manzoni e sino a Benedetto Croce e dalla Parigi di Michelet alla Germania di Wegel e di Marx. Solo in tal modo l’ignoto ed ignorato Vico si collocò degnamente nel mondo della cultura del suo e di tutti i tempi cominciando ad assumere i connotati di un “genius loci”. Eppure egli era quasi schiacciato da una costellazione di detrattori che lo accusavano di avere una scarsa conoscenza della cultura europea, di polemizzare con Cartesio in modi e tempi sbagliati, di essere, secondo Giuseppe Ferrari, servile con i potenti ed eccessivamente “entusiasta per il cattolicesimo.” Nello stesso tempo non si tollerava il suo italiano involuto e latineggiante, pieno di riguardo per le accademie e la sua povertà di riferimenti. Tale severità di giudizio non era espresso dall’anonimo cronista ma da Pietro Giannone che con il Genovesi erano considerati i maggiori intelletti napoletani del tem-po. Le idee esposte nei “librettini di Vico” erano considerate incomprensibili da questi dioscuri e non degne di “torcersi il cervello” per intenderle. Erano in definitiva la cosa più “scipita e transonica che si potesse leggere.” Sparivano in questo modo, per i suoi critici, la potenza e l’acutezza delle sue intuizioni e concezioni, l’originalità del pensiero, l’ampiezza degli interessi e le folgoranti associazioni di parole e d’idee sia pure in un contesto baroccamente composito e ridondante. Di certo il Vico poteva vestire l’abito del suo tempo esprimendosi con un linguaggio accademico un po’ greve e goffo senza fantasia e senza humour, ma ciò non gli impediva di mettere in mostra il suo talento e le sue felici intuizioni. Oggi, a distanza di circa tre secoli, la fama del Vico invece di appannarsi risplende di rinnovata luce. Per Marx l’affermazione principale del Vico è che solo un mondo può essere davvero conosciuto dall’uomo ed è il mondo della storia, perché è l’uomo a farla, e si conoscono veramente solo le cose che si fanno. Lo stesso dicasi per il mondo delle scienze e della tecnica essendo una sua pura invenzione. La natura, invece, l’uomo la trova, può subirla o modificarla, ma non può conoscerla sino in fondo. “La tecnologia – osserva Marx riandando al pensiero vichiano – svela il comportamento attivo dell’uomo verso la natura, l’immediato processo di produzione dei suoi rapporti sociali vitali e delle idee dell’intelletto che ne scaturiscono.” “Resta oggi – scrive Giuseppe Galasso – lo scandalo di un pensiero che si rivela suscettibile di tante letture, perfino in chiave esistenzialistica, per un’evidente ricchezza di motivi e capacità di sollecitazione, rafforzate da aspetti d’ambiguità e d’oscurità, non per una consuetudine accademica. Rimane la difficoltà di aggregarlo ad una scuola particolare e di farne un idealista o un positivista, un cattolico o uno storicista e via dicendo, perché continuamente riemergono dai suoi scritti implicazioni e inflessioni che vanificano i tentativi d’appropriazione.” E’ questo un altro aspetto che ci richiama alla cultura del domani formata da un pensiero che non ha la pretesa d’essere originale ed esclusivo, ma sa di dover sempre e in ogni caso fare i conti con il suo passato. Esso non si cancella perché ognuno di noi è depositario di quella parte di verità che da sola non riesce a dirci tutto, ma i cui pezzi, sia pure minuti, sono fondamentali per ricostruire l’intero disegno del Creatore.  Sta a noi raccogliere queste microscopiche schegge, con pazienza e costanza, e fare in modo che si ricompongano nella loro primigenia interezza. E Vico ha fatto la sua parte. Resta a noi oggi, detergendo ciò che è appartenuto solo al suo tempo, come un guscio che nasconde un seme, ridarlo alla nuda terra affinché da esso  germogli la pianta del pane della vita e ci permetta di guardare di là dalla vita. (parte undicesima)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Tutti in famiglia”

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 luglio 2009

valeriRoma  – Anfiteatro Villa Lais – Piazza G. Cagliero, 20 10  luglio h 21.30 – “I soldi, racconti d’oro” 11 luglio h 21.30 – “Malandrino romano” 12 luglio h 19.00  – “Improbombadill” 12 luglio h 21.30 – “Lettere dall’altro secolo” Con lo spettacolo “I soldi – Racconti d’oro”, Franca Valeri apre, venerdì 10 luglio (h.21.30), la manifestazione “Tutti in famiglia” che, con la presenza di  Roberto Ciufoli,  Tiziana Foschi, Paola Minaccioni ed Emanuela Grimalda,  resterà sino al 15 luglio a Villa Lais. Troppi  o troppo pochi, i soldi, soprattutto in un periodo di crisi, sono la nostra inconfessabile ossessione ma se a raccontarcela sono Franca Valeri e  Patrizia Zappamulas, due artiste con l’occhio acuto della satira, è sicuro che riusciremo a riderci sopra. Scritto da Franca Valeri e Giuseppe Pontiggia, “I Soldi – Racconti d’oro” ha il merito di affrontare un tema poco raccontato nel teatro e nella letteratura italiani. Malandrino romano di Simona Orlando  con Daniele Miglio e Vittoria Rossi, in calendario Sabato 11 luglio (h.21.30) è un omaggio, attraverso sonetti e canzoni romanesche,  alla città eterna e a chi l’ha raccontata: Belli, Zanazzo, Pascarella, Trilussa, Moravia. Doppio appuntamento domenica 12 luglio: alle h. 19 sale sul palco l’improvvisazione teatrale proposta dalla compagnia “Extempore” con lo spettacolo “Improbombadill” e, a seguire, alle h. 21.30 “Lettere dall’altro secolo” di Vittoria Rossi con la regia di Daniela De Lillo, uno spaccato della morale e della  vita sessuale di uomini e  donne tra il 1925 ed il 1940 descritte nelle lettere all’abate Viollet.  Se la sera è dedicata agli adulti, il pomeriggio è il regno dei giovanissimi. La manifestazione prevede dalle 18 laboratori ludici e alle h 19 spettacoli per i più piccoli. “Tutti in Famiglia”, manifestazione realizzata con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma, in collaborazione con il IX Municipio Roma e con il contributo dell’Assessorato alla Cultura Spettacolo e Sport della Regione Lazio, vuole essere un momento di riunione per le famiglie e l’occasione di vivere l’inizio dell’estate in una grande palestra teatrale. (valeri)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dai CoBaR: Un mondo, tante teste

Posted by fidest press agency su sabato, 4 luglio 2009

Carabinieri. Due spettacolari delibere mostrano come un problema possa essere affrontato in maniera diametralmente opposta da due CoBaR. La prima è del Piemonte che stigmatizza il Comando Generale in quanto l’accesso internet dal server istituzionale non consente di visitare alcuni siti. In particolare quello di NSD che per molti è conosciuto come il “sito di Unarma” Ma non è solamente questo il sito “reso inaccessibile” dal Comando Generale: Anche il sito del “Giornale nuovo dei militari” non è accessibile; anche il sito di UNAC non è accessibile e chissà quanti altri.  La costituzione garantisce “pluralismo” nella rappresentanza ed anche nell’informazione dei militari. Il “pluralismo” e le garanzie individuali, di fatto, vengono ancora vietate da una Legge che non ha più senso. Il Comando Generale non si accontenta e vieta anche il pluralismo nell’informazione. Il CoBaR Molise, invece, approva una simpatica delibera dove dice che non vuole leggere un giornale che gli viene manato gratuitamente “Carabinieri d’Italia Magazine” perchè, dice, non è organo ufficiale dell’Arma. (M.F)

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »