Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘allarmi’

Cybersecurity, Mollicone (FdI): “Da documento Copasir conferme di nostri allarmi su 5G

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

“Il documento conclusivo dei lavori dell’indagine sulla sicurezza delle telecomunicazioni del comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica conferma i nostri allarmi sulla presenza di aziende collegate con la Repubblica Popolare Cinese nelle nostre infrastrutture TLC. Il rischio viene dunque certificato dal Copasir, che prende in considerazione le normative di riferimento della Cina sulle aziende, che impone piena collaborazione e condivisione di informazioni con le gerarchie militari e politiche. Il combinato disposto della legge sulla Sicurezza Nazionale e quella sulla Sicurezza Cibernetica della dittatura comunista cinese obbliga, in via generale, cittadini e organizzazioni a fornire supporto e assistenza alle autorità di pubblica sicurezza militari e alle agenzie di intelligence ed impone agli operatori di rete di fornire supporto agli organi di polizia e alle agenzie di intelligence nella salvaguardia della sicurezza e degli interessi nazionali. E’ quindi necessario ora mettere in discussione la presenza di aziende cinesi come Huawei e ZTE nelle nostre infrastrutture strategiche, tutelando la sovranità digitale italiana, le informazioni e dati sensibili riconducibili a cittadini, enti e aziende italiani.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Affittare una casa a prova di ladri costa il 21% in più della media; +7% il prezzo di vendita

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 luglio 2018

Quello della sicurezza in casa è un tema a cui gli italiani si dimostrano sempre più sensibili e questa crescente attenzione, che si moltiplica nei mesi estivi, si riflette anche sul mercato immobiliare. Secondo un’analisi di Immobiliare.it infatti le abitazioni dotate di sistemi “a prova di ladro” valgono il 21% in più rispetto alla media in caso di locazione e il 7% in più in caso di vendita. Nonostante ciò, il patrimonio immobiliare italiano presente sul mercato non risponde ancora all’esigenza di sicurezza: solo una casa su tre (33%) è infatti dotata di porta blindata, mentre soltanto nel 10% delle abitazioni è stato installato un impianto di allarme.
Analizzando la presenza di sistemi di sicurezza nelle abitazioni sul mercato, la Lombardia è la regione in cui si vendono e affittano gli immobili più pronti ad affrontare le effrazioni, contando una maggior presenza di portinerie, porte blindate e impianti d’allarme.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Europol e gli allarmi. A cosa servono?

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 Maggio 2016

europolL’Europol, lancia l’allarme attentati terroristici nel corso di una audizione davanti al Comitato Schenghen. L’Europol e’ l’Ufficio europeo di polizia che si occupa della applicazione delle leggi europee. Ci chiediamo a cosa serve pubblicizzare tale notizia. “Siamo molto preoccupati per la possibile connessione tra reti terroristiche e trafficanti di migranti” ha detto il direttore di Europol, Rob Wainwright. Che ci siano connessioni tra terroristi e migranti non e’ un grande segreto, quello che sarebbe necessario fare e’ impedire connessioni e relativi attentati. In questo senso, sarebbe utile colmare le lacune di informazioni, e di collegamento, che i recenti attentati hanno evidenziato. E’ stato fatto o ciascuna polizia, e ogni servizio segreto, degli Stati europei continua a lavorare autonomamente senza mettere insieme forze e informazioni? Divulgare allarmi, per quanto giustificati siano, serve solo a mettere in ansia i cittadini e indurli a modificare le proprie abitudini di vita. Quello che serve e’ una vera e unica polizia dell’Unione Europea. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sgarbi: “voglio Meneghetti alla biennale 2011”

Posted by fidest press agency su domenica, 5 settembre 2010

Il Prof. Sgarbi ha molto apprezzato le due opere (grandi installazioni) di Meneghetti: “Paralleli Vertebrali” composta da venti altissime sculture di ceramica a forma di tronco di palma e associate alla radiografia della colonna vertebrale dello stesso Sgarbi per creare il parallelo tra la pianta e la colonna portante dell’umanità: “La mia!” ha dichiarato il critico; si è poi molto interessato e divertito con l’opera Optional, il gigantesco cervello anatomicamente fedele (mt. 6 x 9 x 6 h.) realizzato in vinile trasparente, che si gonfia e si sgonfia al suono di allarmi militari, nel quale il pubblico può entrare per ammirare… l’assoluto vuoto di pensiero, esposto nella Torre di Porta Nuova all’Arsenale di Venezia, ancora in restauro, occupandone l’intero primo piano. Il comune di Venezia, attraverso la società “Arsenale di Venezia S.p.A” sta realizzando il restauro della Torre di Porta Nuova, già Torre di Alberatura, per farvi la sede di un centro di produzione sui temi della ricerca scientifica, storica, culturale e artistica, oltre che una sede espositiva: il Centro di Eccellenza Culturale di Venezia. Dopo aver visto l’installazione di Meneghetti “Optional”, ha deciso di presentare l’opera in occasione della Biennale Architettura per la presentazione del progetto di destinazione d’uso della Torre.  L’installazione occupa l’intero primo piano della Torre stessa. Considerato l’uso della Torre quale centro di eccellenza della cultura veneziana, il comitato ha deciso di battezzare la Torre B.R.A.I.N.S. (Cervelli): Bacini, Ricerca, Arte – Architettura – Ambiente, Innovazione, Natura – salvaguardia del Patrimonio Ecologico, STORIA – Scienza – Sviluppo – Sostenibilità. L’immagine di Optional (Cervello) diventerà il logo ufficiale del nuovo polo culturale veneziano e sarà usato come simbolo in tutte le attività dell’Arsenale. Il cervello è stato gonfiato e sgonfiato ininterrottamente nei giorni della pre e vernice 26/27/28 agosto 2010 alla presenza di varie autorità e con grande afflusso di pubblico, ed è stato rigonfiato martedì 31 agosto per la visita dell’architetto Mario Botta e del critico Philipe Daverio, oltre, naturalmente per il folto pubblico. (meneghetti)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italiani ossessionati dalle tasse

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 agosto 2010

Italiani sempre più ossessionati dalle tasse e sognano la riforma del fisco. Anche durante la settimana di ferragosto i contribuenti non hanno smesso di pensare alle tasse anche a seguito dei continui allarmi emessi dell’Amministrazione finanziaria. Nella sola settimana di ferragosto, sono stati ben 38.796 i cittadini che hanno contattato “Lo Sportello del Contribuente” richiedendo l’assistenza dei funzionari. Tra i contribuenti più ossessionati dal fisco figurano in testa in testa quelli residenti in Campania, con 4.873 richieste, secondo e terzo posto spettano rispettivamente a quelli dell’Emilia Romagna con 4.227, e del Lazio con 3.864. A seguire quelli della Sicilia con 3.312 richieste, Lombardia con 2.915, Toscana con 2.572, Veneto con 2.476, Piemonte con 2.244, Liguria con 1.897 e Trentino Alto Adige con 1.569. Chiudono la classifica la Valle d’Aosta con 1 .120 richieste, l’Abruzzo con 1.054 ed il Molise con 975.  Finanche il giorno di ferragosto il sito internet http://www.contribuenti.it è stato consultato da 193.252 visitatori. Internet, posta elettronica e telefono non sono le uniche fonti di salvezza per i contribuenti italiani. Significativo è anche Lo Sportello del Contribuente “front-office”, presente nelle principali città italiane, in prima linea nell’informazione ed assistenza fiscale e legale. Si tratta di una struttura, anche di “pronto intervento”, dove operano gli “Angeli del Fisco” di Krls Network of Business Ethics, avvocati e dottori commercialisti leader nella tutela dei diritti del contribuente e nell’assistenza gratuita ai poveri, le vittime di usura, i terremotati, i diversamente abili, le persone anziane over 70 ricoverate in ospedali, case di cura o di riposo e degli italiani residenti all’estero. Complessivamente, nella settimana di ferragosto, le risposte fornite in tempo reale da “Lo Sportello de l Contribuente” sono state 30.622, di cui 9.416 per sapere come difendersi dalle vessazioni del fisco, 7.416 per ottenere i rimborsi fiscali non pervenuti, 6.169 per cartelle pazze, 5.164 per ganasce fiscali ed ipoteche immobiliari, 2457 assistenza nelle verifiche fiscali e accertamenti tributari. Per quanto riguarda i motivi che hanno portato gli utenti a rivolgersi a “Lo Sportello del Contribuente” piuttosto che agli Uffici finanziari prevalgono la competenza (58,6%), il risparmio di tempo (30,2%) e la comodità (11,2%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maltempo: Autostrada Roma L’Aquila

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2010

L’Aduc chiede al ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Altero Matteoli, la revoca della concessione autostradale alla società Strada dei Parchi S.p.A che gestisce le autostrade A24 (Roma-L’Aquila-Teramo) e A25 (Torano-Avezzano-Pescara), che ha la concessione per l’esercizio delle due autostrade. L’odissea vissuta dagli utenti bloccati sull’autostrada Roma- l’Aquila è incredibile. “A causa della neve” molti automobilisti sono rimasti bloccati nel pomeriggio di ieri e in parte della nottata, soccorsi dagli uomini della Protezione civile con acqua e coperte. Eppure le previsioni meteo erano precise e gli allarmi della stessa Protezione civile chiari. L’autostrada poteva essere chiusa o, perlomeno, resa scorrevole. Lo stesso prefetto dell’Aquila, Franco Gabrielli, ha annunciato che farà ricorso alla magistratura contro la Strada dei Parchi S.p.A per i troppi disservizi sull’autostrada. Siamo alle solite: basta un piccolo intoppo perchè il Bel Paese si blocchi, con buona pace dei nostri concessionari autostradali. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Come si difendono gli Italiani dai furti d’auto?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 giugno 2009

Italia vengono rubate 19 auto ogni ora, il dato non è dei più confortanti e i guidatori italiani corrono ai ripari, scegliendo di lasciare le loro vetture in garage. Questo è ciò che emerge dai dati rilevati da Assicurazione.it, comparatore online di preventivi RC auto. Su un campione di 300.000 persone che negli ultimi mesi hanno cercato una polizza per la propria auto su http://www.assicurazione.it, il 65% dichiara di lasciare per la notte la vettura in garage, e solo il 18% in strada. Le regioni che si aggiudicano il premio per la maggior attenzione alla sicurezza delle proprie auto sono il Veneto (77% di automobili custodite in garage), Valle D’Aosta (73%) e Campania (72%). La regione che fa registrare il maggior numero di furti d’auto, il Lazio, curiosamente occupa con il 59% solo il dodicesimo posto nella classifica di chi custodisce l’auto in garage. Questo, forse, spiega in parte una così alta incidenza di furti.  Le regioni che si sentono più sicure sembrano essere la Liguria, la Toscana e il Piemonte, dove vengono lasciati in strada per la notte rispettivamente il 35%, 28% e 23% dei veicoli. Ma è vera sicurezza? In realtà ad incidere sulla scelta degli automobilisti è spesso il costo dell’acquisto di un garage. Si pensi che, ad esempio, per comprare un riparo notturno alla propria auto a Genova occorrono mediamente 53.000 €. Secondo Alberto Genovese, CEO di Assicurazione.it, “Molti automobilisti credono di risparmiare non coprendo la propria auto con una polizza contro Furto e Incendio, ma in realtà sottovalutano il fatto che spesso le Compagnie Assicurative fanno promozioni molto interessanti se si inserisce anche questa copertura aggiuntiva e una piccola somma in più nel premio può dare un beneficio enorme nel caso in cui ci venga rubata l’auto”.  Un ulteriore elemento di curiosità è che sono proporzionalmente molto poche le vetture che montano un antifurto e, per la pace delle orecchie di molti, la vecchia sirena è ormai sostituita da sistemi molto più efficaci e, soprattutto, silenziosi!

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Covidien lancia un sistema di gestione degli allarmi

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 Maggio 2009

Covidien (NYSE: COV, BSX: COV), fornitore globale leader di prodotti per la sanità, ha annunciato il lancio globale del suo Sistema di gestione allarmi per il pulsossimetro Nellcor(TM) OxiMax(TM) N-600x(TM). Il pulsossimetro OxiMax N-600x è un eccellente ossimetro, con una gamma completa di funzioni, che consente letture affidabili anche durante perfusioni ridotte e interferenze di segnale.  In pazienti con depressione respiratoria, la saturazione dell’ossigeno è una misura critica. Il Sistema di gestione allarmi avverte il personale sanitario dei periodi di desaturazione e dei casi potenzialmente preoccupanti, fornendo agli operatori sanitari la possibilità di prendere decisioni tempestive e più informate sul trattamento dei pazienti.  Il sistema di gestione allarmi potenzia le informazioni fornite dai pulsossimetri tradizionali e supporta l’assistenza efficiente e completa di pazienti che sono a rischio di anomalie dell’apparato respiratorio superiore, come le apnee del sonno, o che hanno un’anamnesi di russamento e che presentano patologie polmonari ostruttive croniche. Tali pazienti includono coloro che hanno un indice di massa corporea elevato, sono in uno stato cosciente ridotto a causa di trattamento con terapia del dolore, sono stati sottoposti ad un serio intervento chirurgico o sono anziani. Secondo i Centri per il controllo delle patologie, gli individui a partire dai 65 anni di età rappresentano la maggioranza dei pazienti ricoverati negli ospedali U.S.A.  L’aggiornamento del software del Sistema di gestione allarmi per il pulsossimetro OxiMax N-600-x combina le tecnologie OxiMax SPD(TM) e della gestione allarmi SatSeconds(TM) con due nuove letture che completano e visualizzano le informazioni senza modificare l’attuale gamma di monitor e di sensori. L’allerta OxiMax SPD utilizza un algoritmo che incorpora l’incidenza, la frequenza, la gravità e la durata della desaturazione del paziente per la rilevazione di tracciati che indicano riduzioni ripetitive di flusso d’aria in pazienti adulti. La gestione degli allarmi SatSeconds è una funzione controllata dal medico che riduce lo stress degli allarmi, senza sacrificare la sicurezza del paziente, discriminando tra eventi di ipossemia grave e eventi transitori minori. Il nuovo formato di visualizzazione consente la valutazione delle condizioni del paziente con una semplice occhiata, e la nuova visualizzazione dei trend consente di conoscere i dati storici evidenziando gli eventi di allarme.  Molti pulsossimetri visualizzano unicamente i dati correnti del battito cardiaco e della saturazione periferica (SpO2), una singola istantanea senza un contesto rilevante.
Covidien è un’azienda leader globale di prodotti sanitari, che crea soluzioni mediche innovative per migliorare gli esiti clinici del paziente, offrendo un valore aggiunto attraverso leadership ed eccellenza nel settore sanitario. Covidien produce, distribuisce e supporta una vasta gamma di linee di prodotti leader del settore, divisi in quattro segmenti: Medical Devices, Imaging Solutions, Pharmaceutical Products e Medical Supplies. Con un fatturato 2008 di quasi 10 miliardi di dollari USA, Covidien ha più di 41.000 dipendenti in 59 Paesi nel mondo e i suoi prodotti vengono venduti in oltre 140 Paesi. Per avere altre notizie sulla nostra azienda, visitare il sito http://www.covidien.com.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »