Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 55

Posts Tagged ‘andy warhol’

Le 100 opere di Andy Warhol

Posted by fidest press agency su martedì, 4 dicembre 2018

Cortina dal 7 dicembre 2018 al 22 aprile 2019 al Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi oltre 100 opere di Andy Warhol raccontano la storia del più pungente interprete della società di massa e del consumismo, illuminante sociologo dell’America Anni ‘60: Andy Warhol Superstar.
Andrew Warhol Jr è stato non solo il più acuminato interprete della società di massa e del consumismo, folgorante sociologo dell’America Anni ‘60, ma è stato anche colui che ha saputo trasformare in arte i feticci dell’immaginario collettivo americano, anticipando l’instaurarsi del potere dei mass media.
Andy Warhol fotografo, regista, designer e illustratore, padre della Pop Art che ha trasformato in icone la Coca Cola, Elvis Presley, la Campbell’s Soup, Liz Taylor e Marilyn Monroe, il biglietto del dollaro e Jackie Kennedy.
Andy Warhol Superstar una definizione che appare scontata e che rimanda alla figura dell’artista simbolo di una New York edonista e scatenata, che diventò punto di riferimento di grandi attori e attrici, rock star, stilisti e persino politici.
La mostra con 140 opere racconta tutto il suo percorso professionale presentandone i capolavori di ogni periodo: partendo dalla coloratissima Liz (1964), passando per i dipinti dei francobolli, come S&H Green Stamps (1965), fatti con stampini ripetuti e più e più volte sulla carta arrivando all’immancabile Marilyn – tra le quali in mostra quelle del 1967, del 1970 e del 1985. E ancora, cinque splendide Cow (dal 1966 al 1978) accanto ad altre super icone: le Brillo Box e i primi Flowers (1964), esposte a suo tempo nella prestigiosa galleria di Leo Castelli come se fossero sgargianti carte da parati. E anche la serie Ladies and Gentlemen (1975), la serigrafia dell’intramontabile Brillo Box (1970), i Flowers (1970 e 1974), i Mao (1972 e del 1974), con i quali Warhol inaugura una nuova pittura meno neutrale e più gestuale senza dimenticare le Campbell’s Soup (1968/69), il Mick Jagger (1975) donato e dedicato da Andy Warhol all’attrice Dalila Di Lazzaro e i Camouflage del 1987.Warhol moriva in quell’anno, dopo essere scampato miracolosamente alla nera signora nel 1968 quando una pazza gli spara al ventre.
Il percorso della mostra che si avvia negli anni Cinquanta, quando Warhol debutta nella commercial art e lavora come illustratore per riviste prestigiose (da Harper’s Bazar al sofisticato New Yorker) e come disegnatore pubblicitario vuole raccontare l’incredibile vita di un uomo, personaggio e artista, che ha cambiato i connotati del mondo dell’arte ma anche della musica, del cinema e della moda, che ha stravolto radicalmente qualunque definizione estetica precedente. I suoi 5 minuti di celebrità continuano ancora.
Con il Patrocinio della Regione Veneto e Provincia di Belluno, del Comune di Cortina d’Ampezzo e Campionati del Mondo di Sci Alpino Cortina d’Ampezzo 2021, la mostra è prodotta e organizzata da Arthemisia ed Eugenio Falcioni, in collaborazione con Art Motors, ed è curata da Gian Camillo Custoza.
ORARI DI APERTURA dal 7 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019 Tutti i giorni
10.30 – 12.30 / 15.30 – 19.30(ultimo ingresso 30 minuti prima)
dall’8 gennaio al 22 aprile 2019 lunedì chiuso da martedì a domenica 15.30 – 19.30(ultimo ingresso 30 minuti prima) Aperture straordinarie lunedì 22 aprile 15.30 – 19.30 (ultimo ingresso 30 minuti prima) Biglietti Intero € 13,00 Ridotto € 11,00

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra Andy Warhol

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 settembre 2018

Roma dal 3 ottobre 2018 Complesso del Vittoriano – Ala Brasini un’esposizione che con oltre 170 opere traccia la vita straordinaria di uno dei più acclamati artisti della storia. E’ stata realizzata in occasione del novantesimo anniversario della sua nascita.
La mostra Andy Warhol è prodotta e organizzata da Arthemisia in collaborazione con Eugenio Falcioni & Art Motors srl e curata da Matteo Bellenghi.Una mostra che parte dalle origini artistiche della Pop Art: nel 1962 il genio di Pittsburgh inizia a usando la serigrafia crea la serie Campbell’s Soup, minestre in scatola che Warhol prende dagli scaffali dei supermercati per consegnarli all’Olimpo dell’arte. Seguono le serie su Elvis, su Marilyn, sulla Coca-Cola.
L’esposizione, con le sue oltre 170 opere, vuole riassumere l’incredibile vita di un personaggio che ha cambiato per sempre i connotati non solo del mondo dell’arte ma anche della musica, del cinema e della moda, tracciando un percorso nuovo e originale che ha stravolto in maniera radicale qualunque definizione estetica precedente.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Andy Warhol e New York Anni ‘80

Posted by fidest press agency su domenica, 24 dicembre 2017

Andy WarholBologna 28 settembre – 25 febbraio 2019 Palazzo Albergati. La mostra racconta una storia che inizia nel 1968 quando Andy Warhol, dopo essere stato vittima di un attentato (che per poco non gli costa la vita) da parte di Valerie Solanas, cambia il proprio metodo di lavoro limitandosi in larga parte a realizzare ritratti su commissione e divertendosi a scattare migliaia di foto con la polaroid.
Partendo dal periodo più riflessivo dell’artista (subito dopo questo episodio), le opere esposte a Palazzo Albergati raccontano il decennio successivo, quei sette anni in cui Warhol torna al centro della vita artistica e sociale di New York: in mostra quegli anni ’80 quando l’artista si pone quale autentico punto di riferimento generazionale per i giovani che in lui vedono un guru assoluto.
Accanto agli iconici portraits di Gianni Agnelli, Sandro Chia, Lucio Amelio, Giorgio Armani, Joseph Beuys, Marcel Proust, Man Ray, Lenin a raccontare i magnifici anni ’80 anche opere di Jean-Michel Basquiat, Keith Haring, Kenny Scharf, Donald Baechler, Ronnie Cutrone, Peter Schuyff, Julian Schnabel, David Salle, Robert Longo, Alex Katz, Francesco Clemente, Jeff Koons, Allan McCollum, Haim Steinbach, Richard Prince, Sherrie Levine, Cindy Sherman, Barbara Kruger, Jenny Holzer e Robert Mapplethorpe. (foto: Andy Warhol)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Andy Warhol, un artista religioso?

Posted by fidest press agency su sabato, 29 gennaio 2011

Roma 3 febbraio 2011 ore 18.30 Largo Toniolo 21-22 Centro culturale San Luigi di Francia (Ambasciata di Francia presso la Santa Sede) Conferenza di Alain Cueff, storico dell’arte, curatore della mostra “Le Grand monde d’Andy Warhol” al Grand Palais di Parigi nel 2009, autore di Warhol à son image [Flammarion, 2009]. Dall’immagine di un artista superficiale ed ironista che Warhol ha coltivato tutta la sua vita alla lettura di un’opera impregnata di un cattolicesimo tormentato: Alain Cueff si adopera per mostrare l’influenza della “cultura bizantino-cattolica” di Warhol, l’impatto fondamentale della religione sulla sua opera, che finora era stato tenuto sotto silenzio.
Famoso, assurto rapidamente allo status di star, provocatore, Andy Warhol non ha mai smesso di proporre ad una società che glielo chiedeva, un’immagine falsata, costruita su malintesi, bugie ed un’ironia permanente. Per quanto erroneo sia, questo ritratto, che poco importava all’artista, deve essere preso in considerazione, analizzato e superato in modo che l’opera di Warhol si riveli in tutta la sua autenticità. Notato negli anni ‘60, lo stretto rapporto intrattenuto da Warhol con la religione aveva suscitato sorpresa ed incomprensione. Era il personaggio di Warhol più che l’opera che sembrava svelarsi sotto una nuova luce; ma, secondo Alain Cueff, la religione ha avuto anche “un’incidenza sulla sua strategia e la sua opera” e sarebbe riduttivo non tenerne conto. L’autore di “Warhol à son image” non pretende rivoluzionare l’analisi dell’opera warholiana con questa idea ma piuttosto reinterpretare quest’opera alla luce del sacro, superando l’immagine fittizia che l’artista aveva accuratamente costruita. [basato su  un articolo di Cécile Larrigaldie]
Nel corso dell’anno 2011, il Centro San Luigi si preoccupa di definire il posto del sacro e della spiritualità nella creazione contemporanea. Incontri, mostre e concerti  esploreranno l’incontro tra la ricerca spirituale e i diversi tipi di espressione artistica.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polaroids

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 novembre 2010

Roma fino al 26/12/2010 Via Palermo, 51-53 Doozo Andy Warhol, Carlo Mollino, Yasumasa Morimura, Nobuyoshi Araki, Mario Schifano La mostra Polaroid presso la Galleria Doozo celebra la vittoria di un progetto considerato impossibile: il ritorno in commercio dei film pack della fotocamera che ha rivoluzionato il modo di fotografare e il concetto stesso di fotografia, che ha ispirato generazioni di artisti creando un’estetica nuova e irripetibile.
In mostra alla Galleria Doozo opere che attraversano cinque decadi della storia della fotografia. Le Polaroids di Andy Warhol (1928-1987), capolavori che rappresentano un corpus eccezionale e relativamente sconosciuto della sua carriera artistica, quelle di Mario Schifano (1934-1998) attimi di furore creativo ed energia dionisiaca. Le opere di Carlo Mollino (1905-1973) rendono accessibili spazi privati e momenti di privacy, mentre quelle di Yasumasa Morimura (n. 1951) sono contaminazioni iconografiche tra l’Oriente e l’Occidente contemporanei, ibridi della massificazione globale. Infine, le Polaroids di Nobuyoshi Araki (n.1940), tra i fotografi giapponesi piu’ acclamati, il ribelle che ha scandalizzato un intero sistema con la sua estetica erotica e sofisticata. Polaroid esalta l’immediata soddisfazione intellettuale e fisica che offre questa icona degli anni ’60, quella complicità che si instaura tra chi guarda e chi e’ guardato.(polaroids)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Posa d’artista

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 aprile 2010

Mestre (VE) fino al 30/5/2010 via Carducci 32 Centro Regionale di Cultura Veneta Paola di Rosa Settembrini Ritratti a Venezia dall’archivio Graziano Arici 1946/2010 Una parata di grandi artisti, la nuova mostra intitolata Posa d’artista. Ritratti a Venezia dall’archivio Graziano Arici 1946/2010. La mostra, composta da oltre 120 fotografie in bianco e nero e a colori di Graziano Arici e circa 30 provenienti al suo archivio – il piu’ ricco in Italia per i ritratti di artisti- e’ prodotta e organizzata dal Centro Culturale Candiani e dalla Regione del Veneto-Mediateca Regionale. Da Salvador Dali’ a Pegghy Guggenheim, da Matisse a Juan Miro’, da Picasso a Andy Warhol, ma anche Lucio Fontana e de Pisis, per arrivare a Jeff Koons e Maurizio Cattelan, sono tantissimi gli artisti in posa a “giocare”. Altri ancora sono al lavoro cosi’ da poterne catturare la relazione profonda con la loro opera: Luciano Fabro, Rebecca Horn, Jannis Kounellis, Giulio Paolini, Gilberto Zorio… Catalogo Marsilio da lunedi’ a venerdi’ 15.30 – 19.30, sabato e festivi 10.30 – 12.30 e 15.30 – 19.30, chiuso 1 maggio  Ingresso libero (posa d’artista)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »