Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 328

Posts Tagged ‘andrea michele tiso’

Lo stato dell’arte dell’agricoltura italiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 novembre 2018

San Zenone di Minerbe (VR) Si terrà il prossimo 11 Novembre presso l’agriturismo ai Camini di Zambelli Gelmino l’appuntamento lanciato da Eurocoltivatori. In questo occasione – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Andrea Michele Tiso – l’organizzazione costituente della Confeuro si darà il compito di discutere con i suoi soci del momento che sta vivendo l’agricoltura italiana; soprattutto nella Regione Veneto, duramente colpita dai disastri ambientali di queste ore e causati anche dall’assenza di un piano strategico per la tutela del paesaggio.Il primario – continua Tiso – ha bisogno di essere visto ed interpretato come un modello alternativo a quello attuale, capace di mettere al centro i criteri della salvaguardia ambientale, della sostenibilità e dell’educazione al consumo.Il nostro compito, anche grazie al coraggio e alla dedizione al sacrificio di strutture come Eurocoltivatori, dovrà essere quello di riuscire a rappresentare al meglio i bisogni degli operatori del comparto e di convincere il governo della bontà di una proposta politica che abbia al suo centro proprio la ricerca di una nuova stagione agricola. L’agricoltura – conclude Tiso – può essere la risposta giusta a molte delle problematiche e delle criticità emerse in questi anni, ma per riuscirci ha bisogno di approfondimenti, analisi e discussioni che superino le solite cerchie e coinvolgano tutti coloro che a vario titolo tengono al rilancio dell’agroalimentare italiano.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Confeuro: No al Ceta

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 luglio 2018

La nostra contrarietà al Ceta, l’accordo di libero scambio tra l’Unione Europea e il Canada – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Andrea Michele Tiso – non è in alcun modo di natura pre-concettuale, ma è motivata da diversi fattori di matrice economica, culturale e sociale.Va infatti evidenziato che il Ceta, tra i suoi tanti punti ancora oscuri, contiene evidenti vantaggi per le agroindustrie e per le tante macro-aziende che si sono battute, e che ancora si battono, per la rettifica di questo accordo da parte dei parlamenti nazionali europei.Ad essere penalizzate sono soprattutto le Pmi nazionali del comparto agroalimentare che verrebbero fattivamente escluse dai mercati indicati nel Ceta e che, invece, sono le principali artefici della biodiversità nostrana e di numerose produzioni agricole di qualità.Come Confeuro – prosegue Tiso – rimaniamo un’organizzazione fortemente europeista e auspichiamo la realizzazione di trattati internazionali che valorizzino il brand italiano; al contempo però vogliamo batterci per iniziative che premino l’agroecologia, il lavoro delle Pmi e gli sforzi dei giovani agricoltori. Quindi siamo assolutamente favorevoli agli accordi interazionali, purché abbiano i giusti contenuti e vengano redatti passando per discussioni serie e plurali.
Le possibilità di investire nel primario del futuro esistono e sono concrete. Un esempio in tal senso arriva dalla scelta del CdA di DeA Capital Alternative Funds S.G.R. S.p.A di creare il fondo IDeA Agro, un fondo di private equity italiano dedicato agli investimenti in aziende della filiera agricola, localizzate nel territorio italiano e che operano in modo eco-sostenibile. Sono queste – conclude Tiso – le strade sulle quali occorre insistere e non quelle da cui è poi difficile tornare indietro.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »