Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Posts Tagged ‘ammodernamento’

Ammodernamento delle Forze Armate in sinergia con il ‘’Sistema Paese’’

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 ottobre 2018

I profondi cambiamenti dello scenario internazionale, caratterizzato da grande instabilità e radicali mutamenti delle minacce alla difesa ed alla sicurezza, impongono l’ammodernamento e l’acquisizione di mezzi, materiali e piattaforme che soddisfino in pieno le esigenze delle Forze Armate.
E’ questo un concetto ribadito da tempo, soprattutto da quando le risorse finanziarie dedicate al settore difesa “non son più quelle di una volta’’.
E’ il refrain che segna ogni intervento dei Capi di Stato maggiore delle varie Forze armate quando, in occasione di convegni, illustrano gli sforzi che le varie istituzioni della difesa devono compiere per realizzare il ‘’meglio con poco’’.
E’ compito del Segretariato della Difesa sviluppare i programmi tenendo conto sia delle esigenze sia dei costi.
E il 9 ottobre scorso, nell’Auditorium di palazzo Guidoni a Roma, nel corso dell’avvicendamento nella carica di Segretario Generale della Difesa e Direttore Nazionale degli Armamenti tra il generale di Squadra Aerea Carlo Magrassi ed il subentrante generale di Corpo d’Armata Nicolò Falsaperna e di fronte ad una platea ricca di personaggi del mondo dell’industria dedicata alla difesa, della politica e delle forze armate, il generale Carlo Magrassi, al tavolo con la ministra della difesa Elisabetta Trenta e il capo di stato maggiore della difesa generale Claudio Graziano, ha esposto un sintetico quanto ben chiaro quadro dei programmi sviluppati nel corso della sua attività quale segretario generale e direttore degli armamenti, per mantenere ad alto livello ogni parte attiva delle Forze Armate.
“Per la componente terrestre, è in fase di avanzato stato di realizzazione il progetto “’Forza Nec’’, l’acquisizione della ‘’Nuova autoblindo Centauro” e una serie di accordi a favore della difesa aerea a corto raggio, del sistema MLRS e dei vicoli blindati.
Per la componente navale, progressi son stati fatti nel “programma FREMM”, in quello per la realizzazione di sommergibili e nel programma “Vulcano” per il munizionamento a lunga gittata.
Per la componente aerea, importanti sviluppi del “programma JSF”, nel programma per un nuovo elicottero di esplorazione e scorta AW249, (in sostituzione dell’AH 129); il programma di cooperazione internazionale dell’elicottero NH90; e passi avanti per il programma sui veicoli d’addestramento basico (M345) e Avanzato (M346)
Per quanto riguarda i programmi di interesse comune, Magrassi ha fatto notare come sia “importante l’evoluzione del programma FSAF-PAAMS, basata su una cooperazione Italia-Francia-Inghilterra che si propone di realizzare una famiglia di sistemi missilistici di difesa antimissile e antiaereo con capacità antibalistiche”…. continua su http://www.cybernaua.it

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Federfarma Lazio: no alle liberalizzazioni, sì all’ammodernamento

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 gennaio 2012

Le liberalizzazioni si facciano, ma in quei comparti dove c’è più bisogno come i servizi pubblici locali, le assicurazioni o i carburanti. Alla farmacia serve soltanto un ammodernamento, che deve necessariamente passare da un confronto ragionato tra Governo, forze politiche e sigle della professione. E’ in sostanza questo il messaggio che arriva dal convegno organizzato ieri a Roma da Federfarma Lazio per parlare di liberalizzazioni e sviluppo, ospiti diversi rappresentanti di centrodestra e centrosinistra e i vertici nazionali di Fofi e Federfarma. «Qui non ci sono né lobby né monopoli» ha ricordato in apertura il presidente del sindacato regionale, Franco Caprino (foto) «le farmacie hanno perso il monopolio del farmaco con la legge 405 del 2001». «La liberalizzazione dei farmaci di fascia C» ha ricordato dal canto suo il presidente dell’Ordine, Andrea Mandelli «non crea sviluppo, sposta soltanto una quota di fatturato da un canale a un altro. Siamo stati i primi a parlare della necessità di un ammodernamento della farmacia, ma ne va salvaguardata la sostenibilità perché possa garantire posti di lavoro sostenibili». Anche dai politici, in netta prevalenza di centrodestra, sono state espresse forti perplessità sui progetti del Governo in tema di farmaci. «E’ vero, la farmacia è una rete di distribuzione costosa» ha detto Chiara Moroni, deputato del Fli e farmacista «ma supplisce in modo impareggiabile alle carenze e alle inadeguatezze dell’assistenza sul territorio. Con le liberalizzazioni le farmacie non saranno più in grado di erogare i servizi». «Su questi temi» ha rincarato Maurizio Gasparri, capogruppo Pdl al Senato «il Governo sbaglia a chiedere la decretazione d’urgenza. Vogliamo capire quali liberalizzazioni hanno senso e quali non ce l’hanno e chiederemo che sugli interventi per lo sviluppo l’esecutivo proceda ascoltando tutti». Sulla concertazione si sono soffermati anche i rappresentanti del centrosinistra: «Questo Governo» ha detto Mariapia Garavaglia, senatrice Pd «ha già dimostrato di fare quello che dice, ma può essere aiutato a fare meglio. I farmacisti chiedano con urgenza un incontro a Catricalà ma si preparino a fare proposte che restituiscano alla farmacia la sua vera vocazione. E se è vero che la titolarità viene data per concessione, prima o poi questa concessione deve tornare indietro». Un tema ripreso anche dal Pd Gero Grassi, vicepresidente della commissione Affari sociali. E allora, su quali punti impostare un confronto tra farmacie e Governo in cui suk tavolo non ci siano più le liberalizzazioni ma l’ammodernamento del servizio? Una lista ha provato a compilarla Luigi D’Ambrosio Lettieri, vicepresidente della Fofi e senatore Pdl: «Si può ragionare su un incremento delle farmacie sul territorio, su un allungamento degli orari, sull’introduzione di strumenti che generino competizione nel sistema, così come sulle soluzioni con cui dare più spazio ai giovani, perché le difficoltà di accesso che si registrano in una professione sono una patologia. Ma la farmacia è un valore che va difeso». I titolari hanno dieci giorni di tempo per convincere Monti e colleghi.(fonte farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Programma di sviluppo rurale

Posted by fidest press agency su sabato, 16 aprile 2011

Cervignano 18 aprile alle ore 20.30. (Piazza Indipendenza, 7) sede di Credifriuli incontro divulgativo promosso da Credifriuli in collaborazione con Nexus Service, sulle opportunità del Programma di sviluppo rurale. Ammontano a quasi 18 milioni di euro, infatti, gli incentivi messi a disposizione delle aziende agricole del territorio per il 2011 dalla Regione Fvg, nell’ambito del Psr 2007-2013. Una cifra considerevole, che sarà stanziata attraverso specifici bandi, in scadenza tra il 9 maggio e l’8 giugno (ammodernamento delle imprese lattiere; diversificazione verso impianti di energia rinnovabile; imboschimento di terreni agricoli e superfici non agricole; adeguamenti strutturali delle aziende in zone vulnerabili da nitrati) per la presentazione delle domande di finanziamento. Per aderire a queste misure, però, è necessario conoscere nel dettaglio gli investimenti ammissibili a finanziamento, le priorità e l’intensità del contributo: l’incontro è stato organizzato, appunto, per illustrare alle aziende agricole locali le caratteristiche dei singoli bandi, nonché gli strumenti finanziari promossi dalla banca a sostegno del settore primario.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ammodernamento al San Giovanni – Addolorata

Posted by fidest press agency su sabato, 23 maggio 2009

Roma – 26 maggio 2009 – ore 12,00 il Presidio ospedaliero Addolorata Via Santo Stefano Rotondo, 5 ter  presenterà all’opinione pubblica ed alla stampa la “Nouvelle morgue” nei locali siti in Via di Santo Stefano Rotondo, 5 ter. L’Azienda ospedaliera San Giovanni – Addolorata, nel quadro di ammodernamento delle proprie strutture, ha realizzato in una palazzina dei primi del 900, di 800 metri quadri di superficie sita nell’area del Presidio ospedaliero Addolorata, il Nuovo Servizio Mortuario, composto di Sale Settorie, con annessi locali tecnici e sanitari, Sale Ardenti e Sale Dolenti.  La storica palazzina, comunemente chiamata “Villino”, sottoposta alla Sorveglianza della Sovrintendenza Archeologica di Roma per la presenza di reperti dell’epoca romana nel sottosuolo e dalla Soprintendenza dei Beni Culturali per il suo valore architettonico, avrà un autonomo accesso su Via di Santo Stefano Rotondo 5 ter con zone a verde a area parcheggio dedicata, in modo tale da non intralciare il traffico della zona, così come, invece, è finora avvenuto nei vecchi ambienti siti all’incrocio tra Via di San Giovanni in Laterano e Via di Santo Stefano Rotondo.  Il progetto cromatico ha utilizzato colori volti a favorire la meditazione.  Nella palazzina, tra le varie Sale, è stata realizzata una “Sala multirito”, per gli appartenenti a religioni non cattoliche.  Con tale iniziativa, dopo aver inaugurato in data 12 maggio u.s. la “Nuova Medicina Interna” (mq 1200 circa) e in data 19 maggio u.s. il “Nuovo Reparto di Oftalmologia” (oltre 700 mq), si conclude questa fase che ha visto l’Azienda ospedaliera San Giovanni – Addolorata attualizzare i concetti della centralità del paziente.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ianomi spa: un 2008 in attivo per un futuro di crescita

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 aprile 2009

Un ricavo di 20 milioni 900mila euro e un utile di 516mila 644 euro: sono i due numeri che sintetizzano il 2008 di Ianomi Spa, impegnata nell’ultimo esercizio, come da mission aziendale a garanzia della “risorsa acqua”, in investimenti per quasi 10 milioni 300mila euro sui cinque impianti di depurazione e sui collettori intercomunali. Strettamente connessa alla realizzazione delle opere è la gestione della rete delle fognature comunali; in questo settore Ianomi ha proseguito con l’opera di sensibilizzazione nei confronti delle amministrazioni per ottenere l’affidamento.  Nel 2008 Ianomi ha potenziato competenze e, nel proprio comparto tecnico, creato un Ufficio di Piano che funge da riferimento per i comuni soci nella redazione del Piano Urbano Generale dei Servizi nel Sottosuolo (PUGGS).  Gli investimenti per l’ammodernamento e lo sviluppo degli impianti in chiave affinamento dei servizi segnano anche il Piano Programma e il bilancio pluriennale 2009 -2011. Nel solo 2009 Ianomi ha previsto investimenti per oltre 30 milioni di euro, mentre nel triennio la somma ammonta a 72 milioni 184mila euro. Data la complessità e la consistenza di diverse realizzazioni, la società ha considerato, per alcune commesse di investimento, un impegno spalmato su più anni, ben oltre l’orizzonte temporale del 2011, stimando in oltre 10 milioni di euro la somma che il piano triennale delle opere destina dal 2012 al 2014.  In particolare, per lo sviluppo degli impianti, si prevedono oltre 60 milioni di euro, di cui: 15 milioni 385mila euro per il completamento della rete dei collettori 5 milioni 822mila euro per la realizzazione di fognature urbane  38 milioni 969mila euro per il completamento dei sistemi di depurazione  È inoltre previsto, proprio dal 2009, l’avvio dello studio e della progettazione di un sistema di essiccamento e incenerimento del fango proveniente dalla depurazione di tutto il sistema aziendale.  L’operazione è stimata in 18 milioni 760mila euro. Sul triennio, Ianomi prevede i seguenti ricavi:  14 milioni 326mila euro per il 2009, 15 milioni 667 per il 2010 e 17 milioni 223mila euro per il 2011. L’andamento dell’utile d’esercizio è stimato in 511mila euro nel 2009, 632mila euro nel 2010 e 1 milione 282mila per il 2011.
(I.A.NO.MI.) Spa: è una società a capitale interamente pubblico costituita dalla Provincia di Milano e da 40 Comuni inclusi nei bacini idrici del fiume Olona e del torrente Seveso. Ianomi deriva dalla trasformazione dell’ex Consorzio Idrico e di Tutela delle Acque del Nord Milano avvenuta nel contesto dell’attuazione della Legge 36/94 (Legge Galli), che dispone il riordino generale dei servizi idrici di competenza degli Enti locali. Ianomi svolge la sua attività nella depurazione e nella gestione delle fognature, e in particolare nel campo della proprietà, dello sviluppo della gestione degli impianti, delle infrastrutture e delle reti destinate a tali servizi. Cinque gli impianti di depurazione di competenza: Pero, Bresso, Varedo, Canegrate e Parabiago.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »