Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Posts Tagged ‘ambasciatori’

I migliori ambasciatori? Sono le donne!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 giugno 2020

I migliori ambasciatori? Sono le donne! È una dei tanti aspetti poco noti di questa nobile ed antica arte raccontati da Guido Lenzi nel suo volume “La diplomazia. Passato, presente e futuro” Quella delle donne è la diplomazia che non figura nei libri di Storia, esercitata com’è per lo più dietro le quinte. Eppure – spiega Guido Lenzi nel suo volume “Diplomazia. Passato, presente e futuro”, fresco di stampa per Rubbettino nella collana di divulgazione Focus – quanto meno in Occidente, nessuna occasione sociale, dai balli a corte, alla cena intima, poteva ritenersi completa senza un’adeguata presenza femminile. Lenzi cita il Lisistrata di Aristofane in cui lo “sciopero” delle donne ateniesi e spartane costringe i loro uomini a pacificarsi: «se aveste cervello, trattereste le questioni di stato proprio come la nostra lana quando la matassa è ingarbugliata, la prendiamo e la dipaniamo sui fusi, facendone un grande gomitolo da cui tessere un’unica tunica per il popolo. Così sbroglieremmo la guerra». Grande lezione di consapevolezza femminile delle proprie capacità di mediazione, non c’è che dire. D’altro canto nel Seicento – è sempre Lenzi a ricordarlo – Callières raccomandava al diplomatico prudenza con le donne perché anche se «il potere delle loro grazie si estende spesso fino a a contribuire alla soluzione delle questioni più importanti dalle quali gli avvenimenti dipendono […] deve ricordarsi che l’amore si accompagna normalmente all’indiscrezione e all’imprudenza, e che appena si lasci assoggettare alla volontà di una bella donna, per quanto savio egli sia, corre il rischio di non essere più il custode del suo segreto. Lenzi riporta l’osservazione di Lady Henderson, consorte dell’ex ambasciatore britannico a Washington: «essere la moglie di un componente del corpo diplomatico è un lavoro in se stesso: in alcune destinazione è una carriera impegnativa a tempo pieno».Un mestiere, al quale soprattutto gli italiani, per secoli divisi, si sono affidati durante l’intero Medioevo, hanno raffinato nel Rinascimento, avvalendosene poi nel processo di unità nazionale, ricorrendovi infine nuovamente, dopo averlo trascurato per un Ventennio, agli albori della Repubblica. Ma del quale sembra si sia persa la cognizione, in un’Italia che per troppo tempo è vissuta nella scia della politica altrui.Nel momento in cui, nell’ennesima generalizzata transizione dei rapporti fra Stati, si tratta, a livello bilaterale e multilaterale, non soltanto di tutelare gli interessi nazionali, ma anche, forse soprattutto, di provvedere alla reintegrazione dell’intero sistema internazionale. Un volume, questo, che colma una lacuna nella nostra pubblicistica recente, ad opera di un diplomatico che dei rapporti europei, transatlantici ed est-ovest si è occupato per oltre quarant’anni. Che ripropone all’attenzione nazionale la storia e la persistente funzione di un mestiere che, come i fatti dimostrano, è da noi oggi alquanto trascurato. Un secolo fa, Visconti Venosta ci ammoniva ad essere «indipendenti sempre, isolati mai». E Benedetto Croce aggiungeva che «un paese che non ha una politica estera è destinato a subire o perire».
Guido Lenzi si avvale dell’esperienza acquisita in oltre quarant’anni di attività diplomatica, svolta prevalentemente nei contesti Est-Ovest (Londa, Nato, Mosca) e multilaterali (Nazioni Unite, OSCE), nonché quale Direttore dell’Istituto Europeo di Studi Strategici a Parigi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Italia-Slovenia: Rojc e Serracchiani incontrano ambasciatore Kunstelj

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 gennaio 2020

La stabilità dei Balcani, la sicurezza sul confine, il tema della rappresentanza della minoranza linguistica slovena nel Parlamento italiano, il riconoscimento da parte dell’Unesco del territorio del Collio-Brda, la ricezione di TV Koper-Capodistria e la designazione della capitale europea della cultura a Gorizia-Nova Gorica o a Trieste/Pirano sono stati alcuni dei temi affrontati nel corso dell’incontro della sezione bilaterale di amicizia Italia-Slovenia, svoltosi oggi alla Camera dei Deputati, alla presenza dell’Ambasciatore della Repubblica di Slovenia a Roma Tomaz Kunstelj. A fare gli onori di casa il presidente della sezione bilaterale on. Luigi Matteo Bianchi, assieme all’on. Debora Serracchiani e alla senatrice Tatjana Rojc. Per Rojc, la stabilizzazione dell’area balcanica è il tema centrale per il futuro dell’intera Europa. La senatrice, espressione della minoranza linguistica slovena in Italia, ha inoltre evidenziato che sul tema della rappresentanza si sta lavorando per trovare una soluzione nell’ambito della nuova legge elettorale mentre ha fortemente sostenuto la candidatura di Gorizia-Nova Goriza a capitale europea della cultura perché “rappresenta un grande valore simbolico” . L’on Serracchiani ha evidenziato “l’importanza delle pattuglie miste sul confine italo-sloveno per garantire più sicurezza e gestire i flussi migratori” e ha sollecitato l’ambasciatore Kunstelj “a fare chiarezza sulle due candidature”, chiedendo quale delle due sia sostenuta dalla Slovenia. Serracchiani ha inoltre suggerito “la formazione di un gruppo di studio sul mercato del lavoro trasfrontaliero”. Entrambe le parlamentari del Pd del Fvg hanno ribadito l’importanza del riconoscimento da parte dell’Unesco del territorio confinario del Collio-Brda e la tutela del marchio della Ribolla gialla. Rojc ha inoltre avanzato “la necessità di sviluppare un rapporto tra le Valli della provincia di Udine e l’Alta Valle dell’Isonzo istituendo a tal fine una scuola superiore di lingue internazionali”. Inoltre, per Rojc è arrivato il momento “di un grande atto di pacificazione tra le due comunità nazionali attraverso la restituzione del Narodni dom, dato alle fiamme dagli squadristi nel 1920, e che dovrebbe avvenire in occasione del centenario, nel corso dell’incontro dei due Presidenti della Repubblica il prossimo 13 luglio a Trieste”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Campidoglio, Sindaca Raggi incontra Ambasciatori sedi romane

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 gennaio 2020

Roma. La Sindaca Virginia Raggi ha incontrato questo pomeriggio i rappresentanti delle sedi diplomatiche e delle organizzazioni internazionali presenti a Roma nella Sala degli Orazi e Curiazi, nei Musei Capitolini.Una cerimonia di inizio anno, divenuta ormai tradizionale, alla quale hanno aderito oltre 200 rappresentanze diplomatiche, che punta a intensificare le relazioni tra Roma Capitale e le Ambasciate presso lo Stato italiano, la Santa Sede e la Fao presenti a Roma, il cui programma si concluderà con la partecipazione dei diplomatici, questa sera, alla prima de “I Capuleti e i Montecchi” in programma al Teatro dell’Opera di Roma.L’evento, organizzato in collaborazione con il ministero degli Esteri, è l’occasione per promuovere il coinvolgimento delle rispettive Istituzioni culturali nella realizzazione di progetti comuni e rafforzare gli scambi culturali con al centro iniziative per l’istruzione e i giovani.In primo piano anche le celebrazioni per i 150 anni della proclamazione di Roma Capitale, che culmineranno nel 2021, e che rappresentano un momento di grande importanza e di condivisione tra le Istituzioni e le rappresentanze diplomatiche a Roma.
Incontrando gli Ambasciatori, la Sindaca Raggi ha sottolineato che Roma deve molto della sua ricchezza e vivacità culturale alla presenza e allo scambio continuo con le Ambasciate presenti sul suo territorio. Una collaborazione che si vuole sempre più intensa e ravvicinata, sui temi dell’inclusione e dell’interculturalità. Proseguendo, la Sindaca ha ricordato che Istituzioni e sedi diplomatiche sono sempre più vicine nella collaborazione e nella programmazione culturale, che hanno come protagonisti le Università, le scuole e gli studenti. Per questo è sempre più necessario attivare ogni forma di coinvolgimento che presti attenzione a progetti e programmi di connessione tra Roma e le altre Capitali nel mondo, ha commentato la Sindaca Raggi.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto “Ambasciatori della Legalità”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 marzo 2019

Parma Giovedì 7 marzo, alle 12, al ParmaUniverCity Info-Point (Sottopasso Ponte Romano), si terrà la presentazione ai Dirigenti Scolastici del territorio del Progetto “Ambasciatori della Legalità”, coordinato da Monica Cocconi, Delegata del Rettore all’anticorruzione e alla trasparenza in collaborazione con docenti e studenti del Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali. Gli studenti coinvolti nel progetto “Ambasciatori della legalità”, che frequenteranno due giornate di formazione obbligatoria, saranno i relatori, insieme a un docente e a un operatore con competenze nel settore, di alcuni incontri che si terranno tra marzo e maggio nelle scuole superiori della Provincia di Parma che aderiranno al progetto.Interverranno alla presentazione Sara Rainieri, Pro Rettrice a Didattica e servizi agli studenti, Monica Cocconi, Delegata del Rettore a Anticorruzione e trasparenza, Leonardo Spadi, Consigliere comunale incaricato alle politiche giovanili e studentesche e Marco Gardini, delegato all’orientamento del Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nominati gli “ambasciatori” dell’American University of Rome

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 dicembre 2018

Roma Un board di “ ambasciatori” di peso per promuovere i valori di un’istruzione che trae il meglio della cultura italiana e americana: con questo spirito the American University of Rome ha costituito il primo Consiglio Consultivo in Italia che lavorerà insieme al Consiglio di Amministrazione ed al Presidente dell’Ateneo Americano a Roma per sostenere lo sviluppo dell’istituzione in Italia.
La svolta nella governance dell’università americana nasce anche dalla volontà di preparare al meglio il cinquantesimo Anniversario della sua presenza a Roma. Sono nomi che rappresentano l’eccellenza in diversi campi professionali, quelli scelti da Aur per la nuova mission. Eccoli: Avv. Fiorella Federica Alvino (Nunziante Magrone), Dr. Edoardo F. Caltagirone (Anfitrite SRL), Dr. Stefano Cuzzilla (Federmanager), Dr. Marco Figus (AxiA), Dott.ssa Frida Giannini (Save the Children), Dr. Richard Hodges OBE (Archeologo e Presidente dell’AUR), Dr. Giovanni Linari (Imprenditore e Membro del Consiglio d’Amministrazione del’AUR) e Dott.ssa Alessandra Molinari (Archeologia Medievale, Università Tor Vergata).
Il nuovo Consiglio avrà un ruolo fondamentale per il futuro e la crescita dell’Ateneo Americano a Roma. Ogni membro del Consiglio sarà infatti Ambasciatore attivo dell’AUR, e apportera’ la sua preziosa esperienza professionale e personale nella pianificazione strategica del futuro dell’Università.
The American University of Rome (AUR) è la prima Università Americana per data di fondazione a Roma. Fondata nel 1969 da David T. Colin, Giorgio A. Tesoro e Lisa Sergio, AUR offre un’istruzione anglo-sassone a un gruppo internazionale di studenti. AUR si distingue per la dedizione all’eccellenza accademica e l’approccio multidisciplinare alla conoscenza, offrendo ai suoi studenti una preparazione singolare per il loro successo lavorativo e professionale. L’Università conta docenti di grande esperienza professionale internazionale professionale. AUR rilascia titoli di Bachelor of Arts e Bachelor of Science in 10 discipline, e offre anche Master of Arts (MA) in tre specializzazioni.The American University of Rome è accreditata dall’Accrediting Council for Independent Colleges and Schools e il Middle States Commission on Higher Education negli Stati Uniti. Gode, inoltre, dell’autorizzazione del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR) ad operare come Ateneo Americano in Italia.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Molise: nominati quattro nuovi “ambasciatori”

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 dicembre 2017

DSCN0382Campobasso. Sono il giornalista Giampiero Castellotti per l’Italia, il linguista Michele Castelli per il Venezuela, il direttore dell’Istituto epidemiologico di Atlanta Michael Iademarco per gli Usa e Teresa Iarocci Mavica, direttrice del museo artistico di Mosca realizzato da Renzo Piano i quattro nuovi “ambasciatori” del Molise, scelti dalle istituzioni regionali tra le personalità d’origine molisana che vivono al di fuori della Regione.I quattro saranno premiati mercoledì 6 dicembre a Campobasso, presso l’ex Gil, nell’ambito della Giornata dell’emigrazione istituita nel 2015 con legge regionale. Lo scorso anno le prime quattro onorificenze sono andate all’attore Elio Germano per l’Italia (originario di Duronia), all’imprenditore italio-americano Gennaro Paolone e agli scienziati Pasquale Di Nezza del Cern di Ginevra e Nicola D’Ascenzo, matematico in Cina. Il dottor Castellotti, iscritto all’Ordine dei giornalisti da 35 anni, ha iniziato l’attività a “Paese Sera” e al “Messaggero”. Capo servizio in un sindacato e addetto stampa dei Giovani di Confindustria, ha lavorato per parlamentari, enti locali e organismi istituzionali (Anci, Formez, Retecamere, ecc.). Romano con nonni materni molisani, da quasi trent’anni è presidente dello storico circolo di cultura sannita “Forche Caudine”, che ha promosso 300 eventi e conta oltre duemila associati. E’ anche l’addetto stampa della Confederazione degli italiani nel mondo.
Il professor Castelli, 71 anni, dopo la laurea a Bari s’è trasferito in Venezuela nel 1970, diventando professore di linguistica a Caracas. Vera autorità del settore, relatore a convegni internazionali, autore di numerosi libri, dal 1990 al 1996 è stato preside della Facoltà. E’ attualmente uno dei massimi studiosi dei comportamenti linguistici delle seconde e terze generazioni di italiani nati in Venezuela.
Il contrammiraglio Michael Iademarco, lauree in giurisprudenza, matematica e medicina, quest’ultima presso l’Università della Virginia, s’è formato clinicamente in medicina interna e polmonare, specializzandosi poi nella lotta alla tubercolosi. Per il suo impegno contro l’Aids ha ottenuto un’onoreficenza dal governo del Vietnam nel 2011. I suoi nonni erano di Mirabello, in provincia di Campobasso.
Di Teresa Iarocci Mavica, originaria di Bonefro (Campobasso) e in Russia dal 1989, si sono occupati diversi giornali internazionali in quanto è l’ideatrice di Ges2, un centro d’arte contemporanea a due passi dal Cremlino in una ex centrale elettrica ristrutturata da Renzo Piano. La struttura, promossa dal mecenate Leonid Mikhelson, diventerà – probabilmente dal 2019 – una delle istituzioni culturali più importanti del mondo, con 6 mila metri di spazi espositivi, ristoranti, residenze per artisti, spazi sociali, un teatro da 400 posti, una piattaforma per arti performative e per la musica.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli ambasciatori della lingua italiana

Posted by fidest press agency su martedì, 7 febbraio 2017

università roma tre«Pur essendo condivisibile la preoccupazione che emerge dalla lettera aperta dei seicento docenti universitari al presidente del Consiglio, al ministro dell’Istruzione e al Parlamento italiano sul depauperamento della lingua italiana, scritta e orale, nei ragazzi che escono dalla scuola, segnaliamo tuttavia una notizia positiva: da qualche anno neolaureati di Roma Tre, selezionati da un bando pubblico, sono impegnati ad insegnare l’italiano all’estero». Così il rettore dell’Università Roma Tre, Mario Panizza. «La lingua italiana, tra l’altro, è sempre più richiesta. La tendenza è in rapida crescita poiché sono in crescita le attività che l’Italia porta all’estero ad esempio nei settori dell’arte, della moda, del design, dell’enogastronomia. Proprio per questo è auspicabile un impegno sempre maggiore dei docenti universitari, di tutte le discipline, per sostenere le corrette espressioni della nostra lingua nei diversi settori del sapere».I neolaureati chiamati ad insegnare l’italiano all’estero, grazie al progetto pilota voluto dal Ministero degli Esteri, affiancano i docenti che svolgono all’estero corsi di lingua e cultura italiana. Al progetto partecipano, oltre a Roma Tre, le Università per stranieri di Siena e di Perugia. «Questo progetto vuole potenziare la qualità e l’offerta dei corsi di lingua e cultura italiana all’estero, tramite l’inserimento delle più innovative tecniche di insegnamento di cui i neolaureati sono portatori», spiega il rettore Panizza. «La collaborazione tra docenti locali e neolaureati inviati dall’Italia, tramite la condivisione di esperienze e competenze, oltre a qualificare l’offerta formativa può aprire percorsi professionali interessanti per i neolaureati». Il bando annuale, per titoli, del progetto-pilota è riservato a neolaureati (laureati triennali e magistrali da non più di 24 mesi) con specifiche competenze didattico-metodologiche e linguistiche per svolgere attività di insegnamento della lingua italiana all’estero. La graduatoria viene inviata dal Ministero degli Esteri agli enti gestori dei corsi, che chiamano i candidati più adatti alle proprie necessità – in relazione alla graduatoria per l’area linguistica di riferimento, al curriculum e alla conoscenza della lingua straniera richiesta – specificando la durata dell’incarico, le mansioni, le ore di impegno settimanale, il compenso e gli eventuali benefit accessori. L’attività prevista è per un anno, rinnovabile per una sola volta. L’ultimo bando si è chiuso il 12 gennaio scorso.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fatebenefratelli ad Afagnan:“ambasciatore della salute”

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 maggio 2010

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha scelto quest’anno l’Ordine dei Fatebenefratelli ad Afagnan come Ambasciatore della Salute. Questo riconoscimento è stato consegnato a Fra Pascal Ahodegnon, Direttore generale e medico dell’Ospedale Saint Jean de Dieu, per il lavoro che svolge nel nosocomio togolese a favore delle popolazioni disagiate.  Fra Pascal ha ringraziato sottolineando che il Premio è il frutto del lavoro di tutti: “L’Ospedale è diventato Ambasciatore della Salute perché lavoriamo tutti e insieme siamo i veri promotori. Giorno e notte corriamo senza stancarci per alleviare la sofferenza delle popolazioni. Sosteneteci in questa lotta quotidiana a favore dei poveri malati e bisognosi del Togo”. L’edizione 2010 indetta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS-WHO) è stata dedicata al problema dell’urbanizzazione: “1000 cities, 1000 lives” lo slogan.  Attraverso l’iniziativa l’OMS ha inteso sensibilizzare “mille città” al fine di migliorare la qualità della vita urbana attraverso l’allestimento di forum di discussione sulla salute e l’avvio di campagne specifiche per l’utilizzo degli spazi pubblici. Lo stesso progetto si è proposto l’obiettivo di rintracciare 1000 storie di “campioni di salute urbani” che si siano distinti attraverso attività e iniziative volte al miglioramento della salute nelle proprie città. (ambas)

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Firenze la conoscenza scientifica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 maggio 2010

Il mese di maggio, fitto di attività formative, si concluderà con la partecipazione all’incontro organizzato a Madrid dall’Università “Alfonso X” sulle complicanze e gli insuccessi in implantologia. “Il know how di Microdentistry – afferma il dottor Martelli – è a disposizione di tutti coloro che frequentano i nostri corsi e devo dire che sono in molti, per la quasi totalità stranieri. Negli ultimi quattro anni abbiamo ricevuto gruppi di colleghi da più di venti Paesi, molti dei quali leader nel settore sia per la ricerca e l’innovazione che per l’eccellenza delle prestazioni cliniche”.  “La continua attività didattica nei congressi all’estero – continua il responsabile della struttura – mi rende quotidianamente felice di come noi veniamo positivamente  considerati all’estero. Siamo ambasciatori di un’Italia positiva, che crede nelle proprie possibilità e investe nell’innovazione”.  Motore del rinnovamento nel settore odontoiatrico in Toscana e fiore all’occhiello del capoluogo fiorentino è l’Istituto di Ricerca in Odontoiatria microinvasiva “Microdentistry”, alla cui avanguardia, nella persona del responsabile della struttura, dottor Francesco Martelli, hanno dedicato un’intervista le testate televisive nazionali della Danimarca, della Grecia e della Turchia e l’Italian Dental Journal. Oltre ai trattamenti odontoiatrici per la cura della parodontite che vengono effettuati presso Microdentistry con il microscopio operatorio, il laser ad alta potenza e tecnologia di ultima generazione, sono i corsi tenuti da Martelli e dal suo staff ad avere notevole successo a livello internazionale. Dopo il corso di aprile cui hanno partecipato medici provenienti dalla Grecia, questa settimana, giovedì 6 e venerdì 7 maggio, sarà la volta di professionisti scandinavi a partecipare ad un seminario sull’utilizzo del laser in odontoiatria e sul trattamento biologicamente guidato della parodontite, presso l’Istituto situato nel centro di Firenze.  Successivamente il dott. Martelli porterà il suo contributo al congresso “ I quattro lati del viso” che si terrà il 14 maggio prossimo ad Alessandria, patrocinato dall’Andi (Ass. Naz. Dentisti Italiani) e dall’Ordine dei Medici. http://www.microdentistry.net

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

“Rondine” agli ambasciatori di Georgia e Armenia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 ottobre 2009

Una rappresentanza di Rondine incontra oggi 7 ottobre Konstantin Gabashvili, Ambasciatore della Georgia in Italia e Ruben Karapetian, Ambasciatore dell’Armenia, grazie alla collaborazione con la delegazione parlamentare italiana presso l’OSCE (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) presieduta dall’On. Riccardo Migliori. Obiettivo principale è consegnare nelle mani dei diplomatici il “documento in 14 punti di Rondine per la pace nel Caucaso”, primo risultato del progetto “Ventidipacesucaucaso” che lo scorso maggio ha riunito in Toscana – nel borgo di Rondine (AR), a Firenze e nel santuario de La Verna (AR) – 150 rappresentanti dei popoli caucasici ed esperti internazionali. E’ stato un atto di vera e propria alta diplomazia popolare che ha portato alla elaborazione di un documento condiviso con varie proposte per la pacificazione dell’area del Caucaso.  Il documento è già stato consegnato al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio On. Carlo Giovanardi, all’On. Rosy Bindi, Vicepresidente della Camera dei Deputati, al Vicepresidente del Senato On. Vannino Chiti e al Nunzio Apostolico in Italia Mons. Giuseppe Bertello. Il documento, successivamente elaborato ed approvato dai partecipanti alla conferenza e dagli esperti internazionali, tratteggia itinerari concreti possibili da realizzare fin da subito e insiste su alcune azioni possibili e auspicabili: un tavolo di confronto permanente, diritto al rientro per chi ha dovuto abbandonare la propria casa per eventi bellici, progressivo disarmo, promozione della crescita umana, culturale ed economica di tutti popoli della regione caucasica, attraverso la cooperazione e il rispetto delle identità dei popoli, dell’interculturalità e dei diritti umani. Ulteriori informazioni su http://www.rondine.org

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »