Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘ambientalisti’

S.O.S. Amazzonia

Posted by fidest press agency su sabato, 24 agosto 2019

Roma. Il movimento internazionale giovanile Fridays For Future si è mobilitato in molti paesi del mondo per denunciare il disinteresse del governo brasiliano davanti al problema gravissimo degli incendi nelle foreste in Amazzonia, un dramma ambientale che riguarda il mondo intero anche se è localizzato solo in territorio brasiliano.Da una velocissima ricerca su internet si vede immediatamente che si sono svolte manifestazioni a Londra e Parigi sotto le ambasciate del Brasile, in Belgio la mobilitazione avverrà lunedì prossimo, e che in Italia i giovani si sono ritrovati a Milano, Torino, Firenze, Bologna, Roma e in alcuni centri minori.A Roma però non è stato dato il permesso di manifestare sotto l’ Ambasciata brasiliana che si trova nella centralissima Piazza Navona. Da qualche mese le manifestazioni ambientaliste sono un occasione per rapidi confronti tra le politiche securitarie dei diversi paesi europei. A fine giugno un caso emblematico era stato l’ uso dello spray al peperoncino, spruzzato da poliziotti, da distanza ravvicina, contro attivisti di Extinction Rebellion che a Parigi bloccavano un centrale ponte sulla Senna. Le immagini erano state riprese da alcuni giornalisti ma un servizio video è riuscito ad avere una diffusione particolarmente capillare, anche oltre i confini francesi, e manifestazioni di solidarietà con gli attivisti francesi si svolsero sotto ambasciate e consolati francesi di molti paesi europei.Talvolta sono curiosi anche i comportamenti diversi che si verificano nello stesso paese a seconda della particolare situazione. Per esempio a Bruxelles una ventina di persone si sono sdraiate tra enormi striscioni per almeno 30 minuti all’ interno dell’ aeroporto . Nessuno li ha costretti ad alzarsi, ma, quando alcune settimane dopo 70 giovani volevano contestare con una colorata iniziativa i saldi dei negozi della moda, la metà di questi sono stati fermati immediatamente dalla polizia e trattenuti per alcune ore.Così oggi i giovani romani non sono stati autorizzati a manifestare davanti all’ Ambasciata del Brasile, ma non si sono persi d’ animo. Mentre davanti al Pantheon si alternavano gli interventi di giovani e meno giovani, seguiti con grande interesse da tutti coloro che si trovavano nella famosa piazza, ha iniziato a circolare la voce che dopo la fine del sit in era possibile recarsi, senza farsi notare troppo, davanti all’ Ambasciata del Brasile. Così, alla spicciolata ma non troppo, i giovani sono arrivati in Piazza Navona ed hanno potuto lanciare il loro S.O.S. per la foresta amazzonica davanti alla sede diplomatica brasiliana.Questo è solo l’ inizio delle numerose mobilitazioni per la difesa dell’ ambiente che si svolgeranno prima della fine del 2019, ma, se l’ impegno sarà sempre così deciso e così composto, queste campagne saranno una boccata di ossigeno per tutto il confronto e conflitto, politico e sociale, almeno dei paesi europei, uno spettacolo che negli ultimi anni è stato invece particolarmente brutto. (Marco P.)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comitati ambientalisti verso la Marcia per il Clima

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Roma sabato 23 Marzo ore 14 piazza della Repubblica. Saranno presenti i comitati ambientalisti della Val di Susa, della Terra dei Fuochi, della Laguna di Venezia, del quartiere Tamburi di Taranto e della città di Roma, diversi attivisti locali del movimento Fridays For Future. Ogni comitato porterà un dono simbolico al Ministro Costa che rappresenti la sofferenza che la crisi climatica produce nei rispettivi territori, per denunciare l’insufficienza delle politiche adottate in tema ambientale anche al solo rispetto degli obiettivi degli Accordi di Parigi 2015.E’ ora di dare voce alle vittime dell’azione climalterante e inquinante, subita per scelte politiche troppo attente a favorire le imprese a discapito del diritto alla salute e alla tutela ambientale, da invertire immediatamente per la salvaguardia del pianeta.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli ambientalisti del PD

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

ambienteÈ imbarazzante il dibattito iniziato tra Veltroni e Renzi su quanto il Pd sia un partito ambientalista. Sostengono che l’ambiente è ai primi posti del loro programma e che se ne sono occupati molto. Dobbiamo ammettere che hanno ragione. Se ne sono occupati molto. Purtroppo, aggiungiamo.Il Pd si è occupato di ambiente scrivendo, promuovendo, spingendo, una miriade di provvedimenti CONTRO l’ambiente. E annacquando, fino a snaturarle, quelle leggi che cercavano di affrontare alcuni problemi. Rinfreschiamo la memoria al cittadino distratto che potrebbe farsi ammaliare dalle sirene veltroniane.
OTTOBRE 2014, Sblocca Italia: legge monstrum con la quale è stata spianata la strada – se mai ce ne fosse stato bisogno – dato input alle trivellazioni, agli inceneritori, al cemento, alle opere inutili. Depurazione e le fognature non devono fare parte della visione ambientale del PD, dato che per queste opere i fondi sono stati prontamente congelati;
APRILE 2016: va in scena la campagna per affondare il referendum che chiedeva di porre dei limiti alle trivellazioni nei nostri mari, con un Renzi che, all’afflato ambientalista, univa quello costituzionale, invitando a non andare a votare;
20 aprile 2016: la legge che ha di fatto privatizzato e messo a profitto il bene primario numero uno, l’acqua;
IN DISCUSSIONE AL SENATO: la legge che vuole rendere i parchi “oggetto commerciale” lasciandoli amministrare dalla politica locale e rendendoli quindi merce di scambio.
Smantellamento del Corpo forestale, con le conseguenze che purtroppo abbiamo visto proprio questa estate: enormi difficoltà nella gestione delle emergenze roghi e incendi, con il già scarso personale costretto a un lavoro massacrante senza mezzi adeguati;
Condoni e salva condotti ai patron dell’Ilva, con buona pace del piano ambientale e della salute dei tarantini;
APRILE 2017 Tentativo di golpe alla Valutazione di impatto ambientale sminuendone ruolo ed efficacia;
GENNAIO 2015 Ridotti al lumicino fino a scomparire gli incentivi promessi per le rinnovabili;
Bloccati i fondi per le agenzie ambientali; Annunci e, manco a dirlo, nessun fondo reale per la programmazione della difesa del suolo. Questi sono solo alcuni dei provvedimenti CONTRO l’ambiente. Ma non è finita qui. Che fine ha fatto il testo unico sull’amianto? Che fine ha fatto la sperimentazione del vuoto a rendere che aspetta una firma del ministro? E non ci parli, Renzi, di quando era sindaco e delle sue presunte azioni contro il cemento selvaggio. Non è cemento selvaggio autorizzare un inutile tunnel che trivella il centro città devastandola per far passare la Tav recuperando solo 5 minuti sulla tratta Roma-Milano? (fonte: blog 5stelle)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Settimana Vegetariana Mondiale

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 settembre 2010

Dall’1 al 7 ottobre si celebra la Settimana Vegetariana Mondiale, sostenuta da gruppi vegetariani/vegan, animalisti, ambientalisti di tutto il mondo, con lo scopo di spiegare al pubblico che con un’alimentazione a base vegetale si possono ridurre i problemi che un’alimentazione ricca di carne, latte e altri prodotti animali causa alla salute, all’ambiente, agli animali e alla società in generale.  Lo scopo dell’iniziativa è mostrare a tutti questo modo facile ed efficace per migliorare la propria salute e quella dell’ambiente. La scelta vegetariana viene compiuta da un numero sempre maggiore di persone, dato che comporta così tanti vantaggi.
Altri sostenitori dell’iniziativa sono personalità da tutto il mondo: il dott. Rajendra Pachauri, direttore dell’IPCC, il Panel Intergoventivo sui Cambiamenti Climatici delle Nazioni Unite, il dott. Jean Ziegler, vice presidente del Comitato Consultivo dell’ONU per i diritti umani, il prof. Douglas Hofstadter, professore universitario di Scienze Cognitive negli USA, i filosofi e autori Florence Burgat e Helmut F. Kaplan, rispettivamente dalla Francia e dalla Germania, la scrittrice olandese Lisette Kreischer, ma anche artisti come Michèle Scharapan (Francia), Maria Daines (Regno Unito) e Romana (Portogallo).
Chi volesse partecipare può scegliere tra varie possibilità: organizzare conferenze, workshop, proiezioni di video, incontri con le istituzioni; organizzare campagne che per esempio promuovano un giorno della settimana in cui si usino solo ingredienti vegetali; preparare un pasto vegetariano per i propri amici e familiari; per i negozi, offrire sconti sui prodotti vegetariani; e soprattutto organizzare tavoli informativi con assaggi e volantinaggi. http://www.vegetarianweek.org

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Abruzzo a rischio catastrofe come la Louisiana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 Maggio 2010

“Ci auguriamo che il disastro accaduto in Louisiana non si ripeta anche nella nostra regione che conta un gran numero di piattaforme petrolifere in mare destinate ad aumentare nei prossimi anni”. E’ la preoccupazione di Barbara Del Fallo, viceresponsabile per l’Abruzzo dell’Italia dei Diritti, in seguito alla catastrofe ambientale che sta devastando la costa orientale degli Stati Uniti. Già molti comitati ambientalisti temono che un incidente devastante come quello della Louisiana possa in futuro verificarsi anche nel nostro paese. “Esortiamo allora con urgenza – continua l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro – il governatore Chiodi ad agire per difendere concretamente la nostra regione. E’ necessario un controllo preventivo sulle concessioni petrolifere per trivellare il Mare Adriatico. Un disastro del genere – conclude la Del Fallo – ucciderebbe le coste, la fauna marina e il turismo, risorsa principale per la nostra terra, ancora sofferente per le piaghe causate dal terremoto dell’Aquila”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inchiesta centrale Enel Porto Tolle

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

“L’inchiesta in questione non è altro che l’ennesima conferma di quanto la centrale di Porto Tolle sia non solo dannosa  per l’ecosistema ma anche per la salute umana”. Così Alberto Vedova, responsabile per l’Ambiente dell’Italia dei Diritti, ha commentato la notizia dell’accertamento tecnico disposto dal sostituto procuratore di Rovigo Manuela Fasolato sulle malattie respiratorie dei bambini dei comuni compresi nel raggio di 25 chilometri dalla centrale Enel di Porto Tolle nel periodo che va dal 2000 al 2006, per verificare se nel corso degli anni vi sia stato un peggioramento delle loro condizioni. Tra gli indagati figurano nuovi e vecchi vertici dell’Enel, nomi del calibro di Fulvio Conti, Franco Tatò e Paolo Scaroni. “Ambientalisti, cittadini e comitati locali – ha continuato l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro – protestano già da anni ma, a quanto pare, la logica imprenditoriale dell’azienda persevera sulle fonti non rinnovabili, inquinanti e insostenibili. Come se non bastasse, il sito sorge all’interno di un parco naturale definito ‘patrimonio dell’Umanità’ dall’Unesco e, secondo il progetto dell’Enel attualmente in fase di autorizzazione, dovrebbe essere convertito a carbone per una potenza di 1.980 Megawatt e con un’emissione di CO2 di oltre 10 milioni di tonnellate l’anno. Se tutto questo avverrà, tra l’altro si avrà un impatto devastante per l’area prossima al delta del Po, con il passaggio di 3.000 chiatte verso l’impianto. Siamo al fianco delle parti offese e attendiamo i risultati dello studio epidemiologico, auspicando che il governo, togliendosi i paraocchi, intraprenda al più presto una strada ecosostenibile per il nostro Paese che ci metta al passo con l’Europa settentrionale”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Nikola Uzunovski

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 gennaio 2010

Milano fino al 18/2/2010 via Domodossola 17, galleria Federico Luger My Sunshine – Venezia 2009 L’artista conclusa l’esperienza alla 53ma Biennale di Venezia, per il Padiglione macedone, ripartirà con la mostra laboratorio che nasce come work in progress attraverso una ricerca che sviluppa da cinque anni.  Nel progetto di Nikola Uzunovski i danni che l’assenza di luce naturale provocano a livello fisico e psicologico sono il punto di partenza di una vasta ricerca che ha coinvolto e continua a coinvolgere astrofisici, ingegneri, architetti, ambientalisti e analisti sociali, invitati dall’artista a sviluppare insieme il progetto, il cui risultato finale si realizzerà nella copia del sole stesso. Ricreare copie del sole, moltiplicarne realmente l’immagine, realizzando un pallone di materiale trasparente dentro al quale uno specchio in plastica riflettente ed un sistema di rotazione dello specchio che permette di indirizzare il riflesso verso una data direzione. Il design del pallone e’ piuttosto semplice, invece lungo e complesso e’ il tempo dedicato dalle persone che hanno lavorato e lavoreranno per portare a termine l’impresa di riuscire a far decollare il nuovo prototipo. La mostra-laboratorio si estenderà attraverso cicli di incontri-conferenze anche al di fuori della galleria in luoghi istituzionali.  Il laboratorio continua per tutto il periodo della mostra che inaugura il 12 gennaio fino al termine il 18 febbraio, dove si potrà far parte di un processo che e’ stato fatto per i nostri sogni, senza da essi farci svegliare.
Nikola Uzunovski – Zemun, Belgrado, Serbia, 1979 vive e lavora tra Venezia ed Helsinki. Nel 2007 vince il premio Young European Artist Trieste Contemporanea. Nel 2008, ha partecipato a Greenwashing. Ambiente: Pericoli, Promesse e Perplessità, collettiva di artisti provenienti da tutto il mondo, alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino. Il prototipo di My Sunshine e’ stato realizzato da Nikola uzunovski in occasione della residenza a Pollinaria, in Abruzzo, con il video relativo My sunshine, Campo Imperatore (2008). Personale Snow negli spazzi della galleria Federico Luger. Vince il concorso VIDEO.it (2009). Partecipa con My Sunshine, alla 53°Biennale di Venezia, (2009). Sempre nel 2009 partecipa a due collettive: Qui e’ altrove, Palazzo De Sanctis Castelbasso (TE). Le Temps de la Fin, nello spazio d’arte contemporanea la Tôlerie, Parigi, (2009). (Immagine: sunshine)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Basilicata una colonia energetica e pattumiera d’Italia?

Posted by fidest press agency su martedì, 19 Maggio 2009

La OLA  Organizzazione Lucana Ambientalista è in preallarme. Vuole  evitare che la Basilicata, secondo le indicazioni del Ministro dell’ambiente Prestigiacomo, possa divenire colonia a tutti gli effetti per opere considerate strategiche per lo sviluppo economico, grazie alla complicità del governo regionale lucano.  Diverse decine le associazioni territoriali lucane si sono mobilitate per evitare il peggio.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La crisi idrica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

L’ignoranza, nel senso di non conoscenza, purtroppo dilaga. Anche tra i politici e tra alcuni operatori dell’informazione.  È questa l’amara considerazione da fare dopo la pretestuosa polemica scatenata qualche giorno fa sulle prescrizioni date dal Parco Nazionale della Majella per lavori all’interno del proprio territorio, sulla sorgente Rocca di Ferro, che porta acqua anche a Chieti. La sacrosanta posizione di tutela dell’ecosistema della Valle del Foro assunta dal Parco (a salvaguardia anche dell’Homo sapiens che, per sopravvivere, può “usare” ma non “consumare” le risorse) è stata strumentalizzata e presentata in maniera distorta. Sembra quasi che sia “colpa” degli ambientalisti se Chieti vive un’emergenza idrica causata, invece, da una pessima gestione della risorsa acqua che va avanti da anni e da una rete di distribuzione che tutti definiscono “colabrodo”, ma nessuno si preoccupa di rinnovare totalmente. Gli anfibi (a proposito: anche Salamandrina perspicillata è un anfibio e non una lucertola) e i pesci citati sono specie di grande rilievo, protette a livello europeo e, tra l’altro, rappresentano importanti indicatori della qualità dell’ambiente. Ovunque in Europa e spesso anche in Italia la tutela, che ha conseguenze positive per la qualità della vita di tutti gli esseri, uomo compreso, è praticata con grande impegno. Si arriva a sopraelevare strade per impedire che il traffico faccia stragi di anfibi, Da noi evidentemente è più importante portare ruspe nei boschi nel pieno della stagione riproduttiva, con danni e disturbo, diretto e indiretto, per decine di specie animali. Studiare un po’ di ecologia farebbe bene ai politici e a taluni disinformati operatori dell’informazione. La Socìetas Herpetologica Italica è un sodalizio scientifico che raccoglie studiosi e ricercatori, accademici e non, che si occupano di anfibi e rettili.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »