Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘antonino calì’

Il movimento per il Sud per Musumeci

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 Mag 2011

In occasione delle oramai imminenti elezioni amministrative nel Comune di Ramacca, il Movimento per il Sud sosterrà il candidato sindaco del MpA, Giampiero Musumeci, con la presenza di un candidato al Consiglio Comunale, dott. Rosario Zappalà, in seno alla lista “Uniti per Ramacca-Musumeci Sindaco”. A comunicarlo è il Presidente del MpS Antonino Calì, nonchè ex assessore comunale, che in una nota afferma: << oltre alla decennale amicizia personale che mi lega a Giampiero Musumeci, anche la piena condivisione del suo modus operandi politico e sociale mi hanno da subito spinto a sostenere la sua candidatura a Sindaco di Ramacca. La moderazione, l’educazione e l’eleganza che contraddistinguono la figura di Giampiero Musumeci sono fattori che determinano e determineranno ottimi risultati politici e amministrativi. Con la figura di Musumeci, Ramacca potrà finalmente iniziare a voltare pagina e costruire una nuova classe dirigente qualificata e produttiva >

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mercato settimanale dell’abusivismo

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 febbraio 2011

Ramacca. E’ stata effettuata una visita a sorpresa dell’Assessore alle Attività Produttive, Commercio ed Artigianato Antonino Calì presso i luoghi del mercato settimanale di Ramacca. La prima impressione, subito dopo aver effettuato i primi passi, è stata quella di scorgere un panorama assolutamente confusionario, degradato e senza nessuna logica. << Nel mercato settimanale ramacchese – afferma l’Assessore Calì – non viene rispettata alcuna norma di sicurezza ed igienica, non viene applicato il regolamento, non esistono controlli e regna l’abusivismo assoluto. In caso di necessità o di urgenza, nessun operatore del medesimo mercato, nessun cittadino e nessuna unità di intervento potrebbe mai percorre le vie in cui vi sono ubicate le bancarelle ed i mezzi dei commercianti. Non è possibile che la merce esposta invada le strade e non lasci alcuno spazio sufficiente ai passanti o alle vetture di soccorso. Non vengono assolutamente rispettati nè i lotti assegnati nè le unità commerciali. In un posto assegnato ad un venditore posteggiano anche altri due suoi colleghi. Non esiste assolutamente alcuna ripartizione in settori merceologici e non viene rispettata alcuna disposizione igienica. Parlando con gli operatori del settore, nostro malgrado, si evidenzia anche l’assoluta assenza delle forze di Polizia Municipale nei luoghi di loro competenza. In riferimento a quanto constatato – continua l’Assessore – vi è la necessità di ridisegnare le aree destinate al mercato settimanale e sensibilizzare le forze di controllo a favorire la corretta e dovuta applicazione della legge >>.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’attivismo dell’assessore Antonino Calì

Posted by fidest press agency su domenica, 30 gennaio 2011

Il neo Assessore del Comune di Ramacca Antonino Calì, acquisite le deleghe alle Attività Produttive, Commercio ed Artigianato, ed accogliendo da subito le istanze di imprese e commercianti locali, si mette subito al lavoro preparando dei progetti finalizzati allo snellimento degli iter burocratici, ad una più efficace organizzazione amministrativa ed alla proficua promozione del dialogo tra istituzioni ed utenti. Primo progetto in cantiere dell’Assessore Calì è quello relativo all’istituzione di uno “Sportello per le Imprese”, anello di congiunzione degli uffici inerenti le attività produttive, il commercio, l’artigianato e l’ufficio tecnico, oggetto del convogliamento di tutte le pratiche relative alle autorizzazione, alle licenze, ai bandi e a tutti gli altri adempimenti relativi agli utenti dei settori di riferimento. << Lo Sportello per le Imprese – sostiene l’Assessore Calì – è lo strumento che aiuterebbe i commercianti, gli artigiani e gli imprenditori locali ad avere un rapporto più snello e diretto con l’Amministrazione grazie al quale sarà possibile ottenere il servizio di cui si ha bisogno senza perdersi tra i labirinti degli uffici comunali e con un personale qualificato >>.  Altro progetto a cui sta lavorando il neo Assessore è quello relativo al riordino delle imprese artigiane del territorio. Partendo da una serie di incontri con le varie categorie di artigiani, il fine di tale iter programmatico è quello di fornire maggior tutela e maggiori servizi agli artigiani ramacchesi. << Ad esempio – commenta Calì – i parrucchieri ed i barbieri ramacchesi vengono interpellati solo per pagare le tasse e, contrariamente, non sono fruitori di quei servizi essenziali per il corretto svolgimento del proprio lavoro. A Ramacca non esiste uno strumento che coordini giorni di chiusura festivi e non di tale categoria, non esiste un canale attraverso il quale possano interlocuire con l’Amministrazione, anche perchè non esistono in alcun albo e/o registro ramacchese. Essi sono presenti e considerati solo dalla CCIAA di Catania e ricevono comunicazioni solo da essa >>.  Altri nodi nodi cruciali da sciogliere saranno trasferiti in progetti nelle prossime settimane e dopo aver cominciato a risolvere le problematiche che sono già in cantiere.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Movimento per il Sud: auguri agli italiani

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 gennaio 2011

In occasione dell’augurio di un felice e soddisfacente anno nuovo, il Presidente del Movimento per il Sud, Antonino Calì, in una nota ha voluto esprimere il suo pensiero sugli ultimi 20 anni di politica italiana, lanciando un chiaro messaggio anche a proposito del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. << Con le vicende del ’92 – afferma Calì – l’Italia ha subito un brusco scombussolamento politico-sociale dal quale ancora non si è ripresa. Lo scardinamento del sistema politico di fine anni ’80 ha rotto tutti gli equilibri che, per mezzo dell’assetto politico-sociale più affidabile dall’era post-borbonica in poi, la Democrazia Cristiana aveva promosso e consolidato in quasi 50 anni di storia italiana. Ancora oggi gli italiani assistono al propagarsi di quell’esplosione politica che, strumentalizzata dalla sinistra italiana (e non solo), è stata architettata con cura ed aggravata dalle infami stragi di mafia dello stesso anno. All’alba del 150° anniversario dell’Unità d’Italia – continua Calì – oggi quale Nazione si accinge a preparare tale evento e quale società si affaccia alle nuove necessità sociali euromediterranee? Il risultato è che, in questo ventennio, si è tentato di edificare un nuovo sistema politico in grado di governare il Belpaese, imposto con un bipolarismo muscolare che ha snaturato l’essenza socio-politica italiana e promosso da chi detiene il potere economico e mediatico in Italia. La connivenza di variegate culture ed ideologie nel tessuto sociale italiano non consentono, a mio parere, la sussistenza di un sistema politico dipartitico e bipolare. L’Italia è un Paese che presenta ideologie, culture e vocazioni diverse che devono essere tutte democraticamente tutelate e rappresentate. Dal ’92 ad oggi non è assolutamente finita tangentopoli. Tangenti e clientelismo, oltremodo, hanno avuto uno sviluppo smisurato: si è passati dal contorto sistema socialista-democristiano all’ancor più contorto sistema clientelare dell’odierna oligarchia politica. Negli anni ’80, però, si riusciva anche solo a partecipare a concorsi pubblici e sperare in un posto di lavoro.  Quest’anno verranno spese ingenti forze per l’organizzazione di manifestazioni celebrative del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Ma quale Italia troviamo oggi dopo un secolo e mezzo di menzogne, silenzi e sorprusi? L’Italia del nuovo millennio è quella di Bossi e Berlusconi? E’ quella dei governi presi alla gola da quei padani che 150 anni fa, per rimpinguare le casse del Piemonte hanno saccheggiato e stuprato il fiorente e ricchissimo Sud borbonico? Ecco! Questa è l’Italia di oggi e questo è il motivo per cui non posso non ricordare a tutto il popolo meridionale che siamo in procinto di festeggiare i 150 anni di un’Italia unita a spese del Sud. Questi sono i 150 anni dell’olocausto meridionale. Ormai l’Italia c’è e ce la teniamo, ma non dimentichiamoci di quanto è stato compiuto da quelle genti che, dopo essersi arricchite e civilizzate grazie al saccheggio del Sud, oggi ci definiscono razza inferiore e vorrebbero pure separarsi dal resto della Nazione. Noi crediamo nella Costituzione italiana e nei valori che da Essa vengono espressi. Noi crediamo in un’Italia a vocazione europeistica ma che deve, per natura, storia e rispetto, guardare verso Sud, verso quella parte della penisola che, da 150 anni, ha dato il sangue per il bene di tutti >>

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Primi incarichi del Movimento per il Sud

Posted by fidest press agency su martedì, 21 settembre 2010

Conclusasi la fase costituente del Movimento per il Sud, sabato 18 settembre in quel di Scordia (CT), si è consumata la prima uscita ufficiale del neo-costituito Movimento presieduto dal giovane giurista di origini ramacchesi Antonino Calì. Poco prima del Convegno sulla Questione Meridionale, che, oltre al presidente del Movimento per il Sud (MpS), ha avuto come relatori l’On. Giuseppe Arena (Deputato Regionale MPA), l’On. Nino Strano (Ass. Reg. Turismo e Spettacolo), Enzo Maiorana (Coordinatore Regionale IO SUD), Nicolò Ferro (Consigliere Comunale di Scordia) e Anna Maria Rizzo (Presidente Ass. Siciliamente di Scordia), i dirigenti regionali del MpS si sono riuniti per dare vita al Coordinamento Regionale e ai primi incarichi in ambito nazionale. Dopo l’illustrazione delle linee guida per il programma politico 2011-2018 del MpS, il presidente Antonino Calì ed il segretario Paolo D’Arrigo (S.G. La Punta) hanno conferito le nomine di Consigliere Nazionale a Giovanni Azzaro (Scordia – CT), Riccardo Messina (Misilmeri – PA), Gianfranco Turino (Lamezia Terme – KR), Maurizio Naccarato (Melilli – SR), Giuseppe Caruso (Augusta – SR), Mario Capasso (ENNA), Vincenzo Abate (ROMA). Conseguentemente sono stati conferiti i seguenti incarichi: Mario Capasso (Coordinatore Regionale Sicilia), Gianfranco Turino (Coordinatore Regionale Calabria), Vincenzo Abate (Presidente Sezione di ROMA), Maurizio Naccarato (Coordinatore Provinciale Siracusa), Riccardo Messina (Coordinatore Provinciale Palermo), Emilio Pizzetti (Coordinatore Provinciale Cosenza), Gianluca Briulotta (Coordinatore Regionale Puglia), Carlo Turino (Coordinatore Provinciale Crotone), Claudia Rivela (Coordinatrice Progetto “Donne del Sud” e Responsabile Ufficio Stampa MpS).
Domenica 26 settembre c.a., alla presenza del presidente Calì, si terrà a S.G. La Punta il primo incontro dei vertici regionali del MpS per stabilire le coordinate su cui poggiare l’organizzazione territoriale del Movimento. (simbolo)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Movimento per il Sud rivendica la sua autonomia

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 agosto 2010

Il Presidente del Movimento per il Sud, Antonino Calì, sentiti anche i dirigenti più vicini a tale Ufficio, “afferma la volontà di non condividere e costituire, momentaneamente, alcuna federazione con altri movimenti e/o partiti di vocazione meridionalista e non. Tale decisione emerge dalla eccessiva confusione che si è venuta a creare sia attraverso la rete che per mezzo della stampa nazionale e, pertanto, non intende provocare ulteriori confusioni tra i propri associati ed/od elettori. In riferimento a tale volontà, si pregano i dirigenti delle compagini interessate a costituire tali unioni a non insistere a contattare il Movimento per il Sud per tali scopi, sarà nostra premura contattare chi di dovere quando sarà ritenuto opportuno intervenire. A partire da tale comunicato, oltre a concentrarsi prevalentemente sulla propria attività organizzativa interna, il Movimento per il Sud intratterrà i propri rapporti politici esterni solo per ragioni che non riguardino federazioni varie”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Sud e le elezioni anticipate

Posted by fidest press agency su domenica, 29 agosto 2010

Il Presidente del Movimento per il Sud, Antonino Calì, commenta un articolo de “Il Sud”, quotidiano on line del Mezzogiorno, sulle eventuali elezioni politiche. Alla domanda “Il Sud è pronto?” e all’invito ad unirsi in un’unica entità, lanciato a tutti i movimenti di ispirazione meridionalista, il Presidente Calì, dalla residenza di famiglia di Ramacca (CT), risponde: <<Siamo pronti a federare movimenti, partiti ed associazioni per creare un’unica compagine meridionalista atta a sostenere le istanze del popolo del Mezzogiorno d’Italia. Il Movimento per il Sud è disponibile ad unirsi in un’unica compagine meridionalista, purchè sia costituita da movimenti che non inneggino ad insorgenze e separatismo. Noi crediamo nei valori fondamentali della Costituzione Italiana e lavoreremo per costituire un organismo che dia una voce ai concittadini del Sud d’Italia. Bossi? Un fanatico ignorante che però è riuscito a mettere sotto scacco Berlusconi e l’Italia intera, ma lo fermeremo!>>.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce il Movimento del Sud

Posted by fidest press agency su domenica, 20 giugno 2010

A circa due mesi dalla nascita, e dopo la costituzione di una serie di coordinamenti regionali e provinciali presenti in varie regioni del Mezzogiorno d’Italia, entra a pieno regime in tutto il territorio meridionale e avvia la sua ufficiale campagna adesioni il Movimento per il Sud. In una nota introduttiva, il Presidente Nazionale del Movimento per il Sud, il giovane giurista catanese Antonino Calì,  sostiene fermamente i principi ed i valori cardine della meridionalità ed espone le linee guida del Movimento: <<il principio cardine dell’attività del Movimento è quello di conseguire il miglioramento della qualità della vita del popolo meridionale – afferma il presidente -. Noi non siamo né di destra, né di sinistra, né di centro. Noi siamo del Sud. Il Movimento per il Sud edifica progetti concreti di sviluppo sociale, economico e legalitario da diffondere ed attuare all’interno della società. Il Movimento per il Sud non accetta al suo interno mercenari e politici di professione, ma unisce giovani e meno giovani, abili e diversamente abili, professionisti, agricoltori, artigiani, imprenditori e lavoratori di ogni genere che hanno la volontà di costruire un presente e un futuro migliore per i nostri territori. Qui non c’è posto per parassiti, né si offrono poltrone di passaggio >>. La nota si conclude con una netta distinzione con la Lega Nord: << Noi non siamo una fotocopia della Lega Nord. Perché non siamo razzisti nè secessionisti. Noi crediamo fermamente nei valori fondamentali della Costituzione italiana, siamo moderati e crediamo che le diversità siano motivo di ricchezza culturale ed integrazione. Non dobbiamo mai dimenticare che i nostri avi, in epoche non lontane, sono stati costretti ad emigrare e sono stati vittime di razzismo ed intolleranza. Gli occhi di molti dei nostri nonni hanno visto sulle vetrine di negozi di altre nazioni la scritta “in questo esercizio è vietato l’ingresso ad animali ed italiani”. Non dobbiamo dimenticare >>. (foto movimento e Antonino Calì)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »