Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘alternative’

Alternative Behavior Strategies Receives Funding from Morgan Stanley Expansion Capital

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 agosto 2019

Alternative Behavior Strategies (ABS), a leading provider of services to children with autism spectrum disorders, announced today it has received funding from private equity platform Morgan Stanley Expansion Capital along with Petra Capital Partners, investing in the next stage of ABS’ growth. The funding amount was not disclosed. Autism is one of the fastest growing developmental disorders. One in 40 children in the U.S. has been identified with autism spectrum disorder (ASD), according to the December 2018 issue of Pediatrics.i This is an increase from a study conducted in 2014 by the Centers for Disease Control and Prevention (CDC) that estimated about 1 in 59 children in the U.S. were identified with ASD.ii
ABS provides therapy which is based on Applied Behavior Analysis (ABA), a successful evidence-based treatment for children with autism. Earlier this year, ABS rolled out its ABS Virtual Office, the first smart phone-based platform to connect autism behavioral therapists to the information and knowledge they need—wherever they are—to enhance services and promote clinical excellence and advancement. Because ABS therapists spend as much as 80 percent of their time in the field providing therapy, the platform gives them real-time access to electronic clinical records, as well as to the collective wisdom of the company while treating a child, when this information is most vital.This fall, ABS will open its first comprehensive community-based center to provide adapted playgrounds and intensive therapy in all day sessions, so that working parents can bring their children for the day. This center is based in the Salt Lake City, Utah, area, with additional centers planned for other regions.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Investec Asset Management lancia la nuova gamma Global Alternative Fund in Europa

Posted by fidest press agency su domenica, 12 agosto 2018

Investec Asset Management lancia l’Investec Global Alternative Fund 1, concepito per facilitare l’accesso degli investitori istituzionali europei a una gamma di strategie di investimento alternative.
La quotazione rafforza l’impegno della società verso l’Europa permettendo ai clienti di accedere alla sua gamma di soluzioni di investimento alternative. Il nuovo strumento è connesso alla già forte presenza della società in Europa e integra la gamma Global Strategy Fund, una soluzione UCITS anch’essa domiciliata in Lussemburgo.La gamma è concepita sotto l’Alternative Investment Fund Managers Directive che facilita il mercato transfrontaliero negli Stati Membri dell’UE, ed è soggetta al regime dei fondi di investimento specializzati del Lussemburgo condiviso da numerosi investitori istituzionali europei.Rispondendo alla domanda degli investitori istituzionali di soluzioni obbligazionarie unconstrained, la strategia Multi-Asset Credit della società sarà la prima nella gamma a essere disponibile per gli investitori e sarà co-gestita da Jeff Boswell, Head of Credit, e Garland Hansmann.John Green, Global Head of Client Group, ha commentato: “L’operazione sottolinea il nostro impegno nel fornire ai clienti europei soluzioni create sulla base delle loro specifiche richieste – come ad esempio quella, duplice, di un incremento dei rendimenti insieme alla protezione del capitale nel contesto di incertezza dei mercati.” http://www.investecassetmanagement.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Agricoltura del domani: le alternative concrete per il futuro”

Posted by fidest press agency su martedì, 11 luglio 2017

locandina.pngRoma. 14 luglio, dalle 15 alle 19,30, in sala della Lupa a Montecitorio. Ci sono diverse teorie su cosa mangeremo nel futuro: dagli insetti alla carne artificiale creata in laboratorio, per far fronte alla crisi alimentare globale provocata da modelli industriali e di consumo insostenibili a cui si aggiunge la sfida di una popolazione mondiale di 9 miliardi di persone nel 2050. Prima di pensare a nuovi alimenti da consumare, bisogna innanzitutto liberare quelli attuali dai pesticidi, rendendoli ecosostenibili, rispettosi della biodiversità e della salute umana. Durante il convegno i nostri portavoce, insieme agli esperti del settore, spiegheranno come avviare questa trasformazione attraverso un percorso di medio-lungo termine a partire da alcune soluzioni concrete già in uso.Per garantire standard qualitativi al consumatore, che predilige sempre più un Made in Italy di qualità (nell’ultimo anno solo in Italia sono aumentati del 20% i prodotti biologici venduti), occorre cambiare il paradigma su cui si regge l’attuale modello di produzione, che favorisce le lobby dell’agrochimica e la grande industria a scapito degli agricoltori, sempre più poveri. Una situazione che rischia di aggravarsi con gli accordi internazionali di libero scambio già in vigore o in via di approvazione, come il Ceta.
Interverranno:i parlamentari 5stelle Silvia Benedetti, Massimiliano Bernini, Mirko Busto, Elena Fattori e Paolo Parentela; Patrizia Gentilini, medico oncologo di ISDE- Medici per l’Ambiente; Alberto Mantovani, dirigente di ricerca dell’Istituto Superiore di Sanità ed esperto dell’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare;
Carlo Grignani, professore di Agronomia all’Università di Torino;
Simone Vieri, professore di Economia all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Fabio Taffetani, ordinario di botanica, direttore Orto botanico, Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali, Università Politecnica delle Marche
Paolo Maria Mosca, risicoltore ed agronomo sperimentatore che ci parlerà della risicoltura sostenibile e biologicaPasquale De Vita – CREA FoggiaGiuseppe Cilento – Presidente Cooperativa agricola Nuovo CilentoGiusto Giovannetti, microbiologo al CCS Aosta. Domenico Tringale, direttore di Aam Terra Nuova, moderatore dell’evento. (foto: locandina)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mergers: Commission clears acquisition of Schmolz Bickenbach steel distribution business by Jacquet Metal Service

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 luglio 2015

The european commission has approved under the EU Merger Regulation the acquisition of six subsidiaries of Schmolz+Bickenbach AG of Germany by Jacquet Metal Service SA of France. All entities are active in distribution of steel products, namely stainless, carbon and speciality steels via stockholding centres throughout the EU. The Commission’s investigation found that the proposed transaction would raise no competition concerns as the market share increments are modest, the switching costs for customers are low, and customers will continue to have an adequate number of alternative suppliers in all relevant markets. The transaction was examined under the ordinary merger review procedure.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ding offers convenient alternative as the cost of money remittance increases for Indians

Posted by fidest press agency su sabato, 6 dicembre 2014

india-travel-insuranceAs India introduces a tax on traditional money remittance, ding* reminds people of the complimentary service of international mobile top-up to transfer value home.
India has started levying a service tax on “fees or commissions” charged by banks and financial institutions in a push to raise Rs 3,700 ($6 billion) for the cash-strapped Indian Government. The tax will see an additional 2% charge on all money remittance sent into India increasing the cost of sending money home for Indians living abroad. These increased costs leave the Indian Diaspora looking for alternatives including the illegal hawala route. It is feared the move may even spark a curtailment in remittances as a whole, which in turn would hit the country’s forex reserves.International top-up has long been seen as a convenient compliment to money remittance. The ability to deliver airtime directly to the mobile phones of loved ones makes it easy for the Indian Diaspora to support home. Mark Roden, founder of ding*, the world’s largest international top-up provider says, “This increase in tax will further burden Indians working away from home who send support home. We remind the Indian Diaspora of the convenience, speed and safety of sending mobile top-up as an alternative way to let their loved ones know they’re thinking of them.”ding* allows the instant transfer of value to mobile phones in India, primarily sent by the Diaspora working in the Gulf and UAE regions. The service is available on http://www.ding.com, the ding* apps and from 500,000 retail outlets around the world. ding* also offers a phone-to-phone service allowing the transfer of credit directly from one phone to another.
According the World Bank there is almost $600 billion in money remittance sent globally and India is the highest receiver with $70 billion being sent to India every year. Big players in the remittance market are sure to resist this fee and ding* would fully support them, as the company are fully dedicated to making sending help home as easy as possible for migrant workers. For the time being, ding* continues to offer the Diaspora a convenient compliment that not only allows Indians to add value directly to their loved ones mobile phones. “If only for that one day – this simple gesture makes their lives that little bit better.” adds Roden.
As the world’s largest top-up provider, ding* safely delivers a top-up every second of every day. Created to help people living abroad to support loved ones back home, the company is directly connected to 300 mobile operators in over 130 countries with a reach of over 3.5 billion phones. People can send top-up on http://www.ding.com, the mobile app and in more than 500,000 retail locations around the world.ding*employs 200 people and is headquartered in Dublin, Ireland with regional offices in Miami, Dubai, San Salvador, Bucharest, Barcelona and Dhaka.It’s been a busy month for Founder & CEO, Mark Roden as in addition to receiving the EY Entrepreneur of the Year Award for 2014 he was named Business and Finance Business Person of the Month for October. He has also secured his company’s place as the world’s largest international top-up providers after acquiring RecargasaCuba.com, a website specialising in mobile top-up exclusively to Cuba.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

WWF Rallies the World to Celebrate Poverty

Posted by fidest press agency su martedì, 10 aprile 2012

“The global scale of Earth Hour,” according to WWF President and CEO Carter Roberts, “is inspiring and captures our imaginations.” Quite—but only if you want to imagine living in Pyongyang. It’s certainly not the first time we’ve highlighted (no pun intended) how Earth Hour is nothing more than a celebration for anti-free enterprise environmentalists in self-righteousness and moral posturing, and it’s certainly not going to be the last. But that obviously didn’t stop WWF. Despite their best efforts to monopol ize morality, WWF’s Earth Hour actually does nothing to reduce overall carbon emissions. Thus despite being marketed as a noble endeavor to heel the environment, it’s actually nothing more than a global anti-development exercise.But it was curious that Earth Hour would also coincide with a New York Times piece about how North Korea is becoming “more open to gingerly discussing its environmental problems in recent years in the hope of finding solutions.” How could it be that a country as poor as North Korea faces so many environmental problems? It’s because free markets, not cheap publicity stunts, breed clean technology and innovation, allowing people across the world to live in a more healthy and prosperous environment. In fact, thanks to the power of markets and trade, some 500 million people escaped poverty between 2005 and 2010. And yes, they escaped poverty by using fossil fuels. But what’s the alternative? WWF’s black outs give you a hint (by Consumers Alliance for Global Prosperity)
The Consumers Alliance for Global Prosperity educates, empowers and mobilizes people to stand up against Green injustice. As an action-oriented alliance of advocacy groups that promotes economic growth and pro-consumer policies around the world, the Consumers Alliance works to counter the costly collaboration between environmentalists, the corporate sector, trade unions and others.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Presentazione tecnologia HYST

Posted by fidest press agency su martedì, 15 marzo 2011

Chignolo Po (Pavia), 16 Marzo 2011 11.30 – 15.30 presso Chignolo Po, l’Associazione Scienza per l’Amore, la Società BioHyst S.r.l. e l’Ing. Umberto Manola presenteranno la tecnologia HYST. Tale tecnologia è in grado di trasformare biomasse agricole, anche di scarto, in prodotti destinati al settore dell’alimentazione umana e zootecnica, dell’industria chimica e delle energie alternative. Durante l’incontro l’Ing. Manola, inventore della tecnologia HYST, darà dimostrazione delle potenzialità dell’impianto nel trattamento della crusca di frumento, la modifica del contenuto proteico della farina di frumento e la valorizzazione della paglia di cereali a scopi zootecnici ed energetici. I prodotti ottenuti saranno a disposizione di coloro che vorranno prelevarli, al fine di effettuare le analisi di routine. L’evento segue la presentazione del Progetto Umanitario Bits of Future: Food for All – basato sull’utilizzo della tecnologia HYST – avvenuta il 2 marzo 2011 allo Sheraton Golf di Roma (il comunicato stampa post evento può essere scaricato dal sito http://www.biohyst.com, Area stampa, Bits of Future). In tale occasione sono state evidenziate la potenzialità della tecnologia e le finalità umanitarie sia della Società BioHyst (titolare dell’esclusiva sulla commercializzazione) sia dell’Associazione Scienza per l’Amore, i cui soci hanno partecipato al finanziamento della ricerca.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Le nuove frontiere dell’arredo

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Esse presentano enormi opportunità in tutto il mondo, specie nei Paesi emergenti. E le aziende italiane – e friulane – possono conquistarlo non più con la sola cultura del prodotto, in cui sono già leader per qualità ed eccellenza, bensì «innamorandosi, più organicamente, della cultura del progetto», studiando e proponendo l’intero scenario visivo ed emotivo dell’ospitalità. All’ultimo seminario organizzato dalla Camera di Commercio nel contesto della mostra Udesign, curata dal Comune di Udine nella Chiesa di San Francesco, la moderatrice Anna Lombardi ha ricordato le parole di Roberto Moroso per riassumere le relazioni degli esperti chiamati ad animare la serata, realizzata venerdì nell’ambito del progetto Design sostenuto della legge regionale 1/2005 e portato avanti in collaborazione con il sistema camerale regionale. Il seminario, introdotto dal consigliere Cciaa Edoardo Marini e dall’assessore comunale Luigi Reitani, aveva come tema proprio il “pianeta hospitality”, comparto che dal ‘900 e, sempre più rapidamente, dagli anni ‘80 e ‘90, ha vissuto e continua a vivere cambiamenti rivoluzionari. A ripercorrerli è stato Renato Andreoletti, direttore della rivista Hotel Domani. Andreoletti ha evidenziato come la tecnologia stia influenzando profondamente il design e gli alberghi siano sempre più automatizzati e attenti al risparmio energetico e alle energie alternative.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turisti e incendi in Russia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 agosto 2010

Gli incendi in Russia rappresentano l’ennesimo disastro ambientale che si abbatte sulle vacanze dei consumatori – dichiara Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum – e che purtroppo registra scorrettezze da parte di alcune agenzie di viaggio e di alcuni Tour Operator, che non provvedono a proporre ai consumatori possessori di pacchetti turistici mete alternative o non rispettano quanto previsto dalle normative di legge e quanto sancito dalla sentenza (Cass. III sez. civ. sentenza n. 16315/07).Adiconsum ricorda che La Corte di Cassazione ha stabilito che si può recedere dal contratto per la sopravvenuta impossibilità di utilizzazione della prestazione. Il pacchetto vacanze, nella formulazione “tutto compreso”, deve assicurare che la vacanza sia goduta in piena tranquillità secondo i canoni di valutazione del turista medio. L’impossibilità sopravvenuta di utilizzare la prestazione deve essere tale da vanificare o rendere irrealizzabile la finalità della vacanza quale occasione di svago e di riposo al di là dei motivi che spingono il turista a scegliere il pacchetto turistico.Ciò vale ancor di più se ad annullare il viaggio sia lo stesso Tour Operator o l’Agenzia di Viaggio, come sta accadendo in queste ore.La Farnesina nel suo sito (www.viaggiaresicuri.it) – continua Giordano – evidenzia l’opportunità, in linea con i principali siti di “travel advice” (consigli di viaggio) di rinviare i viaggi non strettamente necessari nelle zone colpite dall’inquinamento atmosferico e sconsiglia in ogni caso di recarsi in dette zone a bambini, anziani e persone affette da patologie cardiache o respiratorie.I consumatori che decidono di non partire verso le località oggetto del disastro ambientale russo e riportate nel suddetto sito del Ministero degli Esteri, ddevono comunicare a mezzo lettera Raccomandata con avviso di ricevimento, sia all’agenzia che al Tour operator, la propria decisione di non partire per i gravissimi fatti – ufficializzati dalla stessa Farnesina – che si stanno verificando nel Paese di destinazione del viaggio, chiedendo la restituzione del prezzo pagato ovvero il cambio del pacchetto con uno avente differente destinazione da concordarsi.Adiconsum consiglia di tenere costantemente monitorato il sito citato della Farnesina per prendere una decisione adeguata rispetto alla correlazione tra la situazione in Russia e le proprie date di partenza. Per ulteriori informazioni e per assistenza i consumatori possono rivolgersi alle sedi territoriali di Adiconsum ed al Centro Europeo Consumatori (www.ecc-netitalia.it)

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energie alternative: decolla l’energia geotermica

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 agosto 2010

E’ una fonte energetica permanente generata dal calore naturale inesauribile del pianeta. Puo’ essere considerata energia pulita, ed è superiore per capacita’ produttive rispetto al solare e all’eolico. E’ l’energia geotermica che sta assumendo un ruolo sempre piu’ di rilievo nella sfida per la ricerca di fonti energetiche alternative. Oggi, dalla geotermia si produce soltanto l’1% dell’energia globale. Tuttavia, c’e’ da dire che in oltre 20 Paesi ci sono progetti di produzione in cantiere. E l’Italia ha un grande potenziale. In particolare, il Nord Ovest della Penisola e la costa centro occidentale sono considerati aree di grande interesse. D’altra parte, l’Italia e’ il Paese in cui l’energia geotermica fu scoperta e utilizzata per la prima volta. Fonte naturale e inesauribile, ma allora qual e’ la ragione per cui la produzione e’ cosi’ limitata? Secondo Frost & Sullivan, lo si deve soprattutto agli esorbitanti costi iniziali. Tuttavia, visti i prezzi elevati del petrolio e la preoccupazione per i gas serra, l’energia geotermica e’ oggi oggetto di grande interesse. Inoltre, c’e’ da dire che i costi di questa nuova fonte di energia sono oggi comunque in calo, in controtendenza con le forme di energia convenzionale. I costi maggiori sono dovuti alle spese di trivellazione del suolo per l’estrazione dei getti di acqua calda. Tuttavia, recenti ricerche dimostrano che i costi sono comparabili a quelli delle industrie del petrolio e del gas. Non soltanto. I costi di generazione dell’energia geotermica sono destinati a diminuire. Erano compresi tra i 50 e i 150 euro per MWh nel 2005 e si prevede che scendano tra i 40 e 100 euro per MWh nel 2010 e tra i 40 e gli 80 euro per MWh nel 2020. L’interesse nei confronti dell’energia geotermica continuera’, ovviamente, a crescere man mano che i costi di produzione scenderanno.Gia’ presenti in Europa, gli impianti geotermici sono infatti una realta’ in Islanda, Grecia, Italia, Turchia, Germania e Austria. Per l’Italia, come accennato, le aree a maggiore potenzialita’ sono il Nord Ovest e la costa centro occidentale. Interessanti anche le regioni occidentali della Turchia e diverse aree di Portogallo, Spagna, Francia e Germania.In Islanda, l’85% delle case sono riscaldate grazie all’energia, che e’ anche responsabile della produzione del 30% dell’elettricita’. Il mercato italiano dell’energia geotermica e’ anche in fase di maturazione, con una capacita’ installata che si stima debba raggiungere i 1200 – 1550 MWe nel 2020. In Germania le stime piu’ recenti suggeriscono che ci siano quasi 150 impianti di generazione e piu’ di 4 miliardi di euro investiti nelle condutture. Lo Stato tedesco sta cercando di stimolare l’industria con una serie di pacchetti legislativi tesi a favorire il finanziamento dei progetti di creazione degli impianti.
I benefici del calore geotermico sono stati riconosciuti perfino da antiche culture in molte parti del pianeta. La sua capacita’ di produrre energia elettrica fu pero’, scoperta soltanto un secolo fa dal principe Piero Minori Conti. Da allora, con l’evoluzione della scienza e della tecnologia, due metodi di produzione d’energia si sono distinti, permettendo di generare sia elettricita’ sia calore.
Il primo metodo, Engineered Geothermal Systems (EGS), produce energia grazie alla trivellazione di due linee parallele verso il centro della terra. Una linea spinge acqua verso il centro della terra mentre l’altra linea e’ usata per estrarre l’acqua e il vapore risultanti dal riscaldamento a piu’ di 200°C. Il vapore e’ usato per far funzionare una turbina, mentre l’acqua calda e’ usata per riscaldare case e unita’ industriali.Il secondo metodo, Organic Rankine Cycle, usa invece un sistema di pozzi di profondita’ che separano il vapore dall’acqua calda pressurizzata. Il vapore e l’acqua calda sono separati e usati per far funzionare le turbine degli impianti di generazione. Una volta che il fluido geotermico si e’ raffreddato, questo viene immesso di nuovo nel sistema, dove viene riscaldato e pronto a essere riutilizzato

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

CleanEquity Monaco 2011

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 agosto 2010

Monaco. La conferenza che offre una vetrina alle tecnologie pulite emergenti, si terrà il 3 e 4 marzo 2011. Innovator Capital, la banca londinese che si occupa di investimenti specializzati, sarà l’organizzatrice, per il quarto anno consecutivo, di questo evento annuale, a cui è possibile accedere esclusivamente su invito. In un momento in cui i paesi portano avanti iniziative indipendenti per affrontare problematiche quali le energie alternative, l’efficienza energetica, la conservazione delle risorse idriche, l’esigenza di conoscere in modo approfondito le tecnologie pulite di nuova generazione è diventata cruciale. Alla conferenza CleanEquity, un gruppo selezionato costituito da aziende di tutto il mondo che operano nel settore delle tecnologie pulite (Cleantech) presenterà le tecnologie emergenti a investitori finanziari e strategici, rappresentanti dei media, policy maker e utenti finali. Plenary sessions and workshops, led by sector experts, will identify and discuss key industry themes, drivers and constraints, as well as, most importantly, how new technologies will alter cleantech’s landscape in the future.
The technology companies presenting at the conference must first pass a rigorous selection process using the following criteria: management leadership and experience; robust and verified intellectual property; and, revenue potential. As usual there will be two categories: post, and pre-proof of principal technology companies. The earlier stage companies are known collectively as the “Next Wave”.CleanEquity Monaco is also pleased to continue to work with sponsors Covington & Burling, the global law firm with a strong cleantech division; Invest Securities, a French independent financial services group and Biocode Incubation, a Japanese boutique corporate finance advisory firm focused on cleantech industry. Those seeking a presenting company role, sponsorship/partnership opportunities, delegate or general enquiries, please see the contact details below or visit the conference website: http://www.cleanequitymonaco.com

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manconi: sul Ddl Alfano le bizzarre parole di Maroni

Posted by fidest press agency su domenica, 9 maggio 2010

Luigi Manconi, presidente di A Buon Diritto: “In una intervista, il ministro dell’Interno Roberto Maroni dice, in materia di immigrazione e di carcere, cose bizzarre e molto, ma molto approssimative. Afferma, ad esempio, di aver votato in Consiglio dei Ministri in favore del Ddl Alfano, un po’ perché  distratto e, poi, perché “sul principio della riabilitazione del condannato siamo tutti d’accordo”.  Riabilitazione che, palesemente, col Ddl Alfano, nulla ha a che fare. Afferma, quindi, che con le misure previste da quel Ddl alle attuali 3500 persone in detenzione domiciliare se ne aggiungerebbero 10500 per un totale di 14000. Un Ministro di polizia dovrebbe pur sapere che nel non lontanissimo 2005, durante il Governo Berlusconi i condannati che scontavano la pena in misure alternative al carcere erano poco meno di 50mila. E dovrebbe anche sapere che la detenzione domiciliare è né più né meno che detenzione: una modalità di esecuzione della pena estremamente efficace sotto il profilo della sicurezza collettiva. Un solo dato: nel corso dell’anno 2009 la recidiva a opera di quanti si trovavano in misure alternative è stata dello 0,35%. Ovvero meno di quattro persone su mille hanno commesso nuovi reati.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nucleare: a rischio abitanti piacentino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2010

“Gli italiani si sono già espressi nel 1987 contro il nucleare con un referendum abrogativo dall’esito contrario inequivocabile”.  Così l’On. Scilipoti (IdV) con riferimento alla decisione del Presidente del Consiglio di costruire una centrale nucleare nel territorio piacentino. “Oltre all’enorme costo (5 miliardi di €), rimarranno sempre i problemi causati dallo smaltimento delle pericolosissime scorie, dai tempi lunghissimi: il plutonio 239 smette di essere radioattivo dopo 241 mila anni. L’uranio 238 dopo 4,5 miliardi di anni!. Questi 5 miliardi di € – continua l’On. Scilipoti (IDV) – siano indirizzati verso il fotovoltaico, l’eolico e il geotermico, energie pulite ed inesauribili che non producono assolutamente scorie. Il Premier promuova invece incontri internazionali per le energie alternative”. “Ricordiamoci degli oltre 130 disastri nucleari, da Chalk River (1952), a Tallin (1972), a Corso (1978);  a Cernobyl (1986), dalla radioattività, ad oggi, – conclude l’On. Scilipoti –  ancora anomala. Si invita il Governo a fare un passo indietro”. (On. Dott. Domenico Scilipoti)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Attività Alternative Petroleum Technologies

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2010

Lussemburgo,  Alternative Petroleum Technologies S.A. (“APT”) ha annunciato di avere ricevuto un ordine di acquisto da una raffineria di proprietà e gestita dalla maggiore società petrolifera in India, la Indian Oil Corporation Limited (“IOC”). Dopo un esame che si è protratto per diversi mesi nell’ambito di una procedura di offerta molto difficile, ad APT è stato concesso il diritto a consegnare la propria soluzione tecnologica per il carburante emulsionato per un periodo di un anno per alcuni impianti per la generazione del vapore e di sistemi di riscaldamento con greggio all’interno di una delle raffinerie di IOC.  Satish Makhija, specialista senior per le raffinerie della APT, ha dichiarato “siamo molto emozionati nell’introdurre in India la soluzione tecnologica di APT per il carburante pesante emulsionato, con un cliente di profilo così alto.” Il sig. Makhija, responsabile precedente del Centro Ricerche e Sviluppo di IOC ha dichiarato che crede che l’assegnazione del contratto a seguito di un processo formale di offerta aiuti a consolidare la posizione di leader di APT nel settore dei carburanti emulsionati in India. (http://www.altpetrol.com)
Alternative Petroleum Technologies S.A. è la società di controllo di un gruppo di società di tecnologie ambientali dedicate a tutti gli aspetti delle soluzioni, a costi contenuti, dei problemi ambientali. Offre tecnologie e competenze per aiutare gli operatori di motori ad accensione per compressione e caldaie industriali a soddisfare i requisiti, sempre più rigidi, sulle emissioni. Sta sviluppando nuovi modi per aiutare gli operatori internazionali di impianti per la generazione di energia a soddisfare la domanda, in costante crescita, di elettricità con prodotti ad oli più pesanti che sono realizzati in modo più pulito e più economico. La società sta anche affrontando la sfida di fornire carburanti biodiesel ancora più puliti con nuove generazioni di carburanti emulsionati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Su bolletta elettrica, voci gravose e improprie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 marzo 2010

E’ stata presentata da. Aldo Di Biagio, deputato del PdL membro della Commissione Lavoro, una interrogazione ai ministri Scajola e Prestigiacomo, al fine di “evidenziare – alla luce del provvedimento di messa in mora che la Commissione Europea ha intrapreso nei confronti dell’Italia, –  le criticità dei cosiddetti oneri di sistema e soprattutto l’incombenza di talune voci improprie che da diversi anni gravano sulle bollette elettriche delle famiglie italiane”. “Tra gli oneri più gravosi – si evidenzia nella nota – quelli che fanno riferimento alle spese di smantellamento delle centrali nucleari, disposto con il referendum del 1987, quelli che riguardano le sovvenzioni alle energie alternative e quelli che dovrebbero riguardare gli incentivi alla ricerca nel settore energia”. “Appare paradossale – continua il testo – che la voce di spesa relativa allo smantellamento delle centrali nucleari incida sulle bollette degli italiani oramai da più di 20 anni e per un costo annuo di 1 miliardo di euro”. “L’energia elettrica – continua Di Biagio –  è un imprescindibile riferimento dello sviluppo di un Paese ragion per cui è necessario rimuovere tutti gli ostacoli per contenere i prezzi energetici che sono relativamente elevati,  soprattutto per ridurre la pressione fiscale sulle famiglie, già vessate da criticità economiche”. A tal riguardo Di Biagio ha chiesto ai ministri interrogati informazioni e delucidazioni sullo stato di avanzamento del piano di smantellamento delle centrali nucleari e quali sono al momento le azione di sorveglianza e supervisione attuate per il raggiungimento dell’obiettivo finale e se non ritengano necessario un’ intervento normativo a sostengo del reddito familiare  volto ad alleggerire la bolletta dei italiani da voci improprie e gravose.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: “Benji” Adult child/Dead child

Posted by fidest press agency su domenica, 17 gennaio 2010

Roma dal 19 al 31 gennaio 2010 Teatro Dell’orologio – Sala Artaud Via de’ Filippini 17/a (da martedi a sabato ore 21.30 – domenica ore 18.00) Paola Di Meglio In “Benji” Adult child/Dead child di Claire Dowie traduzione Anna Parmanzini e Maggie Rose regia Cesare Lievi produzione E.R.T. Emilia Romagna Teatro Fondazione.  Claire Dowie scrittrice, attrice, poetessa e pioniera dello stand-up theatre, ha iniziato operando nel circuito dei teatri alternativi di Londra. La stand-up comedy è un genere tipicamente anglosassone di performance comica ed è rappresentato da una nutrita serie di autori-attori che scrivono e interpretano monologhi (in genere legati al costume) e li provano a loro rischio e pericolo sugli spettatori in luoghi diversi come pub, piccoli teatri, sale alternative.  In questo ambito Claire Dowie ha una voce assolutamente riconoscibile e unica perché indaga, a volte in maniera autobiografica, uno dei temi chiave di questi tempi, il tema dell’identità, mettendo in luce tutte le ipocrisie e i condizionamenti che il mondo dei consumi esercita sull’esplosione dei nostri desideri. La scrittura a volte è poesia, a volte è ritmata come un rap, ma in ogni modo esplosiva, penetrante, leggera ed ironica. In Benji la Dowie racconta la storia di un grave disagio psichico mettendo in scena una personalità scissa che per esistere in una collettività oppressiva deve crearsi un amico immaginario. E’ la storia di una ragazza, una ragazza comune, che ripercorre episodi della sua infanzia, della sua famiglia, della scuola, mettendo in luce la sua inadeguatezza, il suo essere diversa rispetto ai modelli imposti dalla società, il suo chiudersi in se stessa e il suo esplodere nella schizofrenia per manifestare quello che ha dentro  che ha tenuto per troppo tempo compresso. (paola di meglio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energie alternative al servizio dell’agricoltura

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 novembre 2009

Roma 27 novembre 2009 ore 17 Via della Dogana Vecchia, 5, Sala  Conferenze Fondazione Basso La Fondazione Basso – Sezione Internazionale, nell’ambito del ciclo di convegni dal titolo Nuove forme di cooperazione allo sviluppo nel continente africano, organizza l’incontro dedicato al Burkina Faso. Studiosi,conoscitori e nativi del posto presenteranno il contesto socio-politico, economico e culturale di questo paese, fra i più poveri al mondo. Nel corso della conferenza verranno presentati i risultati di due progetti vincitori  del “Bando Africa: Borse di lavoro per cittadine e cittadini africani” attraverso una relazione dettagliata e una documentazione fotografica del loro stato di avanzamento. Al termine della presentazione dei progetti,il pubblico potrà prendere parte alla discussione che si aprirà fra i partecipanti per un confronto di opinioni finalizzato a fornire stimoli e a suggerire strategie che potrebbero risultare interessanti per l’elaborazione di progetti futuri nei Paesi del continente africano. Pia Foglia, coordinatrice del progetto “Bando Africa”, modera e coordina gli interventi di: Serge Noubondieu , dell’Associazione Ingegneri Africani e membro del gruppo di lavoro del “Bando Africa”, Raffaella Chiodo, giornalista di radio Articolo1 e curatrice della  trasmissione “Siamo noi la terra”, Roberto Gotti, agronomo e consulente in sviluppo rurale, e Jerome Quedrago, della Facoltà di economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie Venete – Cantieri autostradali fino al 4 ottobre

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

Proseguono i lavori di rifacimento della pavimentazione sull’autostrada A4 Venezia – Trieste nel tratto compreso fra Latisana e San Stino di Livenza. Fra le ore 22,00 del 2 ottobre e le ore 17,00 del 4 ottobre, la rampa di svincolo dell’allacciamento A28-A4 (entrata di Portogruaro) in direzione Venezia sarà chiusa e il traffico sarà deviato sulla carreggiata in direzione Trieste (che diventerà a doppio senso di marcia). Gli itinerari alternativi da Portogruaro a San Stino di Livenza, sono indicati in loco.  I lavori saranno segnalati, in particolare durante le ore notturne, mentre per le informazioni saranno utilizzati i pannelli a messaggio variabile posizionati prima dell’ingresso e lungo la rete autostradale, oltre ad essere pubblicate sul sito della Concessionaria (www.autovie.it). Attivi – 24 ore su 24 – il risponditore automatico 0432-925111 o 040-3189111, con informazioni aggiornate in tempo reale  e “Viaggiando” 89 24 89. Proseguono i lavori per la realizzazione del collegamento tra lo svincolo di Ronc di San Michele (Pn) e Caneva (Pn), che comprendono una serie di interventi in prossimità dello svincolo di Cornadella

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Norimberga: il consolato deve rimanere

Posted by fidest press agency su martedì, 22 settembre 2009

La straordinaria reazione delle associazioni e degli italiani della Franconia che, dopo l’annuncio ufficiale del Sottosegretario Mantica di chiusura del Consolato di Norimberga a breve o medio termine, hanno trovato, in brevissimo tempo, una coesione straordinaria e stanno combattendo, in maniera compatta e decisa, per il mantenimento dell’unica istituzione ufficiale italiana nel nord della Baviera e contro una decisione palesemente ingiusta e superficiale. Da sottolineare è inoltre la maturità mostrata dalle organizzazioni italiane sul territorio (Com.It.Es., associazioni tutte, enti) e dai singoli cittadini che, da subito, si sono resi conto dei motivi della decisione, ne hanno capito la ragione ed hanno avanzato proposte alternative ad una chiusura. Proposte avanzate a tutti I livelli ed interlocutori che non hanno, fino ad oggi, suscitato alcuna reazione ufficiale. Le uniche certezze sono le seguenti: che il Consolato di Norimberga era ed è tra i Consolati che, secondo il piano del Sottosegretario Mantica, dovevano essere chiusi; che il Consolato di Norimberga doveva essere chiuso già nell’autunno 2009; che la Commissione Esteri ha approvato nel mese di luglio 2009 all’unanimità la risoluzione degli onorevoli Narducci-Di Biagio di rivedere le modalità di razionalizzazione della rete consolare all’estero;  che il Sottosegretario Mantica, accogliendo la proposta Narducci-Di Biagio ha rimandato le chiusure ed ufficialmente confermato che, entro il 31. dicembre 2009, non avverranno chiusura, ma solo declassamenti. La maggioranza della collettività potrebbe accettare una trasformazione del Consolato in agenzia consolare, ma non l’ipotesi di uno sportello o un Consolato onorario. Queste due ultime possibilità sono superficiali e non garantiscono né l’efficienza dei servizi, né la continuità, né la rappresentatività ed I diritti democratici. “Chiediamo, afferma l’Onorevole Mantica, il mantenimento in servizio a Norimberga del personale locale già in servizio e di una ristretta cerchia di personale di ruolo. Ed ecco che i risparmi sarebbero consistenti e reali”.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Europa è il più grande mercato mondiale del waste to energy

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 settembre 2009

Londra L’Europa e’ il mercato degli impanti per energia derivata dai rifiuti (waste to energy) piu’ grande al mondo con una rete infrastrutturale ben sviluppata e piu’ di 429 impianti installati nel 2008. Nuove ricerche di Frost & Sullivan (http://www.environmental.frost.com), European Waste to Energy Plants Market, suggeriscono che questo mercato ha avuto un giro di affari pari a €3.10 miliardi nel 2008. Gli sforzi dell’Unione Europea nella riduzione delle discariche e la promozione di migliori alternative hanno spinto il mercato del waste to energy. Inoltre, la deviazione dei rifiuti dalle discariche ha portato alla pianificazione di molti impianti negli ultimi cinque anni. Tuttavia, la situazione sembra destinata a mutare. Si prevede, infatti, che ritardi procedurali e crisi economica porranno un freno a questo mercato. Paesi quali la Francia e la Germania. hanno il numero maggiore  di impianti waste to energy. Questi hanno facilitato il trattamento effettivo di quei rifiuti deviati dalle discariche, aiutando di fatto questi Paesi nel raggiungimento degli obiettivi di deviazione dai rifiuti. Oltre alla Direttiva sulle Discariche, la crescente domanda di energia e i prezzi volatili del petrolio hanno contribuito a rendere gli impianti di energia da rifiuti una alternativa accettabile nello smaltimento dei rifiuti. Tuttavia, i ritardi nella concessione dei permessi ambientali e no, stanno limitando la crescita di questo mercato in maniera considerevole. “Le procedure per l’ottenimento di un permesso ambientale per la costruzione di un impianto  rappresentano un processo tedioso e molto lungo – spiega Ravikumar -. I ritardi hanno ovviamente un impatto sulle materie prime e, di conseguenza, sui ricavi “
Frost & Sullivan, la Growth Partnership Company, lavora in stretta collaborazione con i propri clienti per aiutarli ad accelerare la loro crescita e a raggiungere risultati di rilievo in termini di  crescita, innovazione e leadership di mercato. Il Growth Partnership Service di Frost & Sullivan offre ai manager e ai loro team una serie di strumenti quali ricerche e modelli di best practice che permettono l’identificazione, la valutazione e l’implementazione di significative strategie di crescita. Frost & Sullivan ha oltre 45 anni di esperienza maturata lavorando per conto e in collaborazione con importanti societa’ a livello globale fra cui le prime 1000, aziende emergenti e investitori e vanta una rete di  piu’ di 35 uffici in cinque continenti. Per far parte della nostra Growth Partnership, si prega di visitare il sito http://www.frost.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »