Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘altri’

Leila Slimani: Il paese degli altri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 giugno 2020

Collana Oceani, trad. Anna D’Elia, pp. 352, 19 euro. Dall’autrice Premio Goncourt, il primo volume della trilogia Il paese degli altri: una saga famigliare che copre tre generazioni, dal 1946 ai giorni nostri, tra il Marocco, la Francia e New York.
Un romanzo dall’intreccio magistrale, illuminato dalla forza e dalla profondità delle sue protagoniste femminili, in perenne lotta per la propria emancipazione.
Nel 1944, durante la guerra, Mathilde, una giovane alsaziana, s’innamora di Amin, un soldato marocchino che combatte nell’esercito francese contro l’occupazione nazista. Lui è affascinato dalla vitalità e dalla libertà di Mathilde; lei è sedotta dalla bellezza e dalla sensibilità dell’uomo. Al termine della guerra decidono di sposarsi e di trasferirsi nei dintorni di Meknes, dove Amin aveva ereditato un terreno che sognava di trasformare in una fattoria moderna. Ma l’impatto con la nuova realtà è traumatico per entrambi. Mathilde deve imparare a vivere in un mondo fatto di regole che non comprende e non condivide mentre Amin scopre a sue spese che non è facile essere un proprietario terriero né un marito moderno e liberale in un paese come il suo. Nonostante le difficoltà e i contrasti il loro amore e la dedizione ai figli, Aisha e Selim, prevalgono anche quando, con l’esplodere della lotta per l’indipendenza del Marocco, la Storia torna a bussare alla loro porta.Leila Slimani ci regala un romanzo dall’intreccio magistrale, illuminato dalla forza e dalla profondità delle sue protagoniste femminili. Perché tutti, in questa storia, vivono nel “paese degli altri”. Ci vivono i coloni francesi ospiti indesiderati dei marocchini che, a loro volta, sopportano a fatica il giogo degli europei. Ci vivono i soldati, costretti ad operare in un territorio ostile, così come i contadini che lavorano una terra che non appartiene a loro. Ma sono soprattutto le donne, costrette a vivere nel paese degli uomini, a dover lottare per la loro emancipazione.
LEILA SLIMANI è nata nel 1981 a Rabat, in Marocco, e vive a Parigi. Con il suo primo romanzo, Nel giardino dell’orco (2016), ha vinto il prestigioso Prix Mamounia, il più importante premio letterario marocchino. Nel 2016 ha vinto il premio Goncourt con il suo secondo romanzo, Ninna nanna. È autrice anche del saggio-inchiesta I racconti del sesso e della menzogna sulla vita sessuale delle donne in Marocco.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Leila Slimani: Il paese degli altri

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 maggio 2020

Collana Oceani, trad. Anna D’Elia, pp.352, 19 euro. Dall’autrice Premio Goncourt, il primo volume della trilogia Il paese degli altri: una saga famigliare che copre tre generazioni, dal 1946 ai giorni nostri, tra il Marocco, la Francia e New York. Un romanzo dall’intreccio magistrale, illuminato dalla forza e dalla profondità delle sue protagoniste femminili, in perenne lotta per la propria emancipazione.Nel 1944, durante la guerra, Mathilde, una giovane alsaziana, s’innamora di Amin, un soldato marocchino che combatte nell’esercito francese contro l’occupazione nazista. Lui è affascinato dalla vitalità e dalla libertà di Mathilde; lei è sedotta dalla bellezza e dalla sensibilità dell’uomo. Al termine della guerra decidono di sposarsi e di trasferirsi nei dintorni di Meknes, dove Amin aveva ereditato un terreno che sognava di trasformare in una fattoria moderna. Ma l’impatto con la nuova realtà è traumatico per entrambi. Mathilde deve imparare a vivere in un mondo fatto di regole che non comprende e non condivide mentre Amin scopre a sue spese che non è facile essere un proprietario terriero né un marito moderno e liberale in un paese come il suo. Nonostante le difficoltà e i contrasti il loro amore e la dedizione ai figli, Aisha e Selim, prevalgono anche quando, con l’esplodere della lotta per l’indipendenza del Marocco, la Storia torna a bussare alla loro porta. In libreria dall’11 giugno

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Leila Slimani: Il paese degli altri

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2020

Traduzione di Anna D’Elia uscita prevista: 16 aprile.Dall’autrice Premio Goncourt, il primo volume della trilogia Il paese degli altri: una saga famigliare che copre tre generazioni, dal 1946 ai giorni nostri, tra il Marocco, la Francia e New York. Un romanzo dall’intreccio magistrale, delle protagonisti femminili forti, sfaccettate, capaci di abitare il loro tempo con volontà, intelligenza, forza.
Francia, anni ‘40. Durante la guerra Mathilde si innamora di Amin, un marocchino venuto a combattere in Francia: se lui è affascinato dalla bellezza e dalla libertà di lei, Mathilde è sedotta invece dalla sensibilità di lui. Si sposano contro il parere di tutti e, finita la guerra, Amin decide di tornare in Marocco con la sua nuova sposa. Qui, quasi subito, la donna si trova imprigionata in un mondo di costrizione e controllo cui non è abituata e che confligge con il suo carattere. Anche con Amin non mancano i contrasti ma sempre prevale l’amore e la dedizione ai due figli: Aisha e Sélim. Aisha è una bambina renitente alle regole, selvaggia, a volte in preda a crisi mistiche. Ipersensibile, molto attaccata alla madre, elogiata a scuola per la sua intelligenza vivissima. La famiglia di Amin è molto tradizionale: una madre anziana, da sempre ligia alle regole del mondo arabo; il fratello Omar, maschilista, retrogrado e autoritario, la sorella Selma, ribelle e politicizzata, che trova in Mathilde una sponda. I due mondi sono destinati a collidere quando Selma, grazie a Mathilde, conosce un ragazzo francese, di cui si innamora e che progetta di sposare: non solo Amin manderà a monte le nozze, ma si rivolterà contro la sua stessa moglie. Sullo sfondo, le tensioni politiche in Marocco che si accendono, giorno dopo giorno.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un cuore aperto all’incontro con gli altri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 novembre 2018

Carlo ClimatiAll’Università Europea di Roma è iniziato il sesto anno di attività del Laboratorio di comunicazione “Non sei un nemico!”, fondato e diretto dal giornalista Carlo Climati.
L’obiettivo del Laboratorio è quello di sensibilizzare i giovani ad una nuova forma di comunicazione, che non veda nell’altro un nemico e che sia basata sul dialogo e su una serena accoglienza dell’altro.Il Laboratorio, teorico e pratico, fa parte delle attività sociali dell’Università Europea di Roma. Esplora le diverse forme di comunicazione del mondo di oggi: dal giornalismo ai social network, dalla musica alla radio, dalla televisione ai fumetti, dal cinema al dialogo nella vita quotidiana. “Non sei un nemico!” è il motto, l’idea di base del Laboratorio. I giovani sono incoraggiati a vedere gli altri con uno sguardo nuovo, a creare linguaggi che possano rappresentare un ponte verso tutti, contribuendo ad abbattere muri, ostacoli, sospetti e diffidenze. Nella conferenza inaugurale Carlo Climati ha parlato della bellezza della cultura dell’incontro, che Papa Francesco invita a vivere con spirito di accoglienza.”Ogni essere umano ha un immenso valore”, ha spiegato Carlo Climati. “Incontrarlo ed ascoltarlo significa aprire il proprio cuore ad una comunicazione autentica, libera dai pregiudizi e alimentata da un sereno dialogo”. (foto Carlo Climati)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’inferno sono gli altri

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 ottobre 2011

Red Brigades

Image via Wikipedia

Brescia 10 novembre ore 20.45, San Carlino, via Matteotti 6/a L’inferno sono gli altri di Silvia Giralucci (Mondadori 2011) A Padova un commando irrompe nella sede del Msi e uccide due militanti di destra: Giuseppe Mazzola e Graziano Giralucci. È il primo omicidio rivendicato dalle Brigate Rosse e l’inizio di una stagione di sangue e di odio nel nostro Paese. Silvia Giralucci aveva tre anni e oggi i ricordi di suo padre sono quelli di una bambina, vaghi, sfumati, appena accennati. Così ha deciso di ripercorrere quel momento tragico incontrando alcuni dei protagonisti di tale stagione. Silvia Giralucci, giornalista, fi glia di Graziano, ucciso dalle Brigate Rosse il 17 giugno del 1974. Intervengono: l’Autrice, Mario Calabresi, Roberto Chiarini Coordina: Nunzia Vallini.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »