Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘amministrativi’

Vaccino, Governo a caccia dei 221mila insegnanti e amministrativi della scuola

Posted by fidest press agency su sabato, 24 luglio 2021

Dopo il passo indietro del Comitato tecnico scientifico, la decisione sull’obbligo vaccinale tra il personale scolastico resta ad appannaggio del Governo: “Ci troveremo questa settimana con il Consiglio dei ministri e la decisione sull’obbligo o meno per gli insegnanti andrà presa dall’intero collegio”, ha detto il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. Il punto è che sulla vaccinazione obbligatoria del personale sanitario c’erano già dei forti dubbi, figuriamoci ora che si vorrebbe imporre ai lavoratori della Scuola. Ricordiamo che vi sono diversi esperti di legislazione a pensarla in questo modo. Uno di questi è il professor Ugo Mattei, socio ordinario della International Academy of Comparative Law e membro del comitato esecutivo della American Society of Comparative Law di diritto civile e di diritto internazionale e comparato all’Università della California, professore di diritto internazionale e comparato all’Hastings College of the Law dell’Università della California a San Francisco, di diritto civile all’Università di Torino e per due volte patrocinatore di un referendum presso la Corte Costituzionale italiana. “Se il governo rendesse obbligatorio il vaccino per il personale sanitario in queste condizioni di oggi, secondo me – ha detto il professor Mattei – sarebbe incostituzionale e sarebbe incostituzionale per due ragioni fondamentali: primo, perché si tratta ancora di terapie sperimentali e non si conoscono ancora tutti gli effetti; secondo, perché non è noto quanto la vaccinazione effettivamente impatti su terzi, cioè se il vaccinato sia ancora contagioso oppure no”. Quindi, “viste queste due ragioni, per l’articolo 32 della Costituzione non è possibile un obbligo vaccinale neppure in una forma mirata al personale sanitario”.Per l’esperto di diritto, “imporre un obbligo vaccinale in assenza di certezze conoscitive, relative alla funzione sociale e pubblica di un vaccino, è una cosa che non sta né in cielo né in terra. Riguarda la scelta personale di un individuo, se si vuole vaccinare oppure no, perché ha più o meno paura per sé stesso. Non essendoci chiarezza sull’impatto verso terzi è illegale dopodiché lo è a maggior ragione nel momento in cui la sperimentazione non è stata portata fino in fondo. Ci sono obblighi vaccinali che sono costituzionali nel nostro sistema ma questi nuovi vaccini hanno le due problematiche che dicevo all’inizio”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Dsga, ne mancano 2.301

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Non ci sono buone nuove per centinaia di assistenti amministrativi della scuola pubblica che da diversi anni si prestano a svolgere il ruolo di Dsga in cambio di compensi ridicoli a fronte di responsabilità ed impegni enormi. La novità delle ultime ore è rappresentata da un accordo che non prevede alcuna stabilizzazione o concorso riservato agli stessi ‘facenti funzione’, ma solo una replica di quello che ormai si realizza da quattro lustri: sopperire alla mancanza di Direttori dei servizi generali e amministrativi titolari con personale della scuola. Ministero dell’Istruzione e alcune organizzazioni sindacali hanno quindi rinnovato solo l’Intesa in merito agli incarichi di sostituzione sui posti vacanti: l’accordo consente di ovviare, per l’ennesimo anno, alla carenza di Dsga e assicurare il funzionamento delle istituzioni scolastiche. Copertura dei posti da parte degli amministrativi e reggenze risultano ancora una volta largamente utilizzati: posti ancora vacanti di Dsga sono infatti ben 2.301.“Purtroppo non siamo stati cattivi profeti – commenta il sindacalista Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – quando abbiamo dichiarato alcune settimane fa che l’anno scolastico sarebbe iniziato con un facente funzione o reggente ogni quattro scuole autonome. Per superare il problema confidiamo nel fatto che il Parlamento possa intervenire nel decreto di agostano n. 104, accogliendo un nostro preciso emendamento che abbiamo fatto presentare, così da sanare questa posizione. Allo stesso tempo è fondamentale che si arrivi alla pubblicazione di una procedura straordinaria urgente specifica per i facenti funzione. Il concorso pubblico per Dsga, tra l’altro, dopo lo svolgimento delle ultime prove orali, non ha prodotto l’attesa formazione delle graduatorie di merito finali in diverse regioni, tra cui Campania, Emilia Romagna, Lazio e Toscana. Di conseguenza, la maggior parte delle assunzioni in ruolo sono destinate ad essere rimandate di almeno 12 mesi: un arco di tempo sufficiente per organizzare una prova concorsuale straordinaria rivolta a chi ha acquisito le competenze sul campo”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Riapertura, quasi una scuola su due senza Direttore dei servizi amministrativi

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 agosto 2020

Riaprire le scuole in sicurezza a settembre è un’opera complessa: sono tanti gli adempimenti da attuare. E servono figure apicali di esperienza che assicurino un’organizzazione adeguata. Negli istituti scolastici questo compito è ottemperato dai capi d’istituto, che negli aspetti economici e di gestione interna vengono affiancati dai Direttori dei servizi generali e amministrativi: il loro ruolo è fondamentale. Peccato che quasi una scuola italiana su due non abbia il suo Dsga. A rimarcare questa contraddizione, nell’anno più complicato della scuola pubblica italiana a causa dell’emergenza epidemiologica, è Marcello Pacifico: intervistato da Teleborsa, il presidente nazionale Anief ha spiegato che a fronte dei tanti adempimenti da attuare sono “troppo pochi i direttori dei servizi generali amministrativi in servizio presso le scuole, poiché ne mancano più di tremila. Siccome il concorso in via di definizione coprirà probabilmente solo mille posti occorre avviare una procedura straordinaria urgente per i facenti funzione”. Il sindacato non starà comunque a guardare. “Ecco perché come Anief – ha detto Pacifico – ci sentiamo di dire che bisogna intervenire urgentemente nel decreto di agostano n. 104 del 14 agosto, in corso di conversione di legge presso il Senato, con degli emendamenti specifici che vadano ad estendere il blocco del 30% degli idonei rispetto all’inserimento nelle graduatorie di merito, in maniera tale che anche negli anni successivi potranno essere assunti tutti gli idonei Dsga, tutti coloro che hanno superato la prova concorsuale e non soltanto il 30% rispetto al numero dei posti banditi”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso Dsga

Posted by fidest press agency su domenica, 16 settembre 2018

Il concorso per Direttori dei servizi generali e amministrativi non vuol proprio decollare: il Ministero intende infatti riservare agli assistenti amministrativi facenti funzione di Dsga appena il 10% dei posti banditi. Per Anief si tratta di una percentuale da innalzare fortemente: dopo le proposte emendative presentate dal giovane sindacato all’ultimo disegno di Legge di Stabilità, rispetto a tale proposta presentata ai sindacati durante l’ultimo incontro sull’attesa procedura concorsuale da attuare il prima possibile per individuare chi andrà a coprire gli attuali 2 mila posti vacanti di Dsga, il giovane sindacato chiede formalmente al Miur di innalzare tale quota al 50%, considerato l’alto numero di aspiranti che ha retto le segreteria dei nostri istituti scolastici per diversi anni.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Mancano amministrativi, tecnici e bidelli

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 ottobre 2016

ministero pubblica istruzioneProprio nell’anno di attuazione della Buona Scuola, il Miur continua a risparmiare sul personale Ata. Alla cancellazione di 47mila posti, per via del dimensionamento di Tremonti-Gelmini, ha fatto seguito quest’anno la sparizione di altre 2.020 unità. Dagli istituti cresce, così, la richiesta di incremento di organico. Il Miur risponde ma sempre con il “bilancino”: in tutta la Sicilia è stato implementato di soli 80 posti. La Lombardia ne ha ricevuti appena 239 in deroga ma non bastano, comunque, a sopperire il taglio dei 392 del 2015. Intanto, le assunzioni rimangono solo annunciate e anche il “potenziamento” ha rispecchiato tale logica: è giunta una mole consistente di lavoro in più ma neanche un posto. In questa situazione di emergenza, il minimo che potesse fare il Miur era cancellare la norma taglia-supplenze brevi: non è stato fatto e, in compenso, l’amministrazione continua a tenere nascosti migliaia e migliaia di posti liberi. Marcello Pacifico (presidente Anief): come si può investire nella scuola e, poi, risparmiare sui suoi elementi portanti? Abbiamo sempre più l’impressione che contro il personale Ata ci sia una sorta di accanimento: non si spiegherebbero, infatti, dopo due anni di blocco del turn over per via del mai compiuto assorbimento dei lavoratori delle province, le 10mila assunzioni annunciate in estate dal sottosegretario all’Istruzione, Davide Faraone, ma di cui si sono perse le tracce. Non si comprenderebbe, inoltre, neppure la comunicazione di volontà, fatta ai sindacati solo pochi giorni fa, di realizzare un piano straordinario di immissioni in ruolo a favore del personale Ata attraverso la Legge di Stabilità ma, per il quale, ancora non si sa nulla sulla copertura economica. Nella logica degli annunci incompiuti, vi è anche il promesso concorso per Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Detenzione amministrativa dei cittadini di Paesi terzi in Grecia

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 febbraio 2015

Onu palaceL’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) esprime apprezzamento per la dichiarazione congiunta del Ministro Supplente Citizen Protection, Ioannis Panousis, e il Ministro Supplente delle Politiche Migratorie, Anastasia Christodoloupoulou, che riconosce e si impegna a risolvere immediatamente alcune problematiche riguardanti la detenzione amministrativa dei cittadini di Paesi terzi in Grecia.Questa dichiarazione arriva nel momento in cui tre cittadini di Paesi terzi detenuti sono deceduti (uno a causa di problemi di salute, gli altri due si sono tolti la vita) mentre erano in stato di detenzione amministrativa, ad Atene e Salonicco.In questo contesto, l’UNHCR accoglie come un passo nella giusta direzione l’annuncio della revoca immediata della decisione ministeriale che permette un prolungamento della detenzione oltre i 18 mesi, il rilascio immediato e rinvio alle strutture d’accoglienza dei gruppi vulnerabili, il rilascio dei richiedenti asilo e di coloro la cui detenzione ha superato i sei mesi, l’implementazione immediata di misure mirate a migliorare in modo sostanziale le condizioni di detenzione, così come l’uso di misure alternative alla detenzione. L’UNHCR, così come altre agenzie internazionionali e nazionali, ha più volte evidenziato i gravi problemi legati alla detenzione amministrativa in Grecia, riguardo sia alle modalità di esecuzione, sia alle condizioni di detenzione che sono di gran lunga inferiori agli standard minimi internazionali.Ad oggi, piuttosto che trattarsi di una misura d’eccezione, la detenzione era diventata una pratica consueta, mentre non venivano rispettate le garanzie e le procedure necessarie. Tra i cittadini dei Paesi terzi che sono entrati nei centri di “pre-allontanamento” erano presenti molte persone bisognose di protezione internazionale o persone con bisogni specifici. Lo scorso anno, il prolungamento del periodo di detenzione di una persona, insieme alle condizioni di detenzione altamente problematiche, hanno aggravato ulterioremente la situazione.
L’UNHCR vuole evidenziare la necessità di un impegno comune per il rapido esame delle domande d’asilo avanzate dalle persone in detenzione, cosi come per creare nuove strutture d’accoglienza per i richiedenti asilo e i minori non accompagnati, visto che le strutture al momento esistenti sono gravemente insufficienti in confronto alle esigenze attuali.
L’UNHCR è disponibile a lavorare con le autorità greche e sostenere qualsiasi impegno volto a razionalizzare la detenzione amministrativa dei cittadini di paesi terzi, oltre alla ricerca e all’applicazione di misure alternative alla detenzione.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Assunti 85 istrutturi amministrativi

Posted by fidest press agency su martedì, 30 novembre 2010

«Ottantacinque istruttori amministrativi hanno firmato, il contratto di lavoro con Roma Capitale. Nelle prossime ore verranno assegnati alle varie strutture comunali per prendere servizio immediato». Lo comunica, in una nota, l’assessore alle Risorse umane, Enrico Cavallari. «Questo personale, idoneo nella graduatoria degli istruttori amministrativi e previsto nel Piano assunzionale 2010-2012, rappresenta un nuovo impulso alla grande stagione di rinnovamento a cui la giunta Alemanno lavora da tempo per il rilancio delle risorse umane capitoline – commenta Cavallari -. Si tratta di forze giovani che hanno superato concorsi selettivi e che verranno formate per rendere la macchina amministrativa ancora più specializzata ed efficiente potenziando anche le strutture periferiche che, nei servizi di front-office, quotidianamente sono a diretto contatto con la cittadinanza».   «Oltre all’assunzione degli amministrativi, che segue l’esaurimento completo della graduatoria della Polizia municipale, il Campidoglio è anche impegnato nella riqualificazione delle risorse interne, sia attraverso le progressioni orizzontali che quelle verticali: l’obiettivo è quello di mettere a disposizione della città dipendenti e funzionari qualificati e motivati per incrementare al massimo l’efficienza dei servizi resi al cittadino e per rendere la macchina capitolina una struttura strategica per il futuro di Roma» conclude Cavallari.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No marca da bollo per i ricorsi amministrativi

Posted by fidest press agency su sabato, 16 ottobre 2010

Niente più marca da bollo da 8,00 euro per i ricorsi a sanzioni amministrative e quindi anche a quelle del Codice della Strada che non superino il valore di 1033,00 euro.  Lo chiarisce una nota del Ministero della Giustizia con la circolare n. 4275 del 28 settembre 2010 che ha inoltrato un chiarimento rivolto a tutti gli Uffici Giudiziari avverso le richieste di numerosi Uffici del Giudice di Pace in merito alla modifica normativa di cui al numero 2) lettera b) comma 212 dell’art. 2, legge 23 dicembre 2009 n. 191 (legge finanziaria 2010), che ha introdotto il comma 6-bis dell’articolo 10 del D.P.R. 30 maggio 2002 n. 115 nella parte in cui prevede che gli atti del processo di opposizione alle sanzioni amministrative siano soggetti “soltanto al pagamento del contributo unificato, nonché delle spese forfettizate secondo l’importo fissato dall’articolo 30” del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia. Secondo la corretta interpretazione del Ministero, quindi, le cause di competenza del Giudice di Pace previste dall’art. 24 della legge 24 novembre 1981 n. 689, il cui valore non ecceda la somma di euro 1.033,00 sono soggette al pagamento del solo contributo unificato. Infatti, con la norma contenuta nella Finanziaria 2010 rimane comunque vigente la specifica previsione normativa di parziale esenzione delle spese disciplinata dall’art. 46 della legge 374/1991 che sancisce l’obbligo del pagamento del contributo unificato ma non delle spese forfettizzate che sino a ieri come è noto venivano evase attraverso il pagamento di una marca da bollo d’importo pari ad 8,00 euro a titolo di anticipazione a carico del ricorrente. Giovanni D’Agata, Componente del Dipartimento Tematico Nazionale Tutela del Consumatore di “Italia dei Valori” e fondatore dello “Sportello dei Diritti” s’interroga quindi su che fine faranno tutti soldi spesi dai cittadini che sono stati obbligati sinora ad anticipare anche il costo della marca da bollo di 8 euro per ricorsi avverso multe e sanzioni spesso illegittime e chiede lumi al Ministero della Giustizia sulle procedure per richiedere il rimborso di quanto già indebitamente percepito dalla P.A

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per snellire i processi amministrativi e sanitari

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2010

IBM (NYSE: IBM) ha annunciato la firma di un accordo con athenahealth, Inc. (NASDAQ: ATHN), fornitore leader nei servizi sanitari basati su internet per gli studi medici. Grazie a questo accordo, athenahealth potrà semplificare l’iter dei rimborsi riducendo il lavoro amministrativo, consentendo così ai medici di dedicare più tempo ai pazienti. Nell’ambito dell’accordo, IBM fornirà servizi di supporto nelle aree della gestione dei rimborsi, ad es. assicurando ai medici il rimborso dei servizi forniti, e dei servizi di gestione dei dati clinici, inclusi i processi di immissione dati, quali referti di laboratorio e ricette. La competenza di IBM in queste aree, frutto di un’esperienza consolidata presso assicurazioni e organizzazioni sanitarie in tutto il mondo, la rende particolarmente qualificata per supportare l’attività di athenahealth e fornire innovazione unita a una maggiore scalabilità nel sostenere la crescita della domanda.  IBM Managed Business Process Services fornirà i servizi ad athenahealth dai suoi centri operativi mondiali, aiutandola a migliorare la produttività e a conseguire nuove efficienze. IBM sta creando un sistema sanitario più intelligente e più integrato, in grado di fornire assistenza migliore con meno errori, di predire e prevenire le malattie e di consentire alle persone di fare scelte più consapevoli. Ciò comprende l’integrazione dei dati, in modo tale che i medici e i pazienti possano condividere le informazioni. IBM aiuta inoltre i clienti ad applicare avanzati algoritmi di analisi per migliorare la ricerca, la diagnosi e la cura, per fornire dunque assistenza sempre più di qualità e contribuire, allo stesso modo, a ridurre i costi della sanità.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Oneri amministrativi e piccole imprese

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 marzo 2010

Le piccole imprese potrebbero essere esentate dall’obbligo di redigere conti annuali. E’ quanto sostiene il Parlamento in merito alla proposta di revisione della direttiva sulle norme contabili applicabili alle ‘microentità’. Spetterebbe a ogni Stato membro concedere tali esenzioni, tenendo presente l’impatto che avrebbe la direttiva. Le piccole imprese mantengono comunque l’obbligo di tenere un registro delle loro operazioni commerciali e della situazione finanziaria.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »