Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘antonello de pierro’

Antonello De Pierro scende in campo per la vita a Mondo Fitness

Posted by fidest press agency su martedì, 15 agosto 2017

Renata MarzedaRoma. Uno straordinario e intenso messaggio a favore della vita in tutte le sue forme. E’ stato questo il tema portante di un indimenticabile evento ideato dall’onorevole Gilberto Casciani, che ha avuto luogo l’altra sera a Roma, nella suggestiva cornice della manifestazione estiva Mondo Fitness. Il significato profondo dell’esistenza è stato esplicitato esaustivamente dall’attore Enio Drovandi (chi non lo ricorda in Sapore di Sale e in I Ragazzi della III C?), il quale ha aperto dal palco la kermesse, che ha visto esibirsi numerosi altri artisti, magistralmente presentati da Angelo Martini e Vasilica Gavrilas Burlacu. L’intera serata si è svolta sotto la supervisione di Alessandro Casciani, figlio di Gilberto, che l’ha curata nei minimi dettagli per garantirne la perfetta riuscita, che è stata ineccepibile. Un momento che ha fatto impennare significativamente il termometro delle emozioni è stato rappresentato dalla sfilata di costumi a bordo piscina, quando è stata svelata, quale eccezionale inno alla vita la presenza di una modella incinta della nascitura Sara. Scroscianti applausi e qualche lacrima furtiva scivolata sulle gote di qualcuno tra i presenti, hanno accompagnato questa esternazione. Amico di Casciani da tempo immemore, ha aderito con entusiasmo alla commendevole iniziativa anche il giornalista presidente dell’Italia dei Diritti e direttore di Italymedia.it Antonello De Pierro, da sempre impegnato contro tutto ciò che rappresenta socialmente una minaccia all’incolumità dei cittadini e quindi alla vita, in primis stalking e sicurezza stradale. L’ex direttore e voce storica di Radio Roma è giunto in compagnia della stupenda ex modella e affermata cantante di pianobar Sara Cardilli, ex moglie del noto imprenditore di Fiumicino Diego Consiglio, reduce dal grande successo ottenuto proprio nei giorni scorsi con l’inaugurazione del suo nuovo locale Cielo nella cittadina aeroportuale. Tanti scatti per i due da parte dei fotografi, come per gli altri ospiti tra cui Antonietta Di Vizia, Conny Caracciolo, Pierfrancesco Campanella, Aline Pilato, Mariano Cherubini, Erika Kamese, Anna Iannucci, Letterio Magazzù, Michele Simolo, Giò Di Giorgio, Rita Rondinella, Anna Nori, Ester Campese, Paola Pisani, Sabina Tamara Fattibene, Patrizia Venturi, Adriano Di Benedetto, Natalia Simonova, Riccardo Bramante, Elisabetta Viaggi, Valentina Martella, Arianna De Angelis, Stefania Beninato, Mara Keplero, Cinzia Loffredo e Nicola Vizzini. Per Gilberto Casciani, che si è commosso quando ha presentato la neolaureata figlia Eleonora, è stata anche un’occasione per brindare ai suoi 30 anni da personaggio pubblico. (Foto di Renata Marzeda)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dovere civico votare sì al Referendum

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 giugno 2011

Domenica 12 e lunedì 13 giugno gli italiani dovranno recarsi alle urne per votare i quattro quesiti del referendum contro il legittimo impedimento, il nucleare e la privatizzazione dell’acqua pubblica. Antonello De Pierro, presidente del movimento Italia dei Diritti, ha così commentato l’evento: “Domenica prossima si gioca una partita molto importante per il futuro del nostro Paese e per testare la consistenza politica dell’attuale maggioranza che ha, letteralmente, messo in ginocchio l’intera Nazione, curando gli interessi di pochi e, soprattutto, del Premier a danno della maggior parte dei cittadini. Per gli italiani è un dovere civico primario recarsi alle urne per votare SI ai quattro quesiti proposti e, soprattutto, per raggiungere il quorum necessario per rendere valido il risultato. Il manipolo di politicanti aziendali che ci governa le ha provate tutte per far sì che le date fondamentali del 12 e 13 giugno passassero in sordina o che addirittura i quesiti venissero annullati, ma per fortuna credo che la coscienza degli elettori, anche in virtù dei risultati delle ultime elezioni amministrative, si stia riprendendo da un lungo torpore indotto da una propaganda mediatica senza precedenti. Credo – continua il presidente dell’Italia dei Diritti – che solo un folle o un “senza cervello”, per dirla con il Premier, o un direttamente interessato possano apporre una croce sul NO per i quesiti proposti che, ricordiamo, dovranno ribaltare gli effetti di alcune leggi partorite dall’incoscienza di chi ha sacrificato sull’altare di vari interessi in gioco il bene del Paese.
Infatti, a parte il trito e ritrito concetto del Premier perseguitato dalla magistratura, a cui ormai non crede più nessuno, e che fa riferimento alla legge sul legittimo impedimento, con la favola di Berlusconi che per poter governare non può recarsi in tribunale, è veramente senza una logica, se non affaristica, inseguire il disegno nucleare senza invece investire sulle energie rinnovabili, come sarebbe certamente più giusto e più sicuro. Del resto rasenta i confini dell’assurdo anche il fatto che un bene comune e primario come l’acqua debba finire nella morsa speculativa di alcuni privati senza scrupoli.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il trionfo di Pisapia e de Magistris

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 Maggio 2011

“Accogliamo con immensa gioia i risultati dei ballottaggi delle elezioni amministrative che hanno sancito una straordinaria vittoria del centrosinistra e una cocente batosta per il centrodestra. I nostri appelli contro il berlusconismo, sul sistema di potere che ha spinto l’Italia nel baratro, dopo averne superato da tempo l’orlo, il nostro impegno sul territorio, le nostre indicazioni di voto, hanno contribuito notevolmente a questo successo eccezionale”. Antonello De Pierro, presidente dell’Italia dei Diritti, non nasconde la grande soddisfazione per i risultati dei ballottaggi in numerose città d’Italia, che hanno visto il trionfo del centrosinistra, con i riflettori puntati soprattutto su Milano e Napoli. “In ogni caso – continua De Pierro – le vittorie che sentiamo più nostre, sia per quanto abbiamo investito, sia per l’enorme significato politico che rivestono, sono quelle di Giuliano Pisapia a Milano e di Luigi de Magistris a Napoli. L’era di Berlusconi e del suo modo aziendale e autoritario di fare politica ha imboccato il viale del tramonto, ma attenzione, la sua sagoma spettrale non si è ancora dileguata all’orizzonte. Non commettiamo l’errore fatale di abbracciare l’illusione prima di avere certezze assolute. Questo è solo un primo importante passo, che ha dimostrato che la coscienza civile di una parte del popolo italico ha iniziato a liberarsi dall’intondimento provocato dal bombardamento mediatico del partito azienda del premier, ma chi invece ha avuto sempre sani i capisaldi di idee e valori, dovrà continuare a parlare con queste persone, raccontare le verità storiche e non quelle preconfezionate dai servi mistificatori al servizio del padrone”.
Poi il leader del movimento extraparlamentare lancia una frecciata al partito di Umberto Bossi, che anticipa una linea politica che verrà seguita nei mesi futuri: “C’è anche chi ha iniziato a rendersi conto del doppiogiochismo della Lega Nord, che è riuscita sempre a dire tutto e il contrario di tutto nel giro di poche ore, prendendo in giro spesso i suoi stessi militanti. Ma questo è un altro punto che affronteremo e un’altra battaglia che condurremo, ossia sbugiardare i proclami leghisti agli occhi dei tanti fanatici con cervelli in vacanza perpetua che credono nel nulla, sbandierato dai dirigenti di partito, salvo chi ha compreso e ha deciso di fare da tempo le valigie, e assecondano le brame di potere di pochi furbi. Prima di dire – prosegue il numero uno dell’Italia dei Diritti – che il tempo del clientelismo, delle leggi ad personam, della dittatura mediatica, delle regole che si possono rispettare facoltativamente, della politica affaristica, dell’arroganza e dei deliri di onnipotenza, è stato definitivamente affidato al passato in un triste solco della storia repubblicana, bisogna esserne certi. Se vogliamo salvare quest’Italia che ci sta a cuore dobbiamo annientare sul terreno dello scontro politico Berlusconi, il berlusconismo e i suoi alleati di cartongesso con deliri di ‘celodurismo’. Ora bisogna vigilare attentamente per evitare che alcuni politicanti infiltrati nelle file di alcuni partiti del centrosinistra, nostalgici di una certa politica continuino le loro scorribande affaristiche. Di certo purtroppo ci sono e bisogna lanciare un messaggio chiaro, il paese della cuccagna è finito, ora bisogna lavorare seriamente, e chi ha queste intenzioni deve sloggiare dagli scranni istituzionali e vivere di note amarcord. Ai nuovi sindaci giungono i più sinceri auguri di buon lavoro da parte di tutto il movimento, ma soprattutto credo che il compito più arduo sarà quello di de Magistris. A Napoli la Camorra non accetterà di perdere i contatti con il potere politico e il nuovo sindaco blinderà le porte, ma il pericolo di collusioni resterà sempre in agguato dietro l’angolo”. L’Italia dei Diritti si è limitata in questa tornata elettorale a garantire un appoggio esterno e il fatto di non aver cercato accordi di alcun genere viene rimarcato decisamente da De Pierro. “A questo risultato – conclude – abbiamo dato il nostro grande contributo, ma non abbiamo fatto patti o accordi, non è nella nostra cultura. Ma suggerimenti sì, ne possiamo dare, dall’altro del nostri imperativi assoluti volti ai valori della legalità, della trasparenza, della giustizia e dell’onestà morale e intellettuale. I nostri suggerimenti, sono soprattutto per Pisapia e de Magistris, e a Milano hanno il nome di validi esponenti del nostro movimento, che incarnano perfettamente i nostri principi indissolubili, come Maruska Piredda, Annalisa Martino, Luca Ragone e Filippo Monteleone, mentre a Napoli si chiamano Licia Palmentieri e Angelo Di Mauro. Con alcuni degli elementi che ho citato, nelle squadre di governo di due realtà metropolitane così complesse, il fatto che si aggiungerebbe una ventata di autentica passione politica mossa da grande onestà è una granitica certezza”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

De Pierro ricorda Gianni Brezza

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

“La notizia della morte di Gianni mi ha lasciato sgomento, mi è tornato  alla mente il tempo trascorso lavorando insieme molti anni orsono in Rai e, forse, se oggi posso dire di aver ottenuto qualche soddisfazione professionale, lo devo un po’ anche a lui e naturalmente alla sua amata Loretta. Abbiamo perso una persona elegante e autentica, cosa non molto comune nel mondo dello spettacolo. L ascerà un grosso vuoto”. Un commiato sincero e ricco di cordoglio quello di Antonello di De Pierro, presidente dell’Italia dei Diritti, nei confronti di Gianni Brezza, ballerino, attore e regista italiano scomparso martedì scorso dopo una lunga malattia, all’età di 69 anni. Spezzino, nato a novembre del 1942, Brezza è stato primo ballerino negli anni d’oro della Rai, partecipando con successo a programmi come “Canzonissima”, “Studio Uno” e “Milleluci” proseguendo poi il suo percorso artistico come rinomato coreografo e regista. Una luminosa carriera vissuta per trenta anni al fianco della sua compagna di sempre, Loretta Goggi, sposata nel 2008 e ora, profondamente addolorata per la perdita dell’uomo della sua vita. “In questo momento – dichiara De Pierro –  mi sento vicino a Loretta in quanto sicuramente non riuscirà a dimenticare, ma con il tempo si abituerà a convivere con la sua assenza. Non lo sentivo da un po’ ma uno dei ricordi più intensi,  che indica in qualche modo il tipo di personaggio che era, è la sua risposta quando lo chiamavo al telefono. Invece del tradizionale ‘pronto’ lui esordiva con un “solo buone notizie”. Da oggi – conclude il presidente dell’Italia dei Diritti – ci sentiremo sicuramente un po’ più soli”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mobbing nelle forze dell’ordine

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 marzo 2011

Continua la battaglia contro il mobbing per il movimento extraparlamentare Italia dei Diritti, nato a difesa di tutti i cittadini: dopo aver raccolto numerose segnalazioni, anche attraverso l’interessamento dei diversi esponenti territoriali dell’organizzazione, il presidente Antonello De Pierro, intende porre all’attenzione dell’opinione pubblica, gli oltre 10 mila casi di tale fenomeno messi in atto all’interno dell’apparato delle forze dell’ordine. Accadimenti indubbiamente incresciosi, se si pensa che proprio da queste istituzioni dovrebbe partire l’esempio di senso civico e di giustizia, indispensabile per una società moderna. “È chiaro che un poliziotto, un carabiniere e così via – continua nella sua analisi il leader del movimento –, privato della necessaria tranquillità sul lavoro, in condizioni di elevato stress occupazionale, può generare delle conseguenze facilmente deducibili. Purtroppo, nostro malgrado, siamo costretti a registrare molti casi, anche particolarmente gravi, che spesso oltrepassano ogni barriera di umanità, e che marciano con i cingoli sui diritti umani prima ancora che su quelli del lavoratore”. “Presto stiamo valutando l’opportunità di iniziare a raccontare nei dettagli qualcuno degli episodi più eclatanti – incalza De Pierro –. È necessario che le istituzioni comincino ad affrontare seriamente la questione, a partire dall’incremento di sportelli antimobbing, perché il problema è proprio nella scarsità di strutture adeguate per contrastare il fenomeno. A nostro avviso, spesso, è questo il motivo che condanna la maggior parte dei casi a rimanere in sordina, unito chiaramente al timore di ritorsioni. Un esempio per tutti è la situazione riscontrata all’interno dell’U.O.D. Medicina del Lavoro, con a capo il professor Edoardo Monaco, presso l’ospedale sant’Andrea di Roma, dove purtroppo è molto difficile ottenere un appuntamento in quanto i posti disponibili sono limitati e di conseguenza le liste restano a lungo bloccate. Come movimento extraparlamentare – conclude De Pierro – adempiremo sempre il compito naturale, assegnatoci dalla nostra ragione sociale, di sensibilizzare l’apparato politico istituzionale nei confronti di questo fenomeno aberrante”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sanità Lazio: De Pierro critico

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Antonello De Pierro, presidente dell’Italia dei Diritti è stato ospite della trasmissione “Eidos: il futuro è ricerca” condotta da Adele Grossi, andata in onda alle ore 23.00 su Televita. Il programma, dopo una prima parte introduttiva dedicata alle associazioni di ricerca sul cancro, ha visto sviscerarsi  alla presenza del professor Leonardo Tamassia, medico ginecologo, del dottor Alfredo Arista,consigliere del IV Municipio, del giornalista Vittorio Gennari e del presidente del movimento De Pierro, un argomento spinoso ma di forte attualità come la gestione della prevenzione medica sul territorio. Durante il talk, Antonello De Pierro, pur condividendo il plauso per le iniziative promosse all’interno del IV Municipio, che favoriscono l’accesso gratuito agli esami e analisi di controllo preventivo nelle cliniche private del quartiere, in assenza di un polo ospedaliero, ha acceso la polemica, riportando l’attenzione sulla sgangherata amministrazione regionale attuale e su quelle passate, valutandola causa primaria delle carenze e del funzionamento a singhiozzo delle strutture pubbliche laziali.Numerose testimonianze in merito arrivano quotidianamente all’Italia dei Diritti ed è anche per questo che De Pierro, ha posto con tenacia l’attenzione sulle difficoltà incontrate ogni giorno dai medici e dai pazienti delle strutture di pronto soccorso, sostenendo, apprezzato dagli altri ospiti in studio, la necessità di virare il lavoro di prima assistenza e diagnosi verso i medici di famiglia, attualmente troppo poco reperibili e presenti. Il presidente del movimento Antonello De Pierro ha, in conclusione del dibattito televisivo,  criticato l’iniziativa della Polverini di aprire gli ambulatori la domenica, invitandola ad occuparsi realmente delle deficienze mediche della regione Lazio, dichiarandolo unico, valido ed efficace modo per favorire cura e benessere accessibile a tutti i cittadini della territorio regionale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

De Pierro contro “Lodo – Ruby”

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

“Quando ieri mi hanno riferito, prima ancora che uscisse, la notizia che c’erano delle manovre nella Maggioranza per varare l’ennesima legge ad personam  che addirittura abbassasse il limite della maggiore età pur di salvare il Premier da un’accusa di reato per i presunti rapporti intrattenuti con Ruby, non volevo crederci, pensavo fosse uno scherzo. Quando invece ho capito che non lo era e ho scoperto una triste verità ho provato un senso di forte rabbia e impotenza, ho pensato di  trovarmi di fronte ad un esecutivo colmo di profonda incoscienza sociale prima che politica e istituzionale”. Commenta con amarezza Antonello De Pierro, presidente dell’Italia dei Diritti, la notizia trapelata nelle ultime ore che annuncia manovre governative per portare la maggiore età al compimento dei 16 anni. La premura di agire, la proposta di retroattività e soprattutto la coincidenza con le recenti vicende giudiziarie nelle quali è coinvolto Silvio Berlusconi, destano non poche perplessità e reazioni.
Si unisce all’indignazione per il lodo- Ruby, così chiamato per via del soprannome di Karima El Mahroug  la ragazza coinvolta nello scandalo, minorenne all’epoca dei fatti, il responsabile per la Giustizia dell’Italia dei Diritti Giuliano Girlando : “Si tratta dell’ennesima legge ad hoc per cercare un’immunità nei confronti del Presidente del Consiglio.  Attualmente – commenta – abbassare la maggiore età a 16 anni è una scelta irresponsabile per due motivi,  sarebbe fatto ad arte per coprire quelle che sono le questioni giudiziarie del Premier  e peggio, perché trattasi di un’ammissione di colpa, in quanto Berlusconi ha sempre negato i rapporti con una minorenne Bisogna aprire un dibattuto serio sulle funzione legislative – conclude Girlando – che devono servire esclusivamente alla collettività, non ad uso e consumo di Berlusconi. Vengono meno i principi liberali della storia e della Costituzione sulla separazione dei poteri. Il lodo – Ruby è l’ennesima porcata”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antonello De Pierro conquista Facebook

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 gennaio 2011

Molte le pagine di politici eccellenti già superate dal leader dell’Italia dei Diritti. Tra questi Bruno Tabacci, Giulio Tremonti, Francesco Rutelli, Leoluca Orlando, Roberto Castelli, Piero Fassino, Italo Bocchino, Franco Frattini, Massimo D’Alema, Gianni Alemanno, Gianfranco Fini e Roberto Maroni
Che l’Italia dei Diritti, il movimento extraparlamentare fondato e presieduto da Antonello De Pierro, avesse aumentato vertiginosamente i suoi consensi era chiaro ormai a tutti, anche ai più scettici. Tutto ciò nonostante il feroce silenzio censorio che da sempre viene opposto dai grandi media nazionali soffochi le denunce e le iniziative condotte a beneficio dei cittadini e che naturalmente danno fastidio alla maggioranza di governo, ma anche a chi l’opposizione dovrebbe farla nelle aule istituzionali anche se fa solo finta di esercitarla. Per fortuna la rete riesce a travalicare le montagne censorie e se si sa sfruttare, le verità scomode che da sempre l’Italia dei Diritti e il suo presidente De Pierro cercano di portare alla luce, spesso riescono a infilarsi negli spiragli comunicativi offerti e raggiungono un discreto numero di persone. http://www.facebook.com/pages/Italia-dei-Diritti/104245710918 su Facebook, in continua crescita, che si attesta su circa 26.500.
Se tutto ciò era ormai scontato, fa un certo effetto, pur se prevedibile, la crescita esponenziale di consensi del leader del movimento Antonello De Pierro, in soli cinque mesi, nella sua pagina ufficiale http://www.facebook.com/pages/Antonello-De-Pierro/129358573744920 sul numero uno dei social network, che al momento segna il numero di 10.400. Un risultato straordinario se si pensa che si attesta così al 39° posto tra i politici più amati, naturalmente secondo l’indice di gradimento sancito dalle pagine dei personaggi politici di Facebook. A capo di un movimento non presente in Parlamento col proprio simbolo, soffocato dalla censura e per di più ottenuto in pochi mesi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Esclusione lista PdL da Regionali Lazio

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 marzo 2010

“È sicuramente triste quanto insolito assistere a una esclusione di questo tipo, e in qualche modo ciò potrebbe disegnare uno scenario elettorale privo di una lista competitiva e rappresentativa come quella del PdL. Però, eccezion fatta per queste considerazioni da cittadino, la vicenda ha messo in evidenza un’incapacità gestionale preoccupante da parte di un partito che da ormai due anni afferma di governare l’Italia, anche se poi nei risultati, eccetto i proclami, tali affermazioni non trovano riscontri apprezzabili”. È quanto dichiarato dal presidente dell’Italia dei Diritti, Antonello De Pierro, che esplicita pubblicamente la sua posizione sulla possibile esclusione della lista dei candidati della provincia di Roma del PdL, che risulta a tutt’oggi non ammessa alla competizione elettorale per irregolarità nei tempi previsti sulla consegna delle opportune documentazioni. Dopo il rigetto dell’istanza di riammissione, per il partito del premier e la sua candidata alla presidenza del Lazio, Renata Polverini, c’è la possibilità di presentare ricorso all’Ufficio centrale presso la Corte d’Appello. “Alla luce dei fatti – rimarca il numero uno del movimento in difesa dei diritti civili – una conduzione così dilettantistica di un passo molto importante quale quello della presentazione delle liste denota incompetenza e incapacità di gestione. Perciò, non ritengo all’altezza gli eventuali eletti di questa lista di poter aspirare al governo di una regione complessa e problematica come il Lazio, nonostante i tanti soldi spesi dai numerosi candidati, che fanno pensare più a un investimento di promozione aziendale che non a una competizione dove spicchi la capacità di autodeterminazione da parte degli elettori”. Poi, entrando nel merito della vicenda il leader dell’Italia dei Diritti attacca: “Va da sé che, qualora le regole non siano state rispettate, come sembra, sia giusta l’eliminazione di tale lista dalla tornata elettorale. Credo, inoltre, che anche chi è deputato a decidere dovrà basarsi su dei fatti concreti e inoppugnabili, e quindi, se tutto corrisponde a quanto riportato dagli organi di informazione, la decisione non potrà che essere quella della definitiva esclusione. Mi auguro – conclude De Pierro con tono polemico – che non intervenga qualche provvedimento ‘ad listam’, dopo che la parte politica in questione ci ha abituati, per lunghi e tristi anni, al fenomeno tutto italiano delle leggi ad personam”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manzo sui numeri dell’innovazione in Sicilia

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 Maggio 2009

“Il fatto che esista un divario così grande tra il Nord e il Sud in materia di innovazione, ci fa perfettamente percepire quella che è sempre stata la questione del Mezzogiorno, un problema che risale all’unità d’Italia”. Ha commentato così Salvatore Manzo, responsabile  per la Sicilia del movimento Italia dei Diritti, i dati forniti dal Rnsii (indice di innovazione regionale) che pongono la Sicilia al diciassettesimo posto in Italia per quanto riguarda innovazione tecnologica, ricerca e sviluppo. Secondo i dati, che evidenziano la differenza tra Centro-Nord e Sud ponendo agli ultimi 8 posti regioni meridionali, il valore siciliano è inferiore al decimo di quello della Lombardia, prima in graduatoria, e rappresenta il 13,1 percento dell’indicatore nazionale. “La differenza culturale meridionale – ha continuato l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro – che crea un ritardo in campo della ricerca, è il risultato di un passaggio mal attuato dal feudalesimo ad oggi. Nel nostro Paese, come sostiene anche Saverio Lodato nel libro “Il ritorno del principe”, c’è ancora un potere riservato che costringe a scelte spesso a senso unico. Resta da chiedersi perché in paesi come la Germania il divario tra il settentrione e il meridione non sia così consistente”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

De Pierro chiede introduzione reato sciacallaggio

Posted by fidest press agency su domenica, 19 aprile 2009

“Auspichiamo un disegno di legge per punire in maniera esemplare chi si rende colpevole di reati di sciacallaggio. I recenti fatti avvenuti a seguito del devastante terremoto che ha colpito l’Aquila ce ne dà dimostrazione. In caso di calamità, chi crede di poter approfittare della situazione non può essere perseguito per furto, anche se aggravato. Andrebbe introdotta una fattispecie di reato specifico, che preveda pene molto severe”. Antonello De Pierro, presidente dell’Italia dei Diritti, si dichiara così favorevole all’introduzione di una norma apposita, per combattere le deplorevoli pratiche purtroppo emerse in questi giorni. “Con il termine precedentemente usato – continua De Pierro – non mi riferisco solo a furti commessi in zone disastrate, ma anche a quelle pratiche di speculazione sui generi di prima necessità o di particolare utilità. La cronaca, ad esempio, ci ha parlato di benzina venduta a ben cinque euro al litro. Per la repressione di questi fenomeni noi dell’Italia dei Diritti chiediamo l’istituzione di un corpo speciale delle forze dell’ordine. Non vogliamo credere al fatto che crimini di tale portata siano stati commessi anche da chi è giunto nel capoluogo abruzzese per prestare soccorso alla popolazione, come è stato lasciato intendere da qualcuno. In ogni caso si tratta di una questione da affrontare con urgenza e con la massima serietà”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »