Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 302

Posts Tagged ‘ania’

Rc auto: compagnie pronte a iniziative per assicurati

Posted by fidest press agency su domenica, 19 aprile 2020

Ania ha annunciato che le compagnie assicurative metteranno in campo delle iniziative specifiche, studiate in piena autonomia, per restituire alla collettività il beneficio derivante dal calo della frequenza dei sinistri verificatesi in questo periodo.”Bene, ma l’impegno è troppo generico, oltre che tardivo. Non solo, infatti, si tratta di una dichiarazione fatta solo dopo l’approvazione del Cura Italia da parte del Senato, che ha previsto la possibilità di sospendere l’rc auto fino al 31 luglio, ma soprattutto perché queste iniziative, che non possono che vedere una consistente riduzione dei premi applicati, non possono essere messe in campo quando l’emergenza Coronavirus sarà finita, ma ma subito, ora, mentre le famiglie sono in difficoltà” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ania: premio rc auto più alto di 117 euro rispetto Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

Secondo l’Ania, i prezzi dell’rc auto sono scesi nell’anno del 2,5% e del 27% in 5 anni.”Non basta! Al di là del fatto che secondo quanto sostenuto pochi giorni fa dal presidente dell’Ivass durante la presentazione della Relazione annuale nel quinquennio 2013-17 il premio medio, al netto delle componenti fiscali e parafiscali, è sceso di quasi un quarto, ossia meno del 25% e non del 27% come sostiene oggi l’Ania, il punto è che, pur essendoci stata una riduzione del prezzo dell’rc auto, permane un intollerabile divario con l’Europa” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”A fine 2016 il premio medio della r.c. auto in Italia, al netto delle tasse, risulta più alto di 117 euro rispetto alla media dei principali quattro paesi europei, ossia Francia, Spagna, Germania, Regno Unito. Una disparità inaccettabile che andrebbe ridotta al più presto” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I premi per il ramo Rc auto nel 2016 sono in calo

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 luglio 2017

salone auto1Secondo l’Ania, i premi per il ramo Rc auto nel 2016 sono in calo, con una flessione del 5,6% rispetto al 2015. Si è inoltre ridotto il gap tariffario a 100 euro, rispetto alla media di Francia, Germania, Regno Unito e Spagna.
“Peccato che pochi giorni fa l’Ivass abbia riportato nella relazione annuale un divario con Germania, Francia e Spagna pari a 140 euro” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Inoltre, sempre secondo l’Ivass, la riduzione del premio medio così come la lieve attenuazione del divario all’interno del paese, non è dovuto alla magnanimità o alla maggiore efficienza delle compagnie assicurative ma più semplicemente alla riduzione della circolazione dovuta alla crisi economica. Vedremo, quindi, se proseguirà il trend di discesa, anche nel 2017, a fronte di un aumento della circolazione e, conseguentemente, dei sinistri” conclude Dona.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conferenza stampa di presentazione dei risultati del progetto “Sei sicuro?”

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 maggio 2016

RomaRoma 3 maggio 2016 – ore 11 FNSI – Sala Azzurra Corso Vittorio Emanuele II, 270 conferenza stampa di presentazione dei risultati del progetto “Sei sicuro?”, un’indagine sul rapporto tra i giovani e i temi previdenziali sviluppata all’interno del programma di ricerca “Gli scenari del welfare” promosso dal Forum ANIA-Consumatori. Nel corso della conferenza verrà presentato alla stampa il rapporto di ricerca “Sei sicuro?” sulla consapevolezza e sensibilità dei giovani in materia di risparmio, investimenti e previdenza, elaborato da Eures – Ricerche Economiche e Sociali. Il rapporto costituirà un importante strumento di riferimento per la lettura della consapevolezza dei giovani sul tema e le forme previdenziali offerte sul mercato.
Il progetto nasce con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani su tematiche indispensabili per scelte complesse che li attendono nei diversi ambiti di vita: prevenzione, gestione dei rischi, previdenza, pianificazione e assicurazione e promuovere, nei giovani che cominciano ad affacciarsi alla vita lavorativa, una maggiore consapevolezza del rischio e una cultura della sua prevenzione e gestione nel percorso di vita, al fine di incentivare comportamenti corretti e consapevoli in grado di tutelare il proprio benessere futuro.
Per questo l’Adoc ha promosso una indagine campionaria, realizzata da Eures – Ricerche Economiche e Sociali somministrando un questionario ad un campione di 1200 giovani di età compresa tra i 18 e 35 anni, su tutto il territorio nazionale.Programma
Ore 11 – Introduzione progetto “Sei sicuro?” a cura di Adoc
Ore 11.15 – Intervento dei relatori:
· Fabio Piacenti, Presidente Eures – Ricerche Economiche e Sociali
· Giacomo Carbonari, Segretario Generale del Forum Ania-Consumatori
· Roberto Tascini, Presidente Adoc
Ore 12.50 – Chiusura dei lavori

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assicurazioni: incontro Ania

Posted by fidest press agency su martedì, 13 luglio 2010

All’indomani dell’assemblea dell’ANIA soluzioni alle criticità presenti nel settore assicurativo possono trovare soluzione solo grazie alla concertazione e alla condivisione all’interno di un percorso comune. Dal tavolo permanente proposto dal presidente dell’Isvap, Giancarlo Giannini, per affrontare e superare le criticità del sistema assicurativo italiano, Adiconsum lancia la proposta di creazione di Enti bilaterali nel settore assicurativo, così come positivamente sperimentato in altri settori dei servizi, del commercio e dell’industria. Le criticità legate all’Rc auto (vacillare della procedura di risarcimento diretto, aumento delle frodi, fenomeno dei non assicurati, danno biologico fuori controllo, aumenti tariffari, scarsa efficienza del servizio, diminuita presenza sul territorio, mutualità) non lasciano dubbi che sia arrivato  il momento di condividere percorsi e soluzioni nuove.   Pur prendendo atto delle preoccupazioni dell’ANIA, Adiconsum ricorda che dove non c’è concertazione, non c’è sviluppo. La concertazione non può più limitarsi ad accordi per la soluzione del singolo problema, ma deve operare sull’evoluzione del mercato, sulla continua osservazione delle esigenze, sulla condivisione dell’informazione, sulla formazione comune e sul potenziamento delle procedure pre-giudiziali, che limitino e depotenzino l’insorgenza di contrasti e controversie. Adiconsum chiede, pertanto, all’ANIA un incontro teso ad un approfondimento della proposta ed ad uno studio di fattibilità delle procedure indicate,  anche in virtù del prossimo utilizzo obbligatorio del tentativo di mediazione che, se non condiviso, potrebbe arrecare un ulteriore aumento dei costi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assicurazioni: subito l’Agenzia antifrode

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2010

“Per diminuire il numero e la gravità degli incidenti è necessario istituire finalmente un’Agenzia antifrode per i sinistri auto. Finora è mancata la volontà di combattere seriamente il fenomeno dei sinistri fraudolenti o gonfiati, perché è più semplice aumentare i prezzi delle polizze facendo così pagare agli assicurati diligenti i costi derivanti dalle truffe”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), commentando la relazione del Presidente dell’Ania Fabio Cerchiai. “Secondo i dati dell’Isvap riferiti al 2005 -osserva Dona- sarebbero collegati ad attività fraudolenta oltre 90 mila sinistri l’anno, il 3 per cento del totale contro il 5 per cento della Francia e il 10 per cento della Gran Bretagna. Se è vero, come sostiene l’Ania, che il dato relativo all’Italia non corrisponde alla realtà, qual è allora quello veritiero? La risposta è molto importante perché l’incidenza della “sinistrosità fraudolenta” sui prezzi è diventata un fattore fondamentale, poiché determina la differenza di prezzo di una polizza tra una provincia e l’altra e quindi fornisce la giustificazione degli aumenti tariffari che hanno reso l’Italia negli ultimi quindici anni il Paese con le polizze più care d’Europa”.  “Se solo si decidesse di contrastare con decisione il fenomeno dei sinistri fraudolenti -conclude Dona- i prezzi delle tariffe potrebbero scendere anche  del 15 per cento”.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »