Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘alessandra sorge’

Il noto critico d’arte di origine salernitana Achille Bonito Oliva e il Direttore Artistico Umberto Scrocca presentano “352”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 novembre 2011

Il 27 ottobre è stata inaugurata nella “città eterna” presso Camponeschi Wine Bar in Piazza Farnese, uno spazio espositivo tra i più eleganti della capitale, attento alla contemporaneità innovativa, la Mostra fotografica di Yuri Antonosante. Un giovane artista, già apprezzato come promettente attore. Il reportage di Antonosante è accompagnato dalle elaborazioni grafiche di Alessandra Sorge, mentre i brani che vivificano le immagini sono di Giovanni Minio, l’artista recentemente ha ottenuto un prestigioso riconoscimento. La Mostra dal titolo enigmatico “352” è particolarmente attuale. L’autore delle fotografie infatti, in modo rocambolesco, soltanto con l’ausilio di un cellulare, ha catturato furtivamente le immagini crude e violente del territorio libico nel caldo “infernale” d’agosto, mentre era impegnato in una spedizione umanitaria accompagnata dalla scorta. Era un’ardua impresa riprendere questa drammatica realtà. Come ci ha ricordato Yuri Antonosante: “… queste immagini che non giudicano e non polemizzano; raccontano e mostrano, senza intenti, ne recriminazioni ma esclusivamente nel segno della libertà d’espressione”. Per questo l’autore della Mostra, che sarà possibile visitare sino al 2 novembre, ne stigmatizza il vero significato: “ … lo spirito estraneo a motivazioni politiche, che diversamente è legato alla spinta emozionale. Ciò mi ha portato a fotografare quegli attimi e quelle persone. Credo che in questo modo possa originarsi negli spettatori un’empatia profonda, ed emozioni basate sulla sincerità e sulla semplicità”. L’esposizione è curata: nell’allestimento dello spazio e nel percorso tematico da Manuela Vannozzi, una valente critica d’arte. La Mostra che non ha motivazioni politiche, pone l’attenzione esclusivamente sulla quotidianità della condizione umana in soggetti eterogenei: bambini, persone dalla veneranda età, uomini e donne in una cornice seppure apocalittica, costretti a vivere con continui condizionamenti ed in una dimensione al limite della sopravvivenza. Pertanto il percorso espositivo si snoda nei mille rivoli dei diversi protagonisti che costellano la difficile realtà del territorio libico, dove nonostante tutto: continuano a giocare i bambini, mentre tra i paesaggi urbani abbandonati si palesano seppure furtivamente momenti vissuti per strada attraverso gli incontri con la gente del posto. La Mostra “352” continua a suscitare un grande interesse ed una partecipazione delle autorità politiche e dei personaggi della cultura, ma soprattutto della gente comune, consapevole che nell’eterna lotta tra il bene ed il male, soltanto l’amore di Dio ci può salvare. Alla luce degli ultimi avvenimenti che hanno coinvolto il territorio iracheno, dopo la fine cruenta del suo dittatore si dischiude una nuova realtà, che rappresenta altresì una grande opportunità per esorcizzare un “modus vivendi” impregnato di aberrazioni. La raccolta di fotografie non poteva avere una migliore presentazione. Infatti hanno offerto un valido contributo il noto critico d’arte di origine salernitana, Achille Bonito Oliva, nato a Caggiano nel 1939 ed attualmente Docente di storia dell’arte contemporanea alla Facoltà di Architettura dell’Università “la Sapienza” di Roma, che ha curato mostre prestigiose in Italia e all’estero, affiancato dall’esperienza giovanile ma non meno pregnante dell’amico Umberto Scrocca, nato a Roma nel 1960, professionalmente impegnato da anni nell’attività di Direttore Artistico.(Alberto De Marco)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »