Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 126

Posts Tagged ‘antonio d’aloia’

L’etica della ricerca clinica

Posted by fidest press agency su martedì, 21 maggio 2019

Parma Mercoledì 22 maggio, alle 16.30, nell’Aula Magna della Sede Centrale dell’Ateneo, si terrà il quarto incontro del ciclo di letture magistrali Bioetica/Scenari – terza edizione, curato dal Centro Universitario di Bioetica diretto dal prof. Antonio D’Aloia, con la Lecture del prof. Silvio Garattini L’etica della ricerca clinica.
L’incontro sarà aperto dai saluti del prof. Antonio D’Aloia, che introdurrà e modererà l’incontro.Silvio Garattini è medico e libero docente in Chemioterapia e Farmacologia. Fondatore nel 1961 e Direttore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, e dal luglio scorso Presidente dello stesso, è stato membro di diversi organismi tra cui il Comitato di Biologia e Medicina del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), la Commissione della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la politica della ricerca in Italia, la Commissione Unica del Farmaco (CUF) del Ministero della Salute. Ha ricoperto numerose cariche anche a livello internazionale e ricevuto moltissimi premi e onorificenze. È autore di centinaia di lavori scientifici pubblicati e di numerosi volumi nel campo della farmacologia. Fa parte del gruppo dei ricercatori italiani altamente citati nella letteratura scientifica internazionale. In oltre cinquant’anni di attività, l’Istituto Mario Negri, sotto la sua direzione, ha prodotto oltre 13.000 pubblicazioni scientifiche, tra cui si segnala Fa bene o male. Salute, ricerca e farmaci: tutto quello che dovete sapere (2013) e Lunga Vita. Quello che devi sapere su salute, vaccini, dieta e farmaci (2017).È da poco più di 20 anni che nel paese va crescendo la presa di coscienza sulla necessità di valutare con attenzione gli aspetti etici di ogni attività scientifica, ma già dal 1947, con il Codice di Norimberga, poi ripreso nella Dichiarazione di Helsinki (1964), ci si era posti il problema etico connesso alla sperimentazione clinica. La complessità del problema è evidenziata dal fatto che dalla seconda metà del Novecento ad oggi sono stati redatti oltre trecento codici etici e linee-guida bioetiche, e molti riguardano la sperimentazione clinica sull’uomo; il che ha portato negli anni ’80 all’istituzione dei comitati etici nelle strutture ospedaliere. Ad oggi molti sono i nodi problematici della questione, primo fra tutti la mancanza di indipendenza nella sperimentazione clinica dei farmaci, effettuata dalle industrie farmaceutiche e non da soggetti indipendenti, a cui si collega una indisponibilità di dati. L’etica è dunque una componente essenziale della ricerca scientifica: la ricerca clinica che non osserva le regole della scienza non è etica.Le passate edizioni delle Letture magistrali Bioetica/Scenari hanno visto la partecipazione di Carlo Alberto Redi, Guido Barilla, Stefano Canestrari, Roberto Cingolani, Carlos Maria Romeo Casabona e Guido Barbujani; la terza edizione si è aperta con la Lecture di Angela Spinelli, tenutasi il 27 novembre 2018.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Umani e umanoidi: il tempo della robotica

Posted by fidest press agency su sabato, 15 aprile 2017

evoluzione-umanaParma mercoledì 19 aprile alle ore 15.30 nell’Aula dei Filosofi del Palazzo Centrale dell’Università. S’intitola Umani e umanoidi: il tempo della robotica il terzo incontro del ciclo “Bioetica/Scenari”, la serie di Letture Magistrali curate e organizzate dal Centro Universitario di Bioetica dell’Università di Parma, diretto dal prof. Antonio D’Aloia. Protagonista della lecture sarà Roberto Cingolani, direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT)
Roberto Cingolani, fisico, autore o co-autore di oltre 750 articoli pubblicati in riviste internazionali, titolare di oltre quaranta brevetti, è stato professore aggiunto alla Facoltà di Ingegneria elettronica dell’Università di Richmond, visiting professor all’Università di Tokyo e membro dello staff del Max Planck Institute di Stoccarda; dall’8 dicembre 2005 è responsabile dell’attuazione delle strategie, oltre che della gestione operativa, dell’IIT. Il suo intervento sarà incentrato sul tempo della robotica. Un “tempo” in fase di tumultuosa e sempre più rapida evoluzione, che pone interrogativi di assoluta rilevanza e che sfida le nostre conoscenze su piani differenti e profili diversi. Un “tempo” dalle prospettive solo in parte immaginabili, che ha già raggiunto risultati che solo “ieri” apparivano impensabili, e che ci obbliga a riflettere sulle sue molteplici prospettive, a far capo dal concetto di robot, passando per la comprensione delle sue applicazioni (e delle relative implicazioni filosofiche, antropologiche, sociologiche, economiche, giuridiche), fino a considerare le questioni relative alla relazione tra l’essere umano e la macchina: solo per soffermarsi su alcune delle problematiche al centro del tema “robotica”.L’incontro, come tutti gli altri del ciclo di cui fa parte, è aperto alla cittadinanza, e costituisce uno dei contributi che l’Ateneo di Parma intende offrire in termini di riflessione e alta divulgazione intorno ai temi della bioetica, con l’obiettivo anche di promuovere la discussione pubblica sulle ricadute sociali, economiche e culturali dello sviluppo scientifico e tecnologico e sulle sfide del mondo contemporaneo. Il ciclo di letture magistrali “Bioetica/ Scenari” (5 incontri dal 7 marzo al 14 giugno) è dedicato ad alcune tematiche di frontiera nell’ambito dell’attuale riflessione bioetica. In alcuni casi si tratta di scenari ancora incompiuti, ma per i quali, tuttavia, non è nemmeno più corretto parlare solo di futuro. Gli ospiti sono alcuni tra i massimi esperti a livello scientifico nelle rispettive materie o ricoprono ruoli di elevata responsabilità sul piano sociale ed economico, svolgendo attività che hanno un forte impatto sui temi dello sviluppo scientifico e tecnologico e dei suoi effetti sulle comunità e sullo sviluppo sociale.
Il prossimo appuntamento del ciclo “Bioetica/Scenari” è fissato per il 4 maggio, sempre alle ore 15.30, con Carlos Maria Romeo Casabona (Inter-University Chair Director in Law and the Human Genome, University of Deusto and University of the Basque Country) con la lecture “Synthetic biology”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »