Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘arcigay’

Istanbul: attivisti arcigay arrestati

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 giugno 2016

istanbul“All’indomani di una straordinaria giornata dell’orgoglio per ben sei città italiane, leggiamo con rabbia e preoccupazione del grave evolversi della situazione a Istanbul, dove ieri avrebbe dovuto tenersi la quattordicesima edizione del Gay Pride”: lo dichiara Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay. Che prosegue: “Le autorità turche hanno vietato la manifestazione, in piena violazione della carta costituzionale di quel Paese, e in queste ore, con modalità estremamente violente stanno disperdendo i manifestanti che comunque sono scesi in piazza. Giungono notizie di cariche della polizia e di fumogeni sulla folla.Si parla anche di diversi attivisti trascinati via con violenza e tratti in arresto. La situazione è gravissima. Occorre innanzitutto che tutte le comunità si mobilitino a sostegno di chi oggi sta subendo abusi e repressione e per chiedere l’immediato rilascio degli attivisti. Chiediamo inoltre che l’Unione europea intervenga immediatamente, sospendendo ogni relazione con la Turchia finché quel Governo non sia in grado di garantire il rispetto dei diritti umani”, conclude Piazzoni.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stati Uniti: Strage Orlando

Posted by fidest press agency su domenica, 12 giugno 2016

strage orlando“Leggiamo con orrore della strage che si è consumata la scorsa notte nella discoteca di Orlando”: lo dichiara Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay. Che prosegue: “Esprimiamo innanzitutto la nostra vicinanza alla comunità lgbt, colpita da questo attacco, ai familiari e alle persone vicine alle numerosissime vittime. Che si sia trattato di attacco terroristico o di crimine d’odio, la comunità lgbt ricorre come bersaglio esplicito di entrambi i fenomeni: essa viene colpita in quanto destinataria di un odio particolare o perché, come in altri fatti analoghi, rappresentativa dell’esercizio della libertà, in un luogo di divertimento. In questo senso, e in entrambi i casi, si colpisce al cuore una comunità che ha fatto della visibilità e del contrasto alla paura una battaglia quotidiana. Già stasera alle 21 assieme ad altre associazioni, Arcigay organizza un presidio nella Gay Street di Roma per ricordare le vittime della strage. Domani altri due presidi ricorderanno le vittime a Milano e a Napoli, dove si trovano due delle sedi diplomatiche degli Stati Uniti in Italia. In altre città si stanno organizzando iniziative analoghe, di cui saranno noti i dettagli nelle prossime ore”, conclude Piazzoni.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ADF: Italian Catholicism teacher has freedom to convey church teaching on sexuality

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 novembre 2013

St. Peter's Basilica at Early Morning

St. Peter’s Basilica at Early Morning (Photo credit: Wikipedia)

ROME — Alliance Defending Freedom has sent a letter to Italy’s National Anti-Discrimination Office in defense of a teacher who asked students to answer a questionnaire about the morality of a variety of activities in an optional hour of teaching on Catholicism. Two activist groups filed a discrimination complaint simply because one of the activities among the many listed was homosexual behavior.“The government should not honor requests to punish citizens for engaging in perfectly legitimate and protected free speech,” said Legal Counsel Paul Coleman. “It should not surprise anyone that the subject of sin and morality would occur in an optional lesson on official Catholic teaching. No reasonable person should conclude that this somehow ‘discriminates’ against anybody, especially since the questionnaire never even singled out any particular behavior.”During the optional hour on Catholicism at Liceo Classico Mariotti, a university preparatory high school in Perugia, the teacher distributed a questionnaire to students asking them to rank from 0 to 10 the gravity of sinfulness of a list of activities, including selling drugs, war, terrorism, murder, contraception, abortion, premarital sex, and homosexual behavior. Two groups, Arcigay and Omphalos Association, learned of the assignment and filed a complaint with the National Anti-Discrimination Office, claiming that the questionnaire provoked discriminatory arguments among the students.The European Convention of Human Rights states that “freedom of thought, conscience, and religion is one of the foundations of a ‘democratic society.’” The Alliance Defending Freedom letter explains that the questionnaire was “not focused on homosexuality and carried out during an hour of optional teaching of the Catholic religion” and that, regardless, the ECHR’s protection of freedom of religion and expression takes “precedence over an individual’s ‘right’ not to be offended by statements critical to homosexuality.”“The questionnaire, moreover, turns out to be developed and evaluated in a neutral and objective manner, without giving any importance to the sexual orientation of the students,” the letter states. “In any case it needs to be considered that the teaching of the Catholic religion is optional for the students….”The letter was co-written with local counsel Mattia Ferrero, one of nearly 2,300 attorneys allied with Alliance Defending Freedom.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arcigay: siamo accanto a chi non ce la fa più

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 maggio 2012

Mai come in questo difficile 2012 ci sembra indispensabile restituire al Paese il senso di un 1 maggio distante dalle celebrazioni e dalla retorica e dedicato alla più severa riflessione. La crisi economica, negata per anni e sbeffeggiata come invenzione di poveri stolti pessimisti, si è manifestata con tutta la sua asprezza, oltre le bugie degli irresponsabili che ci hanno governato: due italiani su tre, ce lo dice l’Istat, si sentono più poveri e probabilmente lo sono.Ad oggi tutta l’attenzione del Governo tecnico è stata data al risanamento finanziario perché era, ed è, il nodo dell’emergenza, ma l’economia ha nella finanza solo un aspetto, e senza rilancio di occupazione e produttività non vivremo nessuna ripresa economica e soprattutto nessuna ripresa sociale.In questo Paese senza orizzonti, che vive il primato di assassini di persone transessuali, di discriminazioni ai danni dei più deboli, donne, gay, lesbiche, transessuali, anziani, giovani, migranti, il lavoro ha dunque smesso di essere quello strumento essenziale per il conseguimento di una vita libera e dignitosa che connota il diritto all’esistenza che la Costituzione riconosce ad ogni donna e ad ogni uomo. La politica e i tecnici non possono continuare ad ignorarlo ancora, senza uscire definitivamente dai principi della nostra Carta fondamentale. Senza uno sforzo serissimo per il diritto al lavoro, questa è un’altra Italia, con un’altra Costituzione e con altri principi di convivenza civile. Vogliamo davvero essere la patria dei giovani che non entreranno mai in un mercato del lavoro che richiede esperienze di lavoro che nessuno gli concede? Vogliamo davvero essere la patria degli anziani spremuti senza pietà che scelgono di uccidersi perché non ce la fanno a sopravvivere? Dobbiamo rassegnarci ad essere il Paese in cui nascere donne, transessuali, gay o lesbiche significa avere più difficoltà ad accedere al lavoro e molte più probabilità di perderlo o di non conseguire progressi di carriera? Chiediamo al Governo di porsi queste domande e di coinvolgere e ascoltare anche le associazioni di persone transessuali, lesbiche e gay per risolvere gli enormi spazi di iniquità che il diverso orientamento sessuale o di identità di genere deve affrontare nei luoghi di lavoro.
Arcigay dedica questo giorno con profondo dolore a chi la vita l’ha persa svolgendo il proprio lavoro, oppure perché ha deciso con un gesto terribile di uccidersi perché il lavoro non lo trovava o l’aveva perso o perché la pensione non bastava a pagare le tasse. L’articolo 36 della Costituzione, ” Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa “, non può e non deve essere solo un pezzo di carta. (Paolo Patanè)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gay: Palermo per il pride 2013

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 marzo 2012

Flags of the Italian gay organisation Arcigay ...

Flags of the Italian gay organisation Arcigay at the Italian national Gay Pride march at Grosseto (2004). Picture by Giovanni Dall'Orto (User:G.dallorto). (Photo credit: Wikipedia)

Si è chiusa alle 17, a Bologna, la due giorni di Consiglio nazionale di Arcigay. L’assemblea , molto partecipata, oltre all’approvazione del bilancio, ha dato il via alle procedure che anticiperanno il XIV Congresso al 23, 24 e 25 novembre 2012 nella città di Ferrara. Per la maggior associazione lgbt italiana, con oltre 130 mila soci, si profila così un percorso congressuale di alcuni mesi che determinerà, nel serrato confronto interno, decisioni fondamentali per il proprio futuro in una delicatissima fase economica, politica e istituzionale.
Il viaggio verso l’assise anticiperà un 2013 che vedrà sciogliere, con le elezioni politiche, importanti nodi nazionali. Sullo sfondo la persistenza della crisi economica ancora in corso e le importanti novità nelle battaglie della militanza lgbt che vengono soprattutto dal dibattito pubblico e giuridico.
E al futuro congresso Arcigay si presenterà rafforzata, grazie ad un fruttuoso triennio di attività, sul piano dei rapporti politico-istituzionali e cresciuta nei numeri (il consiglio ha ratificato la nascita di cinque nuovi comitati provinciali: Vercelli, Catanzaro, Campobasso, Teramo e Brindisi) e nell’iniziativa politica, progettuale e pubblica. L’assise ha infine individuato all’unanimità la candidatura della città di Palermo quale sede del Pride nazionale del 2013. La candidatura sarà discussa con l’associazionismo lgbt italiano.
Nei prossimi mesi l’associazione vedrà concentrare i suoi sforzi per il successo del Bologna Pride 2012 del 9 giugno e nella gestione ordinaria delle proprie attività.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arcigay:pagina storica della cassazione per diritti coppie stesso sesso

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 marzo 2012

In attesa di conoscere le motivazioni ,possiamo però dire già oggi che la sentenza 4184 della prima sezione civile della Corte di Cassazione ha segnato un altro importante passo avanti sulla strada di una sempre più efficace protezione delle coppie omosessuali. Sono almeno tre i punti che ci sembrano configurare un’autentica rivoluzione copernicana.Da una parte, la Corte afferma che le coppie omosessuali godono pienamente di un “diritto alla vita familiare”, recependo quindi l’orientamento già espresso dalla Corte europea dei diritti dell’uomo nel 2010. In secondo luogo la Cassazione riecheggia quasi testualmentela decisione già adottata dalla nostra Corte costituzionale sempre nel 2010, riconoscendo alle persone omosessuali “il diritto a vivere liberamente una condizione di coppia” con la possibilità di ricorrere ai giudici “a prescindere dall’intervento del legislatore in materia”. Ma soprattutto la Corte formula importanti affermazioni di principio che
sembrano smentire le posizioni recentemente espresse da alcuni politici circa la natura necessariamente eterosessuale del matrimonio. Difatti, la sentenza chiarisce che “è stata radicalmente superata la concezione
secondo cui la diversità di sesso dei nubendi è presupposto indispensabile, per così dire naturalistico, della stessa esistenza del matrimonio”. Grande riconoscenza all’avvocato Francesco Bilotta,vero padre di una strategia giudiziaria che sta trascinando l’Italia dei politici pavidi e balbettanti più vicino all’Europa delle grandi scelte e dei grandi ideali. Da oggi principi fino a ieri incredibili entrano nel nostro ordinamento come autentico diritto vivente. (Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Europa: Discriminazioni e razzismo

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 novembre 2011

Andrea Riccardi

Image by Acli_Associazioni_cristiane_lavoratori_italiani via Flickr

UNAR, l’ufficio nazionale contro le discriminazioni razziali istituito in attuazione di una Direttiva europea presso la Presidenza del Consiglio ed operante presso il Ministero delle Pari Opportunità, negli ultimi anni ha fatto la sua parte con un lavoro concreto, sul territorio, in un dialogo costante e di pari dignità con tutti i soggetti, istituzionali e non, nazionali e locali. E Unar ha lavorato a fianco di immigrati, anziani, disabili, omosessuali, lesbiche, trans, cristiani, cattolici, musulmani per sciogliere nodi discriminatori e per la promozione concreta di una cultura dell’uguaglianza. Per questo, anche in considerazione del conferimento della delega alle Pari Opportunità al Ministro del Lavoro da parte del Governo in carica, numerose associazioni nazionali del terzo settore hanno deciso di prendere carta e penna e scrivere ai neoeletti ministri Elsa Fornero, Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali con delega alle Pari opportunità, Enzo Moavero Milanesi, Ministro degli Affari Europei, Andrea Riccardi, Ministro per l’ Integrazione e Antonio Catricalà, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. I presidenti di Acli, Arcigay, Telefono Rosa, Fish, Federazione Rom e Sinti Insieme e Enar chiedono ulteriore sostegno al percorso di autonomia dell’Ufficio già in atto e “la necessaria e tempestiva attenzione legislativa affinché sia indipendente non più solo nell’azione concreta del suo direttore – come riconosciuto anche dall’ECRI del Consiglio d’Europa – ma finalmente anche di diritto. Ce lo chiede l’Unione europea, ce lo chiede il Consiglio d’Europa. Soprattutto lo chiediamo tutti noi, come un segnale di cambiamento ulteriore che premi un impegno collettivo e positivo che ha visto per una volta una Istituzione e chi la rappresenta fianco a fianco con la società civile senza barriera alcuna lavorare insieme per la piena affermazione del diritto all’uguaglianza e della lotta a qualsiasi forma di discriminazione”. UNAR, secondo le associazioni, “ha avuto il coraggio di censurare e contrastare, spesso con successo nonostante l’ufficio fosse privo di poteri sanzionatori, provvedimenti e atti amministrativi insieme a dichiarazioni e comportamenti posti in essere anche da amministrazioni e rappresentanti di forze politiche di governo” e, in un momento di forte crisi “la piena affermazione del diritto all’uguaglianza e della lotta a qualsiasi forma di discriminazione”può grazie alle buone pratiche offrire un “importante contributo alla coesione sociale nel nostro Paese in un momento molto difficile della nostra storia che espone ancor più i poveri di diritti”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Arcigay ai Giuristi cattolici

Posted by fidest press agency su domenica, 9 ottobre 2011

Flags of the Italian gay organisation Arcigay ...

Image via Wikipedia

Il Presidente nazionale dei giuristi cattolici, nonché presidente del comitato nazionale della cosìdetta bioetica Francesco D’Agostino, sul quotidiano “La Cronaca” di Piacenza, ha sfoggiato un repertorio fuori catalogo su omosessualità e dintorni. Ad ascoltarlo è una via di mezzo tra un gracchiante disco rotto e un testo fuori catalogo di sessuologia. Sono ammuffite, tanto sono prive di riscontro infatti, insinuazioni come l’omosessualità “è palesemente un disturbo della relazionalità (l’uomo che ha paura a relazionarsi con la diversità femminile e viceversa)” o l’omosessualità è una tra le “psicopatologie sessuali”. Va peggio alle teorie eziologiche sull’omosessualità che per bocca di D’Agostino diventano buone per il dibattito a cui hanno assistito i nostri trisavoli. D‘Agostino spiega “c’è una scuola di pensiero americana, invece, che sta ricercando da anni l’alterazione neurologica” dimenticando proprio la scuola italiana di Mantegazza che intorno al 1878 nel sempre verde Igiene dell’amore aveva trovato prove di un “guasto celebrale congenito” negli “invertiti”. Evidentemente il dialogo tra D’Agostino e l’800 è costante: per D’Agostino l’omosessualità è “inaccettabile”, per Mantegazza è uno spettro da cui fuggire. Il presidente dei giuristi cattolici è poco o nulla aggiornato anche nel dibattito giuridico. Quando parla delle famiglie gay come “variante delle psicopatologie sessuali” dimentica proprio la Corte costituzionale, e la sentenza 138 del 2010, che pone esattamente sullo stesso piano le coppie coniugate e quelle omosessuali e chiede al Parlamento la parificazione dei diritti. A i giuristi cattolici, se pretendono di avere una minima credibilità in un dibattito pubblico, va caldamente il suggerimento di “rottamare” il presidente. (Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Arcigay: inchiesta su “L’Espresso”

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2011

Leggiamo su “l’Espresso” una lunga inchiesta a firma Tommaso Cerno sull’omosessualità, intitolata “Quant’è normale la mia vita gay”. Il pezzo e le fotografie che lo corredano rappresentano un raro esempio di buon giornalismo e raccontano la realtà di gay, lesbiche e transessuali per quello che è. La nostra quotidianità, che troppo raramente leggiamo sulla stampa italiana, narra di un Paese che ogni giorno si confronta con noi e di un universo politico che, ignorandoci, attesta tutta la sua pochezza. La nostra quotidianità sfilerà a Roma per Europride l’11 giugno prossimo per raccontare esattamente questa realtà. Sarà una “rivoluzione gentile”, un atto di sfiducia verso un Parlamento e un Governo che non rappresentano più il Paese reale. L’inchiesta di Tommaso Cerno è la dimostrazione che si può parlare di omosessualità sottraendosi a stereotipi e vittimismi su cui gran parte della stampa italiana insiste nel descrivere la nostra realtà. La notizia è la scoperta di una quotidianità che vediamo finalmente raccontata. Siamo grati al settimanale per questo raro esempio di buon giornalismo e auspichiamo che altri media possano, nel raccontare e confrontarsi con la realtà lesbica, gay, bisessuale e trans, seguire l’ottimo esempio che viene oggi da “L’Espresso”. (Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Omofobia: bocciatura legge

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 maggio 2011

Ieri la Commissione giustizia della Camera dei Deputati ha bocciato la proposta di legge Concia contro l’omofobia e la transfobia. Solo l’altro ieri, per le celebrazioni per la Giornata Mondiale contro l’omofobia Arcigay aveva chiesto al Parlamento “risposte degne di una grande democrazia”. Al nostro appello si era aggiunto quello delle più alte cariche dello Stato che, per bocca del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, del Presidente del Senato Renato Schifani, e del Presidente della Camera Gianfranco Fini, avevano espresso la propria preoccupazione per l’omofobia e la transfobia nel nostro Paese e confermato la necessità di provvedimenti legislativi di contrasto, assicurando solidarietà alla comunità omosessuale e trans italiana. Arcigay stigmatizza la bocciatura di ieri come un fatto grave ed irresponsabile, degno del più arretrato e fondamentalista dei paesi. Non ci accontentiamo più di belle parole, che non si concretizzano poi in provvedimenti di legge. Attendiamo dal Parlamento, che probabilmente discuterà un provvedimento contro l’omofobia il 23 maggio prossimo, una spinta di orgoglio capace di eliminare da questo Paese la piaga dell’omofobia e della transfobia. A Pdl, Lega e Udc, che con il voto di oggi si allineano alla peggior destra integralista europea, chiediamo un gesto di responsabilità: accolgano l’invito del Ministro Carfagna e in aula votino a favore di una seria legge che colpisca violenza e pregiudizio. Da parte nostra non mancheremo di considerare tutti coloro che avversano questa norma di civiltà, ampiamente presente nella legislatura di tutti i paesi europei, “complici morali” di tutti gli atti di violenza, pregiudizio e discriminazione motivata dall’orientamento sessuale o dall’identità di genere che dovessero ancora avvenire in Italia. (Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arcigay incontra il PD

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 aprile 2011

Firenze, 17 aprile, alle 18 e 30 presso il Grand Hotel Mediterraneo in via Lungarno del Tempio 44 a Firenze.Arcigay incontrerà il Partito Democratico per un dibattito pubblico dal titolo: Diritti lgbt. Frontiera di una nuova Italia? L’incontro, organizzato da Arcigay, con la Collaborazione di Arcigay “Il Giglio e la rosa” Firenze, vuole essere l’occasione per discutere di diritti di gay, lesbiche e trans, tematiche troppo spesso marginali nel panorama politico del nostro Paese. Al dibattito parteciperanno il presidente nazionale di Arcigay Paolo Patanè, il responsabile nazionale diritti civili del Pd Ettore Martinelli e il vice presidente del PD Ivan Scalfarotto. Aprirà i lavori Francesco Piomboni, presidente di Arcigay Firenze. (Stefano Bolognini)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Solidarietà vescovo Pistoia ad Arcigay

Posted by fidest press agency su martedì, 12 aprile 2011

Per la prima volta un vescovo italiano solidarizza con Arcigay contro la violenza omofoba. Monsignor Mansueto Bianchi, vescovo di Pistoia, nel corso della giornata ha infatti dichiarato, a commento di un episodio di violenza omofoba subito sabato notte da due membri di Arcigay a Napoli: ”Più  che le ferite nel corpo, credo abbiano fatto male quelle nell’animo. Ma entrambe le ferite subite da Federico, segretario del Comitato pistoiese Arcigay, obbligano a riflettere e vanno condannate con fermezza. Sono una violazione della dignità umana”. “Queste parole totalmente condivisibili sono un segnale di novità e apertura impensato e sorprendente. Finalmente, e per la prima volta, un esponente della Chiesa cattolica interviene a condanna di un episodio di omofobia e solidarizza con Arcigay. Speriamo che la dichiarazione di Monsignor Bianchi sia il sintomo di una rinnovata attenzione nei confronti dei diritti di gay, lesbiche e trans da parte della Chiesa Cattolica e non rimanga un episodio isolato”, dichiara Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay. “L’aggressione al nostro segretario è un fatto gravissimo. Ringraziamo sentitamente il vescovo Bianchi e la Curia pistoiese e tutti coloro che, numerosissimi, hanno espresso solidarietà al nostro segretario per la violenza subita”, dichiara  Daiana Leporatti, presidente Arcigay Pistoia. (Stefano Bolognini)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arcigay: contro tutte le discriminazioni

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Alla presenza di diverse sigle dell’associazionismo lgbt italiano tra cui Arcigay, è stato firmato un protocollo di collaborazione nella lotta a tutte le discriminazioni tra Unar, l’ufficio nazionale anti-discriminazioni del  Ministero delle Pari opportunità e Oscad, l’Osservatorio sulla sicurezza contro gli atti discriminatori incardinato nel Dipartimento della pubblica sicurezza, Direzione centrale della polizia criminale . L’atteggiamento di apertura di polizia e carabinieri rispetto alla lotta e alla prevenzione delle discriminazioni di gay, lesbiche e transessuali rappresentano una assoluta novità, impensabile fino a pochi anni fa, e la riflessione del Capo della Polizia Antonio Manganelli sull’esigenza di rilanciare gli aspetti della prevenzione e della repressione spiegano il rilevo strategico della sinergia tra i due enti. Antonio Manganelli, a cui va il ringraziamento dell’associazione per l’impegno nella lotta alla discriminazione, nel corso dell’incontro ha anche sottolineato la necessità di una legislazione specifica che offra strumenti di contrasto a tutte le discriminazioni. Da questo punto di vista ricordiamo al Legislatore che in Italia non esistono tutele legislative per la discriminazione che colpisce gay, lesbiche e trans e che Arcigay sostiene da anni l’estensione della legge Mancino all’omofobia e alla transfobia. (Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una medaglia per lotta all’omofobia e transfobia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 marzo 2011

Arcigay ringrazia sentitamente il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ha conferito ad Arcigay Arcilesbica Trieste una medaglia di bronzo per il progetto contro l’omofobia “A scuola per conoscerci”. L’iniziativa, promossa dall’associazione in collaborazione con Arcigay “Nuovi passi” di Udine e Pordenone e Arcilesbica di Udine è stata realizzata grazie ai contributi di psicologi e volontari delle associazioni. “Il plauso dimostrato dalla più alta carica dello Stato costituisce il più autorevole riconoscimento per quanti hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto che aveva lo scopo di diffondere a scuola tra i giovani valori e pratiche educative per prevenire, contrastare e ridurre il pregiudizio sociale verso le persone omosessuali.Il progetto, l’anno scorso, ha coinvolto più di 500 studenti di 7 scuole superiori del Friuli Venezia Giulia; mentre quest’anno gli studenti coinvolti sono stati 750”, spiega Davide Zotti di Presidente del Circolo Arcobaleno Arcigay Arcilesbica di Trieste. “L’onorificenza del Presidente della Repubblica rappresenta il consenso e l’attenzione del Capo dello Stato per la lotta all’omofobia e deve essere da esempio e monito per tutti i rappresentanti istituzionali che fino qui hanno mostrato troppa timidezza e reticenze nel contrasto a discriminazioni e violenze a gay, lesbiche e trans”, dichiara Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay. “Ricordo – continua Patanè – che l’Italia è ancora oggi priva di una giusta legge di contrasto a omofobia e transfobia e spero che questa medaglia possa sollecitare il Parlamento a trovare urgentemente soluzioni. A Giorgio Napolitano va il sentito ringraziamento di Arcigay e di tutta la comunità lgbt”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arcigay, coppie di fatto

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 marzo 2011

Veltroni, tra buone intenzioni ed il rischio di un equivoco madornale. Nonostante il ritardo, apprezzeremmo in generale l’intervento di Walter Veltroni su “Il Foglio” di oggi, laddove  rispondendo al “no ai matrimoni gay” di Berlusconi di sabato, dice: “Per andare ad altri temi ugualmente spinosi aggiungo che io – a differenza di Berlusconi – sono favorevole al riconoscimento dei diritti delle coppie di fatto, anche omosessuali, e alla possibilità di adozione per i single. E nessun richiamo o disciplina potrebbe farmi cambiare idea”. Purtroppo la dichiarazione ci lascia qualche perplessità perché adombra che il ragionamento del PD sulle coppie di fatto sia viziato da troppi equivoci. Intanto al “no” di Berlusconi ai matrimoni civili tra persone dello stesso sesso, il più grande partito della sinistra dovrebbe semplicemente rispondere con un chiaro e forte “si”, visto che nei  Paesi fondatori dell’Unione, il matrimonio civile è sostenuto oramai persino dai partiti di destra. E poi il riconoscimento di una coppia in quanto tale, senza nessuna distinzione tra omosessuali ed eterosessuali, è cosa molto diversa dal riconoscimento “dei diritti” richiamato da Veltroni. Se all’interno del PD ci si avvita a ragionare di singoli diritti delle coppie, anziché del riconoscimento delle coppie stesse, allora rischia di fare un lavoro sostanzialmente inutile. Proprio per questo vorremmo dare il nostro contributo al chiarimento di questo equivoco, che rischia di essere madornale, chiedendo ancora una volta un incontro urgente con Bersani.  Non vorremmo che un ragionamento sui diritti puntuali già esistenti, o rivendicabili, finisca per apparire un sotterfugio per non esporsi sulle coppie e sul matrimonio civile tra persone dello stesso sesso. Ancora una volta vale la pena ricordare ai troppi smemorati anche a sinistra che per provare a distinguersi dalle parole di Berlusconi non occorre arrampicarsi sugli specchi: basta tenere conto che la sentenza 138 /2010 della Corte Costituzionale ha già chiarito che i diritti delle coppie omosessuali conviventi sono eguali a quelli delle coppie eterosessuali coniugate. (Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Arcigay: sede di rappresentanza a Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 22 febbraio 2011

L’ufficio è situato in Via di San Giovanni in Laterano 10, esattamente nel cuore della Capitale e nella cosiddetta “Gay street”, centro della socializzazione della comunità lgbt (lesbica, gay, bisessuale e trans) romana, offrirà all’associazione l’opportunità di disporre di un punto di riferimento per supportare lo svolgersi di attività politiche, culturali, sociali e di rappresentanza. La dirigenza nazionale ha così dato seguito al mandato del Congresso di Perugia di un anno fa, di dotarsi di uno spazio fisico di visibilità nella Capitale, luogo simbolo per le battaglie politiche, in funzione e a servizio dell’impegno e dell’iniziativa politica dell’Associazione su tutto il territorio nazionale. Gli spazi garantiranno maggior agibilità alla battaglia di cittadinanza delle persone omosessuali lesbiche e transessuali, il rafforzamento delle relazioni istituzionali e saranno utilizzati per incontri, confronto, dibattiti e conferenze stampa. L’ufficio sarà uno strumento a servizio degli obiettivi di sempre della militanza lgbt italiana e sarà un punto di riferimento per ogni associazione che voglia proporre i temi dell’uguaglianza, della cultura del rispetto delle differenze e della giustizia. La bandiera di Arcigay già sventola alle finestre dell’ufficio, che sarà inaugurato a breve, e che assumerà un importante valore simbolico in vista degli eventi di Europride Roma 2011. Le attività di amministrazione e segreteria continuano nella sede legale dell’associazione che è ospitata da Arcigay Cassero di Bologna. (Stefano Bolognini)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro tra Arcigay e il Ministro Mara Carfagna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 febbraio 2011

Per l’occasione il presidente dell’associazione Paolo Patanè insieme al segretario Luca Trentini, hanno espresso l’apprezzamento di Arcigay per le attività del Dipartimento e per la sensibilità dimostrata dal Ministro verso le tematiche dei diritti delle persone lgbt. Particolare rilievo è stato dato al ruolo che il Ministro può svolgere nel sostegno ad iniziative internazionali, con un   preciso riferimento alla campagna di odio in corso in Uganda e che ha visto recentemente il drammatico assassinio di David Kato Kisule. Nel corso dell’incontro si è ragionato su di una serie di obiettivi concreti e numerosi sono stati i temi toccati come la discriminazioni sui luoghi di lavoro delle persone gay, lesbiche e transessuali, il rilancio della campagna contro l’omofobia con l’auspicata estensione alla transfobia, fino alle difficoltà e problemi relativi alla vita delle coppie lgbt.  Si è parlato anche dei grandi orizzonti legati agli eventi organizzati in occasione del prossimo Europride dell’11 giugno 2011 a Roma e di ILGA Torino 2011. Il Ministro ha espresso volontà di collaborazione e condivisione degli obiettivi più urgenti.Arcigay ha poi rimarcato la positiva cooperazione con UNAR (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali) evidenziandone il ruolo dell’ente nell’affermazione di una prassi antidiscriminatoria e nel dialogo costruttivo con Comuni, Province e Regioni, e ricordato il rilevante sviluppo di nuovi strumenti di contrasto alle discriminazioni come OSCAD, l’Osservatorio delle Forze dell’Ordine contro le discriminazioni. (Stefano Bolognini)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arcigay nella commissione lotta all’aids

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 febbraio 2011

Per la prima volta un’associazione lgbt italiana, da sempre impegnata nel contrasto della diffusione dell’infezione hiv-aids e delle malattie a trasmissione sessuale, parteciperà ai lavori della Commissione. ”E’ un incarico di grande responsabilità che accolgo con soddisfazione”, commenta a caldo Paolo Patanè. “Ringrazio il Ministro della Salute, Fabio Fazio, per la fiducia che ha voluto accordare ad Arcigay e per il riconoscimento alla costante attenzione di gay, lesbiche e trans nella comune battaglia di prevenzione”. “In Commissione – continua Patanè – porteremo l’esperienza trentennale di Arcigay e il suo approccio laico alla cultura della prevenzione e sosterremo l’urgenza di lavorare per il benessere e per i diritti delle persone sieropositive.  Porteremo all’attenzione delle Istituzioni l’importanza della diffusione di campagne che invitino esplicitamente all’uso del preservativo e l’urgenza di parificare e migliorare l’accessibilità al test in tutta Italia. Solleciteremo lo sviluppo di strategie di prevenzione concrete rivolte alla popolazione degli msm (uomini che praticano sesso con altri uomini) ad oggi inesistenti, e l’urgenza di garantire l’accessibilità alle cure e combattere lo stigma sociale nei confronti delle persone sieropositive”. Contestualmente al rinnovo della Commissiona nazionale aids è stata rinominata la Consulta delle associazioni per la lotta all’aids. Arcigay continuerà il suo impegno in quest’ambito con Rebecca Zini, Responsabile salute Arcigay. “Siamo felici di poter riprendere la collaborazione in cooperazione con le altre associazioni per promuovere, rafforzare e rendere sempre più incisiva la voce della community”, conclude Rebecca Zini. (Stefano Bolognini, ufficio stampa Arcigay)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arcigay cresce

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 febbraio 2011

Il Consiglio nazionale di Arcigay dichiara prive di fondamento tutte le speculazione che vorrebbero l’Associazione spaccata a metà, bloccata e in via di scioglimento. A differenza di quanto riportato da alcuni, Arcigay, nel corso del Consiglio nazionale e dopo un ampio dibattito, ha espulso due soci per gravi violazioni dello Statuto e degli obblighi associativi ritenendo che il faro di azione di ogni socio e volontario, come dice lo Statuto, sia la piena collaborazione, la trasparenza e  l’unità di intenti. La decisione seppur dolorosa e sofferta attiene al rispetto di valori comuni che liberamente ogni socio sceglie di condividere al momento dell’adesione all’Associazione.  Arcigay continua serenamente a lavorare per l’affermazione dei diritti delle persone lesbiche, gay, transessuali e bisessuali.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Coppie gay nel censimento 2011

Posted by fidest press agency su sabato, 22 gennaio 2011

L’Istat ha presentato al Garante il progetto di censimento 2011, che partirà il  9 ottobre prossimo,  e che censirà, esattamente come tutte le altre forme di convivenza, anche le coppie gay, previa approvazione del garante stesso.  L’Istat, con la formulazione “coppia convivente dello stesso sesso”,  ha dato coraggiosamente seguito all’impegno assunto dopo un incontro con l’associazionismo gay del marzo 2010. Proprio sull’assenza delle coppie gay dal censimento Arcigay ha  condotto una battaglia politica decennale, accompagnata e fortemente sostenuta dal sito Gay.it. La notizia ci riempi di piacere, ed è una svolta epocale nell’approccio del nostro paese all’affettività di gay e lesbiche perché per la prima volta, attraverso lo strumento del censimento, lo Stato italiano, attesta un interesse a conoscere e quantificare il fenomeno. Con il prossimo censimento cominceremo finalmente a costruire un quadro chiaro di quante coppie conviventi potrebbero usufruire di giuste leggi di piena parità e uguaglianza. Arcigay auspica che il Garante alla privacy accolga il netto segnale proveniente da ISTAT dando il via ad una stagione di piena parità per i cittadini qualunque sia il loro orientamento sessuale. (Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »