Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘arcobaleno’

“Le ombre” si tingono con i colori dell’arcobaleno

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 agosto 2018

Allorché posi mano ad un mio racconto, in parte autobiografico, titolato “Le Ombre” immaginai da subito un viaggio misterioso e avventuroso. In quell’occasione raccontai la storia di un incontro con una persona che suscitò in me un notevole stato emotivo. Vi pervenni, in ogni modo, per gradi. Mi concentrai inizialmente sul “personaggio” per cercare di capire con chi avevo a che fare. Riandai, spesso, al tempo in cui lo incontrai per la prima volta. Mi apparve, almeno credo, casualmente. In seguito, e a distanza d’anni, lo vidi altre tre volte e tutte in luoghi diversi e in momenti, in apparenza, fortuiti. Con il senno di poi vi cercai una spiegazione logica, razionale, ma alla fine mi rimase il dubbio e capace solo di vagolare nella fantascienza.
Poteva essere un ologramma, un extraterrestre oppure un semplice parto della fantasia. Sta di fatto che mi coinvolse in tre generi di “conversazioni” dove nelle prime due si parlò molto di me di ciò che avevo fatto e del mio futuro e dei rapporti che intrattenevo con i miei simili, interessi e aspirazioni e, nel terzo, il discorso si estese agli eventi della vita ripercorrendo quel tratto che ci porta dalla modernità alla contemporaneità e ci lascia intravedere il futuro, ma non senza brevi riferimenti e confronti con un passato remoto.
Alla fine cercai in qualche modo di rimuovere il personaggio dalla mente e di concentrarmi solo sugli argomenti trattati l’ultima volta che ci vedemmo, in una fredda sera d’inverno a Berna.
Vi pervenni, soprattutto, per evitare l’imbarazzo nell’affrontare un argomento di difficile lettura interpretativa quale fu, in effetti, la sua “presenza fisica”, mentre mi apparvero più logici e conformi al mio pensiero le riflessioni sugli eventi storici più vicini al mio tempo, e che il mio interlocutore seppe stimolarne l’attenzione e un rinnovato interesse da parte mia.
Non volli, quindi, arrovellarmi il cervello e farne una sorta d’ossessione esistenziale pensando a una figura che allora sembrò, ma in un certo senso lo è tutt’oggi, appartenere più all’esoterismo e meno all’essoterismo.
D’altra parte non avevo la preparazione adeguata per un’analisi più approfondita del caso, né mi sentivo di coinvolgere altre persone in un’esperienza che intimamente facevo mia e non avrei voluto fosse, in qualche modo, esposta a giudizi sommari ed impietosi sia nei miei riguardi sia per colui che fu il mio compagno di ventura in un sia pure brevissimo tratto della mia vita. Ero altresì convinto che qualsiasi cosa avessi scritto o detto sarebbe rimasta, per chi avesse avuto la ventura di leggermi, un solo parto della fantasia, e quindi nulla di tangibile, nulla di verificabile, secondo i canoni scientifici oggi noti. Vada allora per la fantasia e non ne parliamo più. Restano, tuttavia, le nostre conversazioni, il suo penetrare nella mia mente, gli stimoli che ne ricevetti e la possibilità che ricavai nel vedere gli eventi sotto una diversa angolatura. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova canzone d’autore italiana

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 settembre 2010

Un vero e proprio evento nel mondo musicale italiano: per la prima volta due importanti realtà come il Club Tenco e il Mei (Meeting degli Indipendenti) si uniscono per un progetto che intende valorizzare la nuova canzone d’autore italiana. Una grande novità che avrà il suo fulcro in un doppio album di inediti intitolato “La leva cantautorale degli anni Zero”, pubblicato da Ala Bianca Group e distribuito da Warner nel prossimo autunno e presentato dal vivo nel corso della stagione invernale, a partire dal Premio Tenco (11-13 novembre a Sanremo) e dal Mei (26-28 novembre a Faenza).  I nominativi degli artisti coinvolti saranno resi noti nelle prossime settimane dal momento che gli esponenti di Club Tenco e Mei sono ancora in giro per l’Italia alla caccia di nuovi talenti. I cantautori selezionati rappresenteranno i molti modi di fare canzoni d’autore in Italia, da quelli più innovativi a quelli più legati alla tradizione: linguaggi e forme musicali diverse che accostati in un’unica opera offrono uno straordinario arcobaleno nel cielo plumbeo della musica puramente di consumo del nostro tempo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La legge che vieta le intercettazioni

Posted by fidest press agency su martedì, 4 Maggio 2010

Milano 5 maggio alle 20 al Circolo della Stampa di  Corso Venezia 16. l’ospite di questo mercoledì è Massimo Alberizzi inviato in Africa per il Corriere della Sera. Assieme ad altri colleghi Alberizzi  ha partecipato alla realizzazione di un video contro la legge che vieta le intercettazioni. Per parlare di quella famigerata legge e per mostrare quel video sarà alla nostra consueta cena.  Il colloquio con Alberizzi non si fermerà qui.  Ci faremo raccontare qualche aneddoto della sua vita professionale da corrispondente in Africa, continente che ha girato in lungo in largo: dalla liberazione degli ostaggi italiani in Nigeria, al suo sequestro da parte degli islamici in Somalia, dalla guerra tra Etiopia e Eritrea a quella in Liberia o alla trasformazione del Sudafrica da paese razzista a nazione arcobaleno. Di come esercita il giornalismo d’inchiesta e investigativo inseguendo, ad esempio, trafficanti d’armi e di diamanti.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Treviso diventa città arcobaleno

Posted by fidest press agency su sabato, 26 settembre 2009

Treviso il 16, 17 e 18 Ottobre una fiera che dipingerà la città con i colori della stella del Veneto. Treviso diventerà una “città arcobaleno”, divisa in 7 quartieri il cui il filo conduttore sarà proprio il colore tra giochi, mostre, esibizioni e degustazioni. Vivere in un solo weekend, concentrate in un unico luogo, tutte le sfumature e le esperienze che il Veneto può offrire è l’obiettivo di “Veneto, tra la terra e il cielo”.  Gli sportivi potranno provare il brivido dell’arrampicata, il fascino del golf o godersi lo spettacolo delle regate storiche sul Sile. I bambini rimarranno incantati da maghi, spettacoli in costume e dai tanti giochi organizzati lungo le piazze della città. Gli amanti delle antiche arti osserveranno da vicino gli artigiani cimentarsi con legno e pietra e ammireranno i preziosi ricami al tombolo e all’uncinetto. Infine tutti potranno gustare e acquistare il meglio della tradizione enogastronomica veneta: dai vini della Valpolicella ai salumi vicentini, dall’olio del Garda ai formaggi del bellunese.  Una manifestazione che vedrà quindi la Regione offrire il meglio delle proprie eccellenze con la collaborazione di tutti i Consorzi di Promozione Turistica che mostreranno i valori della gente veneta, i prodotti della terra, le valenze turistiche, le espressioni artistiche, le forme di intrattenimento. Tre giorni di eventi quindi, per presentare i luoghi più amati affiancati a quelli semisconosciuti, i vini distribuiti in tutto il mondo a fianco delle piccole produzioni di nicchia. http://www.venetotralaterraeilcielo.com

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Henry Hastings

Posted by fidest press agency su domenica, 5 aprile 2009

A cura e traduzione di Maddalena De Leo Per la prima volta in traduzione italiana, il romanzo redatto nel 1839 rappresenta, per quel che concerne la prosa di Charlotte Brontë, l’acme del processo creativo preparatorio che dovette poi confluire nella sua successiva brillante attività di scrittrice.  Il racconto appartiene al ciclo di Angria, grande saga immaginaria inventata nell’Ottocento dalla giovane autrice inglese in collaborazione con il fratello Branwell negli anni dell’adolescenza e nella quale i giovani autori riversarono molto del proprio vissuto e del loro forte legame. Bellissimo è proprio nel capitolo undicesimo questo passo, in realtà amaramente riferito al carattere di Branwell: …come un bambino, aveva inseguito per tutta la vita l’arcobaleno, e in quali abissi profondi questa ricerca l’aveva precipitato! Quanto spesso lo aveva distolto dai più seri propositi! In maniera speculare Elizabeth Hastings, poco appariscente e preoccupata del proprio modesto aspetto fisico contrapposto alla bellezza delle precedenti eroine di Angria, anche insofferente all’insegnamento, riflette la personalità stessa di Charlotte autrice e donna. Molto bello il modo in cui la voce narrante cerca di entrare nei pensieri della protagonista descrivendola in un momento nel racconto in cui è sola con se stessa: Non saprei dire se in quel momento i suoi pensieri fossero tristi o gai; ma sicuramente erano molto assorti perché ella aveva dimenticato cielo e terra e ogni cosa che le era intorno, grazie al fascino in cui essi l’avvolgevano. Il lungo racconto, anche se ambientato nel XIX secolo, affronta temi e conflitti morali di grande attualità e attraverso la caratterizzazione attenta dei suoi tre personaggi principali contribuisce ad aggiungere nuova luce alla fama ormai immortale della Brontë, scrittrice appassionata, capace di esprimere una tensione emotiva che non conosce cedimenti nel corso della narrazione. Corredato da un’esauriente introduzione, il libro cerca di rendere al meglio nella nostra lingua, attraverso una traduzione puntuale e pedissequa dall’inglese, il pensiero creativo che è alla base del testo. Charlotte Brontë nacque il 21 aprile 1816 a Thornton, nello Yorkshire, ma visse quasi sempre a Haworth. Condivise con le due sorelle Emily ed Anne e il fratello Branwell un’infanzia spensierata e ricca di ‘sperimentazioni letterarie’. La fama le arrise nel 1847 con Jane Eyre, romanzo che ebbe ed ha ancora oggi un successo incredibile. Scrisse altri famosi romanzi (Shirley, Villette) e nel 1854 sposò il reverendo Arthur Bell Nicholls, curato del padre. Morì però meno di un anno dopo, il 31 marzo 1855, nei primi mesi di gravidanza. Il suo romanzo The Professor fu pubblicato postumo.  Maddalena De Leo, docente di inglese nella scuola secondaria di primo  grado e socia della Brontë Society sin dal 1975, fa parte della sezione italiana della predetta società letteraria ed è consulente editoriale per l’Italia della rivista letteraria Brontë Studies. Ha pubblicato per le edizioni Ripostes: nel 2002 Componimenti in francese di Emily Brontë e nel 2004 il volume All’Hotel Stancliffe e altri racconti giovanili, anch’essi una novità editoriale nella nostra lingua. La risposta di Afşin  Mediart – BIMED, Salerno, 2005  e  Un’@ mica dal passato – Simone per la Scuola, Napoli, 2006,  sono entrambi narrativa per ragazzi, con romanzi ispirati sia al mondo mediterraneo che anglosassone.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »