Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Posts Tagged ‘antico’

Swiss Talks: Attualità dell’Antico

Posted by fidest press agency su sabato, 5 novembre 2022

Roma 7/11/22 Il talk si terrà in inglese alle H18:30 all’Istituto Svizzero, via Liguria 20, Ingresso gratuito, Sarà possibile seguire l’incontro anche online. Con Jeannette Kuo (architetta, Zurigo) e Vitale Zanchettin (architetto, Venezia) L’architettura antica, prima di essere tale, è stata anch’essa contemporanea dei suoi progettisti e, talvolta, autentica avanguardia rispetto al proprio tempo. Durante l’incontro, Jeannette Kuo – co-autrice del progetto del Centro Archeologico di Augusta Raurica, Augst, Cantone Basilea-Campagna, 2014-2022 – affronta con Vitale Zanchettin il tema del rapporto tra presente e passato sia in senso metaforico, sia letterale.Programma: H18:30 – Introduzione all’incontro di Federico Tranfa H18:45 – Intervento di Jeannette Kuo H19:15 – Intervento di Vitale Zanchettin H19:45 – Discussione Il riconoscimento di 2 crediti formativi professionali dal CNAPPC per le/gli architette/architetti è confermato per questa iniziativa. Swiss Talks è un ciclo di incontri dedicati agli orientamenti dell’architettura contemporanea in Svizzera, giunto alla sesta edizione. I tre incontri del 2022 raccolgono le testimonianze di altrettante/i progettiste/i contemporanee/i e delle/dei loro interlocutrici/interlocutori, chiamate/i a parlare del proprio lavoro in rapporto ad alcune questioni fondamentali: la natura della disciplina, la sua sostenibilità e la relazione con le nostre radici culturali.Gli incontri si svolgono in forma di conversazioni precedute da brevi relazioni introduttive delle/degli invitate/invitati.Un progetto di Istituto Svizzero e Casabella Formazione, a cura di Federico Tranfa. Con il sostegno di Gruppo Mondadori, ProViaggi Architettura.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un antico crocifisso per ricordare i medici caduti a causa della pandemia

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2022

Torino Sabato 8 ottobre alle ore 10,15, presso l’Aula magna dell’Accademia di Medicina di Torino, via Po 18, avrà luogo una pubblica riunione del Rotary F.R.A.C.H. (Fellowship of Rotarian who Appreciate Cultural Heritage), TEAM 1 (Italia nord-ovest, Francia, Spagna e Portogallo) nel corso della quale verrà presentato il progetto di ristrutturazione del crocifisso del frate Bartolomeo Guidobono che alla fine del Seicento produsse numerose opere pittoriche nel convento dei frati minimi francescani dove risiedeva e dove ora ha sede l’Accademia di Medicina di Torino, ed anche nell’attigua Chiesa di San Francesco da Paola.L’intervento di restauro coinvolgerà, oltre al crocifisso, anche lo scalone antistante e avrà lo scopo di ricordare e di ringraziare i medici piemontesi caduti e impegnati nella pandemia COVID-19. Con l’occasione verrà annunciata una raccolta di fondi promossa dal F.R.A.C.H. mediante i quali, ad integrazione di un finanziamento già concesso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, potrà essere ristrutturata un’opera di grande rilievo artistico e culturale.Il prof. Giancarlo Isaia, Presidente dell’Accademia di Medicina, ringraziando vivamente il F.R.A.C.H. per la disponibilità, ricorda che “il recupero del grandioso crocifisso si inserisce in un più ampio progetto di ristrutturazione, di ammodernamento e di messa in sicurezza del palazzo di Via Po 18, dove un anno fa vennero ristrutturati altri affreschi del Guidobono, sempre ad opera dell’Accademia di Medicina; in accordo con l’Università di Torino, è stata attivata una positiva interlocuzione con il Comune di Torino, che auspico possa concludersi a breve, volta a chiarire i reciproci rapporti patrimoniali e ad assicurare i necessari interventi sull’immobile, al fine di recuperare alla Città un immobile di grande pregio architettonico, al quale da troppo tempo sono mancati i necessari investimenti per impedirne il degrado”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mythos: persistenza e attualità dell’antico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2022

Parma giovedì 29 settembre all’Università di Parma, organizzata dal Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Ateneo con il Patrocino della Delegazione di Parma dell’Associazione Italiana di Cultura Classica giornata di studio su: Mythos: persistenza e attualità dell’antico. La giornata prenderà il via in mattinata nell’Aula Magna della Sede centrale, dove a partire dalle 9 è previsto un seminario di studio. Interverranno Camillo Neri dell’Università di Bologna (Vegliare e sorreggere: un mito… non ancora finito), Donatella Puliga dell’Università di Siena (Miti di ieri, emozioni di oggi: percorsi possibili), Roberto Mario Danese dell’Università di Urbino (Cinemitografie: il mito classico e le sue riscritture filmiche), Giuseppe Martini dell’Istituto Nazionale di Studi Verdiani (Cantatemi, o Divi: il mito nel melodramma). Il seminario sarà moderato da Anika Nicolosi, docente di Lingua e letteratura greca all’Università di Parma e referente scientifica della giornata di studi, che proseguirà nel pomeriggio (ore 15-17) nell’Aula B del Plesso D’Azeglio con un workshop tenuto da laureati dell’Università di Parma.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mantova: va in mostra il libro antico

Posted by fidest press agency su domenica, 11 settembre 2022

Mantova Sabato 17 e domenica 18 settembre 2022 sesta edizione di Mantova Libri Mappe Stampe. presso il Museo Diocesano Francesco Gonzaga di Mantova. Per l’occasione il chiostro dell’ex monastero agostiniano di Sant’Agnese torna ad animarsi di bibliofili e collezionisti, pronti a scovare piccoli grandi tesori in carta sui banchi degli oltre 50 espositori partecipanti alla sesta edizione. Librerie specializzate in volumi antichi e di difficile reperibilità, italiane ed estere, propongono una vasta selezione di testi rari dal XV (incunaboli, cinquecentine, seicentine ecc.) al XX secolo (fuori catalogo, prime edizioni, testi autografi eccetera), assieme a originali mappe geografiche antiche e stampe decorative di ogni epoca e soggetto e ai più ricercati articoli di collezionismo cartaceo. http://www.mantovalibriestampe.com/

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spettacolare antico tesoro scoperto a Cesarea nel mare di Israele

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 dicembre 2021

Alcuni affascinanti reperti provenienti dai relitti di due navi affondate al largo di Cesarea in epoca romana e mamelucca (circa 1700 e 600 anni fa) sono stati scoperti nei mesi scorsi nei pressi di Cesarea, durante un’indagine subacquea condotta dall’unità di Archeologia Mariana dell’Autorità per le antichità israeliane. I carichi delle navi e i resti dei loro scafi naufragati sono stati trovati sparsi in acque a una profondità di circa 4 m, sparsi sul fondo del mare. Il tesoro marino comprende centinaia di monete romane d’argento e di bronzo della metà del III secolo d.C. e un grande tesoro di monete d’argento del periodo mamelucco (XIV secolo; circa 560 monete, tra cui una grande quantità di nastri più piccoli tagliati come pezzi); una statuetta in bronzo a forma di aquila, che simboleggia il dominio romano; una figurina di un pantomimo romano in maschera comica; numerose campane di bronzo destinate tra l’altro a scacciare gli spiriti maligni; e vasi di ceramica. Sono stati scoperti anche diversi oggetti metallici dallo scafo di una nave di legno, tra cui dozzine di grossi chiodi di bronzo, tubi di piombo da una pompa di sentina e una grande ancora di ferro rotta in pezzi, che attestano la forza che ha resistito fino a quando non si è spezzata, probabilmente in la tempesta. I resti sottomarini includono rari effetti personali delle vittime del naufragio. Questi includono lo squisito e raro ritrovamento di uno spesso anello ottagonale in oro con una gemma verde scolpita con la figura di un giovane pastorello vestito con una tunica e che porta un montone o una pecora sulle spalle. L’immagine, del “Buon Pastore”, è una delle prime e più antiche immagini utilizzate nel cristianesimo per simboleggiare Gesù; rappresenta Gesù come pastore compassionevole dell’umanità, che estende la sua benevolenza al suo gregge di credenti e a tutta l’umanità. Questo anello d’oro unico con la figura del “Buon Pastore” ci dà, forse, un’indicazione del suo proprietario, un paleocristiano. Altri reperti includono una bellissima gemma rossa da incastonare in un anello “gemma”; l’intaglio della pietra preziosa mostra una lira. Nella tradizione ebraica, la lira è chiamata Kinor David (“Arpa di David”). Secondo 1 Samuele 16:23, il re Davide suonava la sua arpa per Saul (“Ogni volta che lo spirito di Dio veniva su Saul, Davide prendeva la sua arpa e suonava. Allora Saul veniva soccorso; si sentiva meglio e lo spirito del male lo lasciava”). Il kinor biblico è generalmente equiparato allo strumento noto come “Lira di Apollo” nella mitologia greca. Nel mito greco, il bambino Hermes realizzò lo strumento, la lira, derivandola dal guscio di una tartaruga la mattina della sua nascita. Secondo Eli Eskozido, direttore dell’Autorità per le antichità israeliane, “le coste israeliane sono ricche di siti e reperti che sono immensamente importanti beni del patrimonio culturale nazionale e internazionale. Fonte: https://it.citiesbreak.com/

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Museo Didattico del Libro Antico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2020

Il Museo Didattico del Libro Antico, all’interno della Villa d’Este a Tivoli, è gestito dall’associazione FANNIUS, diretta dal Professor Antonio Basile, che svolge attività di ricerca nel settore della conservazione e restauro dei documenti antichi, papiri, pergamene e cartacei. FANNIUS gestisce anche un Centro di Archeologia Libraria e Bibliotecaria all’interno della Villa Adriana. L’elevata qualità degli studi è testimoniata dalla collaborazione con istituzioni quali i Musei Vaticani e il British Museum, e dalle convenzioni stipulate con il C.N.R. e con la competente Soprintendenza. L’ associazione svolge anche una notevole attività didattica in collaborazione con le scuole di ogni ordine e grado di tutto il Lazio, che organizzano visite che suscitano notevole interesse tra gli studenti. Organizza anche conferenze e mostre. Lo scorso 5 luglio l’agenzia di stampa nazionale ANSA, settore ANSA Viaggi.Art, ha dedicato al Museo Didattico del Libro Antico un interessante articolo. Nonostante i suoi indubbi meriti, lo scorso autunno FANNIUS è stata sfrattata da entrambi i locali dal direttore della Soprintendenza Speciale Villa Adriana-Villa d’Este, senza che sia stata indicata una sistemazione alternativa. Un’applicazione di direttive ministeriali per rendere “produttivi” gli immobili, liberandoli da concessioni più o meno gratuite ad associazioni culturali.Sembra una politica poco consona ad enti culturali, tanto più, che, in questo caso, se non si trova una soluzione alternativa, una preziosa attività culturale viene a cessare, vanificando i cospicui investimenti pubblici, soprattutto con fondi regionali, spesi per allestire e attrezzare i locali gestiti dalla FANNIUS. L’associazione ha presentato un ricorso al T.A.R. del Lazio, tuttora pendente, e si è appellata alla Regione Lazio. E’ sperabile che intervenga almeno la Regione, che con i suoi fondi ha reso possibile l’attività della FANNIUS. Anche se qualche dubbio può nascere dal fatto che la nuova giunta Zingaretti ha ritenuto di dover fare a meno di una delega alla cultura (ne mantiene però, per il momento, una per la “cultura del cibo”).Lo scorso mese una raccolta firme tra le scuole del Lazio, che hanno avuto contatti con l’associazione, ha raggiunto l’obiettivo di circa 14.000 firme di studenti e 2.000 di insegnanti.E’ auspicabile che la Regione tenga almeno conto di questo.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Andrea Mantegna: Rivivere l’antico, costruire il moderno

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Torino, Palazzo Madama, Corte Medievale e Piano Nobile 12 dicembre 2019 – 4 maggio 2020 una grande esposizione che vede protagonista Andrea Mantegna (Isola di Carturo 1431 – Mantova 1506), uno dei più importanti artisti del Rinascimento italiano, in grado di coniugare nelle proprie opere la passione per l’antichità classica, ardite sperimentazioni prospettiche e uno straordinario realismo nella resa della figura umana. Intorno alle sue opere si articolano le testimonianze di una stagione artistica – il Rinascimento in pianura padana, prima a Padova e poi a Mantova – capace di rivivere l’antico e di costruire il moderno. La rassegna presenta il percorso artistico del grande pittore, dai prodigiosi esordi giovanili al riconosciuto ruolo di artista di corte dei Gonzaga, articolato in sei sezioni che evidenziano momenti particolari della sua carriera e significativi aspetti dei suoi interessi e della sua personalità artistica, illustrando al tempo stesso alcuni temi meno indagati come il rapporto di Mantegna con l’architettura e con i letterati.Viene così proposta ai visitatori un’ampia lettura della figura dell’artista, che definì il suo originalissimo linguaggio formativo sulla base della profonda e diretta conoscenza delle opere padovane di Donatello, della familiarità con i lavori di Jacopo Bellini e dei suoi figli (in particolare del geniale Giovanni), delle novità fiorentine e fiamminghe, nonché dello studio della scultura antica. Un’attenzione specifica è dedicata al suo ruolo di artista di corte a Mantova e alle modalità con cui egli definì la fitta rete di relazioni e amicizie con scrittori e studiosi, che lo resero un riconosciuto e importante interlocutore nel panorama culturale, capace di dare forma ai valori morali ed estetici degli umanisti.Il percorso della mostra è preceduto e integrato, nella Corte Medievale di Palazzo Madama, da uno spettacolare apparato di proiezioni multimediali: ai visitatori viene proposta una esperienza immersiva nella vita, nei luoghi e nelle opere di Mantegna, così da rendere accessibili anche i capolavori che, per la loro natura o per il delicato stato di conservazione, non possono essere presenti in mostra, dalla Cappella Ovetari di Padova alla celeberrima Camera degli Sposi, dalla sua casa a Mantova al grande ciclo all’antica dei Trionfi di Cesare.Il Piano Nobile di Palazzo Madama accoglie, quindi, l’esposizione delle opere, a partire dal grande affresco staccato proveniente dalla Cappella Ovetari, parzialmente sopravvissuto al drammatico bombardamento della seconda guerra mondiale ed esposto per la prima volta dopo un lungo e complesso restauro e dalla lunetta con Sant’Antonio e San Bernardino da Siena proveniente dal Museo Antoniano di Padova.
Il percorso espositivo non è solo monografico, ma presenta capolavori dei maggiori protagonisti del Rinascimento nell’Italia settentrionale che furono in rapporto col Mantegna, tra cui opere di Donatello, Antonello da Messina, Pisanello, Paolo Uccello, Giovanni Bellini, Cosmè Tura, Ercole de’ Roberti, Pier Jacopo Alari Bonacolsi detto l’Antico e infine il Correggio. Accanto a dipinti, disegni e stampe del Mantegna, saranno esposte opere fondamentali dei suoi contemporanei, così come sculture antiche e moderne, dettagli architettonici, bronzetti, medaglie, lettere autografe e preziosi volumi antichi a stampa e miniati.
Il comitato scientifico della mostra è composto dai curatori Sandrina Bandera e Howard Burns, con Vincenzo Farinella come consultant curator per l’antico, insieme a Laura Aldovini, Lina Bolzoni, Molly Bourne, Caroline Campbell, Marco Collareta, Andrea Di Lorenzo, Caroline Elam, David Ekserdjian, Marzia Faietti, Claudia Kryza – Gersch, Mauro Mussolin, Alessandro Nova, Neville Rowley e Filippo Trevisani.La mostra, promossa dalla Fondazione Torino Musei e da Intesa Sanpaolo, è organizzata da Civita Mostre e Musei. Il catalogo, comprendente numerosi saggi introduttivi e di approfondimento oltre alle schede scientifiche di tutte le opere in mostra, è pubblicato da Marsilio Editori.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Musica Antiquaria” L’armonia dell’antico

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 ottobre 2019

Musica antiquaria.JPGCesena Sabato 19 e domenica 20 ottobre 2019 a Cesena Fiera risuonano le melodie degli strumenti antichi. Dopo l’ottimo esordio del 2017, torna in una terra patria di lirica e classica, Musica Antiquaria, la mostra mercato contraddistinta dall’essere l’unico evento dedicato all’universo dell’antiquariato di settore.Organizzata da Blu Nautilus con la direzione artistica del collezionista M° Artemio Versari, Musica Antiquaria non solo vanta il primato di essere l’unica in Italia nel suo genere, ma si caratterizza per la sua impostazione “scientifica”, con un’attenta selezione degli espositori coinvolti e degli oggetti messi in mostra. Protagonisti sono liutai restauratori, commercianti di alta liuteria e di strumenti musicali di vario tipo, scuole di musica e conservatori, librerie specializzate.Basterebbe questo a farne un’occasione di grande interesse nell’ambito specifico della cultura musicale e organologica locale, regionale e nazionale, ma “Musica Antiquaria” offre molto di più.Non solo tutto l’universo della musica d’epoca sarà rappresentato per una due giorni di grandi proposte espositive, ma ad affiancare la parte commerciale anche momenti di ascolto di altissima qualità, curati da musicisti concertisti di fama internazionale, per vivere pienamente l’atmosfera che solo una musica proveniente dalla viva “voce” di uno strumento del passato sa regalare.Due i nomi di spessore internazionale presenti a Cesena Fiera: il violinista Christian Joseph Saccon, solista di grande pregio e docente al Conservatorio di Torino, e il musicista e compositore Eliot Lawson, enfant prodige del violino, ormai cresciuto e ammirato in tutto il mondo.E le sorprese continuano: musicisti e allievi avranno la rara possibilità di provare a cimentarsi con preziosi strumenti d’epoca messi a disposizione dagli espositori.Inoltre, per i due giorni di manifestazione sarà possibile usufruire, per quanti posseggono uno strumento a corda, ma non ne conoscono il valore, di un servizio di perizia concesso del tutto gratuitamente dal maestro Artemio Versari. Tutti i protagonisti e il programma in via di definizione sul sito http://www.ceraunavoltantiquariato.it (foto: musica antiquaria copyright cesena fiera)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

La pittura tibetana dall’antico al contemporaneo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 novembre 2010

Milano fino al 4/12/2010 via Gesu’, 17 Renzo Freschi Oriental Art 30 dipinti dal 1400 al 2007 Un’antologia “pittorico-culturale” affascinante sia per i cultori dell’Arte Orientale che per gli appassionati di Pittura Contemporanea. La mostra mette a confronto un gruppo di 20 dipinti antichi con 13 contemporanei.  La sezione di opere antiche e’ costituita da 10 thangka. Questi “rotoli dipinti” su stoffa usati per la preghiera e appesi nei templi come nelle abitazioni private raffigurano soprattutto il Buddha e le numerosissime divinità del pantheon tibetano. Completa questa sezione una collezione di 10 mandala, diagrammi cosmologici che sono anche dei veri e propri percorsi meditativi per raggiungere l’illuminazione.  L’impianto grafico del mandala, composto da triangoli e quadrati inscritti in cerchi, lo ha fatto apprezzare fin dagli anni ’60 dai cultori della pittura moderna proprio per il suo aspetto simbolico e concettuale.  (Immagine: Mandala, XIX secolo, tempera su cotone.)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicilia: antico e moderno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 aprile 2010

Toronto  Saturday, April 24, 2010 – 1:30 – 6:30 p.m.  Columbus Centre (Columbus Room) – 901 Lawrence Avenue West, at Dufferin. An afternoon of lectures and film screening Presented by Sicilian Cultural Society in collaboration with the I.I.C. Free admission  Program: Opening remarks starting at: 1:30pm Starting at: 2:00pm Everything Must Change: The Archaeology of Greek and Indigenous Acculturation in  Archaic and Classical Sicily  by Prof. Spencer Pope, Department of Classics, McMaster University. Starting at: 2:30pm The Greeks and Sicily  by Prof. Ben Akrigg, Department of Classics, University of Toronto   Starting at: 3:00pm The Legacy of Luigi Pirandello’s Exploration into the Question of Identity  by Prof. Ernesto Virgulti, Department of Modern Languages, Literatures and Cultures,  Brock University.  3:30pm – 4:00pm: Q&A  3:00pm to 5:30pm: The event will be closed by the screening of the film:  L’isola in me: In viaggio con Vincenzo Consolo (75’, with English subtitles)  Documentary film by Ludovica Tortora de Falco.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gianni Ottaviani Archeopatie II

Posted by fidest press agency su martedì, 8 settembre 2009

Roma 10 settembre 2009 ore 12.00, Complesso del Vittoriano Sala Zanardelli Ingresso Piazza Ara Coeli mostra personale di Gianni Ottaviani Archeopatie II Intervengono: Ermanno Arslan, Archeologo, Accademico dei Lincei, già Direttore del Museo Archeologico di Milano ex Sovrintendente ai Beni Artistici del Comune di Milano Valerio Rivosecchi, Docente all’Accademia di Belle Arti  di Napoli Sarà presente l’Artista La mostra “Archeopatie II”, ospitata al Complesso del Vittoriano dall’11 al 23 settembre 2009, celebra il 50° anno di attività dell’artista Gianni Ottaviani, di origini picene ma milanese di adozione. Archeopatie: una parola composta da due termini che provengono dal greco; “archeo” che vuol dire antico, ”patie” che deriva da “pathos”, che vuol dire forte sentimento; quindi il concetto è “sentimento forte dell’antico” ma, ovviamente, di un artista moderno. Nelle 66 opere esposte confluisce la seconda fase della ricerca artistica di Ottaviani, iniziata negli anni Ottanta, che fonda le sue radici – come scrive l’artista stesso – nello “scavare nella memoria, documentare, ricostruire e riappropriarsi”. La Mostra, che si avvale del Patrocinio della Regione Lazio e della Provincia di Roma, è organizzata e realizzata da Comunicare Organizzando di Alessandro Nicosia.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »