Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 55

Posts Tagged ‘analogica’

Arriva la feromone-seduction

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 maggio 2012

E’ stato messo a punto da un noto psicologo e psicoterapeuta il Dott Gilberto Di Benedetto , e un team di esperti di biochimica un potentissimo metodo seduttivo denominato “feromoneseduction”che coniuga l’uso dei feromoni ( veicolati con una crema per Il corpo),e la conoscenza delle piu’ sofisticate tecniche di comunicazione non verbale. Feromone (dal greco antico φέρω phero “portare” e ὁρμή orme “eccitamento”) è il nome dato a sostanze bio-chimiche che sono emesse dagli organismi viventi a basse concentrazioni con la funzione di segnali. Generano comportamenti e reazioni fisiologico-comportamentale in altri individui della stessa specie che vengono a contatto con esse. Un esempio sono i feromoni sessuali che vengono scambiati per contatto o per stimolo olfattivo e che provocano interesse sessuale in un altro individuo.Lo rende noto un gruppo di psicologi del CSTI (Centro studi tecniche ipnotiche), che grazie allo sviluppo delle neuroscienze e per mezzo delle metodiche di neuroimmagine, come tomografia a emissione di positroni (PET), risonanza magnetica funzionale (fMRI) e registrazione di potenziali evocati, hanno finalmente dimostrato con dati “oggettivi” alla mano le rivoluzionarie teorie dello psicologo Stefano Benemeglio, teorie che sono alla base della psicologia analogica. La Psicologia Analogica, che studia tutto ciò che non è logico nell’essere umano e di conseguenza inconscio, può aiutarvi a capire queste dinamiche. Gilberto Di Benedetto (Presidente del CSTI) in una nota afferma che: è proprio l’inconscio a gestire il nostro comportamento e i nostri coinvolgimenti in base alle sue esigenze. Queste esigenze si sono strutturate emotivamente nel periodo infantile/adolescenziale. Questo vuol dire che in quel periodo della vostra vita, nella relazione con i vostri genitori, avete vissuto un conflitto con entrambi. La vostra vita di relazione deve quindi svolgersi in Triade: Voi l’oggetto del desiderio e l’antagonista. E’ nei primi anni di vita che si forma la struttura psicologica dell’individuo, in base al rapporto vissuto con i genitori. I conflitti vissuti nella relazione con la madre, il padre o tra i genitori stessi, ne determinano la personalità, il comportamento e la predisposizione a determinati turbamenti. Quali saranno i bisogni affettivi dell’individuo e che tipo di personalità avrà la persona che lo farà innamorare, sarà trasgressiva o istituzionale, sono conseguenze dell’evoluzione infantile, formatasi attraverso un difficile percorso tra conflitti e turbamenti. La personalità e le sue esigenze inconsce sono state decodificate dalla Psicologia Analogica, in quanto vengono espresse dall’essere umano con il linguaggio emotivo dei simbolismi comunicazionali: la Comunicazione Analogica non Verbale Simbolica. Il Simbolismo è la comunicazione espressiva del gesto, del segno, della parola e del comportamento. Si identifica nelle forme geometriche asta,cerchi,triangolo, e condensa i simboli paterni, materni ed egocentrici che governano l’individuo. Il simbolismo è espressione comunicativa diretta dell’inconscio. La Psicologia Analogica è riuscita a tradurre questo linguaggio attraverso l’interpretazione dell’Analogia (segni o comportamenti inconsapevoli che esprimono e rimandano indirettamente a conflitti analoghi vissuti nel passato), ricavando precise e preziose informazioni sulla complicata struttura psicologica dell’individuo.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Le ombre della luce

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 ottobre 2010

Torino 5 ottobre, Cinema Massimo 3, ore 20.45 e ore 22.30. Un viaggio attraverso i mestieri del cinematografo. Ospite della serata, il regista Paolo Pochettino. L’Associazione Museo Nazionale del Cinema inaugura la stagione 2010/2011 con una serata in omaggio alla memoria cinematografica, alla pellicola e alla proiezione analogica, presentando l’anteprima del film documentario Le ombre della luce (2010) dei registi torinesi d’adozione Simonetta Cappello e Paolo Pochettino.
Attraverso interviste fatte a chi ha lavorato e a chi lavora nelle sale, il film mostra come i mestieri del cinematografo si siano modificati e si stiano modificando nel tempo. L’opera di Cappello e Pochettino indaga su come sta cambiando la proiezione con l’avvento del digitale e si domanda se quest’ultimo potrà essere utile a superare la crisi che attraversano oggi le sale cinematografiche.
Con una riflessione sul senso e sul valore della fruizione di un film nel buio della sala, in un’epoca di DVD e di film scaricati da Internet, Le ombre della luce diventa testimone del ruolo svolto dalla pellicola per ricordare a tutti il suo fascino, la sua forza e la sua storia.
Alla serata sono stati invitati a partecipare i protagonisti del film, amici della celluloide e dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema, come gli esercenti Lorenzo Ventavoli, Gaetano Renda e Giampiero Massimelli; le cassiere Ornella Mura, Paola Bortolaso e Simona Zanellato; gli operatori ed ex operatori Giuseppe Pedicini, Cesare Gatti, Lorenzo Vergano, Roberto Flamini, Fabio Sclosa, Alice Ruo Roch, Marco Fassini, Massimiliano Nicotra, Sergio Geninatti Chiolero e Tito Muserra; i tecnici di proiezione Aldo Schinardi e Alberto Palladino.
Introdurrà  la serata Vittorio Sclaverani, Presidente dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema (AMNC), che coglierà l’occasione per presentare il nuovo giovane direttivo dell’AMNC, composto da Claudio Di Minno, Giulia Gaiato, Marco Mastino, Matteo Pollone, Caterina Taricano ed Emanuele Tealdi che modererà l’incontro.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maggie Taylor Album

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 giugno 2009

maggieVerona fino al 6/9/2009 Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri  Cortile del Tribunale (Piazza Viviani)  La mostra Maggie Taylor: ALBUM, prodotta dal Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri, e’ la prima completa retrospettiva dell’artista contemporanea americana. Con una selezione di piu’ di 100 opere realizzate dal 1982 ad oggi, il percorso allestito presso il Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri presenta il mondo di questa visionaria artista attraverso immagini oggi considerate come pietre miliari della fotografia digitale contemporanea. Sono lavori che testimoniano quanto il mezzo fotografico sia sempre stato capace di evolversi e rinnovarsi, soprattutto ogni volta che nuove soluzioni tecnologiche si sono affacciate sul mercato: dai primi still-life concettuali, realizzati ancora con tecnologia analogica, agli ultimi elaborati digitali del noto lavoro -Almost Alice-, un’interpretazione in chiave contemporanea del celebre libro del 1865 -Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie- di Lewis Carrol, anch’egli fotografo oltre che noto scrittore e matematico.  Maggie Taylor e’ una fotografa che, con estrema eleganza, sottolinea nella propria ricerca la magia delle favole e la dimensione onirica. Al Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri i visitatori potranno accedere ad una visione fotografica decisamente innovativa e fuori dal comune, al confine tra la fotografia e l’illustrazione, in un -viaggio- che attraversa il l’ALBUM fotografico dell’artista. L’esposizione e’ arricchita da una video-intervista realizzata dal fotografo Mauro Fiorese nello studio dell’artista in esclusiva per questo evento e da un catalogo edito dal gruppo Siz (maggie)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »