Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘apparenze’

Mostra Mondi di apparenze

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 marzo 2019

Roma Venerdì 8 marzo p.v. alle ore 19.00 presso l’Accademia d’Ungheria Palazzo Falconieri – Via Giulia, 1 (8 marzo – 5 aprile 2019 dal lunedì al venerdì 10.00-19.30) si terrà il vernissage della mostra Mondi di apparenze. Arte figurativa contemporanea di Eger, curata da Gerda SZÉPLAKY, progetto grafico Éva JUHÁSZ.
L’esposizione vuole essere un tributo all’Università degli Studi Károly Eszterházy di Eger, in particolare al suo storico corso di formazione di arti figurative (Istituto di Arti Visive) che vanta una storia di ben 70 anni e che continua a rimanere tutt’oggi uno dei punti di riferimento più importanti in Ungheria. La mostra propone una selezione di 61 opere di 21 artisti che ruotano intorno a un’unica tematica: ci si chiede se la sottile linea che separa il mondo reale da quello virtuale stia scomparendo. Sulle tracce delle immagini che invadono il nostro quotidiano (fotografie, filmati, copie, tecniche digitalizzate o immagini create con la simulazione), copie fedelissime della vita reale, abbiamo sempre di più la sensazione di vivere in una miriade di mondi di apparenze che, se non eliminano le esperienze fisiche, le modificano e le mettono in discussione in modo determinante. Di tanto in tanto si è infatti costretti a dubitare se esista ancora la “realtà”. Le opere d’arte, tuttavia, possono riflettere sul processo di “scomparsa della realtà”. Nella maggior parte delle opere qui presenti, possiamo osservare che le immagini del mondo esterno da noi percepito e quelle dell’esistenza che si rivela dentro di noi si sovrappongono. Altre opere, invece, evidenziano la nostra presenza all’interno dei sistemi sociali dell’apparenza: si ha sempre più la tendenza a recitare una parte per corrispondere alle aspettative, optando addirittura per una maschera che celi la nostra identità.
All’inagurazione seguirà il concerto dei pianisti Mattia Lockmann, Giancarlo Di Marco, Beatrice Cori, studenti del Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, dedicato a György Ligeti nonché una degustazione dei vini di Eger.
In concomitanza con la mostra, il 7 marzo 2019 (ore 10.00-16.00) presso il MACRO ASILO (Museo di Arte Contemporanea di Roma) si terrà un workshop congiunto tra l’Università degli Studi Károly Eszterházy di Eger e Sapienza, Università di Roma (in inglese)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Doppia personale “Apparenze”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

APPARENZERoma martedì 23 gennaio 2018 ore 19.00 Galleria Borghini ArteContemporanea Via Belsiana, 92 (Orari: lunedì – sabato 10-13 / 16-19 fino al 17 febbraio 2018) la galleria Borghini Arte Contemporanea inaugura la doppia personale “APPARENZE” di Fiorenzo Zaffina e Claudia Quintieri, accompagnata dal testo critico di Lorenzo Canova e introduzione al catalogo di Rossella Alessandrucci. In questa occasione i mezzi artistici si moltiplicano: la fruizione estetica passa attraverso la scultura, la body art e la video arte che trovano il comune denominatore nella luce. Tutto è creato senza la volontà di fornire contorni precisi, ma l’intenzione è lasciare che l’osservatore si muova tra forme apparenti e indefinite.“Fiorenzo Zaffina lavora da anni sul punto di incontro tra lo spazio della vita e quello dell’arte, sullo scavo come segno della storia dei luoghi, sul corpo fisico e metaforico della scultura trasformata dall’azione dell’artista che penetra nei recessi della materia e della memoria.” (Lorenzo Canova). In una “michelangiolesca” visione della materia, l’artista elimina parti dal blocco di plexiglass per giungere a forme leggere ed eteree che quasi contrastano con la gestualità forte ed intensa dello scolpire. Egli“[…] entra nella materia per svelarne il contenuto e lo fa con un gusto estetico sublime stimolando nell’osservatore il piacere di guardare le sue sculture. L’aggiunta della luce nelle opere in mostra produce una sorta di sacralità che presuppone il silenzio.” (Rossella Alessandrucci). Dalla materia di Zaffina, nelle opere di Claudia Quintieri si passa a sondare l’interiorità dell’essere umano attraverso “un video di forte impatto simbolico e iconico, un lavoro sul corpo, sulle emozioni e sulla passione […] dando un nuovo senso ai frammenti di un discorso amoroso attraverso il contatto, solo apparentemente accennato, ma in realtà totale, dei corpi.” (Lorenzo Canova).
In Claudia Quintieri levità ed evanescenza emergono dal suo video Marikana proposto in site-specific per questa occasione. Entriamo nell’ambito delle emozioni delicate e sfumate, all’interno di una scenografia candida nel biancore della nebbia che caratterizza il video. Inoltre, il contrasto tra i vari elementi del video ci conduce dal particolare all’universale dove l’uomo prescinde da qualsiasi razza egli appartenga. La finezza delle immagini è accentuata dalla luce “[…] che ci conduce nel mondo dei sensi e dell’istinto umano, strumenti offerti dalla natura per percepire nobili e raffinate sensazioni ma soprattutto per evolvere e raggiungere livelli di coscienza sempre più elevati.” (Rossella Alessandrucci). Catalogo in galleria. (foto: apparenze)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lorenzo Puglisi: Pitture

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 settembre 2009

puglisiMilano fino al 31/10/2009Vicolo Lavandai 4, Galleria Obraz A cura di Emanuele Beluffi  La pittura, ancora. Una mostra sulla pittura in quanto pratica espressiva che parla da se’. E, dall’universale al particolare, sulle pitture di Lorenzo Puglisi, che ha adottato la disciplina come organo dell’intelletto. Mezzo linguistico privilegiato per fissare la realtà oltre il velo delle apparenze. Dimostrazione che la pittura pensa.  E in un rovesciamento dell’abiura platonica delle arti visive, la pittura del Puglisi poggia su una dottrina pratico-razionalizzante realizzata non da un filosofo ma da un pittore – o un pittore filosofo, fate voi. Che difende la teoria della pittura come strumento conoscitivo i cui presupposti sono la negazione della verità di Platone, che vedeva la pittura come un depotenziamento del vero in quanto imitazione di un’imitazione (puglisi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »