Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘amos oz’

Amos Oz: abbiamo perso un grande uomo di pace

Posted by fidest press agency su sabato, 29 dicembre 2018

Amos Oz, Foad Aodi (Co-mai e Amsi): abbiamo perso un grande uomo di pace,promotore di dialogo e di convivenza tra palestinesi e israeliani. Così il fondatore delle Comunità del mondo arabo (Co-mai) e dell’Associazione medici di origine straniera in Italia(Amsi) e della Confederazione Internazionale Laica Interreligiosa Laica Interreligiosa (Cili-Italia) commenta la triste notizia della scomparsa dello scrittore israeliano Amos Oz esprimendo condoglianze alla famiglia e apprezzando e riconoscendo il ruolo avuto da Amos Oz in modo coraggioso e obbiettivo in questi anni a favore del vero dialogo e la pace duratura e la convivenza pacifica tra palestinesi e israeliani. Abbiamo perso Amos Oz in un momento di crisi del processo di pace e ci auguriamo ,proprio per questo ,di onorare il suo impegno e coraggio. Dopo l’appello di Papa Francesco in favore della Pace ci auguriamo- continua Aodi -che si possa finalmente e concretamente riprendere il processo di pace tra israeliani e palestinesi e realizzare il sogno di tanti, due stati per due popoli.

Posted in Recensioni/Reviews, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

E’ morto Amos Oz. Siamo orfani

Posted by fidest press agency su sabato, 29 dicembre 2018

Si, siamo orfani. Noi dell’amore della letteratura. Noi dell’amore della cultura universale. Noi dell’amore della comprensione. Noi dell’amore della disponibilità. Noi dell’amore per la politica come servizio. Noi dell’amore del dialogo. Noi dell’amore verso il diverso. Noi dell’amore per l’uguaglianza. Noi dell’amore per la laicità e la religiosità. Noi dell’amore per il mondo. Noi dell’amore.
Sì, siamo orfani. Senza Amos Oz. Il nostro riferimento e il nostro strumento per la vita. Il professore che ha cambiato il nostro modo di leggere, il nostro modo di curiosare nella storia, nella letteratura e nella politica. Amos Oz che ci faceva correre in libreria appena riuscivamo a sapere che c’era una sua novità editoriale, un suo pamphlet, un suo discorso, una sua riflessione. Noi che siamo stati stimolati, per meglio comprenderlo e usarlo, a studiare l’ivrit (la lingua ebraica) ma senza successo. Noi che abbiamo sognato con lui le colline di Israele e le grandi umanità che le solcano, le grandi contraddizioni, i grandi amori, i grandi sogni. Noi oggi siamo orfani. Ce lo aspettavamo. Avevamo sperato che questo momento sarebbe stato molto più in là – Amos Oz aveva “solo” 79 anni – sì da usarlo ancora più a lungo. Ma la speranza è sempre una nostra illusione. Il caso della vita – non se la sarebbe presa Amos Oz, religioso, ebreo – è per l’appunto il caso. Non ci illudiamo.
Per chi non lo conosce o lo conosce poco, possiamo solo dire: “leggete la sua narrativa e i suoi saggi”, è utile. E soprattutto, leggete i tanti che scriveranno di lui e che non lo condividevano: lì capirete come un essere non più in vita è diventato eterno facendosi amare e rispettare dai suoi detrattori in vita. Ma dubitate di chi – tra questi – lo esalterà: Israele e l’ebraismo oggi hanno i limiti che possiamo intuire, anche da una conoscenza e comprensione non-interna e non-credente come la nostra, proprio perchè le politiche, la cultura e l’amore di Amos Oz non sono stati presi nella giusta considerazione. E i limiti di Israele sono quelli di tutto il mondo: Amos Oz è una chiave israelita di comprensione, ma da lì per il mondo intero. Noi abbiamo letto e stiamo rileggendo. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Recensioni/Reviews, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Eshkol Nevo al Festival Letteratura Massenzio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 giugno 2016

Eshkol NevoRoma Martedì 21 Giugno BASILICA DI MASSENZIO Via dei Fori Imperiali 21.00 – ingresso gratuito arriva lo scrittore israeliano Eshkol Nevo. E’ l’autore de La Simmetria dei desideri a Roma.
Eshkol Nevo è nato a Gerusalemme nel 1971. Dopo un’infanzia trascorsa tra Israele e gli Stati Uniti ha completato gli studi a Tel Aviv e intrapreso una carriera di pubblicitario, abbandonata in seguito per dedicarsi alla letteratura. Il nonno dello scrittore Eshkol Nevo era Levi Eshkol, che fu primo ministro in Israele dal 1963 al 1969. Il nome di Levi Eshkol è stato fatto di recente da Amos Oz, a proposito dell’attacco israeliano alla nave di soccorsi umanitari ai palestinesi di Gaza. Oggi, Eshkol Nevo insegna scrittura creativa in numerose istituzioni. Oltre a Nostalgia, in classifica in Israele per oltre sessanta settimane e vincitore nel 2005 del premio della Book Publishers’ Association e nel 2008 a Parigi del FFI-Raymond Wallier Prize, Nevo ha pubblicato La simmetria dei desideri, Neuland e il bellissimo Soli e Perduti. Vi partecipano, altresì, per altri giorni, altre memorie: EDOARDO ALBINATI e GIANCARLO DE CATALDO. Le letture sono di Lucia Mascino e la musica con Gabriele Coen, (sax soprano e clarinetto) Gianfranco Tedeschi (contrabbasso)
(foto: Eshkol Nevo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Laurea honoris causa ad Amos Oz dalla Statale di Milano

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2015

università studi milanoL’Università Statale di Milano ha approvato oggi la proposta di conferimento della laurea magistrale honoris causa in Lingue e culture per la comunicazione e la cooperazione internazionale allo scrittore israeliano Amos Oz. Nato a Gerusalemme nel 1939, Amos Oz è uno dei massimi romanzieri contemporanei. La sua opera si caratterizza non solo per la grande qualità estetica, ma anche per il profondo impegno politico-morale, volto a favorire l’integrazione fra popoli e culture. Saggista, giornalista, docente di letteratura all’Università Ben Gurion del Negev, sin dal 1967 Oz si è battuto per una soluzione pacifica del conflitto israelo-palestinese, sostenendo la necessità di far convivere due Stati sullo stesso territorio. Testimone fedele e imparziale delle ferite e delle contraddizioni del suo paese, Oz è divenuto un prestigioso punto di riferimento per l’opinione pubblica più aperta e tollerante.Il conferimento della laurea honoris causa ad Amos Oz avverrà il 29 gennaio 2016 nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico della Statale di Milano.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »