Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘alternanza’

Alternanza scuola-lavoro: numerose le denunce di sfruttamento

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 marzo 2017

infortuni-lavoroStudenti che finiscono in agenzie immobiliari a fare i telefonisti. Altri a cui tocca pulire i tavoli o i bagni nei ristoranti. Altri ancora che fanno fotocopie, volantinaggi o catalogano archivi e biblioteche. E’ l’alternanza scuola-lavoro “all’italiana”. Ovvero come vanificare un’ottima occasione – almeno sulla carta – di formazione e di inserimento nel mondo del lavoro attraverso lo sfruttamento di molti studenti come manovalanza gratuita. E’ quanto denuncia l’Unsic, sindacato autonomo con oltre 1.500 Caf sparsi sul territorio nazionale, che ha raccolto le lamentele di una ventina di utenti.
“L’obbligo dell’alternanza scuola-lavoro nelle scuole superiori, previsto dalla ‘Buona Scuola’, ha fatto esplodere un fenomeno un tempo riservato a limitate esperienze nell’istruzione tecnica e professionale – spiega Domenico Mamone, presidente nazionale del sindacato. “La conferma viene dagli stessi numeri ministeriali, secondo cui lo scorso anno hanno partecipato alle attività ben 652.641 studenti rispetto ai 273mila dell’anno precedente. Nonostante ciò e gli aggiustamenti in corso d’opera, il bilancio dell’esperienza non è esaltante a causa principalmente di tre fattori: la difficoltà, da parte del corpo docente, di collocare anche 500 studenti nelle aziende della zona, spesso refrattarie ad accogliere studenti, a cui si aggiungono gli immancabili nodi burocratici e i costi, ad esempio per le assicurazioni, spesso a carico degli studenti”.
Per legge sono 200 le ore minime da effettuare nell’ultimo triennio dei licei e 400 nell’ultimo triennio dei tecnici. “Purtroppo nel nostro Paese, con la scomparsa dell’avviamento professionale e un apprendistato che non decolla, anche per un pregiudizio ideologico è stato tardivo il riconoscimento dell’importanza di un moderno collegamento tra la scuola e il mercato del lavoro, salvo alcune meritorie iniziative nel Nord Italia – continua Mamone. “Eppure la formazione non è semplice addestramento al lavoro, ma è costruzione di una persona. Offrire queste esperienze negative a giovani di 16-17 anni significa determinare un effetto-boomerang nel loro percorso di qualificazione”.

Posted in scuola/school, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alternanza scuola-lavoro “Art & Science across Italy”

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 marzo 2017

Università di Napoli “Federico II”JPGNapoli lunedì 20 marzo, alle 10.30, nella Sala del Consiglio di Amministrazione presso il Rettorato dell’Università Federico II, in corso Umberto I, 40, verrà presentato il progetto di alternanza scuola-lavoro “Art & Science across Italy” del network CREATIONS di Horizon2020 organizzato dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e dal CERN di Ginevra.Alla conferenza stampa di presentazione prenderanno parte il Rettore dell’Ateneo Gaetano Manfredi, il Presidente dell’INFN Ferdinando Ferroni, l’Assessore all’Istruzione della Regione Campania Lucia Fortini, l’Assessore alla Scuola e all’Istruzione del Comune di Napoli Annamaria Palmieri, e il Direttore Generale dell’USR Campania Luisa Franzese. Pierluigi Paolucci, INFN/CERN, responsabile nazionale di “Art & Science across Italy” illustrerà il progetto che sul territorio è realizzato con la collaborazione e il patrocinio dell’Università Federico II, della Regione Campania, dell’Ufficio Scolastico Regionale, del Comune di Napoli, del Museo Città della Scienza, dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli e della Società Nazionale di Scienza, Lettere e Arti in Napoli.
Interverranno il Direttore del Science Centre di Città della Scienza Luigi Amodio, il Direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli Giuseppe Gaeta, il Direttore del Dipartimento di Fisica della Federico II Leonardo Merola, il professore Rocco Gervasio dell’Ufficio Scolastico Regionale, e il Presidente della Società Nazionale di Lettere e Arti in Napoli Domenico Conte.
Il progetto di alternanza scuola-lavoro “Art & Science across Italy” è rivolto agli studenti del terzo e quarto anno dei Licei Classici, Artistici e Scientifici della città di Napoli.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alternanza scuola-lavoro, i privatisti non potranno fare la maturità e manca il regolamento che tutela gli stagisti

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 marzo 2017

scuola-digitale-casnati-como-800x500_cMentre il Miur si limita a far sapere che grazie alla Legge 107/15 è più che raddoppiato il numero di iscritti alle superiori impegnati nella formazione aziendale, a distanza di 20 mesi non si hanno notizie della Carta dei diritti e dei doveri degli studenti. Quando, tra poco più di un anno, avremo la nuova maturità, viene da chiedersi come faranno i privatisti a essere ammessi e ad affrontare la prova orale, dal momento che non hanno svolto questo genere di attività formative divenute nel frattempo imprescindibili.
Marcello Pacifico (presidente Anief e segretario confederale Cisal): servono regole chiare e tutele vere per evitare che gli studenti rimangano esposti ai fenomeni di sfruttamento, di cui oggi purtroppo abbiamo spesso riscontro, così come bisogna dare risposte a chi si presenta da privatista. Oltre che far decollare l’interesse degli imprenditori: senza incentivi veri, ‘accesi’ anche dal Ministero del Lavoro, il progetto è destinato a naufragare.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alternanza scuola-lavoro per istituti tecnici

Posted by fidest press agency su sabato, 26 novembre 2016

Paola-Binetti“L’approvazione di un emendamento sull’alternanza scuola-lavoro, che nel prossimo anno estende anche alle scuole paritarie le risorse disponibili, ha un forte valore in chiave orientativa. Soprattutto per coloro che frequentano istituti tecnici e scuole professionali in contesti di antica tradizione formativa, in cui da sempre si è prestata speciale attenzione all’inserimento lavorativo. Attualmente la disoccupazione giovanile nel nostro Paese è tra i livelli europei più elevati e si attesta sul 41, 4 per cento, solo Spagna e Grecia sono in condizioni peggiori. Ciò nonostante le aziende italiane fanno fatica a trovare personale in grado di rispondere alle esigenze di oltre sessantamila profili professionali. Il mondo del lavoro richiede personale sempre più qualificato e la continua evoluzione informatica esige un’istruzione tecnica che la scuola italiana è in grado di garantire. Serve formazione di alta qualità per rispondere alle esigenze di un mercato sempre più competitivo; troppo spesso però i giovani, una volta terminato l’iter scolastico, non sanno quali percorsi intraprendere per inserirsi stabilmente nel lavoro. Il ministro Giannini, rispondendo oggi a una mia interrogazione, ha ribadito che in Italia esistono molti istituiti tecnici di sicura eccellenza, peccato però che non siano sufficientemente conosciuti dagli studenti al momento della scelta della scuola superiore. Evidentemente abbiamo bisogno di un nuovo modello di orientamento alla scelta della scuola superiore, che restituisca alla formazione tecnica pari dignità anche rispetto ai licei. È di fatto indispensabile supportare l’orientamento degli studenti non solo attraverso percorsi scolastici specifici, ma anche fornendo precise indicazioni sulle necessità delle imprese del territorio”. Lo dichiara l’on. di Area popolare, Paola Binetti. “E’ quanto mai necessario rivedere i piani di studi degli istituti tecnici, facendo dell’alternanza scuola-lavoro un loro particolare punto di forza. Devono fornire competenze di alto profilo anche sui contenuti specifici di ogni singolo indirizzo, perché gli studenti imparino a tradurre in pratica ciò che studiano in teoria. Il saper fare è un valore aggiunto rispetto al semplice sapere, o ad un fare senza sapere perché. Nello stesso tempo – spiega Binetti – i piani di studio devono tener conto della formazione culturale generale, perché i neodiplomati possano accedere facilmente alle facoltà universitarie che considerano più e meglio rispondenti ai loro interessi. La scelta del cosa studiare va quindi accompagnata da un lavoro di orientamento costante che li aiuti a capire come studiare. Le esperienze di alternanza scuola lavoro, previste dalla legge sulla Buona scuola, diventano quindi parte integrante di un più generale progetto di orientamento. Solo così sarà più facile, al termine degli studi, individuare le aziende e i contesti in cui andare a lavorare, possedendone le competenze di base necessarie”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Apprendistato

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 gennaio 2010

Dichiarazione dell’On. LUIGI Bobba (PD)  La Camera dei Deputati nell’ambito della discussione sul collegato 1441 quater B, ha approvato un Ordine del giorno proposto dall’On. Luigi Bobba, Vicepresidente della Commissione Lavoro, e condiviso da tutta la Commissione, nel quale si impegna il Governo a rivedere il sistema di alternanza scuola – lavoro e specificatamente le norme che regolano il contratto di apprendistato al fine di poter potenziare l’aspetto formativo. In tal senso è necessario che sia fissato un congruo numero di ore di formazione esterna da realizzarsi nelle istituzioni scolastiche o formative, onde acconsentire anche all’assolvimento dell’ultimo anno dell’obbligo di istruzione e formazione fissato dalla legge a 16 anni. “E’ una strada difficile, ma non possiamo lasciare fuori dalla scuola 130.000 giovani sotto i 16 anni che né studiano, né lavorano. Ma tale sperimentazione – continua Luigi Bobba – ha bisogno di risorse e dell’impiego di tutte le energie della scuola, della formazione professionale e delle imprese. Purtroppo si fanno spesso norme che restano totalmente disapplicate e non può essere certo una soluzione quella di consegnare le responsabilità della formazione dei giovani apprendisti unicamente alle imprese”. “Voglio sperare che questo Ordine del giorno apra la strada alla costruzione di un sistema di formazione professionale e di apprendistato moderno, efficace e omogeneo su tutto il Paese”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il debito pubblico è enorme e deve rientrare

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 ottobre 2009

Il Presidente Napolitano ha affrontato una questione centrale nell’analisi politica radicale, mettendo il dito nella piaga degli effetti nefasti del regime partitocratico. In proposito il partito radicale ha emesso il seguente comunicato: “Le sue parole, piene di senso di responsabilità, sono state spese a vantaggio dell’universalità dei cittadini italiani: la spesa pubblica è “oltre i limiti di indebitamento tollerabile”. Ma il politico Napolitano, eletto deputato per la prima volta nel 1953, conosce bene meccanismi e le coazioni a ripetere del regime partitocratico che lo inducono correttamente a ritenere che “C’è una enorme difficoltà a modificare l’ordine delle voci della spesa pubblica, che si sono venute incorporando attraverso comportamenti pluridecennali” Ha riconosciuto che c’è stata un’alternanza, ma non una seria alternativa per un diverso governo del Paese. Ha descritto la partitocrazia. Senza la Riforma, non si potrà ottemperare ai più elementari bisogni di un Paese moderno, come ad esempio, nel settore della ricerca, settore al quale il Presidente da particolare rilevanza.  Parole opportune e in sintonia con i reali bisogni degli italiani.  Noi radicali da sempre su questi temi ed anche in questa legislatura, abbiamo fatto proposte (di legge), lasciando ad altri le sterili e spesso demagogiche promesse o proteste.  Valutazioni come queste rendono evidente quanto questo Governo e questo Parlamento siano del tutto inadeguati alle necessità del Paese”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Portraits

Posted by fidest press agency su martedì, 15 settembre 2009

amini_la_fugalazzini_saraPalombara Sabina (RM) 19 settembre – 4 ottobre 2009 vernice ore 12 sabato 19 RossoCinabro Piazza Giuseppe Mazzini, 6 La storia della ritrattistica è  influenzata dai principi teorici ed estetici dell’arte figurativa in generale e rivela una continua alternanza tra esigenze idealizzanti e celebrative, e tendenze realistiche e oggettive.  La dialettica tra realismo e celebrazione allegorica, tra mera imitazione e ideale rappresentazione o la commistione tra le due tendenze continua ancora oggi. Appare inoltre evidente come le tendenze innovatrici dell’arte  superino il principio dell’imitazione: l’istanza di approfondimento psicologico e di una radicale individualizzazione del soggetto giunge ad operare un’estrema semplificazione dei tratti o addirittura una loro trasfigurazione astratta.  In esposizione opere di: Sevil Amini,  Eleonora Maria Barbaro, Alice Burato, Gianfranco Castelli,  Luca Fiorani, Claude Forthomme, Maria Rita Ghezzi, Giuseppe Lettere, Lisbeth Dal Pozzo Annone,  Paul De Haan, Enrico Lazzini, Donato Lotito  La Galleria aderisce alla V Giornata del Contemporaneo promossa da Amaci. A cura di Cristina Madini

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »