Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘animali’

Punture di insetti e morsi di animali: cosa fare?

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 luglio 2019

Dai ragni alle zecche, dalle zanzare alle pulci, dalle cimici agli imenotteri, passando per le meduse e le tracine, fino ad arrivare alle vipere. Al mare come in montagna, in Italia come in Paesi esotici, in estate sono sempre più frequenti le punture di insetti e i morsi di animali che, se non curati correttamente, possono rappresentare un rischio per la salute. L’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici (WAidid) fornisce, quindi, alcune raccomandazioni utili per affrontare incontri (non proprio desiderati) con insetti e altri animali.Qui di seguito le raccomandazioni di WAIDID per affrontare brutti con insetti e altri animali
RAGNI Sebbene il 98-99% dei loro morsi sia innocuo, nei casi restanti il morso comporta ferite necrotiche, tossicità sistemica e, più di rado, la morte. Se la lesione non causa sintomi troppo intensi, per limitare i disagi si possono attuare delle semplici manovre di pronto soccorso (es. applicazione di ghiaccio, riposo e sollevamento dell’arto). Nel caso in cui si sviluppi una reazione più grave (allergia o tossicità sistemica), è consigliabile richiedere l’intervento medico immediato. In Italia, le specie il cui morso è di importanza medica per l’uomo sono principalmente tre: Il Loxosceles rufescens, comunemente chiamato “ragno violino” per via di una macchia scura presente sul dorso a forma di violino (Sardegna, Sicilia e isole minori) ; Lycosa tarentula, o tarantola, ragno ricoperto di peli neri e marroni (si trova nel centro e sud italia); Latrodectus mactans, conosciuto anche come “vedova nera”(soprattutto nel Nord America) .
ZECCHE. La caratteristica della zecca è quella di inserirsi sottopelle. Per questo la prima cosa da fare è procedere con la sua rimozione attraverso una procedura ben precisa. E’ opportuno afferrare la zecca con una pinzetta dalle punte sottili. Il movimento volto ad estrarre il parassita non dovrà essere deciso, bensì continuo e rotatorio. In alcuni casi, potrebbe rimanere comunque qualche traccia della zecca che andrebbe rimossa, in tempi brevi, mediante un ago sterile. Una volta eliminata, è opportuno disinfettare l’area interessata dal morso e tenerla sotto costante osservazione per un mese. La puntura di zecca può trasmettere all’uomo malattie molto pericolose. Un esempio ne sono la malattia di Lyme (diffusa in Friuli Venezia Giulia, Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige) e la meningoencefalite da zecche (diffusa in Veneto e, in generale, nell’Europa settentrionale e centro orientale).
ZANZARA TIGRE Nel nostro Paese Aedes albopictus (zanzara tigre, caratterizzata dal corpo nero a bande trasversali bianche sulle zampe e sull’addome), attiva al mattino presto e al tramonto da marzo fino all’inizio di dicembre, è vettore di malattie come la febbre di Chikungunya e la Dengue, che possono manifestarsi con sintomi simil-influenzali o con manifestazioni neurologiche. La terapia è esclusivamente sintomatica.
PULCI Le punture delle pulci degli animali domestici (es. gatti e cani) nell’uomo provocano delle piccole lesioni di tipo eritemato-pomfoide che circondano il punto in cui la pulce ha morso l’ospite. Sembrano prediligere gli arti inferiori. Eventualmente, per ottenere sollievo, è possibile fare impacchi di ghiaccio sulle lesioni. Tuttavia, se i pomfi o le vescicole derivanti dalle punture delle pulci sono particolarmente fastidiose, possono essere utilizzati cortisonici per uso topico. In caso di reazioni allergiche sistemiche, si possono antistaminici per uso topico o sistemico. Fondamentale è la prevenzione con trattamenti antiparassitari negli animali domestici e, in caso di infestazioni da pulci in casa, è opportuna una adeguata disinfestazione effettuata da aziende specializzate.
CIMICI DA LETTO Comuni negli alberghi, si annidano in punti nascosti tra materassi e cuscini, ma talvolta anche in divani e poltrone. Causano punture molto fastidiose, anche se in pochi giorni spariscono. Chi soffre di allergia alla saliva delle cimici, può sviluppare bolle e lesioni difficili da guarire. Per eliminarle definitivamente, si raccomanda di fare una lavatrice di vestiti e indumenti vari a 90°.
IMENOTTERI Nel caso di punture di api, vespe e calabroni, se ancora presente il pungiglione, è necessario provvedere alla sua rimozione entro 20 secondi controllando che non rimangano residui. Impacchi di ghiaccio, da applicare per almeno 20 minuti, saranno utili per lenire il dolore e diminuire l’infiammazione. Lavare poi con acqua fredda. È utile anche identificare, se possibile, l’insetto responsabile. Nel caso in cui tali precauzioni non siano sufficienti, sarà necessaria la somministrazione di cortisonici per uso topico ed eventualmente antistaminici per via orale. Va valutata la possibilità di reazioni allergiche. Se il paziente presenta orticaria ed edema, potrà essere trattato solo con un ciclo orale di antistaminici e steroidi e dovrà essere tenuto sotto osservazione per almeno 4 ore. Se la situazione si presenta in modo più severo, ovvero con crisi respiratorie o dolori addominali, il farmaco di prima scelta è rappresentato dall’adrenalina.
VIPERA Le vipere italiane hanno un morso che risulta fatale soltanto nello 0,1% dei casi e quasi sempre la mortalità dipende da complicazioni collaterali come reazioni allergiche, infarti o ictus e non dall’effetto diretto del veleno. Le vipere del Trentino e quelle dell’Appennino tosco-emiliano generalmente hanno un veleno più concentrato. La persona morsa deve evitare qualsiasi movimento perché questo velocizzerebbe la distribuzione del veleno nell’organismo. Per questo, la posizione ideale è quella supina. La porzione di cute interessata deve essere lavata con acqua e sapone, poi disinfettata con soluzioni prive di alcol dal momento che questo aumenta la tossicità del veleno. Se il morso è localizzato nell’arto superiore, è consigliabile sfilare anelli e bracciali o orologi prima della comparsa del gonfiore. Deve essere poi applicato un laccio a circa 5-6 cm a monte della ferita per fermare la circolazione linfatica che veicola il veleno. Attenzione però a non stringere eccessivamente il laccio (deve poterci passare un dito) perché si corre il rischio di bloccare la circolazione sanguigna. Sulla zona del morso può essere applicato del ghiaccio. Si possono somministrare bevande eccitanti come the o caffè perché aiutano ad evitare un pericoloso calo pressorio. Indispensabile è il trasporto dell’infortunato al Pronto Soccorso (muovendolo il meno possibile!).
MEDUSA Le punture di medusa provocano bruciore e prurito intenso, mentre sulla pelle rimane una zona eritematosa ed edematosa con possibile formazione di una bolla. Dopo una puntura di medusa, è necessario disinfettare con acqua di mare e poi con bicarbonato medicando, poi, la parte con un gel a base di cloruro d’ alluminio. La stessa cura può risultare efficace anche in caso di contatto con le attinie o anemoni di mare. Non usare ammoniaca, limone, aceto, o alcol. Non strofinare o grattare perché si corre il rischio di mandare in circolo le tossine rilasciate. Non utilizzare pinzette per rimuovere eventuali frammenti di tentacoli perché la lacerazione di tessuti provocherebbe la fuoriuscita di tossine. Non disinfettare con acqua dolce, troppo fredda o ghiaccio.
TRACINA (O PESCE RAGNO) Tipiche dei fondali sabbiosi da 2 a 50 metri di profondità, può capitare che, passeggiando o giocando sul bagnasciuga, si poggi inavvertitamente una mano o un piede sui suoi aculei. Questi penetrano nella pelle e rilasciano una tossina che provoca un dolore immediato molto intenso, il punto di inoculazione del veleno si arrossa e si gonfia. Talvolta possono comparire formicolii, perdita di sensibilità nella parte interessata dalla puntura, nausea, vomito e febbre. Per alleviare il dolore bisogna sciacquare la parte colpita con acqua dolce. Procedere, eventualmente, con la rimozione degli aculei conficcati nella pelle. Poi, considerando che il calore distrugge il veleno e ne blocca la diffusione, è utile mettere il piede sotto la sabbia molto calda (o anche acqua calda): questo dona un’immediata sensazione di sollievo. Evitare assolutamente di applicare ghiaccio o ammoniaca. Il veleno della tracina non è considerato “pericoloso” per l’uomo, anche se il dolore intenso può sfociare in nausea, vomito e qualche linea di febbre, soprattutto nei più piccoli. (by GAS Communication)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Giostra Cavalleresca di Sulmona dalla parte degli animali

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 luglio 2019

Per celebrare i suoi XXV anni e garantire il benessere dei cavalli sono stati approvati una serie di accorgimenti in più: aumentato il numero di visite ai cavalli e ai cavalieri, nessuna sbarra alla partenza ma solo due palafrenieri in campo per garantire la sicurezza dell’animale, messi al bando ogni genere di aiuti artificiali, come speroni e frustini. A più di tre secoli di distanza la magia di questo evento, previsto il 27 e 28 luglio, torna grazie al progetto messo in atto prima dal Comitato Promotore e poi dall’omonima Associazione Culturale, che continuano a sottolineare il forte legame con il territorio, le sue tradizioni, quell’innato senso di appartenenza e di identità. E, soprattutto, quest’anno si mira a sottolineare il forte legame che unisce l’uomo e il cavallo, anche portando in campo, per la prima volta, alcune dimostrazioni di Ippoterapia, la tecnica “medica” dalle antiche origini che consente agli umani di migliorare il proprio stato di salute proprio grazie alla estrema sensibilità ed intelligenza di questi meravigliosi animali. Una disciplina che nel tempo ha assunto un ruolo fondamentale riuscendo ad inserirsi perfettamente nell’ambito della “Pet Therapy”. E così durante le giornate clou della Giostra sarà possibile apprendere i benefici derivanti da questa terapia. A presiedere da quest’anno la Commissione Veterinaria della Giostra Cavalleresca sarà il medico veterinario Nicola D’Alterio, direttore sanitario dell’istituto Zooprofilattico di Teramo. Altra grande novità l’arrivo del nuovo volto della Regina Giovanna d’Aragona, interpretato dalla conduttrice televisiva Simona Ventura, orgogliosa di essere stata scelta per un ruolo così importante, ricoperto lo scorso anno dalla show girl Valeria Marini che aveva rilevato il testimone dall’attrice Maria Grazia Cucinotta. Il Palio, che per la prima volta porta la firma di una donna, la pittrice Cristina Balzarini, è divenuto nel tempo un punto di riferimento importante dal punto di vista culturale e turistico per la Regione Abruzzo, tanto da richiamare l’attenzione di migliaia di turisti affascinati dalle ricchezze artistiche, storiche, ambientali di Sulmona e comuni adiacenti.La rievocazione del corteo storico, partenza ore 16.00 dalla cattedrale di San Panfilo, attraversa le vie e le piazze della città riproducendo fedelmente i costumi di epoca rinascimentale. Applausi, emozioni intense accompagnano l’arrivo del corteo al campo di gara, ore 18.00 in Piazza Maggiore, dove fin dal tempo antico si svolgevano i mercati e le fiere. Un grande spazio di mq 12.150, proprio nel cuore di Sulmona circondato da antichi palazzi, un importante acquedotto medievale esulo sfondo le cime dell’Appennino che circonda l’incantevole località. Grande attesa per la “Grande Fiera Storica Città di Sulmona” che sarà inaugurata da Gianluca Foresi il 2 Agosto alle ore 18.00, nello splendido scenario del plateatico della chiesa della S.S. Annunziata, con la presentazione dei gruppi musicali, gli artisti di strada e i giocolieri che animeranno la Città fino alla notte del 4 Agosto.Il 3 Agosto, come ormai da tradizione, alle 21.30 sarà di scena la “Giostra Cavalleresca di Europa”, una ricorrenza che riunisce a Sulmona varie città europee in una unica manifestazione ed ognuna con una delegazione di figuranti in costume storico, tra danze antiche, armi, archibugieri, musici, falconieri, sbandieratori, teatranti, canto, cariche di lanzichenecchi, balestre.Il tutto si concluderà alle 22.30 del 4 Agosto in Piazza Garibaldi con il concerto live dell’artista internazionale “Hevia”, che con le sue musiche ci porterà a rivivere altri tempi. (by Federica Rinaudo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I deputati europei chiedono di migliorare le condizioni di trasporto degli animali

Posted by fidest press agency su sabato, 16 febbraio 2019

Bruxelles In una risoluzione non legislativa adottata giovedì con 411 voti favorevoli, 43 contrari e 110 astensioni, i deputati hanno rinnovato l’appello del Parlamento del 2012 per un’applicazione corretta e uniforme della normativa UE del 2005 sulla protezione degli animali durante il trasporto, sistematicamente violata in alcuni Stati membri dell’UE.
I deputati ritengono che la Commissione europea dovrebbe imporre sanzioni agli Stati membri che non applicano correttamente il regolamento. I Paesi dell’UE dovrebbero perseguire le violazioni con sanzioni efficaci e armonizzate, come la confisca dei veicoli e l’aggiornamento professionale obbligatorio del personale responsabile del benessere e del trasporto degli animali.
I deputati chiedono di utilizzare le moderne tecnologie per facilitare l’applicazione delle norme vigenti, sviluppando un sistema di geolocalizzazione che permetta di monitorare la localizzazione degli animali, la durata del viaggio e le eventuali variazioni degli orari di trasporto.Propongono inoltre di implementare una strategia per il benessere degli animali per il periodo 2020-2024 e di definire chiaramente cosa si intenda per idoneità al trasporto degli animali.
I deputati chiedono inoltre un aggiornamento delle norme UE sul trasporto degli animali sulla base delle conoscenze scientifiche più recenti per garantire una ventilazione e un controllo della temperatura sufficienti, adeguati sistemi di abbeveraggio e alimenti liquidi, densità di bestiame ridotte e veicoli adeguati alle esigenze di ciascuna specie.
I deputati affermano che i tempi di viaggio degli animali dovrebbero essere il più possibile brevi e sostengono l’uso di impianti locali o mobili per la macellazione e la lavorazione della carne vicino al luogo di allevamento, nonché i circuiti di distribuzione ridotti e le vendite dirette.Esortano inoltre la Commissione a definire tempi di trasporto adeguati per le diverse specie e sviluppare, ove possibile, una strategia per passare dal trasporto di animali vivi a quello di carni e carcasse e di materiale germinale.I deputati insistono infine sul fatto che, a meno che gli standard di trasporto nei paesi terzi non siano allineati a quelli dell’UE e adeguatamente applicati, l’UE dovrebbe cercare di attenuare le differenze attraverso accordi bilaterali o, se questo non è possibile, vietare il trasporto di animali vivi verso tali paesi.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Seminario di Bioetica “Gli animali nella ricerca”

Posted by fidest press agency su sabato, 17 novembre 2018

Parma lunedì 19 novembre, alle ore 9, nell’Aula Magna dell’Università di Parma seminario di Bioetica “Gli animali nella ricerca” organizzato dal Centro Universitario di Bioetica (UCB) dell’Università di Parma.Interverranno Simone Pollo dell’Università La Sapienza di Roma, che parlerà di “Etica e storia delle relazioni umani-animali: sperimentazioni e non solo”: per discutere delle molte questioni etiche che la sperimentazione solleva è necessario collocare questa pratica nel più ampio scenario della storia biologica e culturale con il mondo non umano; seguirà Luca Bonini dell’Università di Parma, con un intervento dal titolo “Gli animali in neuroscienze: il cervello umano allo specchio” – studiare e capire come funziona il cervello di altri animali permette di comprendere come funziona il nostro cervello; e infine Augusto Vitale dell’Istituto Superiore della Sanità di Roma che interverrà su “Sperimentazione animale: aspetti etici e legislativi”: la necessità di un corretto approccio scientifico all’uso degli animali nella ricerca, di provvedere al loro benessere e minimizzare qualunque tipo di sofferenza. Moderatore del seminario sarà Saverio Bettuzzi, Università di Parma. L’iniziativa è rivolta agli studenti dell’ultimo anno degli Istituti delle scuole superiori di Parma ma è aperta anche agli studenti e al personale docente e tecnico-amministrativo dell’Ateneo di Parma e alla cittadinanza.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

FederFauna: allevatori in prima linea

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 agosto 2017

animali_domesticiGli allevatori in particolare, ma anche i commercianti, i circhi e piu’ in generale tutti coloro che esercitano attivita’ con animali, hanno un ruolo fondamentale nella loro conservazione, senza la quale, noi stessi non esisteremmo.Tiene a precisarlo FederFauna, Confederazione Sindacale degli Allevatori, Commercianti e Detentori di Animali, che per il periodo che va dal 1 settembre, 12ma Giornata Nazionale per la Custodia del Creato, fino al 4 ottobre, ha organizzato una serie di iniziative per rimarcare l’importanza del ruolo dei propri associati nello sviluppo sostenibile e per la cura della casa comune.
Oggi, purtroppo, molti dimenticano che l’allevamento produce ogni giorno nuova vita e che, per continuare a farlo deve preoccuparsi di utilizzare con oculatezza tutte le risorse disponibili. La fauna stessa, infatti, sia selvatica che allevata, e’ una risorsa rinnovabile, e chi ci lavora e’ il primo ad avere interesse che continui ad esserlo.Un concetto tanto lampante quanto avversato dalla lobby animalista, che dichiara falsamente di condurre battaglie a favore degli animali, mentre invece persegue interessi economici e di potere a danno di tutta la comunita’ (il costante calo della zootecnia e delle altre attivita’ con animali in Italia, oltre alle conseguenze dirette in termini di perdita di PIL e posti di lavoro, ha come conseguenza indiretta anche una sempre piu’ preoccupante dipendenza alimentare del Paese) e anche dell’ambiente, come nel caso dell’abbandono dei pascoli montani o le difficolta’ incontrate dalle Amministrazioni per eradicare le nutrie o gestire la fauna selvatica che danneggia l’agricoltura.FederFauna lotta tutti i giorni contro questa deriva, sia presso tutte le sedi istituzionali, che con l’operato quotidiano dei suoi associati: persone eticamente e socialmente responsabili che non solo non causano danno alle altre persone e all’ambiente, ma addirittura vi apportano benefici. Persone il prima linea nella Custodia del Creato.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lettera al Direttore

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

logo-fidest-jpgCaro Direttore, Il Veneto dovrebbe imporre delle sanzioni a coloro che distruggono gli ecosistemi e uccidono degli individui indifesi attraverso la caccia e la pesca, invece di prendersela con le persone compassionevoli che difendono gli animali. Se un gruppo di persone desse la caccia a cani e gatti, per divertimento, noi non lo definiremmo uno “sport” ma maltrattamento – questo è ció che accade anche ai cervi, agli uccelli e agli altri animali. La caccia non è necessaria per la sopravvivenza degli umani e, oggigiorno, la maggior parte dei cacciatori pedinano e uccidono gli animali solo per il brivido di ammazzare un essere vivente. Questa forma di violenza che alcuni chiamano “intrattenimento” distrugge delle famiglie e lascia numerosi animali orfani o gravemente feriti, cosa che spesso succede quando i cacciatori sbagliano a mirare. Lo stesso dicasi per i pesci: nonostante sia stato scientificamente dimostrato che provano dolore, un numero incalcolabile di pesci soffrono terribilmente durante la cattura, soffocano lentamente o vengono fatti a pezzi mentre ancora coscienti. La stragrande maggioranza degli italiani si oppone alla caccia – il Veneto dovrebbe stare al passo coi tempi e mettere fuori legge questo “sport” arcaico e inutile. Cordiali saluti, (Sascha Camilli PETA Foundation 8 All Saints Street N1 9RL London, UK) (n.r. La Fidest si associa a quanto ha scritto il nostro lettore)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Occhio” agli occhi degli animali

Posted by fidest press agency su sabato, 29 ottobre 2016

animali_domesticiOggi la chance di guarigione per gli animali è quasi sovrapponibili a quelle degli umani. Ecco, infatti, che per curare alcune patologie oculari degli amici a quattro zampe arrivano le lenti a contatto e gli occhiali, seppur rigorosamente protettivi. Questa ed altre tematiche sono state al centro del seminario dedicato all’oftalmologia veterinaria, organizzato dall’Ordine dei Medici Veterinari di Roma presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana “M. Aleandri”, durante il quale si è posta l’attenzione sui primi evidenti segnali da non sottovalutare onde evitare potenziali malesseri oftalmici. Avete mai notato se gli occhi del vostro amico a quattro zampe lacrimano eccessivamente, se hanno una mancata o ridotta apertura palpebrale oppure la congiuntiva arrossata? Quello che a volte può essere scambiato per quotidianità può invece nascondere un serio problema. Occhio, quindi, agli occhi dei nostri cani e gatti, ma non solo. I preziosi consigli valgono anche per i cavalli ed “animali non convenzionali” quali conigli, furetti e tartarughe. I relatori, di livello internazionale, hanno ribadito l’importanza di una corretta educazione al trattamento e alla prevenzione, sottolineando come in tale ottica sia fondamentale affidarsi ai veterinari per una prima valutazione ed eventualmente per un successivo riferimento ai colleghi “specialisti della materia”. Il fai da te in questi casi non è mai indicato in quanto l’uso di medicazioni inopportune, non solo non consente la guarigione, ma spesso determina l’insorgenza di complicazioni importanti. Per quanto riguarda l’introduzione delle letti a contatto, state tranquilli, nessuna eccentrica tendenza sta per dare atto all’ennesimo tocco fashion che spesso travolge, loro malgrado, gli animali. Le lenti infatti, vengono impiegate in certe patologie corneali al fine di favorirne la guarigione, così come per prevenire danni dati dalle radiazioni ultraviolette sono disponibili anche appositi occhiali, utilizzati anche nell’intervento post cataratta. Associare ad una visita di controllo generica anche un esame oculare, può in definitiva contribuire a… non “perdere di vista” la salute dei nostri animali. (Federica Rinaudo)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Superbatteri: i deputati vogliono limitare l’uso di antibiotici nell’agricoltura

Posted by fidest press agency su sabato, 5 marzo 2016

batteri patogeniParlamento europeo mercoledì 9 marzo. Per combattere la crescente resistenza dei batteri, come la salmonella e il campylobacter, agli antibiotici attuali, l’uso dei farmaci antimicrobici esistenti dovrebbe essere limitato, mentre si dovrebbero sviluppare farmaci di nuova generazione.Nella votazione di giovedì sulla proposta di modifica della legge UE in materia di medicinali ad uso veterinario, i deputati chiederanno probabilmente di vietare il trattamento antibiotico collettivo e preventivo degli animali e di prendere misure atte a stimolare la ricerca di farmaci di nuova generazione.Secondo il progetto di risoluzione, i medicinali veterinari non devono, in nessun caso, servire a migliorare le prestazioni o a compensare pratiche di allevamento inadeguate. L’uso profilattico degli antibiotici per i singoli animali (cioè come misura preventiva e in assenza di segni clinici d’infezione) deve essere limitato e attuato solo quando è completamente giustificato da un veterinario.Per combattere la resistenza antimicrobica, la nuova legge autorizza la Commissione europea a stabilire quali antimicrobici devono essere riservati esclusivamente al trattamento umano.
Per incoraggiare la ricerca di nuovi antimicrobici, i deputati dovrebbero proporre l’uso di incentivi, tra i quali: periodi più lunghi di tutela per la documentazione tecnica sui nuovi farmaci, protezione commerciale dei principi attivi innovativi e degli investimenti significativi nelle analisi condotte per migliorare un prodotto antimicrobico esistente o per tenerlo sul mercato.
I deputati voteranno giovedì anche la relazione di Claudiu Ciprian Tănăsescu (S&D, RO), che modifica un’altra legge per migliorare la procedura d’immissione sul mercato di medicinali ad uso veterinario, che deve essere separata da quella sui farmaci per gli esseri umani. Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (CEPCM) ha recentemente comunicato che i batteri negli esseri umani, nel cibo e negli animali continuano a mostrare resistenza agli antimicrobici più diffusi. Gli scienziati affermano che la resistenza alla ciprofloxacina, un antimicrobico importante per il trattamento delle infezioni umane, è molto alta nel campylobacter, riducendo così le opzioni per il trattamento efficace delle gravi infezioni alimentari. Anche i batteri di salmonella, resistenti a diversi farmaci, continuano a proliferare in tutta Europa.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Guidare agli Antipodi

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 novembre 2015

australiaPerché un viaggio in Australia può essere considerato il viaggio della vita? Quel che rende questo Paese sinonimo di sogno, non è solo la distanza che lo separa dall’Italia, ma una serie di aspetti leggendari che hanno creato attorno all’Australia un’aura di irresistibile fascino. Un luogo così lontano e che ancora nasconde numerosi angoli di remoto isolamento, continua a celare magnificenze naturalistiche che solo chi ha la fortuna di osservare di persona può davvero apprezzare. Il mistero dell’incredibile fauna australiana giunge fino a noi con celebri immagini di marsupiali di ogni misura, di grandi animali di terra e di acqua, coloratissimi uccelli, in una combinazione unica che non esiste in nessun altro luogo sulla terra. Così come il carnet di paesaggi quanto mai variegati che una nazione grande quanto un continente può offrire, spingono il turista curioso ad avventurarsi in autonomia, guidando il proprio mezzo, sulle strade australiane. Oceania Explorer per facilitare il compito di tutti quei viaggiatori che atterrano agli antipodi per la prima volta, ha studiato alcuni itinerari ricamati ad hoc per non far perdere i principali dettagli delle zone coinvolte.
Quando pensate a surfisti, ad immense spiagge, alla Grande Barriera Corallina e lussureggianti foreste pluviali, state guidare agli antipodipensando alla Costa Pacifica dell’Australia. Il primo itinerario proposto da Oceania Explorer parte dalla grande città Sydney e sale verso nord, attraversando la zona vitivinicola della Hunter Valley e visitando l’immensa baia di Port Stephens. La strada da seguire raggiunge la leggendaria Byron Bay, paradiso indiscusso dei surfisti di tutto il mondo e patria della filosofia New Age. Avrete già attraversato zone dalla natura rigogliosa e avvistato spettacolari scenari costieri quando lascerete Byron Bay per proseguire verso l’Australia settentrionale e raggiungere la città di Brisbane, le cui caratteristiche peculiari sono il clima sempre soleggiato ed un’ineguagliabile bellezza naturale. A questo punto, ufficialmente raggiunto il Queensland, la regione australiana rinomata per il mare e le spiagge, rotta ancora verso nord lungo la Sunshine Coast fino a parcheggiare la vostra auto per due giorni a River Heads, il porto da cui partirete per Fraser Islands: un unicum, la più grande isola di sabbia al mondo, insomma un altro spettacolo della natura offerto dall’immensa Australia. Di rientro da Fraser Island, Hervey Bay merita una sosta per le possibilità di praticare i numerosi sport acquatici e di entrare in stretto contatto con la natura: qui l’arrivo annuale delle megattere è celebrato con lo spettacolare Whale Festival!
Se l’Australia è uno scrigno di bellezze e natura incontaminate, la Tasmania e lo scrigno nello scrigno. La remota regione insulare all’estremo meridione australiano, è un idillio di montagne verdeggianti che si immergono direttamente in mare, di laghi circondati da vette frastagliate, di baie nascoste e spiagge di sabbia bianchissima, tra cui si distinguono le deliziose cittadine curatissime nella loro particolare architettura e nei loro giardini secolari. La Tasmania è meta privilegiata per gli amanti dei trekking che su Cradle Mountain possono avventurarsi lungo l’Overland Track, perdendosi all’interno del Tasmanian Wilderness World Heritage Area, la zona di natura incontaminata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Oceania Explorer dopo uno stop over a Sydney vi farà volare a Hobart, capitale della Tasmania da cui partirete per il vostro viaggio alla scoperta dell’isola, alla guida del vostro mezzo. (Marilisa Bruno)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’UE deve combattere il bracconaggio di animali in via di estinzione

Posted by fidest press agency su martedì, 12 febbraio 2013

Il Parlamento ha invitato mercoledì l’UE a promuovere l’applicazione a livello internazionale del divieto di bracconaggio di elefanti e rinoceronti e chiedere alla Convenzione sul commercio internazionale delle specie di flora e fauna selvatiche minacciate di estinzione (CITES) di porre fine alla votazione a scrutinio segreto.La risoluzione del Parlamento, approvata a larga maggioranza, chiederà alla CITES di incrementare gli impegni assunti, nel corso della Conferenza che si terrà a Bangkok (Thailandia) dal 3 al 14 marzo.Per i deputati, diverse specie di squali dovrebbero essere aggiunte alla lista degli animali il cui commercio deve essere controllato e gli orsi polari dovrebbero essere trasferiti in un’altra categoria CITES per aumentare la consapevolezza della loro situazione. La risoluzione esorta inoltre i paesi a rafforzare la lotta contro il bracconaggio di elefanti e rinoceronti per il loro avorio e corno.Nel documento approvato, si chiede di non utilizzare più il voto segreto come pratica generale all’interno CITES e di includere una clausola sul conflitto d’interessi.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Successo mostra Michele Vitaloni

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 ottobre 2010

Barzanò  (Lecco) – Si è conclusa domenica 10 ottobre la mostra SPECIES di Michele Vitaloni allestita all’interno dell’antico oratorio di San Salvatore a Barzanò (Lc), registrando l’eccezionale risultato di oltre tremila presenze nel corso delle due settimane di esposizione.  Un dato straordinario che testimonia l’alto gradimento da parte del pubblico, proveniente da tutta la Lombardia.
Le 50 opere di Vitaloni, realizzate con fusioni in bronzo o in pasta di legno e dipinte ad olio, raffiguranti animali di varie specie e realizzate a grandezza naturale, sono pronte per trasferirsi dal 25 ottobre al 26 novembre alla Royal Geographical Society di Londra, con il patrocinio dell’Italian Cultural Institute di Londra e del Convention on Biological Diversity. Il 3 novembre 2010 un’opera di Vitaloni, una magnifica Testa di Leopardo, verrà battuta all’asta da Christie’s a Londra. Una parte del ricavato sarà devoluto al Leopard Conservation Project in Sud Africa.   La mostra è  stata organizzata dall’associazione culturale BAC, Barzanò Arte Cultura nell’ambito delle iniziative Le stagioni della Canonica – AUTUNNO. (inaugurazione)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova direttiva europea sulla vivisezione

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 settembre 2010

L’8 settembre il Parlamento Europeo ha purtroppo votato il testo della nuova Direttiva Europea in materia di sperimentazione animale (vivisezione) che andrà a modificare l’attuale Direttiva Europea n. 609/86. Tutte le iniziative portate avanti dall’OIPA nel corso degli ultimi anni come le lettere e le proposte di modifica suggerite ai nostri rappresentanti europei, non hanno impedito alla potentissima lobby della vivisezione (Istituti di Ricerca, Industrie farmaceutiche) di avere la meglio e di fatto carta bianca dall’Unione Europea. Infatti questa Direttiva non tutela affatto gli animali da laboratorio e addirittura rappresenta un passo indietro rispetto alla prima bozza risalente al novembre del 2008. Inoltre non tiene per nulla in considerazione il sondaggio effettuato sui cittadini europei che si sono espressi assolutamente in maniera contraria alla sperimentazione sugli animali ed in favore di una loro maggiore difesa. La nuova Direttiva ad esempio: non obbliga ad utilizzare i test sostitutivi, neppure laddove esistono  e non fa nulla per facilitare l’approvazione di quelli nuovi; vi è una grande libertà nella creazione di animali transgenici; vi è la possibilità di sperimentare più volte sullo stesso animale; vi è una maggiore permissività nello sperimentare senza anestesia e/o antidolorifici; sarà possibile sperimentare su primati (anche senza particolari motivazioni) e su cani e gatti randagi (in Italia è comunque vietato dalla Legge 281/91 sul randagismo). Detto questo, bisogna considerare che si tratta di una Direttiva Europea, che poi ogni stato dovrà recepire e tramutarla in Legge, con la possibilità però di modificarla e migliorarla. Inoltre l’attuale legge sulla vivisezione in Italia, (Legge 116/91 “Attuazione della direttiva (CEE) n. 609/86 in materia di protezione degli animali utilizzati a fini sperimentali o ad altri fini scientifici”.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Palii e sagre senza animali

Posted by fidest press agency su sabato, 7 agosto 2010

“La posizione espressa dal ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla riguardo alle feste in cui vengono utilizzati animali non umani non solo è ragionevole e condivisibile ma forse anche fin troppo moderata. Come ci ha insegnato Gandhi il livello di civiltà di un paese si misura anche dal modo con cui vengono trattate le altre specie viventi. Dai circhi ai palii, dagli zoo agli acquari alle sagre paesane che sfruttano animali, c’è molto da lavorare per farla finita con quell’assurda concezione antropocentrica secondo cui il divertimento sarebbe assicurato solo assistendo alla sottomissione e, in diversi casi, alle violenze, se non addirittura all’uccisione, di animali non umani. C’è una forma di razzismo e quindi di specismo in questo modo di concepire il rapporto tra l’uomo e le altre specie, lo stesso specismo che, poi, accetta e alimenta quelle Auschwitz, quelle Treblinka dei nostri giorni costituite dagli allevamenti intensivi, veri e propri luoghi di sterminio di massa. Speriamo che grazie alle dichiarazioni del ministro Brambilla si possa aprire una nuova pagina
per le nostre coscienze e per la politica in generale, si discuta, ci si confronti, si cominci finalmente a comprendere quanto l’uomo e le altre specie viventi siano intrinsecamente legate, interdipendenti e quanti danni ha arrecato al pianeta e continua ad arrecare l’arrogante e insostenibile antropocentrismo. Riguardo infine allo specifico del Palio di Siena ci chiediamo perché, una manifestazione “culturale” che riguarda una sola città, debba poi essere propinata a tutti i cittadini italiani spesso per diverse ore senza che venga dato un solo minuto di riflessione
e di confronto tra chi trova intollerabile che nel ventunesimo secolo si assista ancora a degli spettacoli del genere. Sono decine i comuni italiani che organizzano sul proprio territorio pali di ogni genere giustificandoli con riferimenti storici o culturali che spesso sono totalmente inventati o estranei al contesto ed è in quei posti, sicuramente meno noti, che accadono episodi di violenza inqualificabili e che fanno bene il ministro Brambilla e la sottosegretaria Martini a combattere.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Animali e crisi economica

Posted by fidest press agency su sabato, 24 luglio 2010

E’ stato presentato al Senato il documento del Comitato di Bioetica Veterinaria su “Animali e crisi economica”, occasione di riflessione per parlare del rapporto uomo/animale all’interno della societa’ dei consumi, in cui l’animale e’ protagonista e vittima del comportamento umano e dipendente dal contesto dell’attuale crisi economica.  Consumatore, per animali e di prodotti per animali domestici, dove spesso prevale il desiderio dell’uomo anche contro il benessere animale, dagli accessori alla scelta della razza o delle razze sofferenti geneticamente solo per motivi estetici. Consumatore, di animali e di prodotti derivati da animali, con la necessita’ della scelta consapevole e responsabile. Con l’Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori) abbiamo collaborato e condiviso la stesura del documento, in particolare sulla necessita’ della responsabilizzazione del consumatore quale soggetto attivo che deve iniziare a porsi delle domande su come un chilo di pane costi di piu’ di un chilo di salsicce. Tra le misure pratiche ci si dovrebbe rivolgere ai bambini, consumatori di domani e consumatori di oggi. I bambini e la scuola, le gite nelle fattorie felici vanno bene, ma deve poi anche essere fornita l’informazione che la fettina della mensa arriva da allevamenti intensivi. Come nelle confezioni delle uova si mettono le condizioni di allevamento delle galline (all’aperto, a terra, nutrite con cibo biologico…), anche per la carne dovrebbe risultare nell’etichetta la storia dell’animale: dove e come allevato, l’eta’, le modalita’ di uccisione e macellazione e il luogo, ecc… Insomma, parafrasando Einaudi: conoscere per mangiare… Qui il documento del Comitato di Bioetica Veterinaria: http://www.aduc.it/articolo/animali+crisi+economica_17906.php

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No al cibo derivato da animali clonati

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2010

L’uso di nuovi cibi – derivati da processi di produzione innovativi o tradizionalmente consumati solo fuori dall’Unione europea – è regolamentato già dal 1997. Il Parlamento europeo ha approvato una serie di emendamenti tesi a rinnovare la normativa vigente, in particolare l’introduzione di una procedura semplificata di autorizzazione, sottoposta a una valutazione dei rischi eseguita dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare. I deputati hanno anche espresso la loro preoccupazione riguardo al consumo di alimenti derivati da animali clonati e all’uso di nanotecnologie.  Attualmente, non esiste una normativa europea che autorizzi o vieti prodotti lattiero caseari e carne provenienti da animali clonati. Invece di disciplinare tali prodotti in base alle norme sui nuovi alimenti, come sostenuto dalla Commissione e dal Consiglio, i deputati insistono sul fatto che la nuova legislazione europea dovrebbe espressamente vietare tutti il cibi derivati da animali clonati e dalla loro progenie, e chiedono una moratoria sulla vendita, in attesa che tale normativa entri in vigore,.  Per la relatrice Kartika Liotard (GUE, NL) “una netta maggioranza in seno al Parlamento solleva obiezioni etiche riguardo alla produzione industriale di carne proveniente da animali clonati che soffrono in maniera sproporzionata di malattie, malformazioni e morte prematura. Per anni i deputati hanno chiesto una corretta regolamentazione: è ora che la Commissione ascolti il Parlamento e i cittadini su questo problema”.
Il Parlamento europeo sostiene che gli ingredienti di dimensioni nano-metriche e gli alimenti provenienti da processi nano-tecnologici dovrebbero essere soggetti alla normativa sui nuovi cibi. I deputati hanno invocato una moratoria su questi alimenti fino a che una specifica valutazione dei rischi dimostri la sicurezza dei processi nano-tecnologici o dei nano-ingredienti. Ha inoltre espresso preoccupazione riguardo alla possibilità che le nano-tecnologie siano già in uso nella produzione degli alimenti o degli imballaggi. Qualsiasi nano-ingrediente approvato dovrà essere indicato in etichetta.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maltrattamento di animali

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 luglio 2010

ll componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori, Giovanni D’AGATA segnala la sentenza 24734 resa in data 01/07/2010 dalla Corte di Cassazione penale che evidenzia come con l’introduzione dell’art. 544 ter nel codice penale gli animali devono essere tutelati in quanto esseri viventi, non solo come proprietà di qualcuno aumentando dunque le pene previste dall’art. 638 inserito tra i reati contro il patrimonio. Quindi, chi procura lesioni gravi a un animale e lo sevizia senza motivo e con crudeltà risponde di maltrattamenti di animali, un preciso capo di imputazione introdotto nel codice penale dalla legge del 2004. La decisione, evidenzia il mutamento dell’orientamento giurisprudenziale a seguito dell’introduzione dello specifico reato segnando un inasprimento contro le sevizie agli amici a quattro zampe. Nel caso di specie, infatti, è stato respinto il ricorso di un uomo calabrese condannato nel merito a 200 euro di multa per aver seviziato il suo cane, per il reato previsto dall’art. 638 c.p. che punisce chi uccide o danneggia animali altrui senza necessità. La Suprema Corte ha riformato la sentenza, confermando comunque la condanna, ritenendo che la condotta dell’uomo non integrasse il reato previsto dall’art. 638, ma il nuovo e più grave delitto ai sensi dell’art. 544 ter del codice penale, che sanziona chi sevizia gli animali senza motivo o con crudeltà.  I giudici di piazza Cavour hanno infatti chiarito che il reato di maltrattamenti di animali “si differenzia dal reato ex art. 638 c.p, rientrando tale disposizione tra i delitti contro il patrimonio, in cui il bene protetto è la proprietà privata dell’animale, sicché muta l’elemento soggettivo, costituito, nel reato di cui all’art. 638 c.p., dalla coscienza e volontà di produrre, senza necessità, il deterioramento, il danneggiamento o l’uccisione di un animale altrui e nel quale, diversamente dal delitto di cui all’art. 544 ter c.p., che tutela il sentimento per gli animali”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No ad animali clonati sulla nostra tavola

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 luglio 2010

Bruxelles, Parlamento europeo. Martedì 6 luglio Votazione: mercoledi 7 luglio Procedura: codecisione, seconda lettura. I deputati si oppongono alla carne derivata da animali clonati L’utilizzo di nanotecnologie potrebbe essere sottoposto a regole più stringenti La carne e i latticini derivati da animali prodotti e dalla loro progenie potrebbero essere vietati se il Parlamento sosterrà gli emendamenti approvati dalla commissione per l’ambiente e la sanità pubblica nella sua seconda lettura. Il voto del Parlamento di Strasburgo dovrà essere sottoscritto dal Consiglio. In caso contrario, le due istituzioni dovranno cercare un accordo in procedura di conciliazione.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agricoltura sociale

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 aprile 2010

Le fattorie e gli animali come risposta al disagio sociale di soggetti svantaggiati. È attiva su questo fronte la cooperativa Arca (“Allevamento e ricerca con animali”) di Azzanello di Pasiano (Pn), realtà aderente a Confcooperative Fvg (organizzazione che raccoglie 775 coop in regione, di cui 152 sociali). Impresa economicamente e finanziariamente sostenibile che svolge attività produttiva integrata con proposte culturali, educative, assistenziali, formative e occupazionali a vantaggio di soggetti deboli, la fattoria sociale e le sue caratteristiche sono state illustrate dalla referente di Arca, Rosanna D’Ippolito, agli studenti della Facoltà di Agraria dell’ateneo udinese (corsi di Politica agraria e sviluppo rurale e di Sociologia dell’ambiente e del territorio). Obiettivo, la diffusione di questo innovativo metodo di “fare fattoria” tra gli imprenditori agricoli del domani. La cooperativa di Azzanello partecipa, inoltre, alle attività del Coordinamento del Forum Fattorie sociali, istituito dalla Provincia di Pordenone (servizio Politiche del Lavoro e Sociali). L’obiettivo è quello di sviluppare percorsi terapeutici, riabilitativi e di integrazione sociale rivolti alle persone svantaggiate e disabili, valorizzando nel contempo le risorse agricole, ambientali e socio-culturali del territorio provinciale. Il Forum, inoltre, ha una funzione consultiva, di studio e di coordinamento per la realizzazione di programmi di promozione e sviluppo dell’imprenditorialità nell’agricoltura socialmente responsabile e di linee d’azione sperimentali nell’ambito della disabilità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Asino che sei

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 marzo 2010

Storie di animali che c’illudiamo di conoscere di Luca Goldoni Perché il canto metallico di milioni di cicale ammutolisce in un istante come se qualcuno avesse staccato la corrente, senza che una sola nota risuoni fuori tempo? Perché il meticcio adottato al canile si rivela ben più saggio del pastore tedesco che vanta autorevoli trisavoli nel suo pedigree? Come ha fatto il coniglietto, che non «parla» e non fa le fusa, a conquistarsi il ruolo di animale da compagnia del nostro tempo? Sarà vero che fra qualche anno gli umani potranno leggere nel pensiero degli animali? E soprattutto, non sarebbe forse molto meglio continuare a ignorare quel che pensano di noi? Luca Goldoni, con ironico sguardo indagatore, esplora il mondo della natura, sempre più convinto che gli uomini potranno forse, attraverso la conoscenza e il contatto con gli animali, avvicinarsi al senso più vero e misterioso della vita. (Pagine 152 Euro 12,00 Codice 20311U ISBN 978-88-425-4528-6)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Botticelle romane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 febbraio 2010

«La regolamentazione delle botticelle rappresenta un deciso passo in avanti nella salvaguardia dei cavalli. E’ la prima volta, infatti,  che una amministrazione comunale individua, d’intesa con gli uffici competenti, percorsi a tutela dei diritti degli animali, precludendo le strade che presentano una eccessiva pendenza. Non era mai accaduto con le giunte precedenti. Così come per la prima volta le ‘carrozzelle’ romane saranno dotate di un ‘targhino’ di riconoscimento. Un elemento di legalità che viene introdotto contro le violazioni regolamentari. Una garanzia per l’incolumità dei cavalli, per il rispetto delle norme e del codice della strada da parte dei vetturini, e per l’utenza che fruisce di questo servizio storico nella Capitale». E’ quanto dichiara l’assessore alle Politiche della Mobilità, Sergio Marchi.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »