Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘approvato’

Approvato il bilancio UE 2019: più fondi per giovani, innovazione e immigrazione

Posted by fidest press agency su sabato, 15 dicembre 2018

Gli stanziamenti di impegno per il 2019 ammontano a 165,8 miliardi di euro e quelli di pagamento a 148,2 miliardi di euro.Dopo che il 7 dicembre il Consiglio ha formalmente approvato l’accordo di conciliazione con il Parlamento sul bilancio 2019, il Parlamento ha approvato il bilancio mercoledì con 451 voti in favore, 142 voti contrari e 78 astensioni. Il testo è stato poi firmato dal Presidente Antonio Tajani.“Questo bilancio è al servizio degli europei, dei giovani, dell’innovazione, dell’occupazione, della sicurezza e della difesa. Abbiamo fornito risposte su due priorità principali. Per quanto riguarda la ricerca, siamo riusciti a stanziare altri 150 milioni di euro, quasi l’11% in più rispetto al 2018, per preparare il futuro dell’Europa. Su Erasmus, che ci sta tanto a cuore, siamo riusciti ad aggiungere 240 milioni di euro. Questo è l’ultimo bilancio della legislatura. Dei cinque bilanci che abbiamo negoziato con il Consiglio, credo sia quello che meglio risponde alle aspettative del Parlamento. Questa è una vittoria, mi auspico, per l’Europa”, ha dichiarato il presidente della commissione per i bilanci, Jean Arthuis (ALDE, FR). L’intervento di Arthuis in plenaria è disponibile qui.
“L’anno prossimo i cittadini europei, le nostre istituzioni e i nostri comuni, i nostri organismi di ricerca, i giovani, le imprese e le PMI, quelle che innovano, avranno a disposizione molte più risorse. Saremo in grado di proteggere meglio l’ambiente, combattere il cambiamento climatico o affrontare la migrazione. Il Parlamento può essere orgoglioso del bilancio che abbiamo ottenuto, perché mantiene le priorità che fissata a marzo e poi a luglio di quest’anno”, ha dichiarato il relatore principale (sezione Commissione) Daniele Viotti (S&D, IT). L’intervento di Viotti in plenaria è disponibile qui.”15 anni fa, il bilancio era ancora all’1,2% del reddito nazionale lordo dell’UE (RNL), ora siamo allo 0,9%. Mentre il 30-50% dell’RNL è speso a livello nazionale, l’UE è rimasta ben al di sotto dell’1%. Abbiamo realizzato risparmi nell’area dei fondi di pre-adesione per la Turchia, ma anche in altre aree, come i costi di costruzione. Ciò dimostra che – nei negoziati – il denaro dei contribuenti viene utilizzato con attenzione”, ha dichiarato Paul Rübig (PPE, AT), relatore per le altre sezioni. L’intervento di Paul Rübig è disponibile qui.Che cosa sono gli stanziamenti d’impegno e di pagamento? Alcune azioni devono essere gestite nell’arco di diversi anni (ad esempio il finanziamento di un progetto di ricerca della durata di 2-3 anni). Il bilancio dell’UE distingue quindi tra stanziamenti d’impegno (il costo di tutti gli obblighi giuridici contratti durante l’esercizio in corso, che potrebbero comportare costi negli anni successivi) e stanziamenti di pagamento (fondi effettivamente versati durante l’esercizio in corso, eventualmente per attuare anche gli impegni assunti negli anni precedenti).

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Se il Ttip non venisse approvato sarebbe una grande vittoria

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

agricoltura europea1Le parole del ministro per lo Sviluppo Economico, Carlo Calenda, sul Ttip sono in ampio contrasto con la volontà dei cittadini nostrani ed europei. Infatti – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – ancora una volta non si è persa l’occasione per denotare la distanza tra la volontà della popolazione comunitaria e quella delle istituzioni del vecchio continente.
Se il Ttip non venisse approvato – continua Tiso – sarebbe una grande vittoria, ma parziale visto che l’accordo non è stato bocciato, ma è semplicemente saltato a causa del cambio della prossima amministrazione statunitense.
I contenuti del Ttip non sono stati archiviati, anzi. La volontà delle istituzioni comunitarie, dietro la regia delle multinazionali, è infatti quella di svendere il pubblico a favore del privato e di trasformare gli Stati nazione in un gigantesco centro commerciale.
Anche se il Ttip dovesse effettivamente saltare – conclude Tiso – non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia. Anzi, ora più che mai c’è bisogno che le persone oneste e per bene stringano legami e scambi di idee essenziali per prepararsi alle nuove offensive che certamente verranno.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Consap: approvato il bilancio 2015, +16% utile d’esercizio

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2016

Il Consiglio di Amministrazione di Consap ha approvato il bilancio relativo all’esercizio 2015 proposto dal presidente e amministratore delegato Mauro Masi. L’utile netto è stato positivo per circa 4,4 milioni di euro (+11% rispetto al 2014, +16% prima delle imposte) il più alto dal 2010. “L’eccellente risultato economico – ha detto Masi in Cda – si è registrato in un esercizio in cui Consap ha pienamente raggiunto tutti gli obiettivi fissati dal Piano Industriale 2015-2017 e dalle direttive del Mef, azionista unico della società”. In particolare, si legge in una nota, è stato raggiunto il pieno equilibrio strutturale tra costi e ricavi tipici e ciò anche grazie agli effetti della cessione, attuata attraverso gara europea aperta, del residuo patrimonio immobiliare rimasto invenduto da oltre un ventennio. Anche nel 2015, prosegue la nota della società,Consap ha acquisito ulteriori nuove funzioni (tra le principali: il ‘Fondo Sace’ finalizzato a rilasciare la garanzia dello Stato a favore di Sace per talune tipologie di rischio; la gestione delle cosiddette ‘Polizze dormienti’) che insieme a quelle già affidate qualificano pienamente la missione dell’azienda come gestore di fondi provenienti sia dal settore pubblico che da quello privato ma comunque volti a soddisfare esigenze di pubblico interesse. “Consap – ha aggiunto Masi – rappresenta uno degli esempi virtuosi del nostro sistema che dimostrano come si possano svolgere con efficacia funzioni pubbliche ed ottenere al tempo stesso eccellenti risultati economici”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Approvato bilancio comunitario

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 ottobre 2011

El Parlamento Europeo aprueba la Tasa Robin Hood

Image by Gaiux via Flickr

Il Parlamento vuole un bilancio comunitario per il 2012 per stimolare di crescita, innovazione e occupazione nell’Unione e sostenere lo sviluppo e la democrazia nei paesi vicini, come emerge dalla votazione di mercoledì sulla posizione dei deputati in vista dei negoziati per il bilancio del prossimo anno. Dal punto di vista generale, il Parlamento ha deciso di ripristinare il livello di spesa proposto dalla Commissione, dopo i tagli effettuati dal Consiglio a luglio. La posizione del Parlamento prevede un aumento dei pagamenti del 5,2% rispetto all’anno in corso, con il risultato di un bilancio di €133,1 miliardi. La risoluzione è stata adottata con 431 voti a favore, 120 contrari e 124 astensioni. Un periodo di 21 giorni, detto di conciliazione, inizia a novembre, con riunioni della commissione bilanci già previste per l’8 e il 18 novembre e quelle di “trilogo” per il 3, il 10 e il 14 dello stesso mese. Se il Parlamento e il Consiglio raggiungono un accordo durante questo periodo, il bilancio definitivo potrebbe essere approvato durante la sessione plenaria di dicembre a Bruxelles (30/11 e 01/12).
Le categorie di spesa che vedono gli aumenti più considerevoli sono Ricerca e sviluppo (+8.8%) e i Fondi di coesione e strutturali (+10.35%): questa scelta è dovuta al fatto che queste politiche prevedono investimenti a lungo termine, che erano parte del Quadro finanziario multi annuale, e gli impegni presi in precedenza devono ora essere onorati. Un’altra categoria di spesa per cui il Parlamento vuole un aumento è Libertà, sicurezza e giustizia (+6.84%) a causa della crescente necessità di controllare i flussi d’immigrati e di rifugiati e il pattugliamento marino nel Mediterraneo. Per la categoria A1, “Competitività per crescita e occupazione” e la categoria 4 “L’UE come attore globale” il Parlamento vuole invece spendere un po’ di più di quanto proposto dalla Commissione.
Il Parlamento non è invece d’accordo a finanziare il programma di fusione nucleare ITER con i fondi previsti per Ricerca e sviluppo con il 7° Programma quadro, come proposto da Commissione e Consiglio. Poiché il megaprogetto ITER è stato approvato all’interno dell’attuale Quadro finanziario, i deputati ritengono che debba essere finanziati con soldi freschi, e non con quelli già previsti per altri progetti di ricerca.Per la politica che ha come obiettivo quello di ridurre le differenze di sviluppo fra le regioni europee, il Parlamento ha ripristinato il progetto di spesa presentato dalla Commissione, tagliato in seguito dai ministri per le finanze.
Il Parlamento ha deciso di aggiungere €250 milioni ai fondi d’emergenza per il settore frutta e verdura per prevenire possibili crisi future come quella dell’anno scorso del batterio killer dell’ehec e per compensare gli agricoltori per le conseguenze finanziarie di altre crisi.
Il Parlamento non è d’accordo con i tagli proposti dal Consiglio sul Fondo per i rifugiati, sul Fondo per i rimpatri e sul Fondo per le frontiere esterne (-€45 milioni) e propone invece un aumento per il bilancio dell’agenzia per il controllo delle frontiere esterne Frontex con una riserva di €25 milioni poiché, affermano i deputati, tali fondi potrebbero rivelarsi necessari per il pattugliamento delle acque del Mediterraneo e per rinforzare la sorveglianza al confine greco-turco. Appena il mese scorso, il Consiglio si era detto d’accordo per un aumento nel bilancio 2011 per queste politiche e i deputati ritengono che l’anno prossimo le necessità potrebbero non cambiare.
I deputati hanno approvato un aumento di €100 milioni in aiuti alla Palestina, al processo di pace in Medio Oriente e al fondo per i rifugiati palestinesi dell’ONU (UNRWA). Altri aumenti, meno consistenti, sono stati approvati in questa categoria: €27 milioni per gli strumenti di cooperazione per Asia e America latina, €3 milioni per le missioni di osservazione elettorale e altri €3 milioni per la comunità turco-cipriota. Per reperire i fondi necessari, i deputati hanno approvato dei tagli alla missione UE di polizia in Afghanistan e alla linea di bilancio per le misure d’emergenza nell’ambito della politica estera dell’Unione.
Il relatore per il bilancio amministrativo del Parlamento e delle altre istituzioni José Manuel Fernandes (PPE, PT) ha proposto ulteriori tagli al bilancio del PE, con un modesto aumento al di sotto dell’inflazione pari all’1,44%. Tale cifra copre anche le nuove e numerose attività da finanziare, rispetto a quest’anno. In particolare, si tratta delle spese legate all’arrivo dei 18 deputati extra, previsti dal Trattato di Lisbona: se si esclude questa voce, l’aumento di bilancio per l’anno prossimo sarebbe di solo lo 0.8%. Per diminuire le spese, i deputati vogliono abbassare i costi di traduzioni e interpretazioni, attuando delle modifiche all’organizzazione del settore, e tagliando le spese di viaggio, per esempio riducendo il numero di viaggi effettuati in business class. Tutte le indennità saranno congelate ai valori del 2011.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Approvato bilancio comune Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2011

Roma-campidoglio

Image via Wikipedia

L’Assemblea capitolina ha approvato con 28 voti favorevoli, 17 contrari e una astensione, il bilancio di previsione 2011. La manovra assomma a oltre 6,8 miliardi di euro: oltre 4 miliardi e mezzo relativi alla parte corrente e quasi 2 miliardi per il Piano Investimenti. A questi, vanno sommati ulteriori 3 miliardi circa di euro per gli investimenti con fondi privati (project financing) per un totale globale di 9,8 miliardi di euro circa.
L’equilibrio tra entrate e spese è stato raggiunto attraverso una manovra di 388 milioni di euro: circa 290 inerenti la gestione delle entrate (fra cui 75 milioni di incassi stimati dal contributo di soggiorno e 25 derivanti dall’attività di recupero e lotta all’evasione fiscale, in primo luogo dell’ICI) e da circa 98 milioni di minori spese, per effetto di risparmi per 27 milioni sul personale (efficientamento dei contributi Irap), e della razionalizzazione degli oneri per beni e servizi in gran parte assicurata dall’attività svolta dalla Centrale Unica per gli acquisti (CUA).
Il pareggio di bilancio, reso, tra l’altro, particolarmente difficile dalla riduzione del trasferimenti statali imposti quest’anno dalla manovra di finanza pubblica del Governo (-152,60 mln) consente di mantenere inalterato il livello dei servizi destinati alla Città senza introdurre nuove tasse e prevedendo, pur nella linea di rigore che ha caratterizzato i precedenti esercizi finanziari della Giunta Alemanno, specifici investimenti anche per il rilancio dello sviluppo economico di Roma Capitale. Grazie al maxiemendamento, approvato dall’Assemblea capitolina su proposta della Giunta, il bilancio di previsione 2011 si è arricchito, con il passaggio in Aula, di ulteriori stanziamenti sia per la spesa corrente (circa 49 mln di euro), sia per la parte investimenti (circa 50 mln di euro comprensivi di 8 mln destinati a finanziare il Piano per gli investimenti dei Municipi). A questi si aggiunge la rimodulazione di circa 94 mln di euro di spese per metropolitane, grandi opere, interventi di edilizia residenziale pubblica e centri anziani (18,3 mln di euro), il welfare e i servizi sociali (16,6 mln di euro) e il contribuito di 3 mln di euro necessario a sostenere la candidatura per le Olimpiadi del 2020 che rappresentano il pilastro di riferimento per l’avvio del Progetto Strategico di Sviluppo della Città.
Il Pieno utilizzo della Centrale Unica per gli Acquisti consentirà di realizzare risparmi per circa 40 mln di euro nel 2011 e di 70 mln a regime come obiettivo ottimale nell’arco del triennio 2011-2013, ampliando gli interventi già realizzati lo scorso anno su tutti i settori merceologici (affitti di immobili, spese di riscaldamento ed elettricità, illuminazione pubblica, materiali per la pulizia e di cancelleria, opere tipografiche, arredi nonché spese postali e per corrieri). L’efficientamento della macchina amministrativa è stato accompagnato da una riduzione degli oneri fiscali inerenti il trattamento del personale (27 mln di euro).
Per effetto delle importanti misure adottate è stato possibile rifinanziare la spesa dei dipartimenti mantenendo inalterato il livello dei servizi erogati alla cittadinanza.
Queste, in sintesi, le principali voci di finanziamento:
Per Lavori Pubblici e manutenzione di strade e scuole sono previsti investimenti per 637 mln di euro da destinare alla manutenzione stradale e ad altri interventi per la viabilità inter-municipale (308 mln).
Nei trasporti sono programmate spese per investimenti per circa 3 mld di euro (finanziamento metro, corridoi per la mobilità e tramvie, spostamento del Tram 8 a Piazza Venezia e incentivi per il trasporto pubblico non di linea).
L’Urbanistica realizzerà investimenti per 372 mln.
Lo sport riceverà 7 mln di euro per la manutenzione degli impianti destinati allo sport di base ai quali vanno sommati, come detto, 3 milioni di euro nel triennio per la candidatura per le Olimpiadi del 2020.
Per quanto riguarda il settore ambiente sono previsti investimenti per 80 mln di euro di cui 37 andranno, fra l’altro, alla manutenzione straordinaria del verde e altri 20,6 a parchi, ville storiche, piste ciclabili nonché al finanziamento della gara sul verde.
Il Turismo sarà alimentato dal 5% delle some incassate attraverso il contribuito di soggiorno (75,5 mln di euro nell’anno in corso).
La spesa sociale 2011 dell’amministrazione capitolina ammonterà nel complesso a 313 mln di euro, oltre ai 136 mln gestiti dai municipi.
Per la scuola è stato previsto uno stanziamento complessivo di 177 mln che serviranno, tra l’altro, ad ampliare l’offerta degli asili nido con 1.175 nuovi posti e agli sconti riservati alle famiglie (family card).
Nel comparto della cultura vengono confermate le risorse necessarie al funzionamento di tutte le istituzioni culturali (Palaexpo 10 mln di euro, Fondazione Cinema di Roma per 1,15 mln, Auditorium 4,75 mln, santa Cecilia per 3,25 mln, Teatro di Roma 3,1 mln, Macro 2 mln, 1,3 mln per il triennio per il Museo della Shoah, Teatro Valle 1,3 mln per la stagione 2011/2012 e 824.000 euro per restauri del patrimonio monumentale).
Alle attività produttive andranno 25 mln di euro (18 mln per il nuovo centro ingrosso fiori alla Magliana).
Infine, il settore Patrimonio e Casa sarà caratterizzato da dismissioni con vendita agli inquilini delle Case di edilizia residenziale pubblica per oltre 300 mln di euro nel triennio, cui si aggiungono circa 20 mln di euro di recupero sugli affitti delle case popolari e degli oneri accessori. È quanto rende noto l’Assessorato al Bilancio di Roma Capitale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Approvato decreto sviluppo

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2011

Diagram of Italian Chamber of Deputies, 2008

Image via Wikipedia

L’Aula della Camera ha dato il via libera alla fiducia posta dal governo sul decreto Sviluppo. I voti a favore sono stati 317, quelli contrari 293, due gli astenuti. Il decreto conteneva la reiterazione dell’ordine del giorno dell’on. Razzi n. 9/1185/60 già accolto dal Governo come si ricorderà nella seduta del 26 giugno 2008 impegnandolo a valutare l’opportunità di adottare ulteriori provvedimenti al fine di estendere l’esenzione ICI per l’abitazione principale il Italia anche ai cittadini italiani residenti all’estero regolarmente iscritti all’AIRE. L’accoglimento da parte del governo ebbe origine dalla giusta considerazione che si era compiuta una discriminazione nei confronti degli italiani residenti all’estero, la maggior parte dei quali ha costruito nel loro Paese di origine la casa della loro vita nella prospettiva futura e auspicata del ritorno in Patria. Porre rimedio a questa discriminazione non sarebbe certo un provvedimento dai costi inauditi e darebbe un segnale di forte vicinanza a cittadini italiani che vivono e lavorano all’estero.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma capitale: approvato decreto

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 settembre 2010

Roma. “Oggi è un giorno di festa. E’ stato compiuto un passo avanti fondamentale per una città, Roma che è un’anomalia positiva nella storia, un unicum per territorio, storia, ricchezza archeologica. Fino ad oggi Roma è stata privata della possibilità di avere una governance adeguata alla sua unicità. Grazie alla grande collaborazione e sinergia fra il Governo e l’amministrazione guidata dal Sindaco Alemanno e grazie alla preziosa collaborazione dell’opposizione, oggi nasce finalmente la Quarta Capitale”. E’ quanto dichiara il vicesindaco di Roma, sen. Mauro Cutrufo, per l’approvazione del decreto su Roma Capitale da parte del Consiglio dei Ministri.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Approvato consuntivo della Cdc di Bari

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 aprile 2010

Interventi di promozione economica per oltre 5 milioni di euro. Positivo per 2 milioni e 600 mila euro il risultato della gestione corrente, grazie ai maggiori ricavi (2 milioni di euro circa) e alle economie sulle spese di funzionamento (600 mila euro circa),  “risorse  – ha dichiarato il presidente dell’ente Luigi Farace – che saranno messo a disposizione delle imprese nel 2010, accrescendo così la voce di bilancio per la promozione”. E’ stato approvato ieri sera all’unanimità dal Consiglio della Camera di Commercio di Bari il Bilancio di Esercizio 2009, ultimo di questo Governo in scadenza di mandato a fine luglio.   Subito dopo il Consiglio si è riunita la giunta dell’ente. Fra le iniziative deliberate il sostegno all’edizione 2010 del progetto “Mangia sano e guadagna salute”,  “finalizzato – spiega il presidente Farace –  a raggiungere due obiettivi: promuovere i prodotti alimentari delle aziende locali, che subiscono la pesante e sleale concorrenza di quelle estere e diffondere le buone e sane abitudini alimentari nelle scuole materne della provincia, attraverso la merenda a base di frutta, verdura e latte.  In questa seconda edizione abbiamo aggiunto il latte, altro prodotto locale di grande qualità,  di cui vogliamo diffondere il consumo”.  La Giunta inoltre ha fissato per il 10 maggio alle 10,30 nella sala convegni dell’ente la presentazione del prezioso volume “120: la storia antica di un’istituzione moderna” , dedicato ai 120 anni della Camera di Commercio di Bari.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »