Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘aggregazione’

Mostra “Attilio Forgioli”

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 marzo 2011

Parma 12 marzo, alle 17, presso il Salone delle Scuderie del Palazzo della Pilotta (piazzale Bodoni 1), curata dal CSAC – Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma. Attento, fin alle origini, alla ricerca di Paul Cézanne e al dibattito dell’Informale da Morlotti a Giacometti alla Richier, Attilio Forgioli propone una immagine nuova, che punta sempre su un tema, su un evento concreto tratto dal reale, ma che poi, progressivamente, diventa spazio simbolico, luogo di aggregazione della memoria. La importante sequenza di 26 dipinti e di un centinaio fra pastelli a olio e disegni, tutti di proprietà del CSAC, permette di ricostruire la ricerca dell’artista, molto importante per la storia dell’arte italiana dell’ultimo mezzo secolo, una ricerca distante dalle esperienze naturalistiche ed anche dal così detto Realismo Esistenziale della fine degli anni Cinquanta/inizio dei Sessanta, una ricerca originale che, intorno al 1965, propone un nuovo modo di leggere il reale anche alla luce dell’angoscia dei dipinti di Francis Bacon e della ossessione del naturale di Graham Sutherland. La mostra rimarrà aperta fino a lunedì 25 aprile.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La politica dei consensi e delle aggregazioni

Posted by fidest press agency su martedì, 27 luglio 2010

Ho sottomano due note. Una deriva dalla lettura del sondaggio Ispo commissionato da “Il Corriere della Sera” circa i possibili consensi derivanti dalla costituzione di un terzo polo. Parliamo di una percentuale del 22%. L’altra è, in pratica, una riflessione sul citato sondaggio espressa da Girolamo Foti fondatore dei Circoli del Sud. Osserva, in proposito, Foti: “a mio parere Gianfranco Fini, Granata, Casini, Rutelli” dovrebbero fare progetto comune al fine di indebolire l’attuale governo filo Leghista. In altre circostanze abbiamo già trattata la questione e oggi appare ancora più evidente che si stia già parlando del dopo-Berlusconi. Questo scenario futuro è possibile solo se vi sono due precise condizioni. La prima è quella della leadership e qui siamo ancora lontani dal definirla e siccome non abbiamo “purosangue” dobbiamo accontentarci di quello che passa il convento e qui scatta il primo punto debole: chi tra Casini, Fini, Rutelli e aggiungerei anche Bersani, Letta, Franceschini e outsiders dell’ultima ora, è pronto a riconoscere il primato di uno di loro e a mettersi in riga senza fiatare? Se poi andiamo a valutare quella forza elettorale che si riconosce nel centro dello schieramento compresi coloro che in qualche modo fanno l’occhietto alla destra e alla sinistra dobbiamo pensare che essa può esprimere non meno del 65% dell’elettorato. Una potenzialità che con Fini e i suoi amici potrebbe persino crescere. Ma la politica non è fatta solo di schieramenti e di percentuali. Vi è una corrente ad essa trasversale che riguarda, al Nord, la Lega e, al Sud, un qualcosa che ora è solo in nuce ma che potrebbe trasformarsi, diciamo in una lega del Sud. E poi vi è anche un partito come quello di Antonio di Pietro che anch’esso pesca il suo elettorato al centro e con il quale prima o poi dobbiamo fare i conti. Le ali estreme, invece, non ci impensieriscono. La destra sociale di Storace raccoglie si e no il 2-3% dei consensi mentre la sinistra, nel suo insieme, si mantiene intorno al 7%, ma non riesce, come lo hanno dimostrato le elezioni europee, ad avere un rappresentante per le sue croniche divisioni interne. Ma se vogliamo veramente rimescolare le carte la ricetta ci sarebbe se solo smettessimo di fare come tanti galletti che si pizzicano tra loro lasciando le… galline all’asciutto. Dobbiamo coinvolgere la gente, presentare loro un nuovo modo di fare politica, di impegnarla sul terreno della concretezza con un progetto politico che si misuri nelle sue variegate realtà: quella del proprio quartiere, della città e via di questo passo. Non dimentichiamo che oggi siamo molto vicini al 40% degli elettori che non vanno a votare perché percepiscono la politica una sorta di malaffare. Sta a noi dimostrare il contrario con nuove idee, nuovi uomini, un nuovo modo di fare politica con spirito di servizio e non per vantaggi personali. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I Circoli d’Italia del Sud

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 luglio 2010

Nei quartieri e nelle città italiane incomincia a maturarsi l’idea di un confronto, di misurarsi con un progetto capace di coinvolgere l’interesse e i bisogni della gente, di sentirsi in qualche modo dei protagonisti in casa propria, arbitri del proprio destino. Forse sta proprio qui l’iniziale successo che seguì le primarie con l’elezione diretta dei dirigenti politici di là dell’appartenenza ad un partito. Ma questa scelta ora non convince molto e il rischio che anche l’altro esperimento, quello dei “circoli di quartiere” se vogliamo non originale, in quanto vi sono stati dei precedenti, possa seguire lo stesso declino per colpa dei soliti elementi di disturbo. Credo che insieme dovremmo fare un passo indietro e chiarirci le idee su cosa intendiamo per politica. Una politica come strumento di aggregazione di forze sociali di varia estrazione ma votate alla ricerca del bene comune. Una politica come collante per maturare una volontà individuale e collettiva nel ricercare la soluzione dei problemi che partono dalla famiglia e si interfacciano con il resto del mondo. Se noi ci convinciamo, com’è giusto che lo sia, che lo stare insieme comporta interessi convergenti e conflitti d’interessi, va anche detto che dobbiamo essere educati a convivere con queste diversità mediandole. I quartieri delle città non sono tutti uguali. Possono presentare caratteristiche diverse come lo sono i quartiere dormitorio, con pochi o molti negozi, con un alto tasso di anziani o di giovani o di disoccupati, ecc. Ognuno di essi vuol  essere “governato” tenendo conto delle rispettive peculiarità. Dove sono in tanti coloro che si recano al lavoro il quartiere potrebbe animarsi in molte ore del giorno con la presenza di anziani  o anche di bambini in tenera età, di disoccupati, di badanti,ecc.. Nel loro insieme costituiscono una componente della società che avverte più il bisogno di comunicare, dello stare insieme. E allora ci chiediamo: i quartieri sono abilitati a questo rapporto con chi vi abita? E chi per lavoro si assenta per molte ore del giorno dalla propria zona è consapevole del come si vive nella sua strada e nell’isolato accanto e quali potrebbero essere i bisogni emergenti durante la sua assenza? Se noi vogliamo che la nostra casa, il nostro palazzo, la nostra strada e il nostro quartiere e poi tutti i quartieri della città ed oltre restino un luogo amico non possiamo sottrarci dall’interessarci e se troppo impegnati si sappia trovare la  persona giusta da delegare per la tutela dei comuni interessi. Da qui parte l’idea di un mandato da conferire a un fiduciario che diventa un consigliere di quartiere, un consigliere comunale e via di questo passo. Ma come si fa a fidarsi? Come si matura questa sorta di delega così come si affida a un ragioniere la contabilità della propria azienda? Lo si può fare in un solo modo: conoscendosi e avvalendosi dello strumento della verifica continua tra delegato e delegante. Ma questo significa prestare più tempo ed attenzione al mondo che ci circonda se vogliamo un ritorno valido. (A.R.)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Triangolare di calcio interreligioso

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 luglio 2010

Roma sette luglio 2010 a partire dalle 19:00 all’International FIFA Fan Fest ™ di Villa Borghese i rappresentanti dei Giovanni Mussulmani d’Italia, dell’Unione Giovani Ebrei Italiani e una rappresentanza delle associazioni giovanili cattoliche italiani italiane, si affronteranno in un triangolare di calcio a cinque.  L’iniziativa è stata organizzata dal Forum Nazionale dei Giovani, la piattaforma che raccoglie le associazioni giovanili italiane, e rappresenta un grande gesto di integrazione e di comunione tra le diverse religioni come ha detto anche il portavoce del Forum, Antonio De Napoli “Lo sport si conferma anche attraverso questa iniziativa uno fra i principali strumenti di aggregazione giovanile”. Gli fa eco Daniel Nahum dell’Unione Giovani Giovani Ebrei Italiani (Ugei) che ha definito l’evento come la testimonianza che un piccolo gesto “può essere utile per un futuro di dialogo e di armonia. Speriamo – ha aggiunto Nahum – che questa sia solo la prima di tante occasioni che dimostrino come i giovani possano aiutare ad arrivare al difficile percorso della pace”. Per Andrea Iurato, della Federazione Universitaria Cattolica Italiana (Fuci), si tratta di un’occasione di sport, gioco e amicizia “che ribadisce l’amicizia e l’alleanza fra i giovani italiani che al di delle pur profonde differenze di fede, culture e tradizioni credono nello stesso Padre. La voce dei giovani cristiani – ha aggiunto Iurato – si unisce con gioia a quella dei fratelli ebrei e mussulmani
Anche Osama Al Saghir, dell’associazione Giovani Mussulmani d’Italia (Gmi) ha spiegato i motivi della partecipazione della sua associazione al triangolare di calcio: “noi siamo contro il razzismo e per il dialogo, contro lo scontro ma per il confronto. In un’occasione sportiva e in un momento come questo dove i mondiali si stanno svolgendo in Africa per noi essere presenti e partecipare rappresenta un’ulteriore testimonianze – ha detto Al Saghir – un passo verso quell’uguaglianza che bisogna assolutamente raggiungere per tutti gli esseri umani”.  Il triangolare di calcio sarà diretto da due arbitri dell’Aia (Associazione italiana arbitri)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Studio Multicentrico PCS sui consumatori di cocaina

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 dicembre 2009

Roma 4 Dicembre, a, alle ore 10,00 – 13,30, presso la Sala Teatro Santo Spirito, Borgo Santo Spirito 3  si tiene un conferenza sull’indagine, finanziata dal Dipartimento Nazionale Politiche Antidroga, e che è stata coordinata da Raimondo Maria Pavarin dell’Osservatorio Epidemiologico Metropolitano Dipendenze Patologiche ASL di Bologna, a cui hanno aderito strutture pubbliche (SERT) e della rete del privato sociale FICT. E’ stata effettuata in 59 città, che coprono il territorio di 28 province e 9 regioni, in cui sono stati intervistati complessivamente 14.585 soggetti (43.2% femmine, 5.1% stranieri, età media 26.2 anni, reddito medio mensile di 812 euro) in vari contesti (sulla strada, scuole, luoghi di divertimento, enti pubblici e privati, luoghi di aggregazione, altro..).  Tra i soggetti intervistati casualmente nel territorio si evince che il 49% ha usato almeno una volta nella vita marijuana, il 42.3% hashish, il 20.5% cocaina, il 12.9% popper, l’11.8% ecstasy, il 10.3% funghi allucinogeni, il 7.5% lsd, il 7.1% oppio, il 6.1% speed, il 4.9% ketamina, il 4.7% salvia divinorum, il 3.8% psicofarmaci, il 3.5% eroina, il 3.1% benzodiazepine, il 3% crack. Per quanto riguarda l’uso recente: il 34.5% ha usato nell’ultimo anno o mese marijuana, il 30.5% hashish, l’11.7% cocaina, il 5.1% ecstasy, il 3% oppio, il 3% funghi allucinogeni, il 2.9% popper, il 2.4% ketamina, il 2.3% speed, il 2.1% lsd, l’1.9% psicofarmaci, l’1.4% benzodiazepine, l’1.4% crack. L’età di primo uso è più bassa per alcol (15 anni), cannabinoidi (16.2 anni) e popper (16.4 anni) e più elevata per psicofarmaci (22.5 anni) e benzodiazepine (22.8 anni). L’età dei soggetti con uso recente segue lo stesso andamento, ma sembra leggermente più elevata per chi usa psicofarmaci, benzodiazepine e cannabinoidi. Tra tutti gli intervistati si nota un’alta prevalenza di comportamenti pericolosi: il 42.% ha guidato almeno una volta dopo aver usato alcolici, il 38% ha usato almeno una volta nel corso della stessa serata alcol e stupefacenti, il 23% ha guidato almeno una volta dopo aver usato stupefacenti, il 20% ha usato almeno una volta diversi tipi di sostanze stupefacenti nel corso della stessa serata, il 20% ha guidato almeno una volta dopo aver usato sia alcol che stupefacenti. Interessanti i risultati sui significati attribuiti all’uso di sostanze psicoattive. Un soggetto su quattro ha avuto un uso recente di cocaina per favorire effetti prestazionali, il 15% per divertimento, il 12% per provare, l’11% per stare in compagnia, l’11% per il piacere provocato dalla sostanza, l’8% per curiosità, il 5% per sballare o per “stare bene”, il 4% per uscire o per passare la serata, il 4% per socializzare o per essere più disinibiti, il 4% per il piacere dell’effetto, il 3% per sentirsi più sicuri, il 3% perché era accessibile, il 3% la usa in discoteca, il 3% per lavorare o per moda o per aumentare l’euforia, il 2% per aumentare l’eccitazione. Nello specifico, si sono evidenziati i dati che riguardano l’uso di cocaina. Gli intervistati sono complessivamente 3899, tra questi: il 92% ha usato almeno una volta nella vita alcolici, l’83% marijuana, l’82.5% hashish, il 50% ecstasy, il 45% popper, il 36% LSD, il 30% eroina o funghi allucinogeni o speed. Solo il 2.8% ha usato la cocaina come prima sostanza illegale, il 10% dopo un’altra sostanza, la metà dopo almeno tre, il 34% dopo almeno sei.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Distretto Turistico Pugliese

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 novembre 2009

Bari. È stato firmato il protocollo d’intesa per la costituzione del nucleo promotore del Distretto Produttivo del Turismo Pugliese tra Confindustria e Confcommercio Puglia, capofila delle rispettive proposte di distretti turistici. L’obiettivo di un unico Distretto Produttivo del Turismo Pugliese – promosso dalle più grandi organizzazioni datoriali e sindacali della Puglia (tra i sottoscrittori oltre a Confcommercio e Confindustria anche CNA, Confartigianato, Confesercenti CGIL, CISL e UIL) e dalla partecipazione delle imprese –  è quello di valorizzare il territorio pugliese in modo unitario ed organico. Con la creazione del distretto si intende dare impulso all’aggregazione delle imprese della filiera per la valorizzazione del sistema regionale, attraverso l’integrazione di professionalità, vocazioni territoriali e identità culturali della Puglia in modo tale che costituiscano un elemento di supporto allo sviluppo dell’intero tessuto economico sociale regionale. Il Distretto del Turismo rientra tra quelli previsti dalla Regione Puglia con la legge regionale del 3 agosto 2007 n. 23 relativa ai Distretti Produttivi. Questi ultimi sono nuovi strumenti per la promozione, sostegno e  valorizzazione di iniziative e programmi di sviluppo su base territoriale, tesi a rafforzare la competitività, l’innovazione, l’internazionalizzazione e la crescita delle imprese.  L’accordo –  sottoscritto da Matteo Biancofiore, Presidente Confcommercio Puglia, e Nicola De Bartolomeo, Presidente Confindustria Puglia – è stato presentato quest’oggi in Regione per completare le procedure di riconoscimento da parte della Giunta regionale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Martirio di S. Giovanni Battista

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

Capo di Sorrento (Na) 28 Agosto 2009 ore 18.00 Chiesa del Rosario  e 29 Agosto 2009 ore 18.00 Chiesa parrocchiale di Cannicchio-Pollica (Sa) In occasione della ricorrenza liturgica del Martirio del Santo Patrono dei Cavalieri di Malta ad honorem, S.Giovanni Battista, la cui memoria liturgica cade il 29 agosto, l’Aggregazione campana dei Cavalieri di Malta ad honorem ricorderà la memoria del S.Patrono con DUE eventi solenni:  il giorno Ven. 28 Agosto 2009 alle ore 18.00 presso la Chiesa del SS.Rosario del Capo di Sorrento (Na) saranno solennemente celebrati i Vespri in memoria del Martirio. il giorno Sab. 29 Agosto 2009 alle ore 18.00 presso la Chiesa parrocchiale di Cannicchio in Pollica (SA) nel Parco Naz. del Cilento sarà celebrata un Solenne Pontificale  cui seguirà un Concerto di Beneficenza (0re 20.30 Chiesa di Cannicchio) curato dalla Corale Kamaraton di Marina di Camerota per la Pontificie Opere Missione. Agli eventi presenzierà ufficialmente l’Arcivescovo S. Ecc. R. Mons. Robert Sarah, Segretario Vaticano per l’Evangelizzazione dei Popoli e le Pontificie Opere Missionarie (che ha il rango di Sottosegretario di Stato Vaticano). I Cavalieri di Malta ad honorem sono confratelli dell’Arciconfraternita dei santi Giovanni Battista ed Evangelista, fondata il 28 aprile 1502, e trasformata da Carlo III di Borbone nel 1735 da istituzione solo religiosa in religiosa-cavalleresca-nobiliare. Il Re, con conferma del suo successore, oltre a conferire il titolo di Cavalieri di Malta ad honorem in perpetuo e singolarmente ad ogni membro del sodalizio confraternale, concesse anche l’uso della croce ottagona melitense. Tale concessione era ed è pienamente legale in quanto Carlo III di Borbone, nella sua qualità di re di Napoli e di Sicilia, era sovrano feudale anche dell’Isola di Malta concessa, dal suo avo Carlo V, in vassallaggio all’Ordine dei Cavalieri Ospitalieri di San Giovanni (l’Ordine di Malta). L’istituzione è aggregata all’arcibasilica lateranense di cui è filiazione diretta ed è regolarmente riconosciuta dal Diritto Canonico, è regolarmente iscritta alla Confederazione nazionale delle Confraternite d’Italia che è un Ente eretto dalla CEI, e lo Stato italiano ne riconosce la personalità giuridica. L’Aggregazione Campana è presieduta dal Nob. Cav. Prof. Ciro Romano.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce l’Associazione Movimento Culturale “MoviMiles”

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 luglio 2009

Un gruppo di cittadini desiderosi di impegnarsi nel territorio nazionale hanno promosso la costituzione di una Associazione culturale, denominata << MoviMiles >>  “Movimento Militare Etico Solidale”.  La sua natura è strettamente no profit, e non si presenta né come organizzazione sindacale nè tanto meno politica o paramilitare, ma semplicemente un aggregazione di liberi cittadini  aperta a tutti senza alcuna discriminazione di razza, religione, appartenenza politica, in conformazione al dettato della nostra costituzione, e nel rispetto dei principi presenti nella L. 382/1978 (RDM), ispirandosi al principio del senso di appartenenza alla patria, perseguendo il ricordo dei nostri eroi, ma soprattutto la solidarietà reciproca tra i soci. Le attività non seguiranno alcuna forma istituzionalizzata, e non sono consentite uniformi o divise, ma si propone di essere un laboratorio di idee e di risposte.  Il suo fulcro infatti sarà un centro di informazioni che raccoglie esperti in diversi settori (amministrativo – legale – sicurezza del lavoro – sviluppo progetti occupazionali –  sportello trova lavoro – convenzioni ai soci – sanità –  qualità della vita – mobbing – gruppi di acquisto – Farmer Market), puntando quindi su consulenze tecniche e pubbliche relazioni con enti, distretti e organizzazioni al fine di formulare proposte e iniziative che possano soddisfare i nostri soci, qualsiasi esigenza essi presentino. Inoltre si propone di promulgare e divulgare la legalità, i principi etici , di perseguire  finalità di solidarietà sociale; di ottimizzare la vivibilità del territorio, intervenendo a salvaguardia dei beni naturali ed ambientali, nonché storici e monumentali, di arrecare benefici a persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche e familiari, ovvero a componenti di collettività estere.

Posted in Confronti/Your opinions, Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festività di S. Giovanni Battista

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 giugno 2009

Napoli 28 giugno 2009,ore 12.00 Basilica di S. Chiara  solenne Cerimonia per la Festività di S. Giovanni Battista organizzata da Ciro Romano, Responsabile dell’Aggregazione Campania dei Cavalieri di Malta ad honorem con il seguente programma: Ore 11.00/11.15 Arrivo Confratelli presso la Basilica; Ore 11.30 Accoglienza in Sacrestia. Ore 12.00, Solenne Messa  celebrata da S.E.R. Mons. Bernard Nsayi; Vescovo Em.di Nkayi (Congo), già Presidente della Conferenza Episcopale del Congo. Ore 14.00, Ritrovo presso il prestigioso Circolo della Vela di Napoli, sito in Borgo Marinari, 1 a Napoli a 15 minuti dalla Basilica di S. Chiara, per la Colazione Conviviale alla presenza di S.E.R. il Vescovo. Costo partecipazione al Conviviale 35 € a persona (parte del devoluto sarà dato in beneficenza)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Secondi a nessuno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 giugno 2009

Da oggi nelle edicole di tutta Italia troverete una novità targata Rete G2 in collaborazione con il mensile giovanile Topgirl (editore Gruner und Jahr/Mondadori). E’ “Secondi a nessuno”: pagina interamente curata dalla rete nazionale di figli di immigrati dove le seconde generazioni si raccontano in prima persona, dalla Babele linguistica delle loro case alle avventure tipiche degli “italiani col permesso di soggiorno”, dai dilemmi identitari alle difficoltà di vivere senza pieni diritti nel Paese in cui si è cresciuti. Storie, pensieri, emozioni e curiosità di un’Italia che cambia dalle scuole alle università, dai luoghi di aggregazione ai posti di lavoro. Giovani che non vogliono essere considerati degli estranei o cittadini di serie B nel loro stesso mondo, la società italiana: appunto “secondi a nessuno”.  La Rete G2 terrà compagnia alle lettrici e lettori di Topgirl per tutta l’estate fino a settembre, mese di riapertura delle scuole.  Quindi se sei figlia/o di immigrati, hai dai 16 ai 23 anni, e vuoi raccontare direttamente un episodio significativo della tua vita o parlare del tuo stile speciale, modaiolo e non, in fatto di gusti, tempo libero e altro collegati  a http://www.g2secondegenerazioni.it,

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Progetto Qbo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2009

Sommacampagna 24 aprile alle ore 19 il Progetto Giovani al Qbo o meglio al Cubo (Centro Urbano Ben Organizzato), un modo per dire ai giovani che le opportunità che il Progetto Giovani offre da oggi sono matematicamente elevate alla terza. La gestione di nuovi spazi dedicati, uno nel capoluogo dietro le scuole medie e l’altro a Caselle nel parco del Centro Sociale, si concretizza in luoghi di ascolto, incontro, realizzazione di iniziative, sperimentazioni di vari percorsi formativi e di crescita personale per e con i giovani, i quali pur con grande autonomia, saranno coordinati da educatori professionali che diverranno figure di riferimento. Il Progetto Qbo parte con una serie di iniziative previste per aprile e maggio in cui formazione, aggregazione, partecipazione e informazione saranno le parole chiave insieme a feste, musica, proiezioni di film, sale prove per band, ecc. “Il Qbo – spiega Damiano Chiaramonte, assessore alle politiche sociali –  è uno spazio dedicato ai giovani cittadini che vogliono emergere dalla realtà in cui vivano partecipando attivamente alla quotidianità. Il Qbo ospita corsi di formazione e itinerari di approfondimento, nello stesso tempo, offre spazi e tempi per l’aggregazione e socializzazione così come l’opportunità di sperimentare percorsi in autonomia per gruppi, singoli, associazioni, scuole, parrocchie. Infine il Qbo è stato pensato anche come luogo di riferimento per avere informazione costante e aggiornata su iniziative, eventi, progettualità rivolte ai giovani del territorio comunale e sovracomunale. Insomma, uno spazio tutto da costruire….insieme”. Non solo contenitori, quindi, ma soprattutto contenuti per elevare al cubo l’opportunità di esprimere le proprie potenzialità creative e ricettive.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »