Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 335

Posts Tagged ‘agile’

Lavoro agile: Cisal chiede al ministro Catalfo un accordo con le parti sociali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 settembre 2020

“Crediamo sia necessario un accordo interconfederale per dare una cornice ai contratti integrativi individuali nel settore privato ed una contrattazione integrativa o il rinnovo dei contratti stessi nel settore pubblico ed affrontare così temi importanti quali la retribuzione di risultato, performance, salario minimo, pausa, riposo, sicurezza, salute, responsabilità, formazione, privacy”. Questi in sintesi i punti toccati nella relazione che la Cisal ha espresso durante il nuovo incontro per la definizione del lavoro agile al il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, presieduto dal Ministro Nunzia Catalfo. La Confederazione Italiana Sindacati Autonomi Lavoratori, rappresentata al tavolo da Marcello Pacifico e Gianmauro Nonnis, ha ripercorso gli interventi legislativi più recenti a partire dalla direttiva 88/2003 sull’organizzazione dell’orario di lavoro che è sotto la lente di ingrandimento della Cesi per delle proposte emendative in Commissione UE, ricordando come le norme contenute all’articolo 18 siano concordatarie e precedono un accordo tra il lavoratore e il datore di lavoro per lo svolgimento del lavoro agile e che le stesse non prevedono il ricorso costante al suo utilizzo come farebbe pensare l’attuale stato emergenziale. Per la Cisal “restano da definire inoltre una serie di parametri: ad esempio, la sicurezza sul luogo di lavoro risulta a carico della parte datoriale anche nella modalità agile e in telelavoro, senza che nessuna norma assicuri il datore di lavoro sulla reale condotta del lavoratore. Ma non solo anche in modalità agile e in remoto devono essere garantiti il diritto alla disconnessione, la fascia oraria di lavoro, i periodi di malattia, il diritto al riposo giornaliero, i diritti sindacali, i parametri della premialità, l’inquadramento dei lavoratori fragili che non possono essere demansionati e quindi sono obbligati a prendere forme di esonero dal servizio quali la malattia; adesso, superati gli attuali limiti contrattuali, rischiano il licenziamento. Anche peggio va ai dipendenti a tempo determinato, che se non possono prendere servizio per motivi di quarantena non possono nemmeno avere la conferma del contratto. Singolare poi – hanno sottolineato – l’azione del legislatore che se all’art. 2 della legge 41/2020 ha previsto la necessità di un accordo integrativo per il personale docente per la MAD (didattica a distanza), di contro, nel decreto legge di agosto ha esonerato lo stesso personale della scuola dallo smart working, mentre sul testo con un recente emendamento il Governo prevede di collocare in lavoro agile o in congedo parentale al 50% il lavoratore con un figlio in quarantena per ragioni di Covid. Una norma insostenibile per la Cisal perché sembra escludere il solo personale della scuola rispetto a tutti i lavoratori”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lavoro agile: estenderlo al personale della scuola e di tutelare i lavoratori fragili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 settembre 2020

Necessario abolire l’articolo 32, comma 4 del Decreto Legge n. 104/2020 per consentire anche a docenti, educatori e Ata di poter accudire i figli eventualmente posti in quarantena, senza dover ricorrere al congedo straordinario e alla riduzione del 50% dello stipendio, e della necessità di attivare il tavolo presso il ministero dell’Istruzione per la firma del contratto integrativo e disciplinare le modalità della didattica a distanza come previsto dalla legge.A pochi giorni dalla prima apertura delle scuole, infatti, sono già alcuni gli istituti che hanno disposto la chiusura di classi, plessi o di interi edifici a causa della presenza di alcuni tra alunni e personale scolastico positivo al Covid-19, mentre la DAD rimane uno strumento utilizzato in parecchie scuole per consentire il distanziamento. Ma dal 6 giugno, dopo quasi quattro mesi, nonostante le diverse richieste di Anief, ancora non si è attivato presso il ministero dell’Istruzione il tavolo per la firma del contratto integrativo previsto dalla legge n. 41/2020. Queste le richieste specifiche del presidente Anief presentate al Ministero del Lavoro, durante l’intervento quale delegato Cisal di cui è uno dei segretari confederali, insieme a Gian Mauro Nonnis, vicepresidente Anief, dopo l’intervento nei giorni scorsi presso il Ministero della Funzione pubblica. Bisogna intervenire per la confederazione anche con un protocollo per il settore privato e con un accordo quadro per il settore pubblico per dare maggiore tutela per disconnessione, salario accessorio, formazione, sicurezza, salute, privacy e per tutte le norme relative all’organizzazione dell’orario di lavoro.Le esigenze venutesi a determinare a seguito della pandemia necessitano di diversi adattamenti normativi. La Cisal ha ripercorso gli interventi legislativi più recenti a partire dalla direttiva 88/2003 sull’organizzazione dell’orario di lavoro che è sotto la lenta di ingrandimento della Cesi per delle proposte emendative in Commissione UE.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il primo libro sull’Agile Marketing

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 settembre 2020

È il primo libro in lingua italiana interamente dedicato all’Agile Marketing. A cura di Paolo Errico “Agile marketing – Fai felici i tuoi clienti in metà tempo, con risorse limitate, con team più allineati e motivati” è la prima guida completa per conoscere e applicare concretamente, in qualsiasi ambito lavorativo, una metodologia ormai diffusa a livello internazionale.Innanzi tutto, Paolo Errico ci dice che “l’Agile Marketing è la risposta alla domanda: come possiamo fare tutto il nostro lavoro e ottimizzare il tempo, uscendo in orario dai nostri uffici?”.L’Agile Marketing: è un metodo in grado di ingegnerizzare in modo efficiente le attività di marketing senza perdere la spinta creativa necessaria; <è una strategia di efficacia organizzativa. Mira a guidare la crescita concentrando gli sforzi del team sulle attività che offrono valore al cliente finale.Tra i molteplici validi motivi, elencati da Errico nel suo nuovo libro, ci sono: si lavora bene, tanto e nei tempi stabiliti. si evidenziano i problemi prima che possano accadere si migliora la capacità di rimanere competitivi si è sempre pronti a cogliere il cambiamento si promuove l’innovazione e la felicità all’interno del team si è automaticamente pronti per lo smartworking Con l’Agile Marketing l’attenzione si concentra sul risultato delle attività e dei progetti, piuttosto che sulla presenza delle persone in specifiche aree di lavoro. Di Paolo Errico, Edizioni Lswr 232 pagine, 18,90 euro Disponibile anche in ebook

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nella scuola niente lavoro agile e poche assunzioni, Pacifico (Anief): non ci siamo

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2020

Il decreto “agostano” n. 104, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 14 agosto scorso con nuovi interventi a favore del lavoro e anche per la messa in sicurezza della scuola stanzia oltre un miliardo per la scuola, ma a sorpresa esclude il personale amministrativo dallo smart working: a sottolinearlo è Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, interpellato dalla testata radiofonica Italia Stampa. “Non si comprende per quale motivo nel resto di tutta la pubblica amministrazione è stato autorizzato il ‘lavoro agile’ fino a dicembre, addirittura si vorrebbe trasformarlo in modalità ordinaria e stabile a partire dal prossimo anno, mentre nella scuola si decide di non sperimentare questa possibilità”. Il sindacalista torna quindi a puntare il dito sulla scarsità di stabilizzazioni nel settore che detiene il poco invidiabile record di contratti annuali e che a settembre andrà a determinare una vera e propria caccia al supplente: “servono norme urgenti per stabilizzare diverse categorie di docenti e di personale scolastico, siamo pronti a sostenerle anche mobilitando i precari, perché è importante che queste proposte passino in Parlamento e siano accolte dal Governo”.La scuola continua ad essere considerata un comparto avulso da tutti gli altri, pubblici e privati: anche nell’applicazione di pratiche lavorative che stanno entrando di diritto anche nel resto la P.A.. Il caso della negazione dello smart working rientra in questa logica ingiustificata. “Se è vero che da una parte deve essere garantito l’avvio regolare dell’anno scolastico, con la presenza degli insegnanti e dello stesso personale amministrativo, è anche vero che ci sono dei compiti delle segreterie scolastiche che possono essere svolti da ‘remoto’”, ha detto il sindacalista autonomo.
Per il sindacato, l’abrogazione del lavoro agile potrebbe render vano il lavoro di sintesi per la pianificazione ed elaborazione del protocollo in termini di prevenzione per evitare un ritorno dei contagi da Covid. La decisione del Governo è quindi molto discutibile, anche perché nel recente protocollo sulla sicurezza sottoscritto anche da Anief, continua il presidente Marcello Pacifico, “abbiamo chiarito che se ci dovesse essere un passaggio contrattuale” su questi temi, “si dovranno chiaramente definire queste mansioni, a partire da quando si possa praticare tale lavoro ‘agile’ dopo l’emergenza Covid che abbiamo avuto” e che stiamo ancora vivendo. “Questa contraddizione giunge, peraltro, in un momento in cui i contagi aumentano e mancano appena due settimane all’inizio del nuovo anno scolastico, anche se la maggioranza delle scuole apriranno a partire dal 14 settembre”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Funzione pubblica: Incontro sul lavoro agile

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2020

Presentata una bozza di protocollo quadro per la prevenzione e la sicurezza dei dipendenti pubblici sui luoghi di lavoro in ordine all’emergenza sanitaria da “Covid-19”. La ministra Dadone dice che bisognerà continuare con la didattica a distanza anche dopo l’emergenza. Marcello Pacifico (Confedir-Udir): Necessario prevedere uno scudo penale per tutelare i dirigenti scolastici; inoltre, occorre rimettere in sesto tutti quegli edifici che nell’ultimo decennio sono stati accantonanti, così da permettere un giusto ritorno a scuola, in sicurezza. La Confedir ha sottolineato come sia necessario, dopo l’aggiornamento del documento di valutazione rischi, inserire anche la previsione, presso ogni sede di lavoro competente, di riunioni periodiche del Servizio Prevenzione e Protezione già esistente, riunione che di norma dovrebbe tenersi almeno una volta l’anno, e a cui sono tenuti. Inoltre, si reputa necessario introdurre, dove ve ne siano le esigenze e le condizioni, le valutazioni di potenziale maggior rischio, campionamenti nell’aria ambiente, monitoraggio impianti di condizionamento attraverso prelievi di aria ad altezza predefinita in ingresso e in uscita e a livello delle bocchette di immissione dell’aria negli ambienti di lavoro, campionamenti sulle superfici di lavoro e sui camici utilizzati dal personale, monitoraggio microbiologico negli ambienti di lavoro, nonché nell’acqua della rete idrica che alimenta gli impianti di acqua potabile e non potabile e sanitaria. Ovviamente si è pensato ai laboratori di ricerca e a formare il personale, informare capillarmente il personale sulle misure tecniche, organizzative e procedurali adottate per il contenimento del contagio fuori e dentro i locali, intendendo destinatari dell’attività formativa anche il personale a tempo determinato, borsista e con contratto di lavoro flessibile. Il personale precario infine deve avere le stesse tutele del personale di ruolo.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il lavoro “agile” nella capitale

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2020

Roma Il lavoro agile diventa modalità ordinaria fino al 25 marzo per tutti i dipendenti di Roma Capitale. E’ quanto prevede una circolare inviata dal Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane ai responsabili di tutte le strutture. Vengono così recepite pienamente le indicazioni contenute nella direttiva prodotta dal Ministero per la Pubblica Amministrazione.“Ci sono alcune attività e servizi che devono necessariamente proseguire ma, allo stesso tempo, è imprescindibile salvaguardare la salute pubblica. Il nostro percorso per il lavoro agile si è sviluppato proprio in quest’ottica, mantenendo un equilibrio assoluto tra i due aspetti”, spiega la Sindaca Virginia Raggi. “Abbiamo definito un meccanismo che consente di fronteggiare in tutti gli aspetti l’attuale stato di emergenza. Ci siamo organizzati affinché tutti lavorino in modalità agile, tranne che per chi incide sulla gestione dell’emergenza e consente di erogare attività indifferibili. Ricordo a tutti che in questa fase così delicata è fondamentale collaborare all’insegna della coesione. Ringrazio tutti i dipendenti per gli sforzi di questi giorni”, sottolinea l’Assessore al Personale Antonio De Santis. Obiettivo primario è evitare gli spostamenti sul territorio senza pregiudicare lo svolgimento dell’attività amministrativa. Per questo, a differenza delle precedenti misure, il lavoro agile diventa la forma ordinaria di gestione del rapporto di lavoro e non è più soltanto consigliato e incentivato. Le strutture capitoline che gestiscono l’erogazione di funzioni di gestione dell’emergenza e altri servizi indifferibili dovranno individuare quelle attività che richiedono l’indispensabile presenza fisica e organizzarsi di conseguenza, tramite apposite rotazioni per garantire un numero minimo di personale. I dirigenti dovranno quindi presidiare le strutture e accertare che tutto si svolga secondo queste disposizioni. Per le attività che non possono essere destinatarie di lavoro agile, l’Amministrazione capitolina adotta strumenti alternativi, come la fruizione delle ferie pregresse, quelle risalenti agli scorsi anni che comunque a norma si sarebbero dovute utilizzare entro il 30 aprile.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La formazione agile sbarca a Milano

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 settembre 2015

milanodavedereDue i corsi chi si terranno prossimamente a Milano: si parte il 19 ottobre con “Intranet Management in Pratica” di Giacomo Mason, dedicato all’analisi delle intranet e degli strumenti necessari a progettarle e gestirle, mentre il 9 novembre sarà la volta di “Sketching per la User Experience” di Sara Seravalle, workshop che consente di scoprire l’efficacia della rappresentazione visuale e i passaggi di co-generazione di un progetto con i colleghi e con gli utenti. È possibile iscriversi online sul sito http://www.uxuniversity.it.
UXUniversity propone corsi partecipativi con docenti esperti del settore per acquisire tecniche, metodi e strumenti volti a incrementare l’efficacia di strategia, ideazione e progettazione nell’ambito dello User Experience Design, il design di siti web e app incentrato sull’esperienza dell’utente.
L’offerta formativa attuale prevede 13 corsi pratici della durata di sette ore per sei soli partecipanti: le informazioni teoriche illustrate durante le lezioni vengono subito sperimentate grazie alle esercitazioni pratiche, e sono quindi immediatamente spendibili.
I corsi, specifici e verticali, sono incentrati su aspetti circoscritti di una materia allo scopo di approfondirne gli argomenti finalizzati allo sviluppo di specifici skill.UXUniversity nasce dall’esperienza decennale di Usertest/lab, azienda specializzata nella progettazione human-centered, che conta tra i suoi clienti Credito Emiliano, Sony, Microsoft, Università Cattolica del Sacro Cuore e Vodafone.Per aumentare la qualità dell’esperienza dei prodotti e dei servizi digitali, UXUniversity ha inoltre aggiunto al suo portfolio due nuovissime soluzioni formative su misura per le aziende: la Formazione ad hoc e l’UX Coaching.
I moduli, che hanno l’obiettivo di coinvolgere i clienti, migliorare la comunicazione interna del team e dotare i professionisti di skill innovative in modo veloce e con investimenti minimi, prevedono corsi personalizzati sulle esigenze aziendali e l’affiancamento del team interno all’azienda da parte di uno o più esperti che lo formeranno e guideranno in ogni fase del progetto scelto.

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

EXIN Deepens Agile Scrum Exam Capabilities, Adds Master Certification Level

Posted by fidest press agency su domenica, 3 maggio 2015

utrecht, the Netherlands, EXIN expands their global certifications with global launch of EXIN Agile Scrum Master. The launch marks a deepening of EXIN’s Agile Scrum certification portfolio, providing exam candidates and employers with world-recognized evidence for advanced competences and skills in the field of Agile Scrum. Agile is a popular approach for managing projects in a flexible manner, a philosophy that originated within software development but that is increasingly being used in other types of projects. As the Agile approach focuses on self-organization and cross- functional capabilities, with small teams and small development steps called Sprints, the Agile philosophy results in a flexible way of working. The intent of which is to create high quality products or services closely aligned to changing customer needs. Scrum is the most well-known and widely adopted process framework for Agile development.Within its Project & Program Management domain EXIN already offers EXIN Agile Scrum Foundation, a foundation level certification that validates an IT professional’s blended knowledge in the field of Agile methodologies and Scrum practices. The launch of EXIN Agile Scrum Master adds to this entry-level certification by providing professionals in the fields of project management, software development, business management and IT service management with world-recognized and e-CF based* confirmation of their profound Agile Scrum knowledge and skills.
The Master level certification is developed by EXIN’s certification and exam experts, in joint cooperation with international high-profile specialists in the area of Agile Scrum including university researchers. Unlike customary in the market, the EXIN Agile Scrum Master certification does not explicitly require any Agile related working experience. This certification is open to professionals already working with Agile Scrum or planning to work according to this philosophy. Also different than some other offerings in the market, EXIN Agile Scrum Master does not require candidates to enter into a continuous membership or to take recertification exams. Instead EXIN has chosen to develop and deliver a high-quality but cost-efficient certification to keep it accessible, affordable and obtainable for every professional interested in working with Agile Scrum.
EXIN Agile Scrum Master builds on the foundation level exam and has practical components. However the EXIN Agile Scrum Foundation certificate is not a mandatory prerequisite. EXIN does highly recommend this certificate or other, relevant certificates such as Prince2 Agile, EXIN Lean IT Foundation and certificates fromScrum.org and Scrum Alliance.
Taking a training with an Accredited Training Provider is a mandatory pre-requisite. This training will include practical assignments. The certification typically fits a 2-day mandatory training session. EXIN Agile Scrum Master will be available online through EXIN Anywhere and via EXIN’s global partner channel. EXIN Agile Scrum Master will be available in six languages including English, Dutch, Japanese, Latin American Spanish, Brazilian Portuguese and French. Other language localizations are possible when required by market demand.
As with other certifications within EXIN’s portfolio, the EXIN Agile Scrum Master certification was developed using e-Competence Framework (e-CF) based principles. The underlying e-CF framework provides the certification with a quality assurance targeted competence development. Some of the competences addressed within the advanced level Agile Scrum certification include: Service Level Management, Component Integration, Testing, Education and Training Provision, Personnel Development, Risk Management and Process Improvement.“The EXIN Agile Scrum Foundation certification is already a highly sought after certification in a variety of countries worldwide,” said Bernd Taselaar, CEO of EXIN. “The e-CF based quality, the cost-efficiency and close adaptation to local demand have probably contributed to this success. I expect the same from this advanced Agile Scrum certification level, especially since it was developed bottom-up – by carefully listening to global user needs.”

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fondi europei per 3.6 milioni di euro per ex-lavoratori di Agile S.r.l.

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 marzo 2013

La commissione per i bilanci del Parlamento europeo ha approvato martedì finanziamenti per un valore di €3.689.000 dal Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) per sostenere il reinserimento nel mondo del lavoro di 856 ex dipendenti della ditta italiana di servizi informatici Agile S.r.l.. L’azienda è fallita nel 2010 a causa di una forte flessione della domanda.
Agile Srl, una società informatica presente in 12 delle 20 regioni italiane, era nel processo di cambiare la sua strategia commerciale quando la crisi ha colpito il settore e tagliato l’azienda fuori sia dalla domanda sia dal credito. L’azienda, che era in procinto di terminare l’offerta di servizi di call center a livello locale per lanciare una un’offerta integrata di servizi IT a livello multi regionale, si è trovata con pesanti perdite e, infine, in una situazione d’insolvenza. Di conseguenza, Agile ha dovuto ridurre il personale di 1.257 persone: fra questi 856 avranno il sostegno finanziario del FEG.
I fondi del FEG possono essere utilizzati per misure di reinserimento nel mondo del lavoro, come l’orientamento professionale, le indennità, per la ricerca, la formazione professionale e l’aggiornamento delle competenze, I contributi a lanciare un business, e i contributi per un cambio di residenza o per gli spostamenti. L’Italia aveva chiesto già nel dicembre 2011 il finanziamento del FEG, ma la valutazione finale della domanda da parte della Commissione europea è stata approvata solo a ottobre 2012. Per I deputati della commissione bilanci, la procedura è stata troppo lenta.
La proposta è stata approvata con 30 voti a favore e 2 contrari. Sarà necessaria l’approvazione della plenaria, prevista durante la sessione di aprile a Strasburgo, e del Consiglio, affinché I fondi possano essere erogati.
Il FEG prevede aiuti per i lavoratori che si sono trovati in esubero a causa di cambiamenti strutturali nei flussi commerciali mondiali. Questa è la prima domanda FEG a essere approvata nel quadro del bilancio 2013.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »