Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘anticipazioni’

Anticipazioni The Economist in edicola domani

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 maggio 2011

L’analisi che si occupa della situazione esistente tra Pakistan e India, due paesi che hanno una politica distorta e si alimentano sul terrorismo.
Editor’s highlights: Sometimes a debate starts where everybody ignores the elephant in the room. So it has been with Pakistan since the death of Osama bin Laden, with the West examining everything to do with the country except the greatest issue of all, its relationship with India. This week our cover leader looks at “the world’s most dangerous border”, which has cost thousands of lives, distorted the politics of two countries and stoked up terrorism. We argue that the West’s refusal to help defuse tension here is a terrible mistake, especially because a settlement is not beyond reach. Also this week The damnation of Dominique Strauss-Kahn Whatever the man did, do not forsake his ideas Business lessons from Barcelona FC The management style of the world’s classiest football team Huckabee hides, the Donald ducks On the American right, social conservatives and the tea party are both in a funk In praise of placebos Virtually all alternative medicine is bunk, but the placebo effect is rather interesting Walmart Wumart The battle for China’s shoppers
L’Economist sostiene che il rifiuto dell’Occidente nel contribuire a disinnescare la tensione tra questi due paesi sia un terribile errore, soprattutto perché una soluzione non è irraggiungibile:
• The world’s most dangerous border – To reduce the risk of terror, the West must help defuse tension between India and Pakistan L’articolo su Dominique Strauss-Kahn: Damned – Whatever the man did, do not forsake his ideas: they are more important
• Una panoramica sulla capacità di recupero e sull’economia giapponese dopo la potenza di un terremoto combinata a un incidente nucleare full-scale: On a mission -A rare reformist zeal is emerging in post quake Japan. The government ignores it at the country’s peril
• L’articolo sul più grande esportatore americano: Don’t bully Boeing, Barack Want to prove you are “pro business”? Condemn a loony left complaint against America’s biggest exporter
• Per ultimo un articolo che tratta della medicina alternativa: There is no alternative – Virtually all alternative medicine is bunk; but the placebo effect is rather interesting
Mentre larga parte della sezione Europe:
L’editoriale su Berlusconi dopo le elezioni comunali in Italia: A blow to Berlusconi – The prime minister’s party struggles inlocal elections.
• Una panoramica sulla divisione economica nell’euro zona, che vede diventare realtà lo spettro, storicamente sempre esistito, di un Europa a due velocità: Northern lights, southern cross – The economic split within the euro area could damage its political cohesion
• L’altro editoriale sull’euro: Tomorrow and tomorrow – The euro zone’s finance ministers continue to act as if time is on their side
• La rubrica Charlemagne: Decoding DSK – What his fall says about transatlantic differences in attitudes to sex, power and the law
Seguono in fondo alla mia email gli highlights dell’editore.(Beatrice Mozzi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Benedetto XVI e l’omosessualità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 novembre 2010

Le donne e gli uomini di “Nuova Proposta” sulle parole di Benedetto XVI relative all’omosessualità, contenute nel libro/intervista scritto con Peter Seewald: chiediamo che chiunque parli di omosessualità abbia ben presente in primis la sofferenza e il disagio che molti ragazzi e ragazze provano nel non sentirsi compresi, accolti e nel sentirsi sempre e comunque “fuori di casa”. “Nuova Proposta, donne e uomini omosessuali cristiani”, esprime il senso della più profonda sofferenza nel leggere quanto riportato dai principali quotidiani a proposito delle anticipazioni del libro/intervista, che il Pontefice Benedetto XVI ha scritto con il giornalista Peter Seewald, in relazione al tema dell’omosessualità. Ci chiediamo cosa spaventi dell’essere omosessuali al punto tale da generare nella Gerarchia Cattolica ogni volta una presa di distanza e dei distinguo che sembrano provenire più dall’esercizio della legge che dal cuore. Come non pensare, mentre si definisce l’omosessualità “qualcosa che è contro la natura di quello che Dio ha originariamente voluto” o “moralmente non giusta”, a chi ascolta le nostre parole, soprattutto se chi le ascolta sono un ragazzo o una ragazza credenti che vedono bollare la loro esistenza con una lettera scarlatta che non lascia scampo? Come non avere delicatezza e compassione per queste sofferenze? Come definire “moralmente ingiusta” la vita e l’orientamento sessuale di un essere vivente? E come non leggere tra le parole “L’omosessualità non è conciliabile con il ministero sacerdotale, perché altrimenti anche il celibato come rinuncia non ha alcun senso” una demarcazione netta tra condizione omosessuale e eterosessuale, come se il celibato nel primo caso non possa essere serenamente scelto e agito? Da persone che vogliono sentirsi a casa propria dentro la chiesa, popolo di Dio in cammino, chiediamo che si rifletta sul profondo smarrimento che spessissimo è l’unico frutto di queste severe parole di “separazione”. Ribadiamo le nostra convinzione e speranza che la Chiesa possa esercitare in pienezza il ruolo di madre che accoglie tutti con larghe braccia spalancate, dando a ciascuno la prospettiva di Amore affinché il proprio progetto di Vita possa svilupparsi pienamente. Chiediamo altresì che la condizione omosessuale sia trattata a partire dal confronto con le vite e le persone reali, cercando di comprendere senza pregiudizi e senza tesi precostituite, piuttosto che utilizzando categorie astratte.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Franco Nero in vetrina a Venezia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 settembre 2010

Venezia 8 Settembre 2010 alle h.18.30, presso il Pavillon sur la Plage dell’ Hotel Excelsior Lido di Venezia, nel corso di un cocktail party  saranno presentati i cinque anni del Sicilian Film Festival di Miami. Durante l’evento si daranno alcune anticipazioni sulla nuova edizione che si svolgerà a Miami e a Miami Beach dal 7 al 13 Aprile 2011  presso la nuova sede della Miami Beach Cinemateque.  Saranno presenti alcuni dei premiati delle scorse edizioni tra cui l’attore Franco Nero, la giornalista Laura Delli Colli, Presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti  Cinematografici, il Presidente del  Festival Emanuele Viscuso e il  Direttore Artistico  Salvo Vincent Bitonti, oltre  a  numerose  personalità e attori del cinema italiano e non solo. La Mostra del cinema di Venezia è da sempre una  cassa  di risonanza mondiale  per annunciare anteprime ed eventi cinematografici  internazionali.  E’ il caso del Sicilian Film Festival  di Miami nato nel 2006 da un’idea dello scultore siciliano Emanuele Viscuso, palermitano di nascita ma residente a Miami da molti anni e diretto dal 2002 dal regista siciliano Salvo Vincent Bitonti.  Il Sicilian Film Fest non è solo  una vetrina internazionale per la cinematografia siciliana e quindi anche italiana, ma crea un ponte ideale con la Hollywood  italoamericana, in massima parte di discendenza siciliana o comunque del sud Italia. Il  SFF  favorisce la  conoscenza e la diffusione del cinema Italiano in America con particolare riguardo a film che hanno come tematica la  Sicilia o il meridione d’Italia.  Nel corso dei suoi cinque anni di Storia il Sicilian Film Festival ha portato a conoscenza  del pubblico della Florida, molto cinema autoriale  di assoluto rigore e impegno con registi quali  Ando’, Scimeca, La Marca, Grimaldi,  Zagarrio, Tornatore, Battiato, Faenza, Amoroso, Ronsisvalle, Amenta, , Crialese, Muscardin, Cino, Damiani e altri. Tra gli attori  premiati delle passate edizioni, ricordiamo: Charlotte Gainsbourg, Luca Lionello,Veronica D’Agostino, Alessio Boni.  La Municipalità di Miami Beach, proclamerà ancora una volta, il giorno dell’inaugurazione del Festival,  il 7 aprile 2011, come il Sicilian Film Festival Day, riconoscimento che il Sindaco della città di Miami  ha voluto dare alla manifestazione fin dalla sua seconda edizione nel 2007.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diminuisce l’occupazione in Veneto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 agosto 2010

Nel 2010 l’occupazione in Veneto diminuirà dell’1,5%, in lieve recupero rispetto al 2009 (-2%). Le imprese venete prevedono oltre 18mila posti di lavoro in meno, che rappresentano il saldo tra le 73.630 entrate e 91.740 uscite. Sono le prime anticipazioni del rapporto “La domanda di lavoro nel Veneto”, realizzato dal Centro Studi Unioncamere del Veneto sulla base dei risultati a livello regionale dell’indagine Excelsior 2010, che sarà diffuso a settembre.   Le imprese disposte ad assumere entro fine 2010 si riducono al 18,1% (18,4% nel 2009). Nello specifico passano dal 13% delle microimprese al 26,1% piccole imprese, 61,8% medie e 93,3% delle più grandi. A trainare la domanda le imprese dei servizi, seguite da manifatturiero e costruzioni. Nelle previsioni degli imprenditori del Veneto, la contrazione dell’occupazione sarà più marcata nel settore delle costruzioni (-3,3%) che nell’industria manifatturiera (-2,3%) e coinvolgerà maggiormente le imprese con meno di 10 dipendenti (-7.400 posti) e quelle con 10-49 dipendenti (-5.500 posti). Entro il 2010 le assunzioni a tempo indeterminato riguarderanno il 41,1% delle entrate, in ulteriore calo rispetto al 2009 (44,6%), mentre cresce il ricorso ai contratti a tempo determinato (45,3%). In crescita la domanda di contratti part-time, che riguarderanno il 26,8% delle assunzioni non stagionali. Poco consistente il ricorso al nuovo apprendistato (6,6%) e al contratto di inserimento (0,8%).  Cresce la domanda di assunzioni di personale immigrato non stagionale che è previsto si attesterà tra un minimo di 6.820 unità e un massimo di 9.830 (tra il 13,8 e il 19,9% del totale, in aumento di un punto percentuale sul 2009). Entro il 2010 le assunzioni a carattere stagionale supereranno quota 24mila, pari al 32,8% del totale, principalmente negli alberghi, ristoranti e servizi turistici (65,1%) e nelle industrie alimentari, delle bevande e del tabacco (66,4%).    Le figure più richieste appartengono al gruppo delle professioni commerciali e dei servizi (18.600 unità, pari al 37,6%) e degli operai specializzati (13.980 unità, 28,3%), anche se in flessione rispetto al 2009. Aumentano le richieste di personale non qualificato (5.410 unità, pari al 10,9%). Nel gruppo professionale dei dirigenti, impiegati con elevata specializzazione e tecnici, nel complesso quasi 11.500 assunzioni, la mappa degli “introvabili” pone al primo posto i farmacisti e professioni affini, gli approvvigionatori e responsabili acquisti, i direttori del dipartimento progettazione, ricerca e sviluppo e gli ingegneri meccanici, per i quali la difficoltà di reperimento supera il 60%.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »