Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘americane’

Gli italiani e le presidenziali americane

Posted by fidest press agency su martedì, 11 ottobre 2016

trumphillary clintonNell’ultima settimana Lorien Consulting ha chiesto agli italiani di esprimersi anche sulle prossime elezioni americane. Emerge senza ombra di dubbio un certo grado di interesse e attenzione: il 63% ritiene che il risultato influenzerà anche la situazione dell’Italia, addirittura per circa un quarto degli italiani la influenzerà “molto”. La preferenza per la candidata Hillary Clinton è assolutamente netta e si conferma la distanza fondamentale tra l’opinione pubblica italiana (ma allo stesso modo quella europea) e la cosiddetta America profonda. D’altronde i cittadini europei e italiani sono sempre stati “pro-democratici”. Inoltre oggi prevale un’immagine di Trump molto differente da quella che si riscontra negli USA, veicolata anche da media differenti, gettando in conseguenza un forte discredito su un probabile Presidente e rendendo ulteriormente temibili (per l’Europa) le scelte isolazioniste di Trump.
Anche sulle previsioni di vittoria sono pochissimi gli italiani che credono realmente ad una possibile vittoria di Donald Trump.
Analizzando le preferenze per auto-collocazione politica degli intervistati le differenze appaiono tutto sommato lievi: la percentuale di coloro che preferiscono Trump raggiunge il 10% tra chi si colloca a destra e centrodestra, tuttavia la differenza (69 a 10) per Hillary rimane assolutamente schiacciante. Abbiamo inoltre distinto le preferenze anche per utilizzo dei mezzi d’informazione: emerge appena che chi si informa SOLO attraverso la televisione è molto meno propenso ad esprimere una preferenza per uno dei due candidati.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bombe nucleari americane in Europa

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 novembre 2010

I capi di stato della NATO s’incontreranno in Portogallo questo fine settimana per discutere un piano segreto: raggruppare tutte le bombe nucleari americane presenti in Europa in Turchia e in Italia, che ne conta già 80. Nonostante il mondo vada verso il disarmo nucleare, e la Germania e il Belgio abbiano chiesto lo smantellamento degli armamenti nucleari americani dopo un allarme sicurezza, il segretario della NATO e altre voci influenti vogliono mantenere l’arsenale europeo a tutti i costi. E il nostro governo sembra disponibile a trasformare l’Italia in un enorme magazzino nucleare per la NATO. http://www.avaaz.org/it/no_nucleare_italia/?vl
Sul suolo europeo ci sono ancora 200 bombe nucleari americane, che originariamente servivano da deterrente durante la guerra fredda. Secondo le stime degli esperti in Italia ci sarebbero dalle 70 alle 90 bombe, alcune addirittura 10 volte più potenti di quella di Hiroshima. L’anno scorso il Presidente Obama fece un appello globale per un mondo libero dalle armi nucleari. Da allora, il Belgio, la Germania e l’Olanda sono stati contagiati dallo slancio per il disarmo e i loro parlamenti e alti funzionari hanno richiesto alla NATO di ritirare le bombe nucleari americane. Ora, lontani dall’attenzione dei media, i leader della NATO potrebbero lanciare un nuovo piano per raggruppare in un unico sito tutte le armi nucleari, e ci sono forti indicazioni che potrebbero portare proprio all’Italia e alla Turchia. ( n.r. Questa notizia ci è pervenuta da  Luis Morago – Avaaz.org e abbiamo cercato di verificarne l’autenticità ma gli organismi interessati: Ministero della Difesa, presidenza del consiglio, ministero degli Esteri non hanno inteso rilasciare dichiarazioni)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Profilo delle società americane

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 ottobre 2010

ClearBridge Advisors, società del gruppo Legg Mason, dichiara che l’uscita dalla peggiore crisi finanziaria degli ultimi decenni ha creato le migliori occasioni d’investimento nelle società statunitensi dagli anni ’50 ad oggi. Scott Glasser, co-manager del Legg Mason ClearBridge US Appreciation Fund, così commenta: “Per tutto il secondo trimestre abbiamo assistito ad un cambiamento di scenario, passando da mercati in cui l’autocompiacimento aveva preso piede a situazioni di pessimismo sul larga scala. Si è infatti visto il declino del mercato azionario USA, il maggior numero di record negativi toccati dagli indici e un significativo aumento della volatilità. Però, nonostante questo scenario oltremodo negativo, crediamo che le società di medie e grandi dimensioni siano nella  forma finanziaria migliore che si sia vista da alcuni decenni a questa parte”.
Legg Mason ClearBridge US Appreciation Fund investe principalmente in titoli azionari di società statunitensi di medie e grandi dimensioni, ma può anche investire in quelle piccole. Rispetto al bench mark, l’S&P 500, su base settoriale il fondo è overweight per ciò che riguarda gli industriali, beni di consumo primari e materie prime, mentre è underweight rispetto ai comparti tecnologico, finanziario, healthcare, delle utility e dei beni di consumo discrezionali. Il fondo comprende 89 partecipazioni, di cui le principali tre sono Travelers Cos Ltd, Wal-Mart Stores Inc e Exxon Mobil Corp.
Legg Mason è una società di gestione di investimenti globale che gestisce asset per un totale di 659 miliardi di dollari Usa al 31 luglio 2010. La società offre una gestione attiva degli asset in molti dei principali centri di investimento del mondo. Legg Mason ha la sua sede centrale a Baltimora, Stati Uniti, ed è quotata presso il New York Stock Exchange (codice: LM). http://www.leggmason.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »