Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 341

Posts Tagged ‘agevolazioni’

Revoca agevolazioni ‘prima casa’. Conta la residenza della famiglia con obbligo di ‘coabitazione’ dei coniugi. Sentenza

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 marzo 2017

casa-vivaLa Commissione tributaria regionale di Roma ha accolto il ricorso presentato da una contribuente, assistita dall’Aduc, che si era vista recapitare un avviso di pagamento di imposte indirette relativamente alla revoca delle agevolazioni fiscali per l’acquisto della “prima casa di abitazione”.La storia e’ presto narrata.Due coniugi, l’uno agente di polizia penitenziaria, l’altra insegnante, avevano acquistato una casa per abitazione principale dichiarando, nell’atto di acquisto, di godere del beneficio delle agevolazioni fiscali. Infatti, gli agenti di polizia penitenziaria hanno una norma di favore in virtu’ della quale sono esonerati dall’obbligo di fissare la residenza anagrafica nel comune in cui e’ situato l’immobile acquistato.In virtu’ di tale disposizione, la coniuge, non ha trasferito la residenza nel luogo in cui e’ stato acquistato l’immobile, come le consentiva la norma, ma, per non averlo fatto, aveva ricevuto un avviso di accertamento per imposte indirette da parte dell’Ufficio delle Entrate.Alla luce di quanto sopra, la coniuge aveva presentato una richiesta di mediazione all’Ufficio delle Entrate che non era stata accolta; ha impugna, quindi, l’atto presso la Camera tributaria provinciale che l’ha respinta; non scoraggiata, presenta appello alla Camera tributaria regionale che accoglie la richiesta.Secondo i giudici di appello la residenza, nel caso di coniugi in regime di comunione dei beni e con obbligo di coabitazione, e’ da intendersi riferita alla “famiglia” e non al singolo componente della stessa, pertanto, nel caso esaminato, la coniuge poteva non risiedere nella “prima casa”, che aveva le agevolazioni fiscali, ma in quella del marito.La sentenza dei giudici di appello (n.9236/2016) evidenzia non soltanto il completo rovesciamento del giudicato rispetto al primo grado, ma si allinea alle diverse sentenze emesse dai giudici della Corte di Cassazione in merito al concetto di “residenza della famiglia”. (Rocco Martino Maugeri Delegato Aduc di Roma Consulente fiscale e tributario)

Posted in Diritti/Human rights, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ministro Zanonato, per favore non cerchi di ridurre le bollette!

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 gennaio 2014

Il titolo non è provocatorio ed analizzando le ultime delibere dell’Autorità (che dal primo gennaio ha ampliato il proprio titolo divenendo “Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico”), ne apparirà chiaro il senso. Dal primo gennaio le tariffe elettriche sono aumentate dello 0,7%.
Come mai si sono chiesti in molti, visto che il prezzo del gas non è salito e si decanta (perlomeno qui) il calo del prezzo all’ingrosso derivante anche dalla generazione fotovoltaica ed eolica?
Orbene, come ha chiarito la stessa Autorità, l’aumento non ha niente a che fare con la generazione di elettricità. “Per l’elettricità, l’incremento complessivo dello 0,7% della bolletta della famiglia tipo è determinato dall’introduzione dal mese di gennaio di un nuovo onere generale di sistema, la componente ‘Ae’ per finanziare le agevolazioni alle imprese manifatturiere con elevati consumi di energia elettrica introdotte dalla legislazione”. Quale legislazione? Il decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 che ha stabilito di fare uno sconto alle “imprese a forte consumo di energia, in base a requisiti e parametri relativi a livelli minimi di consumo ed incidenza del costo dell’energia sul valore dell’attività d’impresa”. Questa nuova componente degli oneri, da sola, avrebbe determinato un incremento dell’1,6% della bolletta, ma per fortuna il calo del costo del chilowattora ha mitigato l’aumento. Ma attenzione sinora è stata contabilizzata la prima tranche di 400 milioni, ce ne sono altri 820 da recuperare per il 2014.
Questo aumento è l’ennesimo esempio di come la bolletta si diventata una sorta di bancomat su cui scaricare i costi della pazzesca politica energetica e fiscale italiana.Quindi il ministro Zanonato, che dall’inizio del suo operato parla di ridurre il costo della bolletta, dovrebbe invece dedicarsi ad un altro meritorio sforzo: trasformare le bollette riportandole al loro scopo originario, eliminando tutti i carichi impropri che ne falsano la natura. Centrerebbe così il suo obiettivo originario.(Roberto Meregalli, Energia Felice)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agevolazioni fiscali per i libri

Posted by fidest press agency su domenica, 15 dicembre 2013

Books

Books (Photo credit: phatcontroller)

“Una decisione davvero importante e soprattutto una svolta per la lettura in Italia”. E’ grande la soddisfazione del presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Marco Polillo all’annuncio della misura di agevolazione pari al 19% sui libri fino a 2mila euro (mille per i libri in generale, mille per i libri scolastici e universitari) per i prossimi tre anni.“Questo è più di un semplice segnale da parte del Governo e del premier Letta. Questo è un fatto importante, anche perché va nella direzione delle richieste come Associazione – ha continuato –. E’ un modo concreto per aiutare non solo il nostro mondo, le librerie e la filiera ma tutto il Paese a crescere, riscoprendo il piacere della lettura e cercando così di invertire la triste tendenza rispetto all’imbarazzante primato Ocse che ci vede agli ultimi posti nella comprensione dei testi e in fondo alle classifiche dei Paesi che leggono di più”.“Investire – come ha fatto oggi il Governo – sui libri, da quelli per ragazzi a quelli scolastici e universitari, da quelli di narrativa alla saggistica, significa – ha proseguito il presidente degli editori italiani – aver scelto di scommettere davvero sulla centralità dei libri, e quindi della cultura, nella crescita – sociale ed economica – del Paese”.“Grazie in primis al ministro Bray, che sta pervicacemente impostando un piano per la promozione della lettura che – sono certo – porterà i suoi frutti. Grazie al ministro Zanonato, grazie al premier Letta e a tutto il Governo che – ha concluso Polillo – stanno dimostrando oggi agli italiani che l’investimento in lettura non è un lusso”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra: Norme su forniture energia

Posted by fidest press agency su martedì, 5 luglio 2011

Secondo la nuova clausola, “a decorrere dal primo gennaio 2012 tutti gli incentivi, i benefici e le altre agevolazioni, comunque gravanti sulle componenti tariffarie relative alle forniture di energia elettrica e gas naturale, previste da norme di legge o da regolamenti sono ridotti del 30 per cento rispetto a quelli applicabili alla data del 31 dicembre 2010”. Si tratta di una decisione impressionante nella sua imbecillità, stupisce che per decreto non si sia stabilito anche che dal mese prossimo diminuiscano le emissioni di CO2, il prezzo della benzina e quello della panna montata. O che i 204 operai della Bessel di Santa Maria Hoè (Lecco) siano rintegrati in fabbrica e che la la Candy sospenda il trasferimento della produzione in Cina. Siamo in un momento di transizione energetica, con un comparto fra i pochissimi che genera fatturato e posti di lavoro ed attrae investimenti, già danneggiato dai recenti “stop and go” sugli incentivi, in attesa di quelli nuovi per le fonti di calore, sempre guardato con titubanza dall’estero per l’inaffidabilità delle sue leggi ed ecco che un ministro detto della semplificazione semplifica talmente la realtà da sconfinare nel mondo della fantasia, aimè la fantasia al potere! Gli oneri in bolletta non si abbassano per decreto, si abbassano con una azione politica intelligente e lungimirante basata sulla conoscenza del sistema elettrico, non su fantasie. Questo governo non ha mai avuto una strategia energetica, solo parole d’ordine e slogan. Ma con gli slogan non si governa si prende in giro la gente. Se in questo governo esiste qualcuno dotato di un minimo di raziocinio, per favore batta un colpo. (Roberto Meregalli)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: no addizionale ai pensionati

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 dicembre 2010

Sale a 8.000 euro lordi annui la fascia di esenzione totale dal pagamento dell’addizionale comunale sui redditi Irpef prevista a beneficio dei pensionati. La Giunta di Roma Capitale, presieduta dal Sindaco Alemanno ha, infatti, approvato su proposta dell’Assessore al Bilancio e allo Sviluppo economico, Maurizio Leo, la delibera che rende esecutiva una delle agevolazioni contenute nell’accordo sul Welfare siglato il 22 luglio scorso dall’Amministrazione capitolina con le principali organizzazioni sindacali. A partire dal 2011 la ‘no tax area’ per i pensionati passerà così da 7.500 a 8.000 euro, anche nel caso in cui il contribuente dichiari ulteriori redditi da terreni (ma il relativo importo non superi i 185,92 euro) o sia proprietario di  ‘prima casa’ e di eventuali ulteriori pertinenze (garage, cantine etc.).  Si tratta di un intervento ‘perequativo’ che uniforma la soglia di esenzione totale dall’imposta comunale a quella già prevista per i lavoratori dipendenti, e che integra la gamma di interventi  finanziari decisi per le fasce deboli e per i lavoratori in difficoltà utilizzando parte dai 32,7 mln di euro stanziati con l’ultimo bilancio in base all’accordo del marzo 2009.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Abolizione sgravio fiscale e i territori montani

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 febbraio 2010

“Il governo e la maggioranza sembrano volersi accanire ingiustamente nei confronti degli italiani che vivono in alcune zone montane e che vengono ancora una volta penalizzati, anziché essere sostenuti nelle loro scelte e condizioni di vita, che presentano oggettive criticità e, persino, disparità rispetto agli altri”. Con queste parole i parlamentari del Partito democratico, Franco Ceccuzzi e Susanna Cenni commentano il provvedimento in esame al Senato nel decreto legge “Milleproroghe” – in arrivo nei prossimi giorni alla Camera dei Deputati – che prevede, a partire dal 1 gennaio 2010, l’abolizione delle agevolazioni fiscali previste finora sul gpl e sul gasolio da riscaldamento nei territori montani dove manca una rete fissa di distribuzione del metano. “Dopo la Legge Finanziaria per il 2010 – continuano Ceccuzzi e Cenni – e il decreto legge Calderoli, che hanno imposto parametri altimetrici anacrostici e burocratici senza alcuna concertazione con gli enti locali e le popolazioni interessate, ecco i primi effetti dell’esproprio della montanità ai territori montani che lo sempre sono stati e sempre lo saranno. Né la Finanziaria né il decreto milleproroghe in corso di conversione al Senato prevedono, infatti, la conferma delle agevolazioni fiscali previste finora sul gpl e sul gasolio da riscaldamento nei territori montani dove manca una rete fissa di distribuzione del metano.““Lo sgravio fiscale per l’acquisto di gpl e gasolio, usati come alternativa al gas naturale nelle zone dove questo prodotto non ha una rete fissa di distribuzione – spiegano ancora i due parlamentari democratici – è stato introdotto nel 1999 tenendo conto dell’alta tassazione dei due prodotti rispetto ai livelli europei. Ora si mette a rischio un beneficio acquisito da un decennio da chi vive in aree fredde e marginali, come i territori montani. In provincia di Siena, saranno penalizzati soprattutto i cittadini di Abbadia San Salvatore e Piancastagnaio che vivono nelle frazioni o nelle zone più isolate, che si troveranno a dover fare i conti con un aumento di circa 150 euro all’anno per un’abitazione di circa 100 metri quadrati. L’abolizione dello sgravio fiscale rappresenta anche un’ulteriore penalizzazione dopo l’esclusione di Abbadia San Salvatore dai Comuni montani perché, per quattro chilometri quadrati, meno del 75 per cento del territorio supera i 600 metri e non rispetta il parametro stabilito dal decreto legge Calderoli”. “Ancora una volta – concludono Ceccuzzi e Cenni – si penalizza la marginalità dei territori montani invece di venire incontro alle necessità reali della popolazione. I senatori del Pd hanno già presentato emendamenti al “Milleproroghe” per ottenere il mantenimento dell’agevolazione introdotta nel 1999 e se, malauguratamente, ce ne fosse ancora bisogno, lo faremo anche alla Camera. Inoltre, stiamo lavorando su una proposta di legge per rivedere i parametri dei Comuni montani, in stretta collaborazione con l’Uncem Toscana, l’ente che riunisce i Comuni, le Comunità e gli enti montani in Toscana. Occorre, infatti, riformulare il principio della montanità di un territorio non su criteri di altitudine ma di popolazione residente. Ad Abbadia San Salvatore, solo per fare un esempio, quasi tutta la popolazione vive sopra gli 800 metri ed è assurdo pensare che alcune zone disabitate, comprese nel territorio comunale ma ad altitudini inferiori, possano privare l’intera comunità di incentivi ed agevolazioni fiscali”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tirocinio per giovani disoccupati

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 novembre 2009

Promuovi Italia, Agenzia Tecnica del Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, cerca 28 giovani disoccupati, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, residenti in Calabria e Sicilia, disposti a frequentare un tirocinio formativo presso strutture turistiche localizzate in Piemonte e Val d’Aosta. I percorsi formativi partiranno nella metà del mese di dicembre e avranno durata massima di 5 mesi.I profili professionali richiesti riguardano le aree della Ristorazione e del Food&Beverage, del Wellness e dell’Animazione. A favore dei partecipanti sono previste le seguenti agevolazioni: borsa lavoro mensile di 500 euro, indennità sostitutiva di mensa, indennità di prima sistemazione di 250 euro, alloggio, un viaggio mensile di andata e ritorno per la propria città di residenza durante lo svolgimento del tirocinio, rimborso dei costi di trasporto locale e a lungo raggio all’inizio e al termine del tirocinio, coperture assicurative Inail e RCT e tutoraggio. L’obiettivo dell’intervento, che rientra nell’ambito del Progetto “Lavoro e Sviluppo 4”  è il trasferimento di competenze a fini occupazionali per mezzo di esperienze on the job spendibili nei territori di origine dei partecipanti.
Il progetto“LES4”, questo il nome tecnico di “Lavoro e Sviluppo 4”, è un progetto di politica attiva del lavoro e di assistenza alle imprese, istituito congiuntamente dal Ministero dello Sviluppo Economico, dal Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali e dal Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo, per dare continuità e completamento ai precedenti interventi di politica attiva gestiti da Promuovi Italia negli ultimi tre anni e grazie ai quali sono stati realizzati oltre 3.400 percorsi formativi presso aziende operanti nel settore turistico delle Regioni ex Obiettivo 1.  Il 64,8% dei partecipanti che ha concluso il percorso formativo ha ricevuto un’offerta di lavoro.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Installatori per il fotovoltaico agricolo

Posted by fidest press agency su sabato, 24 ottobre 2009

La Cia di Pordenone ha sottoscritto un accordo con alcune ditte installatrici e Banca Antonveneta per favorire l’installazione di impianti fotovoltaici nelle aziende agricole. L’accordo prevede procedure rapide e agevolazioni per il finanziamento da parte delle imprese agricole aderenti alla Cia. <<Lo sviluppo delle fonti energetiche alternative (solare termico ed elettrico compreso), svolge un’importanza strategica per le imprese agricole e costituisce una grande opportunità anche in termini di risparmio dei costi di gestione, resi sempre più pesanti a causa dei forti rincari subiti dal petrolio e, dunque, dal gasolio e dalla fornitura dell’energia elettrica>>, sottolinea il direttore, Davide Vignandel. L’accordo promosso dalla Cia rappresenta, quindi, un elemento importante per le aziende del settore primario e può spianare la strada dello sviluppo delle fonti alternative, come quella fotovoltaica, indispensabili per attenuare i costi di produzione e favorire nuovi investimenti. I vantaggi dell’accordo sono molteplici: l’accesso al credito non è proibitivo, l’operatore ha un ruolo decisamente marginale e, soprattutto, è possibile sfruttare gli incentivi pubblici che vengono erogati a chi produce energia elettrica da fonti rinnovabili. Inoltre, vengono offerte delle ottime opportunità per chi decide di disfarsi delle coperture in eternit, purtroppo assai diffuse anche nelle aziende agricole locali, sostituendole con i pannelli fotovoltaici. In questo caso, infatti, le tariffe incentivanti sono maggiorate.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Illegittima la camera di conciliazione della Consob

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 agosto 2009

Con Delibera n. 16972, la CONSOB, nonostante le precedenti diffide, ha dato seguito alla costituzione  di una Camera di conciliazione ed arbitrale con la creazione di una commissione paritetica  che non consente ai “nominati” il principio di imparzialità previsto dalla legge 69/2009, di recente istituzione,  la quale,  prevede che tutte le controversie in materia civile e commerciali siano risolte  da conciliatori specializzati iscritti nell’Elenco tenuto presso il Ministero della Giustizia,  elenco composto dalla maggior parte da Camere di Commercio. Questi conciliatori specializzati – il cui  compenso è pagato dalle parti- secondo tariffe approvate dallo stesso ministero, con particolari agevolazioni. Detto ciò e premesso  che la stessa CONSOB  non può essere chiamata a risolvere controversie che la potrebbero vedere come protagonista o parte  chiamata a risarcire danni causati da società poste sotto  il suo controllo, si chiede alle S.V. Ill.me : a) se,  i componenti di detta commissione sono retribuiti; b) se, sì, l’importo dei compensi percepiti e da chi vengono corrisposti; c) di modificare  e/o sospendere il  decreto legislativo 8 ottobre 2007, n. 179, nella parte recante “istituzione di procedure di conciliazione e di arbitrato; d) invitare la CONSOB a comunicare attraverso organi di stampa, alle società quotate iscritte nel registro l’inefficacia  di detta delibera e che le eventuali relative  loro controversie  con i risparmiatori possono essere risolte solo  attraverso conciliatori iscritti in organismi sotto sorveglianza del Ministero della Giustizia. (C. Santoro Conf.as)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ad Unicam la prima matricola

Posted by fidest press agency su martedì, 21 luglio 2009

Di certo non è superstiziosa, la prima matricola Unicam dell’anno accademico 2009/2010: Salvatore Puteo, nato nel 1990 e residente a Ruvo di Puglia, in provincia di Bari, è arrivato in moto a Camerino, proprio lo scorso venerdì 17 luglio, per completare la procedura di iscrizione al corso di laurea in Farmacia accompagnato da suo padre, un ex studente Unicam.  “Grazie ad una riorganizzazione dei processi prevista nell’ambito della programmazione d’Ateneo 2009/2010 – ha sottolineato il dott. Giulio Bolzonetti, direttore dell’Area Gestione Processi Formativi – abbiamo consegnato al primo immatricolato, al momento dell’iscrizione, anche il libretto universitario. L’immatricolazione è un passo importante per ogni studente perché si entra a far parte dell’Ateneo.  Per accogliere nel migliore dei modi gli studenti, Unicam mette a disposizione una serie di agevolazioni che premiano il merito e la capacità, sostenendo gli iscritti in ogni momento del percorso formativo: dall’accesso ai servizi on line, come la casella di posta elettronica e la consultazione della carriera universitaria, al consueto appuntamento con le giornate di ambientamento, alle numerosissime borse di studio messe a disposizione per i migliori, agli alloggi gratuiti. Tutte le agevolazioni sono pensate per sostenere le famiglie che si trovano ad avere uno o più figli all’università e devono sostenerne i costi, in questo difficile periodo di crisi. Insomma,  ad Unicam il merito paga, ma non le tasse!” L’Università di Camerino esprime un grande “In bocca al lupo” al primo iscritto del nuovo anno accademico e gli augura di diventare protagonista della sua nuova esperienza nel mondo universitario.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agevolare l’accesso al credito

Posted by fidest press agency su martedì, 26 maggio 2009

Firenze 28 maggio 2009 alle ore 11 nella Sala Giunta della Camera, Piazza dei Giudici, 3 conferenza stampa di presentazione della convenzione  tra banche, intermediari finanziari, consorzi di garanzia fidi e Camera di Commercio di Firenze  per agevolare l’accesso al credito delle piccole e medie imprese della provincia di Firenze.  Nel corso dell’incontro saranno esposte le modalità della convenzione, i soggetti coinvolti, le somme impegnate dalla Camera di Commercio e le cifre di massima a condizioni particolarmente favorevoli che il sistema creditizio potrà metter a disposizione delle PMI fiorentine.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agevolazioni alle imprese che assumono

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2009

Torino 2 aprile presso l’Auditorium di corso Inghilterra 7, alle ore 13 è prevista la firma di un protocollo d’intesa fra la Provincia di Torino e la Fondazione Michelin Sviluppo per sostenere l’apertura e lo sviluppo di nuove piccole e medie imprese. Il presidente della Provincia Antonio Saitta e il presidente della Fondazione e della Michelin Italiana, Joël Pouget, sigleranno il documento grazie al quale le nuove imprese seguite dal progetto Mip potranno usufruire di vantaggiose agevolazioni offerte dalla Fondazione, a fronte dell’impegno ad assumere personale. Particolarmente interessanti quelle previste qualora ad essere assunti fossero dipendenti Michelin coinvolti nel piano industriale. Si tratta di un sostegno nell’ottenimento di prestiti bancari a tassi agevolati, anche dal punto di vista economico attraverso una riduzione dei costi di garanzia e degli interessi. Per molte imprese, specie per quelle di più recente costituzione, si può trattare di un’occasione importante perché viene offerto un supporto, economicamente concreto, per investire sul futuro della propria azienda.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trasferimento delle imprese nell’UE

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 marzo 2009

Il Parlamento chiede alla Commissione di presentare entro fine marzo una proposta di direttiva volta ad agevolare il trasferimento della sede di una società nell’UE, mantenendo la sua identità giuridica, i suoi attivi e i suoi passivi. Il cambio della sede dovrebbe risultare fiscalmente neutro e implicare il trasferimento della vigilanza. La proposta di trasferimento, da motivare, andrebbe sottoposta all’approvazione dell’Assemblea degli azionisti, prevedendo garanzie per i soci di minoranza.  Chiede quindi alla Commissione di presentare al Parlamento entro il 31 marzo 2009, una proposta di direttiva che stabilisca misure di coordinamento della legislazione nazionale degli Stati membri, al fine di facilitare il trasferimento transfrontaliero all’interno della Comunità della sede di una società costituita conformemente alla legislazione di uno Stato membro. Sottolineando gli effetti positivi che la concorrenza fiscale produce sulla crescita economica e precisando che il trasferimento della sede societaria dovrebbe risultare fiscalmente neutro, formula una serie di raccomandazioni particolareggiate. La direttiva dovrebbe prevedere che il trasferimento transfrontaliero della sede sociale non possa dare luogo alla liquidazione della società in questione né ad alcuna interruzione o perdita di personalità giuridica. Di conseguenza, la società dovrebbe mantenere la sua identità giuridica e non sarebbero modificati né i suoi attivi né i suoi passivi, né le sue relazioni contrattuali. Il trasferimento, precisano i deputati, non potrà aggirare i requisiti giuridici, sociali e fiscali e prenderebbe effetto dalla data di registrazione nello Stato membro ospitante. A partire da quel momento la società sarebbe soggetta alla legislazione di tale Stato. Il trasferimento della sede di una società coinciderebbe quindi con il trasferimento della vigilanza. La proposta di trasferimento dovrebbe poi essere sottoposta all’esame dei soci e ai rappresentanti dei lavoratori della società entro un congruo periodo antecedente la data dell’assemblea degli azionisti. La società dovrebbe anche essere tenuta a pubblicare l’indicazione delle modalità con cui i creditori e gli azionisti di minoranza possono esercitare i loro diritti. La dirigenza o il consiglio di amministrazione della società dovrebbero inoltre redigere una relazione per illustrare e motivare gli aspetti giuridici ed economici della proposta e indicare le conseguenze per i soci, i creditori e i lavoratori. Spetterebbe poi all’assemblea degli azionisti approvare la proposta di trasferimento con la maggioranza richiesta per modificare l’atto costitutivo e lo statuto, secondo la legislazione dello Stato membro d’origine.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tariffe agevolate per le cure odontoiatriche

Posted by fidest press agency su martedì, 10 marzo 2009

Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali, l’Associazione nazionale dentisti italiani e l’Associazione odontoiatri cattolici italiani hanno sottoscritto un accordo, operativo dal 5 marzo 2009, che favorisce a tariffa agevolata l’accesso alle cure odontoiatriche a particolari categorie di cittadini:·donne in gravidanza,·titolari di social card, soggetti con indice di misura della condizione economica-patrimoniale (ISEE) non superiore a 8.000 euro (o anche superiore a 10.000 euro ma aventi diritto ad esenzione per motivi di età o per patologie croniche o invalidanti; inabili al lavoro con invalidità al 100% o con handicap gravi). Le prestazioni previste con le relative tariffe sono: a) visita odontoiatrica, ablazione del tartaro e insegnamento igiene orale – euro 80; b) sigillatura dei solchi dei molari e premolari – euro 25 per dente; c) estrazione dei denti compromessi – euro 60 per dente; d) protesi parziale in resina con ganci a filo – euro 550 per arcata; e) per protesi totale in resina – euro 800 per arcata. Si tratta, tuttavia, di tariffe di riferimento, da intendersi come limite massimo. Esse possono essere modificate con un accordo di revisione tra le parti. Infine, è opportuno ricordare che il Servizio sanitario nazionale offre le cure odontoiatriche nell’età evolutiva nonché assistenza odontoiatrica a cittadini in condizioni di particolare vulnerabilità sociale e/o economica secondo criteri individuati dalle singole Regioni, e che a tutti i cittadini, inclusi quelli che non rientrano nelle categorie di protezione indicate, sono garantite le visite odontoiatriche per la diagnosi precoce di patologie neoplastiche del cavo orale ed il trattamento immediato delle urgenze odontostomatologiche.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »