Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘andrea riccardi’

Papa Francesco ha ricevuto in udienza Andrea Riccardi

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 luglio 2018

Papa Francesco ha ricevuto in udienza Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio. Tra i temi del colloquio il convegno del Papa con i Capi delle Chiese e delle Comunità cristiane del Medio Oriente, che si terrà a Bari il prossimo 7 luglio. Nell’udienza sono stati anche toccati altri argomenti cari all’impegno di Sant’Egidio, che quest’anno festeggia il suo cinquantesimo anniversario: l’ecumenismo, la costruzione della pace, il lavoro per i poveri e nelle periferie, il problema dei migranti, con un’attenzione particolare ai corridoi umanitari, una via sicura e legale attraverso cui la Comunità ha già portato in Italia, Francia e Belgio oltre 1800 rifugiati.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Andrea Riccardi a palazzo Gallenga con il suo libro “Tutto può cambiare”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 marzo 2018

Perugia. Sarà presentato giovedì 5 aprile, alle 17.30, nell’aula Magna di palazzo Gallenga dell’Università per Stranieri di Perugia il libro “Tutto può cambiare” di Andrea Riccardi. Il volume, una conversazione del fondatore di Sant’Egidio con Massimo Naro, edito da San Paolo, è pubblicato in occasione del cinquantesimo anniversario della Comunità di S. Egidio.
Alla presentazione interverranno insieme agli autori il rettore Giovanni Paciullo, il card. Gualtiero Bassetti, il prof. Marco Impagliazzo. Modera il giornalista Rosario Carello, della Tgr dell’Umbria.
Il volume, si legge dalla quarta di copertina, è «una lettura non convenzionale, cui attingere per vivere nella complessità della globalizzazione, senza averne paura e senza essere spaesati. Con una bussola chiara: un Vangelo capace di creare speranza anche nelle situazioni più difficili e una grammatica della convivenza per ricucire tessuti sociali frammentati, nelle grandi solitudini contemporanee…».
Dallo scritto di Riccardi «emerge una riflessione sulla Comunità di Sant’Egidio, maturata nella periferia umana e urbana del mondo, su percorsi di riconciliazione e di pace che cambiano ogni giorno in meglio la vita di tanti, nelle zone più disagiate d’Italia, in Paesi lacerati da conflitti e da guerre».
Andrea Riccardi (1950), romano, storico del cristianesimo e dell’età contemporanea, autore di numerosi saggi e studi, ha insegnato a Bari, a Roma e Parigi. Editorialista del Corriere della Sera, di Avvenire, de La Vanguardia, è tra i più autorevoli analisti della storia della Chiesa contemporanea e dell’impatto delle religioni nell’età della globalizzazione.
Massimo Naro (1970) insegna teologia sistematica a Palermo nella Facoltà Teologica di Sicilia e dirige il Centro Studi sulla Cooperazione «A. Cammarata» originale laboratorio culturale in cui alla storia del movimento cattolico si accompagnano ricerche in ambito religioso, socio-economico, politico.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La luce in fondo al tunnel

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 febbraio 2018

andrea-riccardiE’ uscito per le Edizioni San Paolo il volume “La luce in fondo al tunnel. Dialoghi sulla vita e la modernità” di Zygmunt Bauman, filosofo e sociologo polacco famoso per la teoria della “società liquida”, venuto a mancare il 9 gennaio 2017 a Leeds. Un testo inedito, ricco di spunti di riflessione sul presente, curato da Mario Marazziti e Luca Riccardi, con un saggio conclusivo di Andrea Riccardi. La globalizzazione produce anche ingiustizie e disuguaglianza sociale. I fenomeni migratori hanno assunto ormai una dimensione globale e, in alcuni casi, epocale. Il XXI secolo, fino a oggi, è stato caratterizzato da conflitti che hanno accresciuto la povertà in diverse aree del mondo. Nelle opulente società dell’Occidente cresce il divario tra benestanti impauriti e poveri disperati. Per vincere le sfide di questa fase storica è determinante riconquistare la capacità di dialogo e la comprensione del valore dell’uomo. Su questo terreno si è costruito il felice incontro, sia personale che di pensiero, tra Zygmunt Bauman e Papa Francesco.Il volume raccoglie la trascrizione di alcuni fra gli interventi pronunciati dal celebre sociologo polacco, teorico della società liquida, nel corso degli incontri internazionali per la pace “Uomini e Religioni”, promossi dalla Comunità di Sant’Egidio. Zygmunt Bauman, anche negli ultimi anni di vita, non ha mai rinunciato a una lucida analisi dei mutamenti sociali ed economici a livello globale, offrendo a tutti, attraverso il suo sguardo acuto, la possibilità di intravedere una strada per il futuro.Completa il volume una sua definitiva e articolata intervista, finora inedita, rilasciata a Mario Marazziti nel 2014: una summa del pensiero dello studioso, un dialogo profondo e vivace, ricco di spunti di riflessione, una “bussola” per orientarsi nel mondo della post globalizzazione.
ZYGMUNT BAUMAN Filosofo e sociologo polacco di origini ebraiche, è passato alla storia per la teoria della “società liquida”, termine da lui coniato come metafora per descrivere la società postmoderna caratterizzata dal consumismo e dalla globalizzazione. Nato nel 1925 a PoznaÅ„, ha frequentato a Varsavia la Facoltà di Sociologia dove avrebbe poi insegnato per molti anni. Nel 1968 si è trasferito in Israele, per ricoprire una cattedra all’Università di Tel Aviv, infine a Leeds, in Gran Bretagna, presso la cui Università ha insegnato Sociologia fino al 1990. Il 9 gennaio 2017 è morto a Leeds, dove aveva continuato a vivere, dedicandosi alla scrittura, allo studio e alla meticolosa osservazione della realtà.
LUCA RICCARDI è professore ordinario di Storia delle relazioni internazionali presso l’Università di Cassino e del Lazio meridionale. È specializzato nello studio della politica estera italiana del XIX e XX secolo.
MARIO MARAZZITI dirigente Rai, giornalista, editorialista del Corriere della Sera e già portavoce della Comunità di Sant’Egidio, è deputato al Parlamento Italiano. Attualmente è Presidente della Commissione Affari Sociali della Camera.
ANDREA RICCARDI ha fondato, nel 1968, la Comunità di Sant’Egidio, conosciuta per il suo impegno nel campo della pace, del dialogo interreligioso e dell’evangelizzazione in oltre settanta Paesi. Storico, professore emerito di Storia contemporanea presso l’Università degli Studi Roma Tre, è noto anche per i suoi studi sulla Chiesa in età moderna e contemporanea.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comunità di Sant’Egidio: visita di Faustin Archange Touadera

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 gennaio 2018

Faustin Archange TouaderaIl presidente della Repubblica Centrafricana, Faustin Archange Touadera, ha visitato a Roma la Comunità di Sant’Egidio. Dopo un lungo colloquio con il fondatore della Comunità Andrea Riccardi, il presidente ha illustrato, in conferenza stampa, la situazione del Paese, dove Sant’Egidio lavora da anni per favorire la pace.
Touadera ha ringraziato la Comunità per questo impegno che ha portato nel giugno scorso alla firma di un accordo tra i diversi gruppi politico-militari presenti sul territorio avviando il processo di pace. “Dopo l’accordo firmato a Sant’Egidio – ha detto il Presidente – pur di fronte a grandi difficoltà, tra cui quello delle popolazioni sfollate, abbiamo registrato alcuni progressi nella smobilitazione dei gruppi armati. Si concluderà nei prossimi giorni il ‘programma pilota’ di disarmo, con l’adesione di 12 gruppi armati su 14 e il reinserimento nella società civile o nell’esercito regolare di circa 600 combattenti. Ora sta per partire la fase del vero e proprio disarmo generale e contiamo sul coinvolgimento di tutte le forze in campo, compresi i due gruppi che erano rimasti fuori dal primo esperimento di smobilitazione”.
Dopo aver ricordato il prezioso sostegno al Paese realizzato dalla storica visita di Papa Francesco del novembre 2015 e rallegrandosi per l’interesse mostrato dalla cooperazione e dall’imprenditoria italiana per il Centrafrica, Touadera ha parlato anche dei numerosi problemi ancora esistenti nel Paese, dalla necessità di un aiuto all’economia provata dalla guerra alle zone dove è ancora difficile il controllo dello Stato: “Confidiamo – ha detto – in un più ampio dispiegamento delle forze Onu della Minusca in modo da accelerare il processo di pace”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge Fiano, Riccardi: “Non sottovalutare antisemitismo, xenofobia e propaganda fascista”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 luglio 2017

andrea-riccardiAndrea Riccardi interviene sulla proposta di legge Fiano, da oggi in discussione alla Camera, e invita a non sottovalutare la propaganda razzista e xenofoba attraverso internet. “Il web rappresenta un campo molto pericoloso per la diffusione di idee e comportamenti violenti, come dimostra la crescita di consenso, specie tra i giovani, di movimenti di estrema destra in vari paesi europei”, osserva il fondatore della Comunità di Sant’Egidio. “In un’Europa che ha nella memoria di Auschwitz un suo elemento fondativo – continua Riccardi – è inaccettabile la propaganda antisemita e xenofoba. Ma anche la Repubblica italiana ha una storia che rappresenta l’antitesi del fascismo e del nazismo. Bene perciò che l’Italia si doti di una legge che, oltre a sanzionare in maniera circostanziata chi inneggia a queste ideologie, prevede un investimento nel campo dell’educazione per aiutare i giovani a conoscere la pagina più dolorosa della storia europea, proprio nel momento in cui si va affievolendo la voce dei sopravvissuti alla shoah”. “Guardiamo al futuro – conclude Riccardi – ma per farlo, bisogna partire dalla memoria. E l’oblio non è libertà”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La rete di Giffoni all’estero

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 dicembre 2016

farnesinaRoma lunedì 19 dicembre, presso la Sala delle Conferenze Internazionali del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), conferenza dei Direttori degli Istituti Italiani di Cultura “Vivere all’italiana”: un piano di promozione integrata. Aprirà i lavori il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Angelino Alfano, seguito dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, dal Presidente della Società Dante Alighieri Andrea Riccardi, dal Direttore Generale della RAI Antonio Campo Dall’Orto, dal Presidente della Biennale di Venezia Paolo Baratta, dal Presidente dell’Associazione Priorità Cultura Francesco Rutelli, dal Vice Presidente Fondazione Altagamma Paolo Zegna e dal Graphic Designer e Art Director Giorgio Camuffo. Seguirà una sessione plenaria, introdotta dal Prof. Philippe Daverio, articolata in cinque panel, incentrati su aree della promozione integrata considerate strategiche per la loro capacità di creare interazioni più ampie: Cucina, Contemporaneo, Cinema, Design, Archeologia. Concluderà i lavori della prima sessione plenaria il Segretario Generale della Farnesina Elisabetta Belloni.
La sessione plenaria pomeridiana verterà sulle strategie della Promozione Integrata (Internazionalizzazione dei Musei, Internazionalizzazione dell’Università e Turismo Culturale) e sulle nuove prospettive della promozione culturale integrata. Concluderà i lavori il Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese Vincenzo De Luca.
La giornata costituirà un’occasione per presentare le attività degli Istituti Italiani di Cultura e, soprattutto, per fare il punto sull’azione di promozione culturale, condividendo strategie e nuove tendenze a partire dai settori individuati quali strategici dal Piano di promozione integrata per l’Italia nel mondo “Vivere all’italiana”. Si discuterà pertanto di arte contemporanea, design, cinema e cucina, in un evento di grande rilevanza per la politica della Farnesina, i cui Istituti di Cultura rappresentano una risorsa fondamentale per la valorizzazione delle eccellenze italiane all’estero e del Sistema Italia nel suo complesso.
Alla conferenza, che riunirà i Direttori degli 83 Istituti Italiani di Cultura nel mondo, oltre ad altri attori del settore culturale, istituzionale, accademico, della ricerca e della comunicazione, parteciperà il direttore del Giffoni Experience Claudio Gubitosi con il Project Manager Giffoni Vojager Marco Cesaro a testimoniare il percorso cosmopolita intrapreso con Giffoni Vojager che, tra eventi e partnership che portano il brand e il format in giro per l’Italia e per il Mondo, ha come mission integrata proprio la valorizzazione di un prodotto culturale “made in Italy” e “made in Campania” amato e ambito in tutto il Mondo. Inoltre, obiettivo principale del progetto Vojager è la promozione di una rete in cui i contenuti del cinema per ragazzi circolino attraverso i vari nodi per far sì che sviluppi a livello globale una cultura cinematografica orientata alle giovani generazioni. E il cinema è uno dei settori individuati quali strategici dal Piano di promozione integrata della Farnesina.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione ufficiale dell’opera documentale “La questione armena”

Posted by fidest press agency su sabato, 14 novembre 2015

armeniaRoma sabato 21 novembre 2015 alle ore 16:30 presso il Pontificio Istituto Orientale Piazza Santa Maria Maggiore 7 Presentazione ufficiale dell’opera documentale “LA QUESTIONE ARMENA” A cura di Georges-Henri Ruyssen, SJ Una coedizione Edizioni Orientalia Christiana & Valore Italiano™ Lilamé Indirizzo di saluto del Rettore del Pontificio Istituto Orientale R. P. David E. Nazar, SJ Presiede R. P. Cesare Giraudo, SJ
Intervengono
S. E. R. Mons. Boghos Levon Zekiyan Arcivescovo di Istanbul degli Armeni
S. E. R. Mons. Cyril Vasil’, SJ Segretario della Congregazione per le Chiese Orientali
Prof. Andrea Riccardi Fondatore della Comunità di Sant’Egidio
S. E. Sign. Mikayel Minasyan Ambasciatore della Repubblica d’Armenia presso la Santa Sede e lo SMOM
R. P. Georges-Henri Ruyssen, SJ Curatore dell’opera
Dr. Mario Pirolli Editore di Valore Italiano™ – Lilamé™
R. P. Dertad Bazikyan Intermezzo musicale

Posted in Cronaca/News, recensione, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Peace is always possible”

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 settembre 2015

tiranaTIRANA – Andrea Riccardi responds to Pope Francis’ message about refugees at the start of the international meeting “Peace is always possible”, which is gathering more than 400 leaders of the world’s major religions, cultural figures and representatives of public institutions as well thousands of people arriving from all over Europe. The founder of the Community of Sant’Egidio launched an appeal to Europe and the Italian government to institute the policy of sponsorship, an essential practice to achieve acceptance of those who have already arrived on the continent and to eliminate the dangerous crossings of migrants by sea. We support the pope’s appeal with conviction – Riccardi commented – launched right at the start of our international meeting here in Tirana. Accepting his message and heeding to the desire of many citizens, associations and families who want to offer hospitality to refugees, we hereby propose – in the name of all religious leaders gathered here in Tirana – to introduce in European legislative systems the policy of sponsorship. The idea is to enable European citizens, associations, parishes and organizations to assume responsibility for asylum seekers and offer immediate hospitality to those who have already arrived as well as invite individuals and families from dangerous areas, thus preventing the voyages of death in the Mediterranean and the exploitation by traffickers. We particularly appeal to the Italian government to establish the policy of sponsorship. At the ongoing meeting we will discuss ways of achieving peace with concrete proposals to end conflicts, starting with Syria and Libya”

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Visita di solidarietà e amicizia della Comunità di Sant’Egidio alla Comunità Ebraica romana

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 gennaio 2015

sinagoga romaUna delegazione di Sant’Egidio, composta dal fondatore della Comunità, Andrea Riccardi, il suo presidente Marco Impagliazzo e il vescovo di Frosinone monsignor Ambrogio Spreafico, si è recata oggi in visita alla Comunità ebraica romana per esprimere la sua solidarietà dopo gli attentati di Parigi che hanno colpito duramente anche gli ebrei e l’allarme terrorismo che è cresciuto in tutta Europa.
L’incontro si è svolto significativamente nella scuola ebraica “Vittorio Polacco”, dove la delegazione è stata accolta dal rabbino Capo di Roma, Riccardo Di Segni, e dal presidente della comunità ebraica romana, Riccardo Pacifici. Dopo avere fatto un giro nelle classi e visitato la struttura che ospita alunni dalle elementari al liceo, si è svolto un pranzo nel segno di un’amicizia che dura da tanti anni e che – come ha ricordato lo stesso Pacifici – ogni 16 ottobre ha come suo momento forte la “marcia della memoria”, organizzata insieme per ricordare il giorno in cui, nel 1943, vennero deportati nei campi di sterminio oltre mille ebrei romani.
Alla fine dell’incontro Marco Impagliazzo ha espresso la sua solidarietà a nome di Sant’Egidio sottolineando “il valore del confronto e del dialogo per contrastare, in un tempo difficile, ogni sentimento di scontro e di contrapposizione in nome di una religione o di un’appartenenza: in particolare le scuole, come questa, e i luoghi di culto sono da considerare sacri e inviolabili”.
“Il quartiere ebraico – ha commentato il fondatore della Comunità di Sant’Egidio Andrea Riccardi – con i suoi centri di educazione e di cultura, è sempre stato e resterà anche in futuro un prezioso luogo di incontro e di scambio a cui Roma non può rinunciare. Un’occasione per costruire insieme un futuro di pace e di unità nella diversità, contro ogni violenza e intolleranza”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Martin Schulz: l’immigrazione problema europeo

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

English: Martin Schulz during the election cam...

English: Martin Schulz during the election camapign in 2009 Deutsch: Martin Schulz im Wahlkampf zur Europawahl 2009 (Photo credit: Wikipedia)

Superare la logica nazionale perché quello dell’emigrazione è un problema europeo. Si son trovati d’accordo il presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz e il Presidente della Comunità di Sant’Egidio Marco Impagliazzo, dopo un incontro nella sede della Comunità con ragazzi e ragazze, donne e uomini di “Genti di pace”, il movimento internazionale promosso da Sant’Egidio che raccoglie persone di etnie, religioni e culture diverse. Un incontro segnato dalle testimonianze di alcuni per i quali il “viaggio della speranza” si è concluso positivamente, ma che portano con sé il dolore, le sofferenze e il lutto di quelli che non che l’hanno fatta. A tutti, Martin Schulz, visibilmente commosso, ha promesso il suo impegno e quello del Parlamento europeo “per evitare che molti altri conoscano il destino che anche voi avere dovuto subire”.La giornata di Schulz era iniziata in Vaticano con l’udienza di papa Francesco, “che proviene – ha detto il presidente dell’Europarlamento – da una famiglia di italiani emigranti, che sono potuti andare in Argentina perché lì c’era un sistema legale di ingresso, come, per esempio, negli Stati Uniti e in Australia. E come si dovrà fare anche per i paesi di nuova emigrazione, dove si dovrà poter andare in un consolato e fare domanda di immigrazione legale. Il Parlamento europeo prende sul serio questo problema”. Ma intanto c’è l’urgenza di interventi immediati. Schulz, che era accompagnato dall’Ambasciatore presso la Santa Sede, ne ha parlato prima con Andrea Riccardi, fondatore della Comunità, con Marco Impagliazzo e altri responsabili di Sant’Egidio; poi, nella Sala della Pace, con alcuni di quelli che il problema dell‘emigrazione l’hanno vissuto sulla propria carne.Qorbalan Esmaili e Daud Youssufi, che vengono dall’Afganistan, hanno descritto viaggi che durano anche un anno o più, frontiere che non si possono attraversare senza pagare pedaggi onerosi, giornate intere trascorse nelle intercapedini di camion a rischio della vita per asfissia; percosse, torture e anche la morte per mano di polizie ostili o di bande paramilitari di movimenti xenofobi. Enas Mustafa, sudanese, ha descritto il suo viaggio via terra, attraverso il deserto libico e poi per mare, e si è raccomandata: “Dite a quelli che sono rimasti là e vorrebbero venire qui di non fare il viaggio che ho fatto io. Diteglielo voi, perché se lo dico io non mi credono. Ditegli che chi entra nel carcere di Misurata non esce vivo. Chiedo a tutti voi di aiutarci a cambiare le leggi per poter venire legalmente in Italia”. E infine Lula Tekle, eritrea, ha spiegato perché molte ragazze e ragazzi suoi connazionali cercano di scappare dal loro paese: “Per evitare il servizio militare, che è obbligatorio ed è un’esperienza terribile, tale da far preferire di correre un rischio mortale pur di evitarlo”.Lula ha chiesto di istituire un corridoio umanitario per poter entrare legalmente in Europa, “perché il problema è arrivarci, a Lampedusa. E poi aiutare quelli che hanno avuto il coraggio di venir via”.Introdotto da Marco Impagliazzo, Schulz ha mostrato di apprezzare la proposta di Sant’Egidio di fare di Lampedusa “un luogo di accoglienza europeo”, perché “se è vero che chi arriva lì è accolto dalle autorità italiane, è anche vero che il problema profughi è un problema europeo”. “L’emigrazione non si fermerà – ha aggiunto – ; altri vorranno venire ma non tutti potranno farlo. Io non ho una soluzione immediata ai problemi che mi avete posto; sarei scorretto se dicessi di averla, ma dico che le persone che cercano di venire qui hanno diritto ad avere nei loro paesi un futuro migliore, più umano, hanno bisogno di democrazia, diritti, lavoro; e di questo dobbiamo occuparci nell’ambito della politica estera europea”. Poi c’è un problema di politica interna dell’Europa, che richiede la definizione di un “quadro legale” per l’immigrazione. Marco Impagliazzo ha concluso con parole di speranza: “Oggi le decisioni europee possono essere influenzate dai vostri volti, dalle vostre parole, dalle vostre testimonianze”.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Commercio delle armi

Posted by fidest press agency su domenica, 15 settembre 2013

Il premio Nobel per la pace Oscar Arias Sánchez, ex Presidente della Repubblica di Costa Rica, terrà, martedì 17 settembre alle 16,30 presso la Sala della Pace della Comunità di Sant’Egidio, una conferenza sul Trattato internazionale sul commercio delle armi adottato dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite lo scorso 2 aprile e già sottoscritto da settanta paesi. Proprio ieri la Camera dei deputati ha ratificato il Trattato con voto unanime, scrivendo “una delle pagine più belle del parlamento italiano”, come ha commentato l’on. Mario Marazziti, capogruppo di Scelta civica in Commissione Esteri e primo firmatario della proposta di legge di ratifica. Il Trattato internazionale sul commercio delle armi obbliga i paesi contraenti a imporre regole ai costruttori di materiale bellico, a combattere il mercato illegale e a regolamentare l’esportazione delle armi convenzionali. All’Assemblea generale delle Nazioni unite è stato adottato con 154 voti a favore, tre contrari (Siria, Corea del Nord e Itran) e 23 astenuti fra i quali Russia e Cina. Il giro di affari del commercio legale di armi ammonta a 80 miliardi di dollari l’anno. Oscar Arias Sánchez, Presidente del Costa Rica dal l986 al 1990 e poi dal 2006 al 2010, ha ricevuto il Nobel nel 1987 per l’attività svolta per la pacificazione in America centrale nel quadro delle iniziative promosse dal gruppo di Contadora, culminate con l’accordo firmato il 7 agosto 1987 dai presidenti di cinque Stati centroamericani sulla base di una proposta da lui stesso formulata.
Il programma della conferenza prevede il saluto del Prof. Andrea Riccardi, Fondatore della Comunità di Sant’Egidio, una introduzione dell’ambasciatore di Costa Rica presso la Santa Sede Fernando Felipe Sànchez e l’esposizione del premio Nobel Oscar Arias Sánchez.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Andrea Riccardi Dopo la paura la speranza

Posted by fidest press agency su domenica, 27 maggio 2012

1ª edizione maggio 2012 Collana DIMENSIONI DELLO SPIRITO Formato 14 x 21,5 cm Numero pagine 120 CDU 22H 250ISBN/EAN 9788821574825 Prezzo copertina € 14,50 L’Italia, l’Europa, l’Africa, il mondo. Andrea Riccardi spiega perché, dopo la paura, è giunto il tempo della speranza. Il XXI secolo si è aperto nel segno della globalizzazione. Sono cadute barriere territoriali, doganali e politiche. Si verificano migrazioni di popoli e crisi economiche. Di fronte a questi eventi la paura blocca le energie e rende più deboli. Il nostro è un tempo complesso, ma non mancano le nuove possibilità. L’Italia ha un missione in Europa, nel Mediterraneo, in Africa e nel mondo; gli italiani possono operare per superare la crisi e integrare i migranti nel tessuto sociale del nostro Paese. La speranza è che ci sia un futuro degno per ognuno di noi, ma anche per le nostre famiglie e comunità e per quella comunità nazionale che si chiama Italia.(andrea riccardi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Insieme per l’Europa

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 maggio 2012

Mentre in Europa rinascono nazionalismi e divisioni, la crisi economica attanaglia diversi Paesi e si fa fatica a pensare un futuro comune, cristiani di varie Chiese, appartenenti a movimenti e nuove comunità, si sono riuniti  a Bruxelles, nella Gold Hall dello Square Meeting Center, e in collegamento satellitare con altre 144 città europee, per l’iniziativa “Insieme per l’Europa” edizione 2012, dopo quelle di Stoccarda 2004 e 2007. Più di mille persone a Bruxelles di ogni parte d’Europa e altre decine di migliaia in 22 Paesi, hanno rivolto un messaggio di speranza, unità e pace all’Europa. Promotori dell’evento sono stati centinaia di movimenti e comunità d’Europa, tra cui l’YMCA della Germania, Schönstatt, la Comunità di Sant’Egidio, il Movimento dei Focolari, Fondacio, la Cristusbruderschaft Selbitz, Syndesmos (giovani ortodossi) e la Fraternità carismatica cattolica. Alla presenza di parlamentari, politici e amministratori di vari Paesi, di vescovi evangelici, ortodossi e cattolici, di uomini e donne di cultura e rappresentanti della società civile, è stato lanciato il manifesto “Insieme per l’Europa 2012”. Richiamandosi alla visione di unità dei padri fondatori dell’Europa, i movimenti e le nuove comunità fanno appello ai popoli europei affinché affrontino uniti le sfide del mondo globalizzato e non si ripieghino nell’irrilevanza. «L’Europa è un destino e una necessità perché realizza, in una diversità riconciliata, la civiltà del vivere insieme», si legge nel manifesto.Maria Voce, presidente del Movimento dei Focolari, riferendosi al cammino che ha portato all’evento di oggi, ha parlato di «un’impresa affascinante che prepara, in uno spirito di comunione, un futuro di fraternità e di pace per i singoli e per i popoli». Alla manifestazione hanno altresì portato il loro contributo l’ex presidente della Commissione europea Romano Prodi – che ha esaltato la «forza mite dell’Europa» –, il ministro italiano per la Cooperazione internazionale e per l’integrazione Andrea Riccardi, Thomas Römer dell’Ymca di Monaco, l’economista Luigino Bruni. Tra i presenti il commissario europeo John Dalli, il ministro belga Mark Eyskens, il francese Jacques Barrot.
Nel suo messaggio, il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, ha affermato che «il destino europeo si fonda sulla filosofia della relazione e dell’incontro: un’unità nella diversità e per l’alterità». Il ministro Riccardi, ha richiamato da parte sua il tema della speranza per l’Europa e dall’Europa al mondo. Ha esortato gli europei a non credere che si possa uscire dalla crisi da soli e a non cedere al pessimismo, richiamando il senso di un destino comune: «La cultura dell’unità – ha affermato – può rigenerare un’anima nella nostra Europa».Anima dell’Europa evidenziata dalle testimonianze concrete, dalla vitalità e determinazione di giovani e giovanissimi. Anima che s’è potuta apprezzare nelle 144 città europee dove si sono svolte le svariate iniziative ed incontri in contemporanea. Dalla Piazza del Campidoglio a Roma alla sede del Consiglio d’Europa a Strasburgo, da Vilnius a Shengen, da Praga a Madrid, da Chisinau a Tirana, a 29 città tedesche s’è potuto costatare come il Vecchio continente in realtà sia attraversato da una nuova energia per la solidarietà, lo sviluppo e l’unità.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La politica fa schifo

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 marzo 2012

Andrea Riccardi Deutsch: Dieses Bild zeigt And...

Image via Wikipedia

46 senatori del Pdl si sono sentiti offesi dallo sfogo del ministro Andrea Riccardi, riguardo la melina di questi giorni sull’attività del governo Monti, ed hanno presentato una mozione di sfiducia che ha visto l’ex ministro della giustizia Nitto Palma come primo firmatario. E’ stato necessario l’intervento del segretario del partito Alfano per far rientrare l’iniziativa. Resta il fatto.
Il “caso Riccardi” a mio avviso prima o poi sarebbe esploso. Già alla prima lettura della compagine governativa montiana avevamo lanciato un appassionato appello a Riccardi affinché lasciasse la poltrona di ministro considerandola una diminutio capitis rispetto al grande ed encomiabile lavoro svolto alla guida della comunità S. Egidio. La politica come la concepisco è fatta o di uomini coerenti con il loro pensiero e la loro visione della società al servizio dei più deboli o è asservita ad interessi partigiani che ne sviliscono la funzione. Riccardi proprio perché resta coerente, con le sue idee e la sua etica ispirata a sani principi religiosi non disgiunti da quelli laici nel perseguire le sue finalità al servizio della società, ai suoi bisogni e alle sue attese, poco o nulla sembra ritrovarsi con quella parte della politica che detta con le sue parole e anche nostre “fa schifo”.
Fa schifo perché si fa perdere alla politica il suo primato, la sua guida, la capacità di intermediazione, la sua finalità di fungere da calmieratore delle tensioni sociali e degli estremismi corporativi. Ma fa soprattutto schifo perché è una parola che è stata impropriamente adottata da uomini senza scrupoli che dietro la sua immagine hanno nascosto interessi clientelari e loschi affari. Questa non è politica. E’ mercimonio della politica.
Se gli italiani ritrovano il senno e non si lasciano prendere la mano dalla fugacità del momento dovrebbero trarne le conseguenze penalizzando proprio quei partiti che più degli altri sono il bivacco di persone che nulla hanno a che vedere con la politica, nel senso nobile della parola.
Riccardi fa paura anche per un’altra ragione. E’ l’uomo del rinnovamento della classe dirigente cattolica rivolta alla politica come buona maestra di vita. Riccardi è un’icona per la sua vocazione all’appartenenza senza eccedere nel servilismo o nel rigore ideologico. Riccardi fa paura perché simboleggia la parte sana della politica e del buon governo del paese anche a dispetto di quanto non fa il governo di cui fa parte. E’ questo, semmai, il punto di maggior scoramento. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Wade compte sur Sant’Egidio pour la paix en Casamance

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2012

Abdoulaye Wade

Image via Wikipedia

Le président de la République Abdoulaye Wade a révélé mercredi qu’il a demandé à la communauté Sant’ Egidio de servir d’intermédiaire entre le gouvernement et la tendance du Mouvement des forces démocratique de Casamance (MFDC) dirigée par Salif Sadio, afin de ‘’régler cette question’’ de la crise en Camasamance s’il est réélu pour un troisième mandat.
’Il est hors de question d’internationaliser ce conflit qui est un conflit national, local, mais je connais des gens de Sant Egidio et j’ai demandé qu’ils viennent pour être des facilitateurs en quelque sorte entre le gouvernement et la tendance Salif Sadio pour qu’on arrive à régler cette question’, a-t-il déclaré dans des propos relayés par RFI.
Il a rappelé qu’avant d’accéder au pouvoir il avait dit et croyait pouvoir régler ‘’en quelques mois’’ ce conflit vieux de 30 ans. Mais, ‘’malheureusement tel n’a pas été le cas parce qu’il y a toujours ce monsieur Salif Sadio qui était soutenu par Laurent Gbagbo’’.Selon Abdoulaye Wade, Sadio, présenté comme un des ’’radicaux’’ du MFDC, a séjourné ‘’deux ou trois fois’’ en Côte d’Ivoire où il a été ‘’financé, armé’’ par l’ancien président ivoirien Gbagbo, actuellement en procès devant la Cour pénale internationale.‘’Et c’est lui qui me cause beaucoup de problèmes’’, en allusion directe aux récentes attaques répétées contre des positions de l’armée en Casamance où des militaires sénégalais se trouvent actuellement aux mains de rebelles qui réclament depuis 1983 l’indépendance de cette région sud du pays.
‘’ Si je suis réélu, je vais m’efforcer véritablement de régler la question’’, a dit Wade dont la candidature à un troisième mandat est contestée par l’opposition et une grande frange de l’opinion qui la juge illégale au regard de la Constitution qu’il a lui-même fait voter en 2001, quelques mois après son accession au pouvoir.Dans son message à la nation, à l’occasion du nouvel an, le président de la République a réitéré ‘’la disponibilité’’ de son gouvernement à poursuivre le dialogue avec le Mouvement des forces démocratiques de la Casamance (MFDC), en vue d’une solution pacifique à la crise politico-militaire qui secoue le sud du pays depuis 1982.Contrairement à la position du président Wade de recourir à la communauté Sant’Egidio, la plupart de ses adversaires pour la prochaine présidentielle de février 2012 recommande l’implication des pays voisins –Guinée-Bissau, Gambie- très souvent considérés comme des bases arrières du MFDC. La Communauté de Sant’Egidio est une organisation catholique fondée en 1968 à Rome. Andrea Riccardi en est le fondateur. Le nom de cette communauté provient de son implantation, au début des années 70, dans les locaux de l’église Sant’Egidio. En 1986, la Communauté de Sant’Egidio a été reconnue officiellement comme Association internationale de laïques par l’Église catholique. Cette organisation a, en matière de règlement des différends internationaux et de mise en place de médiations, des résultats très substantiels et des méthodes originales. Elle agit à la fois au plan local, national et transnational. La communauté de Sant’Egidio est notamment connue pour la rencontre inter-religieuse qu’elle organise annuellement depuis 1986. Le rôle important de la communauté dans la médiation politique est reconnu civilement le 16 novembre 2011, quand Andrea Riccardi, son fondateur, est nommé Ministre de la Coopération Internationale dans le gouvernement de Mario Monti6 La Casamance, constituée des régions de Kolda, Sédhiou et Ziguinchor, est le théâtre, depuis 1982, d’affrontements ayant fait de nombreux morts chez les civils, les militaires et les indépendantistes réunis au sein du MFDC. Récemment, cinq soldats de l’armée sénégalaise ont été pris en otage par le MFDC, au cours de l’attaque d’un cantonnement de l’armée au village de Kabeumb, non loin de la frontière gambienne. Un gendarme a été tué et trois autres blessés, lundi, dans l’attaque de la brigade gendarmerie d’Affignam (20 km au sud-est de Ziguinchor) par une bande armée. Un commandant et un auxiliaire sont portés disparus et des armes ont été emportées par les assaillants. Selon le chercheur Jean-Claude Marut, la demande du MFDC consistant à l’abandon des poursuites contre certains de ses cadres contre la libération de soldats qu’il détient est une ‘’offre’’ que les pouvoirs publics sénégalais pourraient saisir pour l’ouverture de ‘’véritables négociations’’ entre les deux parties.
Pour la libération des soldats qu’il détient, les dirigeants du MFDC demandent notamment l’abandon des poursuites engagées par l’Etat sénégalais contre certains de ses dirigeants dont Salif Sadio, présenté comme un des ‘’radicaux’’ du mouvement. Les récentes attaques attribuées par ce mouvement peuvent se lire comme une volonté de sa frange radicale de changer en sa faveur le rapport des forces sur le terrain pour amener le gouvernement sénégalais à ouvrir la voie de ‘’véritables négociations’’, a analysé Marut. Il est l’auteur d’un livre publié en 2010 aux éditions Khartala et intitulé ‘’Le conflit de Casamance. Ce que disent les armes’’. Selon ce chercheur, le rapport de force a beaucoup changé sur le terrain au profit de l’Armée sénégalaise, mais les rebelles ne sont pas ‘’anéantis’’ pour autant. Ce qui explique ses récentes attaques contre des cantonnements de l’armée. Pour Marut, pour l’essentiel, les cadres du MFDC ont de fait renoncé au ‘’rêve’’ de l’indépendance même s’ils ne le disent pas ou ne le reconnaissent pas tout à fait.
Marut a par ailleurs expliqué que les nouvelles attaques du MFDC peuvent également s’expliquer par la perspective de la présidentielle de 2012, dans la mesure où la Casamance a toujours constitué l’un des bastions du Parti démocratique sénégalais (‘PDS, au pouvoir). La situation en Casamance semblait pourtant revenir à la normale depuis quelques années avec notamment un retour progressif de populations réfugiées en Guinée Bissau et en Gambie voisines, suite notamment à la signature, en 2004, d’un accord de paix entre l’Etat sénégalais et le MFDC. Selon des analystes, le MFDC semble s’être désintégré en plusieurs entités rivales qui se disputent le leadership du mouvement, depuis le décès, en janvier 2007, de son leader historique, l’abbé Diamacoune Senghor. Ces derniers ont, sous l’égide de leur secrétaire général Jean-Marie François Biagui, émis récemment le vœu de transformer cette organisation en parti politique. Le leadership de M. Biagui est contesté par certains membres du MFDC, qui n’ont pas participé aux ‘’états généraux du processus de paix en Casamance’’. BK/OID

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rom, Sinti e Caminanti in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Forum PA Giornata  Conclusiva

Image by Forum PA via Flickr

Martedì Roma 14 giugno 2011 – ore 15.00 Piazza di S.Egidio 3/A Sala della Pace Comunità di Sant’Egidio Intervengono:
• Mara Carfagna Ministro delle pari opportunità
• Pietro Marcenaro Presidente della Commissione diritti umani del Senato
• Andrea Riccardi Professore di storia contemporanea, Università di Roma Tre
• Modera: Corradino Mineo Direttore di Rainews 24

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agenda sindaco di Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2011

Roma 11/4/2011  Ore 13: Campidoglio – Sala delle Bandiere Il sindaco, Gianni ALEMANNO, e l’assessore al Bilancio, Carmine LAMANDA, presentano alla stampa il bilancio di previsione 2011-2013.
Ore 17.20: Palazzo Borromeo – Via delle Belle Arti 2 Il sindaco, Gianni ALEMANNO, partecipa alla presentazione del volume di Andrea Riccardi “Giovanni Paolo II La biografia”. Oltre all’autore e al Sindaco saranno presenti il Cardinale Leonardi Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, Gianni Letta, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Ambasciatore d’Italia presso   la Santa Sede  Francesco Maria Greco e Joaquin Navarro Valls, Presidente Advisory Board Università Campus Bio-Medico.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Giovanni Paolo II. La Biografia”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 marzo 2011

This image shows Andrea Riccardi. The image wa...

Image via Wikipedia

Napoli 31 marzo 2011 ore 17,00 Basilica di Santa Restituta Duomo presentazione del libro del Prof. Andrea Riccardi – Edizioni San Paolo Interverranno: S.E. il Card. Crescenzio Sepe, Arcivescovo Metropolita di Napoli, il Prof. Giuseppe Galasso, storico, il Dr. Massimo Franco, giornalista. Modererà il Dr. Angelo Scelzo, Sottosegretario del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali.  Sarà presente l’Autore.   Giovanni Paolo II, protagonista per più di un quarto di secolo sulla scena mondiale, è stato definito il papa slavo, colui che ha dato il colpo di grazia all’Unione Sovietica e al suo impero, l’uomo del secolo. Più semplicemente, egli riteneva di aver ricevuto il compito di introdurre la Chiesa nel nuovo millennio. Questo era il senso del suo viaggio condotto, secondo la sua convinzione, dal filo invisibile della Provvidenza. Questa guida nascosta l’aveva sottratto alla guerra e alle deportazioni di cui erano caduti vittima tanti suoi compagni; l’aveva chiamato alla vita sacerdotale; l’aveva scelto come vescovo e come papa. Ancora nel 1981 questo scudo di grazia l’aveva protetto in occasione dell’attentato in piazza San Pietro. Una volta ristabilito, Giovanni Paolo II ampliò ulteriormente il suo raggio d’azione. Al servizio della Chiesa cattolica, egli si impegnò a favorire l’unione tra i cristiani, l’amicizia con l’ebraismo, il dialogo tra le religioni, la pace nel mondo. Al termine della sua vita, consumato dalla dedizione, commosse il mondo con la sua sofferenza. L’opera di Andrea Riccardi, storico e fondatore della Comunità di Sant’Egidio che conobbe e collaborò a lungo con il papa polacco, è la prima vera biografa scritta su base scientifica e testimoniale di un papa che ancora vive nel ricordo di credenti e non credenti.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giovanni Paolo II: La biografia

Posted by fidest press agency su sabato, 26 marzo 2011

Papa Giovanni Paolo II alla Malatestiana

Image via Wikipedia

Giovanni Paolo II, protagonista per più di un quarto di secolo sulla scena mondiale, è stato definito il papa slavo, colui che ha dato il colpo di grazia all’Unione Sovietica e al suo impero, l’uomo del secolo. L’opera di Andrea Riccardi, che conobbe da vicino il pontefice, è la prima vera biografia scritta su base scientifica e testimoniale di un papa che ancora vive nel ricordo dei credenti e di tanti uomini. di Andrea Riccardi Edizioni San Paolo562 pagine € 24,00

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno: “Immigrazione e identità nazionale”

Posted by fidest press agency su sabato, 9 gennaio 2010

Roma 11 gennaio ore 16 presso la sala Consiglio del Palazzo della Cooperazione, in via Torino 146, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, concluderà il convegno “Immigrazione e identità nazionale. Verso un modello italiano”. All’iniziativa, organizzata dalla Fondazione Nuova Italia, prenderanno parte Alfredo MANTOVANO, sottosegretario del ministero dell’Interno, Isabella BERTOLINI, relatrice alla Camera della legge sulla cittadinanza, Sergio CHIAMPARINO, presidente Anci e sindaco di Torino, Flavio TOSI, sindaco di Verona, Federica GUIDI, presidente Confindustria giovani, Luigi NEGRI, vescovo della diocesi San Marino – Montefeltro, Andrea RICCARDI, professore ordinario di Storia contemporanea e fondatore della Comunità di Sant’Egidio, Carlo PANELLA, giornalista e saggista, Giuseppe SACCO, professore  ordinario di Relazioni e Sistemi economici internazionali. A moderare l’incontro sarà la giornalista Monica MAGGIONI.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »