Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘agro-alimentare’

Agroalimentare: da giugno uno show room di eccellenze della Puglia nel prestigioso Sun Chateau di Shangai

Posted by fidest press agency su sabato, 16 maggio 2015

Sun Chateau di ShangaiAlcune rappresentative eccellenze agroalimentari pugliesi, dal prossimo giugno, saranno stabilmente presenti a Shangai in uno show room dedicato, all’interno del lussuoso contenitore Sun Chateau.E’ lo step finale del progetto “Export Shangai” di Unioncamere Puglia, ufficializzato nei giorni scorsi a Shangai dalla firma di un accordo di collaborazione fra la stessa associazione delle camere di commercio pugliesi e CCPIT (commercio estero cinese). A siglarlo il direttore generale di Unioncamere Puglia, Angela Partipilo, e il direttore generale Trade, Yang Xiaodong. “L’intesa – ha dichiarato Angela Partipilo – apre moltissime opportunità alla Puglia e alle aziende associate, trattandosi anche di un accordo sul piano strettamente commerciale, essendo il CCPIT interessato anche alla rivendita dei prodotti riconosciuti di provenienza certa e di qualità, che la presenza di Unioncamere assicura. Poter godere di una esposizione permanente in una contenitore prestigioso, dove sarà possibile visionare i nostri prodotti, effettuare degustazioni e incontri BtoB, apre scenari molto interessanti per l’agroalimentare pugliese in un’area molto estesa, quale quella di Shanghai. Da sola conta circa 30 milioni di abitanti, di cui oltre 2 milioni di stranieri, molti dei quali occidentali e di fascia socio economica medio alta: tutti potenziali opinion makers delle nostre produzioni di eccellenza”.Il Sun Chateau in cui avrà sede lo show room è una bellissima e ampia struttura, dall’architettura avveniristica, che ospita anche un grande ristorante aperto al pubblico, uno spazio eventi catering di altissimo livello (chef 2 stelle Michelin), una parte dedicata ai matrimoni ( circa 500 all’anno) e dal 16 giugno inaugurerà uno spazio Market con prodotti di qualità nell’area “imbarco crociere”.
La firma dell’accordo è avvenuta a conclusione della partecipazione pugliese a Sial China, alla quale hanno partecipato 28 aziende con Unioncamere Puglia e in convenzione con la REGIONE PUGLIA – Area Politiche per lo Sviluppo Rurale. Ventidue di queste imprese, avendo preso parte al progetto “Export Shangai”, saranno presenti da giugno nello spazio Puglia al Sun Chateau.
Il Sial China è il più grande evento sul Food&Beverage in tutto il territorio asiatico ed è il primo per alcolici e vino. (foto: Sun Chateau di Shangai)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Sicurezza alimentare mondiale a rischio a causa di Ebola”

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 ottobre 2014

virus-ebolaL’assistente del direttore generale del Dipartimento FAO per l’Agricoltura intervenuto all’XI Forum Greenaccord dell’Informazione per la Salvaguardia della Natura lancia l’allarme: il virus si sta diffondendo soprattutto nelle aree agricole. Servono urgenti interventi per ridurre lo shock nelle aree agricole coinvolte. Presentati anche gli ultimi dati su fame e malnutrizione e gli obiettivi per una trasformazione del sistema agricolo in senso sostenibile
Roma, 8 Ottobre 2014 – “Il virus Ebola potrebbe mettere a rischio la sicurezza alimentare di tutto il mondo. Su questo ci sono pochi dubbi”. L’allarme è stato lanciato da Ren Wang, vice direttore generale del Dipartimento FAO per Agricoltura e Protezione dei consumatori, intervenuto questa mattina all’XI Forum Internazionale dell’Informazione per la Salvaguardia della Natura, organizzato a Napoli dall’associazione di giornalismo ambientale Greenaccord Onlus in collaborazione con il Comune di Napoli. “La diffusione attuale di Ebola – ha spiegato Wang – non ha precedenti da quando il virus è stato scoperto nel 1975. E i dati evidenziano che si sta diffondendo soprattutto nelle aree rurali dei Paesi africani: questo rappresenta quindi una preoccupazione per la sicurezza alimentare non solo di quel continente ma di tutto il globo. Servono quindi con estrema urgenza degli interventi sia sul fronte dell’assistenza internazionale sia per cercare di ridurre lo shock sui sistemi agricoli a partire dalle aree coinvolte”.Nel suo intervento, Wang ha poi sottolineato l’indifferibilità di una trasformazione radicale del sistema agricolo mondiale, per renderlo effettivamente sostenibile. “Dobbiamo aumentare la qualità delle coltivazioni perché non possiamo più aumentare le aree coltivate. E questo si può fare solo con un dialogo a livello internazionale approfondito e diffuso”. Cinque le direttrici indicate dalla FAO in tal senso: “contrastare il deterioramento delle risorse agricole e idriche mondiali, intervenire sulle pratiche agricole insostenibili, diffondere una corretta gestione dell’acqua per irrigazione, affrontare l’abuso o l’uso scorretto di sostanze fertilizzanti a partire dal fosforo, tutelare la biodiversità in agricoltura a partire dagli insetti impollinatori”.Alla platea di oltre cento giornalisti provenienti da tutti i continenti, Wang ha anche offerto una fotografia dei progressi fatti nel contrasto alla fame e alla malnutrizione: sono 63 i Paesi in via di sviluppo che hanno raggiunto gli obiettivi del Millennio posti dall’Onu, la sottalimentazione si è ridotta dal 23%al 14% in tali Paesi. E il numero di persone che soffrono la fame sono oggi 800 milioni rispetto al miliardo di inizio secolo. Ma ancora oggi, soprattutto in Africa, a un terzo dei bambini dei Paesi in via di sviluppo non è garantita una nutrizione adeguata. “La malnutrizione – ha ricordato infine Wang – è anche un problema economico. Abbiamo infatti calcolato che essa è causa del 5% dei danni prodotti all’economia planetaria”.Nei quattro giorni di dibattiti e confronti, l’XI Forum dell’Informazione per la Salvaguardia della Natura affronterà il rapporto tra produzioni agricole, problemi di malnutrizione e modelli di sviluppo, partendo dalla fotografia del mercato agricolo mondiale e dal ruolo degli attori coinvolti per arrivare a prospettare le possibili linee di riforma che permettano di aggredire in modo efficace la piaga della fame.Tra i relatori in programma, ricercatori e analisti di prestigiose organizzazioni: FAO, Caritas Internationalis, Worldwatch Institute, Coldiretti, Bioversity International, UNDP, European Network of Agricultural Journalists e Slow Food.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agricoltura: etichettatura made in Italy

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 settembre 2010

«L’audizione in Commissione Agricoltura alla Camera del presidente di Anicav (i conservieri di Confindustria) rafforza gli spazi per un dialogo costruttivo e ricco di novità per il settore. La svolta, comunque, può avvenire solo con un preciso impegno degli industriali per una filiera al 100% made in Italy. E oggi questo impegno è stato preso. Gli industriali si sono impegnati a utilizzare solo pomodoro italiano e solo così potranno etichettarlo come made in Italy. Il nostro Paese è un valore aggiunto nell’agro-alimentare ecco perché pretendiamo che un prodotto così etichettato sia realmente fatto solo e soltanto con prodotto italiano. D’altronde questa disponibilità degli industriali va nel verso della normativa comunitaria sull’etichettatura, che rende obbligatoria l’indicazione d’origine per i prodotti monoingredienti». Lo dichiara Ernesto Carbone, responsabile Agricoltura del Partito Democratico dal sito di TrecentoSessanta, l’Associazione che fa riferimento a Enrico Letta.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »