Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘animali’

Palii e sagre senza animali

Posted by fidest press agency su sabato, 7 agosto 2010

“La posizione espressa dal ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla riguardo alle feste in cui vengono utilizzati animali non umani non solo è ragionevole e condivisibile ma forse anche fin troppo moderata. Come ci ha insegnato Gandhi il livello di civiltà di un paese si misura anche dal modo con cui vengono trattate le altre specie viventi. Dai circhi ai palii, dagli zoo agli acquari alle sagre paesane che sfruttano animali, c’è molto da lavorare per farla finita con quell’assurda concezione antropocentrica secondo cui il divertimento sarebbe assicurato solo assistendo alla sottomissione e, in diversi casi, alle violenze, se non addirittura all’uccisione, di animali non umani. C’è una forma di razzismo e quindi di specismo in questo modo di concepire il rapporto tra l’uomo e le altre specie, lo stesso specismo che, poi, accetta e alimenta quelle Auschwitz, quelle Treblinka dei nostri giorni costituite dagli allevamenti intensivi, veri e propri luoghi di sterminio di massa. Speriamo che grazie alle dichiarazioni del ministro Brambilla si possa aprire una nuova pagina
per le nostre coscienze e per la politica in generale, si discuta, ci si confronti, si cominci finalmente a comprendere quanto l’uomo e le altre specie viventi siano intrinsecamente legate, interdipendenti e quanti danni ha arrecato al pianeta e continua ad arrecare l’arrogante e insostenibile antropocentrismo. Riguardo infine allo specifico del Palio di Siena ci chiediamo perché, una manifestazione “culturale” che riguarda una sola città, debba poi essere propinata a tutti i cittadini italiani spesso per diverse ore senza che venga dato un solo minuto di riflessione
e di confronto tra chi trova intollerabile che nel ventunesimo secolo si assista ancora a degli spettacoli del genere. Sono decine i comuni italiani che organizzano sul proprio territorio pali di ogni genere giustificandoli con riferimenti storici o culturali che spesso sono totalmente inventati o estranei al contesto ed è in quei posti, sicuramente meno noti, che accadono episodi di violenza inqualificabili e che fanno bene il ministro Brambilla e la sottosegretaria Martini a combattere.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Animali e crisi economica

Posted by fidest press agency su sabato, 24 luglio 2010

E’ stato presentato al Senato il documento del Comitato di Bioetica Veterinaria su “Animali e crisi economica”, occasione di riflessione per parlare del rapporto uomo/animale all’interno della societa’ dei consumi, in cui l’animale e’ protagonista e vittima del comportamento umano e dipendente dal contesto dell’attuale crisi economica.  Consumatore, per animali e di prodotti per animali domestici, dove spesso prevale il desiderio dell’uomo anche contro il benessere animale, dagli accessori alla scelta della razza o delle razze sofferenti geneticamente solo per motivi estetici. Consumatore, di animali e di prodotti derivati da animali, con la necessita’ della scelta consapevole e responsabile. Con l’Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori) abbiamo collaborato e condiviso la stesura del documento, in particolare sulla necessita’ della responsabilizzazione del consumatore quale soggetto attivo che deve iniziare a porsi delle domande su come un chilo di pane costi di piu’ di un chilo di salsicce. Tra le misure pratiche ci si dovrebbe rivolgere ai bambini, consumatori di domani e consumatori di oggi. I bambini e la scuola, le gite nelle fattorie felici vanno bene, ma deve poi anche essere fornita l’informazione che la fettina della mensa arriva da allevamenti intensivi. Come nelle confezioni delle uova si mettono le condizioni di allevamento delle galline (all’aperto, a terra, nutrite con cibo biologico…), anche per la carne dovrebbe risultare nell’etichetta la storia dell’animale: dove e come allevato, l’eta’, le modalita’ di uccisione e macellazione e il luogo, ecc… Insomma, parafrasando Einaudi: conoscere per mangiare… Qui il documento del Comitato di Bioetica Veterinaria: http://www.aduc.it/articolo/animali+crisi+economica_17906.php

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No al cibo derivato da animali clonati

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2010

L’uso di nuovi cibi – derivati da processi di produzione innovativi o tradizionalmente consumati solo fuori dall’Unione europea – è regolamentato già dal 1997. Il Parlamento europeo ha approvato una serie di emendamenti tesi a rinnovare la normativa vigente, in particolare l’introduzione di una procedura semplificata di autorizzazione, sottoposta a una valutazione dei rischi eseguita dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare. I deputati hanno anche espresso la loro preoccupazione riguardo al consumo di alimenti derivati da animali clonati e all’uso di nanotecnologie.  Attualmente, non esiste una normativa europea che autorizzi o vieti prodotti lattiero caseari e carne provenienti da animali clonati. Invece di disciplinare tali prodotti in base alle norme sui nuovi alimenti, come sostenuto dalla Commissione e dal Consiglio, i deputati insistono sul fatto che la nuova legislazione europea dovrebbe espressamente vietare tutti il cibi derivati da animali clonati e dalla loro progenie, e chiedono una moratoria sulla vendita, in attesa che tale normativa entri in vigore,.  Per la relatrice Kartika Liotard (GUE, NL) “una netta maggioranza in seno al Parlamento solleva obiezioni etiche riguardo alla produzione industriale di carne proveniente da animali clonati che soffrono in maniera sproporzionata di malattie, malformazioni e morte prematura. Per anni i deputati hanno chiesto una corretta regolamentazione: è ora che la Commissione ascolti il Parlamento e i cittadini su questo problema”.
Il Parlamento europeo sostiene che gli ingredienti di dimensioni nano-metriche e gli alimenti provenienti da processi nano-tecnologici dovrebbero essere soggetti alla normativa sui nuovi cibi. I deputati hanno invocato una moratoria su questi alimenti fino a che una specifica valutazione dei rischi dimostri la sicurezza dei processi nano-tecnologici o dei nano-ingredienti. Ha inoltre espresso preoccupazione riguardo alla possibilità che le nano-tecnologie siano già in uso nella produzione degli alimenti o degli imballaggi. Qualsiasi nano-ingrediente approvato dovrà essere indicato in etichetta.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maltrattamento di animali

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 luglio 2010

ll componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori, Giovanni D’AGATA segnala la sentenza 24734 resa in data 01/07/2010 dalla Corte di Cassazione penale che evidenzia come con l’introduzione dell’art. 544 ter nel codice penale gli animali devono essere tutelati in quanto esseri viventi, non solo come proprietà di qualcuno aumentando dunque le pene previste dall’art. 638 inserito tra i reati contro il patrimonio. Quindi, chi procura lesioni gravi a un animale e lo sevizia senza motivo e con crudeltà risponde di maltrattamenti di animali, un preciso capo di imputazione introdotto nel codice penale dalla legge del 2004. La decisione, evidenzia il mutamento dell’orientamento giurisprudenziale a seguito dell’introduzione dello specifico reato segnando un inasprimento contro le sevizie agli amici a quattro zampe. Nel caso di specie, infatti, è stato respinto il ricorso di un uomo calabrese condannato nel merito a 200 euro di multa per aver seviziato il suo cane, per il reato previsto dall’art. 638 c.p. che punisce chi uccide o danneggia animali altrui senza necessità. La Suprema Corte ha riformato la sentenza, confermando comunque la condanna, ritenendo che la condotta dell’uomo non integrasse il reato previsto dall’art. 638, ma il nuovo e più grave delitto ai sensi dell’art. 544 ter del codice penale, che sanziona chi sevizia gli animali senza motivo o con crudeltà.  I giudici di piazza Cavour hanno infatti chiarito che il reato di maltrattamenti di animali “si differenzia dal reato ex art. 638 c.p, rientrando tale disposizione tra i delitti contro il patrimonio, in cui il bene protetto è la proprietà privata dell’animale, sicché muta l’elemento soggettivo, costituito, nel reato di cui all’art. 638 c.p., dalla coscienza e volontà di produrre, senza necessità, il deterioramento, il danneggiamento o l’uccisione di un animale altrui e nel quale, diversamente dal delitto di cui all’art. 544 ter c.p., che tutela il sentimento per gli animali”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No ad animali clonati sulla nostra tavola

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 luglio 2010

Bruxelles, Parlamento europeo. Martedì 6 luglio Votazione: mercoledi 7 luglio Procedura: codecisione, seconda lettura. I deputati si oppongono alla carne derivata da animali clonati L’utilizzo di nanotecnologie potrebbe essere sottoposto a regole più stringenti La carne e i latticini derivati da animali prodotti e dalla loro progenie potrebbero essere vietati se il Parlamento sosterrà gli emendamenti approvati dalla commissione per l’ambiente e la sanità pubblica nella sua seconda lettura. Il voto del Parlamento di Strasburgo dovrà essere sottoscritto dal Consiglio. In caso contrario, le due istituzioni dovranno cercare un accordo in procedura di conciliazione.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agricoltura sociale

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 aprile 2010

Le fattorie e gli animali come risposta al disagio sociale di soggetti svantaggiati. È attiva su questo fronte la cooperativa Arca (“Allevamento e ricerca con animali”) di Azzanello di Pasiano (Pn), realtà aderente a Confcooperative Fvg (organizzazione che raccoglie 775 coop in regione, di cui 152 sociali). Impresa economicamente e finanziariamente sostenibile che svolge attività produttiva integrata con proposte culturali, educative, assistenziali, formative e occupazionali a vantaggio di soggetti deboli, la fattoria sociale e le sue caratteristiche sono state illustrate dalla referente di Arca, Rosanna D’Ippolito, agli studenti della Facoltà di Agraria dell’ateneo udinese (corsi di Politica agraria e sviluppo rurale e di Sociologia dell’ambiente e del territorio). Obiettivo, la diffusione di questo innovativo metodo di “fare fattoria” tra gli imprenditori agricoli del domani. La cooperativa di Azzanello partecipa, inoltre, alle attività del Coordinamento del Forum Fattorie sociali, istituito dalla Provincia di Pordenone (servizio Politiche del Lavoro e Sociali). L’obiettivo è quello di sviluppare percorsi terapeutici, riabilitativi e di integrazione sociale rivolti alle persone svantaggiate e disabili, valorizzando nel contempo le risorse agricole, ambientali e socio-culturali del territorio provinciale. Il Forum, inoltre, ha una funzione consultiva, di studio e di coordinamento per la realizzazione di programmi di promozione e sviluppo dell’imprenditorialità nell’agricoltura socialmente responsabile e di linee d’azione sperimentali nell’ambito della disabilità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Asino che sei

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 marzo 2010

Storie di animali che c’illudiamo di conoscere di Luca Goldoni Perché il canto metallico di milioni di cicale ammutolisce in un istante come se qualcuno avesse staccato la corrente, senza che una sola nota risuoni fuori tempo? Perché il meticcio adottato al canile si rivela ben più saggio del pastore tedesco che vanta autorevoli trisavoli nel suo pedigree? Come ha fatto il coniglietto, che non «parla» e non fa le fusa, a conquistarsi il ruolo di animale da compagnia del nostro tempo? Sarà vero che fra qualche anno gli umani potranno leggere nel pensiero degli animali? E soprattutto, non sarebbe forse molto meglio continuare a ignorare quel che pensano di noi? Luca Goldoni, con ironico sguardo indagatore, esplora il mondo della natura, sempre più convinto che gli uomini potranno forse, attraverso la conoscenza e il contatto con gli animali, avvicinarsi al senso più vero e misterioso della vita. (Pagine 152 Euro 12,00 Codice 20311U ISBN 978-88-425-4528-6)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Botticelle romane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 febbraio 2010

«La regolamentazione delle botticelle rappresenta un deciso passo in avanti nella salvaguardia dei cavalli. E’ la prima volta, infatti,  che una amministrazione comunale individua, d’intesa con gli uffici competenti, percorsi a tutela dei diritti degli animali, precludendo le strade che presentano una eccessiva pendenza. Non era mai accaduto con le giunte precedenti. Così come per la prima volta le ‘carrozzelle’ romane saranno dotate di un ‘targhino’ di riconoscimento. Un elemento di legalità che viene introdotto contro le violazioni regolamentari. Una garanzia per l’incolumità dei cavalli, per il rispetto delle norme e del codice della strada da parte dei vetturini, e per l’utenza che fruisce di questo servizio storico nella Capitale». E’ quanto dichiara l’assessore alle Politiche della Mobilità, Sergio Marchi.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata Internazionale per i Diritti degli Animali

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 dicembre 2009

Il 10 dicembre, in tutto il mondo si celebra la Giornata Internazionale per i Diritti degli Animali: gli attivisti organizzano manifestazioni, tavoli informativi, presidi, varie iniziative per ricordare la sofferenza e la morte di miliardi di animali e invitare le persone a cambiare abitudini per evitare tutto questo.  La giornata internazionale e’ coordinata dall’associazione inglese Uncaged Campaigns, ma partecipano nazioni di tutto il mondo. In Italia, è coordinata da AgireOra Network, che ha promosso, per il fine settimana successivo, quello del 12-13 dicembre, una iniziativa legata al Natale. Si terranno in varie città dei sit-in con distribuzione di un volantino creato appositamente, intitolato “Buon Natale! Per festeggiare un Natale ‘buono’… non uccidere animali!” Il volantino termina invitando a non festeggiare il Natale uccidendo animali e facendo presente che “Usando ingredienti vegetali, anziché animali fatti a pezzi, il tuo pranzo di Natale sarà più buono, in tutti i sensi” e invitando a visitare il sito http://www.agireora.org per scoprire le ricette del Menu di Natale senza crudeltà proposto da Vegan 3000.info.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La crudeltà non è più di moda

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2009

Milano 28 novembre dalle 10.30 alle 12.30 Corso Vittorio Emanuele (angolo Largo Corsia dei Servi) Alcuni volontari dell’OIPA si travestiranno con costumi e maschere inscenando lo scuoiamento a cui sono sottoposti i milioni di animali che ogni hanno vengono crudelmente uccisi in nome della vanità. Gabbie troppo piccole, freddo, condizioni igienico sanitarie inesistenti, stress da detenzione, paura, violenza, sofferenza: sono questi i principali elementi che caratterizzano la vita di milioni di animali, come volpi, ermellini, visoni, cincillà, conigli e tanti altri animali, allevati e fatti riprodurre con il solo scopo di ricavarne pellicce. Vittime sacrificali che hanno la sola colpa di avere un pelo folto, lucente e purtroppo ricercato dall’industria della moda. Perché sono proprio gli stilisti il principale motore di questo continuo e assurdo massacro. Coloro che “dettano legge” in quanto a eleganza, stile e tendenza hanno decretato che “la pelliccia fa couture”, agevolandone di fatto il ritorno dopo un lungo periodo di crisi del settore.  Negli ultimi anni la pelliccia aveva infatti perso quel fascino che la contraddistingueva in termini di status symbol, fenomeno dovuto in gran parte al lavoro svolto dalle associazioni animaliste che hanno mostrato cosa effettivamente si nasconde dietro certi capi tanto desiderati da molte donne. Questa presa di coscienza aveva causato la progressiva diminuzione della presenza su passerelle e strade della pelliccia, sotto forma di cappotti, giacconi e quant’altro, portando di conseguenza alla chiusura di molti allevamenti che, ad esempio, in America sono passati da 800 a circa la metà in dieci anni, mentre in Finlandia sono scesi dai 2.200 del ‘95 ai 1500 circa di oggi. Nel nostro Paese il numero di aziende complessivamente impiegate nel settore della pellicceria, allevamenti, case d’asta, conciatori, grossisti, si è ridotto notevolmente, passando da oltre 6.000 unità nel 1991 a 3.752 nel 2002 anche se il dato più sorprendente è la progressiva e netta diminuzione degli allevamenti nel corso degli anni: dai 170 nel 1988 a 63 nel 1999 ai soli 50 nel 2002.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata Internazionale per i Diritti degli Animali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 novembre 2009

10 dicembre 2009.  La giornata internazionale è coordinata dall’associazione inglese Uncaged Campaigns, ma partecipano nazioni di tutto il mondo. In Italia, è coordinata da AgireOra Network, che ha promosso, per il fine settimana successivo, quello del 12-13 dicembre, una iniziativa legata al Natale. Si terranno in varie città dei sit-in con distribuzione di un volantino creato appositamente, intitolato “Buon Natale! Per festeggiare un Natale ‘buono’… non uccidere animali!”  “L’iniziativa proposta quest’anno in Italia per partecipare a questo importante evento internazionale” spiegano i rappresentanti di AgireOra Network, “ha come argomento il massacro degli animali nei macelli. Dato il periodo dell’anno, e dato che a Natale questo massacro assume proporzioni ancora più catastrofiche, abbiamo pensato di distribuire per strada un volantino-cartolina su questo tema e il Menu di Natale senza crudeltà, con ricette buonissime che non uccidono nessuno.” Il volantino spiega che per Natale è tradizione imbandire pranzi e cene con ogni “bendiddio”, ma… molti di questi “cibi” in realtà non sono affatto un “bene”, né sono un “cibo”. Sono pezzi di animali, uccisi brutalmente, a cui è stato fatto del male sia nell’allevarli nelle prigioni degli allevamenti intensivi, sia nel trasportarli in lunghi viaggi da incubo, sia nell’ammazzarli nei macelli, dove vengono sgozzati, fatti dissanguare, tagliati a pezzi.  Il volantino termina invitando a non festeggiare il Natale uccidendo animali e facendo presente che “Usando ingredienti vegetali, anziché animali fatti a pezzi, il tuo pranzo di Natale sarà più buono, in tutti i sensi” e invitando a visitare il sito http://www.agireora.org per scoprire le ricette del Menu di Natale senza crudeltà proposto da Vegan3000.info.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un gel che ripara il cervello

Posted by fidest press agency su sabato, 5 settembre 2009

E’ in fase di valutazione sperimentale un gel iniettabile per il trattamento di traumi cerebrali: secondo gli studiosi della Clemson University, in South Carolina (Usa), che lo hanno messo a punto, il prodotto è in grado di stimolare la rigenerazione dei tessuti nel punto in cui si è verificato il danno. Sarà pronto per essere testato sull’uomo entro tre anni. “La nostra strategia terapeutica – ha spiegato Ning Zhang, ideatrice del gel – potrà essere utile nel caso di incidenti stradali, cadute o ferite da arma da fuoco”. Il rivoluzionario liquido, che ha mostrato di poter guarire dai traumi cerebrali in modelli animali in sole otto settimane, potrà sostituire anche il trapianto di cellule staminali, che si è dimostrato non sempre efficace nel risolvere le lesioni del cervello.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In 10 anni modello artificiale di cervello

Posted by fidest press agency su martedì, 28 luglio 2009

“Il cervello artificiale sarà possibile entro i prossimi 10 anni  offrendo una finestra finora impensata sulla natura del pensiero e la nostra percezione della realtà”. La previsione arriva da Henry Markram, direttore del Blue Brain Project dell’Ecole Polytechnique Federale di Losanna (Svizzera), che sta lavorando al progetto e ne ha parlato durante la conferenza TedGlobal (Technology Entertainment Design) giovedì a Oxford. Il team ha già replicato parti della neocorteccia – l’area più ‘moderna’ del cervello – che si è evoluta nei mammiferi per permettere loro di fronteggiare le situazioni sociali. Il team di Markham ha creato una simulazione in 3D di circa 10.000 cellule cerebrali per mimare il comportamento della neocorteccia del ratto. “Per replicare ogni singolo neurone – ha detto lo scienziato ai colleghi – c’e’ bisogno di un intero computer. Questo vuol dire che servirebbero decine di migliaia di apparecchi”. Al posto loro, invece, il gruppo sta usando un supercomputer Ibm Blue Gene, riferisce il quotidiano britannico ‘Guardian’. Il lavoro sul cervello artificiale sta già rivelando alcune funzioni e attività più segrete di questo tessuto biologico. Gli scienziati del Blue Brain Project stanno lavorando per offrire ai colleghi un nuovo modo per studiare le malattie mentali e le patologie neurodegenerative, senza dover fare esperimenti sugli animali.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Contro la caccia agli animali selvatici

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 luglio 2009

Un enorme numero di “turisti cacciatori” che si sposta da un capo all’altro del globo alla ricerca di una nuova preda da uccidere. Questa è la triste realtà di un’attività che non ha mai sosta, promossa da agenzie private, siti web, che nei limiti della legge offrono la possibilità di andare in Namibia, in Asia o in America per cercare un animale da uccidere. Questi siti in particolare, diffusissimi nel web, inneggiano la caccia descrivendola come un’attività che fa parte della tradizione, della cultura umana ed esaltano i safari offerti con foto macabre al fine di dimostrare quella che loro chiamano “opportunità offerta ai clienti”. La caccia inscatolata, “canned hunting”, ovvero la caccia di grossi animali allevati e tenuti in cattività all’interno di aree ristrette dalle quali è impossibile qualsiasi fuga, è solo l’ennesima dimostrazione di un’attività che massacra animali, non è di certo una prova di coraggio o rievocazione culturale. La caccia non è null’altro che una forma macabra di violenza per “divertimento”. Riteniamo sia doveroso chiedere ai Governi di intervenire per intensificare la protezione degli animali selvatici.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presidio Oipa per una Pasqua senza carne

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 aprile 2009

oipaMilano, giovedì 9 aprile, ore 10.30, piazza Duomo ang. via Mercanti Gli attivisti dell’OIPA (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) e delle associazioni Vita Universale e City Angels, contro il tradizionale massacro di animali destinati alla tavola di Pasqua, travestiti da agnelli, protesteranno con foto e cartelloni dando voce a chi non può difendersi. Mostreranno video che documentano i viaggi della morte, la paura degli animali, il loro dolore e la crudeltà del macello. Saranno inoltre distribuiti volantini che appoggiano uno stile di vita rispettoso della vita e ottimi menù che non prevedono lo sfruttamento di nessun vivente. Ancora troppe persone vogliono ignorare che ogni agnello ad appena un mese di vita verrà strappato alla mamma e stipato in un tir per essere trasportato. Se sopravviverà al viaggio estenuante, senza cibo né acqua, arriverà nell’inferno del macello. Immobilizzato, stordito e infine sgozzato, morirà lentamente, per dissanguamento. Mentre ciò avviene gli altri agnellini assistono al massacro, percepiscono l’odore del sangue e attendono terrorizzati il loro turno, per essere poi uccisi allo stesso modo. Questa la sorte subita ogni anno da 900.000 agnelli, tolti prematuramente alle proprie madri, che vengono immolati per le tavole degli italiani, in nome della tradizione. Massimo Comparotto, presidente dell’OIPA, dichiara: “La nostra campagna contro la mattanza degli agnelli e naturalmente di tutti gli altri animali, ha come ultima tappa Milano, passando da Roma, Firenze e altre città italiane, abbiamo deciso, come in altre nostre precedenti campagne, di giocare la carta della verità e documentare la realtà: mangiare un agnello non è un reato, ma vogliamo che chi si mette un cucciolo nel piatto sappia esattamente come muore e come soffre”. (foto oipa)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »