Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

Posts Tagged ‘appalto’

Scuola. de Bertoldi (FdI): interrogazione parlamentare Azzolina su appalto banchi

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 agosto 2020

“Centinaia di migliaia di banchi monouso sono in arrivo nelle scuole italiane nelle prossime settimane per fronteggiare l’emergenza covid’. Chi si è aggiudicato l’appalto, ove verranno prodotti i banchi, e soprattutto cosa si è fatto per favorire il prodotto made in Italy? È Il contenuto di un’interrogazione urgente che ho presentato al ministro Azzolina, e dalla quale mi aspetto sollecitamente risposte precise e puntuali. Mi auguro che non sia l’ennesimo favore ad imprese di paesi stranieri, come avvenuto in tanti acquisti Covid sul tema 5g o a seguito di provvedimenti pseudo ambientalisti (macchine ibride e monopattino), da parte di un governo che, oltre ad aver dato manifestazione di incapacità, sta purtroppo lasciando troppi dubbi ed ombre di correttezza e legalità sui propri rapporti con alcuni Paesi stranieri. Peraltro non alleati”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze e Tesoro.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gare d’appalto e la tecnologia blockchain

Posted by fidest press agency su sabato, 25 luglio 2020

Porta il suo contributo innovativo anche nel mondo SOA, il sistema di attestazione per la partecipazione alle gare d’appalto. Il progetto promosso da UNIONSOA, l’Associazione Nazionale Società Organismi di Attestazione, con la collaborazione di IBM consentirà di passare dalla qualificazione analogica a quella digitale. L’obiettivo è di iniziare una vera e propria rivoluzione tecnologica che consenta di semplificare il sistema permettendo al tempo stesso maggior controllo e trasparenza, anticipando la creazione del Fascicolo Virtuale previsto nelle bozze ora disponibili del Regolamento di attuazione del Codice degli Appalti Pubblici.La Blockchain UNIONSOA nasce con l’idea di dare un contributo per semplificare l’iter amministrativo e si caratterizza per la possibilità di essere esteso in modo sicuro ed economico a tutti gli stakeholder – come Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), pubblica amministrazione e altri enti – operanti nel comparto dei lavori pubblici. Il progetto, inoltre, è concepito in linea con l’Art. 28 contenuto nel DL Semplificazione 2020 che suggerisce l’impiego di tecnologie emergenti ad alto valore, auspicandone la sperimentazione.Il progetto, realizzato con tecnologia blockchain su cloud IBM, si snoda lungo due asset: la notarizzazione e la notifica. Il primo aspetto è quello di consentire che vengano memorizzate le informazioni caratterizzanti, cosicché da quel momento in poi i documenti sono consultabili da tutti coloro che saranno autorizzati ad accedere al sistema. Questo permetterà di erogare alcuni servizi tra i quali la prova di esistenza di un dossier, la prova di originalità e la prova di provenienza indicando chi ha creato il documento. Il secondo aspetto è volto a dare evidenza certa delle modalità di gestione della documentazione memorizzandone su blockchain ogni passaggio. Gli attori interessati potranno accedere al fascicolo e conoscere il suo evolversi nel tempo senza alcuna interazione con soggetti terzi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maxi appalto di infermieri al Policlinico Umberto 1° di Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 1 marzo 2020

Con Delibera 1177 del 19/12/2019 il Direttore Generale Panella, supportato dal Direttore Sanitario Dr. Romano e dal Direttore Amministrativo Dr.ssa Bensa, hanno avviato le procedure di esternalizzazione dell’assistenza infermieristica e di supporto al più importante Policlinico Universitario Pubblico del centro Italia, il tutto al modico prezzo di 16 milioni 150.000 Euro all’anno (più iva) per la durata di 3 anni. In particolare sarà appaltato alle cooperative l’assistenza nelle medicine (immunologia, gastroenterologia, pneumologia, ematologia), nel dipartimento di neuroscienze (neurologia e neurochirurgia), in urologia, ortopedia e nel percorso chirurgico intraoperatorio.Preoccupa l’atteggiamento della Direzione Generale del Policlinico – dichiara il Coordinamento USB Sanità di Roma e Lazio – perché, mentre Regione e Governo si orientano verso una soluzione del precariato in sanità, che comporterebbe anche il recupero del personale esternalizzato alle ditte e cooperative che da anni sopperisce alle carenze di personale ed al blocco delle assunzioni, il Direttore Panella ripropone un percorso di esternalizzazione, in piena autonomia dalla Regione e già saggiamente censurato dal TAR nel 2018.L’operazione del Dr. Panella non ha eguali, se si esclude una mossa simile ma di minor impatto della ASL Roma 2 che ha dato in gestione esterna solo i 2 reparti a pagamento, non solo perché imponente dal punto di vista economico ma anche perché sottintende due ulteriori mostruosità organizzative: l’intermediazione di manodopera, già censurata dal TAR Lazio nel 2018, e l’ipotesi che tale manovra possa favorire la “cessione del ramo d’azienda”, intervenendo così su alcune unità produttive già dotate di autonomia economica e gestionale.Una manovra pericolosa che riconferma l’intento di alcuni amministratori pubblici di privatizzare il Servizio Sanitario Nazionale non più attraverso la convenzione con i privati (già ampiamente utilizzata nel Lazio) ma attraverso l’ingresso dei privati direttamente nel pubblico proprio in quei gangli del servizio che più sono indispensabili alla cura delle persone – dichiara ancora USB Sanità. Chi in questi giorni si rivolge al sistema pubblico non vuole certo che l’attuale emergenza COVIN19 sia affrontata con personale precario, flessibile, esternalizzato, ad ore… Chiediamo un intervento urgente del Presidente Zingaretti a garanzia di un servizio sanitario regionale pubblico e di qualità ed a tutela della salute dei cittadini di Roma e del Lazio – conclude USB – perché i nostri ospedali non siano più gestiti dai profittatori delle cooperative, che utilizzano personale spesso sottopagato, sfruttato e scarsamente tutelato in termini di sicurezza.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

M5S: Lettera aperta a Autoguidovie Pavia: servizio all’altezza dei bisogni e reintegro lavoratori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 maggio 2018

La vicenda era già partita male a causa di un bando di gara improvvidamente predisposto dalla Provincia di Pavia su delega del Comune di Pavia, entrambe governate dal PD, che ha causato: il licenziamento di tutti i lavoratori del Trasporto Pubblico Locale, di cui 42 non ancora riassorbiti o reimpiegati; la dismissione degli autobus alimentati a metano, che produrrà un danno di circa 12 milioni di euro (2 milioni per gli autobus e 10 milioni per l’impianto di rifornimento appositamente creato presso l’ASM di Pavia); l’utilizzo del diesel, più inquinante del metano, in un territorio già maglia nera per i tassi di malattie tumorali e polmonari causate dai livelli di inquinamento dell’aria pavese.
In tutto questo dal 2014 il Movimento 5 Stelle ha interrogato e chiesto spiegazioni, nonché messo in guardia per i livelli occupazionali e la salute dei cittadini pavesi, sia con numerosi interventi, interpellanze, commissioni di lavoro in Consiglio comunale, sia mediante un’attività di approfondimento in Consiglio regionale.Adesso ci giungono continue segnalazioni di omesse fermate e il non rispetto degli orari di marcia, di assunzione di nuovo personale esterno, anziché il reintegro del personale licenziato e infine apprendiamo con sconcerto che Autoguidovie ha fatto scendere dall’autobus un bambino di 11 anni, “reo” di aver dimenticato a casa l’abbonamento, come si legge dalle pagine de La Provincia Pavese. La nonna del bambino riferisce che il bambino avrebbe dichiarato di essere in possesso dell’abbonamento, ma di esserne temporaneamente sprovvisto perché dimenticato a casa; aggiunge che il bambino, nonostante il possesso dell’abbonamento, avrebbe dichiarato di voler pagare la corsa, soldi alla mano, pur di poter proseguire il viaggio verso casa (di ritorno da scuola). Ciononostante l’atteggiamento del controllore sarebbe stato così perentorio d’aver causato agitazione e confusione al bambino al punto che avrebbe perso di vista il proprio zainetto subendone il furto.Se i fatti fossero confermati, saremmo di fronte a una vicenda gravissima. Infatti, secondo quanto dispone la legge in materia, non è possibile far scendere dall’autobus chi è temporaneamente sprovvisto di abbonamento, per giunta se è un bambino di 11 anni: è possibile invece irrogare una sanzione. “Il multato”, entro 5 giorni, può esibire l’abbonamento dimenticato presso gli uffici della società e ha diritto all’annullamento della sanzione. Insomma, la legge non consente ad alcuna Azienda di trasporto di far scendere dal mezzo un viaggiatore “colpevole” di aver dimenticato l’abbonamento a casa e tale regola vale per tutti i viaggiatori (pendolari, lavoratori e studenti in possesso di regolare abbonamento), ed è prevista dall’art. 46 comma 1 della Legge regionale 6/2012.Come M5S siamo a disposizione e vicini alla famiglia del bambino e ci auguriamo che tali episodi, per di più così gravi trattandosi di minorenne, non accadano più. Speriamo che Autoguidovie voglia risarcire il danno, direttamente o indirettamente, cagionato al bambino. In ogni caso proseguiremo a chiedere ad Autoguidovie che il servizio erogato sia all’altezza degli standard richiesti dalla cittadinanza e che la sua condotta si informi sempre a quanto previsto dalla legge. Il malcontento per i disservizi avuti col nuovo appalto è già altissimo, deve essere rimediato e da parte del M5S ci sarà sempre massima attenzione considerando anche che il trasporto è un servizio pubblico essenziale.Facciamo altresì appello perché la nuova società assorba i 42 lavoratori che ancora oggi non sono stati riassunti: in quei 42 lavoratori ci sono storie di intere famiglie che rischiano di finire sul lastrico se Autoguidovie non farà la sua parte. Simone Verni, consigliere regionale M5S Lombardia e Giuseppe Polizzi, consigliere comunale M5S Pavia.

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Etiopia chiede aiuti d’emergenza

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2011

In Etiopia la svendita e il furto di terreni a favore di grandi investitori stranieri non sembra avere fine. L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) è particolarmente preoccupata per quanto dichiarato dal ministro per l’agricoltura etiope Tefera Derbew che in seguito ad un viaggio in India ha annunciato di voler offrire in appalto ulteriori 3,6 milioni di ettari di terreno. Precedentemente il ministro aveva già dato l’autorizzazione per l’appalto a lungo termine di 1,8 milioni di ettari di terreno. Complessivamente l’Etiopia intende quindi appaltare a grandi investitori stranieri 54.000 km2 di terreno, una superficie maggiore dell’intera Olanda. Le grandi piantagioni realizzate dagli investitori stranieri producono perlopiù per l’esportazione e contribuiscono solo in misura minima se non per niente alla sopravvivenza dei piccoli contadini e dell’affamata popolazione rurale etiope. Le comunità degli Oromo, Afar, Anuak, Somali e di altri gruppi etnici minori dell’Etiopia meridionale subiranno in modo particolare le conseguenze di questo furto di terra che metterà direttamente in pericolo la loro possibilità di nutrirsi. E’ scandaloso che l’Etiopia da un lato chieda cospicui aiuti alimentari alla comunità internazionale per le regioni dell’Oromiya e dell’Ogaden e che contemporaneamente privi i contadini delle stesse regioni di sempre più terreni a favore di piantagioni i cui prodotti sono destinati all’esportazione. Vista la scarsità delle piogge, lo scorso martedì il governo etiope ha chiesto alla comunità internazionale aiuti per un valore di 226 milioni di dollari USA a sostegno di tre milioni di persone, vittime della siccità. Finora l’Etiopia ha dato in appalto 307.000 ettari di terreno. Gli investitori più importanti sono imprese indiane che per i prossimi 70 anni si sono garantiti l’utilizzo del 79% del terreno dato in affitto. Secondo i dati forniti dal ministero dell’agricoltura etiope le imprese indiane hanno finora investito 4,7 miliardi di dollari nell’agricoltura etiope. Principalmente coltivano cotone, palma da olio, caucciù, colture per la produzione di oli vegetali e canna da zucchero. La svendita del territorio etiope non è criticata solamente dai contadini colpiti da espropri ma anche dal presidente etiope Girma Wolde-Giorgis che in una lettera indirizzata lo scorso 10 dicembre al ministro dell’agricoltura ha criticato l’abbattimento dei boschi nella regione di Gambella a favore dell’istituzione di nuove piantagioni di investitori stranieri.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Appalto record al Policlinico Umberto I

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 novembre 2009

Roma. “Sono esterrefatto, senza parole”, così Luigino Smiroldo, viceresponsabile per la Sanità dell’Italia dei Diritti, ha esordito nel commentare il maxi appalto indetto dal Policlinico Umberto I di Roma relativo alle attività assistenziali del nosocomio, che verranno affidate in global service a un unico operatore per una somma pari a duecentosedici milioni di euro per nove anni. L’Ugl è sul piede di guerra e contesta sia la durata dell’appalto, sia l’importo. Dello stesso avviso Smiroldo, che ironizza: “A questo punto potevano concederlo per 99 anni. Affidare un servizio a un’unica azienda per più di duecento milioni di euro è una cosa sorprendente. Presumo che le procedure formali per l’aggiudicazione di questo servizio siano in regola, ma rimango comunque sorpreso e amareggiato del fatto che venga delegato un global service a un’unica azienda per un periodo tale. Mi sembra un’esagerazione. Per non parlare delle cifre dell’appalto – conclude l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro -, completamente al di fuori di qualsiasi logica”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »