Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘apprendistato’

La Commissione adotta un’iniziativa per promuovere l’apprendistato in Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 7 ottobre 2017

bruxelles-1Bruxelles. La Commissione adotta un’iniziativa per promuovere l’apprendistato in EuropaLa Commissione europea ha adottato oggi la proposta di un quadro europeo per apprendistati efficaci e di qualità. Questa iniziativa, che assume la forma di una raccomandazione del Consiglio, si inserisce nel contesto della Nuova agenda per le competenze per l’Europa lanciata nel giugno 2016. Essa si ricollega inoltre al pilastro europeo dei diritti sociali, il quale prevede il diritto a un’istruzione, a una formazione e a un apprendimento permanente di qualità e inclusivi. A seguito di un’ampia consultazione la raccomandazione ha individuato 14 criteri fondamentali a cui gli Stati membri e le parti interessate dovrebbero attenersi per sviluppare apprendistati efficaci e qualitativamente validi. L’iniziativa concorrerà ad aumentare l’occupabilità e lo sviluppo personale degli apprendisti e contribuirà pertanto alla creazione di manodopera altamente qualificata e preparata, in grado di soddisfare le esigenze del mercato del lavoro.
Valdis Dombrovskis, Vicepresidente responsabile per l’Euro e il dialogo sociale, nonché per la stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l’Unione dei mercati dei capitali, ha dichiarato:”L’apprendistato rappresenta spesso per i giovani il necessario trampolino di lancio verso l’attività professionale. Le nostre proposte odierne sono volte a migliorare ulteriormente questa preziosa esperienza di formazione, di modo che ne possano beneficiare sia i datori di lavoro sia i discenti. Pur rispettando le specificità dei sistemi di istruzione e di formazione degli Stati membri, il nostro obiettivo finale è facilitare l’inserimento dei giovani nel mercato del lavoro.”
Jyrki Katainen, Vicepresidente della Commissione e Commissario responsabile per l’Occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività, ha dichiarato: “Un apprendistato efficace e di qualità mette direttamente in relazione la teoria con la pratica nonché l’istruzione con il mercato del lavoro e rappresenta pertanto una misura concreta per aiutare i giovani a entrare nel mondo del lavoro e ad affrontare la vita, rafforzando nel contempo il capitale umano dell’Europa. Questo, a sua volta, è indispensabile per rilanciare la competitività delle nostre società e delle nostre economie.”
Marianne Thyssen, Commissaria responsabile per l’Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori, ha dichiarato: “Vogliamo fare in modo che i giovani possano acquisire le competenze necessarie per lavorare. L’apprendistato costituisce il termine di riferimento in materia di istruzione e formazione professionali. Due apprendisti su tre entrano direttamente nel mondo del lavoro una volta completati gli studi. Il nuovo quadro proposto oggi consente di definire i criteri di successo dell’apprendistato. Una volta adottato, esso garantirà che sia i discenti sia i datori di lavoro traggano benefici da apprendistati di qualità.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova disciplina dell’apprendistato

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

‘Riformare l’apprendistato per favorire l’occupazione, sulla base della necessaria integrazione tra formazione e lavoro. Con quest’obiettivo il Consiglio dei ministri del 5 maggio 2011 ha approvato uno schema di decreto legislativo che disciplina il contratto. Tre le tipologie previste: con contratto di apprendistato per la qualifica professionale possono essere assunti in tutti i settori di attività, anche per l’assolvimento dell’obbligo di istruzione, i giovani che abbiano compiuto 15 anni. Con contratto di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere possono essere assunti in tutti i settori di attività, pubblici o privati, per il conseguimento di una qualificazione contrattuale i giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni. Per coloro che hanno già una qualifica professionale il contratto può essere stipulato a partire dai 17 anni. Con contratti collettivi e accordi interconfederali vengono stabiliti, in base all’età dell’apprendista e del tipo di qualificazione da conseguire, la durate e le modalità della formazione per l?acquisizione delle competenze tecnico-professionali e specialistiche. Il contratto non può superiore a sei anni. Con contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca possono essere assunti giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni, in tutti i settori di attività, pubblici e privati. In questo caso si tratta di attività di ricerca o per il conseguimento di titoli di studio universitari e di alta formazione, compresi i dottorati di ricerca, per la specializzazione tecnica superiore, con particolare riferimento ai diplomi relativi ai percorsi di specializzazione tecnologica degli istituti tecnici superiori.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Apprendistato in Veneto

Posted by fidest press agency su sabato, 25 dicembre 2010

“In un periodo di crisi economica e di difficoltà socio-politiche come quello che stiamo attraversando, la valorizzazione dell’apprendistato è fondamentale per consentire di ricomporre la frattura tra istruzione, formazione e lavoro”. Le parole del presidente di Confartigianato Provinciale di Venezia Giuseppe Molin spiegano da sole quanto l’associazione faccia delle attività di formazione un caposaldo della propria operatività a finaco delle PMI. Nel biennio luglio 2008 – giugno 2010, Confartigianato Provinciale di Venezia, attraverso il proprio ente di formazione Con-Ser, ha attivato 49 corsi (21 trasversali, cioè comuni a tutti gli apprendisti e 28 professionalizzanti, ovvero specifici a seconda dei diversi indirizzi professionali) per un totale di 644 apprendisti artigiani formati. Solo 96 sono stati coloro che invece, per vari motivi, non hanno portato a termine l’intero percorso formativo. Le attività sono state svolte grazie a un finanziamento complessivo erogato dalla Regione Veneto pari a quasi 400mila euro e calibrato sul numero di partecipanti. Ogni percorso di apprendistato prevede un corso formativo di 120 ore complessive, suddivise in un’attività iniziale di orientamento di 2 ore, un “modulo trasversale” di 48 ore e in un “modulo professionalizzante” di 70 ore. Una novità sperimentata con successo nelle aziende è costituita poi dall’attività di Formazione Interna Assistita promossa da Con-Ser e finanziata dalla Regione Veneto per oltre 30mila euro: anziché mandare i giovani apprendisti a corsi svolti fuori sede, le aziende formano i giovani all’interno della propria struttura con un tutor affiancato da un consulente Con-Ser. Questo permette di svolgere percorsi formativi maggiormente mirati sulle professionalità e le peculiarità richieste dalla stessa azienda. Il risultato si traduce in una percentuale maggiore di apprendisti che completano l’intero iter formativo, come testimoniano i 45 giovani su 47 formati nel biennio luglio 2008-giugno 2010. L’apprendistato rappresenta il principale strumento di inserimento lavorativo nelle imprese artigiane attraverso un percorso di formazione e lavoro – ribadisce Giuseppe Molin. Infatti, nelle PMI, i contratti di apprendistato nel 70% dei casi si trasformano in assunzioni a tempo indeterminato. Inoltre l’apprendistato riconosce il valore educativo dell’impresa come luogo formativo e di trasmissione di saperi che proprio nell’artigianato trova le manifestazioni più qualificanti”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Unci in Senato sull’apprendistato

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 febbraio 2010

L‘Unci – Unione Nazionale Cooperative Italiane – ha partecipato oggi in Senato, presso le Commissioni Affari Costituzionali e Lavoro, all’audizione sul ddl riguardante i lavori usuranti, ammortizzatori sociali, incentivi per l’occupazione, con particolare riguardo al tema dell’apprendistato. Su quest’ultimo punto Sara Agostini, intervenuta all’audizione per l’Associazione, “ha evidenziato come tale argomento non possa essere scisso dal ruolo dell’istruzione nel nostro Paese, nel quale si riconosce all’apprendistato la veste di valida opzione formativa al pari di altri percorsi di istruzione e formazione”.  “Nello specifico, va focalizzata l’attenzione sul tema della formazione nell’ambito dell’apprendistato che rispetti precise condizioni e dia forti garanzie, dato che il provvedimento in esame, pur con i lodevoli propositi, non contribuisce a risolvere alcuni problemi. Ad avviso dell’Unci andrebbe sia potenziato il ruolo degli istituti professionali che prevista una fase di sperimentazione specifica, circoscritta non solo temporalmente ma anche settorialmente e per professioni, come accade in altri Paesi europei, al fine di preservare la funzione formativa dell’apprendistato.” “Inoltre, sarebbe opportuno limitare la possibilità di stipulare contratti di apprendistato a partire dai 15 anni solo per attività di alto artigianato, in quanto capaci di inglobare una componente non soltanto operativa ma a forte valenza culturale, o per lavori contraddistinti da forti principi etici come quelli del sociale (servizi alla persona, welfare di prossimità, ecc.), dove le cooperative sociali potrebbero rappresentare un bacino di practice di immediata operatività.”

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Apprendistato

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 gennaio 2010

Dichiarazione dell’On. LUIGI Bobba (PD)  La Camera dei Deputati nell’ambito della discussione sul collegato 1441 quater B, ha approvato un Ordine del giorno proposto dall’On. Luigi Bobba, Vicepresidente della Commissione Lavoro, e condiviso da tutta la Commissione, nel quale si impegna il Governo a rivedere il sistema di alternanza scuola – lavoro e specificatamente le norme che regolano il contratto di apprendistato al fine di poter potenziare l’aspetto formativo. In tal senso è necessario che sia fissato un congruo numero di ore di formazione esterna da realizzarsi nelle istituzioni scolastiche o formative, onde acconsentire anche all’assolvimento dell’ultimo anno dell’obbligo di istruzione e formazione fissato dalla legge a 16 anni. “E’ una strada difficile, ma non possiamo lasciare fuori dalla scuola 130.000 giovani sotto i 16 anni che né studiano, né lavorano. Ma tale sperimentazione – continua Luigi Bobba – ha bisogno di risorse e dell’impiego di tutte le energie della scuola, della formazione professionale e delle imprese. Purtroppo si fanno spesso norme che restano totalmente disapplicate e non può essere certo una soluzione quella di consegnare le responsabilità della formazione dei giovani apprendisti unicamente alle imprese”. “Voglio sperare che questo Ordine del giorno apra la strada alla costruzione di un sistema di formazione professionale e di apprendistato moderno, efficace e omogeneo su tutto il Paese”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Apprendistato

Posted by fidest press agency su domenica, 24 gennaio 2010

Dichiarazione dell’On. Luigi Bobba (PD) “L’emendamento approvato mercoledì 20 gennaio in Commissione Lavoro della Camera dei Deputati all’interno del cosiddetto ‘collegato lavoro’, che riduce di fatto di un anno, da 16 a 15, il limite per l’obbligo scolastico e, conseguentemente, l’età minima per poter stipulare contratti di apprendistato, è un duro colpo per il diritto all’istruzione.  Non si contrasta la dispersione scolastica mandando i quindicenni a lavorare. L’assolvimento dell’obbligo di istruzione in apprendistato è una risposta sbagliata, poco meditata ed affrettata ad un problema vero.  E’ vero che sono quasi 130 mila in Italia i giovani al di sotto dei sedici anni che non frequentano né la scuola, né la formazione professionale, né si trovano in condizione lavorativa. Una piaga sociale che il Paese stenta a superare.  Come si è dimostrato in questi ultimi 6 anni, dopo l’avvio della sperimentazione dei percorsi triennali di formazione professionale che dal 2006 concorrono anche all’assolvimento dell’obbligo, al crescere dell’offerta formativa si è andata fortemente contraendo la platea dei giovani in dispersione. Oggi sono quasi 150 mila i giovani che assolvono all’obbligo attraverso la formazione professionale, quintuplicando l’utenza che nel 2003 era di soli 30 mila ragazzi. Nelle regioni in cui si è maggiormente investito in formazione e si è strutturato un sistema stabile e qualificato i risultati di forte contrazione della dispersione sono arrivati. Il Veneto, il Piemonte, la Lombardia hanno fatto progressi rilevanti nel consentire l’accesso a questi percorsi di assolvimento dell’obbligo di istruzione. Nel Lazio, tra il 2003 e il 2007 la dispersione è calata dal 16 al 12 per cento. La strada giusta è quindi aumentare l’offerta formativa.  Tuttavia, il Governo sta facendo l’esatto contrario, ha tagliato, sia nel 2009 sia nella finanziaria del 2010, 40 milioni di euro di trasferimenti alle Regioni per la realizzazione dei percorsi di assolvimento dell’obbligo nella formazione professionale riducendo di oltre il 16% lo stanziamento erogato. Da un lato viene evocato il problema della dispersione, dall’altro si sta facendo di tutto per ampliarlo”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

1 milione di euro di incentivi per le PMI baresi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Sono stati pubblicati questa mattina all’Albo camerale e sul sito internet della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Bari, http://www.ba.camcom.it, i bandi per favorire l’occupazione e la qualificazione professionale nelle imprese iscritte nel Registro delle imprese della CCIAA di Bari. 1 milione di euro la somma  complessivamente messa a disposizione da parte dell’ente barese. Due le tipologie di incentivi per complessivi 500mila euro ciascuno. Il primo si rivolge alle imprese che assumono giovani con contratto di apprendistato professionalizzante, così come previsto dal D. Lgs. n. 276/2003 e dalla L.R. n. 13/2005 e successive modifiche.  al fine di favorire l’assunzione di giovani apprendisti di età compresa fra i 18 ed i 29 anni, attraverso la formazione sul lavoro volta all’accrescimento delle capacità tecniche al fine di farli divenire lavoratori qualificati. Ciascuna azienda potrà beneficiare di un contributo di 4mila euro, a titolo di compartecipazione per i costi sostenuti per l’assunzione per un periodo pari ad almeno 12 mesi continuativi. Il secondo è finalizzato invece a favorire le imprese per l’occupazione e l’inserimento di soggetti di età compresa tra 30 e 50 anni, che:- non abbiano ancora ottenuto il primo impiego regolarmente retribuito; – siano disoccupati di lungo periodo, ossia persone senza lavoro per 12 dei 16 mesi precedenti; – abbiano perso il posto di lavoro a seguito di licenziamento nei 12 mesi precedenti. La misura massima del singolo contributo è fissata in 4mila euro (per contratti full time) ed 2mila euro (contratti part time per almeno 20 ore di lavoro settimanali), a titolo di compartecipazione per i costi sostenuti per l’assunzione di tali soggetti per un periodo non inferiore a 12 mesi continuativi. È ammessa la presentazione di una sola richiesta di contributo da parte della medesima impresa. I bandi sono consultabili all’Albo camerale e sul sito internet della Camera di Commercio di Bari http://www.ba.camcom.it. Copia degli stessi e delle modulistica per la richiesta del contributo può essere, inoltre, ritirata presso l’Ufficio Affari Generali dell’Ente camerale – C.so Cavour 2, Bari – dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 o presso la portineria dell’ente. La richiesta dell’incentivo va inviata a mezzo di raccomandata a.r. alla Camera di Commercio, Industria Artigianato e Agricoltura di Bari, Corso Cavour n. 2, 70121 Bari, dal giorno 27 luglio 2009 al giorno 21 settembre 2009. Le domande di contributo saranno ammesse seguendo l’ordine cronologico (data e ora) di spedizione  fino ad esaurimento della somma stanziata.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »