Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘africani’

Attivisti africani e associazioni del Camerun contro la moneta coloniale francese

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 marzo 2019

«Grazie per questa manifestazione che conferma l’importanza della battaglia che Fratelli d’Italia sta portando avanti, insieme a voi, nell’opinione pubblica italiana sul tema della Francafrique e del Franco Cfa. Parliamo di una moneta con la quale i francesi pretendono di controllare intere economie africane e che impedisce a tante Nazioni di liberare la loro ricchezza. Grazie per essere dei patrioti e di non volere per l’Africa un futuro di persone che scappano per venire in Europa a fare lavori impossibili o per finire nelle mani della criminalità organizzata ma di crescere liberamente con ricchezza nella vostra terra».
Lo ha detto il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, oggi a Ferrara nel quartiere Gad, intervenendo ad una manifestazione organizzata da attivisti africani e associazioni del Camerun contro la moneta coloniale francese. La partecipazione è stata una inedita sorpresa: il presidente di FdI, infatti, era presente oggi a Ferrara per partecipare alla “passeggiata per la legalità” e ad un flash mob organizzati da Fdi dopo che, nei giorni scorsi, la città è stata al centro delle cronache per la guerriglia urbana messa in atto da alcune bande di nigeriani. Gli attivisti africani e le associazioni del Camerun promotori della manifestazione, nel vedere la Meloni, l’hanno invitata tra gli applausi a parlare, ringraziandola delle battaglie che FdI conduce contro il Franco Cfa.
«Prima di difendere il diritto ad emigrare – ha aggiunto Meloni – , noi vogliamo difendere il diritto degli esseri umani a non dover lasciare la loro casa e le loro terre, a poter vivere di quello che hanno e a poter crescere in prosperità e in libertà. Dicono che noi ci battiamo contro l’immigrazione irregolare perché siamo razzisti ma la verità è che noi ci battiamo contro chi sfrutta l’immigrazione: la grande finanza, chi vuole rivedere al ribasso i diritti dei lavoratori e coloro che controllare l’economia delle Nazioni africane con la scusa della moneta. Noi porteremo questa battaglia in Europa nel prossimo Parlamento europeo e chiederemo alla Ue di farsi carico con l’euro di quello che oggi fa il Franco Cfa senza chiedere niente alle Nazioni africane in cambio di una moneta stabile. Faremo la nostra battaglia per liberarvi dal giogo francese. Viva la libertà, viva l’Africa».

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Altro gruppo ostaggi africani

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2011

Il Gruppo EveryOne e l’Agenzia Habeshia hanno avuto notizia poche ore fa che un gruppo di 30 migranti nel nord del Sinai egiziano è caduto nelle mani di alcuni trafficanti, dei beduini Rashaida che per la loro liberazione chiedono ai familiari 20.000 dollari complessivi. Anche stavolta i migranti, per la maggior parte di nazionalità eritrea, erano diretti in Israele.  “Abbiamo subito stabilito, insieme a don Mussie Zerai dell’Agenzia Habeshia, un contatto diretto con gli ostaggi via telefono. L’altro ieri mattina uno di loro è morto, ucciso dalle torture e dalle vessazioni dei predoni” spiegano Roberto Malini, Matteo Pegoraro e Dario Picciau, co-presidenti di EveryOne. “Quest’oggi, dall’altro capo del telefono, si odono lamenti e urla dei migranti, picchiati a sangue dai trafficanti mentre questi intimano di pagare il riscatto, altrimenti li uccideranno”. EveryOne e Habeshia hanno subito attivato i contatti con l’Alto Commissario ONU per i Rifugiati, con l’Alto Commissario ONU per i Diritti Umani e con lo Special Procedure Branch delle Nazioni Unite. “Purtroppo a oggi non abbiamo avuto risposte soddisfacenti da parte di questi organismi,” proseguono Malini, Pegoraro e Picciau, “e così dalla Commissione europea e dal Parlamento UE, con rarissime eccezioni quali gli on. Rui Tavares, Farage e Watson. Tuttavia, è fondamentale sollecitare la politica internazionale per mettere fine a una carneficina che perdura, nell’impunità e nell’indifferenza più assoluta, da troppo tempo. Per tentare di ottenere maggiore attenzione da parte delle autorità locali e internazionali abbiamo chiesto alle emittenti televisive arabe al-Arabya e Al Jazeera di trasmettere il nostro messaggio, diretto alle comunità beduine stanziate nel Sinai del Nord, affinché si adoperino con estrema urgenza per chiedere ai capi beduini Rashaida, Sawarqa e al-Tarabin di interrompere l’inumana tratta di migranti e con essa la violenza, le torture e la privazione di dignità a centinaia di innocenti, che intendono solo ricominciare la propria vita senza subire ulteriori persecuzioni, fuggendo da realtà devastate da guerre e carestie”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Profughi africani: dal Nord del Sinai

Posted by fidest press agency su sabato, 29 gennaio 2011

Rafah. La precaria situazione politica dell’Egitto si fa sentire anche nel Sinai, dove i gruppi vicini alla Fratellanza Musulmana – e quindi anche Al Qaeda e Hamas –  sono scesi in piazza, approfittando dei moti di rivolta avviati dagli studenti e dai social network. Nelle strade di al-Arish, Rafah, al-Gorah, Shaykh Zwayd, le città in cui sono detenuti gruppi di migranti africani, bande di beduini armati hanno assunto il controllo della protesta: sono gli stessi trafficanti che commerciano in schiavi, organi umani, droga e armi. Un operatore umanitario usa toni allarmati per definire il clima locale: “Ci sono stati molti scontri, ma le autorità non hanno il minimo controllo della situazione. La protesta non è più nelle mani dei giovani e degli intellettuali, ma è stata usata dagli integralisti per uscire allo scoperto, mostrare i denti e fare proseliti. Stiamo per cadere in un regime molto peggiore di quello di Mubarak. Nelle strade delle città del Sinai spadroneggiano terroristi e trafficanti, animati da intenti bellicosi e sotto l’effetto di droghe pesanti”. Un panorama sconfortante nel quale ieri, a Sheikh Zuweid, due terroristi beduini hanno sparato due granate anticarro Rpg contro un commissariato di polizia. I colpi hanno mancato il bersaglio e hanno colpito un centro medico. I Fatelli Musulmani, Al Qaeda, Hamas e gli altri gruppi terroristici dispongono di ingenti risorse, sono armati fino ai denti e posseggono una rete su tutto il territorio egiziano. La rivolta dà loro speranza di poter controllare, in tempi brevi, la nazione. E’ innegabile che i traffici, compreso quello dei migranti, abbiamo rafforzato questi poteri e indebolito il governo. Nel frattempo Mussie Zerai ha identificato un terzo gruppo di profughi detenuti nel nord del Sinai, in cui vi sono anche ragazze molto giovani, una di soli 15 anni. Il sacerdote eritreo teme che questa giovani donne possano essere trasferite nel mercato della prostituzione.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Egitto arresta 16 profughi africani nel Sinai

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 dicembre 2010

La polizia di frontiera egiziana ha arrestato in due operazioni distinte 16 profughi eritrei ed etiopi, mentre tentavano di attraversare il confine con lo Stato di Israele. Il Gruppo EveryOne e l’Agenzia Habeshia hanno inviato subito un appello urgente all’Alto Commissario ONU per i Rifugiati António Guterres e contemporaneamente al governo della Repubblica Araba d’Egitto, chiedendo che venga consentito ai migranti di presentare all’agenzia delle Nazioni Unite domanda di protezione umanitaria internazionale o di asilo politico. EveryOne e Habeshia hanno chiesto inoltre all’Egitto di consentire che i profughi siano consegnati in custodia all’Alto Commissario e non siano costretti a subire la carcerazione e un’eventuale deportazione verso i loro Paesi in crisi umanitaria. Le ong hanno infine sollecitato un intervento da parte del Parlamento europeo per stabilire un piano di reinsediamento dei profughi negli Stati dell’Unione.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Profughi africani in Sardegna

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 agosto 2010

Cagliari. Profughi africani in Sardegna. Una imbarcazione di 7 metri con 22 migranti africani (più di 25 secondo altre fonti) è affondata a 50 miglia a sud di capo Spartivento, dopo essere stata avvistata, da un aereo lussemburghese della missione Frontex in pattuglia nel canale di Sardegna. Dopo il tentativo fallito di salvataggio da parte di una motovedetta italiana, una nave tanker algerina che si trovava in zona ha tratto in salvo gli occupanti della barca, che ormai andava a fondo. Un migrante ha perso la vita, mentre un altro è disperso; le possibilità di ritrovarlo in vita sono minime. Il Gruppo EveryOne ha trasmesso all’Alto Commissario Onu per i Rifugiati, Antonio Guterres, e al Commissario per i Diritti Umani del Consiglio d’Europa, Thomas Hammarberg, una richiesta affinché siano chiarite le dinamiche del naufragio e vengano tutelati i diritti dei profughi alla protezione umanitaria. L’organizzazione per i Diritti Umani ribadisce inoltre – nel messaggio agli organismi umanitari internazionali – come le misure anti-immigrazione rendano sempre più ardue e pericolose le condizioni di chi fugge da paesi in crisi umanitaria per cercare asilo in Italia e nell’Ue.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per l’Africa

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 ottobre 2009

Roma 18 ottobre ore 18.00  Basilica e Piazza di S. Maria in Trastevere Grande Celebrazione Eucaristica per l’Africa, promossa dalla Comunità di Sant’Egidio, a cui parteciperanno numerosi padri sinodali. Ore 19.00 Festa popolare di amicizia con l’Africa, cui parteciperanno numerosi immigrati africani della nostra città, e quanti vorranno condividere questo momento di festa e di amicizia. In questi giorni si sta celebrando a Roma la Seconda Assemblea speciale per l’Africa del Sinodo dei vescovi. Una grande occasione di riflessione e vicinanza al continente africano, alle sue sfide, alle sue difficoltà e alle sue ricchezze. La Comunità di Sant’Egidio è oggi una realtà ecclesiale profondamente radicata nella vita di molti Paesi africani e nelle loro Chiese.  L’impegno nella preghiera e nella vita spirituale, nella comunicazione del Vangelo, nel servizio ai poveri, nella cura dei malati di Aids, nell’umanizzazione delle carceri, nell’educazione alla pace dei bambini caratterizza la presenza delle Comunità di Sant’Egidio che, là dove sono presenti, si mettono “a servizio della riconciliazione, della giustizia e della pace”.   L’Africa e la sua Chiesa sono nel cuore della Comunità di Sant’Egidio.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »