Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘amministrazione’

Giustizia o ingiustizia. E’ urgente investire nell’amministrazione

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 agosto 2020

Siamo messi proprio male con la giustizia. Il problema principale è che lo Stato dovrebbe investire nella amministrazione della giustizia per garantire che i cittadini possano fruire di questo strumento. Sembra una riforma semplice, ma probabilmente noi utenti della giustizia parliamo una lingua diversa da quella dei decisori e di chi ci governa: a noi interessano garantismo, tempi rapidi, economicità.
Il primo. Garantismo. Fa parte di una lotta eterna dove, al momento, visto anche il ministro della Giustizia in carica, hanno la meglio i giustizialisti. Tant’è che il partito del ministro in carica (M5S), grazie a questa impostazione, è anche riuscito a diventare maggioranza nel Paese. Non solo ma, incredibile e pur vero, ha stretto alleanza con quelli che dicono di essere garantisti (PD)… come? Semplicemente (miracoli della politica) facendo a questi ultimi continuare a dire che sono garantisti ma di fatto accodandoli alle loro riforme giustizialiste (ultima quella sull’allungamento dei tempi della prescrizione).
Tempi rapidi. Un velo pietoso è bene che sia steso. Un riferimento: si provi a fare un ricorso in appello, quando sarà comunicata la data della prima udienza, si capirà perchè, mediamente, ogni legale di buon senso fa di tutto per consigliare il suo cliente a risolvere tutto prima, magari anche avendo ragione, e nonostante questo, adeguandosi ad un accordo extragiudiziale.
Altro esempio: i tempi dei ricorsi degli immigrati contro decisioni ritenute ingiuste nei confronti del loro status di soggiorno: situazioni che ritengono interventi molto veloci ma che di fatto favoriscono il permanere dello status di illegalità dei ricorrenti in attesa delle udienze.Altro esempio: cause civili per questioni di separazione con figli. Questi ultimi rimangono ostaggi delle attese giudiziali in situazione di disagio che, chi ha o meno un figlio, è facile comprendere possa essere molto incidente sulla vita del minore.
Economicità. I contributi unificati sono la pena. Un solo esempio dalla nostra esperienza, e su quei ricorsi che si fanno in genere senza avvocato: se si riceve una multa considerata ingiusta, per esempio di 80 euro, conviene pagare subito con lo sconto del 30% (concepito proprio per stimolare a pagare subito) oppure fare ricorso pagando un contributo unificato di 43 euro? Domanda pleonastica, considerato il fatto che oltre ai soldi si deve mettere in conto la compilazione del ricorso (magari dando un contributo all’associazione di consumatori a cui si è chiesta consulenza), prendersi una mattinata libera per il giorno dell’udienza… 2+2 fa 4… rimane solo l’azione per motivi di principio. E’ evidente che, senza voler togliere i necessari contributi economici perché la giustizia possa funzionare, che per tante questioni (quella da noi citata ne è una) ci vorrebbero metodi diversi di giustizia, non di semplice conciliazione. Infine, se a qualcuno è capitato di dover
fare un ricorso al Tribunale amministrativo regionale (TAR), che è il solo strumento per rivalersi giudizialmente contro l’amministrazione locale, sa che l’onere economico per farlo è l’elemento essenziale che scoraggia (contributi unificati e costi degli avvocati amministrativisti).
Tutti e tre gli aspetti che abbiamo sollevato sono connessi, in generale, alle maggioranze politiche, quindi spetta agli elettori decidere. Ma, a parte la questione garantismo/giustizialismo, le questioni di tempi ed economicità potrebbero essere affrontate da qualunque maggioranza. Crediamo infatti che nessun legislatore o esecutivo non possa non avere a cuore una riforma della giustizia in questi termini. E allora, perché non si procede? Annuiamo già le risposte del tipo “la cosa non è tanto semplice rispetto a come voi avete posto il problema”… tipica risposta “politichese”. Noi poniamo il problema da utenti del servizio giustizia, ne siamo vittime e, spesso, utenti mancati. Che si fa? By Vincenzo Donvito, presidente Aduc

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia: Dobbiamo rilanciare il Sud attraverso la corretta amministrazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 novembre 2019

L’obiettivo? In Calabria bisogna sostenere, lo sviluppo e l’attuazione di progetti e programmi dedicati alla circular economy. Ciò significa non solo iniziative in grado di promuovere il riciclo ma anche capaci di prevenire ed eliminare la produzione di rifiuti, migliorare l’efficienza d’uso delle risorse e sostenere la circolarità in tutti i settori economici dell’Unione.
Di questo ne parleremo, con gli amministratori calabresi, nel convegno organizzato dal movimento d’opinione regionale Un’Altra Storia che si terrà nella città di Cosenza, il giorno 15 Novembre 2019, alle ore 17,00, presso l’hotel Royal in Via Medaglie D’oro. Modera Gianfranco Bonofiglio direttore La Voce Cosentina, introduce Vincenzo Granata coordinatore Flat Tax Cosenza e Vicepresidente Vicario ATO Cosenza, intervengono Salvatore Pichierri Democrazia Mediterranea, Mimmo Bilotta Economista, Domenico Ziccarelli Assessore Ambiente Comune di Rende, Raffaele d’agostino consigliere comunale Gioia Tauro, Paolo Calabrese Sindaco di San Martino di Finita, Angelo Barbiero consigliere comunale di Pedivigliano, Francesco Falsetti Cleto, Claudio Albanese consigliere comunale Pedivigliano, Gioacchino Lorelli Sindaco di San Pietro in Amantea. Conclude Maximiliano Granata Presidente del Consorzio Valle Crati .(Il Presidente Consorzio Valle Crati Avv. Maximiliano Granata)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La sindaca di Roma? “Un disastro”

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 giugno 2017

orfini“La Raggi? Un partito serio dovrebbe fare quel che abbiamo fatto noi, quando un suo sindaco si capisce che non ce la fa ad amministrare la città, lascia stare e passa la mano. Se i Cinquestelle fossero più seri dovrebbe fare qualcosa di simile: che la Raggi sia il futuro ex sindaco di Roma lo hanno capito già tutti”. Lo dice Matteo Orfini, Presidente del Pd, oggi a Un Giorno da Pecora, il programma di Rai Radio1 condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Meglio Ignazio Marino o Virginia Raggi? “Sono due disastri, abbiamo sbagliato tre sindaci di Roma: Alemanno, Marino e Raggi. Poi sicuramente Marino ha fatto alcune cose positive rispetto alla Raggi, come ad esempio la chiusura di Malagrotta. Quella è stata una cosa positiva, anche se contestualmente a quella chiusura si sarebbero dovuto fare un’altra serie di cose, ma quello fu un grande atto di coraggio”.(foto: orfini)

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

M5S a Roma: Se la cantano e se la suonano

Posted by fidest press agency su martedì, 13 settembre 2016

campidoglio«Partecipo al consiglio comunale di Roma e vedo da parte dell’Amministrazione Raggi molto pressapochismo e un certo grado di presunzione, che mi spaventano. Ormai sappiamo tutto delle correnti e delle beghe interne del movimento 5 stelle, delle nomine e degli assessori più brevi del mondo ma non c’è la notizia, dopo tre mesi, di una delibera fatta per i romani.
E mi fanno sorridere Grillo ed alcuni esponenti del m5s: dicono di essere assediati dai poteri forti e nessuno più di me condivide l’idea che in Italia esistano dei poteri forti che tentano di indebolire la politica, ma qui siamo di fronte a una situazione diversa. Hanno nominato un capo di gabinetto senza leggere la legge; hanno nominato un assessore indagato che non aveva detto di essere indagato e quando lo ha detto hanno mandato una lettera al loro superiore, che ha letto la email ma non l’ha capita. Hanno nominato un altro assessore al bilancio che il giorno dopo ha detto di non aver mai visto la Raggi. Insomma, come si dice a Roma, quelli del movimento 5 stelle “se la cantano e se la suonano”».
Lo ha detto nel corso della trasmissione “L’aria che tira” il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni
«Il post della Raggi? Capisco il senso e con lei voglio solidarizzare perché l’assedio sotto casa di giornalisti e dei fotografi dà molto fastidio, soprattutto quando stai con un bambino piccolo: senti che la tua vita non ti appartiene più e purtroppo questo coinvolge anche persone che non si possono difendere. Credo serva un po’ di tregua ed è bello che i politici possano mantenere una dimensione di semplicità. Quello che tuttavia non funziona nel ragionamento della Raggi è che è stata su tutte le cronache per essere andata a fare la spesa con la scorta. A me, in Campidoglio, hanno bocciato la mozione con la quale chiedevo che il sindaco e la giunta rinunciassero alle auto blu: si può fare e lo dico perché io stessa ho fatto il ministro senza auto blu. L’ho presentata e hanno votato contro tutti i consiglieri m5s. Non volete toglierle? Va bene ma poi non potete presentare la stessa mozione nelle amministrazioni in cui governano gli altri. Ecco, questo è un problema rispetto alla narrazione del movimento 5 stelle e le garanzie di discontinuità per le quali hanno preso i voti degli italiani», ha spiegato Meloni.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Architetti: primo coworking di architettura e design

Posted by fidest press agency su martedì, 20 ottobre 2015

giovanni leonepalazzinaSi chiama dDesign coworking Legnano ed è il progetto di coworking verticale per architetti, interior design e professionisti dell’edilizia promosso da Ristrutturazione Low Cost (http://www.ristrutturazione lowcost.it), società specializzata nelle ristrutturazioni. Ristrutturazione Low Cost, nei suoi quattro anni di attività, ha formato una squadra di professionisti (architetti, geometri, esperti di materiali) che, proprio in questi giorni, ha cambiato sede operativa, ora la moderna e domotica Palazzina in via Cosimo del Fante 16 a Legnano.«La nostra attività è nata nel segno dell’innovazione, per aver puntato da subito e con successo sul web e per il fatto di proporre un modello di lavoro nuovo –spiega l’amministratore di Ristrutturazione Low Cost Giovanni Leone–; con il coworking verticale vogliamo fare qualcosa di diverso nel nostro ambiente di lavoro per sviluppare sinergie fra “colleghi”. In genere il coworking si riduce alla condivisione degli spazi (una scrivania, la connessione) e dove ognuno porta avanti indipendentemente la propria attività; noi vogliamo dare un valore aggiunto facendo coesistere, quindi collaborare, professionisti che lavorano nello stesso ambito». (foto: giovanni leone, palazzina)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sondaggio su amministrazione Alemanno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 marzo 2011

Roma «Il sondaggio Eures premia il lavoro dell’Amministrazione e dimostra che il gradimento del sindaco Alemanno non è stato per nulla intaccato dalle campagne denigratorie messe in campo dal centro-sinistra: 6 romani su 10, infatti, hanno rinnovato il proprio consenso al Sindaco. Si tratta di un risultato importante che premia il lavoro di una squadra impegnata non senza difficoltà per migliorare la qualità della vita della capitale ed aumentare benessere e sicurezza dei suoi cittadini. Uno sforzo ancora maggiore, giova ricordarlo, in considerazione del fatto che Alemanno ha salvato dal fallimento una città alla quale la precedente amministrazione aveva lasciato in eredità il debito record di 12 miliardi di euro ». Lo dichiara l’assessore all’Ambiente di Roma Capitale, Marco Visconti.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’amministrazione romana si rinnova

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 gennaio 2011

«Buon 2011 a tutto il personale di Roma Capitale. La città intera, insieme a noi, oggi può festeggiare una macchina amministrativa completamente rigenerata che ci permetterà di rendere servizi di eccellenza alla cittadinanza».  Lo dichiara l’assessore alle Risorse umane, Enrico Cavallari, che stamani ha partecipato alla Befana dei dipendenti organizzata dall’Ipa (Istituto di previdenza e assistenza del personale capitolino del Comune di Roma) presso il Tendastrisce.  «L’incontro mi permette di farvi direttamente i migliori auguri di buon lavoro. Il 2011 – aggiunge Cavallari – sarà infatti l’anno della svolta nelle risorse umane, un settore completamente rinnovato attraverso le oltre tremila tra riqualificazioni professionali e progressioni verticali che si sono svolte dal 2008 allo scorso dicembre, le 2000 stabilizzazioni del personale precario, l’assunzione di nuovi lavoratori e agenti idonei di Polizia municipale, la firma del Contratto collettivo decentrato per la quantificazione e la ripartizione del fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività degli anni 2009 e 2010. Quest’ultimo accordo – aggiunge Cavallari – ci permetterà di riconoscere i meriti a tutto il personale comunale per quanto prodotto fino ad oggi nonché di pianificare gli incentivi orientati ad un miglioramento e ad un efficientamento della macchina amministrativa». «È una soddisfazione  – conclude Cavallari – vedere in voi lavoratori di Roma Capitale la voglia di mettere a disposizione le proprie capacità al servizio dei cittadini. In duemila avete recentemente superato un corso-concorso selettivo e impegnativo espletato attraverso sistemi tecnologici di ultima generazione. Mi complimento per l’impegno profuso e per l’entusiasmo nell’accogliere il progetto di formazione online. La nostra città, capofila nell’utilizzo delle tecnologie informatiche a livello europeo, è pronta per rendere servizi sempre più puntuali ed efficienti ai romani nonché per affrontare la grande sfida di una società in rapida evoluzione».

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riduzione delle tasse in Usa

Posted by fidest press agency su martedì, 21 settembre 2010

“L’unica cosa che vi posso dire è che il Congresso continuerà la riduzione delle tasse per la classe media”. Parla Nancy Pelosi, parlamentare democratica della California e presidente della Camera dei rappresentanti. Si tratta ovviamente del dibattito politico di estendere la riduzione delle tasse approvata dall’amministrazione di George Bush nel 2001. Il nodo però è se l’estensione si applicherebbe anche ai ceti più alti e cioè a dire le famiglie con reddito superiore ai 250.000 dollari annui. Nella campagna presidenziale del 2008 Barack Obama disse che lui favoriva la scadenza della riduzione per questi benestanti ma continuarla per tutti gli altri. I repubblicani ovviamente hanno sempre voluto mantenere la riduzione per tutti. Con la data di scadenza vicina, bisogna agire o in caso contrario le tasse aumenterebbero per tutti.  Considerando la situazione economica con una ripresa molto lenta che continua a preoccupare, l’aumento delle tasse è visto in luce negativa. Il mito è che le tasse vanno ridotte durante i periodi di calo economico onde stimolare lo sviluppo. Per i repubblicani le tasse vanno sempre ridotte non importa se l’economia lo richieda o no. La riduzione fiscale fa parte del DNA repubblicano senza considerare gli effetti al deficit oppure l’impatto all’economia. Si crede che più soldi in tasca ha la gente e più ne spende e così si stimolano le attività economiche che eventualmente creano posti di lavoro. Non necessariamente dicono alcuni economisti. Mantenere le riduzioni fiscali di Bush avrebbe un effetto positivo all’economia nel caso della classe media, definita con un massimo di 100.000 dollari annui. Le famiglie in questo gruppo probabilmente spenderebbero tutti i loro risparmi ricevuti dalla riduzione fiscale. Si tratta di 2.900 dollari annui per quelli con reddito di 50.000 e 4.500 per coloro con reddito di 100.000. Nel caso dei benestanti, definiti con reddito di 250.000 annui o più, la riduzione di tasse sarebbe di una media di quasi 11.000 dollari. Che cosa farebbero questi individui con questi risparmi? Difficile dire dato che in un modo o nell’altro non avrebbero un grande effetto al loro standard di vita.  Quanti posti di lavoro hanno prodotto queste riduzioni di tasse ai benestanti dal 2001 fino ad oggi? Come ha detto la Pelosi, gli sgravi fiscali ai benestanti “non hanno creato posti di lavoro; hanno semplicemente ingrandito il deficit”. Ciò naturalmente vuol dire che tutti i cittadini pagano gli interessi per il deficit che eventualmente beneficiano gli investitori stranieri.
La riduzione delle tasse nel clima politico attuale è però complessa perché deve fare i conti con l’ideologia. Nel caso di Obama si tratta di mantenere una promessa politica. Il problema è che aumentare le tasse, qualunque tassa, sarà usata dai repubblicani come strumento per attaccare i democratici. D’altra parte però un recente sondaggio indica che il 54% degli americani crede che sarebbe giusto aumentare le tasse ai benestanti. Ciò non schiarisce perfettamente il cammino a Obama e ai democratici che al momento sono in controllo di ambedue le camere legislative. Date le incertezze politiche e le vicine elezioni di midterm, si farà un compromesso. Con ogni probabilità tutte le riduzioni fiscali approvate da Bush saranno estese ma quelle per i benestanti avranno un’estensione temporanea di un anno o due. Anche parecchi senatori repubblicani hanno affermato che nonostante il loro desiderio di dare permanenza alla riduzione delle tasse potrebbero accettare un’estensione temporanea e poi decidere in modo definitivo una volta usciti dalla crisi economica. Si tratterebbe dunque di una vittoria per tutti. I repubblicani guadagnerebbero ideologicamente perché continuerebbero a dimostrarsi paladini dei benestanti. I democratici otterrebbero qualche beneficio politico alle elezioni di novembre. Perderebbe l’economia perché gli sgravi fiscali ai ceti alti non si traducono in nuovi posti di lavoro. Sfortunatamente quando l’economia si mescola alla politica, causa disagi perché i politici cercano di proteggere se stessi e non quelli che li hanno eletti. (Domenico Maceri)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pianta organica personale comune Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 dicembre 2009

«L’intera manovra sulla nuova Pianta organica approvata in Giunta comunale riguarda ben 6.059 unità di personale tra nuove assunzioni, progressioni, riqualificazioni e pensionamenti». Lo dichiara in una nota l’assessore alle Risorse umane Enrico Cavallari a margine della presentazione della nuova Pianta organica 2010-2012 e dell’apertura della stagione dei concorsi pubblici. «In un momento tanto delicato per il sistema economico e per le famiglie, il Comune di Roma dà il via a concorsi pubblici per ben 2070 posti di lavoro a tempo indeterminato: l’amministrazione dimostra così di essere a tutti gli effetti attore principale del mondo del lavoro» aggiunge Cavallari. «Nello stesso tempo – continua l’assessore – è stato dato grande rilievo alle risorse umane interne, sia attraverso le progressioni verticali che le riqualificazioni: l’obiettivo è quello di mettere a disposizione della città dipendenti e funzionari qualificati e motivati per incrementare al massimo l’efficienza dei servizi resi al cittadino».«Dopo la riforma della Macrostruttura, la nuova Pianta organica e il Piano assunzionale 2010-2012, tutto il settore delle Risorse umane è completamente riformato e riorganizzato in base alle esigenze della società in evoluzione: la macchina capitolina è pronta per diventare una struttura strategica per il futuro di Roma» conclude Cavallari.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il sistema Stato ed il sistema Paese

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 agosto 2009

Esso è investito direttamente  dai prepotenti fattori culturali di mutazione globale. Ciò che ci interessa è la sicura interconnessione di questi due “mondi” calati nella triplice dimensione locale, nazionale e globale e sempre più riducibile alle due uniche polarità locale e globale, dando oramai per scontato che gli elementi strutturali di sussidiarietà e responsabilità, avendo raccorciato, e in moltissimi casi eliminato, la vecchia verticalità burocratica e centralista, finiscono il produrre identità fra il piano di responsabilità nazionale e gli ambiti propri delle azioni di governo locale vuoi comunale, provinciale o regionale. Governo locale e pubblica amministrazione locale finiscono con il costituire uno snodo culturale importante ed un punto privilegiato di osservazione della mutazione. Non tutto, però, è così lineare. Vi coabitano  parecchie ambiguità sostanziali, progettuali e funzionali che originano dal piano concettuale, investono a cascata il piano costituzionale, giuridico, regolamentare e sono pienamente avvertire a livello operativo locale da funzionari e decisori pubblici intermedi, e tendono sempre più a configgere proprio con gli emergenti scenari-macro di livello europeo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Globalizzazione, politica e pubblica amministrazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 agosto 2009

I tre soggetti si intersecano nella vita del nostro Paese ma non si equilibrano. Mentre i settori economici, finanziari e della produzione sono, legittimamente, molto attivi su molte materie nei confronti della stessa politica, soprattutto in questa fase, e molto attenta agli imput che da questi settori provengono, la pubblica amministrazione rimane schiacciata in una posizione sostanzialmente  subordinata e passiva. Si genera così un doppio potenziale conflitto: verso l’alto fra pubblica amministrazione e livello politico perché l’interlocuzione prevalente fra i due mondi è di secondo livello, e verso il basso perché la posizione subordinata della pubblica amministrazione impedisce di mediare preventivamente, al proprio interno e nella direzione della politica, le istanze che vengono dalla società civile in materia di amministrazione, disegno organizzativo ed erogazione dei servizi. I dati empirici rilevati (pensiamo agli accordi di Parigi e Bologna (1999) sui cicli dell’istruzione universitaria in Europa e l’adozione del sistema dei crediti secondo il modello europeo dello Ects deliberato nel 1987 dal Consiglio della Comunità Europea), ne danno una conferma sicura come l’internazionalizzazione crescente dell’economia e la rilocalizzazione delle attività produttive, la multiculturalità e le nuove immigrazioni, i problemi ambientali a scala planetaria, la preoccupazione per lo sviluppo, la lotta alla povertà, i diritti dell’uomo. In questo contesto notevoli sono le difficoltà di adattamento della P.A. Occorre, nonostante i progressi ottenuti in questo campo, riprogettare il rapporto amministrazione/cittadino partendo dal basso, cioè dalle dinamiche che si generano dalla posizione di destinatario dell’azione regolamentare e di governo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collettiva di pittura e disegno

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

Orsogna. Nel Centro polivalente «Domenico Ceccarossi» di piazza Mazzini mostra di pittura..Le opere resteranno esposte e potranno essere ammirate ogni sera, dalle ore 18.30 alle 22. Sono quindici i partecipanti alla Collettiva di pittura e disegno promossa e organizzata per il decimo anno dal Circolo artistico di Orsogna (Chieti), presieduto da Giustino Bartoletti, in collaborazione con l’Amministrazione comunale.  Sempre domenica prossima, dalle ore 19 nel Teatro comunale si terrà la cerimonia di premiazione dell’8/a Estemporanea di pittura «I colori di Orsogna», svoltasi domenica scorsa con la partecipazione di 41 artisti. Questo l’elenco dei partecipanti alla Collettiva di pittura e disegno: Luciana Merlino Attardo (Orsogna), Anna Curti (Canosa Sannita), Antonella Bene (Orsogna), Matteo Mucci (Lanciano), Antonella Campitelli (Rocca San Giovanni), Antonietta Orsatti (Fara Filiorum Petri), Maria Luisa Marini (Ortona), Stefano Pagliaccio (San Vito Chietino), Ugo Pedro Cavuti (Crecchio), Novelia Marinozzi (Ortona), Nicola Romilio (Silvi), Marcello Specchio (Montesilvano), Violetta Mastrodonato (Montesilvano), Franco Vignoli (Lanciano), Tommaso Ciminiera (Ortona). Questo invece l’elenco degli artisti che hanno preso parte all’Estemporanea di pittura: Sandro Cellanetti (Tivoli), Plinio Meriggiola (Pescara), Antonella Bene (Orsogna), Emilio Stella (Torrevecchia Teatina), Tommaso Ciminiera (Ortona), Marcello Specchio (Montesilvano), Violetta Mastrodonato (Montesilvano), Giuseppina Candeloro (Orsogna), Maria Guia Rizzacasa (Pescara), Anna Rita Angiolelli (Pescara), Antonella Campitelli (Rocca San Giovanni), Anna Curti (Canosa Sannita), Giustino Novelli (Chieti), Stefano Pagliaccio (San Vito Chietino), Franco Vignoli (Lanciano), Annita Lucci (Pescara), Nadia Lolletti (Sulmona), Maria Luisa Marini (Ortona), Cristina Altobelli (Lanciano), Pedro Ugo Cavuti (Crecchio), Antonio Civitarese (Canosa Sannita), Giuseppe Vecchio (Castelforte), Mario Greco (Pescara), Stella D’Amico (Avellino), Gianni Mastrantoni (Priverno), Francesco Costanzo (Torre Cajetani), Antonio Mazziale (Campobasso), Stefano Schiazza (Brecciarola), Daniela D’Orazio (Tivoli), Aldo Di Battista (Lanciano), Stefania Alfino (Fossacesia), Daniela Marzoli (Montesilvano), Adriana Agostinone (Montesilvano), Simona Damiani (Ortona), Piero Primavera (Ortona), Novelia Marinozzi (Ortona).La sezione per ragazzi ha visto in gara Tosca Iocco (Orsogna), Erica Napolione (Orsogna), Leonardo Tenisci (Ortona), Jonathan Montepara (Orsogna), Daniele Cicchetti (San Vito Chietino).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quarto polo energetico

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 luglio 2009

Il Gruppo Dolomiti Energia ha rilevato il 67% di Multiutility Energy, divisione del gruppo veronese Multiutility Spa, attivo nella commercializzazione di energia elettrica prevalentemente da fonte rinnovabile e gas naturale. La comunicazione è stata ufficializzata oggi da Germano Zanini, amministratore delegato del Gruppo Multiutility e dai vertici di Dolomiti Energia, nell’ambito della celebrazione del decennale del Gruppo veneto. Multiutility Energy con 104 agenzie di vendita sul territorio nazionale, fornisce energia a più di 4000 aziende italiane, per un totale di oltre un miliardo di kWh, di cui il 44% da fonte rinnovabile e con un fatturato nell’ultimo triennio assestato oltre i 200 milioni di euro. Il Gruppo Dolomiti Energia, sesta local utility d’Italia e leader in Trentino, è attivo con molteplici società operative controllate nella produzione di energia elettrica (in prevalenza da fonte idroelettrica) nella distribuzione e vendita di prodotti energetici, oltre ad attività nel campo del servizio idrico integrato, della cogenerazione e teleriscaldamento, delle energie rinnovabili e dell’igiene urbana. Il Gruppo, presente in più di 200 comuni con oltre 900 dipendenti, ha raggiunto nel 2008 un valore della produzione consolidato di oltre 585 milioni di euro. Per quanto riguarda la governance, Germano Zanini rimarrà amministratore Delegato di Multiutility Energy a garanzia della continuità aziendale. Il Consiglio di Amministrazione sarà composto da 5 membri, 3 di nomina di Dolomiti Energia e 2 di nomina del Gruppo veronese. Il Gruppo Dolomiti Energia potrà incrementare sensibilmente il proprio fatturato, prevedendo grazie all’accordo, di sfiorare nel 2009, i 750 milioni di euro, con l’obiettivo di arrivare in un paio d’anni al miliardo di fatturato. Nel medio periodo, auspicando fasi di mercato più positive, il Gruppo ha in programma di valutare un’apertura all’azionariato diffuso e/o una futura quotazione sui mercati regolamentati. Per quanto concerne gli aspetti commerciali si prevede che rimangano attivi sul mercato i diversi marchi commerciali dei due Gruppi: il marchio territoriale Trenta e Multiutility per la clientela nazionale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alemanno: agenda

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2009

Roma. Primo luglio Ore 10.30: Sala Petrassi – Auditorium Parco della Musica, viale de Coubertin   Il sindaco, Gianni ALEMANNO, interviene all’Assemblea annuale 2009 dell’ACER, Associazione Costruttori Edili di Roma e Provincia. Ore 13: Sala delle Bandiere, Campidoglio  Il sindaco, Gianni ALEMANNO, e il ministro per la Pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato BRUNETTA, firmano il protocollo d’intesa per l’innovazione dei processi e dei servizi del Comune di Roma. Ore 20.30: Aula Giulio Cesare, Campidoglio Il sindaco, Gianni ALEMANNO, consegna ufficialmente ai genitori di Gilad SHALIT la cittadinanza onoraria – votata il 25 giugno dal Consiglio Comunale – al soldato israeliano, da tre anni ostaggio di Hamas.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il ministro Brunetta risponde all’AVIS di Milano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 giugno 2009

“Ricordo al presidente onorario dell’AVIS di Milano che sulla questione avevo presentato un emendamento di modifica alla normativa del decreto legge 112, già approvato dalla Camera. Tale modifica è inserita nell’A.S. 1167 che però non è stato ancora approvato dal Senato. In ogni caso sono intervenuto sulla questione con la  circolare n. 7 del 2008, nella quale veniva specificato che le decurtazioni per le assenze dal servizio devono avvenire nell’ambito della contrattazione integrativa solo per i sistemi di erogazione delle incentivazioni legati alle presenze in servizio. In tutti gli altri casi i dipendenti hanno titolo ad essere valutati per l’attività di servizio svolta e per i risultati effettivamente conseguiti. Pertanto ritengo che il fenomeno sia veramente circoscritto a meno che non ci sia una interpretazione errata della norma da parte delle amministrazioni. Non penso però che tutto il sistema delle donazioni di sangue regga esclusivamente sui dipendenti pubblici. Sono comunque  disponibile ad incontrare le associazioni al fine di studiare il fenomeno, verificare la corretta applicazione delle norme  ed adottare le opportune misure per garantire un istituto così importante per la collettività.”

Posted in Confronti/Your and my opinions, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »