Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘alba’

Prem Shankar Jha: L’alba dell’era solare

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 Mag 2019

Da più di vent’anni i climatologi tentano di spiegarci che il primo segno di un’accelerazione del cambiamento climatico sarà la maggiore frequenza di eventi atmosferici estremi in tutto il mondo: le ondate di freddo e caldo diventeranno più intense, le siccità, le alluvioni, le tormente di neve e gli acquazzoni saranno sempre più frequenti e devastanti.Oggi la minaccia del cambiamento climatico è diventata tangibile, sebbene il rischio di una conseguente catastrofe ambientale non sembra essere recepito dalla collettività: il mondo si sta riscaldando a un ritmo senza precedenti nella storia e la causa principale di tale fenomeno va ricercata nell’accumulo di anidride carbonica e di altri gas serra emessi dai combustibili fossili. L’obiettivo di questo libro non è quello di aggiungere un’altra voce al crescente coro di allarmismi, ma di dimostrare che, sebbene la minaccia sia reale, siamo già in grado non solo di fermarla, ma anche di creare un mondo più pulito, più equo e, soprattutto, più pacifico. Il solo modo per ottenere tale risultato sarebbe sostituire, entro i prossimi cinquant’anni al massimo, i combustibili fossili con altre fonti di energia, come l’energia solare. L’energia solare è pulita, equamente distribuita e illimitata. Le tecnologie che potrebbero permettere questa trasformazione sono ben note da oltre quarant’anni. Allora perché la collettività continua a credere che i combustibili fossili siano indispensabili? Perché questa profonda riluttanza diffusa tra gli attuali detentori del potere ad affrontare le conseguenze politiche di una rivoluzione delle fonti energetiche, che rimpiazzerebbe l’energia ricavata dal carbone, dal petrolio e dal gas con quella prodotta dal sole e dalle biomasse? Dimostrando come le grandi società per azioni e perfino alcuni scienziati al loro servizio abbiano preso parte a questo inganno, Prem Shankar Jha, attraverso le pagine di questo illuminante saggio, si pone tre ambiziosi obiettivi: smentire la leggenda secondo la quale non sia possibile mettere fine alla nostra dipendenza dai combustibili fossili; capire come e perché il mondo sia stato indotto a credere a una simile leggenda; e offrire la prospettiva di un pianeta diverso, un pianeta che potremmo lasciare ai nostri nipoti se ci liberassimo dei combustibili fossili con la rapidità che la tecnologia e l’economia odierne ci consentono.Prem Shankar Jha ha studiato filosofia, politica ed economia a Oxford, ha lavorato dal 1961 al 1966 per le Nazioni Unite a New York ed è poi tornato in India, dove ha collaborato come editor e giornalista alle pagine del Hindustan Times, del Times of India, dell’Economic Times e del Financial Express. Tra il 1986 e il 1990 è stato il corrispondente indiano dell’Economist, e nel 1990 è diventato collaboratore del primo ministro V.P. Singh. Dal 1997 al 2000 ha insegnato all’Università della Virginia. Di recente ha lavorato presso il Fairbank Centre della Harvard University e ha insegnato a Parigi all’Institut d’études politiques.
In Italia Neri Pozza ha pubblicato nel 2007 Il caos prossimo venturo, che ha avuto un grande successo e ha sancito il rilievo di Jha come uno dei massimi economisti mondiali. (Autore: Prem Shankar Jha Pagine: 352 Tradotto da: Raffaella Vitangeli Prezzo: €24,00)

Posted in Confronti/Your opinions, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’alba della vita: Felicità e Inquietudine

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 novembre 2010

Milano fino al 9/12/2010 corso Buenos Aires 23, SpaziArti Francesco Parrella – Stefano Bonazzi In occasione della giornata dei Diritti del bambino SpaziArti ha voluto contribuire alla manifestazione con un ruolo attivo, proponendo una mostra che ha come tema l’infanzia.  Due gli artisti in mostra che analizzano i diversi aspetti della condizione del bambino.
Francesco Parrella e Stefano Bonazzi, dotati di particolare sensibilità, riescono a cogliere e a descrivere l’essenza dell’infanzia attraverso immagini eloquenti.  Diverse le tecniche impiegate che ci restituiscono una disamina approfondita degli aspetti rilevanti dell’infanzia.  Francesco Parrella espone quindici fotografie in bianco e nero che ritraggono bambini di tutto il mondo, documentando momenti della loro socialità: gioco, formazione e vita con gli altri. Volti e occhi di bambini che catalizzano lo sguardo. Parrella, con le sue fotografie, registra immagini d’infanzia carpite durante i suoi numerosi viaggi a fianco di associazioni dedite al conseguimento dei diritti del bambino, quali Help Express, Pa Nepal e Bambini in Romania. Durante l’inaugurazione della mostra verrà proiettato un trailer di Help Express relativo al viaggio in Romania per consegnare gli aiuti a bambini di famiglie disagiate, con le relative interviste agli organizzatori che hanno permesso la realizzazione di tale progetto.
Stefano Bonazzi mostra, invece, quattordici rielaborazioni digitali. Con le sue immagini crea corti circuiti visivi nei quali i volti dei soggetti sono nascosti da maschere. Colpiscono le composizioni metafisiche, stranianti, in cui tutto e’ dove non dovrebbe essere: caos calmo. (alba della vita)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I Castelli incantano la Francia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 luglio 2009

castelliRisultati strabilianti per l’Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, all’alba del gemellaggio siglato ad Amboise venerdì 3 luglio scorso con i castelli della Loira, che dà il “la” ad una liason franco-italiana tra i rispettivi Ministeri del turismo, per condividere professionalità e progetti futuri.  Ospiti entusiasti della qualità dei prodotti serviti, folgorati dalla bellezza dei castelli e delle terre del Ducato. Ma soprattutto, personalità del mondo istituzionale affascinate dalla capacità tipicamente italiana di ridare vita, tra le mura medievali, alle storie di dame, cavalieri e giullari, rapite dalle dinamiche e accattivanti scenografie da favola che collocano una storia tanto lontana in una dimensione senza tempo. Insomma, per i Castelli del Ducato in trasferta francese, il primo esame è stato superato con un risultato al di là di ogni aspettativa. Lo stesso direttore del Castello di Amboise, Jean Luis Sureau, ha definito l’associazione emiliana un partner ideale, per la professionalità, le abilità organizzative e soprattutto la capacità di saper far vivere agli ospiti quello che i francesi immaginano dello charme italiano.   “Una festa italiana che si ripeterà in futuro – ha concluso il Conte Orazio Zanardi Landi, presidente dell’Associazione –  nell’ambito di un grande evento previsto per il 2010 da cui prenderà il via la vera e propria sinergia tra le due bandiere, in una grande campagna promozionale che coinvolgerà le strutture ricettive di entrambi i territori.” Si parla, per quella data, di coinvolgere nientemeno che la Reggia di Versailles: proprio nel maniero più importante di Francia si dovrebbe una mostra fotografica dei castelli del Ducato ad opera di un grande fotografo francese. Sta prendendo il largo, dunque, un grande lavoro per allargare l’orizzonte e permettere ai nostri beni monumentali e storici di avere sempre riconosciuto il grande valore storico e artistico che racchiudono tra le loro mura. http://www.castellidelducato.it  (castelli)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »