Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 35 n°33

Posts Tagged ‘antitrust’

Antitrust: moral suasion cartucce

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 gennaio 2023

Intervento di moral suasion dell’Antitrust su Epson e Lexmark che ora dovranno chiarire i limiti all’utilizzo di cartucce non originali per le loro stampanti. “Una decisione inadeguata! Il consumatore deve poter scegliere liberamente tra cartucce originali e non, altrimenti il monopolio della casa produttrice della stampante diventa una posizione dominante che permette abusi, come ad esempio prezzi esagerati e ingiustificati. Insomma il cliente non può essere costretto a usare solo cartucce originali, anche se preventivamente e sufficientemente informato!” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “E’ noto che oramai le stampanti costano poco e che le case produttrici, tutte, si rifanno sui prezzi delle cartucce. Serve concorrenza anche in questo settore. Chi acquista un stampante non può essere costretto a comperare un solo tipo di cartuccia per tutta la vita della stampante. E’ come se acquistata una vettura fosse costretto a fare poi le riparazioni e i tagliandi solo nell’officina di quel marchio. Un abuso bello e buono che il legislatore europeo, infatti, ha opportunamente vietato” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

WindTre. Dal 2024 aumento dei prezzi senza possibilità di recesso gratuito. Aduc denuncia all’Antitrust

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 dicembre 2022

Per i gestori di telefonia, le norme sulle modifiche unilaterali al contratto sono un cappio al collo: costringono il gestore ad avvisare il cliente che, se non accetta la modifica, può recedere gratuitamente e passare alla concorrenza. Per questo motivo WindTre ha escogitato quella che la stessa società ha chiamato “la terza via”, cioè consentire al consumatore di non accettare la modifica e rimanere con Wind. Antitrust è intervenuta, condannando Wind su denuncia di Aduc. E così WindTre, che nel frattempo è stata nuovamente denunciata da Aduc per una condotta pressoché identica (4), ha deciso di aggirare la norma sulle modifiche unilaterali – per evitare che i consumatori possano esercitare il diritto di recesso – inserendo nei propri contratti una clausola sull’adeguamento annuale del prezzo, già applicabile ai nuovi contratti di telefonia fissa e mobile dal 21 novembre 2022 e ai cambi di piano tariffario: “Il cliente prende atto e accetta che, da gennaio 2024, in caso di variazione annua positiva dell’indice nazionale dei prezzi al consumo FOI rilevata da ISTAT nel mese di ottobre dell’anno precedente, WINDTRE ha titolo di aumentare il prezzo mensile del Servizio di un importo percentuale pari alla variazione di tale indice o comunque pari almeno al 5% ove tale variazione fosse inferiore a detta percentuale. L’adeguamento, applicato entro il primo trimestre di ciascun anno, non costituisce una modifica contrattuale ai sensi dell’art. 2.4 delle Condizioni Generali di Contratto e, pertanto, non conferisce al Cliente diritto di recesso senza costi dal Contratto. L’importo del prezzo mensile del Servizio, così adeguato, potrà essere arrotondato per difetto al centesimo di euro. WINDTRE segnala annualmente tale adeguamento sul proprio sito Internet e con pubblicazione su un quotidiano nazionale nei sette giorni solari precedenti”. Emmanuela Bertucci, legale, consulente Aduc http://www.aduc.it

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antitrust versus gestori energia. Occorre andare pesanti per farli smettere

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 dicembre 2022

Antitrust ha deciso di avviare istruttoria contro alcuni gestori per la violazione della norma (decreto Aiuti) che blocca le modifiche unilaterali dei contratti energetici fino al 30 aprile 2023 e su cui era anche intervenuta, con Arera, per specificare diritti e doveri. Si tratta di una ulteriore istruttoria oltre quella già predisposta in precedenza per altri gestori. Sono mesi, da quando c’è questa sospensione delle modifiche unilaterali, che quasi tutti i gestori continuano a imporle, giocando sulla poca informazione degli utenti e sul fatto che l’impazzimento dei prezzi del mercato energetico ha spesso fatto perdere cognizione di causa ed effetti ai loro utenti. Le segnalazioni che ci sono giunte sono molteplici e in diversi casi, per far tornare alla ragione della norma i gestori, siamo stati costretti anche a ricorrere alla specifica Autorità Arera.Come sempre questi gestori giocano sul fatto che, a fronte delle enormi quantità di utenti a cui hanno cercato di imporre questo cambio, a rendersi conto e fare opposizione sono una parte molto limitata. Per questo i gestori sono consapevoli che val la pena, quand’anche e quando saranno sanzionati, di violare le norme: i ricavati delle violazioni sono stratosfericamente superiori alle sanzioni. Ed è per questo che, oltre a comminare sanzioni che siano proporzionali al business illecito che è stato generato, sarebbero opportuni anche provvedimenti di blocco della loro attività.Vincenzo Donvito Maxia http://www.aduc.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Antitrust: no a progetto Bancomat

Posted by fidest press agency su sabato, 10 dicembre 2022

Secondo l’Antitrust il nuovo modello di remunerazione dei prelievi in circolarità da Atm con carte del circuito Bancomat configurerebbe una restrizione della concorrenza a danno dei consumatori e, quindi, viene bocciato.”Ottima notizia! Avevamo detto subito che il progetto era una pura follia e che sarebbe stato un evidente sopruso a danno dei consumatori” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Non si capiva, infatti, a che titolo, con che modalità e in quale misura scattava quel prelievo, e come faceva eventualmente il consumatore a contestarlo, non avendo rapporti contrattuali con l’istituto di credito dove è collocato l’ATM. Il consumatore sarebbe stato costretto a pagare il balzello, subendo una vera e propria prepotenza e vessazione. Un abuso bello e buono che avrebbe ridotto la concorrenza!” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antitrust condanna WindTre: 5 milioni. ‘Bruscolini’ per chi ne ha ‘prelevati’ più di 200

Posted by fidest press agency su domenica, 13 novembre 2022

Su denuncia di Aduc, Antitrust ha condannato WindTre a pagare 5 milioni per aver violato il codice del consumo: aveva spacciato per modifica contrattuale un servizio aggiutivo del costo di 2 euro al mese. Gli 11 milioni di utenti che hanno ricevuto l’sms con la comunicazione, per rifiutare la modifica avrebbero dovuto replicare con altrettanto mezzo, ma l’Antitrust ha accolto la denuncia Aduc di violazione dell’art.65 del codice del consumo, che prevede il consenso espresso del consumatore per qualsiasi pagamento supplementare e non che il consumatore debba rifiutare un aumento già applicato. Si trattava di una sorta di “costo della distrazione” (se dimentichi di inviare l’SMS di diniego, paghi 2 euro in più ogni mese).L’Antitrust, al momento della delibera di condanna (2 nov 2022), ha stimato il guadagno di WindTre in merito tra 90 e 225 milioni. WindTre, che ha cominciato ad inviare sms il 20 gennaio 2022, sta ancora oggi applicando la condotta ritenuta illecita.Si capisce, quindi che i 5 milioni di multa siano “bruscolini” e, ammesso che WindTre li paghi, rappresentano una sorta di tassa che, continuando con iniziative del genere, converrà sempre pagare. La multa applicata è il massimo previsto dalla legge, per cui sarebbe necessario un intervento legislativo che fissi un tetto percentuale sul fatturato del gestore condannato. Sulla materia WindTre ha fatto da apripista, seguita da Tim che abbiamo denunciato all’Antitrust lo scorso luglio e su cui aspettiamo altrettanta pronuncia. Consigliamo alle vittime di fare richiesta di rimborso di quanto illecitamente prelevato tramite una raccomandata A/R di diffida facendo riferimento alla pronuncia dell’Antitrust http://www.aduc.it

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Antitrust condanna WindTre: 5 milioni. ‘Bruscolini’ per chi ne ha ‘prelevati’ più di 200

Posted by fidest press agency su sabato, 12 novembre 2022

Su denuncia di Aduc, Antitrust ha condannato WindTre a pagare 5 milioni per aver violato il codice del consumo: aveva spacciato per modifica contrattuale un servizio aggiuntivo del costo di 2 euro al mese. Gli 11 milioni di utenti che hanno ricevuto l’sms con la comunicazione, per rifiutare la modifica avrebbero dovuto replicare con altrettanto mezzo, ma l’Antitrust ha accolto la denuncia Aduc di violazione dell’art.65 del codice del consumo, che prevede il consenso espresso del consumatore per qualsiasi pagamento supplementare e non che il consumatore debba rifiutare un aumento già applicato. Si trattava di una sorta di “costo della distrazione” (se dimentichi di inviare l’SMS di diniego, paghi 2 euro in più ogni mese).L’Antitrust, al momento della delibera di condanna (2 nov 2022), ha stimato il guadagno di WindTre in merito tra 90 e 225 milioni. WindTre, che ha cominciato ad inviare sms il 20 gennaio 2022, sta ancora oggi applicando la condotta ritenuta illecita.Si capisce, quindi che i 5 milioni di multa siano “bruscolini” e, ammesso che WindTre li paghi, rappresentano una sorta di tassa che, continuando con iniziative del genere, converrà sempre pagare. La multa applicata è il massimo previsto dalla legge, per cui sarebbe necessario un intervento legislativo che fissi un tetto percentuale sul fatturato del gestore condannato.Sulla materia WindTre ha fatto da apripista, seguita da Tim che abbiamo denunciato all’Antitrust lo scorso luglio e su cui aspettiamo altrettanta pronuncia. Consigliamo alle vittime di fare richiesta di rimborso di quanto illecitamente prelevato tramite una raccomandata A/R di diffida facendo riferimento alla pronuncia dell’Antitrust. http://www.aduc.it

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Antitrust: sanzione da 3,6 mln a Mediamarket

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2022

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha irrogato una sanzione di 3,6 milioni di euro a Mediamarket per la condotta commerciale realizzata nei diversi punti vendita Mediaworld, per pratica commerciale scorretta“Bene, ottima notizia. E’ incredibile che ancora oggi si possa credere di poter esporre un prezzo in modo poco chiaro, che non sia comprensivo di tutto, aggiungendo ex post accessori o servizi che poi accessori non sono, visto che secondo le segnalazioni pervenute all’Antitrust poi andavano acquistati. Oramai sono talmente tante le condanne dell’Antitrust su questo tema, basti pensare alle compagnie aeree, dai supplementi bagagli alle tasse aeroportuali, che è illusorio immaginare di poterla fare franca” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. (By Mauro Antonelli)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Antitrust: sanzione da 1,4 mln a Poste

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 novembre 2022

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha concluso un’istruttoria nei confronti di Poste Italiane S.p.A. e ha irrogato una sanzione di 1,4 milioni di euro in riferimento alla sua attività di collocamento e di gestione dei Buoni Fruttiferi Postali. “Bene, era ora! I comportamenti di Poste Italiane sui buoni postali sono da anni a dir poco inqualificabili. Troppo spesso per ottenere giustizia si deve agire in giudizio, cosa che purtroppo non tutti i consumatori fanno, finendo così per rinunciare alle loro giuste pretese“ afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “In questo caso, poi, perdere capitale e interessi solo per una dimenticanza, grida vendetta al cielo. Ora speriamo che il consumatore sia correttamente informato e vigileremo perché questo accada” conclude Dona.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antitrust: istruttoria su Enel Energia e Servizio Elettrico Nazionale

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2022

L’Antitrust in tema di prescrizione biennale ha avviato un’istruttoria nei confronti di Enel Energia e Servizio Elettrico Nazionale. “Ottima notizia! Una vittoria per tutti i consumatori. Prosegue la lunga battaglia che abbiamo condotto sulla prescrizione, avendo segnalato le due società all’Antitrust la prima volta” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori, l’associazione che aveva segnalato all’Antitrust. “Ogni scusa era buona per non concedere la prescrizione biennale, scaricando la responsabilità sull’utente finale, spesso supportati anche dai distributori locali. Ora che la prescrizione si applica senza se e senza ma, grazie all’ultima modifica introdotta con la Legge di Bilancio del 2020, il problema è stato in gran parte risolto, ma è importante che non ci siano più comportamenti scorretti” conclude Vignola.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antitrust: sanzioni da 5 mln a UnipolSai e Generali

Posted by fidest press agency su martedì, 16 agosto 2022

L’Antitrust ha sanzionato per 5 milioni di euro UnipolSai Assicurazioni e Generali Italia per aver adottato, nella fase di liquidazione dei danni RC auto, una pratica commerciale scorretta in violazione del Codice del consumo.”Bene, ma la sanzione è decisamente insufficiente. E’ evidente che questo è uno di quei casi dove si capisce che il legislatore deve togliere l’assurdo tetto di 5 milioni di euro alle sanzioni dell’Antitrust” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Il danno per i consumatori in questo caso è davvero notevole e corrisponde a un guadagno delle compagnie assicurative che è frutto di questa pratica ingannevole e aggressiva. Andrebbe previsto per legge che le multe delle Authority debbano sempre superare l’illecito guadagno, altrimenti non possono avere alcuna efficacia deterrente. Invece la class politica sta andando nella direzione opposta e, ad esempio, nel recepire la direttiva (UE) 2019/2161, si prevede che l’ampliamento delle sanzioni dal 2 al 4 per cento del fatturato non valgano nel caso di violazioni del del Codice del consumo” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antitrust, 14 case automobilistiche modificano offerte finanziamento

Posted by fidest press agency su domenica, 7 agosto 2022

Dopo l’intervento dell’Antitrust 14 case automobilistiche modificano le offerte di acquisto con finanziamento e di leasing. “Bene, ottima notizia! Al consumatore deve essere subito chiaro l’effettivo importo della rata e il costo complessivo del finanziamento, oneri e spese comprese, esattamente come avviene per i mutui, dove essere sempre consegnato un prospetto informativo standardizzato, così da facilitare il confronto tra le diverse offerte” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Avevamo segnalato all’Authority messaggi promozionali delle offerte di finanziamento presenti su siti che avevano condizioni effettive diverse da quelle prospettate all’utente e riportate nel messaggio iniziale, oppure che inducevano il consumatore a credere che sussisteva un’unica società finanziaria con la quale poter sottoscrivere un finanziamento per l’acquisto dei veicoli” prosegue Dona.”Ora speriamo che dopo l’intervento dell’Authority queste pratiche scorrette cessino. Vigileremo, comunque, per accertare il rispetto degli impegni assunti” conclude Dona

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dalle delibere Antitrust… un Paese che ha bisogno di libertà economiche

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2022

Per chi avesse ancora dei dubbi sulla necessità di una maggiore liberalizzazione dell’economia con relativo adeguamento degli attori, è da tenere sotto controllo il bollettino settimanale dell’Antitrust, dove l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato riporta le proprie delibere su “intese a abuso di posizione dominante”, “operazioni di concentrazione”,” attività di segnalazione e consultiva” e “pratiche commerciali scorrette”. Le “pratiche commerciai scorrette” sono quelle che, direttamente, interessano i consumatori. Nel bollettino n.28 pubblicato ieri 25 luglio, dà all’occhio in modo particolare il numero di delibere prese. Le materie trattate, su sollecitazioni di singoli, associazioni o aziende, sono varie e riguardano tutte utenti e consumatori che sarebbero stati gabbati dalle pratiche commerciali di queste aziende. E queste sono solo le pratiche arrivate all’attenzione dell’Autorità, ché molti consumatori non hanno cognizione di questa possibilità o, peggio, si tratta di illeciti minimi che, pur se percepiti e/o rimanendone vittima, il consumatore non fa nulla o, nel migliore dei casi, spera che qualcuno lo faccia per lui. Una situazione che ci deve far riflettere sull’opportunità di rendere maggiormente più semplice il ricorso all’Antitrust. A cui aggiungiamo la sfiducia verso questa Autorità, le cui multe sono spesso talmente basse che gli inadempienti scelgono di esser tali e pagare il dovuto, ché gli costa meno di uguali o peggiori risultati con campagne pubblicitarie più costose … oltre al fatto che talvolta le multe non ci sono e sono sostituite dagli impegni delle aziende a non reiterare gli illeciti (“pena” praticamente inesistente per i consumatori che dovessero commettere un illecito). Il numero delle delibere – probabilmente un record temporale – è 13!!! ADUC: http://www.aduc.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antitrust: concludere liberalizzazione mercato energia

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 luglio 2022

“Occorre concludere il processo di liberalizzazione dei mercati energetici entro i termini previsti, evitando ulteriori proroghe”. Così il presidente dell’Antitrust Roberto Rustichelli.”Giusto! Bisogna concludere il processo di liberalizzazione del mercato dell’energia. Il che non vuol dire, ovviamente, togliere il mercato tutelato in assenza di un’effettiva concorrenza tra gli operatori e in presenza di ripetute e sistematiche pratiche commerciali scorrette. Altrimenti la concorrenza sarebbe fatta ex post sulla pelle e soprattutto sulle tasche delle famiglie. Ricordiamo che chi è passato al libero finora ha finito mediamente per pagare di più. Il tutelato, insomma, va tolto solo dopo, alla fine, non prima. Deve essere l’ultimo passaggio che completa il processo di liberalizzazione” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale consumatori. “Vanno, quindi, prima attuate le misure già previste e mai applicate: da un vero albo dei venditori che preveda seri requisiti finanziari a tutela dei creditori e del versamento degli oneri di sistema al potenziamento del Portale offerte per un confronto di tutte le offerte, dalla tutela dei vulnerabili alla corretta applicazione della disciplina dell’unbundling” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antitrust: chiude con impegni su rc auto

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 giugno 2022

L’Antitrust chiude con accettazione di impegni il procedimento nei confronti di comparatori di prezzo e di imprese assicurative per sospetta intesa su polizze rc auto. “Studieremo il provvedimento. Nutriamo, infatti, perplessità per la chiusura del procedimento senza infrazioni. Se, come ipotizzato all’inizio, ai consumatori sono stati praticati premi più elevati per le polizze RCA grazie alla conoscenza reciproca delle condizioni di vendita offerte sui portali di comparazione, allora sarebbe stata necessaria una condanna pecuniaria esemplare. Se invece lo scambio informativo non poteva essere volto alla fissazione di premi più elevati, ma alla formulazione di offerte più appetibili, allora non si capisce perché non si è archiviato e stop” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Il fatto che l’Antitrust sostenga che “lo scambio informativo non appariva di per sé univocamente volto alla fissazione di premi più elevati”, non esclude invece nulla, né in un senso né nell’altro e il distinguo tra restrizione per effetto e restrizione per oggetto appare nebuloso” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antitrust: Rustichelli, ok offerte solo scritte luce e gas

Posted by fidest press agency su sabato, 7 Maggio 2022

L’Antitrust ha chiesto oggi una norma che preveda che “il vincolo contrattuale sorga solo a seguito della conferma dell’offerta, da parte del consumatore, per iscritto” per le offerte commerciali di luce e gas.”Bene, non possiamo che sottoscrivere la proposta dell’Authority. Da tempo lo chiediamo, visto che le bollette di luce e gas restano un mistero irrisolto del nostro Paese e, indipendentemente dal telemarketing selvaggio, è impossibile capire in una telefonata se il contratto offerto è più vantaggioso oppure no” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori. “Servono anche sanzioni con importi più elevati, che abbiano vera efficacia deterrente rispetto ai comportamenti scorretti. Per quanto riguarda poi il telemarketing selvaggio, servono indennizzi automatici per chi riceve telefonate nonostante sia iscritto al Registro delle Opposizioni” conclude Vignola

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ennesimo provvedimento dell’Antitrust nei confronti di una compagnia telefonica

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 aprile 2022

Questa volta nel mirino dell’AGCM c’è Iliad, sanzionata per 1,2 milioni di euro per pubblicità ingannevole. L’intervento dell’Authority fa riferimento alla formulazione ingannevole utilizzata dall’azienda per comunicare alla clientela informazioni determinanti in merito ad offerte compatibili con la tecnologia 5G, omettendo o fornendo in modo non corretto elementi fondamentali per effettuare una scelta consapevole quali la necessità di adeguata copertura territoriale della rete 5G e l’utilizzo di idoneo dispositivo. Ancora una volta, quindi, l’Autorità interviene nei confronti di una società di telecomunicazioni che non rispetta i diritti degli utenti, peraltro con particolare riguardo ad un tema come quello del 5G, su cui nell’opinione pubblica è ancora elevato il livello di disorientamento e disinformazione e su cui quindi permane una particolare necessità di trasparenza e correttezza.Nonostante in questi anni siano stati emessi regolamenti e delibere in materia di tutela del consumatore, la normativa vigente conferma la sua inadeguatezza: l’elevata frequenza con cui gli operatori vengono sanzionati dalle Authority per questo tipo di condotte dimostra la necessità di una regolamentazione più stringente, con strumenti che costituiscano un reale deterrente nei confronti delle pratiche commerciali scorrette.Non ci stanchiamo di evidenziare quanto poco si siano rivelate efficaci in questi anni le mere sanzioni ex post. Episodi del genere dimostrano la assoluta e urgente necessità di attuare una riforma dell’attuale sistema di regolazione del settore delle telecomunicazioni, prevedendo un sistema di vigilanza capillare e tempestivo e soprattutto riconoscendo alle Authority concreti poteri coercitivi.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Antitrust: pubblicati impegni su istruttoria rc auto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 gennaio 2022

L’Antitrust ha pubblicato gli impegni presentati nell’ambito dell’istruttoria I856 relativa ai comparatori di prezzo della polizze rc auto. “Ci riserviamo di leggere con cura e con calma gli impegni che le imprese assicurative intendono assumere prima di esprimere un parere finale, ma il punto non cambia ed è semplice: se c’è stato un danno per gli assicurati a seguito di un’intesa tra compagnie, ad esempio perché tramite lo scambio di informazioni hanno praticato premi più elevati, allora non basta la chiusura del procedimento con accettazioni di impegni che a lungo andare non ha una vera efficacia deterrente nei confronti dei comportamenti scorretti” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale consumatori. “Sarebbe una beffa inaccettabile per gli assicurati. Serve una condanna pecuniaria, possibilmente con l’irrogazione di una sanzione esemplare” conclude Dona.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antitrust sanziona Amazon per abuso di posizione dominante

Posted by fidest press agency su sabato, 11 dicembre 2021

“Accogliamo con grande soddisfazione la sentenza dell’Antitrust che ha irrorato una sanzione di oltre 1 miliardo di euro al colosso del commercio elettronico Amazon per abuso di posizione dominante e pratiche commerciali scorrette. Nel corso delle nostre indagini, suffragate dalle testimonianze di ex lavoratori, avevamo sollevato la situazione paraschiavistica nella quale si trovano a lavorare i dipendenti. Roba da Cina comunista. Il quadro era talmente grave che alla fine il Governo chiamò la piattaforma all’introduzione e al rispetto delle relazioni sindacali all’interno dell’azienda, un primo timido segnale che non ha tuttavia risolto i macroscopici problemi di sfruttamento degli operai. Sul fronte commerciale, rivendichiamo tutto quello che abbiamo denunciato comprese le pratiche scorrette di vendite ultrascontate approfittando del blocco totale delle attività produttive e commerciali, con profitti stellari su scala planetaria legati al drammatico stato del pianeta, devastato da milioni di morti e centinaia di milioni di malati che configurano un’indegna speculazione sulla sofferenza umana. Lanciamo nuovamente l’appello ad aiutare i negozi su strada, quelli che producono un lavoro sano, pagano le tasse in Italia, illuminano borghi e periferie altrimenti desertificate. Acquistare da loro e non dalle piattaforme elettroniche significa difendere una società fondata sulle relazioni sociali, sulla presenza, sui rapporti umani”. #NatalesenzAmazon”. E’ quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Multe Antitrust che solleticano Apple e Google. Ogni consumatore sia vigile di se stesso

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 dicembre 2021

A turbare la “festa” del Black Friday ci ha pensato l’Antitrust. Due dei maggiori attori di questo tipo di festa, Apple e Google, sono stati multati perché hanno usato i dati dei loro utenti per uso commerciale, a differenza degli impegni presi. Turbamento che dovrebbe portar via dalle loro casse 20 milioni di euro. Briciole per queste due tra le prime cinque aziende al mondo per valore e fatturato. Briciole che, ammesso che vengano respinti i ricorsi che sicuramente faranno, porterà loro un valore aggiunto (i ricavi dai dati raccolti) molto più alto non solo dell’importo della multa, ma anche del costo di qualunque campagna pubblicitaria avessero potuto concepire per avere gli stessi risultati. E’ il meccanismo delle multe delle Autorità nei confronti di queste mega-aziende transnazionali, da cui si conferma che le Autorità di controllo non hanno strumenti adeguati per far fronte agli illeciti o alle criminalità messe in atto a questi livelli. E non è solo questione di importi delle multe che, già se fossero indicizzate agli specifici fatturati di chi viola le regole, sarebbe qualcosa. Ma è un potere d’intervento che conferma come alla giusta libertà transnazionale di operare economicamente dovrebbe corrispondere altrettanta autorità di controllo per il rispetto delle regole…. ma quali regole? Quelle nazionali e, per noi europei fortunati, quelle dell’Unione. Ma siamo sicuri che bastino queste regole e che l’eventuale illecito sia circoscritto a specifici confini? Al momento non ci può essere risposta istituzionale in merito, per cui sarebbero possibili solo accordi, magari in sede trattati internazionali Onu . Un contesto in cui è il singolo utente che può decidere di usare la massima prudenza nel comunicare i propri dati, con la consapevolezza che anche se nei contratti c’è scritto XX, come è accaduto oggi per Apple e Google, non è detto che queste aziende siano oneste nel tener fede ai contratti. COMUNICATO STAMPA DELL’ADUC URL: http://www.aduc.it

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antitrust: avviata istruttoria su Nutriscore

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 novembre 2021

“Bene, ottima notizia l’avvio di un’istruttoria da parte dell’Antitrust” afferma Agostino Macrì, responsabile dell’Area sicurezza alimentare dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando l’avvio dell’istruttoria su Nutriscore.”Abbiamo sempre detto no a Nutriscore e a tutte le etichette con informazioni parziali. I consumatori italiani hanno bisogno di una corretta informazione, mentre i colori ideati dai francesi semplificano il messaggio, creando evidenti distorsioni” prosegue Macrì.”Il sistema di etichettatura chiamato Nutriscore, infatti, classifica gli alimenti con cinque diversi colori, dal verde al rosso, in funzione del contenuto di alcuni nutrienti critici: calorie, grassi saturi, zuccheri e sale soprattutto. Peccato che il calcolo sia basato su 100 grammi di prodotto e non sulla porzione effettiva che si consuma, penalizzando così quelli che si utilizzano in piccola quantità, come l’olio extravergine di oliva che avrebbe un colore vicino al rosso anche se in pratica ne basta un cucchiaio per condire un’insalata” aggiunge Macrì.”Insomma, va data una corretta informazione al consumatore, come la percentuale di grassi, calorie, zuccheri che sono contenuti nella porzione di prodotto che si sta consumando, rispetto al fabbisogno giornaliero complessivo” conclude Macrì.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »