Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 55

Posts Tagged ‘amara’

Primo maggio: Una festa dal sapore amaro

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 maggio 2016

infortuni-lavoro“Oggi dovrebbe essere festa per tutti i lavoratori, ma molti si chiedono che festa è per chi non ha un lavoro e si sente umiliato dalla propria disoccupazione. Se lo chiedono i giovani che non hanno mai lavorato e se lo chiedono coloro che da alcuni anni sono senza lavoro. Se lo chiedono coloro che non sono riusciti ad entrare nel primo piano del Jobs act e ora fanno i conti con le risorse che si sono assottigliate. Ma il presidente del Consiglio è ottimista, il ministro del Lavoro non vede difficoltà e per il ministro dell’Economia la soluzione dei problemi c’è già. Tutti meno i diretti interessati. Dietro tanto ottimismo qualcosa vacilla da tempo nella fiducia delle famiglie italiane, che anche oggi temono che tutto si riduca al concertone di piazza San Giovanni”. Lo afferma l’onorevole Paola Binetti di Area popolare.
“Ci dicono che il Jobs Act ha in gran parte esaurito la sua spinta propulsiva perché il Pil non è cresciuto in modo adeguato. E il Pil non è cresciuto come sarebbe stato auspicabile perchè l’economia reale, quella del mondo produttivo, segna il passo e il paese in realtà è ancora in deflazione. Sono messaggi contraddittori – prosegue Binetti – spiegazioni che sanno di slogan e vissuti che invece riflettono l’ansia di soluzioni sempre più distanti. Per chi ha studiato ed accumulato titoli, sembra che il Paese non abbia offerte corrispondenti al livello di competenza raggiunto. Per chi ha raggiunto anni di anzianità e di effettiva esperienza, sembra che le aziende non abbiano proposte in linea con i diritti acquisiti; per le donne che da anni inseguono il miraggio della parità sembra che la meta si faccia sempre più distante e ritorni il vecchio modello della casalinga che risparmia facendo contrarre i costi familiari con il suo lavoro a tutto campo. Insomma – conclude Binetti – oggi è un giorno di festa dal sapore ancora fin troppo amaro per chi un lavoro lo vorrebbe ma non ce l’ha e per coloro che pur avendo un lavoro lo reputano inadeguato ai loro sogni e alle loro aspettative. Piazza San Giovanni corre il rischio di essere vissuta come un non luogo in cui serpeggiano delusioni e frustrazioni e da cui parte una sollecitazione molto forte al governo: per favore più fatti e non solo parole”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »